Tacul (Mont Blanc du) dal Rifugio Torino o Aiguille du Midi

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Bella salita effettuata con ramponi fino in cima. Presa la funivia presto da chamonix e alle 13 circa eravamo in cima. La traccia attuale sale abbastanza riparata dai seracchi e poi esce in alto sulla cresta. Da li spiana e si può o proseguire per il Maudit oppure con deviazione non troppo lunga andare sul Tacul. Bella discesa tutta in sci seguendo tracce che permettono di passare abbastanza bene i vari salti dovuti ai buchi. Un ringraziamento ai sempre ottimi soci fra e paolino!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Funivia da Chamonix intorno alle 9. Saliti sci ai piedi solo la parte iniziale del pendio, poi con ramponi su ottima traccia dritta (due brevi tratti ripidi per passare due crepi) che esce sulla cresta N poco prima della punta, che si raggiunge in breve. Discesa molto buona, sci ai piedi da subito sotto la punta al Col du Midi, neve dura con buon grip in alto, in basso primaverile. Ambiente spettacolo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
quota neve m :: 3000
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti con la funivia dell'Aiguille da Chamonix. Giornata limpida, gran caldo anche in quota e niente vento. Saliti per tre quarti sci ai piedi, ultima parte più ripida della parete a ramponi. La via di salita ora si tiene piuttosto sulla sinistra ed esce sulla cresta evitando per quanto possibile i seracchi, un po' più ripida ma senz'altro più sicura. Pochi crepacci da attraversare e ancora piuttosto coperti, tolto gli sci solo una volta in discesa. Parte alta con neve dura, parte centrale e più ripida con neve dura tendente a una fastidiosa crosta non sempre portante che diventa più molle scendendo di quota e parte bassa con neve molle ma sciabile. Ambiente favoloso d'alta montagna e panorami incantevoli, tanta gente su tutte le vie.
Bellissima giornata e salita favolosa divise come sempre con Monica.


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Dal Rif. Torino raggiungiamo il Ref. des Cosmiques.
Aspettiamo una qualche schiarita che non arriva. Alle 14:30 partiamo comunque per valutare le condizioni e la fattibilità della traversata inizialmente in programma. Sopra i 3600 spunta finalmente il sole che ci fa ben sperare. Raggiriamo i crepi, seracchi e qualche pendio un po carico/ventato e raggiungiamo la vetta, ultimi 50 m ramponi con qualche passaggio di misto abbastanza facile, freddo bestia!
Scendiamo verso col Maudit dove dobbiamo bivaccare. Il giorno dopo ci aspettavamo stelle e poi sole ad accompagnarci in traversata fino alla val Veny, invece solo nebbia e visibilità "na mazza", dopo una notte trascorsa a contare le raffiche di vento ... quindi optiamo per un saggio dietro-front e con un po di fatica nel bianco più totale usciamo dal gh. del Tacul e raggiungiamo di nuovo il Torino. Ma purtroppo funivia chiusa dal lunedì al venerdì ...
Un ringraziamento particolare ad Antonio e consorte per la spaghettata finale.


[visualizza gita completa con 12 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
attrezzatura :: scialpinistica
partiti dal rifugio Torino alle 4,30. Splendida giornata neve ottima su tutto il percorso; molto vento nella parte terminale.Caldo al rientro al rifugio Torino

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Con la prima funivia da P. Helbronner (8.00). Buone condizioni per la discesa (neve dura da 3800 in su), ottima traccia in salita. Seguito nella parte alta la cresta NE, passando in corrispondenza dell'uscita del Couloir Gervasutti.
Al ritorno la neve ancora bella ci ha concesso di sciare anche la N dell'Aig. de Toula.


In compagnia di Davide.
A breve foto su:
_blog.blog.aruba.it/


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
ottimo periodo, i crepacci sono coperti, e i pendii in buone condizioni.
con Celso, Cesare, e il bravissimo Lucio al suo primo quattromila


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 2000
Saliti dal rif. Torino con nebbia e temperatura elevata. Il meteo è migliorato fino ad avere giornata eccellente ma calda all'inverosimile. Il sole ha trasformato/rovinato quasi tutti gli itinerari e sta aprendo molto velocemente tutti i crepacci. Sbrigatevi se volete farla. Ciao

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
Giornata di straordinaria bellezza ed itinerario bellissimo...., gita del medesimo tenore: semplicemente "spaziale", indimenticabile.... Confermo e "idealmente ricopio", la descrizione dell'itinerario scritta dall'amico e compagno di gita (con il "fuoriclasse franco f.), renzo c. "coste". Oltre a essere un itinerario bellissimo è anche sostenuto nelle pendenze che sono effettivamente assai ripide. Giusta la classificazione OSA, di categoria "C", ved. al riguardo la sezione "i 4000 sciistici" del sito (ottimo) " ". E' stata una gita "super" che ha concluso una stagione di grande soddisfazione sci-alpinistica.... Un ringraziamento particolare all'amico/compagno gite, inseparabile, "coste", con il quale ho condiviso -in grande sintonia- queste bellissime gite, gratificanti, indimenticabili.... mi è piaciuto (tanto) seguire (in discesa...) le sue tracce, soprattutto sul terreno ripido (sui 40° e anche oltre di pendenza...) come oggi ad esempio.... Mantiene una traccia e una linea sempre sicura..., con una sciata precisa ed essenziale, ma anche "estetica".... Uno stile e una interpretazione dello sci-alpinismo sicuramente "moderna"..... Complimenti!!!!.... (sinceri)...
Anche questa volta, con la sua bella foto, immagino si guadagni (con merito) la "copertina di Gulliver".... Questa volta, me l'hai soffiata, perchè anch'io avrei inserito una foto uuale alla tua, mi hai anticipato.... Aggiungo così -ad integrazione- una foto di dettaglio.... Un saluto a tutti i "gulliveriani", in particolare a quelli che ho (e abbiamo) incontrato e conosciuto durante queste bellissime gite, speriamo di ritrovarci presto.....

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
quota neve m :: 3000
Dal rifugio des Cosmiques partiti ore 3.30 con temperatura mite, ma buon rigelo notturno inaspettato visto il gran caldo. Itinerario in ottime condizioni sia per la salita (anche se manca una buona traccia scialpinistica nella parte mediana) che per la discesa su neve dura. Sci ai piedi dalla punta prima sulla facile spalla, poi si supera il seracco alto (delicato in discesa) e ci si immette nella parete con pendenze sostenute e esposizione sino al seracco basso che si supera senza problemi, infine ci si rilassa su ottimo firn sino ai piedi del Triangle du Tacul. Itinerio molto bello e ancora fattibile per un pò di tempo. Grande processione dall'una di notte per il Bianco via spalla del Mont Maudit. Tranquillisssimo invece il Tacul sino all'arrivo delle prime cabine da Chamonix.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: 1
neve (parte superiore gita) :: trasformata/molle
Gita in buone condizioni, nonostante il caldo. Il pendio nord ovest e' molto crepacciato e il percorso, di conseguenza, in molti tratti e' obbligato. La neve e' sempre risultata sciabile (andava da trasformata, sotto il col du Rognon, a semi-trasformata nei pendii superiori). Ambiente grandioso.

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 23/06/12 - kellynation82
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: ghiacciaio
    difficoltà: OSA :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Varie
    quota partenza (m): 3375
    quota vetta/quota massima (m): 4248
    dislivello totale (m): 873

    Ultime gite di sci alpinismo

    17/02/20 - Frisson (Monte) da Limonetto - f.gulliver
    Bella gita, neve sufficiente per salire e scendere nel canale/gorgia che dà accesso alla parte alta dell'itinerario, ramponi per il canale e l'aerea cresta finale. Discesa su ottima neve primaverile, [...]
    17/02/20 - Gran Costa (Monte) da Ruà - roby4061
    Partito da Grand puy. In 15 giorni la neve ha preso una bella batosta sotto 1900 m. 10 min di portage, attenti al cane chiaro nella borgata..mi ha "accarezzato " i polpacci... Neve già molliccia [...]
    17/02/20 - Ciriunda (Monte) da Tornetti - mark6827
    Arrivato all' Alpe Bianca mi sono incamminato sulla stradina chiedendomi dove avrei trovato la neve....dopo una decina di minuti eccola comparire. Ho comunque spallato fino al piano prima di mettere g [...]
    17/02/20 - Stange (Pizzo) da Alpe Devero e il Canalone NE - calza
    Gita effettuata sabato, tracciato completamente fino al colletto di ingresso, canale intonso con 20 cm di neve recente. La prima parte del canale è stata discesa con neve leggera e ben sciabile, dal [...]
    16/02/20 - Arp Vieille (Mont) da Bonne - gifx
    Partiti dal parcheggio appena sopra Bonne con sole e clima molto mite. Innevamento molto buono e traccia di salita perfetta. Manto molto stabile, un po' duro sopra i 2700 ma senza bisogno di rampanti. [...]
    16/02/20 - Bottiggia (Colle della) da Carcoforo - stellatelli
    Sci a pochi meri dal parcheggio, primo tratto pianeggiante molto tranquillo, nel canale si sale senza coltelli, al momento di traversare il corso d'acqua abbiamo continuato, restando sul lato dx idro, [...]
    16/02/20 - Gollien (Punta) spalla SO 3085 m da Bruil per il Vallone di Sort - frarav
    La migliore della stagione: 15-20cm di farina su fondo duro portante con salita su ottima traccia. Non si arriva in cima perché gli ultimi 100 metri sono stati spazzati dal vento e sono in ghiaccio i [...]