Bonatti Walter (Rifugio) da La Palud

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Nessun problema. Parcheggiato alla partenza della pista di fondo.
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Davvero belle condizioni di neve polverosa nel bosco, tuttavia bisogna percorrere 5 km in piano prima di raggiungere il sentiero estivo che conduce al rifugio.
Io ho utilizzato la tecnica del pattinato, con sci e scarponi in modalità discesa.
Ho tracciato da solo in circa 40 cm di polvere leggerissima. Con pericolo 4 non mi sono azzardato ad andare oltre il rifugio, la neve incominciava essere ventata e si notavano enormi accumuli.
In discesa bella farina veloce. Non ho toccato nessun sasso. Nessun altra traccia in giro.
Bellissimo il locale invernale, addirittura dotato di parquet!
Nessuno in giro, tranne qualche camminatore a fianco delle piste e qualche fondista.

Bosco
Ultimo tratto in vista della rifugio, qui la neve è crostosa e ventata in molte zone
Panoramica a Monte del Rifugio
Ultimo tratto in vista del Pianoro in discesa

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Con navetta da Entreves a Planpincieux (3€ A/R)
quota neve m :: 900
attrezzatura :: scialpinistica
Gita pomeridiana. Vento teso da N/E che ha rimaneggiato in modo pesante la tanta neve fresca al suolo (Le tracce vecchie sono in rilievo rispetto al suolo, e nei prati finali in 30 minuti il vento ricopre le profonde tracce di salita...). Molte slavine, anche grandi, sui versanti del vallone di Malatrà ricordano che l'ambiente è severo ed i rischi ad avventurarsi oltre esistono per davvero.
Discesa: spettacolare su farina leggerissima, anche nel bosco, fino a Lavachey (Il vento da N/E ha tirato sui pendii di discesa la neve fresca - probabilmente mai toccata dal sole - che è caduta nel fondo del Vallone di Malatrà).
...è anche vero che oggi ero in giro per testare il "doping" per gli sci, quindi anche gli sci "normodotati" tritavano tutto e scorrevano come saette!
Al rifugio, aperto, soltanto una coppia di scialpinisti francesi. Valle deserta per tutto il ritorno, ed è una rarità vista la frequentazione del luogo.
Nota: attenzione che l'ultima navetta scende alle 17:30!


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 1400
Lungo avvicinamento un po' monotono fino a Lavachey ma il panorama della Val Ferret e' una medicina contro la noia del percorso.
Inizia il bosco ed e' tutta un'altra musica,poi arrivano i dossi di neve fresca con manto di quasi un metro fino al rifugio.
Solo tre stelle per il lungo avvicinamento.
La traccia l'abbiamo fatta noi sfruttando pero' quella fatta da due ciaspolatori che ci precedevano e quindi la fatica e' stata minima.
Discesa entusiasmante in farina di 50-60 cm. fino al bosco,qui la neve diventa piu' pesante e umida ma ancora sciabile fino a 100 mt. di dislivello dal pianoro della valle.
Ringraziamo i due ciaspolatori che ci hanno agevolato con la loro traccia.
Nessun altro in giro.


[visualizza gita completa con 5 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: bosco rado
difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 1300
quota vetta/quota massima (m): 2025
dislivello totale (m): 725

Ultime gite di sci alpinismo

16/02/20 - Autaret (Testa dell') da Sant'Anna - lupo alberto
Qualità della neve oltre le più rosee aspettative, farinella pressata nelle combe e dorsali in primaverile ancora discretamente liscia. Divertente anche dentro le Barricate e sotto il Ceiol.
16/02/20 - Tarantschun (Piz) da Wegenstein - coboldo
Saliti dalla stradina poco prima di Wergenstein, c'è poca neve fino alle baite Dumagns (m 1797), ma sufficiente anche grazie alla recente nevicata. Dalle baite in su innevamento adeguato con 20-30 cm [...]
16/02/20 - Valletta (Punta) da Cerisey, anello valloni Citrin e Serena - macgyver
Saliti al colletto e scesi nel canale sottostante. In alto neve densa e gessosa molto energetica da sciare. Si tocca il fondo duro e ghiacciato. In basso migliora ma si tocca sempre. Nel bosco ravanam [...]
16/02/20 - Sberna Sebastiano e Renzo (Bivacco) da Pravieux - old bear
Saliti dal parcheggio seguendo il sentiero estivo. Innevamento molto al limite sul sentiero nella parte bassa del bosco con molti rami spezzati dal vento e parecchi tratti con ghiaccio, in salita oggi [...]
16/02/20 - Chaleby (Col) quota 2695 m da Lignan - bunny56
Solo per informare che è stata ritrovata una maschera da sci poco sotto l’alpeggio Fontaney a circa 2200 m. di quota. E’ stata consegnata al ristorante La Barma di Lignan.
16/02/20 - Valfredda (Punta) e Punta Valnera da Estoul, anello - giulia galdelli
Gita in senso contrario rispetto all'itinerario suggerito. Partenza da Estoul, passando per Murassa, e passaggio all'ante-cima della Punta Valnera. Scesi poi una ottantina di metri di dislivello (sen [...]
16/02/20 - Rochers Charniers (Pointe des) da Montgenevre, giro per Pian dei Morti e Colle Chaberton - gianluca.massimo
Oggi temperature alte in basso. In alto in po'di aria ha mantenuto la neve dura. Velature hanno tolto un po di contrasto. Utili i rampant. Discesa : ci sono zone di farina ventata alternata a pla [...]