Miravidi (Monte) e Punta dei Ghiacciai dal Lago Verney

Ancora tanta neve inaspettata.
Non utilizzato racchette su tutto il percorso, lasciate direttamente in auto, ma utili i ramponi sul ghiacciaio.
Neve buona e portante, che ha tenuto abbastanza anche al ritorno
Fatta traversata fino alla vicina punta dei Ghiacciai, anche questa semplice e con bella crestina rocciosa finale
In compagnia di Monica Vittorio Flavio e Federica


penddi terminali del miravidi
in discesa dal miravidi
punta dei ghiacciai

[visualizza gita completa con 11 foto]
note su accesso stradale :: Ok fino al lago Verney, parcheggio lungo la strada per il P.S.Bernardo
Seguito il sentiero 14 (non molte indicazioni, al primo bivio tenersi sulla stradina di dx) passando parecchi nevai fin da subito. Per guadare il torrente Torveraz, piuttosto impetuoso già dal mattino, lo abbiamo costeggiato risalendo un dosso erboso per qualche decina di metri e attraversandolo su nevaio, per poi riabbassarci su tracce e riguadagnare il sentiero sul lato sx orog. del valloncello che scende dal colle della Pointe Rousse. Neve trasformata e mai troppo dura o sfondosa né all'andata nè al ritorno, pressoché continua fino in cima da q. 2400 circa (dalla conca sotto il colle della Pointe Rousse). Dal piccolo ripiano che si affaccia sul laghetto della Pointe Rousse ci siamo tenuti a sx compiendo un lungo traverso ascendente su pendio piuttosto ripido, percorso sul quale avevo qualche dubbio avendo letto nelle relazioni di chi ci ha preceduti che occorreva continuare fino al lago Tormotta. Questa opzione può andare bene con le attuali condizioni di innevamento e con il tipo di neve trovata perché si evitano un paio di saliscendi. Continuato in traverso sino a raggiungere la morena di sfasciumi parzialmente scoperta che delimita a dx (salendo) il Glacier de l’Hermite per poi risalirla verso SO fino al punto culminante (la q. 2618 indicata sulla cartina n.2 - L'Escursionista) Qui, indossati i ramponi abbiamo proseguito per i dolci pendii del Glacier Meridional d’Arguerey completamente innevati. Molto caldo nelle conche, arietta freschina in vetta, panorami mozzafiato verso Bianco, Aiguille des Glaciers e Trelatete. Scesi e risaliti anche alla Punta dei Ghiacciai. Al ritorno, dal culmine della morena ci siamo spostati a dx (ovest) ricongiungendoci per nevaio un po' meno ripido al percorso di andata.
Per cogliere al meglio questo meraviglioso vallone però, consiglierei di aspettare che sciolga un po’ di neve in basso, in modo da apprezzare il contrasto fra i colori delle fioriture e il bianco della neve.
Oggi con Tiziana, Vittorio, Flavio e Federica. Un arrivederci presto (si spera!) a Brunello 56 che ci ha raggiunti alla macchina per un saluto.


[visualizza gita completa con 14 foto]
note su accesso stradale :: Con navetta Alis Graia al lLago di Verney
Oggi salita ma clamoroso fiasco al Miravidi. Sono salito bene fino al pianoro che si affaccia sul Ghiacciaio Meridionale d’Arguerey, forse lasciando il sentiero n. 14 con un po’ d’anticipo, poi ho individuato come via di salita al colle quella che sta alla base della cresta e sembra costeggiare il ghiacciaio. Purtroppo la realtà è stata diversa dalle aspettative: quello che sembrava terreno erano in realtà detriti su ghiaccio vivo, quindi grande fatica nella progressione. Messi i ramponi la situazione è migliorata, mi sono portato sul ghiacciaio ma poi arrivato in vista dei crepacci (stretti per fortuna) ho desistito, più per disamore e scarso entusiasmo che per vera difficoltà tecnica.
Intanto il tempo peggiorava, per il ritorno ho scelto di rientrare a La Cretaz dal vallone del Breuil, e sulla strada sterrata grande lavata sotto uno scroscio di breve durata ma di grande intensità. Peggio di così ….
Comunque la via di accesso al Miravidi è lineare: scesi dal Colle della Pointe Rouse si prosegue sul sentiero 14 fino a lasciarsi sulla destra il lago di Tormotta e si abbandona il sentiero quando questo arriva alla piana dove scende il torrente proveniente dal Ghiaccio d’Hermite. Sono presenti parecchi ometti che individuano il bivio.

Anche oggi in compagnia di Frank. Vista dopo non era gita per lui, ed è anche per questo che sono rientrato, però lui è salito sul ghiacciaio ed ha proseguito senza patemi, completamente indifferente ai crepacci.
E grazie alla moglie per il recupero a La Cretaz. Purtroppo niente merenda a Lo Riondet, troppo impegnati ad asciugare cane ed occuparci di indumenti e ottiche bagnate.



[visualizza gita completa]
Partito dal lago di Verney alle 7,30 sul sentiero n.14 quasi totalmente esente da neve che inizia dopo lo scavalcamento del colle della Pointe Rousse ,superati i due sali-scendi si arriva sopra il lago Tormottà (ancora ghiacciato) ,svoltare decisamente a sinistra e seguire gli ometti visibili,il più importante lo si vede anche nella foto che ho fatto,successivamente si sale sempre su glacionevai fino in vetta,utili i ramponi,essenziali in caso di forte rigelo.
Tempo di percorrenza: ore 3,45-4,15 secondo il passo ,le soste e la conoscenza del percorso.
Discesa sul medesimo tracciato.
Bellissima gita con buon dislivello e lungo avvicinamento,fatta in completa solitudine,solo qualche marmotta ogni tanto a farmi compagnia,ho avuto molta fortuna col tempo decisamente variabile ,il fresco ha mantenuto molto bene la neve che non ha ceduto nemmeno al ritorno.
Consigliabile anche unita alla Lechaud se il tempo lo permette...(ed anche la forza fisica)


[visualizza gita completa con 9 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 13/05/04 - gianmario55
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: EE/F :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Sud-Est
    quota partenza (m): 2080
    quota vetta/quota massima (m): 3065
    dislivello salita totale (m): 1200

    Ultime gite di escursionismo

    03/06/20 - Appenna (Monte) da Grange Argentera - teddy
    Bella passeggiata su pratoni fioriti prima e ultimi nevai sotto il colle Clapis che è meglio evitare senza ramponi come fatto da noi, uscendo a dx dell'elevazione con palo a sua volta a dx del caratt [...]
    03/06/20 - Soglio (Monte) dal Santuario dei Milani - abaandrea
    Giro ad anello salendo da Milani di Forno per percorso normale, discesa dal versante est(verso Mares) fino al termine del primo tratto in discesa (piano della Pessa). Si scende per tracce a sud-est (d [...]
    03/06/20 - Ferra (Monte) da Sant'Anna per il vallone di Reisassa - test95
    Giornata relax x recuperare le fatiche dell'oronaye. Itinerario molto diretto e remunerativo nella magnifica cornice della valle varaita unico neo l'erba alta nel tratto di passaggio sopra la borgata [...]
    03/06/20 - Andolla (Passo e Rifugio) da Cheggio - rolly52
    Bellissimo luogo che ho scoperto oggi . ci sono alcuni nevai da attraversare , l’ultimo salendo e’ decisamente ostico poiché crollato ai bordi( fa uno scalino assai disagevole) Rifugio in fase [...]
    03/06/20 - Barel (Auta di) da Pontebernardo, anello per il Colletto dei Becchi Rossi - lonely_troll
    E' veramente strano che una mulattiera cosi ben costruita e panoramica, larga quanto una stradina di campagna, sia stata completamente dimenticata. Dopo molti anni da quando l'ho percorsa in discesa a [...]
    02/06/20 - Santanel (Lago) da Piamprato, anello per il Lago Teppon - alfonsom
    saliti al Lago secondo la relazione. In discesa siamo passati per le Gr. Marmotta e volevamo scendere percorrendo vecchio sentiero sulla destra orografica del torrente. Ci sono ancora dei segni ma le [...]
    02/06/20 - Aver (Becca d') e Cima Longhede da Champlong, anello per Ronc e il Col des Bornes - enri61
    Splendida escursione molto panoramica.Percorso bello tra sentieri in ordine e ben evidenti , e ampie dorsali. Lasciata la macchina all'area picnic di Champlong (1645) , preso la poderale fino al Col [...]