Pierassin (Monte) da le Pontet, per il Vallone del Rio Oronaye

neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Tanta neve. pochi posti (strada del colle ok), neve dall'auto.
Partenza alle 9 con -7° e prima parte della gita tutta all’ombra; bella traccia fino all’inizio del Lac D’Oronaye, poi tutto da tracciare fino in cima (curiosamente un’unica vecchia traccia di discesa di sci). Da qui la cosa si fa faticosa ma piacevole: crosta sul lago, ma per tutto il pendio-canalone fino al Colle Pierassin neve fresca, più o meno compressa. Traverso finale con uscita al colle e poi la breve cresta per la vetta; un’ora buona per il tratto lago-vetta (15 minuti per la discesa…). In vetta alle 11.20 e sosta di poco più di 20 min a causa della gelida brezza peculiare di questa gita. Tornando percorro breve parte della cresta e poi scendo direttamente senza ripassare dal colle: tutto molto bello e anche qualche tratto in polvere. Sosta al lago per mangiare qualcosa, dove incontro due racchettari (un saluto) che decidono di salire anche loro al Pierassin. Da qui in poi mi tengo quasi sempre sulla traccia battuta, a causa della faticosa crosta: all’auto alle 13.30, non molto caldo.Anche se oggi c’era gente verso Manse, Oronaye e Vanclava, in generale è tutto poco ravanato.
Bella traccia, niente ravanato
Intonso il Lac D'Oronaye e il Pierassin (in alto a dx)
Prima parte del pendio-canale
Parte mediana, superiore e cresta finale
Quasi al colle (sguardo indietro)
Traccia di salita con uscita al Colle Pierassin
Oronaye dalla vetta
Discesa senza ripassare dal colle
Neve spettacolare!
Uscita dal Lac D'Oronaye

[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Molte auto al Colle Maddalena
quota neve m :: 1800
Già abbastanza contesi i pochi posti auto dello slargo di Le Pontet alle 8, ora in cui parto (con -2°); infatti al ritorno ci sarà una lunga fila di auto. Parte bassa su neve portante molto battuta, poi si abbandona la direzione verso Le Manse e si svolta a dx verso il Lac d’Oronaye, sempre su traccia già fatta. Con le racchette conviene andare fino al fondo del lago e salire il pendio-canale verso il Pierassin direttamente dalla sua base, perché gli scialpinisti hanno tracciato prima con lunghi traversi.
La bella traccia dentro il pendio esce al Colle Pierassin (2636, bella vista sul vicino Monte della Signora) e poi facilmente in vetta per l’ampia cresta nord-ovest. In cima alle 10.30, primo arrivato per una mezzoretta, poi una lunga fila di scialpinisti partiti più tardi ,di cui qualcuno conosciuto.Bella discesa del pendio-canale in prevalenza su farina , alternata a qualche tratto duro e alle tracce rigelate di discesa degli sciatori.Tutta la gita con brezza leggera e fredda, tranne sulla parte bassa in prossimità di Le Pontet, dove scaldava ormai bene verso le 13, ora in cui sono arrivato all’auto. Oggi molta gente sui vari itinerari.


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: pochi spazi
quota neve m :: 1800
Risaliamo il vallone dell'Oronaye tra vento e nebbie vaganti..a nascondere un vero e proprio, e sempre piu' visibile, muro di nuvoloni di media quota e stazionario proprio alla fine del vallone...proprio poco oltre il nostro intero itinerario di salita.. e di li non si e' mosso, lasciandoci piena visibilita' man mano che salivamo e man mano che la nebbia andava dissolvendosi !!! e che culo !!
pendio ben tracciato da due gruppi prima di noi..in vetta vento gelido..discesa veloce dopo qualche minuto di sosta...anzi, velocissima...visto il pendio ''farinoso''..ottimizzando i tempi per una puntatina alle Manse !!
Con Andrea...direi soddisfatto della discesa...e io pure !!


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Strada del Colle Maddalena pulita.
quota neve m :: 1900
Partito poco prima delle 9.00 da Le Pontet con -9°.Un po’ di neve nuova sulle tracce fino al Lago Oronaye;tutto intonso il
pendio-canale per Colle Pierassin.Qui molta farina alternata a tratti di neve compattata dal vento.In vetta alle 11.15,con
breve sosta a causa dell’aria gelida.Discesa rapida e divertente e poi tutta la parte mediana della gita su neve ancora piu’
o meno portante;faticosa la parte bassa, con zoccolo continuo nella neve ormai cotta dal sole(+2° all’arrivo).
All’auto alle 13.10,giornata magnifica e decisamente fredda in quota,nessun’altro da questa parte.Ottimo pranzo al Rifugio della Pace.In generale buon innevamento,ma anche vari pendii pelati dall'azione del vento(in prevalenza quelli a sud).



[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Colle Maddalena aperto.
quota neve m :: 1300
Finalmente di nuovo condizioni ragionevoli:-3° alla partenza alle 7.30 e freddo per tutta la gita.Neve dall'auto,con copertura continua anche nel primo tratto,bella dura e portante fino all'inizio dell'ampio pendio-canale per in Colle Pierassin.Prima parte del pendio ancora su neve dura e poi neve ventata morbida,mai faticosa,fino al colle.Quindi di nuovo dura sul breve tratto di cresta finale.In vetta alle 9.10,con breve sosta a causa del vento fortissimo,con folate tali da spostare una persona.Calma di vento scendendo nel canale e poi breve digressione fino al Colle di Roburent.Gran parte del ritorno di fronte ad aria gelida,proveniente dalla Francia,che mi ha gelato faccia e mani,seppure con i guanti spessi.Ultima parte,al riparo dall' aria,decisamente piu' calda con arrivo all'auto alle 11.15(solo 5°,comunque).


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
bella. giornata splendida e bella salita. noi abbiamo fatto il percorso B della relazione x la rampa-canale che porta in cresta presso il colle pierassin. oggi grandi vedute dalla cima e dal percorso.ambiente del vallone oronaye sempre bello bello.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento dura
note su accesso stradale :: arrivato in auto fino a Le Pontet m. 1948 (Colle della Maddalena)
quota neve m :: 2200
Avendo solamente domenica a mia disposizione, e non volendo fare un viaggio troppo lungo dalla mia città di partenza, ho scelto di salire sul Monte Pierassin dal Vallone del Rio Oronaye. Sono arrivato al parcheggio del ponticello sul Rio Oronaye intorno alle 8,00, mi preparo velocemente e parto. La prima parte nel vallone ha poca neve, solo chiazze qua è là, solo dai 2200 metri in sù la copertura nevosa è continua. Calzate le ciaspole seguo una buona traccia che sale sui pendii di sinistra...stavolta mi trovo davanti una specie di...autostrada ! Nei giorni precedenti saranno passati anche oltre 100 scialpinisti a giudicare dal solco e da come è battuto il vallone..! Seguendo "l'autostrada" proseguo la mia salita senza faticare, oltrepasso il bel laghetto ghiacciato dell'Oronaye e poi salgo il pendio che porta al Colle Pierassin, anche questo seguendo un'ottima traccia fatta da diversi scialpinisti. Da qui in breve raggiungo il grande ometto di pietre della cima. Il panorama che si apre davanti ai miei occhi è veramente splendido...con l'Oronaye a dominare la scena e le Alpi Marittime della Valle Stura sull'altro versante a fare da degno contraltare, oltre a una buona parte della Valle Ubaye. Un punto panoramico davvero notevole ! Ho avuto anche la fortuna di arrivare quassù con una giornata notevole, con cielo sereno e visibilità ottimale in tutte le direzioni. Oggi al Pierassin, sono salito solamente io e altri 4 scialpinisti di Cuneo, mentre nel vallone di salita e verso il Vanclava...almeno 30 persone sono passate. Gita semplice e tranquilla, che mi è piaciuta e ha ripagato le mie aspettative...meritava !
Gita fatta in giornata da Genova, in solitaria per una rinuncia dell'ultimo minuto e un "pacco" preso prima di partire...ma sono partito ugualmente...la giornata era troppo bella per rinunciare !


[visualizza gita completa con 10 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 15/11/09 - riku73
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: pendii ampi
    difficoltà: BR :: [scala difficoltà]
    esposizione: Nord-Ovest
    quota partenza (m): 1948
    quota vetta/quota massima (m): 2761
    dislivello totale (m): 813

    Ultime gite di racchette neve

    19/06/18 - Menta (Costa di) dal Lago Serrù - laika58
    Oggi una giornata spettacolare non una nuvola ed un sole caldo mitigato da un'arietta di sottofondo - Strada chiusa alla diga del Serrù, partenza con le ciaspole sullo zaino seguendo la strada taglia [...]
    17/06/18 - Rossa (Rocca) - Pic Brusalana giro del Pic d'Asti per Breche Ruine e Sella d'Asti - patrick77
    partiti dal colle alle 7.20 primi pendii privi di neve, alcune chiazze. Fatto un pezzo di sentiero per il Pan di Zucchero, poi prima di iniziare la salita più ripida fatto un traverso su neve arrivan [...]
    14/06/18 - Giasson (Becca di) da Usellieres - Viper
    Quoto in pieno la relazione di Mowgli, con cui ho effettuato la gita; aggiungo solo che se la neve é ben rigelata (come l'abbiamo trovata noi) si può salire con i ramponi, non servono nemmeno le rac [...]
    10/06/18 - Ghicet di Sea da Pian della Mussa - gino74
    neve continua dal piano Ciamarella sino in cima, usati ramponi per valicare i pendii sommitali.
    09/06/18 - San Matteo (Punta) dal Passo Gavia - flavius
    Portage di 1h e 30 minuti per noi ciaspolatori (non conviene cercare di seguire i traversi a mezzacosta con tracce di sci lungo le lingue di neve del versante nord della Sforzellina: molto più comoda [...]
    09/06/18 - Piatou (Pointes de la) da l'Ecot per il Refuge des Evettes - patrick77
    Un saluto a jdomenico con cui abbiamo condiviso la seconda parte della gita, così ci ha aiutato a battere la traccia! Noi nella parte iniziale abbiamo seguito tutto il sentiero, facendo alcuni traver [...]
    09/06/18 - Nivolet (Colle del) da Chiapili di Sopra - laika58
    Oggi una bella giornata di sole e calda - Strada ripulita dalle frese sino al 2° tornante dopo il lago Agnel, tra muri di neve - Calzato le ciaspole dopo il lago e risaliti lungo il pendio che costeg [...]