Cormoney (Alpe) da Outrefer, anello

Se non fosse per i tralicci ed i fitti cavi che guastano il paesaggio nella prima parte dell'itinerario, sarebbe senza dubbio da 5 stelle. Ma appena ci si lascia alle spalle tutto questo, il panorama si apre dal Mombarone, al Cervino, al dirupato Vallon de Fer. La parte più golosa del percorso inizia sopra i 1000 m. laddove si aggancia la dorsale finale, la vegetazione si fa più rada ed il panorama si estende a perdita d'occhio su molte cime in questo periodo ancora copiosamente innevate. I prati intorno all'alpe offrono un panorama che ha poco da invidiare con quello di una vetta. Spettacolare il primo piano verso il Bec delle Steje che si distingue bene dal Ponton del camoscio se si risalgono i roccioni sovrantanti il gruppo di baite. Giornata mite e radiosa, leggermente ventilata in alto, vento in basso dove abbiamo il punto più stretto della valle. Molte fioriture lungo i sentieri, visto qualche serpentello scodinzolare tra i cespugli, un ramarro ed un rapace di grossa taglia. Itinerario oggi assai frequentato, incontrato almeno una quindicina di persone tra cui ben 3 gulliveriani (gi.po, erbaolina, i3fili) coi quali mi sono intrattenuto nella lunga pausa a fianco delle baite, un saluto a tutti.
Bec Renon e Vallon de Fer
Arrivo all'alpe Cormoney
Rapace di grossa taglia
Bec delle Strie dai rilievi che sovrastano l'alpe
Prati di Cormoney dai rilievi rocciosi
Verso Mars e Mombarone la neve abbonda
Forte di bard
Pourcil

[visualizza gita completa con 8 foto]
note su accesso stradale :: Buon parcheggio a Outrefer
Salita come da itinerario descritto. Per la discesa, seguendo il suggerimento che Franco dà nella descrizione (il ponte sul torrente Bonze è stato ripristinato), da Cormoney abbiamo optato per proseguire sul sentiero n. 5, che con alcuni saliscendi passa sotto ripide pareti rocciose per scendere poi più decisamente, dopo qualche guado, al ponte sul torrente Fer, confluendo così nell'AV n. 2. Da qui continuazione sull'AV, sempre ben segnalata, fino a Montey e Clapey, richiudendo l'anello su Outrefer per strada asfaltata. Con questa variante il dislivello rimane sui 1300 m. per km 13,5 di sviluppo.
Percorso completamente privo di neve e in buone condizioni: un po' di attenzione dopo Pian Damon, dove il sentiero è talvolta un po' meno evidente (ma sempre indicato da tacche gialle) e a q.1450 circa, laddove si sbuca nel pianoro erboso a valle dell'alpeggio di Cormoney: bisogna voltare a sx per portarsi sul filo della dorsale. Nel tratto in discesa, poco prima del ponte sul torrente Fer, c'è una zona piuttosto estesa devastata dai cinghiali, al punto che ci siamo chiesti se non fosse invece una piccola frana!
Bella gita in ambiente solitario e abbastanza selvaggio, che si snoda per la quasi totalità su sentieri e mulattiere, nonostante le quote relativamente basse. Molto belli i boschi di betulle e castagni (qualche esemplare veramente imponente!). Tempo variabile con nuvolaglia vagante sulle cime ma temperatura molto gradevole.
Oggi con Mario, che ha gradito la proposta di questo itinerario per sgranchirsi un po' le gambe pur senza salire ad alte vette!


[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: ottimo fino al parking di Outrefer
sperando nella schiarita,(rimasta tale)partita con nebbia,che poi e' diventata fittissima a quota 1000,aggiungendo anche la pioggia pochina,ritornata sui miei passi a Cormoney ,ma per mancanza di visibilita' seguito il sentiero n°5/5a che mi ha portato diritta a Hone,cosi' ho fatto un bellissimo anello ma la mia cartina non portava la discesa a Hone,Pero' li' meraviglia (Hone piazza del Comune)vi era l'autobus che mi riportata facendo la statale al Bivio per Outrefer e di li' a piedi passando il ponte sulla dora Baltea ho raggiunto l'auto sulla piazzetta di Outrefer.L'Armonia e' con Voi

[visualizza gita completa]
L’idea e’ venuta a Michele di percorrere il sentiero sino a Cormoney ma poi la giornata molto bella, anche se molto calda, e un po’ di voglia di scarpinare ci ha portato a chiudere il rientro passando da Pourcil. Spettacolare la discesa del tratto scalinato con vista sino a valle da sopra le placche. Quasi tutto il percorso e nei bosco ma occhio alla bassa quota per il caldo (ottima per primavera e autunno).

Prestare attenzione a quota 1000mt a non prendere una deviazione a sx (segnalata da “carta igienica” appesa in vari punti che segna la via di rientro della sottostante falesia) ma proseguire risalendo sul più evidente sentiero con frecce gialle.

La catena del Bec Renon Cima Battaglia Cima Bonze sino al Bec dj Steje tutti con pendii ancora ampiamente innevati.

Percorsa con Elio e Michele


[visualizza gita completa con 7 foto]

Caratteristica itinerario

difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Est
quota partenza (m): 335
quota vetta/quota massima (m): 1528
dislivello salita totale (m): 1300

Ultime gite di escursionismo

18/11/18 - Prarotto (Cappella di) da Borgone, anello - erba olina
Effettuato un giro ad anello salendo per l’itinerario 3 e scendendo dall’itinerario 2. Fermati alla Cappella di Prarotto, senza quindi raggiungere la borgata Grange. Così il dsl è di 1050 m per [...]
18/11/18 - Balma (Laghi della) e Rifugio Alpe della Balma da Molè - gieffe
18/11/18 - Martin (Punta) e Monte Penello da Acquasanta, anello - laura3841
Sono partita da Voltri; ad Acquasanta ho seguito il sentiero con linea e punto fino alla Colla del Pra'; poi quello col quadrato vuoto fino al Colle Baiarda, poi segni con 3 pallini. Ci sono anche pa [...]
18/11/18 - Viou (Becca di) da Blavy - Rebatta bousa
Oggi salita pomeridiana per godere degli ultimi raggi di sole sulla vetta e smaltire il lauto pranzo. Partiti da Blavy su ottimo sentiero, senza problemi raggiungiamo le baite di Vioù, incontrato in [...]
18/11/18 - Quattro Denti (Cima) o Denti di Chiomonte da S. Antonio di Ramats, anello - Grawal
Alla data della nostra gita, utili i ramponcini da trekking.
18/11/18 - Tavorna (Cima) da Ronco Canavese - rccs
ATTENZIONE! A causa del maltempo in Val Soana delle prime settimane del novembre 2018 sia la mulattiera verso Tiglietto che la via delle Guardie sono interrotte dai numerosi alberi sui sentieri.
18/11/18 - Ingria (Uja d') da Reverso - 3levanne
Gita con nebbia e qualche timida apertura, sentiero subito bello ripido su qualche mm di neve. All’Alpe del Prete cerchiamo la traccia per l’Uja, ma come previsto, ravaniamo anzi vaghiamo tra dr [...]