Blaves (Tete de) Canale NE

Buon innevamento, uscita con poco accumulo.
Canale ottimo per cominciare e molto bello, passa in una gola stupenda. Condizioni ottime, trovato con un 15 cm di polvere all'interno.


[visualizza gita completa]
Condizioni abbastanza buone. Conoide basale alla frutta ma una volta nel canale neve continua fino all'uscita. Saliti abb presto x cui trovato fondo buono. Proseguito x cresta alla cima (primo tratto lato nord poi ovunque va bene..). Tornati alla forcella seguito la cresta dall'altra parte (1 passo di 2•+) fina alla vetta del Signora,poi giù x il ripido (ma ormai pulito) versante SO fino a le Pontet sull'oronaye. In breve:canale facile e salita diretta ideale (come lunedi) x una mattina con meteo (x noi bello) in previsto peggioramento. Con Stefano e Marco. (Ps: il canale in questione è il primo della parete NE che si incontra salendo verso il lac Oronaye. Il secondo,meno incassato ed estetico, pare simile ma forse con uscita + problematica..).

[visualizza gita completa]
Dal Feuillas alla Blaves il passo e' breve. Dopotutto con poco spostamento essendo gia' in quota, e la risalita di questo bel canale, toccare la punta che guarda giu' a picco sul vallone di salita con il Lievre di fronte, e poi voltarsi indietro a ripassare tutto il cammino sin qui fatto, e che finito ancora non e', comporta una certa emozione. Questo canale quantunque ben piu' alto e di ripidezza costante rispetto al canalino del Feuillas, corto ma insidioso viene classificato un PD ed in effetti lo e', ma salito con i soli ramponi per pigrizia di tirar fuori la picca dallo zaino, e mani solo appoggiate. Anche se a tratti per la verita', poteva indubbiamente servire, specie sul finale, dove lo svalangamento a lasciato un liscione duro sul fondo compatto, ma ramponabile a meraviglia. Risultato del crollo recente di un pezzo consistente della cornice di cresta. Impensabile invece salire senza quest'ultima il canalino di cui prima, un F+ soltanto. Giudizi ribaltati e poco consoni, atti a generare confusione all'atto di scegliere un itinerario dove ci si aspetta un terreno facile da salire, scoprendo invece che da salire non e' facile affatto. Che sia tutta colpa dell'ostacolo neve?..e complice l'esposizione? Filata poi tutta la cresta che unisce le Blaves al monte della Signora, cercando di rimanere quanto piu' possibile sul filo al fine di evitare perdite di quota anche piccole.

[visualizza gita completa con 8 foto]
Dopo aver fatto uno dei canali S dell'Aguille dell'Oronaye decidiamo di inerpicarci sulla Blaves per valutare se ridiscendere dal canale in sci o fare tutta la traversata. Decidiamo, con successiva contantezza, per la traversata con discesa a sud. Neve nel canale ben portante e mai troppo sfondosa, tratto piu ripido in uscita ma senza cornice. Crestina finale affrontata slegati e senza problemi coi ramponi nei piedi. Grazie per la traccia agli alpinisti che ci hanno preceduti. Con Enri


[visualizza gita completa]
Avvicinamento al canale su neve dura rimanendo sulla traccia, fuori crosta che in alcune zone sfonda. Parte bassa del canale neve dura, parte alta un po peggiore.
Siamo scesi sul versante opposto, inizialmente per un canalino poi per pendii innevati attualmente sicuri vista la poca neve. Alla mattina temperatura intorno allo zero, a pranzo decisamente più alta...
Nel complesso buone condizioni per il periodo e gita divertente.
In ottima compagnia con Alberto, Andrea, Marco e Giuliano.


[visualizza gita completa]
Eravamo partiti per le Manse ed altro… Ma che bello di nuovo in coluoir! Gite come piacciono a me avvicinamento buono relativamente breve, bella la parte tecnica e ambiente superbo… Canale facile, ma non banale, si impenna un po’ nel finale, ma nulla di che… Eolo ha lavorato molto + il caldo e si vede… Note tecniche: si parte dal solito parcheggio se si segue il sentiero estivo (consigliato per chi ha le racchette) si trova una bella traccia ben battuta un po’ ghiacciata che inizialmente attraversa i prati… poi innevamento più consistente tranne quattro brevi tratti dove si attraversa il sentiero (terreno ghiacciato al mattino, “pauta” fangosa al ritorno), chi aveva gli ski ha fatto qualche “gava-buta”; in alternativa si può salire sulla sx idrografica del vallone sui ripidi pendi sud-ovest (oggi sicuri) per traverso ripido, ma con innevamento continuo (sconsigliato per chi ha le racchette). Dopo la cascatella l’innevamento migliora per essere più che buono (per il periodo) entrati nel superbo vallone, qua tutto tracciato (Manse, vari colli, Aguille Oronaye, ecc.) la nostra traccia gira subito destra (salendo) per tagliare tutto il versante delle Blaves per un valloncello caratteristico su bellissima trasformata portante un po’ farinosetta (tutto a Nord, becca un’oretta di sole di striscio) da qua la traccia prosegue verso il col di Robourent, ma per il canale nord-est si gira subito a dx salendo o si punta al canale nord-ovest più visibile dalla traccia e appena lo si vede, si piega a dx più comodamente per ripidi gobboni e si guadagna brevemente l’anfiteatro superiore. Da qua (molto chiaro in foto) si imbocca il canale in questione. Cono di deiezione relativamente breve, parte bassa crosta da vento piuttosto portante e dura, poi crosta ghiacciata con spolverata di “zucchero” all’imbocco (vento? Laboriosa…). La rigola solo accennata, ma già presente, è già un po’ ghiacciata e cosparsa qua e là di pietrisco fine (vento e caldo esagerato di domenica?). Salito sulla contropendenza di dx (salendo) per crosta dura da vento, ghiacciata, poi più sfondosa; tratto mediano in farina pressata (bella); parte superiore di nuovo crostone non portante sulla dx; sulla sx forse più accumulo farinoso?. Piccola cornice in uscita già rotta sulla dx (trascurabile). Ribattuto quasi tutto il canale… sulla contropendenza (i miei predecessori di oggi son saliti sulla rigola ghiacciata tra il pietrisco, io senza casco e con i ramponi in alluminio non me la sono sentita..). Ridisceso sulle mie tracce velocemente… e poi per ottima traccia (nord) fino all’incrocio e poi giù alle macchine in pieno sole su traccia ancora un po’ ghiacciata che non faceva assolutamente “zoccola”. Ambiente superbo! Se si abbassa lo zero termico merita salire fino in punta e scendere (se freddo) dal versante sud. Canale in condizioni primaverili più che accettabili consiglio ramponi e picca in acciaio (io con quelli di alluminio ho tribolato non poco…) e casco! Attualmente il canale, a mio avviso, è sconsigliabile discenderlo con gli sci.

Mi sono fermato a una 40 metri scarsi (forse anche meno) dall’uscita (piccola cornice, no problematica già rotta sulla dx salendo) in una placca che suonava un po’ troppo…. A mio avviso il vento caldo di domenica ha rovinato molto il canale… il pietrisco secondo me apparteneva alla quella scaldata, quando sono salito io non si è mossa nulla di significativo, ma tranne un po’ di ghiaccetto-neve dai versanti del canale (zero termico alto 25OO mt.). Essendo solo, un po’ lento nel canale (ramponi in alluminio con cui ho faticato non poco…) ma soprattutto senza casco (mea culpa, me ne prendo tutte le responsabilità…), avendo sopra la testa paretina nord-est già in pieno sole e sapendo di dover discendere da dove ero salito, ho preferito, forse per eccesso di prudenza… fare dietrofront: ma va bene così ero già ampiamente soddisfatto: gran bel regalo di inizio anno. Un saluto e un caro ringraziamento agli Inox, che mi hannoconcesso, questa variante ed in particolare ad Adry per avermi prestato una picca seria, che ho apprezzato molto nella salita e discesa: un grazie di cuore! Buon anno a tutti e Buone gite!


[visualizza gita completa con 12 foto]
note su accesso stradale :: Colle della Maddalena Aperto
Saliti in completa solitudine, la neve inizia un 300 mt di disl sopra il parcheggio (in pratica quando pieghi verso destra)
Neve portante per tutto l'avvicinamento, una volta entrati nel conoide causa accumulo sembrava di salire in un sorbetto
Nella parte in ombra nuovamente neve portante
All'uscita neve molle e sfondosa
Rientro per i pendii rivolti verso il colle della Maddalena senza problemi...

Con Roc e Marcello...


[visualizza gita completa]
simpatica gita fattibile in giornata...
l'avvicinamento è rapido e comodo per sentiero. Non portarsi sino al lago di Oronaye ma fermarsi qualche centinaio di metri prima e risalire per pietrame il pendio sino al cono di deiezione. La discesa avviene per il versante opposto sopra alla strada per il colle di Maddalena (ometti nella parte alta poi si scende alla meglio per sfasciumi "dolomitici")

[visualizza gita completa]
:: 2300
saliti prestissimo per sfruttare la finestra di tempo ottimo fino alle 12. attaccato il canale alle 7.00 con condizioni di neve ottima. saliti fino al colletto senza grosse difficoltà e poi proseguito in cresta fino alla vetta. in discesa bisogna ritornare al colletto e scendere sul versante opposto sui ripidi ghiaioni del versante ovest. nel canale possibile la caduta di pietre causa la formazione calcarea del monte. credo che queste condizioni possano permanere ancora pochi giorni.
bella veduta a 360 gradi. ottima la scelta di farshi e la compagnia di andreino e claudio.



[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 25/05/09 - dags1972
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: PD :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Nord-Est
    quota partenza (m): 1948
    quota vetta (m): 2750
    dislivello complessivo (m): 850

    Ultime gite di alpinismo

    18/08/18 - Index (Aiguille de l') Cresta SE - fulviofly
    Bella salita breve ma molto "didattica"; infatti il filo della cresta aerea ben si presta all'uso del materiale (friend e cordini) sia per la progressione che per le soste; a completare la gita un bre [...]
    16/08/18 - Lagginhorn Via Normale della Cresta Ovest - gattosilvestro
    Ramponi solo per il nevaio a inizio cresta poi roccette asciutte fino in cima. 3 h 30 da hosaas
    16/08/18 - Grandes Jorasses Via Normale - mavik
    3/4 stelle per le condizioni: roccia ben pulita ma ghiacciaio tormentato con ponti di breve vita. La neve è ben rigelata al mattino ma col caldo è tutta altra storia. Sopra il reposoir soprattutto [...]
    16/08/18 - Luseney (Becca di) Cresta SE - The Jack
    I circa 6 km di avvicinamento su strada (asfaltata e sterrata) con 300 mt di dislivello si sono fatti sentire sopratutto al ritorno.Nonostante la monotonia del percorso, si possono ammirare degli scor [...]
    16/08/18 - Grandes Jorasses Cresta O - Chiara Giovando
    Un po' di neve recente ha sporcato qualche passaggio, rendendolo un po' più delicato, ma nel complesso le condizioni dell'intera traversata sono buone. Come materiale abbiamo usato due mezze corde da [...]
    16/08/18 - Grossglockner Studlgrat (cresta SO) - sdf
    16/08/18 - Paramont (Becca Bianca del) Via Normale da La Joux per il Rifugio Deffeyes - coboldo
    Percorso in ottime condizioni. Noi abbiamo abbandonato il sentiero dell'alta via N.2 sotto il Passo Alto dove alcuni ometti sulla destra indicano il passaggio sulle morene. Con qualche saliscendi si r [...]