Savina (Punta) Megacouloir

condizioni ghiaccio :: Appena sufficiente
Sottoscrivo ciò che ha detto Albertber. Aggiungo solo che come friend abbiamo utilizzato un micro e poi dallo 0.4 all'1 BD. Lasciato un chiodo rosso sul terzo o quarto tiro, ottimo per non rischiare di fare il bagno. Tiro centrale dalla grotta decisamente un palo, con l'uscita esile esile. Grazie a Micky siamo riusciti a passare tutti quanti :) Seconda parte della salita ancora piuttosto lunga su per canali e brevi salti di roccia e ghiaccio.

Le foto rendono l'idea. Comunque sia, anche questa al terzo giro è andata! ...ma sarei curioso di rifarla un giorno con condizioni un pò più "umane". Giornata piena e ricca di blasfemia con quei tre pazzi di Micky, Tommy e Bertu!


[visualizza gita completa con 5 foto]
condizioni ghiaccio :: da scarse a discrete
tipo ghiaccio :: da plastico a spaccoso
note su accesso stradale :: ghiaccio su strada a partire da bivio Rovine-S. Giacomo
quota neve m :: 2000
Risicato al massimo. Necessario del pelo: io, senza barba, sempre da secondo.

Ghiaccio talvolta quasi inesistente, utili chiodi da roccia, friends e nuts.

Soste generalmente da attrezzare.

Condizioni nivologiche: canale magrissimo, poca neve ma quasi sempre ben portante.

In discesa dal colletto (non proprio banale) copertura nevosa pari a circa il 70 %. Dove manca neve, affiora terreno molto ghiacciato.

(Veramente da panico con un innevamento consono alla stagione)
Unica... Consigliata a chi vuole godere.

"Siamo solo noi, che tra demonio e santità è lo stesso, basta che ci sia posto"

Con Michi, Tommy e Liviell


[visualizza gita completa]
direi oggi una alpinata veramente completa , nata da me , facendo un giro di tel ai soci che poteva interessare , e per approfittare di ferie da fare e condizioni meteo buone prima del maltempo in arrivo,con molto piacere ho fatto la salita con marco a 30 anni dalla sua prima salita qui, e al socio di sempre dario che da anni mi parlava del Mega ,ivo fedele a seguirci in queste imprese.i nostri tempi, 2h dal bivio rovine -san giacomo all'attacco, 5 x la salita fin al colletto, 3,30' rientro all'auto,gran giornatona. PS se qualcuno ci sa dire da dove provengono i rumori sinisti di esplosione , dubitiamo di mine in zona roashia -vernante?, ci hanno accompagnato tutto il tempo , all'inizio canale ci a messo un pò in dubbio, (ma non si e mai mosso nulla)--- giusto ma oggi era lavorativo!, giorno di ferie ben speso.
,


[visualizza gita completa con 4 foto]
condizioni ghiaccio :: Buono
tipo ghiaccio :: Plastico
note su accesso stradale :: Libero fino al bivio per San Giacomo alla fine della diga
Ha detto tutto Podina e Baley 93, io aggiungo che i frend possono servire , nel complesso bella alpinata completa , la parte di ghiaccio non è difficile, è un buon allenamento, bello l'ambiente, molta neve nella parte finale , per fortuna il trattore Bill a tracciato tutta la parte finale. Con Marco, Dario , Maurizio

[visualizza gita completa]
condizioni ghiaccio :: buone, alcuni tratti esili risentono delle temperature in salita
tipo ghiaccio :: plastico
note su accesso stradale :: si parte dalla diga della Piastra quota 970
quota neve m :: 900
Ritorno dopo 30 anni esatti (1987) su questo bel pezzo di storia delle marittime; non è più lo spauracchio di quegli anni e per via delle valanghe, che hanno già spazzato quest'anno più volte il couloir, il ghiaccio è simile a quello delle goulottes classiche e non a quello straordinario ghiacciarsi a foglie e petali sui fianchi della forra come in inverni più secchi..Nel complesso una bella "alpinata" in ambiente serio e magnifico..i due tiri finali su teppe quasi verticali sono ancora impegnativi..oggi ha nevicato tutto il giorno e per uscire in alcuni tratti la neve arriva sino alla vita, idem la discesa, che non và assolutamente sottovalutata, anche nella forra finale. Inutile dire quindi di attendere di nuovo condizioni di tempo stabile e stop alle nevicate, oltre ad un riabbassamento delle temperature.. La lunghezza della salita qui riportata è completamente errata, dall'attacco sono 850 metri oltre all'avvicinamento non proprio plasir dalla diga della Piastra..
Oggi una bellissima giornata insieme a Dario, Bill e Ivo che lo sognavano da anni

[visualizza gita completa con 3 foto]
condizioni ghiaccio :: buono
note su accesso stradale :: strada fatta fino a bivio per san giacomo
Che perla , questa é veramente una salita perfetta sotto ogni punto di vista... Prima parte su ghiaccio in un colatoio veramente suggestivo poi un canale bello lungo che sbocca al colle dei camosci....
Che ambiente!! Le marittime non deludono mai, e la val gesso é sempre un posto selvaggio... Figuriamoci in inverno...

Avvicinamento comodo con traccia ben battuta, in meno di due ore a piedi..

Condizioni della via: Primo tiro ben salibile e ben proteggibile ,poi brevi salti di ghiaccio intervallati da tratti di neve durissima , dopo i caratteristici tiri centrali dentro alla gola, un tiro risulta veramente scarso di ghiaccio ma salibile, poi ancora un risalto e poi il salto finale, veramente bello, anche se suonava parecchio vuoto.. Il canale superiore é in ottime condizioni, ultimi metri su erba ripida.
Come meteriale bastano 8 viti , ma indispensabili i chiodi da roccia , almeno due a lama e un paio universali... Friend e nut inutili

Al primo caldo probabilmente la linea sparirá, oggi, dopo un periodo di freddo di due settimane era quasi al limite...
Consigliabile farla quando non c e neve in modo da non trovarne molta nei tiri centrali, come successo a noi....
La cascata inoltre si vede gia da san giacomo.. Si vedono solo primo e ultimo tiro, se sono formati é facile che ci sia tutto...

Super giornata piena con Diego e gole!! Un saluto a ga e socio che hanno fatto la via con noi

W le marittime

Ps. Cascate in valle quasi tutte ben formate, compresa solarium

[visualizza gita completa con 9 foto]
gita di sopralluogo,con grande omar che mi a seguito in questo ingaggio, alla nostra prima gita insieme .la strada era aperta fin oltre la diga 1km , al bivio x il vallone x san giacomo ,parcheggiamo ,ci sono due transenne mentre x il chiotas era aperto, in 2h siamo ai piedi del mega gia avvistato dopo un ora di cammino ,andiam fino alla sua base e lui cè ma in formazione fa acqua da tutte le parti,il cascatone finale e solo poco formato ai lati ed al c'entro cè acqua,poi in su neve ma a binocolo non sembra molta ,e si e visto bene l'uscita sulla sella dei camosci come descritto sulla guida MONTAGNE D'OC di nanni villani fulvio scotto,andrea parodi.(tra l'altro ben specifica x i passaggi di ghiacchio )pochissimo innevamento in tutta la zona , unica pecca e mancato il gelo (ASPETTIAMO L'ERA GLACIALE 4)poi abbiam proseguito fino al fondo del vallone x gustarci un ottimo spuntino in compagnia di tanti camosci . BUON ANNO A TUTTI.

[visualizza gita completa con 15 foto]
condizioni ghiaccio :: Sufficente
tipo ghiaccio :: Morbido
note su accesso stradale :: Strada chiusa si parte dalla diga
Avvicinamento:
c'é una crosta infida che si rompe ad ogni passo, consigliate le ciaspole circa 2h 30 per l'avvicinamento.
Salita:
6 o 7 viti da ghiaccio, qualche chiodo da roccia, friend in caso si esca a SX sull'ultimo salto.
Tutte le soste sono da fare
Discesa: per canali
Entrare in val Gesso in inverno é sempre un viaggio, ma pienamente ripagato dall'ambiente.
Dopo 2h ore di cammino, iniziamo a vedere P.ta Savina ma lei é completamente spoglia di neve... ma il Megacouloir c'é?
Arriviamo all'attacco molto demoralizzati, solo 2 tiri sembrano formati .... attacchiamo ugualmente e pian piano che andiamo su lui c'é tutto, sempre nascosto e tutto da scoprire... salita bellissima in ambiente selvaggio.
L'unica pecca l'ultimo tiro non é ancora formato del tutto ed allora usciamo a SX in un diedro, un pò di misto... un pò di placca ... il tutto molto ma molto poco proteggibile..
la salita di ghiaccio é terminata.. siamo leggermente spostati a SX, non rientriamo più nel canale ma risaliamo per rocce ed erba (300/400 m) fino a dove poi attraversiamo a SX (vista la montagna) per intraprendere la discesa che ci riporta al pianoro.
Il Mega c'é discetamente formato (eccezione ultimo salto).. non difficile tecnicamente ma di grande soddisfazione.
Attenzione: in caso di neve sui pendii sovrastanti il couloir é fortemente a rischio di valanghe.
Un salutone a Fra, Andre, Paolo e Luc.


[visualizza gita completa]
condizioni ghiaccio :: buone
tipo ghiaccio :: compatto
bellisimo couloir di ambiente.1° tiro ben formato poi molto canale fino al tiro dopo il masso incastrato,bellissimo il cascatone e la stalattite finale.traccia battuta fino al pian del Rasur.Occhio alla discesa con neve fino al ginocchio.giornata freddissimo.grandissimo Claudio..io un pò meno.

[visualizza gita completa con 1 foto]
condizioni ghiaccio :: SCARSO
tipo ghiaccio :: UMIDO
BELLISSIMA ANCHE SE FORMATA AL LIMITE PER PASSARE, DA NON PERDERE.

[visualizza gita completa]
freddo e poca neve. Condizioni buone per questa via "magico ponte di cristallo".Ambiente fiabesco.
Tiri corti (a parte il 1° e l'ultimo) ma tecnici/delicati.
Okkio al rialzo termico previsto: certe lunghezze penso possano crollare in poco tempo.


[visualizza gita completa]
condizioni ghiaccio :: abbondante
tipo ghiaccio :: da morbido a plastico
note su accesso stradale :: ..
quota neve m :: 1400
prime lunghezze magiche un delicate tipiche di goulotte, salto centrale cascatoso, poi discontinuo
sul salto centrale mi si sono staccati entrambi i ramponi (da primo) meno male xche usavo i cordini: appeso, risistemato, ripartito! con Tambo, dopo aver rinunciato alle Barricate appena crollate.


[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: III :: 4 :: [scala difficoltà]
esposizione: Nord-Ovest
quota base cascata (m): 1450
sviluppo cascata (m): 400
dislivello avvicinamento (m): 450

Ultime gite di cascate ghiaccio

26/03/19 - Lillaz Gully - cheko66
Ancora scalabile, con ghiaccio vetroso che ha risentito delle continue escursioni termiche di questa stagione. Canale di accesso privo di neve. Con Bresaola60.
26/03/19 - Le Doigt d'Astarothe (Cascata) - cigare de gauche - guide05
Montée en free solo par le cigare de gauche et descente par le cigare de droite. Beaucoup de glace, séche un peu dure. Pas d'eau derrière ni devant.
23/03/19 - Ferra (Monte) Goulotte Grassi-Tessera - simonecima
Hoka sui prati fino al Bondormir, in 1,30 ore. Scarponi e mono, velocemente all’attacco e poi su per la via slegati. Quattro ore comprese le pause, meno di tre ore in movimento ed eravamo in punta [...]
23/03/19 - Ferra (Monte) Goulotte Grassi-Tessera - dinoru
Condizioni accettabili, se si abbassano le temperature ancora per un po si riesce a salire bene, così pure la cima si raggiunge facilmente. Continua ancora la mancanza di fantasia che oltre al rinco [...]
21/03/19 - Coboldo Caustico (Cascata) - cheko66
Con Steo tentiamo il colpo per chiudere la stagione, ma L3 non esiste più, se non un sipario appeso alla cazzo, inscalabile. Cascatone del Boucher ancora buono.
21/03/19 - Les Formes du Chaos (Cascata) - guide05
INFOS VALABLES JUSTE POUR CE JOUR CAR IL FAIT CHAUD LA JOURNÉE. Bonne glace dure / tendre suivant les endroits, beaucoup de fissures tout le long sans doutes provoquées par le coup de froid de la s [...]
18/03/19 - Valnontey Patrì (Cascata) Direttissima - guide05
Les longueurs du bas de Patri, froid ce matin, la glace se contracte, des tensions qui relâchent partout mais pas dangereuses. Le haut, glace blanche, pas de relâchement de tensions, Les 10m de la s [...]