Ricordone (Monte) da Frassino per Meyra Paseri e Baricocuo

note su accesso stradale :: ok
L'idea era di salire come da itinerario, ma vedendo le paline per San Bernardo delle Sottole, le ho seguite per salire tra mulattiere abbastanza bentenute e brevi tratti di strada e dopo della sterrata a raggiungere San Bernardo. Da qui su sentiero segnato, ho proseguito per buon tratto nel versante Varaita fino a dove questo sparisce nel bosco, cosi' dopo aver ravanato sono tornato di poco indietro per salire direttamente per il tracciato dei pali dell'alta tensione,ritrovandolo e arrivato in cresta a proseguire su sentiero da un lato e dall'altro per scavalcare la Roccia La Croce e a raggiungere il Monte Ricordone dove pranzo. Arrivato il gruppo Montagna a go go e il gulliveriano Monterod i quali saluto, scendiamo assieme nel versante su Rore per sentieri mal segnati e arrivati a Colletto, volevamo scendere a sx su Chiaronto per il sentiero U73 che riportava la carta Fraternali, ma ahime e' sparito tra la vegetazione. Cosi' siamo scesi per il GTA verso Rore fino a Puy Superiore e da li a proseguire per strada subito e poi per sentiero tra numerosi sali e scendi, con tratti un po' sporchini e cosi' fino alla Madonna degli Angeli e per stradine varie all'auto a Frassino terminando la non corta gita. Bell'ambiente, buon panorama con il fascino dei colori autunnali nonostante il cielo in parte nuvoloso, ma sentieri che andrebbero un po' sistemati! Buona Montagna a tutti.
San Bernardo delle Sottole.
Monte Ricordone visto dalla Roccia La Croce.
Monte Ricordone.
Discesa verso Rore.

[visualizza gita completa con 4 foto]
Salito come da descrizione, fino a meira Baricocua qualche difficoltà ai vari bivi non segnalati ma con la traccia gps presente ci si toglie ogni dubbio. Da li tutto intuitivo e ben segnalato fino in cima. Per il ritorno appena sotto la cima ho seguito il sentiero (indicazione mtb sulla dx) che porta a meira Liretta e alla casa forestale, quindi per sterrata a meira Martin da dove un sentiero in traverso ben segnalato riporta sul percorso di salita poco sotto Baricocua. Giornata meno fredda del previsto e anche il vento forte qui non è mai pervenuto!

[visualizza gita completa con 4 foto]
note su accesso stradale :: ok
Oggi gita a bassa quota evitando la neve e per non prendere il presunto freddo in arrivo. Ne è uscita una bella escursione non così breve tutto sommato. Ho seguito il percorso descritto in salita salvo poi perderlo dopo circa mezz'ora, ma essendo amante del ravaning non mi sono perso d'animo e ho continuato a salire tra boscaglia e muretti a secco fino ad incontrare una provvidenziale strada poderale, e poco dopo un cartello segnaletico. Da qui il sentiero evidente mi ha portato alla croce bianca posta sullo spartiacque con il Vallone di Gilba, e poi bel percorso di cresta toccando anche le elevazioni minori fino in cima al Ricordone (l'ultimo tratto di salita sembra infinito!). In cima temperatura gradevole con un po' d'aria fredda; in discesa ho seguito il percorso di salita salvo poi nel bosco seguire vari sentieri non ben definiti che mi hanno comunque riportato al punto di partenza senza alcun problema. Consiglio a chi volesse intraprendere la salita da questo versante di scaricare la traccia gps di Lukasbrunner, altrimenti tra sentierini e mulattiere e tracce è un labirinto (a meno che non siate amanti delle avventure).
Poca gente in giro, alcuni escursionisti saliti dal versante di Gilba e un biker già incontrato in passato giunto in cima (invidia)

foto dopo


[visualizza gita completa]
Una vetta cui sono molto legato da ricordi d'infanzia. Ho percorso questo tragitto per la terza volta in due anni; il sentiero, soprattutto nella parte tra Barba Giors e Farco, meriterebbe un bell'intervento di pulizia. Proseguito poi per il colle del Prete, Dragoniere, Tumpi la Pisso, Rore e Chiaronto, in un anello molto suggestivo ma anche decisamente stancante...

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: E :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 750
quota vetta/quota massima (m): 1764
dislivello salita totale (m): 1000

Ultime gite di escursionismo

21/08/19 - Traversiére (Becca della) da Thumel per il Colle Bassac Déré - climbandtrek
Sentieri perfetti e ben evidenti; siamo saliti dal sentiero che da subito dopo la cascata a destra porta direttamente alle baite diroccate di Sauches evitando di passare dal rifugio.
21/08/19 - Viana (Colle del Lago di) da Alpe Bianca - mario-mont
Sentiero risegnato recentemente, impossibile perdersi.
21/08/19 - Meabè (Monte), anticima da Septumian - robertov
Piacevole escursione mattutina su questo magnifico belvedere ( panorama a 360° )sui monti della Valtournenche. Sentiero perfettamente tracciato e segnalato. Nulla da segnalare.
21/08/19 - Fioria (Bocchetta) da Ghiarai per i Laghi Bellagarda - 3levanne
Da Ghiarai ai bellissimi laghetti con il 517B marcato e pulito, sentiero per Bocchetta Fioria inf. o di Pelousa sempre ben visibile e nessuna difficoltà . Discesa sul 517 altrettanto segnato. Meteo [...]
21/08/19 - Pelvo di Ciabrera da Sant'Anna, anello per il Colle Autaret - Teddy
Partiti alle 8,00 da S.Anna e seguito percorso per il Passo Ciabrera come da relazione. Il ripido pendio per il passo non l'abbiamo trovato così ostico come descritto, stando un po a dx si sale bene [...]
21/08/19 - Salza (Monte) da Sant'Anna - mummo90
Scendendo dal Mongiòia, ho tenuto inizialmente il filo per poi spostarmi sul versante Italiano disarrampicando in alcuni punti, spostandomi sempre su sfasciumi e cenge cercando di non perdere troppa [...]
21/08/19 - Mongioia (Monte) o Bric de Rubren da Sant'Anna per il Vallone di Rui - mummo90
Partenza dal Melenzè alle 8.20, sentiero sempre bello ed evidente, arrivato al bivio sono salito per la traccia che prosegue dritta tralasciando sulla sx la scritta gialla"facile". Proprio sotto la c [...]