Fremamorta (Cima di) da Pian della Casa del Re, per i Laghi di Fremamorta

note su accesso stradale :: attenzione all'afflusso domenicale per strada stretta
Lasciata l'auto presso il gias delle Mosche in un piccolo spiazzo (palina). Tempo complessivo del percorso circa 8 ore, 4h30m per la vetta. Percorso segnalato e ben descritto da cuneotrekking
All'andata salito con un’infinità di giravolte sotto l’imponente Costa di San Giovanni. Un ultimo ripido tratto a serpentina ci consente finalmente di raggiungere la balza dove è ubicato il lago sottano di Fremamorta (2359 m). Qui incrociamo la strada militare proveniente dal Colletto del Valasco che prosegue verso il Colle di Fremamorta. Seguendo tutta la militare che poi diventa sentiero si giunge al Colle dal quale, raggiunta la ex casermetta si affronta, alla sua sinistra, l’ultima parte di salita che porta sulla Cima su sentiero stretto, un po' ripido, ma sempre ben visibile. La salita alla cima è da considerarsi EE. Per il ritorno, seguiamo la mulattiera (palina) subito sotto al colle che, con percorso ad anello inizialmente dolce, ci porta in discesa verso il Pian della Casa del Re, con parecchie serpentine. Da lì mezzoretta di strada fino all'auto

primo tratto della salita
strada militare lago e vetta sullo sfondo
la cima

[visualizza gita completa con 4 foto]
note su accesso stradale :: consigliata macchina alta fino al Pian della Casa
E' uno dei miei posti preferiti , ed a ragione anche uno dei più bei panorami a 360° , oltretutto di facile accesso .
Con mio fratello a testare il ginocchio . Salita comoda in compagnia di un gran numero di camosci nella pietraia sotto il lago . Panorama grandioso come sempre e buona frequentazione su questi sentieri che meritano una visitina di tanto intanto . Scesi al quarto lago a mangiare al riparo dal vento , comunque anche qui una maglia non faceva schifo . In definitiva un buon test per la gamba (ma mi sa che dovrò comunque farmi vedere) , un saluto a tutte le persone incontrate e ... come sempre un saluto e buone gite a tutti .


[visualizza gita completa con 4 foto]
note su accesso stradale :: OK si lascia auto al primo ponte-Nessun problema
Giornata spaziale con cielo blu cobalto e temperatura perfetta. Noi siamo saliti prima alla cima di Fremamorta e poi in discesa per lo spettacolare itinerario ad anello dei laghi. Sentiero sempre in ottime condizioni e ben segnalato. Incontrati al colle un gruppo di francesi che salivano dal lato francese. Veramente un gran bel giro. In compagnia dell’amico Franco in arte “larice”.

[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: ok
Solare passeggiata tra i graniti, ottimi panorami, camosci e marmotte, numerosi camminatori giovani ed evergreen in una bella giornata estiva.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Buono con auto normali ma non basse e facendo attenzione.
Oggi meteo ok e molto caldo nel pomeriggio discesa veloce x temporale fuori dalľ occhio del temporale un po di pioggia e un po di grandine. Giretto carino con ottimo panorama su Corno Stella Argentera Nasta molta gente in giro .

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: fondo sconnesso ma percorribile con un 4WD o un fuori strada senza problemi
E' bello ogni tanto staccare un po', e riscoprire i valori dell'amicizia e dello stare in buona compagnia. Cio' e' possibile grazie alla scelta di un percorso facile rilassante, e che sia alla portata di chiunque in genere ama camminare senza particolari pretese e godere delle bellezze della natura, rifuggendo pericolI , ansie, e pensare solo a divertirsi nel modo piu' semplice e naturale possibile. La cappa di umidita' dai valori eccezzionali mai registrati a cosi' alti livelli anche in quota, non ha che in minima misura pregiudicato il buon esito della gita, non tale comunque da costituire un serio ostacolo al cammino.
Con Rodolfo Katia e Olga..e con il pensiero rivolto a Paolino, che in questi luoghi amava tanto vagabondare.


[visualizza gita completa con 6 foto]
Salita estremamente piacevole e senza neve fino a 2250 m. Poi inizia la neve continua che supera un pendio inizialmente lieve con uscita sui 30-35°. Neve superficialmente molla ma con fondo compatto. Usciti dal pendio si può arrivare al colle di Fremamorta su sentiero che è quasi interamente scoperto. Il sentiero che porta in vetta è totalmente libero da neve. Una colonia di stambecchi faceva bella mostra di sé al colle senza apparire disturbato dalla nostra presenza. Vista sui laghi ghiacciati di Fremamorta davvero bellissima. Ritorno passando dal Bivacco Guiglia fino a Piano della Casa del Re. Attenzione a qualche breve tratto del sentiero che riporta indietro che è in procinto di franare (i distacchi sono nettamente visibili)

[visualizza gita completa]
Gita fatta combinando l'itinerario escursionistico e quello scialpinistico piu' facile.Partito alle 7.20 poco prima di Pian della Casa(circa 1650)sul sentiero estivo per il Colle di Fremamorta fino a circa 2100mt(8.10);qui,esattamente all'imbocco del vallone diretto al colle,inizia la neve continua.Si entra nel vallone inizialmente su pendio di modesta pendenza dove non servono i ramponi,lo si percorre tutto con parte finale ripida(ramponi,30°-35°max)con uscita diretta sul colle(sulla parte finale si congiunge con l'altro itinerario scialpinistico con lungo traverso alto proveniente dal pendio per il Vallone Ciriegia,sicuramente piu' ostico da fare a piedi o con racchette).Al colle alle 9.00,tolti i ramponi,alle 9.20 in vetta,sulla cresta sommitale tutta pulita;bellissimo panorama.Breve sosta,altra breve sosta al colle dove rimetto i ramponi per una discesa facile ma da fare con attenzione per lo zoccolo e per i buchi.Alle 10.30 di nuovo sul sentiero e alle 11.30 all'auto;pomeriggio al lavoro.Tempo inizialmente poco bello,soprattutto verso Argentera/Ghilie',poi via via in miglioramento;bellissimo poi verso fine gita.
Neve:circa 500mt di dislivello di neve continua,buona per gli sci,smollata in superficie gia' in salita,anche se oggi non faceva caldo;pressoche' le stesse condizioni a scendere.

[visualizza gita completa]
Giornata serena e calda, posto incantevole, laghi meravigliosi, sentieri perfetti e ben segnalati, panorama mozzafiato: in una sola parola S T U P E N D O !!! Gita consigliatissima.
Fatto l'anello come descritto con salita su sentiero E16 fino al colle e alla Punta di Fremamorta. Dopo una breve sosta sono ridisceso al colle e ho preso la bella mulattiera che costeggia i 5 laghi e sale al Colle di Valasco.
Ridisceso dal colle sono passato dal bivacco Guiglia e sono sceso per la mulattiera E26 e per il sentierino un po' esposto fino al Piano della Casa del Re.
Visti un paio di stambecchi al colle e diverse marmotte. Gita in solitudine. Incontrati 5 escursioni ai laghi e un ciclista ...


[visualizza gita completa con 18 foto]
Partito tardi, alle 10 attendendo il passaggio della perturbazione che aveva scaricato un bel po' di pioggia sulla valle Gesso, dal Gias delle Mosche, e in circa 20' raggiunto il Pian della Casa. Da qui seguito la mulattiera fino a incontrare il bivio (non segnalato ma evidente) con il sentiero che taglia tutto il costone da sinistra a destra (tratti aerei, non esposti, ma comunque che richiedono cautela e piede fermo). Terminato il lunghissimo traverso, dopo una conca con un vecchio alpeggio, incontrato il bivio con il sentiero che porta ai laghi di Fremamorta. Bellissimo sentiero di epoca militare, anche se un po' lungo con i suoi tornanti, così ho deciso di tirare su dritto per dritto su terrazzi erbosi e placconate di roccia, sbucando proprio al casermone che sovrasta i laghi di Fremamorta (bellissimi). Oltre seguita la stradina, alterandola a scorciatoie di sentiero, fino al Colle di Fremamorta. Dal colle alla cima in un quarto d'ora, seguendo la traccia piuttosto evidente anche se un po' faticosa. Peccato solo per la giornata non eccezionale, con alternanza di nuvole e schiarite che hanno reso un po' più opaco l'ambiente altrimenti strepitoso. In discesa ho provato il sentiero incontrato poco sotto il Colle di Fremamorta, altro sentiero militare che scende in un canalone molto selvaggio, fino a raggiungere la mulattiera al bivio incontrato all'andata. Questo percorso non è particolarmente affascinante anzi un po' noioso, ma ha il vantaggio di permettere una discesa piuttosto rapida al Pian della Casa. Sicuramente più remunerativo paesaggisticamente il sentiero che passa dai laghi. Da Pian della casa rientro tranquillo lungo la strada. Il percorso, pur non presentando un dislivello eccessivo ha un notevole sviluppo. Pochissima gente in giro, a causa della mattinata piovosa che ha scoraggiato le escursioni.

[visualizza gita completa]
Bella gita in ambiente magnifico e lungo comodi sentieri. La salita alla vetta dal Colle di Fremamorta e' elementare (traccia) e richiede 20-25 minuti. Fatto il giro passando dai laghi e scendendo lungo la bella mulattiera ex-militare dal grande rudere presso il lago mediano. Scesi poi seguendo il sentierino-scorciatoia che scende sul Pian della Casa dal pianoro erboso con i ruderi di un vecchio gias. Questo sentiero e' stretto ed esposto e richiede un minimo di attenzione (EE).
Con Emily. Tempo sereno al mattino, poi fastidiose nubi orografiche e nebbie hanno coperto le vette piu' alte. Temperatura in linea con questa fredda estate.


[visualizza gita completa]
Erano anni che non salivo quassù e ci siamo imbattuti nella più bella domenica di tutta l'estate sino ad ora.
Molto fresco al mattino (7° alle 7:30) complice una copiosa grandinata del giorno precedente; abbiamo risalito il sentiero che dal Pian della Casa porta al lago mediano di Fremamorta e poi proseguito in direzione del colle e della cima omonima.
Alle 10 lassù si gelava!!
Per precauzione portati i ramponi che sono rimasti nello zaino, in quanto tutto il sentiero (su versanti nord) è sgombro da neve.
In compagnia di mia moglie che è rimasta nuovamente piacevolmente colpita dalla bellezza del luogo.
Li avevamo già visti altre volte, ma dopo tanto grigio trovarsi lassù in una giornata così bella è stato davvero unico.




[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: Arrivati fino a Pian della Casa del Re 1743m
Primo dei due giorni nella Valle della Valletta. Abbiamo passato la notte al bivacco Guiglia, piccolo ma confortevole appena ci si fa un po' l'abitudine, nonché posto in un luogo straordinario, su un balcone impareggiabile sulla Serra dell'Argentera e la pianura del Cuneese. Abbiamo raggiunto il bivacco per l'ora di pranzo e poi, dopo il mitico incontro con Francesco T. che attraversa le Alpi dopo esser stato in giro per il mondo sulle vette più alte e nei luoghi più sperduti. Dopo esser stati ammaliati da cotanto incontro, ci dirigiamo sulla vetta della Fremamorta per ammirare il tramonto. Peccato per le nuvole sul versante francese, tuttavia si è visto il mare e ammirato comunque un panorama vastissimo. Per le sei e mezza abbandoniamo la vetta e scendiamo nuovamente al bivacco, dove prepariamo una lautissima cena e facciamo il secondo notevole incontro di giornata, ossia Ivano C., che passa la notte con noi.
In compagnia di Andrea, Stefano D. e Giulia Z. Ottima compagnia!!! Camosci ovunque e marmotte. Spettacolare!


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Nessun problema
Era in previsione l'anello dei Laghi di Valrossa e Valscura ma, viste le previsioni meteo molto incerte abbiamo preferito ripiegare su questa bellissima camminata. Saliti per la "diretta" dal Pian della Casa, non abbiamo raggiunto la Cima a causa della pioggia e del forte vento che, al Colle di Fremamorta, ci ha "invitato" a rifugiarci nei locali accoglienti della Casermetta difensiva Colle di Fremamorta dove abbiamo consumato un meritato pranzo. Rientrati per la militare che costeggia i Laghi di Fremamorta (con digressione al Bivacco Guiglia) sino al lago mediano dove abbiamo inmboccato la mulattiera comoda che scende al Pian della Casa. Qualche breve apretura e schiarita ci ha comunque permesso di godere di bei panorami su entrambi i versanti. Incontrati almeno una ventina di camosci lungo il percorso.

[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: sterrata in buone condizioni dal gias delle Mosche fino al gias della
Tempo un po' variabile e quando arriviamo al colle ci fa trovar le nubi sulla cima. Panorami spettacolari su Argentera, la conca dei laghi verso N e i laghetti francesi a S. Nel pomeriggio si guasta del tutto e prendiamo anche due chicchi di grandine al lago inferiore. Discesa seguendo prima la mulattiera e poi il sentiero che scende ripido e un po' disastrato, forse a causa delle piogge. Da fare con attenzione.
Il posto è sempre splendido, anche con le nubi da temporale, e trovi sempre camosci che ti fan compagnia

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Nessun problema
La strada dalle Terme di Valdieri al Pian della Casa, essendo sterrata nell'ultima parte, è da percorrere con un po' d'attenzione in caso di auto "bassa". Per il resto, in questa estate "non estate", tante nuvole e poco sole. Itinerario comunque sempre spettacolare, sopprattutto dopo aver raggiunto la conca dei laghi. Effettuato la salita per la "diretta" al colle (a parte un nevaio che fa perdere un po' la traccia, il percorso è completamente pulito) e poi in cima; purtoppo il tempo ha quasi annullato lo splendido panorama che si gode dalla vetta anche se verso la Francia si apriva un po' di più, con magnifica vista sui Lacs de Fremamorte. Per fortuna nessun bipede sul percorso ma in compagnia di marmotte, camosci e stambecchi.

[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: ok fino a Pian della Casa del Re
Saliti al Biv.Guglia e proseguito per il Colle Fremamorta.Dai laghi in su c'è ancora molta neve,oggi era molto compatta e non creava problemi,anzi facilitava sia la salita che la discesa.Dal Colle alla cima traccia pulita.
Sempre un bel luogo,che merita ogni tanto una visita,la giornata era buona, soleggiata,con leggera brezza fresca e qualche nuvola su Matto e Argentera.Gita in compagnia di Federico,abbiamo incontrato 6 o 7 persone,un genovese con la figlia che avevano pernottato al Bivacco Guiglia,una coppia di frettolosi tedeschi,e un solitario e simpatico escursionista di Cuneo.In cima oltre a noi è salita anche una coppia.Pranzato alla casermetta,occupata all'interno da 3 stambecchi,2 femmine e un maschio che ci guardava di brutto,per niente contento della nostra presenza.


[visualizza gita completa con 7 foto]
Avendo un po' di tempo a disposizione abbiamo deciso di bivaccare sul colle e poter ammirare un tramonto e un panorama stellare stupendo. Oggi il tempo bello ci ha permesso di goderci la cima e la discesa dai laghi con un incontro molto ravvicinato con un ermellino. Con Giò

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Bene fino a Gias delle Mosche, dopo parte in sterrato
Bella salita e tempo splendido; i tanti tornanti permettono un di tenere un passo regolare. Al ritorno siamo scesi al lago Mediano di Fremamorta dove abbiamo seguito il sentiero fino ad incrociare il tratto iniziale effettuato al mattino.
Al Colle di Fremamorta ed al lago Mediano si trovano baraccamenti militari ancora, con cautela, visitabili
Grazie Albe !


[visualizza gita completa con 2 foto]
Meravigliosa passeggiata che offre alcuni scorci di sublime bellezza. A mio parere uno degli angoli più belli delle Marittime.L'escursione è di media lunghezza, si può compiere in tutto comodamente in sei ore, ma vale la pena soffermarsi a contemplare a lungo i bellissimi laghi di Fremamorta e i loro omologhi sul versante francese e perdersi con il binocolo nell'esplorazione delle pareti del Corno Stella, dell'Argentera e della Nasta.Sentieri buoni e abbastanza segnati(attenzione: in discesa, quasi arrivati al gias cui fa riferimento la precisa relazione di Giada non c'è più la palina che indica il sentiero da seguire a sinistra ma solo un piccolo ometto e qualche tacca rossa).
Il bivacco Guiglia è un po' trascurato e necessiterebbe di un po' di manutenzione. Lancio una proposta: considerando che non è un bivacco frequentatissimo da chi decide di pernottare(che ha alternative ottime e migliori al Valasco ) non sarebbe utile trasferire il bivacco tout court in qualche zona delle Marittime senza punti d'appoggio?
Salito sulla cima di Fremamorta e sulla quota senza nome a sinistra del colle.
Giornata caratterizzata da un continuo rincorrersi di nuvole fortunatamente innocue e da vento abbastanza forte.
Si trova acqua soprattutto nella parte bassa.
In solitaria, ma c'erano moltissimi escursionisti in zona.

[visualizza gita completa]
bellissimi i laghi di fremamorta! sono davvero un altro angolomeraviglioso della valle gesso.Invece di salire al colle abbiamo preso la discesa dal lago mezzano per il paino della casa del re chiudendo cosìl'itinerario ad anello.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Attualmente il percorso è completamente libero dalla neve. Anello panoramico di grande soddisfazione.

[visualizza gita completa]
bellissimo giro ad anello,saliti prima al colle e poi scesi ai laghi, io giunto al colle in breve ho salito anche la cima, i laghi sono ancora gelati,il tempo ha tenuto(niente pioggia)e ci ha permesso cosi' di goderci la giornata.Con mia moglie e con Flavio,Gemma e Lucia.

[visualizza gita completa con 8 foto]
note su accesso stradale :: buona salvo alcuni tratti sino al Pian della Casa
Il vallone che porta alla cresta finale ha ancora un consistente innevamento. La neve è morbida, portante e camminabile senza necessità di ramponi. Dalla cresta sino in punta percorso privo di neve.

[visualizza gita completa con 4 foto]
salito da Pian della Casa partendo dal parcheggio del Bozano , con salita alla cima e scendendo dal Valasco direttamente alle terme, avendo due auto fatto un grandioso anello, oggi insieme a Flavio e Luca.

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 03/07/09 - giada
  • Caratteristica itinerario

    sentiero tipo,n°,segnavia: salita sentiero E16, discesa sentiero E26
    difficoltà: E :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Varie
    quota partenza (m): 1743
    quota vetta/quota massima (m): 2731
    dislivello salita totale (m): 1100

    Ultime gite di escursionismo

    15/03/20 - Tapuae O Uenuku dall' Hodder River per la Via Normale - panerochecco
    Niente neve sul percorso, molto sfasciume e salita faticosa. Consiglio a turisti provenienti da lontano di dedicare 3 giorni al tutto e di portare due paia di scarponi oppure di salire ai rifugi con [...]
    15/03/20 - Chestnut Park Loop Da Dairy Farm Nature Park a Mandai Rd per il Zhengua Nature Park e la Central Catchment Reserve - vicente
    Itinerario di notevole sviluppo, da non sottovalutare a causa della calura e umidita' tropicale. Il lato positivo e' che la maggior parte dell'itinerario si svolge in una fitta giungla e quindi si e' [...]
    10/03/20 - Sbaron (Punta) da Prato del Rio - bus
    09/03/20 - Grammondo (Monte) da Olivetta San Michele, anello per Sospel, le Cuore e Col du Razet - roberto vallarino
    Con una mattinata ben soleggiata, abbiamo seguito l'ottimo sentiero che costeggia la Bevera portandoci dal Pont de Cai e dopo il breve tratto di strada, a riprendere la mula fino al primo ponte. Attra [...]
    09/03/20 - Peretti Griva (Rifugio) al Pian Frigerola da Saccona per la Punta Prarosso, la Rocca Turì e la Rocca Frigerola - parinott
    Dalla Rocca Turì agli Alpeggi Frigerola utilissime le ghette. Dagli Alpeggi al Rifugio anche i ramponcini, Il traverso stamani si presentava con neve ghiacciata.
    08/03/20 - Sungei Buloh Wetland Reserve Anello completo - vicente
    Splendida giornata di relax in tempi difficili. Ci voleva proprio! La natura di questa riserva naturale e' meravigliosa. Ho ammirato numerosi uccelli migratori, oltre a diverse libellule rosse, un coc [...]
    08/03/20 - Bernard (Monte) da La Cassa - bengia