Gimont (Mont) o Grand Charvia da Monginevro

neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Necessari pneumatici da neve
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Vento forte e freddo ma ne è uscita comunque una piacevole salita al monte Gimont. Saliti nel bosco e poi a bordo piste fino alla ripida rampa sommitale, caratterizzata da neve un po' dura. La vetta è stata raggiunta a piedi. Discesa in parte sulle piste e in parte fuori con nei tratti di neve fascinosa. Con Daniela, Luca, Alfonso, Anna, Luca, Vincenzo, Tiziano e Danilo.
Giornata fredda e ventosa
Il monte Chenaillet
Foto di rito in vetta
La croce di vetta

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
risaliti dal vallone di fronte al posto di frontiera lugo le piste e poi sul vallone di sinistra fino al colletto verde.. forte vento in altro con gonfia dalla francia .. parte bassa buona traccia ma appena fuori dalle piste la neve è un misto di marcio crosta.. buona solo per salire su bella traccia .. poi traverso dal colle fino ad arrivo seggiovia e ultima parte più bella dall'arrivo fino in punta con a nscneder tele uniche cerca in una farina un po' crostosa - umida ma ancora bella. Splenide le pista fino a 2100 con sopra due dita di farina di ieri notte sotto sulle parti appena battute splendido velluto quasi primaverile.. speriamo in altra neve.. ma dopo più di un anno ottima prima uscita..


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: strade pulite
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Dopo aver letto le relazioni di ieri partiamo poco fiduciosi sulla qualità della neve, e invece……………….
Molto bella, sostanziosa coltre di neve fresca( 40/50 cm) per nulla pesante, certo non è zucchero ma avercene di neve così.
Traccia presente fin dalla partenza con piste non battute e cannoni in funzione, visto il freddo pungente, panorama sempre gradevole con una giornata fotonica, altra piacevole sorpresa dopo aver preso pure la pioggia durante il viaggio.
Pendii di discesa abbastanza tritati ma, vista la buona qualità della neve, ottimamente sciabili senza toccare pietre, bisogna solo stare lontani dai cannoni dove c’è neve dura e/o crosta, itinerario consigliato , soprattutto adesso che tutte le piste sono ancora chiuse e non battute, ed oggi giustamente frequentato.

Splendida giornata in ottima compagnia di Enzo, Paolo, Frank e Sergio


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Strada pulita
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti lungo le piste ormai molto massacrate dai numerosissimi passaggi. Mentre salivamo ci hanno battuto e fresato una traccia di gatto per la discesa. Nella parte alta ci siamo ancora ritagliati qualche bel fazzoletto di farina. Neve abbondante su tutto il percorso. Cannoni in funzione.
Con Lory Pat e Max.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Prima gita dell'anno, puntiamo al vallone dei Mandarini, seguendo traccia GPS. Neve abbondante ma con accumuli irregolari, un pò umida. Siamo i primi a passare da questa parte dopo la nevicata notturna, quindi abbiamo fatto la prima traccia, fino in cima al gabbiotto dell'impianto Rocher de l'Aigle. Proseguito fino alla cima, su neve dura e ventata.
Discesa su pista non battuta, ma parecchio tritata, in quanto tardi, ma ottima come prima dell'anno.
Con Nik, Roby, Maurino e Shinu

Grazie agli amici che mi hanno prestato i bastoncini scordati a casa...:-)


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Strada pulita
attrezzatura :: scialpinistica
Naturalmente oltre la fresca asciutta è presente quella sparata che è tanta. Neve continua dalla partenza e solo in 2 punti alcune pietre affioranti. Ottimo innevamento. No traccia per la vetta. Pista quasi tutta preparata; alcuni punti un po rovinata dalle tracce dei gatti.
Con Maurizio per la prima della nuova stagione. Mattinata stupenda senza una nuvola. Temperatura ideale e non vento. Si riesce anche ad uscire dalle piste trovando neve farinosa e a seconda delle esposizioni una leggera crosta cedevole. Prima di noi solo uno scialpinista poi parecchi. Picnic sulle panchine del parcheggio al sole. Cosa chiedere di più. Ci siamo fermati al Rocher de l'Aigle.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Speravamo in un meteo migliore. Partiti in un momento che non pioveva ma salendo abbiamo preso una leggera pioggerellina che a 2400 diventava neve umida fino all'arrivo della seggiovia. Al momento della discesa la visibilità era quasi nulla ma scendendo è migliorata. Sciata dignitosa ma non divertente, la neve sempre molto bagnata e collosa ma siamo riusciti schivando qualche pietra ad arrivare fino in fondo. In basso comunque la neve stava sciogliendosi tutta. Poca gente in giro con un gruppetto che tornava dal gondran con condizioni simili a quelle trovate da noi.
Con Giampiero e Bepi.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Sci ai piedi a 5 minuti dal parcheggio, neve scarsa e già molto bagnata anche perchè piovigginava sino ai 2100mt. Buona traccia fino all'arrivo della seggiovia. Primi 300 metri molto ben sciabili su una buona quantità di neve appena umida. Ripello questi 300 metri per godermi l'unico tratto divertente. Poi si scende cercando di salvare gli sci, facendo un minimo di attenzione si riesce a non toccare pietre. Molto umido e temperature decisamente alte complice anche la schiarita dopo le 13.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Nonostante le previsioni pessime , un po di pioggia alla partenza ..... poi si è aperto, ancora molta neve specie in alto , ottima discesa su neve umida ma sciabillissima.

[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Scelta imposta dalle previsioni meteo, fino alle 11 discreto e così è stato. Con Maurizio. Partiti dalla seggiovia Serre Thibaud subito con gli sci; parvenza di rigelo nella parte alta. Ore 10.10 iniziata la discesa verso Claviere per la Capanna Gimont. Parte alta, fino alla capanna, neve cedevole ma ben sciabile poi sulla stradina così così. Da Claviere sci in spalla per 25' all'auto. Peccato il caldo, ancora tantissima neve.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Ottimo
attrezzatura :: scialpinistica
Meteo solino pallido all'inizio poi coperto con venticello.Impianti chiusi e ottimo innevamento neve dura su tutto il percorso sia in salita che discesa non mollava comunque una discreta sciabilita molti ski-alper sul percorso ,il canalino x raggiungere la punta è in neve dura ondulata.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Veloce sgambata mattutina sulle piste appena chiuse di Monginevro.
Temperatura scesa parecchio: neve duretta segnata dai passaggi dei pistaroli, per fortuna addolciti da 2 cm di fresca scesa nella notte.
Ambiente magico tra nebbie, alba e completa solitudine

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Ok
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Susa con pioggia costante, fino Claviere , poi leggera nevicata fino in cima, purtroppo poca visibilità causa nebbia , ma comunque bella gita ..

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
attrezzatura :: scialpinistica
A dispetto della presenza degli impianti (in alcuni tratti si possono evitare) è un itinerario interessante con un bel finale ad una cima molto panoramica.

[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: strade pulite
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
L’idea era di andare nel Cuneese o nelle Liguri ma, sapendo della troppa neve scesa che ci avrebbe costretto ad una discesa faticosa quanto la salita e poco divertente oltre all’elevato rischio valanghe, abbiamo optato per questa semplice gita.
Questa zona è stata meno colpita dall’ultima nevicata, 25/30cm in alto non sufficienti a coprire bene le asperità del terreno, si sale comunque bene ai lati delle piste e ultimi metri per la cima con pietre coperte ma non abbastanza…………..
Discesa divertente e godibile alternando tratti in pista ad altri fuori, nel complesso una buona sciata con parecchi skialp presenti.

In ottima compagnia del socio Enzo che, come me, predilige il divertimento della sciata, le condizioni per fare altro verranno.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Ok fino a Claviere
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Claviere, raggiungendo le piste sul percorso del fondo (molti pezzi ghiacciati) poi neve perfetta fino al colletto verde, di qui in cima con ramponi, utili, ma non indispensabili. Giornata fredda, ma con poco vento. Incontrato nel corso della giornata almeno 40-50 scialpinisti, velociraptor, ecc. Discesa perfetta sulle piste

[visualizza gita completa con 6 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Con Maurizio. Freddo ma asciutto perciò non si è sentito molto. Raggiunta la vetta salendo (a piedi) per il canalino. Discesa tutta su pista con neve artificiale. I cannoni ancora in funzione alle 12.20 quando siamo andati via. Buon allenamento e bella discesa.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Messi sci sci a 50 metri dalla macchina, parcheggiato ai condomini alti al fondo di Monginevro. Neve ancora abbondante dai 2000mt. Saliti con neve dura (partiti ore 8) fino in cima, discesa ore 11 con neve non tanto sciabile nella parte centrale.
Tutto sommato una bella gita, incontrate una decina di persone.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dalla seggiovia del primo impianto. Con Paolo, Silvio, Roby, Mauro e Pippo. Prima metà della salita con il sole poi, rapidamente peggioramento con nevischio. A quota 2450 io ho proseguito per il Gimont i compagni sono saliti per il pendio Nord alla Chenaillet. Neve tanta ma in alto gessosa. Peccato le condizioni di luce che hanno reso la prima parte della discesa un po incerta. Seconda parte con neve e visibilità migliore. In parecchi sul percorso. Con gli sci si arriva benissimo in vetta, condizioni di innevamento spettacolari per il periodo. Pic nic finale, al sole, molto, ma molto, ma molto ricco e allegro..........

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi poco tempo a disposizione e allora Gimont .....gita stupenda buone condizioni di innevamento , panorami stupendi , temperature basse e ottimo rigelo notturno...( fin troppo) scesi dalla cima alle 9e 30...ancora un pelo presto ma ottima sciata....Buone gite a tutti.

[visualizza gita completa con 4 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Impianti chiusi; ottimo rigelo. Sci dall'auto. Incontrati 3 scialpinisti e 2 con le racchette. Grande calma. Salito in vetta e poi sceso fino a quota 2400 per poi risalire. Anche oggi per scendere bene occorreva aspettare le 12. Iniziato la discesa alle 11.15, in pista ancora duretta la parte alta; poi fuori pista con ottima neve trasformata. Le Chenaillet in ottimo stato, bella traccia di salita e belle curve di discesa, merita una salita, sicuramente vetta molto più scialpinistica.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Classica sgambata veloce, prima dell'apertura delle piste.
Breve canalozzo iniziale in crosta portante, poi velocissima pista appena battuta.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: altro
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Classica gitarola per riprendere confidenza con l'attrezzatura.
Pendii già abbastanza devastati dalla bolgia scialpinistica dello scorso weekend, cmq ancora qualche curva in farina si riesce a fare.
Poi a bomba su piste a fare il giornaliero: 30 euri ottimamente spesi! Quasi nessuno in giro e gran quantità di impianti aperti: una bella giornata di pista/fuoripista! Boschetti ripidi e canaletti raggiungibili con minime deviazioni dagli impianti!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
attrezzatura :: scialpinistica
Noi siamo partiti dal Tremplin invece che dal Monginevro. Cercato di stare il più possibile fuori dalle piste non solo per evitare problemi visto che sono aperte ma anche per valutare la qualità della neve.Dalla punta discesa quasi diretta tutto a sx su farina da urlo e pendii immacolati fino sotto lo Chenaillet dove il bel pendio alla sua base era coperto da un luccichio fantastico oltre che completamente intonso.. ripellato e saliti su, poi viste le buone condizioni del pendio già completamente assestato siamo saliti fino in punta. Discesa dal canale che parte dalla cima su farina commuovente, solo noi! super! altro ripello per andare a prendere i canali della Roccia dell'Aquila già abbondantemente tritati ma tutti ancora farinosi. Discesa poi per piste in quanto fuori era crostone insciabile.
Un saluto a Renato e amici incontrati in vetta!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: strade pulite
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti convinti di non trovare bella neve e invece……………oggi un Gimont molto bello!
Come detto da altri, all’inizio copertura continua ma non abbondante, siamo saliti ai bordi delle piste, partendo presto abbiamo evitato i pistaioli , poco dopo la partenza c'è invece un mare di neve fresca con ampi spazi non ancora tracciati.
Fatto una prima discesa dall’arrivo della seggiovia e ripellato per raggiungere la croce di vetta per poi effettuare una seconda discesa fuori dalle piste su neve inaspettatamente bella e asciutta, le basse temperature della notte devono aver asciugato la neve, per poi fare l’ultima parte di discesa sulle piste, visto che gli ultimi 300 mt presentavano crosta.
Oggi parecchi skialp in giro , piacevole incontro in punta con Rocciaclimb & Co. e con Bruno alla sua seconda salita integrale…………..

Bella giornata trascorsa in ottima compagnia di Enzo, Paolo e Sergio


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi gita con partenza "rilassata", alle 11.
Impianti parzialmente aperti. Abbiamo preferito salire fiancheggiando le piste, poichè il vallone dei mandarini è stato interessato da distacchi significativi nei giorni scorsi.
Dalla cima i primi 200 m ci hanno regalato ancora qualche curva in neve fresca, ma più in basso gli sciatori "pistaioli" hanno triturato tutto, ed era più piacevole sciare in pista che fuori.

[visualizza gita completa]
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Parcheggiato al Tremplin (pensavo ci fosse molta più neve) e saliti lungo le piste chiuse o al fianco di queste quando aperte. Saliti fino alla croce su proprio tanta neve. Scesi un po' su pista e un po' fuori dove non pericoloso, ripellato e risaliti sul versante più assolato. Domani il Rocher sarà aperto. Nessuna traccia di salita nella valle dei mandarini e neppure sul versante italiano del colletto verde. Caldo in basso e vento fresco in alto.
Con Bubbola, saluti ad Ettore.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Ok strade pulite
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Prima gita della stagione, per fortuna meteo perfetto, temperatura in partenza sui zero gradi siccome il cielo era rimasto nuvoloso tutta la notte, salendo comunque era bello fresco soprattutto i tratti all'ombra. Al Monginevro deve aver solamente nevischiato in questi giorni ma da 100 m sopra di neve ne é venuta.. Salito quasi interamente su pista, per fortuna in alto era chiusa ma da domani secondo me la aprono siccome era perfettamente fresata e ho visto che toglievano neve e ghiaccio dalla seggiovia.. Parte alta con almeno 1 m di neve venuta in settimana.. A scendere sono passato solo in pista ma penso che nella parte alta non fosse male sciare un po' fuori dove non pericoloso. Tanta gente che continuava a salire quando scendevo. Comunque molto meglio quando non ci sono i pistaioli intorno..

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
attrezzatura :: scialpinistica
Prima gita per iniziare la stagione. non ci si può lamentare.
Con Gigi.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: ok fino al park Monginevro
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Non molto da aggiungere per gli "avvezzi" che tale gita a metà ottobre si intraprende solamente per definire i parametri di una lunga stagione sciistica... e con tali intenti scaramantici e propiziatori siamo partiti da casa ( con sci e tavole "da pietre" appositamente sciolinati)... tecnicamente parlando si tratta di puro esercizio "in crosta" anche se i soci sulla tavola se la son cavata un pò meglio, fuori dai collosissimi pianori...
Con Luca e Gabriele. Fissare una data... e poi sperare in tante copiose precipitazioni nevose...
(un saluto a Fyplom anche lui intento in riti propiziatori pro-neve...)



[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Pulita
attrezzatura :: scialpinistica
Girato tutto il giorno senza salire sulla punta. Partiti 7.30 circa dall auto decidiamo visto la neve dura al colle di scendere verso i versanti sud. Poca neve riusciamo a far ben 20 curve . Torniamo al colle scendiamo lungo le piste ma la neve è durissima. Ripelliamo e ci dirigiamo verso il colletto verde. Traverso bello tosto . Di là verso l Italia il sole ha fatto il suo dovere. Firma perfetto . Risaliamo al colle e per evitare il traverso scendiamo finché c è neve X il vallone dei mandarini neve primaverile ottima. Ripelliamo e ci riportiamo per un bellissimo canarino sulla pista di discesa e lungo lingue di neve fino a 10 min dall auto. Sono le 16 il firm è perfetto su fondo duro. Niente punta ma alla fine bella gita
Con Mario Dario Cucut Silvano.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti poco dopo le 8.00 con 10-15 min di sci in spalla e poi striscia di neve sufficiente con un paio di togli e metti di pochi metri fino in punta. Per la verità eravamo partiti per il chenaillet ma al colle osservando il ripido pendio e la recente neve non perfettamente legata abbiamo declinato verso il gimont. Panorami non perfettamente puliti ma giornata molto soleggiata con leggero venticello. Discesa dal canalino tutto coperto di neve su ottimo firn per almeno mezza discesa sulle pistee poi neve estiva un po lenta ma perfettamente compatta con fondo non regolare ma ottimamente sciabile con il sole che l'ha mollata. Gita agli sgoccioli per non spostarsi tanto e con poco dislivello partendo dai condomini chalmettes.
Con Rodo, Stefano, Fulvio, Tino e Alberto.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Conviene parcheggiare al condominio Augustin
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: telemark
Oggi la neve non ha mollato per niente. Partenza alle 07:40 ma con il tempo di oggi si poteva partire decisamente più tardi.
La punta raggiunta togliendo gli sci: il canale è lisciato e presenta cumuli gelati dai numerosi passaggi...quindi dopo un pezzo in rampant ho deciso di mollare gli sci e proseguire a piedi, peraltro la crestina si percorre benissimo con ottima neve portante.
Ancora fattibile per un po' (salvo aumenti sconsiderati delle temperature) con pochissimo portage (circa 10/15min ) per poi avere copertura ottima dai 2100 in su. Peccato che le ex piste sono segnate dai numerosi passaggi e la sciata risulta un po' "vibrata" comunque ancora bella gita. Consigliata. 3 stelle solo perché siamo su piste di sci e d oggi non si poteva dare di più.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
A saperlo dormivamo un'ora in più, visto la temperatura fresca e l'ottimo rigelo... Ottima neve solo ancora un po duretta, sci ai piedi alle 08, si parte sull'ultima lingua a pochi metri dal parcheggio, giornata spaziale! Con il "collega" Mauri e Paolo, mentre scendavamo incrociato parecchia gente che saliva.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
poco da aggiungere alla recensione precedente.
Nella prima parte della discesa neve molto più bella fuori dalla piste, segnate dai passaggi dei giorni precedenti.
Con la condizione della neve alle quote superiori oggi rimanevano poche alternative - bene così - buone gite.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Si parte praticamente sci ai piedi dai condomini della Ferme d’Augustin. Ottimo rigelo notturno e belle curve su biliardo; noi siamo scesi attorno alle 10.30 e forse aspettando ancora una mezz’ora sarebbe stata al top. Discesa breve ma comunque di soddisfazione. In discesa ci siamo tenuti fuori dalla pista, tutto sulla sx (senso di discesa) passando proprio sotto allo Chenaillet e prendendo il pendio-canalone bello liscio e senza tracce, che poi termina nel bosco.
Oggi “effetto Gulliver”, con molti skialp sul percorso, quasi tutti italiani. Bella giornata con Ermes, con consueto eccellente pranzo alla trattoria Cantina del Sole Ottima Scelta, che già da sé vale la gita :-)


[visualizza gita completa con 5 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Gitarella tranquilla in ambiente oggi silenzioso, anche se irrimediabilmente deturpato dagli impianti. Portage 50 metri lineari. Un po' di vento solo in punta, canalino finale nei punti obbligati lisciato dai vari passaggi, per il resto in crosta. Rimanente discesa sulle piste, con neve piacevole ammorbidita dal sole in superficie con fondo ben portante. Come si dice: meglio che stare a casa!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: opportune termiche fino a Monginevro al mattino
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: free-rando
Tracciata buona parte della salita nonostante la partenza all'alba delle 9:30... diverse persone avevano rinunciato lungo il tragitto... peccato che nessuno abbia sfruttato la mia traccia fino alla cima e si siano fermati tutti al casotto alla fine degli impianti: il canalino con farina fino al ginocchio è stato tutto per me!
10-15 cm di fresca (umida) a Monginevro e max 30 cm in cima (già rimaneggiata un pochino dal vento, almeno nel canalino, con evidente accumulo). Neve collosa da far zoccolo sugli scarponi e rendere difficile ogni calzata degli sci. Sciata bella dove aumentava la pendenza, con spruzzi di neve a metà coscia, e nei falsi-piani era invece necessario seguire le tracce di salita per scorrere meglio. Chiaro che non è la farina invernale, ma con sci larghi e ben sciolinati ha il suo perchè.
Diverse persone in giro, tutti italiani. Nota negativa della giornata? non ho studiato abbastanza bene le foto degli amici saliti in settimana ed a fine canalino ho preso in pieno un roccione ricoperto soltanto dalla neve di giornata, facendo dei "tatuaggi" epici agli sci...


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Si parte ancora sci ai piedi con neve continua fino in cima scesi alle 12:15 circa con neve che aveva mollato il giusto da cima a fondo. Salita e discesa con sole...arrivati all'auto si è rannuvolato. Come sempre con Sara

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Mattinata iniziata in Valle Stretta destinazione thabor...ma vento forte già ai rifugi e soprattutto tormenta in quota, decidiamo di cambiare meta in zona più tranquilla. Alle 9 . 10 sci ai piedi con temperature più accettabili e meno vento...si sale bene lungo la pista che porta in direzione fortini poi buon innevamento fino in vetta. Scesi dal versante sud nel vallone Gimont su bella neve primaverile poi ripellato e rientrati al Colletto Verde..bella discesa seguendo i vari fuoripista della zona. Neve bella e scorrevole scendendo alle 13 passate!! Con Maurizio..In ambiente bello e solitario!!! Portage nullo Buona ancora per qualche giorno!!!

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi causa vento molto forte e rischio valanghe Marcato in quota e considerato anche la chiusura degli impianti e la possibilità di arrivare sci ai piedi alla macchina optiamo per questa gita che ancora ci mancava. Saliti a bordo pista per evitare le tracce di discesa ghiacciate. Messo i rampant prima di affrontare il canale che conduce alla cresta di vetta e seguito la dorsale di sinistra salvo due “guce” prima dell’uscita. Suggestivo l’ultimo tratto in cresta che conduce alla croce con ottimi panorami sul Pic del Rochebrune ed il Queyras. Discesa nel canale su neve ghiacciata con fastidiose vecchie tracce gelate. Poi rimanendo fuori pista buona sciata su neve trasformata fino alla partenza della seggiovia della Rocher de L’Aigle. Da qui obbligatorio stare su pista seguendo i bordi più assolati e privi di vecchie tracce.
Con Davide e papà. Una decina di ski-alp in zona.


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Niente rigelo alla partenza alle ore 8.30, ma seguendo le piste (impianti aperti) ben compattata .Spolverata di neve fresca dai 2300 dai5 ai10cm in cima, diventeta subito umida ma senza formare zoccolo.
Discesa 10.30 in parte pista e in parte fuori dove è un po cedevole ma non sfondosa fino all'auto grazie alle lingue di neve delle piste ben mantenute.
Siamo però agli sgoccioli penso sia l'ultimo wek end per gli impianti.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Al mattino indispensabili pneu neve.
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Visto che le previsioni meteo davano neve ci sono andato apposta !
Partito da Serre Thibaud alle 10,30 con -7°C sotto una bellissima nevicata !
Pochi sciatori (come previsto) e somma goduria. Discesa da favola con buona visibilità e nevicata leggera, un pò in pista e un pò fuori (solette degli sci integre).
All'arrivo all'auto temperatura -3°C e già un pò di luce del sole che filtrava tra il grigiore.
Trota diem (delle carpe sono stufo).

Vive la France ! Qui si sale senza pagare balzelli, permessi speciali o altro. Le leggi le applicano per cose serie !!
Non so se l'attività di oggi può essere considerata scialpinismo, lascio che ne discutano i "grandi pensatori", per me l'importante è.... bugesé !!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Gran fortuna scesi 30 cm nella notte e saliti dal parking Serre Thibaud ben lontano dalle piste sotto Tremplin ,bellissima neve nel canale di salita che abbiamo subito ridisceso prima che altri passaggi lo rovinassero dato lo scarso fondo.Ripellato e saliti all'Aigle ben a sinistra della pista di discesa.Discesa in pista resa più agevole dalla nevicata che ha reso sciabilissima la dura neve artificiale. Con Giulia

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Buona la salita. La traccia si discosta bene dalle piste. La discesa non mi ha divertito. Gli sci da skialp con la neve artificiale è un matrimonio che non funziona. Fuori pista è ancora insufficiente per il momento.Sconsigliata a meno di essere in zona e voler muovere un po' le gambe come abbiamo fatto noi.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Ottimo
attrezzatura :: scialpinistica
Ottimo meteo oggi. Si riesce a salire praticamente tutta fuori dal tracciato della pista attraversandola poche volte molti ski alper sul percorso .Discesa esclusivamente in pista molto ben tenute e con i pochi cm di neve venuti molto divertente la discesa .Speriam nevichi abbondantemente.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: free-rando
Piste aperte (poche) e molto affollate... la risalita diventa scomoda nei punti di "intasamento"... in alto invece ci sono più spazi di salita fuori dalla pista, su neve naturale.
Con Federico e Sara


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Niente di nuovo. Solo per memoria personale.
Con Cristina.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
attrezzatura :: scialpinistica
Tornati dopo pochi giorni soltanto per la voglia di sciare e per smaltire un pò pranzi e cene natalizi! piste perfette, ma nessuna possibilità di abbandonare il bordopista!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: nessun problema, non c'è neve nè ghiaccio
attrezzatura :: scialpinistica
Escursione scialpinistica praticamente obbligatoria per poter sfruttare in discesa l'innevamento artificiale in una stagione avara come non mai di precipitazioni. Saliti a bordo pista fino all'arrivo della seggiovia del Rocher de l'Aigle e proseguito poi a piedi fino in vetta. Desolante il panorama su Sestriere e il versante italiano completamente privo di neve. Poco meglio in Francia. Discesa senza storia su piste perfettamente innevate dai cannoni del comprensorio di Monginevro anche se qualche tratto all'ombra era un po' ghiacciato e insidioso per i nostri sci leggeri. Gita di gruppo postnatalizia per 14 amici del CAI Chivasso

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
attrezzatura :: scialpinistica
Da prima della frontiera, tutta neve sparata. A piedi dalla fine della pista alla cima. Brutto e vento al mattino, meglio con ancora aria nel pomeriggio. In cima mi è volato via un guanto TNF nero, se qualcuno lo trovasse...
Da solo. Non ero più abituato... :-(


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
attrezzatura :: scialpinistica
Sgambata per attenuare l'astinenza: saliti a bordo pista sulla lunga lingua di neve artificiale circondata dai prati. Soltanto da 2200 circa si vede un pò di bianco a lato delle piste, sufficiente per salire fuori dalla pista, ma assolutamente non per scendere! la salita a piedi in punta è sul sentiero privo di neve!! al sole era primavera con la neve già cotta! le piste son perfette motivo per cui abbiamo ripellato.

[visualizza gita completa con 2 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Con Maurizio per vedere un po' di bianco... Saliti da prima della dogana, tutto su pista fino al gabbiotto dell'aigle, impianti aperti; poi a piedi fino alla vetta sul sentiero estivo praticamente pulito. Discesa su pista perfetta, ma non su neve naturale e si sente...

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Molto meglio del previsto. Si calzano gli sci a pochi minuti dal parcheggio prima del confine. E' possibile salire un po' distante dalle piste (prendendo la stradina a sx del muro sotto la seggiovia). La punta e' raggiungibile dal colle solo a piedi.
La discesa e' stata molto bella, su piste in condizioni perfette (neve vellutata). Probabilmente sabato apriranno le piste in alto, vista la cura della fresatura.
Come commento generale, in Italia non c'e' proprio neve, mentre in Francia e' molto meglio (anche se c'e' sempre troppa poca neve per le gite).

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Prima gita di questa stagione al momento decisamente sottotono per la quasi completa mancanza di neve. A Monginevro la situazione non è certo rosea, però almeno si può risalire lungo piste chiuse e completamente innevate (ovviamente artificialmente!!!), evitando così il rischio di multe. Noi siamo partiti verso le 10 dalla seggiovia Tremplin (temperatura ahimè alta, +2°), si cammina per 5 minuti sul campo da golf, e la neve comincia subito dopo il ponticello della pista di fondo. Da qui fino al Colletto Verde l’innevamento è continuo e si deve unicamente attraversare la pista alla partenza della seggiovia Brousset, per il resto si sale sempre senza toccare piste aperte. Arrivati al colletto abbiamo raggiunto a piedi la cima (circa 10-15 minuti), per camminare più comodamente conviene tenersi sulla poca neve presente invece che sugli sfasciumi. Bel panorama, anche se veramente desolante considerando che siamo a metà dicembre…
Discesa iniziata alle 13,30; la pista del Rocher de l’Aigle è innevata ma non fresata recentemente, per cui la neve è compatta e a tratti un po’ dura, ma sciabile. Per allungare il brodo, anziché scendere il muro della Rhodos (chiusa e anche qui con neve dura), abbiamo seguito la pista blu Vallon, aperta fino alla partenza del Brousset, e quindi ancora giù fino al ponticello. La parte più bella è stata l’ultima in basso, in quanto la pista era chiusa, ma era appena stata fresata dai gatti, molto divertente!!!
Tutto sommato una sciata dignitosa e una bella giornata, va bene per fare un po’ di allenamento senza rischiare multe e cazziatoni…finchè non nevica e/o non aprono le piste, direi che in zona è la scelta migliore. Incontrato una ventina di scialpinisti, e anche le piste non mi sembravano così affollate…


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: ok fino a Monginevro
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
In questi tempi di magra, pare che solo a Monginevro si possa andare, senza incorrere nelle ire dei vari guardiani delle salite in pista. Impianti aperti fino al Rocher de l'Aigle chiuso. Neve perfetta nella parte aperta e un po' gelacchiata in quella alta, ma di questi tempi non andiamo troppo per il sottile. Innevate anche le piste del Gondran. Un bel po' di francesi in salita ed in discesa.

[visualizza gita completa con 5 foto]
neve (parte inferiore gita) :: altro
quota neve m :: 3000
attrezzatura :: scialpinistica
Vista la mancanza di neve un pò dappertutto, e sempre con l' amico Marcello siamo tornati al Monginevro, viste le condizioni delle piste, ben fresate, si è sembrata la soluzione migliore per fare 4 passi.
Situazione identica a quella di sabato, venticello, nebbia, sole a tratti.
Pochi scialp, sopratutto francesi, nessun sciatore in vista tranne che nella parte bassa.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Buon allenamento in attesa delle gite "vere"! Però piacevole gita che fino alla seggiovia Rocher de l'Agile si sviluppa su pista, per poi abbandonare le traiettorie dei discesisti e lasciare spazio solo a noi Skialper. Si segue sempre la pista oppure i brevi tratti segnati nel boschetto o in qualche bel canale.
Applausi a Anna che completa la sua prima gita scialpinistica!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: strada pulita
attrezzatura :: scialpinistica
Ho dato le 4 stelle perchè è un giudizio che si riferisce alla sciabilità(si scende su pista battuta dalla cima al fondo senza toccare pietre).In realtà non si può considerare come gita,ma solo come allenamento.
Con Lory e Ele.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi impianti aperti a monginevro, si parte dalla partenza di Les Chalmettes sci ai piedi e si percorre la stradina che passa a fianco alla SPA e ai campi da tennis (impossibile partire dal tremplin). Con qualche metti togli per i prati in fiore si arrivapresto ad una condizione di neve migliore, prestando sempre attenzione a rimanere fuoripista (rischio multe!). Dal Rocher de l'Aigle le piste sono tutte per noi skialper, oggi in tutto una quindicina.. bene presto all'altezza dell'arrivo della stradina dello skilift la Crete ecco aprirsi il cielo e finalmente possiamo lasciarci la nebbia alle spalle. Il canale finale si risale a piedi, poi 5 minuti di cresta sporca di neve e croce di vetta. In discesa piste ben fresate tutte per noi fino al fondo del Rocher e visibilità ottima!
oggi in compagnia della prima del cugyX Manu, babbo e Pax!


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: nn
quota neve m :: 3000
attrezzatura :: scialpinistica
Prima gita della stagione in compagnia di Marcello
Assoluta mancanza di neve tranne quella sparata dai cannoni, si deve risalire le piste che per ora non sono ancora frequentate.
Giornata con venticello e nebbia, sole a tratti (pochi)
Discesa su pista ben fresata, una goduria!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
salita e discesa per prendere dimestichezza con la nuova attrezzatura leggera. Ebbene sì, anche io mi sono convertito agli attacchini!
Obbligatorio stare sulle piste (preparate o meno); fuori pista solo a piedi o ciaspole al massimo..
Causa il tam-tam di Gulliver, oggi (lunedì!) ho incontrato più di trenta ski-alp ..e solo due sciatori in pista.
In questi giorni, meglio approfittare delle piste aperte piuttosto che ravanare in salita.
A Mongi sono solo 4 piste aperte, ma in settimana, vale la pena spendere 14€ di giornaliero per godere di questi biliardi in completa solitudine.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: free-rando
Fatta a piedi da fine piste alla cima, ed è risultata la parte più bella della gita, dovendo (stranamente) tracciare la cresta immaccolata. Sotto sempre tutto ben innevato in pista con cannoni che sparavano a tutta vista la giornata fredda. Battuta solo la parte bassa della pista, sopra comunque ben sciabile perchè non è troppo "ravanata" dai gatti delle nevi. Obiettivamente sciata migliore rispetto a quello che ho visto ieri a Pila, se non si considerano alcune piccole zone (A Pila) di farina sciabile. Va comunque bene vista la carenza di materia prima.
Numerosi scialpinisti sul percorso, in cima ho conosciuto il gulliveriano Miesh e suo papà, anche loro decisi a non fermarsi a fine piste come credo la maggior parte dei salitori di giornata.


[visualizza gita completa con 6 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti dalle piste fino alla cima di Rocher de l'Aigle. Da qui alla cima conviene lasciare gli sci e proseguire a piedi. Poca, pochissima neve lungo tutto l'itinerario, non consente quasi mai di uscire fuori dalla pista lavorata dai gatti.

con papà!
un saluto allo scialpinista (Tini??) in foto che come me ha fatto doppietta Arno-Gimont



[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ok con documenti a seguito alla frontiera
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Pensavamo che le piste per il gondrand fossero al top come in basso ma dopo il ristorante c'è scarsità di neve e non le hanno preparate pertanto abbiamo deviato verso il gimont passando dall'arrivo della telecabina le chalmettes. Abbiamo perso un po di tempo perdendo un po di quota. Ci siamo fermati al gabbiotto dell'aigle. Temperatura di -5 e un pò di vento. Discesa discreta sulla prima parte, pista rovinata dal gatto ma sciabile nella parte intermedia e poi pista battuta fino in fondo. Impianti tutto sommato poco affollati.
Con Simona, Rinaldo e Alberto. Saluti a Gigi incontrato mentre scendeva. Incrociato un nutrito gruppo di skialp.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
attrezzatura :: scialpinistica
Partito alle 8.10 con 0°; salita sotto una bella nevicata, artificiale...... ultimi 70 metri di dislivello a piedi. Dopo la vetta salito alla fine degli impianti. Prima parte della discesa in pista così così, è passato il gatto che ha smosso la neve con i cingoli ma non l'ha fresata; parte finale bella, pista battuta alla grande, impianti verso il Gondran aperti. Da solo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Prima della stagione. Con Maurizio. Partiti alle 8.20 nelle nuvole basse ma salendo cielo sereno e sole. Tutto su pista. Ultimi 30 metri di dislivello senza sci, troppe pietre. Discesa parte alta discreta, alcuni tratti crostosi, tre zone farinose non male, parte bassa umida e pesante. Pietre, toccate parecchie, manca completamente il fondo. Obbligo di sci da battaglia..... Comunque ci siamo divertiti, primi a scendere su zone vergini. Scendendo abbiamo incontrato Mario & C, saluti.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ottimo
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi fino a Chiomonte pioveva in alta valle e poi Monginevro sole leggermente velato fino verso le 10.30 poi si e`chiuso e cominciato una leggera pioggerellina fino a 2400m. Si parte a 100m lineari dall'auto poi continuita di neve fino in punta ma la prima parte e`al limite sciando sulla pista anche in alto non si sfonda +di 5cm fuori marcione x assenza di rigelo.Altri 3 ski alper sul percorso.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada pulita
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata estiva.Il primo pezzo sceso fuoripista su firn da 5 stelle,poi sempre fuori dalla pista battuta su neve primaverile divertente ma molto tracciata.
Con Lory.Salut


[visualizza gita completa con 1 foto]
note su accesso stradale :: Ok
attrezzatura :: scialpinistica
Inserisco solo x memoria.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Si arriva bene ai parcheggi
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Buona nevicata ci circa 40 cm che ha dato finalmente lustro al paesaggio che ne aveva bisogno!!!! Gita di allenamento sulle piste dopo oltre un mese ma per oggi va bene così!!! Nuvole e sole che si alternavano a vento freddo nella parte alta. Ci siamo fermati a pochi metri dalla punta dopo il canalino per evitare accumuli pericolosi e raffiche di vento forte. Neve bella e polverosa, anche se nei tratti fuoripista è facile toccare pietre. Con Andrea. Un saluto a Mario incontrato mentre saliva.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: attrezzatura invernale
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Risalite le piste, ci siamo fermati poco sotto all'arrivo della seggiovia Roc dell'Aigle causa visibilità nulla e vento

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: strada pulita, nessun problema
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Monginevro, abbiamo risalito la Valle dei Mandarini, un’enorme pista battuta dai ripetuti passaggi ma anche piena di pietre affioranti o seminascoste. Piuttosto ripido il pendio che conduce in prossimità dell’arrivo dell’impianto del Colletto Verde, dove si rivelano utili i rampant anche per alcuni tratti abbastanza duri. Di lì abbiamo puntato verso la vetta del Gimont, aggirando a destra il bastione roccioso e raggiungendo la croce di vetta sci ai piedi. Discesa sulle piste innevate artificialmente a causa delle neve crostosa e poco divertente che si trova fuori ma anche e soprattutto per evitare probabili danni alle solette degli sci per le troppe pietre presenti. Con Barbara, Danilo, Gianni e Antonella che ci hanno ospitati nella casa nuova di Cesana e offerto un ottimo pranzo con polenta e contorni di ogni genere.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: nessuna
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dal piazzale del telemix Chalmettes, subito sci ai piedi, abbiamo seguito la pista fino alla partenza della seggiovia del Rocher de l'Aigle dove abbiamo deviato a sinistra per una traccia esistente che ci ha portato nella Valle dei Mandarini che abbiamo percorso fino all'arrivo della seggiovia per poi risalire la parte finale che porta alla croce del Grand Charvia. Dalla punta fino alle piste crosta portante, poi siamo scesi nei fuori pista sotto la seggiovia per rientrare in pista nella parte finale.
Oggi in compagnia di Claudio.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: nessuna
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Ho lasciato la macchina prima della frontiera, subito sci ai piedi e neve fresca dalla partenza, finalmente!!! Ho seguito il bordo pista fino all'arrivo della seggiovia rocher de L'aigle, di li ho battuto una leggera traccia su 10 cm di fresca su fondo duro e scivoloso fino in cima. un po' di vento in punta. dalla croce fino ad arrivare in pista bella neve, ma molte pietre (appena sotto ai 10cm di neve fresca) dopo di che ho seguito la pista per la discesa con qualche uscita in neve fresca. visibilità piatta.
Piste aperte solo nella parte alta, sotto continua il lavoro dei gatti. poca gente oggi, anche in pista!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Strade pulite
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Risaliti a bordo pista abbastanza presto in modo da evitare i pochi pistaioli. Vento intenso e freddo da metà salita fino in cima. Nei primi 100mt di discesa abbiamo trovato tutti i tipi di neve tranne quella bella...e ci siamo ricollegati alle piste. Insomma un buon allenamento. Speriamo in qualche seria nevicata. Oggi con Guido e Gigi.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Ancora sulla Gimont, per evitare neve ventata, accumuli e pericoli vari...gran bisa in vetta che ci ha costretto ad una brevissima sosta..poi primi 200 mt di discesa neve bella e portante, più in basso meglio scegliere le piste tirate a nuovo e con pochissima gente che scendeva. Belle luci invernali e parecchio freddo. Con Gigi e Andrea-

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Con Guidoe Andrea. Sci ai piedi dall'auto. Saliti lungo le piste, in vetta brevissima fermata per vento. primo pendio di discesa abbastanza bello, poi crosta cedevole, resto della discesa su piste fantastiche.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: strade pulite
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Impianti chiusi. Seguito prima le piste, poi una bella traccia in ambiente molto bello fino in vetta, dove un vento gelido ci ha accompagnato per una breve sosta. Ottima discesa su circa 20 cm di neve farinosa invernale, nei vari fuoripista, veloce e ben sciabile, ideale per oggi!!!! Con Gigi in forma.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Con Guido, partiti sotto una bella nevicata artificiale che al ritorno ci ha permesso di arrivare all'auto senza togliere gli sci. 10' di sci a spalle alla partenza; saliti lungo le piste fino in vetta dove ci si è fermati il minimo indispensabile per il vento gelido. Sciata gradevole, fuori dalle piste semi battute neve bella e farinosa su fondo duro.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: OK
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti lungo le piste con portage di circa 5 minuti (la notte tra sabato e domenica aveva nevicato leggermente). Arrivati nel pianoro sottostante la seggiovia "Roche de l'aigle" (prima dell'ultima rampetta) abbiamo girato sulla dx puntando verso il colle che si trova a Dx della punta e poi dal colle in punta. Per la discesa abbiamo sceso il canale che che scende verso le piste senza toccare pietre e con neve favolosa

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: free-rando
Innevamento decisamente ridotto rispetto alla settimana scorsa. Pioggia al mattino fino ai 2000mt, sopra pioviggine e nevischio, ma quasi nessun apporto nevoso sopra la pista battuta. Si parte facendo 5-10 min. di portage a seconda del punto di partenza. Neve pesante, abbiamo provato a sciare solo sul battuto con 5 cm di neve umida, non un granché.
Oggi con Davide e Luca imperturbabili dal meteo; gita fatta anche con Ermanno e Cristina incontrati in loco.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: nulla da segnalare
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
pochissima neve alla partenza; neve umida su tutto il percorso; saliti da valle dei mandarini ormai più che tracciata; piccolo scaricamento esistente sul primo pendio (a sx nel verso di salita)che si incontra dopo l'uscita dal bosco; unico punto con neve ottimale l'ultimo pendio prima del colletto verde, anche se ormai si presenta ampiamente "tritato" da numerose salite e discese; la neve scarsa, umida e parecchio tracciata, unita a due cadute di altri sciatori che ci anticipavano, ci hanno convinto a rinunciare all'ultima fatica al di sopra dell'arrivo degli impianti; purtroppo abbiamo dovuto optare per la discesa dalle piste battute, inutile scendere dalla valle con la neve in quelle condizioni; abbiamo preferito una buona sciata in pista che un brutto fuori pista

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Strade pulite
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Rifatta dopo pochi giorni,alla partenza temperatura +7°C e neve umida,la stradina che scende verso la partenza della seggiovia è ormai priva di neve.
Salito e sceso nel vallone dei Mandarini,oggi mi sono fermato all'arrivo della seggiovia,l'ultimo pendio è molto tritato e non ne vale la pena,la discesa,pur fatta su neve umida,è stata soddisfacente con ancora spazi non arati,se non nevica e si abbassano le temperature diventerà un bel crostone,oggi osservato alcuni scaricamenti di neve nei tratti più ripidi.
In zona Monginevro qualche pista ha aperto ieri,però oggi non c'era affollamento di pistaioli,parecchi skialp saliti e scesi dalle piste.
Sempre una bella gita fatta con calma e serenità.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
tutto già detto...saliti dalle piste..scesi dai mandarini..buon inizio di stagione con qualche bella curva nella parte alta del vallone

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Sorpresa nel trovare gli impianti parzialmente aperti, per cui era d'obbligo evitare le piste in salita: considerato che rimettevo gli sci d'alpinismo dopo 15 anni, in compagnia di mio figlio alla prima volta, speravo in una comoda salita su neve battuta.
Discesa dalla valle dei mandarini su neve un pò umida vista la temperatura quasi primaverile.
In basso neve davvero scarsa.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Ottima gita breve per togliere la muffa da sotto le pelli ( si è formata veramente :/).
In alto la neve era ancora polverosa, ma in basso invece si era già formata crosta. Alcuni impianti già aperti da questa mattina, compresa la pista del colletto verde.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: nessuna
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dalla dogana, e saliti lungo le piste (ultimo giorno prima dell'apertura!) per il valloncello che porta alla seggiovia del Brousset. Evitata la ripida salita continuando per il valloncello e riportandoci piu' in alto nel vallone. Seguita la pista del rocher de l'Aigle fino al colletto Verde e poi salito l'ultimo ripido pendio (ben tracciato) fino in vetta. In discesa abbiamo seguito le piste, con qualche diversione fuori pista. Neve buona nei tratti in ombra.
Prima usicta della stagione con Davide e Bruna. Belle sensazioni, favorite da una giornata di tempo bello e dalla frequentazione scarsa (giorno feriale) della zona. Bel relax post-gita a Monginevro, nell' ultimo giorno prima dell'invasione degli sciatori in pista.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: nessun problema
attrezzatura :: scialpinistica
Gita di inizio stagione,neve divertente.
Traccia battuta lontana dalle piste che si incrocia solo nella parte ultima della gita.
Volendo si può seguire la pista fino alla fine e poi risalire gli ultimi metri fino alla croce.
Parcheggiare l ' auto dopo la rotonda, che porta all'impianto "Chalmettes".
Ringrazio per la compagnia di uno ski-alper francese,abbiamo condiviso una parte della gita.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Senza problemi
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti e scesi dal Vallone dei Mandarini, in basso 15/20 cm. di neve recente sul fondo duro della nevicata precedente, in alto manto più consistente. Neve farinosa via via più umida durante la discesa, oggi il sole era caldo. Qualche pietra nel tratto sommitale, molto tritato, il vallone presentava invece ancora ampi spazi intonsi. Con Francesco, Simone e Francesco.

[visualizza gita completa con 3 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: ski area
difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1850
quota vetta/quota massima (m): 2650
dislivello totale (m): 800

Ultime gite di sci alpinismo

12/12/18 - Cazzola (Monte) da Alpe Devero - filbozz
Ottimo innevamento, -9° e calma di vento alla partenza, 2 o 3 punti con rigagnolo scoperto salendo dal bosco (si passano sci ai piedi) ci hanno sconsigliato la discesa da quella parte, comunque volen [...]
12/12/18 - Crosatie (Punta e Col de la) da Planaval - brusa
Sulla strada che sale a La Clusaz ci sono 10 cm di polvere (strada chiusa alle auto). Sul sentiero si sale pestando la neve inconsistente e facendo molta attenzione ai tratti esposti. Giunti alle prim [...]
12/12/18 - Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin - IZIO1974
Che spettacolo! Su idea del socio (che se l'è tracciata tutta) siamo andati a vedere il Flassin. In questo vallone il vento non ha fatto danni.Ovviamente nella parte bassa c'è poca neve e bisogna fa [...]
11/12/18 - Combe Varin (Monte) da Pont Serrand - philip
Neve polversosa (ma ventata) su tutto il percorso, 20 cm in basso e 40-50 cm in alto; condizioni abbastanza favorevoli al distacco di lastroni in corrispondenza di accumuli e/o sui cambi di pendenza [...]
11/12/18 - Bocon Damon o Punta Giasset dalla strada per Dondena - citta
Visto il rischio valanghe in giro, rieccomi al sicuro Bocon. Dai 5 ai 15 cm di neve fresca. Il vento degli ultimi due giorni ha lavorato anche su questo pendii, fino a sabato risparmiati da Eolo. Nel [...]
11/12/18 - Bettaforca (Colle) da Staffal - Puli88
Essenso sola e non avendo molte opzioni in giro torno qui. Fortunatamente assenza di vento che tirava invece sulle cime. Aria gelida alla Bettaforca. Come sabato ripellato da Sant'Anna. La neve degli [...]
11/12/18 - Pianard (Monte) da Palanfrè - quor56
Partito da Palanfre' sci ai piedi,non tanta neve ma piu' che sufficiente,verso la Garbella,poco prima della stazione meteo cambio idea e decido di seguire la stradina che ,verso destra,con lungo spost [...]