Ciantiplagna (Cima) Versante S e Canale SE

Canale magro nella parte bassa con tratti dove si sale su roccette poi da quota 2400 circa si ritrova una buona copertura nevosa con discreto rigelo fino all'uscita dove la pendenza è sui 45/50 pendio finale ancora parzialmente innevato, con Valerio,Beciu e Dante.

[visualizza gita completa con 8 foto]
Si parcheggia a 50 metri da dove inizia il canale. Canale continuo sino in cima eccetto un tratto nella parte bassa. Neve ottima e portante sino a 100 metri dalla cima dove molla un po.

[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: strada aperta oltre Balboutet
Si parcheggia l'auto praticamente al fondo del canale,unico punto in cui c'e' neve,i pendii ai suoi fianchi son sgombri.La neve fino verso i 2500 mt e' compatta e permette una buona progressione,ci sono comunque 2 interruzioni del manto.Nella parte alta,nonostante le nebbie e l'aria gelida,si sfonda fin oltre al ginocchio.Visibilita' nulla dalla cima,neve marcia sul versante SO di discesa fino al Chalvet poi prati puliti
Inizio di stagione col socio di sempre Giulio,per un'uscita plaisir ma di soddisfazione


[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: strada chiusa a balboutet
strada chiusa a balboutet, ancora innevata .
partiti dalla macchina , sci a spalle fino all'imbocco della conoide principale , qui mettiamo gli sci fino a quando la pendenza aumenta e il fondo si fa molto svalangato- neve sempre molliccia ma tiene bene , ovviamente stanotte con la (tuf) non ha rigelato, quindi mettiamo gli sci a spalle , ed in assetto alpinistico , saliamo i 900m dritti x dritto del canale che da metà in su migliora pur sempre con tratti di slavina qua e la , (ovviamente man man che saliamo si capisce che l' idea di una discesa e impensabile ), ma poco importa l'obbiettivo e di una alpinata ,la fascia di nebbia fitta e tra i 2500-2600, poi usciamo con un sole spelendido e tappeto di nuvole , verso l'orizzonte altre nuvole alte e stratificate. arriviamo in cima ,in 3 h comunque bello lunghetto. riassetto e giù x una discesa sulla sud- ovest su neve discreta , rallentati nel punto nebbia ( seguito traccia ciaspolatore- grazie)poi ripreso buona visibilità scesi dritti prima su pendii papposi ma ben sciabili, e poi su tratti di fondi di slavina, erba e pezzi innevati fin al'auto , nel complesso bella gita. grazie a dario e max compagni di gita, e un saluto a mark incontrato .


[visualizza gita completa con 7 foto]
Tra le varie scelte questa indubbiamente e' stata la piu' azzeccata in assoluto. Grazie al meteo, per la verita' non cosi' incoraggiante sulle carte, ma che lo e' stato molto di piu' invece nella realta', ho potuto risalire questo bel canale, seppur interrotto in piu' punti per totale mancanza di neve, in tutta tranquillita', sotto un bel cielo azzurro che e' rimasto tale fino all'arrivo in punta ore 9.30 a.m. Hanno poi iniziato ad addensarsi le preannunciate nubi, che hanno prodotto solo qualche goccia sul mezzogiorno, ora di arrivo alla macchina. E' andato poi tutto annuvolandosi fino a copertura pressoche' totale del cielo, ma ormai a gita e, (mezza) giornata salve. Un decente rigelo, ha consentito una progressione rapida e sicura, risoltasi nell'arco di un tre orette da auto in punta. Piu' due per la discesa lungo la dorsale su ovest fino al Chalvet, a riprendere la sterrata dell'Assietta, e tornare all'auto con giro ad anello. Avvertito a sorpresa degli assestamenti del manto nevoso, all'atto di intraprendere la discesa a vetta appena lasciata, causati probabilmente dal mio peso stesso al momento del passaggio. Tutto ben reimbiancato di una spolverata di fresca, un 15.20cm ca, dai 2300 in su, su ambo i versanti. Sui lati sud scendendo quella di appena 2- 3 ore prima gia' era evaporata.
Nessuno in giro a parte i padroni di casa curiosi di capire cosa ci stava a fare un solitario la dentro quel canale..


[visualizza gita completa con 13 foto]
Come già riportato dal compagno d'avventura le condizioni delle neve hanno fatto sentire un pò di meno i gradi del canale ... in compenso i gradi termici si sono fatti sentire ... eccome: la discesa è stata bella fin quando la neve ha tenuto (praticamente i primi 200 m) poi .... un piccolo calvario fino all'arrivo sulla strada!!
E' sempre un piacere poter condividere con Marco queste gite sulle montagna di casa che senza di lui sarebbero forse restate ancora per un bel pò nel cassetto dei miei desideri .... grande soddisfazione quella di aver messo i piedi dove l'anno scorso per tante mattine avevo alzato gli occhi scendendo a Pine...
Visto le prime marmotte della stagione .... che attonite guardavano la distesa bianca che ancora le circonda!!


[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: parcheggiato al bivio per l'alpe cerogne
Canale preso al pelo come stagione. L'innevamento è ancora decente per una salita alpinistica ma purtroppo oggi la neve era penosa, con crosta che rompeva ad ogni passo. Valanga a pochi metri dalla strada, lingua continua con interruzione solo per l'attraversamento della strada dell'Assietta (muro) e, poco oltre, per due brevi salti rocciosi con un po' di ghiaccio ma non difficili. In alto innevamento ancora abbondante.
Noi siamo usciti a dx sotto il catino perchè l'ultimo tratto sotto il catino era già al sole, c'era un'interruzione rocciosa e scaricava neve e roccette.
La neve di oggi ha certamente ridotto le difficoltà tecniche aumentando però molto l'impegno fisico. Partiti alle 5,40 dall'auto siamo arrivati in vetta alle 9,10, di nuovo all'auto alle 11,30. Discesa dal versante SO ancora decisamente ben innevato fino a Chalvet, anche qui con neve orribile che rompeva continuamente. Anche oggi in compagnia del simpatico Federico, altro estimatore di queste gite particolari.

[visualizza gita completa con 7 foto]

Caratteristica itinerario

difficoltà: PD :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 1557
quota vetta (m): 2849
dislivello complessivo (m): 1292

Ultime gite di alpinismo

17/09/18 - Martin (Punta) Cresta Federici - Contrafforte Sud - LuCiastrek
Via di roccia pulita un poco meno i camminamenti sul percorso, non essendo una via molto frequentata l'erba nella stagione estiva cresce rendendo un poco più faticoso il cammino. L'avvicinamento l'ho [...]
17/09/18 - Tornone (Monte) dalla cresta nord - la-Nata
Stupenda, questa cresta nord che porta in cima al Tornone! Salita prima sul Tornello, quindi tornata alla sella che divide le due cime. Impatto visivo di questa cresta rocciosa notevole, esteticamente [...]
16/09/18 - Recastello (Pizzo) via normale da Valbondione - lucabelloni
Terza e ultima giornata sulle Orobie, abbiamo deciso di salire il Recastello ritornando poi al Rifugio Curò dove abbiamo pernottato. Partenza alle 7,45, il sentiero adesso è perfettamente segnalato, [...]
16/09/18 - Toro (Campanile) Via Berger - manty57
Avvicinamento su ghiaione veramente faticoso; peggio ancora la discesa. bastoncini utili.
16/09/18 - Monviso Via Normale da Pian del Re - KiKletterer
Partenza alle 4.45 per evitare imbottigliamenti alle Sagnette, poi in realtà c'era meno gente di quanto temessimo. Picca non necessaria, ramponi in base alla confidenza che si ha con il terreno: l'un [...]
16/09/18 - Rochebrune (Pic de) Via Normale e Cresta Sud dal Col d'Izoard - vik
Al momento è una gita per agli amanti delle 'ciaplere'...ma vista la meteo ci siamo accontenati :-) Dal colle siamo saliti lungo la cresta sud, la roccia non è malvagia ma sempre da fare attenzione [...]
16/09/18 - Chaberton (Monte) cresta SE - via Mario Perona - Miesh
Partiti da Claviere, 1,45 h per arrivare all'attacco della via. La targa è immediatamente sotto la cresta rocciosa. La via ferrata parte leggermente più a destra degli spit segnati dai bollini giall [...]