Blanc (Truc) da Surrier

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Bagnata
note su accesso stradale :: Divieto a Surier
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza da Surier in scarpe da ginnastica e sci in spalla. Sono salito e sceso passando dalla becca di Giasson e non dal rifugio Bezzi. Gli sci si calzano nella piana dopo l'Alpe del Monte Forciaz e da li solo un metti leva di pochi metri. All'andata salito in vetta alla becca di Giasson prima discesa su neve bella fino sotto al colle di Truc Blanc. Rimesse le pelli salgo al colle e poi con lungo traverso in vetta. Seconda discesa stupenda nella pala finale e anche sotto il colle. Traverso alto verso il colle di Giasson che si raggiunge con una ripellata di meno di 150m. Dal colle ultima discesa bella in alto, un pò collosa la parte centrale e divertente ma irregolare la parte bassa.
Giro in solitaria condiviso discesa con una skialp che scendeva dalla Giasson.

Alpe Monte Forciaz
Si calzano gli sci
Becca di Giasson in vista
Truc Blanc nelle nuvole
Colle Truc Blanc
Vetta
5 stelle in alto
Risalendo al colle Giasson
Sempre bella in alto
Parte centrale più collosa

[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Si calzano gli sci poco sotto il rifugio Bezzi. Quindi ad oggi contare circa 1.30 di portage.
Ottimo firn sopra quota 2.500.
Sotto ci si deve arrangiare, sia in salita che in discesa. Rifugio Bezzi chiuso. Confortevole il locale invernale. 6 posti
Partiti da casa con l'idea di fare la gran traversiere, ci siamo un po' demoralizzati arrivati al bezzi la sera vedendo la neve molto sfondosa e tempereture molto alte.
Al mattino, saliti sul plateau a quota 2.500 le condizioni sono apparse migliori però abbiamo comunque deciso di virare sulla Truc Blanc perché non ci siamo fidati.
Scelta comunque azzeccata. Condizioni super da lì fino slla vetta. Sia in salita che in discesa. Sciata meravigliosa in totale solitudine. Come detto dai 2500 in giù bisogna avere voglia di faticare. Degna chiusura di stagione. Con Marco e Camilla.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Partito alle 630, sci ai piedi dopo mezz'ora e due chilometri. Buon rigelo, usato i coltelli da 100mt sotto il Bezzi e per tutto il pendio che porta ai piani superiori. Qui 5cm di neve nuova su fondo duro. Utile fino al colle la traccia di un gruppo di skialp, da qui tracciato fino in cima, ancora molto carica di neve.
Sciata ottima fino a 3000, da qui ripellato e salito al Giasson. Anche qui neve fresca su fondo duro per una bellissima sciata fino ai 2600, poi bagnata e polenta nel bosco. A piedi dai 1950. Bellissimo tour. Pochissimi skialp in giro. Sentite e viste scariche tutto intorno dalle 10 in poi.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Accesso sino al fondo del lago
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dal rifugio Bezzi ore 7:00, saliti su neve compatta fino a quota 2600 dove inizia la neve più recente misto crosta /farina pesante. Il tempo inizialmente coperto è migliorato salendo sino ad avere cielo completamente terso.
Discesa su neve molto variabile. Nella parte alta si alternano tratti primaverili, di neve crostosa, e neve pesante. Nella parte bassa neve primaverile, ottima. Nel complesso ottima discesa cercando i versanti migliori.
Ottima sistemazione al rifugio Bezzi, rifugio privato con mezza pensione a 52E, ora chiuso.
Grazie alla bella compagnia e complimenti ai nostri ragazzi 14enni che si sono cimentati nella loro prima scialpinistica di alta montagna con pernottamento.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: auto a Surier
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
-6 alle 7.00 a Surier e +8 alle 15, sci a dieci minuti dal parcheggio, giornata fresca che ha regalato una sciata sempre divertente e mai problematica. In alto sino a 50 cm di neve sciolta, incoerente, appena umida, facile da sciare, perlopiù spostata dal vento, ma senza formazione di lastroni importanti. Sotto i 2800 metri neve tipicamente primaverile, mantenuta morbida e mai dura dalle temperature favorevoli, anche impegnando la zona bassa verso le 13.00.
Giunti in vista del colle, intorno a quota 3000 è meglio perdere 50 metri e risalire il pendio canale che conduce al colle. Io sono rimasto sulla destra traversando su pendii aperti e ripidi sotto imponenti barre rocciose non completamente scaricate. Va bene che erano solo le 10, va bene che la giornata era decisamente fredda, va bene che la stratigrafia mi ha confortato, ma non non consiglio la mia traccia., meglio rimanere più bassi e risalire. Tutti gli itinerari della zona sono ben innevati e tutti consigliabili. Impressionanti le valanghe cadute, specialmente quella che ha interessato il rifugio.
Un saluto a Clavius, ciaspolante evoluto con il quale ho condiviso parte della salita (Lui ha dormito al rifugio) che è arrivato sino in cima. Quando si dice la determinazione.Oggi, su questo itinerario 6 umani. Sulla vicina Giasson gran folla.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada aperta
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
10' di sci in spalla da Surier poi neve continua, all'inizio molto trafficata poi sempre meglio con ottimo grip. Breve sosta al rifugio che è stato parzialmente toccato dalla slavina scesa dal canalone della Platte des Chamois, non mi sembra cha abbia subito danni ma tutto intorno la neve è sporca e cosparsa di pietre. Nessun problema per raggiungere la vetta con neve sempre dura ma su ottima traccia; solo dopo il colle Bassac si è fatto sentire un po' di caldo con qualche tratto di neve allentata, ma non molto.
Visto le condizione della neve ho deciso di rinunciare alla risalita al colle della Giasson, e devo dire che nel canalone sopra il Bezzi ed anche in quello sotto la sciata era su neve vellutata; nella parte alta c'era un po' di tutto a secondo delle esposizioni, ma non croste.
un saluto al gruppo di bolognesi incontrati in cima che di voglia di fare sci alpinismo ne hanno veramente tanta


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Splendida! Io ho portato gli sci fino a sotto il rifugio Bezzi, in quanto ci sono diverse valanghe da attraversare, ed ho preferito farlo a piedi. Da li in su neve ok. Rigelo sufficiente fino ai 2400 mt e poi spolverata di neve fresca (5-10 cm) fino in vetta. In cima vento freddo. L'idea era di scendere e salire al colle Giasson, ma visto che non c'era nessuno nel vallone di salita, sono sceso da li. Discesa iniziata alle 10.30. Neve perfetta, i 5-10 cm di fresca, su fondo duro fino a 2500 mt, poi primaverile, con alcuni tratti sfondosi, negli ultimissimi ripidi pendii prima di arrivare al rifugio. Come detto nessuno da questa parte, tranne altri 2 skialp incontrati in discesa. Fatta in giornata è abbastanza lunga.

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada ok fino a Usselières. Transenna con divieto 1 km dopo Bonne
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti passando per il Rif. Bezzi. Dal parcheggio una decina di min a piedi poi qualche togli e metti e tratti di portage per attraversare resti di valanga molto sporchi nel fondovalle. Da sotto il rifugio neve continua e portante fino in vetta, passando per gli ampi pianori sotto la Grande Traversière e la Bassac nord. Dalla vetta discesa sul ripido pendio nord su bella neve un po' pesante con tratti di leggera crosta e ripellato per risalire al Colle Giasson, quindi discesa verso Usselières passando per l'alpe Mont Forciaz. Il bosco si scende ancora bene ma in basso è al limite. Dall'uscita sulla poderale in poi scesi a piedi, circa una decina di min fino all'auto.
Bella giornata e splendida gita divise come sempre con Monica.


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada pulita fino a Surier anche se ci sarebbe il divieto
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
partiti da Surier alle 6.00 con ottimo rigelo, attraversato alcune grosse slavine coperte di pietre ed altri detriti; breve sosta al rifugio poi diretti al Truc Blanc su ottima neve dura che più in alto era stata ricoperta da leggero strato di fresca recente. Discesa divertente fin sotto la Giasson, poi ripellato e risalito al colle; anche qui uno strato di fresca su fondo duro nel primo tratto del ghiacciaio, poi nel tratto più ripido qualche crosta comunque sciabile, più in basso neve varia con tratto di firn prima del bosco, che rappresenta la parte più scomoda della discesa; oggi comunque era in discrete condizioni, poi dopo un breve passaggio sull'interpoderale ultimi prati sciabili ancora per poco fino alla macchina.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: cartello di divieto transito poco oltre Bonne
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Neve da Surier. Ottimo rigelo. Si sale anche senza coltelli ma si fatica un po'. Oggi il motore non girava e, dopo aver lasciato gli amici che si sono diretti alla Barmaverin, sono salito al Truc Blanc. In salita ho percorso i pendii che scendono direttamente dalla punta. L'inconsistenza della neve e le pietre mi hanno consigliato di scendere dalla via normale.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: OK fino a Useleres
attrezzatura :: scialpinistica
Semplicemente spettacolare, tutto perfetto, il tempo, la neve, il rifugio.
Si portano gli sci fino al bivio per la strada dello Chalet de l’Epèe, poi volendo si calzano, il canale sotto il Bezzi è ben percorribile. L’accoglienza al rifugio è stata come sempre ricca e calorosa. Il panorama dalla cima è stato spettacolare su tutto. (praticamente tutta le montagne della val Grisanche e della Val di Rhemes sono in condizioni.)
La temperatura fredda ha permesso un ottima salita ed una migliore discesa. Qualche centimetro di neve caduto mercoledì ha garantito in alcuni punti un po’ di farina in alto. Nei pendii ripidi sopra il Bezzi ha mollato il giusto. Siamo scesi fino a 10’ da Useleres con gli sci (con qualche gava e buta). Insomma oggi ci ha ripagato della giornata di mercoledì, quando ci siamo quasi persi nella nebbia e nella bufera al Col du Mont, prima di salire al Bezzi.


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: In auto fino a Bonne
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Splendida due giorni in Valgrisa...Primo giorno Truc Blanc
con partenza da Bonne.L'allungo pazzesco di circa 15km.e il
dislivello di 1600mt.mettono a dura prova,ma la discesa superba sulla porta del Bezzi,ripaga abbondantemente.Qualche
punto sfondoso a metà discesa,visto l'ora tarda(17e30).
Domenica partenza comoda dal rifugio,meta Becca della Traversiere,ambiente glaciale e neve di tutti i tipi dalla
fresca asciutta alla primaverile passando per la dura
tritata fine..discesa infinita su Bonne. Ottima accoglienza
al Bezzi,circa 60 persone il sabato sera,un saluto agli
amici del C.A.I. di Savona.
Con il solito Franco,che nonostante l'età,sta pensando
a un 4000 con gli sci...


[visualizza gita completa con 18 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti direttamente da Sourier alle ore 7 ma era gia' tardi,dopo il tratto sci in spalla fino appena sotto il rifugio,(circa un ora)il poco rigelo notturno ci ha fatto trovare neve gia' umida anche se ancora compatta,la salita risultava pesantina anche se fattibile senza coltelli,raggiunto il pianoro sotto il colle Bassac (circa a quota 3000) dopo 4 ore e trenta ,decidevo di fermarmi per stanchezza,mentre il mio compagno Giovanni risaliva alcuni bastioni della Bassac Sud per sfruttarne i ripidi ed intonsi pendii.
Discesa sul medesimo percorso su buona neve fino a quota 2500 mentre sotto ormai la neve era molto bagnata e sfondosa .
Consigliabile se si sale al Bezzi il giorno prima ed il giorno dopo si affronta la salita presto,scendendo poi sul lato della Giasson con ripellamento per un 200 metri e proseguendo la discesa sul versante Nord della medesima arrivando direttamente a Surier.
Abbiamo incontrato alcuni gruppi di skialp gia' impegnati sul giro Truc-Giasson che erano appunto partiti dal rifugio prestissimo,giornata nuvolosa e nebbiosa fino alle 11 e che si e' aperta successivamente donandoci almeno dei bellissimi panorami.


[visualizza gita completa con 6 foto]
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Seconda gita del week end al rif. Bezzi dove siamo stati veramente bene: accogliente, pulito, ben riscaldato( c'è pure l'acqua calda per la doccia, gratuita), cibo ottimo ed in quantità abbondante... consigliatissimo.
Al contrario della Becca della traversiere, qui non siamo stati per nulla soli tutta la clientela del rifugio si è riversata su questo itinerario e alla Giasson.
Noi siamo saliti prima sul Truc Blanc e poi sul Giasson.
Pendii alti esposti a nord in farina tracciata, ma con ancora ampi spazi vergini, bella primaverile in basso tranne nel bosco dove sfondava fino al ginocchio.
Gita molto interessante per tornare alla macchina senza dover rifare tutto il vallone.
Con Manu.
Un saluto agli amici di Parma e Bergamo con cui abbiamo condiviso la gita.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti al Truc Blanc,discesi al piano sottostante ripellato e saliti alla Becca di Giasson.
Neve polverosa in alto e trasformata in basso.
Con Mario,suo figlio Andrea e Giampaolo


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
partiti da uselleres alle 6,45 sci in spalla, si calzano gli sci poco prima del rifugio Bezzi. Neve ottima fino in cima al Truc Blanc, ridiscesi verso il colle di Giasson, che si sale agevolmente sulla dx, discesa nel vallone della becca di Giasson su neve bellissima.
un saluto a Egidio e Renzo sempre ottimi compagni di gita.


[visualizza gita completa con 2 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ora si accede dalla strada destra (salendo) diga :ieri era interrotta
quota neve m :: 1900
gita decisa al mattino vedendo l'inaspettata nuvolaglia già diffusa all'alba; neve bella, rigelata, a 2800 però non si vede più nulla e quindi dopo mezz'ora di attesa si abbandona l'idea di scendere via Giasson ritornando sui ns/ passi (proprio nel senso letterale); arrivati in fondo visto che verso Ormelune c'è più visibilità risalita (alle 11.30) della prima parte (500metri, si calzano gli sci dalle baite a 2000) di questa bella gita dove c'è ancora alle 13 un ottimo firn unito finalmente ad una bella visibilità; sulle vette di fondovalle permane invece la nebbia
ottimo trattamento al Bezzi (aperto solo per noi tre, due compagni di Cuneo (Andrea e Massimo) ed io


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Terzo giorno con Michelino: anche oggi bella gita in bell'ambiente! Peccato per il tempo che in tarda mattinata s'è imbronciato non permettendo di godere pienamente del panorama. Il canale sopra il Bezzi è veramente di soddisfazione!

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Strada aperta fino ad Uselleres
quota neve m :: 2000
Ieri la Becca ed oggi il Truc Blanc... la partenza è sempre il rifugio Bezzi, ma le gite sono completamente differenti, per tipologia, ambiente e panorami.
Si risalgono i ripidi pendii a sx del rifugio, dove la salita risulta delicata se affrontata con neve dura, molto utili i coltelli.
La neve è ancora continua anche se le chiazze d'erba cominciano ad invadere il panorama.
Durante la salita si viene rapiti dall'incredibile visuale sull'itinerario che sale alla Grande Traversière, mentre alle spalle si può ammirare lo spettacolare ghiacciaio delle Plattes des Chamois.
Discesa su neve da urlo, ancora un po' dura in alto, mentre splendida primaverile fino al rifugio.
3 bellissimi giorni in compagnia dei soci Ricky e Gian.

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
Il brutto tempo ci ha fermati al rifugio Bezziche segnalo possiede un confortevolel ocale invernale dotato di stufa e di abbondanti scorte di legna. Le condizioni del tempo sono peggiorate notevolmente e la nebbia fittissima ci ha impedito di andare oltre. In alto quel poco di visibilità ci ha fatto scorgere pendii molto ventati quasi spogli ed altri accumuli . Pertanto occhio.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1800
Io e karen alla nostra "prima" gita in questa bella vallata selvaggia, arrivati al bezzi già tardi dalì in poi non abbiamo più incontrato anima viva, davvero bello!!
la neve fino al bezzi ha tenuto anche se nella parte finale un po' marcetta, molto meglio di quello che dicevano!!!



[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
quota neve m :: 2200
Ultima sciata della stagione e con questa è finita anche la scorpacciata di 3000 e passa. Neve abbastanza brutta tanto da farci optare su questa gita piuttosto della G.Traversiere. Riguardo l'itinerario è gia stato detto dal mio amico "sipperquattero" . Tante salite a tutti e ci vediamo speriamo ad ottobre.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2200
Partiti per fare la Traversiere abbiamo rinunciato vista la pessima coesione fra terreno e neve. Abbiamo deciso allora per il più sicuro Truc con "passeggiata" lunga, praticamente una gita sci escursionismo sotto un sole a picco.
In discesa siamo passati da fantastico firn ad un allucinante marcione nei piani con sprofondamenti di oltre mezzo metro.
Poi altra camminata dal pendio sopra il rifugio per prendere l'ultima lingua di neve.
Con questo caldo la stagione finisce qui.
Andrea ti ho fregato la relazione l'ho messa prima io!!!!!!!!



[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: Lato sx fino a 500 m dopo Bonne. Lato dx 4x4 fino a Useleres
quota neve m :: 1700
La miglior gita della stagione. Partiti dal Bezzi, abbiamo battuto traccia in farina fino in punta salvo 300 m. In basso 30 cm di farina, in alto 40-50. Leggera crosta sui pendii oltre il colle, per il resto polvere. Preso qualche pietra dal colle in giù, in particolare sotto quota 2600 occorre attenzione nel scegliere le linee. Nel complesso comunque nessun problema. A quota 2500 la neve ancora sciabile cominciava a diventare gesso (ore 13.30 circa), prevedibili croste. Con David e Sergio (finalmente), Mari Max e Skizzo

[visualizza gita completa]
osservazioni :: provocato fratture al manto
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 1800
Partiti dall'auto alle sei e trenta sotto una abbondante nevicata, pausa caffè al Bezzi e poi fermati al colle per scarsa visibilità.
Ridiscesi al Bezzi con una belle neve in cima e poi pesante sotto ma sciabilissima.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: Sicura
neve (parte superiore gita) :: Compatta, farinosa
Da Useleres (strada aperta)in giornata. Condizioni ottimali. Discesi per risalire alla Becca di Giasson (il canale è molto ripido e il lungo traverso un pò da brivido). Dalla Giasson la discesa è fantastica: fino al bosco 15 cm di polvere, poi marciotta con ottima tenuta (neve sino all'auto).

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 24/04/88 - nevfres
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: pendii ampi
    difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Sud-Ovest
    quota partenza (m): 1785
    quota vetta/quota massima (m): 3405
    dislivello totale (m): 1620

    Ultime gite di sci alpinismo

    12/07/20 - Breithorn Occidentale da Cervinia - lakota
    Ultima...forse... Bivacco in tenda a cime bianche...bellissimo (a parte il cantiere orrendo sul lago). La vetta del Breithorn quest'anno è particolarmente...appuntita! (tutta la neve di giugno). Ven [...]
    12/07/20 - Breithorn Occidentale da Cervinia - ulisse-alp
    Salita sino al colle del Breithorn senza problemi, facendo più che altro attenzione agli sciatori negli attraversamenti delle piste, nell'ultimo tratto abbiamo sfruttato il comodo traccione di salita [...]
    12/07/20 - Giordani (Punta) da Indren - andrea
    Giordani vergognosamente bella per essere il 12 luglio. Gra sciata. Scesi alle 11 su neve eccellente. Ottimo rigelo notturno. Usati i rampanti. Ghiacciaio in ottime condizioni, buchi ben chiusi
    12/07/20 - Breithorn Occidentale e Centrale da Cervinia - giovil
    Con queste condizioni quest’anno è un peccato mettere via gli sci. E infatti anche oggi la sciata verso le 12 dal Breithorn Occidentale a Cime Bianche è stata ottima e completamente raccordarta fi [...]
    10/07/20 - Breithorn Occidentale e Centrale da Cervinia - fabio.ciorny
    09/07/20 - Polluce da Cervinia - puli88
    Da Plateau con gli sci, lungo attraversamento fino alla base della patetina ovest. Di qui coi ramponi e le picche su ottima neve rigelata. Discesa sulla via normale e ritorno sul traverso dove si boll [...]
    07/07/20 - Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita da Indren - funcool
    Preso la prima telecabina da Stafal alle 7.35, calzati gli sci ad Indren alle 8.25. Saliti dal canalino di sinistra abbastanza duro per la temperatura bassa ed il vento moderato che ha interessato t [...]