Lemma (Cima di) da Tartano

osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Neve sulla strada da Tartano al parcheggio ma facilmente transitabile
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Neve buona in salita, compatta ma non ghiacciata fino al Passo Tartano. Da lì alla Cima, sul versante bergamasco, sono stati molto utili i rampanti per via del pendio ripido e la neve dura. Neve ben assestata lungo tutto il percorso, bella polverosa in diversi tratti del versante Nord di discesa ma sotto i 2000 un po' pesante.
Dislivello appena sopra i 1.000 mt ma gita di soddisfazione, bel panorama, bel giro attorno alla cima. Nonostante la temperatura piuttosto elevata, l'esposizione Nord del versante di discesa mantiene la neve in ottimo stato. La prossima volta, con più tempo e due auto, sarebbe bello scendere verso Ovest dalla Cima di Lemma e ripellare fino a Cima Vallone; da qui, poi, scendere fino a Tartano lungo la Val di Lemma.

Traverso da Passo Tartano alla cima
Prima della cima, sul versante bergamasco (Sud)
Dal Passo Tartano verso la cima di Lemma
La discesa, intorno a 2.100mt
Panorama di discesa

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Strada pulita fino a Tartano, poi innevata ma con gomme da neve si sale
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
L'intenzione iniziale era salire da nord per il passo Scala. Per farlo bisogna ricordarsi sul fondo della Valle Lunga, poco dopo il ponte che porta sulla sinistra orografica, risalire sulla sinistra il bosco nella sua parte più rada. Da qui risalire sulla destra per non tagliare i pendii ripidi sotto la cima. Noi, seguendo la traccia, siamo andati lunghi e una volta alle Casere del Porcile non potevamo che raggiungere il Passo Tartano. Da qui breve discesa e ripellata per provare a traversare sotto la cima e riportaci verso il Passo Scala. Qui abbiamo sentito un assestamento sul pendio al primo passaggio (singolo scialpinista): ovviamente tornati indietro subito. I pendii sotto la cresta sono ripidi e molto carichi. Prestare tanta attenzione: in precedenza abbiamo osservato uno scialpinista partire per la discesa dalla cresta poco sopra il passo Tartano provocando un piccolo distacco (per fortuna senza conseguenze).
Condizioni fantastiche: giornata tersa, neve abbondante e polverosa su tutto il percorso. Peccato non aver raggiunto la cima, ma con una neve così...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Strada innevata dopo Tartano ma si sale senza problemi con gomme da neve
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza con sci ai piedi da dove finisce la strada a quota 1300. Partenza ore 9.20 con temperatura -5, in cima alle 12.20
Scesi dal versante nord dove sono scesi in pochi ....neve crostosa difficile da sciare alternata a qualche breve tratto di bella polvere ventata. Poi dai 1800 in giù neve dura e pistata ben sciabile. Una media tra le 2 stelle in alto e le 3-4 stelle della parte bassa. Comunque sempre gran bell'ambiente la Val Tartano.
Sciata con Bruno. Buone gite a tutti

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: da tartano neve e ghiaccio sulla strada fino al parcheggio alla fine della strada di fronte alla azienda agricola
attrezzatura :: scialpinistica
Sci dall'auto. Traccione autostradale. Nel bosco neve dura e pendenze accentuate ma niente coltelli. Nebbia 100mt sotto il passo Tartano e fino a 1200. Dal passo lato Sud con neve e traccia molto ghiacciati al mattino presto hanno consigliato l'uso dei coltelli e una decina di metri senza sci su un tratto parzialmente scoperto, ghiacciato e ripido. Discesa dalla Nord eccezionale. Neve superlativa e tratti ancora vergini. Sceso poi tutto a sinistra nel bosco su "pista". Nel complesso primi 500mt da 5 stelle, il resto da 3.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Ok fino Piana
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
In salita a tratti scarso grip x neve polverosa su fondo duro, nel traverso prima della vetta un po' di zoccolo.
In discesa ottimi 15 cm. di polvere su fondo portante dalla vetta all'auto, gita consigliata, parte bassa un po' più tracciata
15 persone sull'itinerario

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: buono con gomme da neve
attrezzatura :: scialpinistica
condizioni sicure fino al passo del Tartano. Le cornici sulla cresta per arrivare in vetta erano ancora cariche, ma il versante sud era sicuro data la scarsa quantità di neve.
Discesa fantastica in neve fresca (ca. 10-15 cm) su fondo ben assestato fino ai laghi di Porcile. Neve più umida, ma comunque sciabile e divertente nella parte inferiore.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Buono con gomme da neve.
quota neve m :: 800
attrezzatura :: scialpinistica
Neve sicura anche sul versante bergamasco (sud) da noi ben esplorato alla ricerca di uno sci scivolato. E' meglio seguire la traccia di sci piuttosto che quella a piedi dal Passo di Tartano in poi verso la vetta. Scesi dalla val Corta con neve fresca poco tracciata.
Credo che in montagna la solidarietà di chi è corresponsabile della perdita di materiali essenziali si possa manifestare anche se non richiesta esplicitamente; l'alternativa alla mancanza di uno sci a volte può essere l'elicottero!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: BUONO
quota neve m :: 600
attrezzatura :: scialpinistica
Ottime condizioni, arrivati alla quota 2100 a sx del passo di tartano (qualcuno e salito a piedi alla cima di lemma seguendo il filo di cresta pelato dal vento dei giorni scorsi, altri sci ai piedi sono stati malto bassi e con lungo traverso poi in cima) .
Sciata fantastica fino al grande pianoro prima di entrare nel bosco, molta gente in giro anche verso la cima Vallocci e monte Lupo.
Oggi io e Ciccio saliti veloci di buon ora, siamo i primi a sciare il pendio con 15/20 di fresca, una libidine.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Parcheggio a Loc. Piana
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Terza cima e di conseguenza risalita della giornata.... Vista l'ora e l'esposizione nella parte alta dopo il Passo Tartano la neve era molto bagnata , ma in discesa era sopportabile. Già molti tratti scoperti nel lungo diagonale che porta in vetta, mentre in discesa aratissimo e dove si passa a nord è diventata una pista per i numerosi passaggi. Ultima vetta della giornata di questo bel giro ad anello non difficile ma abbastanza sfiancante. Vista l'ora tarda siamo arrivati in cima quando oramai non vi era più nessuno ....cosa insolita per questa cima.
Mangiato un boccone con il sole già in fase calante e poi giù. Con Tiziana


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Anche se corta e facile è molto carino l'ambiente..le orobie sono un paradiso per lo scialpinismo. Sciata tutto sommato buona.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Sci ai piedi dalla macchina (noi abbiamo parcheggiato appena dopo la piccola galleria, ma con le gomme da neve si può proseguire oltre e diminuire lo sviluppo iniziale). La salita non presenta particolari problemi, tranne dal colle alla vetta, dove abbiamo dovuto ravanare un pochino all'inizio per mancanza di neve (un paio di togli-metti). Dalla vetta gran colpo d'occhio su Disgrazia, Cengalo, Badile, Strahlhorn, Monte Rosa e, ovviamente, prealpi bergamasche. Discesa su ottima cremina trasformata fin quasi al colle, poi dal colle fino alla macchina neve dura, un po' tritata dai passaggi precedenti, ma nel complesso non male.
Speriamo nevichi presto e tanto: ce n'è bisogno!


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
attrezzatura :: scialpinistica
Cielo terso, niente vento,temperature gradevoli, neve sufficiente ma con poco fondo, un po' di gente lungo il percorso. Saliti in cima dal versante sud e scesi da quello a nord (neve polverosa) fino a ritrovare, sul fondo valle, le tracce di salita. Con Mamao Petruz bum bum, Corrado e Lino.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
Anche oggi, vista la bella giornata, Val di Tartano presa d'assalto da scialpinisti e ciaspolatori. Cielo terso, niente vento, caldo già dal primo mattino, neve abbondante. Saliti in cima passando dal Passo di Tartano e scesi a nord fino a ritrovare, sul fondo valle, le tracce di salita.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Termiche o cat. indisp. oltre Tartano, 4x4 oltre la stalla/az.agricola
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Condizioni meteo perfette come da previsioni (sereno con leggere velature, -2°C alla partenza). Buona traccia in salita nel bosco con qualche tratto leggermente scivoloso (nessun problema), poi, alzandosi verso il Passo Tartano sui pendii oltre Casera Porcile, alternanza di crosta portante e non (causata dal lavoro del forte vento dei 2-3 giorni precedenti), ma si arriva alla croce senza particolari difficoltà.
Dal Passo Tartano in poi abbiamo optato per l'utilizzo dei coltelli, così da affrontare in sicurezza il traverso sul versante Sud e la successiva cresta fino in cima. In realtà, valutando a posteriori, coltelli necessari solo per la cresta (attenzione alle cornici!). Da soli in vetta a goderci il panorama in assenza di vento (Cima dei Lupi invece affollatissima). Discesa diretta dalla cima lungo la cresta Ovest per poi incanalarsi nel vallone della Casera della Scala, fino a ricongiungersi con l'itinerario che scende dal Passo Tartano al fondovalle attraverso il bosco, sul versante opposto a quello di salita. Scelta azzeccata che ci ha regalato una sciata al di sopra delle aspettative con neve nel complesso divertente (in prevalenza crosta dura portante fino al limite del bosco e poi primaverile dal bosco all'auto).
Un grosso grazie al mitico maO che mi ha accompagnato/guidato su questo fantastico itinerario e che soprattutto, grazie alla sua esperienza, ha intuito la migliore via di discesa riducendo al minimo (5% circa della discesa) i tratti con crosta non portante (è persino riuscito ha scovare dei tratti di polvere!).


[visualizza gita completa con 12 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
attrezzatura :: scialpinistica
la parte alta della gita risulta poco sciabile, mentre la parte inferiore, sotto il passo Tartano è assai più sciabile anche se un pò faticosa

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: neve sulla strada, proseguito con gli sci
attrezzatura :: scialpinistica
Nevicata e nebbia, siam arrivati al colle, ma praticamente fino a sbattere alla croce non mi ci rendevamo conto di dove fossimo! peccato perchè la neve per la discesa era bella, ma non vedendo niente si è perso il gusto della discesa...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Strada innevata da Tartano
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata fredda al punto giusto, cielo azzurro per quasi tutta la giornata, vento assente. Siamo partiti con gli sci ai piedi e per buona traccia siamo arrivati al Passo di Tartano. Da qui in poi, tenendoci sempre in prossimità della cresta abbiamo raggiunto la cima. Siamo scesi dal versante nord, ormai tritato dai numerosi passaggi di quasi tutti gli altri che oggi hanno preferito salire e scendere da questa parte.
NOTE - La neve non è abbondante ed ha poco fondo, ma tutto sommato, se non si è di palato troppo fine, si riesce a salire e scendere in tutta tranquillità.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: val Tartano senza problemi sino al primo park 1320 slm
quota neve m :: 1300
60 cm di polvere, non leggerissima ma...ce ne fosse tant'è che si ripella;
giornata spettacolare con temperatura adeguata;
non siamo andati in vetta sia per il carico di neve sia per godere meglio i pendii sciabili (un solo sciatore in vetta con traverso sul versante sud
idea di Marzia con Yuri, Angelo, Max, Marco, Giuliano, Robypez,Fiore e Dario


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1000
Questa bella e panoramica gita nelle Orobie valtellinesi mi mancava: era da qualche anno che volevo farla, finalmente è venuto l'occasione.
La strada fino a Tartano è puilita, dopo si può proseguire fino al termine della strada con un po' di prudenza e gomme da neve.
Traccia di salita autostradale, su neve crostosa e durissima. Diventa una crosta friabile sopra i 1600 metri. Abbastanza scivolosa la parte finale, con traccia durissima, dal passo di tartano alla cima.
Panorama grandioso: il Rosa resta nascosto, però si vede benissimo l'obelrand di cui si possono riconoscere tutti i quattromila. Bella visuale su Disgrazia, Bernina, Cengalo e Badile.

Dalla cima ho fatto la discesa diretta sul pendio in ombra. A parte la parte alta ghiacciata, ho trovato ... magnifica polvere dai 2100 a 1500, poi crosta dura. Ho sciato seguendo un gruppo di bergamaschi in una polvere leggera e stupenda.

Infine incontrato un gruppo di comaschi che risaliva sulla traccia di discesa. Dopo aver fatto presente la ripidità e il fatto che la traccia era molto scivolosa e ghiacciata non ho ricevuto risposte cordiali. Evidentemente il bunga bunga style impazza anche in montagna. Arcore, non valtellina

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: innevata e ghiacciata
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Bella giornata, non esageratamente fredda ma con una fastidiosa arietta da nord in cima. Si parte con gli sci ai piedi su buona traccia scorrevole. Dal Passo di Tartano si sale abbastanza agevolmente fino in cima (nel dubbio calzare i rampanti). E' preferibile scendere lungo il versante nord per trovare condizioni migliori: qui la neve è ancora polverosa e nella parte alta rimangono ancora ampi spazi vergini.
Oltre a questo sono tracciati i seguenti itinerari: Vallocci - Cima dei Lupi - Passo del Porcile
APPUNTI DI STORIA - Al Passo di Tartano passava la Linea Cadorna, costruita durante la Prima Guerra Mondiale per contrastare un possibile attacco austro-ungarico attraverso la neutrale Svizzera.
BIBLIOGRAFIA - Sui sentieri della grande guerra in Valtellina. 40 itinerari dal Lario all'Ortles alla scoperta della '15-'18 - Nemo Canetta (Autore)
CURIOSITA' - Siamo all'interno del Parco Regionale delle Orobie Valtellinesi, istituito nel 1989.



[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Pulite fino aTartano, per la Val Lunga ci si arrangia.
quota neve m :: 1300
Mancato rigelo notturno, fino al passo Tartano gita tranquilla, dal passo alla cima, man mano che si saliva, visibilità scarsa e neve a tratti umida dove si sprofondava parecchio.
Discesa molto trattenuta fino al passo Tartano, poi buona sino all'auto.
In compagnia di Luigi.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
note su accesso stradale :: innevata
quota neve m :: 1100
Tipica splendida fredda giornata invernale; traccia di salita scorrevole con ottimo grip fino al passo di Tartano, poi è meglio tenere il faticoso filo di cresta (attenzione alle cornici) perchè la neve recente, sul versante sud, è appoggiata sopra un infido strato gelato.
Discesa verso l'ancora vergine ( ma per poco) e polveroso versante nord e poi giù lungo il vallone, sotto il passo di Tartano, fino a ritrovare la pista di salita all'altezza della baita isolata, prima della fascia di bosco.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
note su accesso stradale :: 2 cm di neve dal fondovalle..
quota neve m :: 1300
Partito alle 8, temperatura di -13°C. Salito in solitaria fino al passo, gran freddo, mi è stato utile il passamontagna per non far gelare le guanciotte. Al passo ho preferito tornare indietro perchè il pendio finale non era proprio bellissimo. Prima curva..e via uno sci scappa da solo in bergamasca. Sceso a piedi per circa 150m di dislivello, per fortuna altri due scialpinisti che nel frattempo sono arrivati al passo hanno intravisto lo sci e me lo hanno recuperato mentre io lo cercavo più lontano.
Discesa infame, con crosta non portante ricoperta da 2 dita di polvere. In basso la neve è pochina, speriamo nella nevicata di lunedi/martedi
Grazie a chi mi ha ritrovato lo sci.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1600
Giornata splendida con neve polverosa sino in basso. La migliore neve della stagione. In vetta un po' di vento ma non troppo fastidioso.
In vetta con Angelo, Stefano, Andrea, Cristina, Mariio, Lino e Margherita - Pell e Oss Monza.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: no problem
quota neve m :: 1400
in discesa i pendii sono oramai disfatti

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: buone
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Bella giornata con temperatura ideale. Si scende dall'auto e si calzano gli sci. In cima solo un leggero vento fastidioso. Sciata discreta su pendii ormai "sbranati".

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: provocato fratture al manto
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: Strade pulite fino a Tartano
quota neve m :: 1400
Sci in spalla da Tartano per 1km, poi pochissima neve sulla strada di fondo della val Corta. Da Barbera, 1382, (poco dopo il bivio) buon fondo con5cm di fresca, poi sempre più fino a 20cm a 2000m. Neve leggerissima difficile da salire (non battuta) ma fantastica da scendere. Ultimo tratto richiede attenzione (neve dura a destra e accumulo sulla cresta Ovest, a rischio!).
Bell'itinerario in una valle selvaggia poco frequentata; un po' lunghetta... 9-10km: ma perchè si chiamerà "corta" ?
Partecipanti: Giorgio, Miki CiaspoBoarder, Dario.
Miki non ce la fa oggi per problemi fisici... a breve si attende una buona prova per recuperare. Dario invece se la vede brutta con un bell'accumulo poco sotto la vetta, ma se la cava con un woom...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: Strada transitabile fino a 1340m (ghiacciata!!)
quota neve m :: 1300
Condizioni ottime fino al passo tartano con neve farinosa e solo in alcuni tratti crostosa. Dal passo fino alla cima (sul versante S) la neve è poca e non bella (bisogna togliere gli sci per una trentina di metri; meglio salire per il versante NE).
Mitico il mikele alla sua prima gita seria... non ce la faceva più ma ce l'ha messa proprio tutta!


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: La strada è sgombra, la parte finale é stretta tra la neve ai lati.
quota neve m :: 1300
La strada iniziale é innevata abbondantemente ma é monotona (serve comunque per riscaldarsi).
Diventa più faticosa nel tratto di bosco che porta poi ai pendii verso il passo di Tartano.
Ci siamo fermati al passo perché la salita verso la cima di Lemma si presentava pericolosa.
La discesa é stata molto gratificante e divertente su neve veramente bella.



[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: lastroni di ghiaccio negli ultimi 3 km - problemi parcheggio
quota neve m :: 800
Neve abbondante e di ottima sciabilita' peccato per il forte vento da nord che ci ha costretto a rinunciare 100mt sotto il passo.
gita infrasettimanale
Compagni: Matteo e Anna.....nel giorno del loro anniversario di matrimonio!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: buone
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Salito dal passo di Tartano lungo il versante sud e sceso a nord su neve crostosa non portante. Comunque si arriva alla macchina con gli sci ai piedi.
P.S. Al passo di Tartano è ancora visibile una piazzola della cosiddetta Linea Cadorna, la quale si estendeva lungo tutto il versante orobico valtellinese e in parte, anche lungo la catena retica e fu costruita per ostacolare un possibile attacco austriaco attraverso la neutrale Svizzera, durante la Prima Guerra Mondiale.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: strada libera fino a Pila
quota neve m :: 500
Neve trasformata e assestata sui versanti sud e nel tratto Passo di Tartano-Cima di lemma

Fantastica discesa in neve fresca lungo la valle a nord della vetta. pendii ancora immacolati.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: Libero fino a Tartano
quota neve m :: 1200
Bella gita con tempo splendido.
Traccia molto evidente e molta gente.
La neve nella parte bassa è più abbondante e migliore, mentre da dopo il passo di Tartano è davvero sottile e spazzata dal vento. Insomma per la salita si gira qua e là, mentre per la discesa è meglio scegliere il versante opposto. La neve però in alcuni punti non ha fondo e spesso di tocca, l'erba o le rocce.....
Ottimo il "residence i fori" ( ) come punto di appoggio per chi volesse esplorare la zona, come abbiamo fatto noi.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: STRADA INNEVATA MA PERCORRIBILE
quota neve m :: 800
NEVE APPENA SUFFICIENTE, QUALCHE SASSO IN DISCESA, PROBLEMI NEL TRATTO MEDIANO DI BOSCO
COMPAGNI: MATTEO, ANNA, LAURA, FAUSTO

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
bellissima gita.
Solo per archivio gite

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 16/02/07 - homer_gio
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Nord
    quota partenza (m): 1210
    quota vetta/quota massima (m): 2348
    dislivello totale (m): 1138

    Ultime gite di sci alpinismo

    20/03/19 - Fourchon (Mont) da Saint Rhemy - bagee
    Pressatina da vento in alto, primaverile in basso; ottimo il canale sotto la strada; scarsa, quasi al limite nel pianoro sottostante, stradina nel bosco parecchio dura anche al ritorno; giornata con t [...]
    20/03/19 - Lagrev (Piz) dal Julierpass - Vecchioleone
    Gita di grande soddisfazione, facile, di discreto sviluppo e pendii spettacolari. Temperatura di -11 alla partenza alle 8 e -2 alle 13, condizioni di farina su fondo leggermente mosso e crostoso nella [...]
    20/03/19 - Periades (les) dalla Vallee Blanche per la Breche de Puiseux - michferrero
    Gran bel giro in ottime condizioni su tutto l'itinerario. Partiti da Courmayeur con la prima funivia delle 8:30, discesa spettacolare fino alla Salle à Manger sulla Mer de Glace. Da qua, saliti con g [...]
    20/03/19 - Carro (Cima del) da Chiapili di Sopra per il Vallone del Carro - enr1983
    Gita in ottime condizioni, grazie anche alla nevicata di qualche giorno fa
    20/03/19 - Arp Vieille (Mont) da Bonne - pische
    Partiti alle 10,30 dall'auto ma, grazie al freddo, le condizioni si sono mantenute buone. In alto 15 cm di polverosa su fondo duro bella da sciare. Più in basso neve variabile ma sciegliendo i pendi [...]
    20/03/19 - Belvédère (Col du) da stazione superiore de l'Index - dovio
    Partiti dalla Flègere 1877m, dopo aver preso una delle prime corse da la Praz (La Pra_Flegère A/R 18,50€) Scendiamo una cinquantina di metri, poi saliamo tra le piste Chavanne e Floria. Arrivati a [...]
    20/03/19 - Fréduaz Orientale (Monte) da La Thuile - brusa
    Sono salito nel pomeriggio e il mix di temperatura/brezza gelida non hanno permesso alla neve di mollare un millimetro. Molto ghiaccio sulla poderale e sul sentiero lungo il quale sono caduti molti al [...]