Pizzocolo (Monte) Cresta SE

Visto che il grande buferone ancora in atto sulle creste delle Alpi non molla, punto con i soci ancora nella zona Lago di Garda. Ritorno volentieri dopo 10 anni al M.Pizzocolo questa volta salendo dalla panoramica cresta est. Cresta facile di roccia calcarea strepitosa fatta di svasi, lame e rigole che invogliano ad arrampicare, solo due punti c'è da fare un minimo di attenzione. Arrivati in cima grande il panorama sul Lago di Garda ed il M.Baldo oltre che sul gruppo Adamello Presanella. Siamo scesi sul sentiero dal versante nord-ovest passando al Rif.Pirlo allo Spino 1165mt. per una bella birra,rientrando poi per comodo sentiero e strada sterrata a S.Urbano dove in breve siamo scesi alla macchina chiudendo il bel anello. Salita fatta in compagnia dei soci Beppe e Clemente. NOTA IMPORTANTE: in rete c'è una gran confusione per la suddetta cresta, sia questo su Gulliver che molti altri la danno per cresta sud est ,giusto o sbagliato che sia se vi recate sul posto seguite al bivio la segnaletica che porta per la cresta alpinistica est. Per foto report itinerario completo digita (Su e giù...con lo zaino 3)
Sul facile e spettacolare calcare della cresta est.
Cresta est M.Pizzocolo.
Roccia e panorama da urlo.
Cresta est M.Pizzocolo.
Sull'ultimo tratto ripido.
Cresta est M.Pizzocolo.
Panorama dal M.Pizzocolo.
Panorama dal M.Pizzocolo.
Panorama dal M.Pizzocolo.

[visualizza gita completa con 10 foto]
Roccia stupenda per questa bella, facile e molto panoramica cresta!
foto su yogalpinismo.altervista.org

[visualizza gita completa con 1 foto]
note su accesso stradale :: da Sanico in poi evitare auto molto basse.
Giornata molto calda ma caratterizzata da un ottimo meteo che ci ha consentito di godere di un ottimo panorama. Gita non banale con lunghi tratti in costante esposizione (si arrampica anche sul filo), richiede a mio avvio un approccio alpinistico anche se le difficoltà sono basse. Roccia sana, a differenza di altre zone del Pizzocolo. L'accesso non è segnalato bene, per cui è facile sbagliare, soprattutto subito dopo il capanno nel bosco (seguire il sentiero in discesa). Scesi dalla cresta sud (scelta consigliata)
Salita fatta in compagnia di Andrea Champions e di Luca Bonomelli, quest'ultimo gran conoscitore dei sentieri della zona nonchè autore del libro sui sentieri attrezzati del bresciano. Un saluto anche a Giorgio di Crema, incontrato durante l'avvicinamento e con cui abbiamo condiviso l'intra escursione, nonchè al gruppone CAI Milano incontrato in vetta, in particolare alla vecchia conoscenza Paolo Zanini. Alla prossima!


[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: F :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 700
quota vetta (m): 1581
dislivello complessivo (m): 1000