Aigle (Pitre de l') da Villardamond

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
attrezzatura :: scialpinistica
Neve continua e sci ai piedi dalla macchina. Seguito la stradina, poi abbiamo raggiunto il colletto ad ovest della punta e raggiunto la cima per cresta. Discesa verso la costa Zalet nei primi 250 metri, inizio ventata poi in contropendenza al sole bella primaverile. Poi dritti nel bosco con neve polverosa molto divertente. Poi breve risalita a scaletta sulla stradina, e discesa con aualche divertente curvetta su neve primaverile rinvenuta (attenzione alla crosta sotto gli alberi).
Nel complesso, condizioni discrete ed un bel giro per una bella mezza giornata.
Direi che si sale bene da Villardamond, partendo dalla statale lo spessore è al limite.
Partiti verso le 8, rientro alla macchina verso le 11.15.
Con Benny e Nic, gran fiuto per la scelta della gita!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
attrezzatura :: scialpinistica
Neve umida ma ben sciabile nei pendii esposti a nord o a nord est ed inizio di crosta nei tratti con maggiore esposizione al sole o sui dossi che hanno subito l’azione del vento.

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: Si parcheggia nel paese . Strada pulita
attrezzatura :: scialpinistica
Temperatura polare alla partenza e vento in vetta per aumentare la sofferenza. Neve molto variabile da farinella recente o da accumuli a croste dure da vento e/o da rigelo. Sempre sciabile ma con attenzione per i cambiamenti di consistenza. Bella farina ancora presente nel bosco lato destro iidrografico. Aggiungo traccia GPS.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Paolo è sempre una garanzia. Da Villardamon siamo saliti lungo la strada in direzione del col basset, per poi attraversare il torrente e percorrere il bosco del versante nord, prendendo quota gradualmente. Giunti in linea verticale sotto la cima siamo saliti diritti per sbucare nella conca che la precede e da lì in punta. Discesa dal percorso di salita, tutta nel versante nord che guarda verso il Genevris. Tanta neve, polverosa, senza tracce e leggera, dalla cima fino al torrente. Passati nell'altro versante, splendida primaverile cotta dal sole, ma ancora veloce e perfettamente sciabile. Gita bellissima, facile, defatigante e di grandissima soddisfazione. Con Paolo, Andrea e Mari

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
La classica salita per il vallone del Rio Combeiraut, oggi meno frequentato rispetto alla più diretta e panoramica Costa Zalet, offre la possibilità di una bella discesa con un piccolo anello nella parte alta dell’itinerario.
Saliti fino al colletto, posto a ovest della cima a quota 2479; dalla Pitre de l’Aigle siamo scesi in direzione della Costa Zalet per poi scegliere una discesa diretta verso il Rio Combeiraut, su pendii esposti a nord, con qualche tratto sostenuto e su neve molto bella.


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: nn
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Da quota 1900 indossati gli sci, si sale senza problemi fino alla vetta facendo la dorsale nella parte finale. Ampi pendii, neve non particolarmente bella, a tratti bagnata, all'altezza dell'alpeggio di quota 2000 abbiamo trovato un pezzo di farinosa di circa 20cm, bella, ci siamo inoltrati nella macchia di vegetazione e poi sulla strada per tornare alle auto. Dignotosa calcolando che non ha più nevicato e si mantiene ancora decentemente.
Belle giornate soleggiate, grazie a Silvia.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: strada pulita sino alla borgata
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Si calzano gli sci subito alla sbarra sulla stradina dove si lascia l'auto (pochi posti). Percorsa con pazienza la strada, prima di arrivare all'alpeggio Bruns, ci siamo tenuti un po a sinistra seguendo la traccia che costeggiava il rio sino al piano al limite del bosco. Da qui finalmente si prende quota salendo i bei pendii sulla sinistra, noi anzichè salire al colle e poi a sinistra sulla punta della Pitre de l'Aigle, ci siamo tenuti sulla dorsalina più ripida che porta direttamente sulla punta di destra con croce di vetta, forse qualche metro più alta della Pitre.
Discesa dignitosa su tratti di farina dalla cima sino al bosco nella parte ombreggiata, dal rio siamo passati sull'altro versante al sole dove a tratti si scaletta e si spinge per non perdere quota arrivando all'alpeggio e da qui scesi sino al paese prendendo la strada solo alla fine. Nella parte soleggiata discesa da sopravvivenza su crostona infame, io ho fatto un bel volo per uno sci piantatosi in un blocco di ghiaccio...
Con Paolo e Wakan 4wd, giornata come al solito bella e soleggiata ma molto fredda, gita sconsigliata da questo itinerario, sicuramente meglio da Traverses dove si trova ancora neve sino in basso (io non pensavo...) e probabilmente nel bosco all'ombra anche neve migliore.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Libero
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Bella gita in vallone selvaggio,abbiam seguito le indicazioni di bagee e saliti sulla traccia a fondovalle vicino al rio,piu diretta e con neve sicura direi migliore,che non il lungo semicerchio dall alpe di brunz.
Prima discesa sul lato nord dal colletto con bella farina pressata evitando le placche da vento non perfetta ma molto bella ,poi. Riguadgnata la vetta ci siam buttati nel bosco a sx della punta salendo,diretti sulla traccia di salita deL rio,trovando una bella farina appena pesante.
Un Po di ravage nell attraversare il rio e sulla strada gelata o prati con crosta.
Consigliata e non trafficata.
Con paul82 alla ripresa dalla tosse.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da quassù poiché sotto manca la neve; tenuto brevemente la stradina poi anziché salire verso l' alpe Bruns abbiamo seguito una traccia che entrava bassa nel vallone e dopo breve attraversava il ruscello, portandosi sul versante nord del Pitre risalito interamente sbucando sulla cresta Ovest a breve distanza dalla cima; discesa dal colle Vachera tornado verso la traccia di salita poi attraversato il rio ci siamo spostati sui versanti in sole rientrando sulla stradina; dal colle sino al torrente bella farina un po' pesante e qualche morbida placca da vento, il tutto ben sciabile; nel versante in sole neve morbida in fase di trasformazione e sciabilissima.


Bellissima giornata senza vento ed anche troppo calda; un paio di sckialp in cima e qualche ciaspolatore nei paraggi;
gita esplorativa con un po' di ravanamenti in compagnia di Alessandro


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Strada pulita sino a Villardamond
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Bella escursione con poco dislivello, ma in ambiente alpino. Neve ottima nella parte alta, si sale sempre bene senza coltelli.
Ritorno del Ratino dopo tre anni di digiuno sci alpinistico, primo ad arrivare in vetta, seguito dal sottoscritto e Ritina.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Pulita fino a vilkardamont
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
prima gita ad un mese dal secondo intervento, con marck .
Bella farina in alto poi neve dura.
Dal bivio verso il Basset tutto intonso.

[visualizza gita completa con 3 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Breve uscita solitaria su una montagna conosciuta. Alle 12.00 a casa. Mattinata fredda in punta -12. Neve bella solo a tratti. In alto molto ventata.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: bene fino a villardamont
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Gita pensata per le racchette che avevano la maggior parte del nostro gruppo. Inizialmente per la rocca nera ma poi per mancanza di neve sul pendio di questa abbiamo allungato fino alla pitre. Partiti sulla stradina da villardamont, davanti a noi già qualche traccia di ciaspole fino all'alpe bruns, poi abbiamo proseguito tracciando noi verso la costa trecceira, quindi al colletto e per cresta finale senza quasi neve fino in punta. La discesa del primo pendio su bella farina con leggera crosticina ben sciabile ma breve. Ritornati sui nostri passi qualche volta abbiamo dovuto spingere per ritornare all'alpeggio e scendere sulla stradina cercando di rovinare gli sci meno possibile fino alla fine. Sconsigliata per gita con gli sci finchè non viene altra neve.
Con Giuseppe, Jordi, Guido, Bepi, Giovanna, Gabriella, Montse, Loredana, Sandro, Franco e Lia.


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: fino a chezal
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: telemark
saliti da chezal,a cui si arriva benissimo in macchina...
fatto un ampio semicerchio e poi saliti versante nord..
occhio alla parte finale della nord che c'è un bel distacco,ormai ripulito...ma bello ampio.
neve sorprendentemente bella nel valloncello in alto e poi nel bosco a nord..ancora non trasformata se non a tratti..
con eleonora e pluto...
poi sole a pragelato con questa giornata magnifica tintarella garantita

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: di prima mattina termiche al limite per salire alla borgata
attrezzatura :: scialpinistica
Mezza giornata di ferie da spendere sulla neve, in compagnia di enrico (dovevamo essere in 4, poi siamo rimasti in 2, pazienza).
Sinceramente ci aspettavamo neve migliore, ma le alte temperature hanno fatto effetto troppo velocemente... e così una gita breve si è trasformata in una gran faticaccia: battere in 40/50 cm di farina umida con crosticina da vento non è proprio il massimo della vita!
Peccato che anche la discesa non fosse delle migliori...

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
attrezzatura :: scialpinistica
oggi defaticamento, ma che neve al Pitre!!Direttamente dalla punta e ripellato gli ultimi 400 metri...da sballo; imitando 4 altri simpatici ragazzi davanti a noi.Raro trovare al Pitre, li dietro, neve così sicura...

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
splendida giornata, sciare è un'altra cosa

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Il giudizio dipende dalla neve che quasi sempre è a crosta non portante o gessosa in pineta. Bella giornata con temperatura più che mite. Per ripetere tale gita conviene attendere che cambino le condizioni. Per parcheggiare esiste dopo la rotonda per Allevè e prima della curva a sinistra un piccolo spiazzo. Sono salito sul costone dopo la rotonda per Allevè ed il torrente seguendo la stradina, poi non essendoci traccia battuta sul pendio sinistro di Cote Maidette, mi sono tenuto sul fondo del vallone con crosta quasi sempre portante risalendolo in direzione del Col Basset. Girando a sinistra sono salito sulla costa Trecceira giungendo infine per la cresta ovest, che è percorribile con gli sci, al Pitre. Scendendo, la dorsale est è priva di neve per un centinaio di metri, poi la neve richiede massima attenzione perchè è a lastroni o a crosta corrugata difficilmente sciabile fino alla sella dove inizia la Costa Zalet. Sotto di essa si sono staccate due slavine nel primo tratto per cui sono sceso a sinistra del canale. Anche dopo nella valletta conviene tenersi a sinistra in quanto non è venuto ancora giù niente. Quindi sono sceso in pineta, ma con poco divertimento. Nel tratto finale si tocca talvolta il fondo che è però prativo.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Necessarissime termiche dopo l'ultimo bivio dalla valle Chisone
quota neve m :: 1000
Effimera schiarita in partenza : dopo solo 10 min si e' chiuso tutto, con nebbia e nevischio fastidiosi.Sopra i 2000mt pur un bel vento contrario. Fermato a quota 2100, neve infame con lastroni cedevoli gia' nel bosco e croste di vario tipo : ho pensato che come anche qualche altro gulliveriano fa era meglio tornare a casa a tagliare legna..
Quantita' neve : 2/5 alla partenza , poi 3/5
Qualita' neve : 1/5
Con Claudia 4wd
Incrociato solo un gruppetto misto ski-alp - ciaspole che pero' hanno proseguito sul lato sx idrografico.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si parcheggia con discrezione a Villardamont
quota neve m :: 1800
Splendida!Nonostante l'ora tarda ed un pò di stanchezza accumulata.. oggi il Pitre "dei primi tempi" ci ha regalato una bella discesa su firn che non avremmo mai immaginato.Solo io e mark in zona.Gli sci si portano un quarto d'ora ma per poco ancora...

[visualizza gita completa con 7 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 03/02/18 - antoniop
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: pendii ampi
    difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Nord-Est
    quota partenza (m): 1780
    quota vetta/quota massima (m): 2529
    dislivello totale (m): 750

    Ultime gite di sci alpinismo

    18/02/19 - Rossa di Sea (Punta) da Balme - luca94
    Dopo l'abbondante farina di venerdi scorso girando tra Fournier, colle Begino e qualche traversata oggi ho deciso di stare vicino a casa cambiando completamente esposizione. Si parte sci ai piedi da [...]
    18/02/19 - Gran Testa da Etroubles, anello canale O e canale N - Rebatta bousa
    Canale con 600 metri di dislivello, ultimi 300 metri con pendenza media di circa 35° che si mantiene abbastanza costante a parte un breve tratto più ripido. Appena abbandonata la traccia per il Fla [...]
    18/02/19 - Ciotto Mieu o Mien (Monte) da Limonetto - tettorubia96
    Partiti presto su neve dura e compatta sino a quando il sole ha fatto capolino e allora vai con il forno acceso. A parte un breve tratto appena sopra il ponticello innevamento ancora continuo. Nei var [...]
    17/02/19 - Poncione di Cassina Baggio da all'Acqua - barrosismo
    Bella neve dalla cima al Gerenpass. Da qui in giù neve morbida primaverile con tratti ottimi e altri più sfondosi. Tanta gente in giro, anche verso il Maniò. Ampi pendii sotto al Gerenpass in cui s [...]
    17/02/19 - Glatten da Saliboden - sillylamb2
    Gita molto affollata. Salita su ottima traccia autostradale. Discesa nel canale su neve polverosa nella parte alta, ventata nella parte centrale, in via di trasformazione in quella bassa; cmq sciabilità sempre più che discreta.
    17/02/19 - Trois Frères Mineurs (Col des) Traversata da Claviere a Bardonecchia - Miesh
    Traversata "primaverile" viste le temperature di ieri. Saliti fin al Colle, nulla da segnalare; la prima discesa intervallava tratti ventata con neve molto dura a pezzi di polvere intonsa molto bella [...]
    17/02/19 - Croce (Monte) o Brun da Saint Jacques - cinin-asti
    Partendo da S.Jacques conviene seguire la strada che va verso il vallone delle Cime Bianche e poi si si svolta a sn. verso il Rif. Tournalin. Dall' Alpe di Nana in su la copertura di neve é totale e [...]