Ruissas (Monte) da Lausetto

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: tutto ok, ma pochi posti.
quota neve m :: 1500
Con le ciaspole si riesce a partire dalla stradina, ma ancora per poco, molto poco, idem per arrivare al primo gruppetto di case, poi migliora e oggi neve portante fino alla cima; peccato per la nebbia nella parte finale che ha in parte negato la bella panoramica. Assenza di vento e temperature non fredde, lunga sosta e discesa dalla stessa via, con parte finale su .....polenta e prati. Oggi gita mista: io e Maycol con ciastre (unici oggi), Teo, Lurenz, Roberto e Marco ski-alp (meno divertente il loro punto di vista)
Arrivo in cresta
L' ampia vetta
Bel pendio

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: strada pulita sino a Colombata, pochi posti, conviene lasciarla a Lausetto
quota neve m :: 1000
Poca neve nella parte bassa, dopo il ponte. Ci sono più tracce di salita, noi abbiamo seguito quella più a destra salendo, diretta e panoramica visto che percorre la dorsale e poi la cresta sino alla base della rampa finale. Neve ventata sul pendio terminale. In discesa con il caldo la neve ha mollato il giusto per fare delle belle scivolate. Panorama davvero grandioso e molto ampio. Una trentina di sciatori. Consigliata.
Ottimo fine anno nella stupenda val maira. La neve è quella che è, poca,crostosa e un po' ventata, però l'ambiente vale il viaggio. Con le racchette ci si diverte comunque, professione veloce in salita e discesa piacevole. Sviluppo circa 14,5 km e 1220 di dislivello. Grazie ad Anna per l'ottimo consiglio.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: lasciato l'auto a lausetto, ma si potrebbe andare fino a colombata
quota neve m :: 1600
Lunga gita con le ciaspole, e neve molto sfondosa che ci ha fatto tribolare fino in punta. Soprattutto nella lunga salita finale che non finiva più. Però poi bellissimo panorama in cima, dal Monviso al Chersogno fino all'Oronaye! Meritava la faticaccia. A scendere peggio del mattino, neve marcia soprattutto nella parte inferiore, ma in discesa si faticava un pò di meno.
Giornata velata già dal mattino, ma un pò di sole c'era ed essendo tutto esposto non faceva freddo. Anzi il pomeriggio a scendere si moriva di caldo! Grazie alla compagnia di Clot, Stefano e Marco.


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
Ruissas ormai "camminabile",neve poca dai 2300m. Io non ho usato i ramponi ma gli ultimi 200m non avrebbero fatto schifo. Giornata bella da foto con camosci e aquila. Senonchè...un vento impossibile x tutto il mattino: raffiche violente e gelide su tutto il percorso mi hanno costretto a lottare x strappare metri alla montagna, per scendere subito e giungere all'auto..sconvolto. 3 stelle x :la bella cima,i panorami e la neve: della miglior qualità (x me ovviam.) genere "trans" che ci cammini su come Cristo sulle acque..forse.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: strada pulita e percorribile senza problemi fino a Colombata
quota neve m :: 2100
Era da tempo che desideravo ritornare in questo settore della Valle Maira, che da tempo non avevo più avuto modo di frequentare, e mi aveva regalato già belle salite (Cervet, Freide e Albrage). Ci siamo portati in auto fino al rettilineo sopra Colombata, fino a quando la neve non ha sbarrato la strada davanti a noi. Partiti verso le 7,30, seguendo inizialmente la stradina sterrata che portava verso le Grange Durazza ormai ripulita dalla neve, tagliando su pendii erbosi diversi tornanti della stradina fino a raggiungere dapprima le Grange inferiori e poi quelle superiori senza pestare mai neve. Per oltre 1 ora di cammino le ciaspole sono rimaste agganciate allo zaino quindi. La prima neve incontrata (ma solo qualche chiazza) era all'altezza del boschetto di larici. Saliti ancora su pendii erbosi, prendendo rapidamente quota fino a 2150 m dove inizia la copertura nevosa continua. Qui qualcuno (sottoscritto compreso) hanno deciso di salire con le ciastre ai piedi, altri sono saliti senza, la neve era in condizioni ottimali, ben trasformata e crosta portante che consentiva una progressione davvero piacevole e per nulla faticosa (diamine....era ora!!). Qui siamo stati raggiunti da altri due amici che sono partiti da Genova in giornata. Insieme siamo saliti con percorso rapido e diretto verso il Monte Cappel, su neve perfetta (oggi avevo prenotato neve dura, compatta e da ramponi....e sono stato accontentato!!). Superato con percorso piacevole il pendio siamo arrivati al grande e splendido pianoro del Pianagnelier. Traversato il pianoro, alcuni hanno preferito risalire il pendio finale con i ramponi, mentre io e altri due amici siamo saliti invece con le ciastre, su neve dura e sempre molto compatta (più da ramponi che da ciaspole) ma con i ramponcini delle ciaspole si saliva comunque bene e senza problemi di tenuta. Davvero piacevole e molto divertente il pendio finale, su questa neve poi una vera e propria goduria!! Arrivati tutti bene in vetta molto soddisfatti e felici della scelta fatta! Grande Ruissas!! La miglior neve stagionale (almeno per quanto mi riguarda!), giornata spaziale e panorama superlativo! Gran bella gita, una delle migliori della prima parte della stagione insieme al Maderhorn e al Pioltone! Siamo saliti in circa 3,30 ore e tenendo tutti un ottimo ritmo di marcia! Un'oretta di permanenza in cima per ammirare il panorama e dedicarci ai servizi fotografici, poi siamo scesi (utilizzando quasi tutti i ramponi), e la neve ha tenuto ottimamente sul pendio finale, arrivando velocemente al pianoro e al Monte Cappel dove ci siamo concessi una sosta per la pausa pranzo. Poi discesa tranquilla e senza problemi, su neve che non ha mai mollato nonostante la temperatura piuttosto elevata, una bella camminata su erba prima e stradina poi ci ha riportati al parcheggio. Grande gioia ed entusiasmo da parte di tutti, gita meritevole delle 5 stelle senza alcun dubbio, ci stanno tutte! Le cime della zona (Marchisa, Chersogno, Sebolet, Freide e Albrage) sono in ottime condizioni, e ben si prestano ad essere salite con le ciaspole in questo momento....per cui fateci un pensierino sopra! Oggi in vetta al Ruissas eravamo presente solamente noi (per gli scialpinisti ormai è tardi). Visti 4 scialpinisti e un ciaspolatore solitario salire sul Chersogno, altri 4/5 salire verso la Marchisa, e altri ancora salire verso il Freide...questo angolo della Valle Maira era piuttosto gettonato oggi!
Altra riuscita gita sociale del CAI Ligure Genova, organizzata dal sottoscritto con 8 partecipanti : Luigi, Patrizia, Francesca, Fabio, Rosa, Maria Carla e per la prima volta Gianni e Piero, componenti del mitico "Gruppo Sciaccheli" (parola e significato ben nota a tutti i genovesi..!). Fossero sempre così le gite sociali, sarebbe un divertimento e senza avere alcun problema di sorta! Ottimo gruppo e compagnia ideale direi. E' stato un piacere fare conoscenza dei due "sciaccheli", veramente ottimi compagni di gita (ai quali do appuntamento alle prossime gite!). Oggi non avrei potuto chiedere di meglio!


[visualizza gita completa con 23 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: tutto ok fino a colombata
oggi una trentina di macchina alla partenza, arrivato alle 8 e 15 il parcheggio a colombata era gia pieno dunque partito da lausetto. salito i primi 300 m di dislivello con racchette sullo zaino poi al mattino neve portante fino in cima,utili i ramponi per la discesa del pendio dal monte cappel al ruissas, molta ski alp qui altri al chersogno e ciarmetta, alla prossima

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Nulla da segnalare
quota neve m :: 1400
Bella salita con le racchette in una magnifica giornata. Caldo da primavera inoltrata ma la neve ha retto bene. Neve portante e ormai trasformata nella parte bassa. Unico punto di crosta non portante è il pendio finale se preso direttamente sotto la cima ma basta affrontarlo sulla destra (salendo) per trovare bella neve compatta.
Ciaspole dalla macchina e ambiente spettacolare per una gita lunga ma mai noiosa. Bello il pendio finale e l'arrivo in vetta.
Questa volta con le racchette.
In compagnia di Jorasse e degli amici della GEAT. Grazie a tutti i partecipanti!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: senza problemi fino a Colombata
quota neve m :: 1800
Neve assente per i primi venti minuti di cammino.Vento forte a raffiche nella parte alta del percorso, soprattutto al colletto sotto il lungo pendio finale. Neve molto ventata con accumuli di neve polverosa misti a tratti con neve compatta, ma poco portante. Non sono serviti i ramponi. Ottima esposizione al sole. Bellissima visuale.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: strada libera fino a Colombata
quota neve m :: 1800
Neve solo oltre i 1.800, prima solo erba e ghiaccio.In alto innevamento discreto.Salita comoda su vecchia traccia,fuori si sfonda un po su croste da vento varie.Giornata pazzescamente calda con un po di arietta a mitigare solo sul pendio finale. Discesa verso le grange Serri dove l'innevamento è un pochino più abbondante.
Bella giornata con Super e Ilenia.

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada ottima fino a Colombata, con posteggio per una dozzina di auto
quota neve m :: 1600
La vista del Chersogno, dalla cima, è rimasta un sogno....avvolti in un lattiginoso velo di nuvole con una decina di metri di visibilità. Nella prima mattinata e durante il pranzetto il sole, pur tra qualche nuvola, ci ha regalato i suoi raggi. Neve buona in salita, mentre in discesa (iniziata alle 10,30) comincia a far arrabbiare. Bei pendii, aperti, con ampi panorami sull'alta val Maira
Un saluto agli ski-alp incontrati, in particolare ai simpatici che salivano mentre noi iniziavamo a scendere.
Con la simbiotica compagnia (e le ciaspole) di Gian Mario.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Fino a Colombata
quota neve m :: 1500
In salita neve portante, in discesa la parte inferiore era ormai granita, polenta, molto sfondosa. Praticamente assenza di vento e panorama notevole. Visto almeno 60/70 scialpinisti e nessun ciaspolatore. Temperatura molto alta, se continua così l'itinerario è alla fine.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok..
quota neve m :: 1600
Nessun problema in salita ,neve dura ,ottima tenuta anche sui pendii piu' ripidi,non cosi' la discesa dal m.Cappel in giu'si sprofondava parecchio.Se continua questo caldo tra qualche giorno nel primo tratto fino alle grangette sara' pulito
Altra gita con gli amici skialp di Mondovi,oggi sul Ruissas c'era una moltitudine di gente ,oltre 70 skialp ,solo in 5 con le racchette(siamo sempre meno,rispetto al boom di qualche anno fa)Ho tribolato un po' in discesa ,finendo un paio di volte in buche,per niente piacevoli,comunque la giornata era splendida,il panorama favoloso,e abbiamo visto anche tre gipeti,cosa si vuole di piu?Un saluto a tutta la compagnia


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: a tratti sporca prima di acceglio, poi qualche chiazza ghiacciata
quota neve m :: 1500
Bella gita al Ruissas Beach.
Bella temperatura primaverile già in partenza, ci precede un ciaspo-tavolaro che si batterà tutta la traccia (chapeau). Durante la salita un po' di venticello che tutto sommato non ci ha fatto patire troppo caldo, parte bassa con poca neve (ma non aveva nevicato?) però ben rigelata, quindi saliti per la massima pendenza fino al Monte Cappel (salito andata e ritorno). Da qui cambia musica, la neve aumenta (30-40 cm assestati) un po' di neve riportata e crosta da vento morbida, e attacchiamo il pendio finale, bello dritto ma senza grosse difficoltà. Seguiamo la traccia del tavolaro che con qualche zig-zag ci porta in cima, non un filo d'aria! Sostiamo per il pranzo un paio d'ore abbondanti al colletto, in maniche corte!
Discesa tutto sommato piacevole, la neve ha tenuto meglio del previsto e si sprofondava il giusto. Poche scivolate perchè in alto non è ancora ben trasformata.
Oltre a noi in cima il tavolaro, un ciaspolaro e due scialpinisti. Al monte Cappel invasione barbarica di ciaspole (hanno arato l'impossibile).
Naturalmente anche oggi con Wonder Ale e Clot.

le foto qui domani

altro su


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si arriva fino al ponte oltre Colombata
quota neve m :: 2000
Prima parte della gita sulla sterrata,la neve inizia a circa 2000 mt ; in alto neve bella fino sulla cima.Passato per il monte Cappel e su per i ripidi pendii del Ruissas,al ritorno la neve ha mollato un po' in alto e molto in basso.
Le 4 stelle sono per le nuvole che salivano davanti al Chersogno che proprio non si e' visto.
Gita consigliata solo se si ha voglia di portare le racchette sullo zaino e soprattutto se si parte molto presto


[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Una delle ultime gite fattibile con questo tipo di esposizione, neve fin dalla partenza ma con molti buchi soprattutto nella primissima parte della gita. Splendida giornale,caldo fin dalle prime ore del mattino e soprattutto durante l'ultima salita (che sudata)!
Grazie tante a Cristiano per avermi consigliato e fatto con me questa gita e a Livia per l' impareggiabile compagnia. Mitici!


[visualizza gita completa con 2 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: tratti ghiacciati dopo Acceglio
Grazie alle condizioni eccellenti della neve siamo saliti velocemente sino alla base del pendio finale del Ruissas. Ultimo tratto salito a piedi in quanto il pendio era pelato.
Panorama vastissimo e cielo cristallino grazie al forte vento che ci ha accompagnati per buona parte della salita.

[visualizza gita completa con 3 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BR :: [scala difficoltà]
esposizione: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1510
quota vetta/quota massima (m): 2746
dislivello totale (m): 1236

Ultime gite di racchette neve

26/06/18 - Bezin (Pointe Nord e Sud de) Pointe de la Met, Ouille de Tretetes da Pont de la Neige - jdomenico
Neve dall'auto e meteo buono, ma... nevai bucherellati e rigolati senza pietà, abbastanza faticosi (utili le racchette per non dover saltellare!) anche perché la neve ha mollato poco. Raggiunta prim [...]
19/06/18 - Menta (Costa di) dal Lago Serrù - laika58
Oggi una giornata spettacolare non una nuvola ed un sole caldo mitigato da un'arietta di sottofondo - Strada chiusa alla diga del Serrù, partenza con le ciaspole sullo zaino seguendo la strada taglia [...]
17/06/18 - Rossa (Rocca) - Pic Brusalana giro del Pic d'Asti per Breche Ruine e Sella d'Asti - patrick77
partiti dal colle alle 7.20 primi pendii privi di neve, alcune chiazze. Fatto un pezzo di sentiero per il Pan di Zucchero, poi prima di iniziare la salita più ripida fatto un traverso su neve arrivan [...]
16/06/18 - Gran Paradiso da Pont Valsavarenche - flavius
Neve pressochè continua dal rifugio. Ottimo rigelo. Neve dura nella parte bassa che non ha mollato nemmeno al pomeriggio. Dopo la schiena d'asino tappeto di perfetto firn primaverile. Innevamento anc [...]
14/06/18 - Giasson (Becca di) da Usellieres - Viper
Quoto in pieno la relazione di Mowgli, con cui ho effettuato la gita; aggiungo solo che se la neve é ben rigelata (come l'abbiamo trovata noi) si può salire con i ramponi, non servono nemmeno le rac [...]
10/06/18 - Ghicet di Sea da Pian della Mussa - gino74
neve continua dal piano Ciamarella sino in cima, usati ramponi per valicare i pendii sommitali.
09/06/18 - San Matteo (Punta) dal Passo Gavia - flavius
Portage di 1h e 30 minuti per noi ciaspolatori (non conviene cercare di seguire i traversi a mezzacosta con tracce di sci lungo le lingue di neve del versante nord della Sforzellina: molto più comoda [...]