Gioffredo (Punta) da San Bernolfo per i Laghi del Lausfer

Qualche difficoltà a reperire e seguire la traccia dopo il Lago Superiore del Lausfer lungo il ripido pendio scivoloso . Spesso necessario l'uso delle mani , specialmente vicino alla rocciosa cima . Meglio in discesa , trovando alcuni piccoli ometti che abbiamo seguito con attenzione sino al sentiero .
Bella giornata soleggiata e calda a parte un bel vento sulla vetta . Parecchia gente in giro , quasi tutti diretti ai laghi o al vicino Corborant . Incontrato in cima solo una coppietta di ragazzi prossimi alle nozze ( auguri ! ) .Bell'escursione in compagnia di Stefania , Gheroppa e Sound , che ringrazio e saluto . In basso , grande abbondanza di lamponi e soprattutto mirtilli . Giro che mi risulta di oltre 16 chilometri per 1300 metri di dislivello totale .

Partenza da San Bernolfo
Vallone di San Bernolfo dall'alto
Rio Corborant
Lago Inferiore del Lausfer con Corborant e Punta Gioffredo
Lago Superiore del Lausfer salendo alla Gioffredo
In vetta a Punta Gioffredo
Ischiator dalla cima
Il Corborant dalla vetta
Laghi e laghetti del Lausfer dalla punta
Cascata nel vallone di San Bernolfo

[visualizza gita completa con 10 foto]
note su accesso stradale :: ok
Dopo dieci anni e oggi assieme ad Ornella, torno su questa magnifica vetta e dopo la prima parte fino ai Laghi del Lausfer tra spesse velature, il blu prende forma e non ci abbandona piu' e come da itinerario ha proseguire la salita ben segnata da ometti e dopo il breve canalino, a raggiungere la vetta tra panorami stupendi e dove pranziamo. Rientro per la stessa e con il cielo blu fino all'auto e per chiudere alla meglio la stupenda gita, cena al Rifugio Dahu da Beppe dove si sta benissimo e che saluto. Buona Montagna a tutti.

[visualizza gita completa con 4 foto]
Itinerario non sempre facilmente individuabile ,con qualche passo esposto ,secondo me piu' impegnativo del vicino Corborant.
Prima volta su questa cima ,poco frequentata ,ma sicuramente appagante dal punto di vista paesaggistico .Molti escursionisti ai Laghi Lansfer ,e tanti anche sul Corborant e sul Becco Alto dell'Ischiator.Oggi con la solita compagnia di amici del Cai Mondovi',in 9 siamo saliti sulla cima ,qualcuno si è fermato ai bellissimi laghi .Giornata bella,con qualche nuvola sparsa e temperature ,finalmente fresche ,niente vento.In cima oltre a noi sono saliti anche due escursionisti di Ceres ,con cui abbiamo conversato delle montagne della Val Di Lanzo.Un saluto a tutti


[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: ok
tempo bello al mattino,poi da metà mattino formazione di nubi innoque,nuvoloso al pomeriggio
gruppo di 12 persone,9 in cima
oltre a noi 2 signori venuti delle valli di lanzo
molte persone sul corborant e becco alto dell'ischiator
ciao a tutti


[visualizza gita completa con 4 foto]
bella giornata e bella cima panoramica (per me + bella del vicino laroussa). percorso un po da intuire nella seconda parte cmq qualche ometto c'é..con Romano siamo poi scesi x cresta est e saliti sulla cima (spuntone + alto) del Corni del Laroussa (2835m,diff F,v.GMI) e poi per ripidi pendii (e gorgia) divallato a intercettare la sterrata di fondovalle.

[visualizza gita completa]
Sentiero ben segnalato fino a 200 m. di altitudine dopo i laghi poi dove finiscono ometti bisogna seguire un canale( come da foto )di pietre piccole non esageratamente pendente,in seguito sci sono nuovamente ometti fino in vetta.
Bella giornata autunnale al mattino quasi sereno partito intorno alle 7.20 con 10 gradi,poi si è annuvolata sul tardi verso le 14,facendomi fare tranquillamente la gita ,trovato abitanti del posto sotto la vetta di cui uno raffigurato in foto,nella discesa in prossimità del lago superiore del lausfer incotrato coppia di signori di genova e un pò più in basso 4 ragazzi che si dirigevano sul corborant.....buone gite a tutti.


[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: strada pulita fino a San Bernolfo
Mattinata con buon meteo e neve ben assestata, tanto che i ramponi si mettono dopo i laghi Lausfer, gita abbastanza impegnativa per le pendenze e per la completa solitudine, oggi tutti sul Corborant e Rocca Negra (tutti con gli sci).In vetta solo 15'poi visto bei nuvoloni in arrivo ho preferito scendere passando più a sinistra, dove ci sono molte tracce di scialpinisti. Dai laghi a scendere la neve verso mezzogiorno era già marcetta: via i ramponi e vai con le ciaspole. Bella gita, consigliabile, non è da meno del vicino Corborant.
Incredibile numero di macchine al parcheggio, neanche ad Agosto se ne contano così tante!


[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: qualche tratto ghiacciato prima di s. bernolfo; 4X4 e/o termiche
Condizioni neve ottimali per una rapida (e ripida) progressione, specie sul pendio finale, preso di petto giungendo a meno di 100m a dx della piccola pala di vetta (molto sostenuto, 35° medi con tratto finale 40°/45° in uscita a seconda di quanto prescelto).
E' fonte di soddisfazione aver proposto una gita accolta con entusiasmo da scafati scavezzacolli quali Enzo Carlo e Paolo, poi gestita e apprezzata nel migliore dei modi. In punta in 3h 15, soste comprese. Meteo mistico, con ambienti in bianco/nero determinati da magnifiche striature nuvolose, qualche nevischiata, sole, folate fredde, laghi che cominciano a fare occhiolino. Visuali sempre nitide e a perdita d'orizzonte. Discesa per l'elegantissimo e dolce canale che si insinua da quota 2700m nel costone del Gias Verde, poi abbandonato nella parte finale a favore di pendii erbosi/pietraie malagevoli (ma forse salti non ce ne sarebbero stati). Grande gita.


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Si puo accedere in auto fino a San Bernolfo.
Alternanza di annuvolamenti e schiarite con sprazzi di nevischio e gelide folate di vento da ovest, hanno caratterizzato il quadro climatico della giornata di oggi alla Gioffredo. Salita da San Bernolfo per i laghi di Lausfer con percorso diretto per sfruttare al massimo e al meglio i tratti di terreno ormai sgombri da neve. Nella fase avanzata si e' pestato sopratutto neve per fortuna sempre portante grazie alle rigide temperature rimaste tali anche nelle ore di luce.Breve ma facile e divertente l'aerea crestina finale alla vetta, che attualmente a fatica riesce ad ospitare piu' di una persona alla volta,tanto e' accuminata. Con i tre sempre assetati di avventura Alessandro Carlo e Paolo.

[visualizza gita completa con 5 foto]
dai laghi del Lausfer ancora tanta neve, ma dopo il lago superiore la traccia si vede bene. Saliti a tratti per roccia e sfasciumi(ometti), a tratti sulla linea verticale dei numerosi pendii innevati, siamo arrivati al vertice del canale (neve) e da lì su roccia completamente libera da neve alla vetta. Discesa più o meno per lo stesso itinerario. Manto nevoso con la giusta consistenza per una salita tranquilla senza uso di piccozza nè ramponi.
Attenzione al libro di vetta, che è stato messo in una latta da caffè con il bordo tagliente ... ci ho lasciato un pezzo di pollice!


[visualizza gita completa]
A causa di un po' di neve oltre i laghi, non è stato semplicissimo trovare il sentiero. Si consiglia di prestare attenzione nell'attraversamento del canalino che adduce alla forcella est della punta Gioffredo: molti i massi instabili, anche di notevoli dimensioni (si è provveduto a far rotolare giù per il canale i più pericolosi)
Bella giornata di sole, anche se la temperatura al mattino era appena di -2°C (e in giornata non è mai andata oltre ai 3°C), e ogni tanto la nebbia tentava di risalire dalla pianura cuneese. Superbo il panorama, in particolare sulla vicina cima di Corborant e il Becco Alto d'Ischiator. Bellissimo l'effetto delle montagna spolverate dalla prima neve caduta la settimana scorsa! Salito in compagnia di Alby, Teo, Andre, Rena e Cinzia!


[visualizza gita completa]
Nessun problema fino al lago superiore del Lausfer ,poi le tracce sono davvero poche ed e' necessario salire un po' a vista sempre stando sulla dx del canalino roccioso.Rocce molto friabili sulla cima e bellissimo il panorama.
Salito in compagnia di Mauro,


[visualizza gita completa con 2 foto]
BELLA GITA SU UNA CIMA "ALTERNATIVA" CHE , SEPPUR CONSIDERATA MINORE AL COSPETTO DEL PIU' RINOMATO E FREQUENTATO "CORBORANT", REGALA COMUNQUE UN PANORAMA UGUALMENTE MOLTO VALIDO SULLE MARITTIME E SULLE COZIE . OTTIMA LA COMPAGNIA DI CLAUDIO , FEDERICA E MIO FRATELLO . UN SALUTO A TUTTI E ... BUONE GITE .

[visualizza gita completa]
gita piacevole in un ambiente severo, non difficile ma lunghetta, con un po' di scrambling (si scriverà così?) alla fine.
Ale ha sempre delle idee brillanti!
Dopo parecchio tempo sono riuscito a ritornare in montagna con Alessandro, compagno di bellissime sgroppate in posti poco frequentati come questo.
Un grazie per la bella giornata anche a suo fratello Cristiano ed alla inossidabile, formidabile Federica,


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: arrivati in auto fino a San Bernolfo
Avevamo voglia di fare una bella salita su neve in Valle Stura di Demonte, e avendo già salito in precedenza le cime principali...la scelta è caduta sulla Punta Gioffredo. Siamo arrivati in auto a San Bernolfo il 14 maggio e abbiamo pernottato al Rifugio Sabarnoui (ormai questo bel rifugio è chiuso..), parlando con il gestore del rifugio abbiamo la conferma che le condizioni sono buone e la neve dovrebbe essere compatta e dalla buona tenuta per la salita di domani. Partiamo presto, appena dopo l'alba e ci incamminiamo nel Vallone di San Bernolfo, nella prima parte del vallone neve a macchie, mentre dai 2100 m. in avanti la copertura è continua. Nella prima parte del vallone la neve era crostosa e non sempre reggeva bene il nostro peso, ma fortunatamente non ce n'era molta e si riusciva a camminare senza dover faticare più del dovuto. Dal primo Lago del Lausfer la neve era più compatta e teneva meglio. Davvero bella ed incantevole la conca superiore del Lausfer, con il Corborant e la Punta Gioffredo che dominavano la scena ! Superata il promontorio roccioso di quota 2640 m. abbiamo poi puntato ad un colletto verso i 2700 m. ma senza raggiungerlo, abbiamo deviato a sinistra salendo in diagonale verso un bel canale che abbiamo risalito su neve buona fino a circa 20 metri dall'uscita, dove abbiamo salito direttamente il bel saltino roccioso della cima invece di aggirarlo a sinistra, non banale questo tratto quando è innevato ! Giornata splendida, con cielo sereno e visibilità ottima, grande ed estesissimo panorama dalla cima ! Ambiente selvaggio e suggestivo, questo angolo di Marittime innevato ha il suo fascino e merita di essere più visitato ! Infatti oggi siamo saliti solamente noi tre il tutto il Vallone di San Bernolfo e di Barbacana, ho visto solo 5 persone in vetta al Corborant e saliti dal Rifugio Migliorero. Siamo saliti in vetta in circa 4,40 ore da San Bernolfo, una bella montagna ed una salita piacevole e divertente che ci è piaciuta molto...meritava decisamente ! Peccato solamente per Alberto che a circa 2700 m. per il poco allenamento e per la stanchezza accumulata durante la salita ha preferito fermarsi e aspettarci seduto su un roccione. In vetta siamo arrivati solo io e Luigi. Anche in discesa nessun problema, non essendo caldo, la neve ha tenuto bene e non si sprofondava...come temevamo inizialmente ! Ci siamo trovati bene, come in passato, al bel Rifugio Sabarnoui di San Bernolfo. Quando pensate di salire la Punta Gioffredo...vi consiglio di farlo ad inizio stagione e/o a maggio, sicuramente più interessante che farlo in estiva su interminabili e faticose pietraie !
Un bel fine settimana trascorso nel Vallone di San Bernolfo, insieme a Luigi C. del CAI Ule di Sestri Ponente e di Alberto A. del CAI Ligure di Genova.


[visualizza gita completa con 10 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 17/03/12 - CARLO 53
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: EE/F :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Sud-Est
    quota partenza (m): 1663
    quota vetta/quota massima (m): 2960
    dislivello salita totale (m): 1297

    Ultime gite di escursionismo

    17/06/19 - Mongioie (Monte) da Pian Marchisio - giody54
    Siamo saliti dal Passo delle Saline e discesi sul versante ovest ancora parzialmente innevato puntando verso la Cima della Brignola per poi scendere nei pratoni verso Gias Gruppetti.Il dislivello tot [...]
    17/06/19 - Revelli Gino (Bivacco) da Forzo per Pian delle Mule - insosta
    Vallone stupendo, molta acqua di disgelo, parecchie cascate gonfie. Molti animali in giro , camosci e stambecchi. Siamo saliti fino alla bergeria delle muande, poi poco dopo ci sarebbe stata neve e n [...]
    17/06/19 - Saut (Cascate del) e Pis del Pesio da Pian delle Gorre, anello - Fiorenza1988
    Il Pis del Pesio non butta acqua, ma molto bello il Salto e la prima cascata che si incontra, quella del gias Fontana. Se volete andare c'è da affrettarsi.
    16/06/19 - Bertrand (Monte) da Monesi - daniele64
    Percorso relativamente facile in parte su sterrate ed in parte su ampi sentieri ben segnati . Qualche attenzione sulla ripida diretta del Bertrand e per le residue chiazze di neve ancora persistenti i [...]
    16/06/19 - Saurel (Cima) dal Lago Nero - insosta
    Facile escursione sopra il lago nero , ottima per famiglie e per chi non ha molto allenamento, facile anche l' aggiunta del lago dei sette colori poco sotto.. Panorama e zona che ripaga molto la vista Gita in famiglia con gli amici
    16/06/19 - Diavolo (Monte del) e quota 2431 m da Campiglia Soana, anello per San Besso e Colle Balma Arietta - climbandtrek
    Sentieri puliti e ben segnati dai bolli di vernice; fatto l'anello, con ambiente veramente bello e appagante, scendendo da alpe Arietta ed Azaria....oggi meritava sicuramente. In discesa un breve cono [...]
    16/06/19 - Mombarone (Colma di) da Trovinasse - windeugenio
    Ci siamo portati ghette e ramponcini perchè avevamo paura di trovare qualche nevaio sulla ripida rampa finale ma potevamo lasciare tutto in auto perchè era tutto pulito. In punta abbiamo trovato un [...]