Bussaia (Monte) da Palanfrè e discesa su Roaschia dal canale Nord

Era da tempo che vedendo tutti i giorni da casa queste montagna sognavamo di sciarle..canale nord del bussaia con neve a tratti ventata non il massimo poi discesa del Servantun e del Balur su ottima neve. Ambiente spettacolare compagnia top!

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Farinosa
neve (parte inferiore gita) :: Farinosa
note su accesso stradale :: nessuno
quota neve m. :: 1100
Partito verso le 8.30 da Palanfrè alla testa di una trentina di skialper (effetto Gulliver.it) su ottima traccia autostradale. Tracciato dal Pianard su ottima farina (30/50 cm ) prima sulla Rocca d’Orel e poi lunga cresta fino al Bussaia (si fa tutta sci ai piedi). Canale N in condizioni super: farina impalpabile che permette di fare quello che vuoi. Poi scenderlo in neve vergine non ha prezzo!!
Certo che l’imbocco (che si trova 5 metri a scendere a sinistra della cima) è veramente verticale!! Adrenalinico!!
Arrivato nel pianoro (2.000m circa) ripellato e risalito il canale: ramponi solo gli ultimi 100 m (dalla curva a destra diciamo…) e poi a ritroso per rientro alla macchina su Palanfrè. Il dislivello per questo giro è poco meno di 1.700 m.
Un sogno che si è finalmente avverato!! Erano anni che volevo scendere quel conoide ben visibile da tutta la piana cuneese!!
Un saluto ai 5 alpini che mi seguivano e che hanno continuato per il Sarvatun....


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Ok fino a palanfre
quota neve m. :: 600
Gita in condizioni che dire perfette e un eufemismo.....non 1 metro che non fosse farina... Occhio solo ai pendii soprattutto del servantun da valutare molto bene prima di buttarsi!!!
Credo non sia possibile trovare questa gita in condizioni migliori!!!!
Meteo perfetto...freddo il giusto e farina da palanfre a roaschia!!!
Tracciata interamente non 1 passaggio precedente nemmeno un camoscio...questo ha rallentato un po' la progressione....ma le discese incommentabili.....ho perso la voce dico solo questo!!! Un ambiente maestoso e severo a 2 passi da Cuneo!!! Credo una Delle traversate più belle Delle Alpi marittime!!!


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
quota neve m. :: 800
:: snowboard
Bellissima traversata che unisce esplorazione e tratti alpinistici a un canale impegnativo e discese emozionanti su bei pendii aperti.
Salita al Bec d'Orel su bella neve trasformata a tratti dura, utili i coltelli (con la splitboard). Percorso la bella e facile cresta già tracciata fino al Bussaia. Ingresso nel canale sempre adrenalinico (quasi verticale per 4-5 metri) canale già molto tracciato (purtroppo) con neve farinosa alternata a neve ventata, fondo a tratti molto ghiacciato che può provocare pericolose cadute. Conoide su neve farinosa molto bella (un po' di crosticina superficiale fastidiosa per gli sci ma non per la tavola). Risalita piacevole ancora al sole sul Servatun, prima parte di discesa sul versante soleggiato verso Entracque, fino dove possibile, perchè presentava neve migliore, poi saltati sulla parete nord e anche lì discesa da urlo fino al traverso verso il Balur (la discesa sulla parete N del Servatun richiede neve sicura!). Traverso non facile: è facile perdere quota con lo snowboard. Poi ultima risalita breve al colle del Balur. Discesa dal Balur ancora su bella bella neve fino a metà buschina poi scesi sulla traccia di salita fino all'auto senza toccare pietre.
Gran soddisfazione e grandi condizioni per questa bella traversata. Con Neghy.


[visualizza gita completa]
Abbinato alla traversata Palanfrè-Roaschia.

Per il resto niente, non c'è un metro che non sia in farina.
Giorno grande con Elia e Andrea.


[visualizza gita completa]
Saliti per versante E, sceso il canale N in neve farinosa ma a tratti irregolare non banale e neanche troppo sicura nonostante il rischio 1 previsto (nella parte alta abbiamo evitato di saltarci). Sfarinate nel conoide, poi ripello verso colletto e dorsale Ovest con la quale abbiamo riguadagnato la vetta, discesa per itinerario versante E.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: ok fino a Palanfrè
Partiti da Palanfrè, saliti su Pianard e Rocca d'Orel poi su cresta (sci ai piedi) fino in vetta al Bussaia. Discesa nel canale fino in fondo. Per il ritorno abbiamo ripellato e risaliti al colletto tra la Punta dell'Aiera e il Bussaia. Raggiunta la vetta del Bussaia tramite spallone Ovest. Ripercorso a ritroso la cresta, Rocca d'Orel e infine Pianard.

Condizioni del Canale Nord: ingresso magro, spuntano pietre. Nel canale neve sufficiente di buona qualitá: farina pressata. Conoide magro con qualche pietra affiorante. Sciata soddisfacente nonostante l'innevamento "povero" di questa strana annata.
Bellissimo canale incassato tra le alte e "gotiche" guglie calcaree in ambiente solitario, un balcone sulla pianura cuneese e oltre....




con Marco


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
Stupenda traversata che rende molto il senso di spostamento e isolamento in ambiente selvaggio.
Ottime condizioni, qualità della neve perfetta e nessuna traccia.
Partiti da Palanfrè verso costa Pianard poi ramponi e sci a spalle su Rocca d'Orel e per tutta l'incantevole e panoramica cresta fino al Bussaia. Scesi per il canale nord in condizioni idilliache, 10-15 cm di farina intonsa. Canale molto estetico incassato tra estese pareti rocciose. Divertentissimo.
Ripellato sul versante Sud del Servatun. Cresta e vetta affilata e panoramica. Scesi sul direttissimo pendio nord di questa piramide bianca su neve farinosa scorrevolissima nella parte alta, in fondo diventa leggermente crostosa.
Ripellata verso il Monte Testas un po faticosa per neve marcetta e per esiti di valanghe.
Scesi su Roaschia su bella neve trasformata.
Per arrivare alla macchina 5 min di portage.


Con Dani


[visualizza gita completa con 14 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Buono
Depuis palanfre par la crête del orel je suis descendu dans le couloir neige un peu soufflée et quelques traces de 3 ou 4 jours
Puis je suis remonter au sommet du bussaia pour redescendre sur palanfre
Bonne neige humide pour descendre sur palanfre

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m. :: 1000
bellissima ( e indimenticabile) giornata, traversata stupenda con splendida luce primaverile.
nella parte alta del canale sino alla strettoia neve farinosa su fondo compatto con un sottile strato superficiale di crosta (che si rompeva al passaggio), dalla strettoia in giù bella neve farinosa, nel conoide farina pressata con alcune placche rigelate.
discesa della N del servatun prima su firnspiegel poi su polvere leggera, discesa dal balur su stupenda primaverile. 10 min di portage finale.
con francesca e massimo.


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: osservato fratture nel manto
quota neve m. :: 900
splendida giornata di sci e di sole! Deciso per la traversata dopo ben due settimane di stop, e alle 7 siamo a Palanfrè.Risalita del Pianard senza nessun problema. Al colletto messi i ramponi, primi metri su roccia e in poco tempo in cresta si raggiunge la vetta del Bussaia. Come sempre panorama splendido. Uno sguardo al canale, è in perfette condizioni, solo un po' di cornice in ingresso demolita dalla furia violenta di Alessandro, che ha testato in questa circostanza i nuovi bacchi! Primi metri molto divertenti su ottima pendenza e grip perfetto. Strettoia un po' ghiacciata che si sorpassa senza alcun problema.La neve sul conoide è molto molto pesante. Comunque appena entrati nel conoide abbiamo tagliato immediatamente a sinistra puntanto la parete est del servatun. Qui gran caldo...In alto quasi sulla cresta spaccatura lunga 4-5 metri, ma salendo il pendio sulla destra si e piu sicuri (possibile variante su terra!) . La discesa della nord è un po' faticosa, la neve è un po' pesante ma molto sciabile.Al termine traverso da una ventina di minuti, per metà affrontato sul sentiero a piedi perchè il caldo ha lavorato proprio bene. Arrivati al colletto Balur la discesa è tranquilla e riposante su ottima neve. Strano ma vero si scende fino quasi a Roaschia in sci (PER ORA), li abbiamo tolti solo per 10 min.
La stella mancante è dovuta alla neve trovata prima di affrontare il traverso per il colletto. In generale ottima gita
Con me Alessandro


[visualizza gita completa con 5 foto]
ottima idea di singer, ottimo innevamento,ottima qualità della neve (solo i 100 m in alto del canale fin troppo intonsi).
gran itinerario che merita di essere percorso.

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Bussaia in sci no problem se non ke stare un pò cisti qual'ora si passi pò sul versante est. Io ero pochi metri (3-4m) sotto cresta e ho generato spaccatura lungo linea cresta lunga 5-6 m da cagarmi addosso. Probably è solo sovraccumulo di cresta che è veramente grassa ma boh! meglio star cisti. Per la normale (versante W Bussaia per raccordarsi al colletto tra questa e la Pta dell'Aiera) direi di procedre con cautela valutando la possibilità di accumuli.L'ultima neve in generale è tranqu: sembra partire solo con sluge a pera nn pericolose ma meglio evitare sorprese di lastroni.
Grande intuizione di The Singer, come già anni fa.
Bravi Ninyo al primo canale (finalmente nn sgonfierà + eli) e Raja come sempre stiloso ed elegante.
Figata la parte finale del Valun Freid....per sciancarsi i legamenti dei ginui.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
A distanza di 3 anni ho avuto il piacere di ripetere questa "gran boucle"invernale in splendida cumpa per chi piace incimentarsi su itinerari del calibro.
Condizioni perfette su quasi tutto il percorso, e abbastanza sicure.
no problem per la salita al Bec D'orel poi veloce e sicura traversata che raggiunge la splendida panoramica vetta del Bussaia.
Canalino nord primi 100 metri un po intonsi di neve, poi buona la parte intermedia e splendida farina da urlo sul conoide.
NB: non sara più così dopo il nostro passaggio (oggi in 10) almeno per i primi 100 metri
Risalita sicura e tranquilla sul pendio sud del Servatun, tracciata da Flavio splendidamente oggi forse dopato, poi discesa diretta su neve da ***** polvere e solo polvere, traverso e risalita al colle balur poi altra polvere fino alla buschina, dove il discorso cambia ma si è in vista del traquardo.

In splendida compagnia, spero di non dimenticare nessuno:
Dario,Eraldo, Flavio, Max, Laura, Geniu, Lodo, il Ninio e il Ragia


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: Ottimo
quota neve m. :: 1100
Partito per salire la cresta est della Rocca dell'Orel e proseguire per il Bussaia. A quota 2300 metri un forte assestamento mi ha fatto cambiare idea. neve primaverile, sono sceso alle 10, peccato che nella parte bassa la neve sia parecchio ondulata.

[visualizza gita completa con 3 foto]
saliti per cresta, sci in spalla, dal M. Pianard e Rocca d'Orel (vi sono alcune cornici). Discesi dal canalino N (Primi metri del canale con roccette affioranti; neve di tutti i tipi: inizialmente portante poi a metà restringimento con neve ventata. Di seguito un tratto in crosta non portante poi di nuovo crosta portante ed infine farina un po' gessata nel conoide finale). Risaliti al Servatun per il pendio Est. Scesi a piedi sulla dorsale N del Servatun (senza neve). Breve risalita al Colletto Balur. Poi discesa sino a Roaschia. Splendida traversata in ambiente solitario. Grazie al Signor Enrico di Andonno per averci accompagnato in auto sino a Palanfrè.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
quota neve m. :: 1300
Come da descrizione di Marco77. Traversata altamente consigliabile in questi giorni per qualità della neve in discesa, panorami e complessità del percorso. Alcuni passaggi molto tecnici nei canali (anche qualche roccetta con passi esposti). Dato lo sviluppo molto articolato valutare sempre le condizioni della neve generali e locali ed eventulmente interompere. Molte scappatoie possibili. Per me una delle più belle combinazioni delle Alpi Liguri. Con Ezio & Marco (CN) e Mimmo (GE)

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
note su accesso stradale :: buono fino a Palanfrè
quota neve m. :: 1300
bellissima gita che unisce delle splendide didcese in tre valloni diversi e un cammino in cresta molto panoramico.
Salita al Bric Pianard su crosta gelata(mattina freddo -8°C a Palanfrè) poi sci in spalla sulla cresta fino alla Bussaia.
Canale Nord con neve compatta e levigata da passaggi precedenti.
Molto bello il conoide ancora con Farina!!!
Rimesse le pelli circa 250m di risalita fino al Servatun su pendìo intorno ai 30°.Neve trasformata.
Raggiunta la cima affacciarsi sull'altro versante e scendere il versante Nord(circa 35°) ancora con curve in farina interrotta da croste da vento.
Poi lungo traverso fino al colle con un occhio a scegliere l'itinerario per non ritrovarsi su dei salti rocciosi scendendo sulla sx...
Dal colle(bivacco in lamiera) buttarsi nel vallone sottostante e primi 500m di discesa su farina compressa molto bella;poi bosco fitto con poca neve e frequenti pietre.
Ultimo pezzo molto battuto su stradina con attenzione alle pietre.
Nel complesso viste le attuali condizioni generali una bellissima gita con neve buona tranne in basso.
Gita sconsigliabile dopo nevicate significative a causa dei pendìi aperti e ripidi che attraversa con esposizione N...
Itinerario molto tracciato attualmente e pendìi abbastanza battuti dai passaggi frequenti.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Tutto perfetto, come nella relazione di summa. Traversata in ambiente stupendo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
Tutto perfetto: il tempo, la neve e ..la compagnia.
Canale N del bussaia (400m 40-45°)in buone condizioni (neve compatta), è molto stretto e abbastanza pendente nella parte alta ma si curva tutto tranne una breve strettoia di pochi metri; in basso c'è ancora neve farinosa.
a differenza di chi ci ha preceduto risaliti sulla vetta del servatun abbiamo sceso la diretta della parete nord (voglia di ripido it. n. 16 200m 30-40°) che era in condizioni fantastiche con 30cm di farina ben assestata.
dal balur bella neve farinosa sul primo pendio poi boschina e strada
in tot sono c. 1400m di dislivello e si mettono le pelli 3 volte
in compagnia di robi, max e moli
grazie a chi ci ha preceduto per la traccia e le informazioni

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: accumuli o lastroni
quota neve m. :: 500
mi unisco al commento di Enzo.
Peccato per quei metri iniziali del canale con neve sulle rocce. Il resto comunque molto bello, specie la traversata in cresta delle prime 2 vette.
Solo il dedalo di boschina tra i 1300 e i 1000 m. sopra Rosaschia è un vero incubo.
Ah, balle che il valente è fuori forma...

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento morbida
gita effettuata il 5 gennaio con Eraldo:
la risalita al Servatun ricorda il film "Il cacciatore" nelle scene di roulette russa...forse sarebbe stato meglio tracciare il pendio sud est, per la discesa ottimi i consigli di Enzo.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: prevedere recupero a Roaschia
quota neve m. :: 800
Gran Boucle,grande ambiente,grande discesa,gran c...o!
da Palanfrè salita tranquilla ultimi 150 metri sci in spalla sulla cresta.dalla cima dell'Orel sci ai piedi fino al bussaia spettacolo!!!
il canale presenta una partenza 10 metri sotto per presenza di pietre,ottima piazzola già pronta,primi 100 metri stretti e ripidi ambiente hard,poi strettoia di 5 metri.fino a qui neve ottima.poi sempre buona neve fino al termine del canale.
Salita al servatun tracciata e ripida,in discesa non farsi tentare dall'immacolato pendio nord,mooolto carico!tenersi a dx scendendo sulla costa che presenta croste da vento portanti e farina.
Risalita al Ballur tranquilla ,discesa su Roaschi fino a quota 1100 farina bella ,poi boschina e stradina,neve decente no pietre.
il tutto per circa 7,20 ore di "viaggio" ma va considerato il momento di scarsa forma da me attraversato.
Grazie a danilo e lodo per le info e la traccia,speriamo in un meeting cuneo-torino a breve.
oggi il team degli "sfigrider"era composto oltre che dal sottoscritto da Enrico "pietà l'è morta",dal "guru" e dal "mito"
Ottima la birra del pub di vernante.
consigliate sia la gita che la birra

[visualizza gita completa]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m. :: 1400
GITA DI INIZIO ANNO/ MINI RAID ( PARTENZA DA PALANFRE E SALITA SUL BEC D'OREL DORSALE OREL / BUSSAIA DISCESA NEL CANALINO NORD (SPLENDIDO) E RISALITA SUL VERSANTE EST DEL M. SERVATUN DISCESA DALLA CIOTTA FAMA FINO AL EX GIAS DEL GARB TRAVERSO IN LEGGERA SALITA FINO AL COLLE DEL BALUR E DISCESA LUNGO IL VALLONE DI FONTANA FREDDA CON ARRIVO A ROASCHIA. CONDIZIONI OTTIME DI INNEVAMENTO SU TUTTO IL PERCORSO, SI ALTERNANO TRATTI DI STUPENDA FARINA A TRATTI DI NEVE VENTATA MA SCIABILE. LA PARTE BASSA DEL VALLONE DI FONTANA FREDDA LA NEVE NON ABBONDA MA NON SI TOCCA PIETRE PER IL FONDO GIA IN PARTE CONSOLIDATO. PANORAMA MOZZAFIATO DALLA CIMA DEL BUSSAIA

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 24/03/08 - sborderzena
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: 4.2 :: E1 :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Nord
    quota partenza (m): 1379
    quota vetta/quota massima (m): 2451
    dislivello totale (m): 1500

    Ultime gite di sci ripido

    24/05/20 - Gran San Pietro (Torre del) dalla Diga di Teleccio per il Canale centrale degli Apostoli - chiara giovando
    Itinerario bellissimo e inedito se concepito in sci in questa stagione, ben descritto dal compagno di salita Diego; come detto già da lui, le condizioni di questa tarda primavera e l'ottimo rigelo di [...]
    24/05/20 - Gran San Pietro (Torre del) dalla Diga di Teleccio per il Canale centrale degli Apostoli - lupo solitario
    Un sogno realizzato!! Erano anni che volevo salire la Torre del Gran S.Pietro ma il valore aggiunto è stato poterlo fare nella stagione scialpinistica così da portare a casa anche la discesa del can [...]
    24/05/20 - Monviso Parete Sud - giole
    Parete magra ma tutti i passaggi sono collegati (eccetto i fornelli, in roccia viva). Entrati in parete poco dopo le 7 su neve perfettamente rigelata, saliamo la prima rampa e sbagliamo subito, tene [...]
    23/05/20 - Perduto (Colle) da Ceresole Reale - umbertobado
    Partiti alle 4:40 con gli sci a spalle. La neve inizia a quota 2200 circa grazie alle grandi valanghe scese nei mesi passati. Fino a quota 3000 la salita si svolge dentro e fuori dagli accumuli e d [...]
    23/05/20 - Roccia Viva Canale Coolidge - rickyalp82
    Portage dalla diga fino alla fine del Pian delle muande. Causa alte temperature, in basso il rigelo è stato praticamente nullo, ma comunque si sale bene, la neve è compatta. Mano a mano che si sale, [...]
    14/05/20 - Serpentiera (Punta) Canale NE - popino
    Come i Gulliveriani avranno già capito, di questi tempi è un buon affare andare in valle Argentera. La strada è aperta e il versante Nord ha un buon innevamento a partire dai 2000/2200 mt. Portage [...]
    14/05/20 - Leccia (Cima di) Canale NE - lupo alberto
    Si portano gli sci per circa 20' da Pian della Casa, poi buon innevamento nel Ciriegia, con un piccolo strato di fresca dei giorni precedenti oltre i 2400. Dal colle, crestina-dorsale per la cima puli [...]