Pierre Muret (Tete) da Rochemolles

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Crosta da vento/Sastrugi
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: strada chiusa al parcheggodi Rochemolles
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Salita senza problemi , traccia ottima fino a fuori del bosco poi ogniun per se...... Cento metri sotto la cima abbiamo mollato gli sci, tante zone completamente scoperte e troppe pietre sotto la poca neve. L'unico lato sotto la punta per salire sci ai piedi è a sx girando verso la valle dell'Almiane, coltelli obbligatori e per sicurezza meglio i ramponi ma alcuni compagni di salita ne erano sprovvisti, quindi salita a piedi tra le pietre. Vento forte e disteso per tutta la prima parte di discesa su neve per tutti i tipi comunque sciabile, poi dal canalino fino a Mouchequite neve 5 stelle
Grazie per la compagnia a Marco , Paolo primo e Paolo secondo , ovviamente al mio Don4wd e a Lucy. Un Grazie speciale e' per Rick (lui sa perche' ) e a Lucia per l'ospitalita' a casa "o Cair" a Rochemolles

Mouchequite
Situazione vista dalla cima

[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
In salita abbiamo messo gli sci a meta' del bosco appena dentro il canale, poi senza problemi fino in cima.Abbiamo usato i coltelli da subito per sicurezza. Ultimo tratto per raggiungere la croce tra neve e rocce con ghiaccio.Scesi alle 11, sulla parte fuori dal bosco neve in trasformazione dura ma con buona sciabilità, dentro il canalino un po piu' molle, dalla strada in giu' fino alla chiesetta sopra le grange Mouchequite, bisogna cercare la neve e inventarsi la linea.
Oggi meteo spettacolare a premiare la tenacia di Marco ed Enrico....Don 4wd sempre presente


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: 4x4 o temiche fino a Mouchecuite
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Sì parte sci ai piedi dalla macchina lasciata alle grange Mouchecuite. Neve polverosa fino all'uscita dal bosco a quota 2400. Poi dura, coltelli indispensabili. Salendo lungo la dorsale sulla sx orografica si arriva, con gli sci, a circa -100m dalla vetta oltre manca neve. Discesa fino al bosco su neve ovviamente dura, ma abbastanza omogenea. Nel bosco finalmente un buono strato di farina, che stranamente non è stato violentato dal vento, ha permesso di mollare un po' i freni.

Con il gianni, soli sull'itinerario.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Ieri era una di quelle giornate in cui bisognava solo crederci !
Lasciata la macchina a quota 1800 circa, ci incamminiamo, sci a spalle, con una leggera nevicata che ci fa compagnia.
Gli sci, si mettono quasi subito, poco sopra al bivio che porta alla diga.
Neve un po' pesante fino ad uscire dal bosco, poi diventa più leggera.
Salendo, la nevicata aumenta e con questa anche il vento e la nebbia, ma con la traccia GPS del 2013 riusciamo ad arrivare in cima comunque.
Gli ultimi metri per andare a toccare la croce, ora come ora, sono un po' delicati, uno strato a tratti neanche tanto spesso di neve inconsistente copre il fondo detritico sul quale può essere facile scivolare.
Bastano pochi minuti per il cambio assetto sulla cima per farci assistere ad un grande spettacolo: il sole riesce a bucare le nebbie e in un attimo tutto attorno a noi diventa limpido.
Tenendo presente che siamo solo al 2 novembre, i primi 500/600 metri di discesa sono un vero spasso!!
Con poca fatica si evitano i tratti di roccette affioranti (causa vento) e si scia su bella neve poco pesante.
Il discorso cambia entrati nel bosco, qua, complice la nebbia e le temperature alte, la neve diventa bella pesante ed acquosa, difficilotta da gestire, destreggiandosi tra i pini e le pietre, comunque si riesce a scendere abbastanza dignitosamente fin quasi alla fine.
Condizioni della gita destinate a cambiare in fretta, quasi sicuramente il tratto nel bosco, se affrontato alla mattina presto, potrà risultare ghiacciato, la parte alta invece, se non si appesantisce col sole sarà soggetta all'azione del vento.
Con Ene e Camilla!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Strada perfettamente pulita. Portage 4 minuti. Un gava e buta poi neve continua fra ampie lingue di neve con alcuni passaggi al limite fino a 50 mt di dislivello dalla punta, quindi a piedi per raggiungere la vetta. Ha rigelato dai 2500 in su. Scendendo per le 10:30 11:00 la parte alta molto bella. Progressivamente dai 2600 in giù polenta poco divertente. Se rigela meglio, merita ancora. Molti rami nel bosco.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti da Rochemolles in quanto la strada è ancora completamente innevata appena inizia lo sterrato fuori dal paese.
Sci ai piedi alle 7 ma nel bosco inferiore sfondava già un po'.
Da 2000 mt in su ottimo rigelo.
Discesa eccellente su primaverile fino quasi alla strada di Valfredda dopodichè...polentona a volontà
Oggi con Bruno, Guido e Gianluuca


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Innevamento consistente (almeno 1 m.) già a Rochemolles e su tutto l’itinerario fino all’uscita del lariceto; al di sopra e nella parte alta cala lo spessore ma le vallette sono piene, con accumuli sparsi (osservare bene!) mentre le dorsaline sono in parte già pulite per effetto del vento.
Mentre salivamo, constatando: temperatura alta, neve similpolenta, scariche prolungate dai canali della Pierre Menue, una considerazione sorgeva spontanea: forse era meglio starsene a casa; abbiamo tuttavia continuato poiché si saliva comunque bene.
Sulla crestina prima del traverso alto verso il pendio finale, dove la neve di limitato spessore era in crosta portante, il sopraggiungere di un freddo vento impetuoso, unito a nebbia fitta, ci ha fatto fare stop.
In discesa pensavamo di tribolare tanto, data anche la scarsa visibilità, invece è stata ben sciabile la parte alta su crosta portante, un po’ impegnativa solo una fascia sopra il lariceto (crostina cedevole), mentre al di sotto e fino alla partenza ottimo divertimento in pappetta facilmente conducibile su sottostante fondo portante.
Solo un altro gruppetto sul nostro percorso.
Date le condizioni non era il caso di fare foto.
Se non sopraggiunge la calura intensa, ci sono eccellenti condizioni per le primaverili; al momento però, serve grande attenzione perché deve ancora scaricarsi tanta roba tutta sospesa.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Posteggio sopra Rochemolle, al ponte quota 1630
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Gran gita ma da affrontare con tutte le cautele del caso: CON buon rigelo notturno, partire presto/tornare presto. La strada è del tutto impercorribile e Mouchequite sarà abitabile a maggio, ben che vada. L'imbocco del vallone Valfredda, dopo Madonna della neve, è molto segnato per un bel 500 mt lineari da slavine di neve umida di buone proporzioni (fanno molto male se cadono. Ok: già cadute e disturbano il cammino, ma dicono che è meglio passare con freddo). Poi si sale tranquilli su neve trasformata e buon grip. Gran discesa su trasformata e firn (anche nel finale, su neve recente: lunedì/martedì. Marcetta ma godibile). Francesco, Matteo, Riccardo e me. Occhio allo zero termico e al rigelo. PS: i tempi della trasformazione sono molto veloci. Vuol dire che iniziato a salire messo rampant fino in cima. Expo importante, dove non batte sole sfonda, ad oggi. Domani chissà.

[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
attrezzatura :: snowboard
Split ai piedi in scioltezza per le 9 ..battuto traccia fin da subito su 20 cm di polvere su fondo portante fin alla fine del bosco ..chiaramente intonso ! Proseguiti fino a fino a quota 2.850. Ultimi 300 m un po tribolati su crosta portante : ramponi ai piedi essenziali . Oltre praticamente pietre a vista. Fare attenzione alle prime curve in quanto il manto veramente sottile nasconde gli sfasciumi ma dai 2.400 in giù parte il pow in classe a++ che ha mollato solo gli ultimi 100 m prima dell'uscita dal bosco su rochemolles.
Consigliatissima anche Costa del Becco tutto ..intonso con neve continua fin in vetta.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti per i pendii esposti al sole della Valfredda. A causa delle ampie zone prive di neve a causa del vento dello spallone sommitale abbiamo deviato sulla cresta a est della cima, trovando i pendii ancora ampiamente collegati in buona neve trasformata. Alla mezza i pendii a sud iniziavano appena a mollare, vento molto forte e a raffiche. Ottima sciabilità fino al fondo della forra della Valfredda poi strada innevata fin quasi alle grange Mouchequite.
Con Mauri e con Simonetta e Piero suoi amici conosciuti nell'occasione (oltra dog-alp Nemo tipico cane da dirupo)


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Alle grange
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
E anche noi abbiamo seguito le tracce nella Val fredda per salire poi verso la vetta su bellissimi pendii sulla sinistra fermati a un colletto sulla cresta sotto alla punta vento patagonico nell'ultima parte. Considerata la giornata fredda e neve molto dura al mattino l' errore è stato assolutamente positivo perché il versante più esposto al sole è molto bello da scendere e la neve era perfetta.Un po' di gava e buta nella parte bassa.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: snowboard
Anche io non ho trovato il percorso" classico" e cosi ho risalito la val fredda fino a dove si allarga poi per pendii canali mi sono portato sotto la cresta della muret. Ho poi attraversato tutto il versante ovest fino alla vetta dove un vento patagonico mi ha dato il benvenuto...siccome da questo lato la neve era ancora dura come il marmo sono tornato sui miei passi fino ad un colletto e da li ho iniziato la discesa( 13:30) su bellissima neve primaverile fino al limitare del bosco. Poi tenendo la SX sono sceso per un bel canale che mi ha portato molto avanti nella valle. Poi per" pista" dei pistaioli fuoripista abbastanza scorrevolmente fino alla fine della neve. Per una volta quella che mi era sembrata la solita sfiga si e rivelata fortuna visto che sono quasi sempre rimasto al riparo dal vento. Panorama splendido!

[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Tornati alla Tête ma per il percorso classico. Salita ancora continua sia in salita sia in discesa dalle ultime baite di Mouchecuite. Nella seconda metà del percorso necessari i rampant. Saliti fino a 100m dalla vetta con gli sci ai piedi e poi abbandonati per il vento molto forte che impediva quasi di stare in piedi. Proseguito a piedi fino in vetta su sfasciumi e piccolo rimasuglio di neve (ben scalinato) sotto la croce. Discesa inficiata dal vento forte e freddo che non ha praticamente fatto mollare la neve, comunque buona da sciare, nella seconda metà della discesa neve primaverile molto bella. Con meno vento sarebbe stata da quattro o cinque stelle...
Con Bubbola, Cristina, Flavio e Walter. Comunque soddisfatti.


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Percorso diverso da quello descritto e classico. Dalle Grange abbiamo seguito la strada che si inoltrava nella Val Fredda, quasi completamente innevata, quando il vallone si allarga abbiamo iniziato a salire verso la cima su bei pendii quasi completamente raccordati fino a raggiungere il colletto ad est della cima (da questo lato discretamente ostica). Raggiunto un dosso un po' più a destra, ci siamo sentiti soddisfatti. Discesa su neve molto bella e senza tracce fino al torrente, attraversatolo abbiamo proseguito sulla sx orografica fino ad incrociare molto più in basso la strada che con un paio di toglie e metti ci ha fatto raggiungere le baite sci ai piedi. Solo noi lungo questo percorso. Vallone d'Almiane pieno di gente. Alcuni sono scesi fuori pista dallo Jafferau sulla val fredda.
Con Bubbola, Germano e Marco. Torneremo una volta lungo il percorso corretto...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si arriva senza problemialle Grange Mochecuite
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Gita in ottime condizioni. Partenza alle 7,30 con +4° e ottimo rigelo notturno. Si cammina meno di 5 minuti, poi all’altezza delle ultime case delle Grange Mouchecuite si possono calzare gli sci e, a parte qualche brevissimo passaggio scoperto di pochi metri, l’innevamento è continuo fino a 100 metri dalla vetta. Noi abbiamo seguito l’itinerario classico e diretto, cioè senza passare dalla Valfredda…in pratica, quando si incrocia la stradina non bisogna seguirla, ma salire direttamente nel bosco. Rampant molto utili, specie nella parte alta della salita. Tenendosi sulla sinistra, si arriva sci ai piedi a 100 metri lineari dalla vetta, che si raggiunge a piedi o su sfasciumi, o sfruttando un breve ma ripido pendio nevoso.
Arrivati in vetta alle 10,40; panorama spettacolare e temperatura perfetta, così ci siamo concessi una lunga pausa, anche perchè speravamo che la neve mollasse un po’. Discesa iniziata alle 11,30; neve bellissima da cima a fondo, anche se in alto era ancora un po’ troppo dura; solo dai 2.500 m in giù aveva già iniziato a mollare, e anche la parte bassa era ancora in ottime condizioni, consentendoci di fare un’ottima discesa fino alle baite. L’ideale a mio avviso sarebbe stato scendere intorno alle 12,30, però avevo i tempi contati e quindi non potevo attendere oltre…scendendo a quell’ora credo che ci sarebbero state le 5 stelle…
Giornata splendida e parecchia gente nonostante il giorno feriale; direi almeno 20 persone sull’itinerario.
Gita consigliabile, se continuano queste temperature frizzanti sarà fattibile ancora per un bel po’…ottime condizioni anche nel Vallone d’Almiane.


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Sabato 15 Aprile 2017 ci sarà il raduno nazionale di snowboard alpinismo con la presenza di molti snowboarder alpinisti sul pendio.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: In auto fino alle Grange Mouchecuite 1829 m.
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Itinerario in ottime condizioni.
Molto bella la parte medio alta che si svolge su un lungo pendio regolare e sostenuto.
Il finale su tracce di un sentiero in parte coperto da neve.


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: nulla da segnalare
attrezzatura :: scialpinistica
per errore, seguendo precedenti tracce, ci siamo mantenuti eccessivamente "a destra" in salita, andando un pò oltre la la nostra meta, in direzione della testa del coin; di fatto abbiamo raggiunto un colletto a quota 2970 posto al di sotto della Pierre Muret (che rimaneva alla nostra sinistra).
abbiamo quindi disceso l'analogo percorso di salita con vista sulla Valfredda e non su Rochemolles; nonostante questo valgono le stesse valutazioni espresse nella precedente relazione con l'unica differenza che probabilmente abbiamo accorciato il dislivello sciabile da 2970 a 2100; scendendo e salendo il versante corretto si possono guadagnare almeno 150mt; nella foto denominata "seconda discesa" si vede chiaramente il nostro errore, la vetta tutta a sx e il colletto da noi raggiuntoalla base della crestina rocciosa; discesa comunque di grande soddisfazione, suddivisa nelle foto in 4 parti in base alle "balze" che presenta il pendio
rientro nell'ultima parte con neve molle e collosa

[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Tete Muret in ottime condizioni; sci dalla macchina o poco più e neve continua fino in cima.
Partiti alle 8 dalle grange Mouchecuite con ottimo rigelo notturno (apprezzati i rampat).
Arrivati in cima alle 10 e atteso quasi un ora che la neve mollasse un po' ma alla prima discsa era ancora dura e comunque ottimamente sciabile.
Arrivati a quota 2300, vista l'eccellente qualità della neve, decidiamo di ripellare risalendo 500 m.
Seconda discesa iniziata alle 12,30 su firn cotto a puntino.
Solo l'ultima parte su neve sfondosa (e qui è andata via una stella).
Dalla vetta panorama commovente: un innevamento perfetto su tutto il circondario.
Consigliata!

Con l'ottima compagnia di Paolo, Marco, Franci, Marilena & Lorenzo, Giorgio e Stefano (è raro formare un gruppo così numeroso)


[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Queste sono quelle giornate che ti rimettono a posto.
Percorso particolare, nato per caso alle 7,30, perché la strada per la cima del Vallone (mèta iniziale) è chiusa troppo in basso.
Salita fino in vetta allo Jafferau (con gli impianti...chiedo scusa ai puristi), discesa in Valfredda su pendio un po sospeso e in canale (assolutamente da evitare con neve recente o pesante), risalita sui pendii sud-ovest della Muret e discesa sugli stessi su Rochemolles.
Semplicemente unica.
Grazie a Estella, Franco, Claudio e Clara che si son fidati dell'improvvisazione !!
Un saluto e un a presto a Enzo Ala e compagno, incontrati a Rochemolles....di ritorno da qualcosa di più serio, il canale della Gardiole.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nessun problema fino a rochemolles
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
partiti dal tornante sopra rochemolle dove c'è il divieto.. 5' di portare poi sci sulla strada innevata e dal tornate sotto mochequite puntare alla strada che sale verso valfredda.. entrare nella valle ( nella gorgia iniziale i pendii da sinistra hanno slavina un po' e nelle ore calde non sono proprio sicurissimi ) a q. 2100 abbiano lasciato la traccia di fondovalle e per prati aperti e ripidi dossi siamo saliti rapidamente fin verso un dosso con rocce che abbiamo aggirato un po' faticosamente sul ripido.. coltelli fondamentali. .. poi saliti ancora per vallete e a q.2600 abbiamo doppiato la costa sulla sinistra e rientrati sul pensione O che è parecchio pelato e lavorato dl vento.. li per vallette e ripidi pendii fin sotto la croce.. Discesa iniziata alle 13.. per il fanalino sotto la croce esposto a SO che era in farina compressa che poi si trasforma scendendo nella vallettina sotto cresta in crosta portante che smolla il giusto e più basso cercano il sud in primaverile goduriosa.. solo gli ultimi 100 in basso primaverile ancora un po' pesante e non completamente trasformata.. ma domani sarà meglio... seguire la stradina che in velocità consente di ripassare sotto alcuni pendii non proprio sicurissimi e poi dal poggio della grange della croix.. puntare verso il paese prima in farina nel bosco e poi in trasformata vicino ai tornanti della strada.. la primavera.è iniziata.. Oggi -3° alle nove di mattina e venticello freddino dai 2700 in su sulla cresta. ..

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Partito in solitaria da Rochemolles per ripetere la salita a costa del becco fatta il giorno prima e che mi aveva regalato bella farina ho seguito traccia esistente che mi ha portato qua su. Decisamente meglio! Dalla cima vedevo i pedii della costa del becco ormai tritati mentre per me si prospettavano fantastici pendii ancora immacolati con una sola traccia di discesa presente. In alto la sciabilità non era ottimale con croste da vento portatante, piccole zone di neve soffice riportatata e molte zone pelate ma sceso circa 200-300 cominciava la neve farinosa (alcuni tratti più leggera altri più pesante, ma tutta super divertente) che continuava fino alla macchina.
Solo soletto per tutta la gita, grazie a chi ha battuto traccia prima di me!


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Pulita fino alle baite
attrezzatura :: scialpinistica
Visto le recensioni in giro forse tre stelle son un po' strette. Saliti seguendo la strada che va in val fredda e poi raggiunto il sole continuato lungo la dorsale fino alla punta. Scesi sempre sulla costa dove la neve è compatta dura ma non troppo lavorata dal vento. Giunti all inizio del bosco attraversato tutto verso dx . Un po' di crosta un po' di farina un po' di trasformata. Però alla fine divertente
Ottima la compagnia di Dario - Mario e Lorena


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Da grange a quota 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti stando a dx verso la val fredda su neve rigelata, scesi stando a sx verso vallone almiane su farina pressata non male, salvo piantarsi nel bosco fitto gelato e svalangato... 45' per scendere 300m. conviene attraversare tutto a sx quando si iniziano a vedere gli alberi per scendere nel bosco meno fitto.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: strada aperta, ma fermati a Rochemolles x ghiaccio vivo
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Buone condizioni. Siamo partiti in un nebbione umido e freddo, ma a 2400 mt c'è stata l'apoteosi sbucando sopra le nuvole con panorama fantastico! Abbiamo lasciato l'auto a Rochemolles a causa di un tratto di ca 150 mt di ghiaccio vivo subito dopo il ponticello. Ma la strada è stata liberata dalla neve e con temperature superiori forse si riesce a proseguire.
La neve inizia quasi subito seguendo il sentiero, ed è continua. In discesa farina compressa bella regolare per 600 mt poi peggiora un pò ma sempre ben sciabile. Un breve tratto di crosta, poi nel bosco si passa direttamente a neve dura, ben sciabile. Negli ultimi 300 mt a causa della vegetazione e rigole da pioggia, sopravvivenza, ma sempre con dignità. Si arriva con gli sci a 5 minuti da Rochemolles senza mai toccare sotto.
Giornata di grande soddisfazione, abbiamo ululato a perdifiato.
Partiti alle 9,15, all'auto alle 14.
Un ringraziamento va ai tre buongustai che nei giorni scorsi hanno fatto la bella traccia di salita e pure le belle curve in discesa.
In cima, con un clima perfetto e gioioso, festa per i 60 anni di zio Enri, gran seduttore e gentiluomo dei monti, al quale rinnoviamo i nostri grandi auguri.
Con Enri, il festeggiato, Orfeo, la nostra guida, M.Fabri, Renato e Ernesto


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Strada pulita
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Beata solitudo, sola beatitudo. Non c'é frase migliore per descrivere la giornata odierna; ottima scelta per evitare i consueti itinerari presi d'assalto; eravamo solo noi tre. Partiti dalla sterrata della diga, tutta pulita, dopo il bivio di Mouchecuite, un pò prima dell'incrocio con la decauville a quota 1900, dove vi é un rudere; saliti a piedi per una decina di minuti, poi calzato gli sci e continuato nel canale della slavina che é un pò laborioso ma si passa discretamente (così pure in discesa, molto tecnica e di attenzione, con curve strette, sempre su neve alquanto scarsa ma con fondo duro portante dove ci siamo proprio divertiti percorrendo, derapando e saltando sulle varie gobbe); dopo il canale saliti gradatamente a destra verso la cresta SO sui bellissimi pendii oggi tutti sicuri (fondo portante e sopra neve recente di limitato spessore, farinosa con solo una leggera crosticina dell'ultimo vento della notte; un pò di difficoltà la tenuta anche con i coltelli i quali non mordevano poiché l'ultima neve soffice tendeva a far galleggiare lo sci, però nessun problema poiché c'era chi si divertiva a tracciare di corsa). Evitato di salire gli ultimi 50 metri a piedi poiché tirava un venticello fastidioso con -5. Molto piacevole tutta la discesa; tolti gli sci quasi fino alla decauville, poi in breve all'auto.

[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Poco oltre Rochemolle
attrezzatura :: scialpinistica
La discesa Ha regalato una primaverile strepitosa anche grazie ai pendii sostenuti ma si è persa una stella di valutazione causa mancanza di neve sotto la cima e alcuni "metti leva sulla strada prima dell'auto, per il resto Ok. Giornata iniziata fresca e nuvolosa poi ampie schiarite con temperature miti.
S.alito con Claudio , oltre a noi una ventina di skialp in ordine sparso


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: in auto fino a Rochemolles
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
giornataccia per forte vento e neve pessima
Come detto gita rovinata dal vento che ci ha accompagnato durante la salita,e discesa da dimenticare per condizioni di neve al limite della sciabilità.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: indispensabili le gomme termiche
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima giornata con vento al mattino anche se non freddo, che è andato calando col passare del tempo. Condizioni simili a quanto riportato ieri, in alto crosta portante scendendo direzione Valfredda con tratti quasi primaverili, poi nel bosco farina molto umida e marcetta dalle Grangie al parcheggio. Al mattino -2°alla partenza, 14° all'arrivo al parcheggio.
Oggi gruppone,con Gigi,Marco e Manlio, Pietro e Luigi, Mimmo e Daniele.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: termiche necessarie per arrivare a rochemolles forse nei prossimi scal
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
saliti direttametne dal ponte sul versante ovest nel bosco.. traccia ripida e poi per ampii pendii che sul costone postano qualche traccia del vento.. dei giorni scorsi.. Prima parte della discesa sul versante SO lato valfredda abbstanza bella con qualche tratto a seconda dell'esposizione di crosta non portante..ma domani e domenica sarà meglio..comunque piacevole.. poi si ritorna sull'ovest in una prima valletta ritrovando le tracce di salita e da qui ottima farina verso il basso solo un po' più pesante.. gli ultimi 100 m. sui prati al sole sopra il paese ormai primaverile.. niente male. Volendo da sotto la punta ci si può buttare subito tutto sul lato ovest dove abbiamo visot alcune tracce da valutare la prima parte con qualche roccetta affiorante.. e con l'effetto vento..
oggi -3° alle 9 a rochemolles

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: termiche necessarie
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Grazie a guidox per questa dritta, gran gita! Oggi la parte superiore (lato Valfredda) era gia' in piena trasformazione, da due stelle. Quella mediana, invece, da cinque, a patto di scegliere esposizioni ombreggiate. Proprio in basso un altro po' di crosticina, direi una media di tre stelle per la sciata,piu'una per l'ambiente e continuita' dei pendii...
Un saluto all'allegra compagnia incontrata in cima!!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Termiche necessarie per raggiungere Rochemolles
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata spaziale con -4°C alla partenza e aria frizzante.
Si parte dal ponte 500m oltre Rochemolles dove si possono parcheggiare 4-5 auto. Innevamento discreto a Bardonecchia ed eccezionale a Rochemolles con muri di neve che incombono sulla strada. Saliti per il versante Ovest dove però sopra i 2600m si incontrano zone di pietre solo in parte coperte dalla nevicata di ieri. Lasciati gli sci a 50m dalla punta e saliti a piedi per pietre affioranti. Siamo quindi scesi per i primi 400m sul versante SO (Valfredda) dove la copertura è migliore per poi riportarci sull'itinerario di salita.
Neve bella in alto appena umidificata con lieve crosticina superficiale e polvere fantastica dai 2600m alle Grange Mouchecuite. Simil primaverile negli ultimi prati sopra Rochemolles.
Condizioni sicure.
Con la splendida compagnia di Anna, Dario, Ermes ed Orfeo che ci ha battuto e regalato un'altra grande intuizione.
Nessun altro in zona.
Le foto sono di Anna ed Ermes.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: buono
attrezzatura :: scialpinistica
La stada è aperta fino alla diga si parte dalle Gr.Mouchecuite 5 minuti di portage poi passando nei posti giusti neve continua fino in punta no ramponi dai 2050 m alla punta la neve è da 5 stelle ma sotto il rigelo notturno non è stato sufficente e si sfonda scendere verso le 9.30 prossimamente aggiungero traccia GPS visto un solo ski-alper sul percorso.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: strada aperta fino alla diga
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
per impegni famigliari sono partito da Torino alle 8 e ho preso pertanto la prima corsa degli impianti dello Jafferau.
La discesa su Valfredda é in condizioni eccellenti: crosta portante morbida il giusto (*****). Ho pellato un po' sotto le grange di Valfredda e sono salito in lungo diagonale fino in vetta, circa 900 m di disl. la gita si accorcia un po' ma bisogna essere veloci perché l'orario degli impianti costringe a una partenza un pelo tardiva per la stagione. dalla cima discesa stupenda da brividi nella schiena di piacere: un velluto da 6 stelle! purtroppo la goduria sempre troppo poco e bisogna scontarla! i 200 m di bosco fitto sopra la decauville sono stati una vera galera: crostone marcissimo e pesantissimo in cui si affondava fino al ginocchio. roba da meno 4-5 stelle. per fortuna é durato poco. in sci si arriva ai prati di Mouchecuite. Nella valutazione generale ho tolto un stellina per colpa di quei 200 metri maledetti, ma il resto é stato veramente super.
da solo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Strada pulita fino alle Grange e oltre
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Sti francesi ne sanno una più del diavolo, nei giorni scorsi hanno tracciato questo itinerario e devono essersi goduto una bella discesa se ancora oggi la parte alta fuori dal bosco regala oltre 700 metri di bella farina, bisogna prestare un po' di attenzione alle pietre soprattutto nella prima parte, ma ci sono lunghi tratti di vera goduria, poi una volta nel bosco diventa "ski bataille" contro la crosta.
In compagnia di Marco, Guido e Tommaso e totale assenza di altri skialp.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2300
Partiti dalle grange Mouchecuite alle 6:15, rigelo notturno molto alto (2.400 mt). Portage di circa 1 ora, fino a quota 2.200 mt dove abbiamo trovato un canale innevato che ci a consentito di arrivare fino in uscita del bosco. Qui la neve è continua ma bisogna cercare i passaggi. Oltre i 2.500 mt il manto nevoso si fa più consistente, neve dura, rampant necessari. Alle 9:30 siamo arrivati in vetta. Spettacolare, per quantità di neve, il vallone d'Almiane, visto molti scialpinisti salire, il tam tam di Gulliver è funzionato!
Alle 10:00 abbiamo iniziato la discesa, fino al bosco firn eccezionale, in alto duro, nell'intemedio rinvenuto al punto giusto.
Gita ormai al limite, la quota neve è troppo alta, per ripeterla occorre attendere la prossima stagione.



[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Fino alle grange no problem
quota neve m :: 1800
Partiti dopo le grange dal bivio con la starda Deucaville.
Salita effettuata con bassa visibilità sperando nell'apertura.
Arrivati in vetta l'attesa di un'ora è stata profiqua: alle 11.30 buona visibilità per la discesa.
In alto 5-10 cm di fresca su un fondo leggermente cartonato ma ben sciabile, poi fresca su fondo duro da urlo e nella parte bassa del bosco umida ma sempre sciabilissima.
Grazie a Gigi,Dario, Enrico e Gaia.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1900
partiti dalle Grange Mouchecuite.....100mt.sci a spalle poi innevamento che inizia a scarseggiare....saliti nel bosco con neve semi-papposa fuori dalla boschina rigelo mediocre.....dai 2500-2600 mt ottimo rigelo......giornata intervallata da nebbie in basso e velature in cima.......discesa (ore 10,15)su neve stupenda fino a quota 2500..poi sfondosa ma sciabilissima.....ottima giornata mario & marco....oggi circa 10 persone in cima........ciao a tutti

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
quota neve m :: 1900
Partiti alle 7.10 insieme ad una dozzina di persone e ci siamo avviati verso la val fredda, dopo circa mezzora chiedendo, abbiamo constatato che nessuno sapeva l'itinerario normale per cui quando è stato possibile abbiamo virato a sinistra e fato dislivello nel bosco seguendo a tratti vecchie tracce. A 2400 fuori dal bosco i pendii aperti ci hanno permesso di ricollegarci alla normale anche se su pendii sostenuti. Nessun rigelo notturno fino all'uscita dal bosco.Arrivati poco sotto la punta prima delle 10.00 con tempo abbastanza bello, abbiamo guadagnato la cima senza sci, ( ramponi utili). Abbiamo aspettato che mollasse il giusto e alle 11.00 si inizia la discesa su ottima neve fino a 2400 m poi di colpo sfondosa ma sciabile e nella parte finale del bosco con qualche ravanamento per strette inversioni su tratti ripidi tra gli alberi ( anche la discesa improvvisata) ma neve ben trasformata fino quasi alle macchine a quota 1850 nei pressi delle baite. Gita di gran soddisfazione! Alle 12.00 quando eravamo alle auto incominciava a piovere.
Un saluto ai compagni di gita: Andrea, Rinaldo, Piero e alla simpatica combriccola amici di Piero, Tom Balmamion, Roberta, Walter e Flavio, incontrati in salita e con cui abbiamo condiviso la discesa e l'ottimo pranzo da "Pasquale".


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: fino alle grange, sopra Rochemolles
quota neve m :: 1900
Salita in solitaria partito ore 0630, in cima alle 0910,
sceso alle 0940 con neve piuttosto dura in alto e perfetta sotto i 2500mt.
L'innevamento è perfetto,si parte dalla macchina (20mt di portage)ed è continua e bella sino in cima.
Utili i rampant

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Strada pulita fino a Mouchecuite
quota neve m :: 1800
Sci ai piedi alle ore 7:00, temperatura +2.
La neve inizia alle Grange Mouchecuite ovvero dove si lascia l'auto.
Fino all'uscita del bosco, rigelo al minimo, oltre neve molto dura, utili i rampant.
Alle 9:30, Emilio è già in punta, io qualche minuto più tardi, siamo i primi, seguirà un gruppo di una dozzina di scialpinisti.
Sulla vetta c'è un gran vento e ci ripariamo qualche metro più in basso in attesa che il sole faccia il suo dovere.
Alle 10:30 sembra l'ora giusta ed iniziamo la discesa. In alto ancora un pò dura ma bella, nel tratto mediano straordinario, in quello basso ancora decente.
Alle 11:15 all'auto, ancora uno sguardo in alto verso lo scivolo della Tete Muret così bianco e bello in contrasto con l'azzurro del cielo.
Grande gita!



[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: strada percorribile senza problemi fino alle Grange Mouchecuite
quota neve m :: 1700
Gran bella gita, con ottime condizioni di innevamento. Partiti sci ai piedi alle 7.15 dalle grange Mouchecuite immerse in una fitta nebbia, che però si è diradata poco dopo e quindi siamo saliti senza grossi problemi fino in vetta (utili i coltelli). Solo tra i 2.500 e i 2.800 abbiamo trovato un altro banco di nebbia, dopodichè abbiamo bucato le nubi e in vetta c’era il sole, anche se faceva piuttosto freddo.
Discesa iniziata alle 11.15, primi 100-150 metri con un po’ di crosta ma con un po’ di attenzione si riescono a trovare dei tratti portanti, poi da lì in giù 5 cm di neve fresca su fondo duro…discesa spettacolare fino quasi alle auto, peccato solo per la nebbia che ci ha avvolti dai 2.800 fino all’ingresso nel bosco, costringendoci a scendere con molta cautela e tenendoci il più possibile vicino a chiazze erbose per avere dei punti di riferimento.
Gita tutto sommato molto bella, anche se ovviamente con le precipitazioni di questi giorni le condizioni cambieranno radicalmente.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Strada sgombra verso la diga
quota neve m :: 1500
Gita di ripiego poichè causa nebbia era uno dei pochi posti in cui ci si poteva orientare senza problemi, avendola percorsa più volte.
Oggi molto frequentata.
Saliti e scesi dal canale a sx, salendo.
Neve perfetta.

[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1700
Partiti questa mattina dalla macchina un po' piu' in su del paese immersi in una bella nebbia siamo saliti lungo la slavina, piu' ripido ma piu' breve. giunti in vetta siamo riusciti a sbucare oltre le nuvole. Le tre dita di neve caduta nella notte su un fondo assestato hanno reso la discesa ,benche' non si vedesse nulla , fantastica.
In compagnia di Stefano Luigi Alberto e Gianfranco , grazie alla loro esperienza siamo riusciti ad arrivare in vetta e a ridiscendere con gli sci fno all'auto anche immersi nella nebbia.Molto utili i coltelli soprattutto se ci sara' un rigelo notturno migliore di quello odierno.Gita consigliata


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
note su accesso stradale :: pulito fino a Mouchecuite
quota neve m :: 1400
Oggi sono stato l'unico a partire da Rochemolles. Buona gelata notturna e neve abbondante sin dall'auto.
Inizio discesa ore 9,30 coi primi raggi di sole sulla neve.
Sci ai piedi dalla croce.
Fino a 2000 m uno splendido firn da 5 stelle, ma ho l'impressione che solo dopo un'ora le cose sarebbero peggiorate.
Gli ultimi 400 m di disl. fino a Rochemolles: un marcione sfondone nel bosco fitto che a me è piaciuto ma che consiglio solo ai perversi amanti del genere.
Ai normali consiglio di partire da Mouchecuite.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
note su accesso stradale :: Strada in buone condizioni fino alle Grange Mouchecuite.
quota neve m :: 1700
Giornata bella con temperatura ideale. Innevamento ideale dalla macchina. Contenuto rigelo notturno. Salita sula destra del pendio (verso la Valfredda) e discesa sul versante Sud di Valfredda: Primi 100m dalla punta neve crostosa difficile - 800m di firn eccellente - 200m di crosta non portante - ultimi 100m in basso marcetta abbastanza sciabile. Nel complesso otime condizioni tenendo conto del periodo.
Splendida giornata in compagnia di 7 amici e sotto la solita perfetta regia di Bruno Trekking Sport che mi ha autorizzato solo 3 stelle.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 1800
Che dire? A Bardonecchia alle 8,30 diluviava, a Rochemolles nevicava con larghi fiocchi, eppure il nostro maxi gruppo di 10 persone, un vero parterre des rois con due guide alpine, un INSA, qualche ripidista e due o tre umani, tra cui il sottoscritto, si è tolto la soddisfazione di fare un tremila in una giornata da lupi caratterizzata da una nevicata invernale che ci ha accompagnato fino in vetta, con una visibilità scarsa ma comunque accettabile ed una temperatura mai fredda e assenza di vento.Siamo saliti in Valfredda fino a quota 2200 m. per vedere cosa si riusciva a combinare, poi abbiamo piegato a nord risalendo gli ampi pendii molto belli della costiera divisoria fra la Valfredda e il Vallone di Almiane per raggiungere la quota 3015 situata subito a est della vera vetta della Pierre Muret,che vedevamo a poche decine di metri alla ns. sinistra.Discesa: Riccardo e Alberto giù dal Vallone di Almiane, dove hanno goduto di una powder eccezionale, noi dal versante di salita su ottima farina appoggiata ad un terreno liscio e regolare come un bigliardo.Solo un po' di crosta negli ultimi 200 m. Viste le premesse una giornata veramente di goduria.Tre stelle solo per la visibilità talvolta problematica.


Un saluto a Riccardo,Carlo, Federico,Erika.Omar,Beppe,Alberto,Ezio e Dario.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: stamattina solo sino a Rochemolles, da domani sino q. 1800m
quota neve m :: 1800
giudizio stretto (4*) causa poco rigelo notturno che nella parte bassa del bosco non ha trasformato a dovere la neve. Ma da quota 2200 sino in vetta neve semplicemente fantastica. Innevato perfettamente sino in punta.
Dall'auto alle 8.30, di ritorno alle 12. Sulla strada che sale da Rochem. ai casolari soprastanti abbiamo trovato una pala meccanica che liberava - per conto Enel - la strada dalla neve, per cui da domani si possono risparmiare 200m di dislivello (fondo stradale innevato, percorrrere solo se attrezzati bene...)

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 1900
gita inclassificabile poichè incompleta a causa del fortisssssimo vento che ci ha bloccati quasi fosse la mano di dio.
con Marco siamo arrivati a 200 m oltre il bosco.
andare oltre era impossibile.
peccato, 4 stelle ci sarebbero state tutte.
attenzione agli accumuli nei prossimi giorni.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1900
Ancora una bella gita, sempre d'accordo con commento di Franky, quindi non aggiungo altro.

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
note su accesso stradale :: strada pulita e aperta fino a quota 1800 m
quota neve m :: 1800
Confermo (e ricopio) il commento di "coste" con il quale ho percorso questa gita. Aggiungo che dalla vetta, con una bella giornata come quella incontrata, il panorama è interessante e notevole, soprattutto sulle alpi Cozie e Graie. Oltre a un approfondimento della geografia alpina (utile soprattutto per chi proviene da altre zone e valli come noi ad esempio), si possono individuare e trovare nuovi itinerari da percorrere e anche ammirare (con una certa soddisfazione) quelli già percorsi...

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
note su accesso stradale :: Strada aperta sino a quota 1800
quota neve m :: 1800
Parte alta e centrale molto bella da sciare per le pendenze sempre sostenute, gli ampi spazi e la libertà di percorso. Neve: beton in alto scendendo alle 11, firn appena smollato parte centrale, poi nel bosco marcia. Stando a sx salendo si arriva ancora quasi in punta con gli sci. Fattibile ancora per poco.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: strada pulita fino al piano sotto le grange Mouchecuite
quota neve m :: 1800
Gita in condizioni stupende. Partiti dalla macchina sci ai piedi. Una stella in meno solo perchè per arrivare in cima bisogna salire l'ultimo pezzo a piedi (circa 100 m). Discesa iniziata alle 11 circa. La neve è rimasta dura in alto, ma perfettamente sciabile e in compenso, in basso, era un firm perfetto fino alla macchina! Grande sciata oggi. Noi siamo saliti (e scesi) passando dalle Grange Mouchecuite.
Su tutta la montagna solo io e Luca e altre 3 persone incontrate per strada...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
note su accesso stradale :: parcheggiato alle grange mouchecuite
quota neve m :: 2100
S.alita sci in spalla per 500 m. perche' siamo passati troppo a dx e la neve in questi giorni si e' ritirata parecchio. Dai 2300/2400 per linque prima e neve continua dopo, si arriva in punta su neve trasformata. Discesa fantastica (da *****) tenendoci piu'a dx si scende su neve ottima fino a 2100 m. poi,beh....si ravana nel bosco ripido su ganita e ramaglie fino al prato a 10 min. dall'auto.
un saluto a gianni, renato e bruno ottimi compagni di gita come sempre, e per quest'anno penso che,probabilmente, la Pierre muret l'abbiamo chiusa noi. Un saluto a Cri che causa la sua cena di ieri sera e' rimasta a nanna...!


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1900
Ottima gita, condizioni spettacolari in alto, si può sciare con continuità senza prendere pietre dalla cima (compreso il canalino sotto la croce) fino al bosco in un ottimo firn. Nel bosco, sotto 2200 metri si ravana un po' nella granita siciliana: d'altronde se si parte troppo presto in alto è ancora troppo duro...
Saluti all'ottima compagnia di bardounechaire....


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 1800
dopo il week-end passato a pedalare, ecco una giornata difficile da scordare finalmente sugli sci!!! nonostante la temperatura alla partenza alle 7.00 di circa 4 gradi e la neve molle nel primo tratto nel bosco, le condizioni della parte superiore da 2300 mt fino in cima sono veramente da urlo!! ho scelto di allungare la salita aggirando i ripidi pendii salendo dalla val fredda dal sentiero percorso a luglio. zona solitaria e piena di camosci ed ho raggiunto il classico itinerario di salita a circa 100 mt dalla vetta. sole troppo caldo per la stagione, ma grazie all'esposizione dei pendii, la discesa è stata ottima fino al bosco, dove ahimè si sprofondava. poco male...vista la penuria dello scroso inverno!!! discesa iniziata verso le 10.30. consigliata.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: in auto sino a Grange Mouchecuite (1829). Poi 5 min a piedi
quota neve m :: 1900
Peccato per chi ha mollato durante la salita pensando che nella parte alta, non avendo gelato nella notte, fosse tutta neve pesante... Dai 2500 alla vetta bella Frn. piu' sotto tutto sommato sciabile, nel bosco, beh non fosse per i pini, mancherebbe il divertimento (la neve era quella che era). Consigliabile per i prossimi giorni se nella notte è sereno e gela. Buone sciate!!!
Un saluto all'amico Giorgio, incontrato casualmente durante la salita!! Alla Prossima!


[visualizza gita completa con 1 foto]
quota neve m :: 1900
La gita e' ottima per lo sci alpinismo. Pendenze regolari e sostenute nella parte alta. Oggi, senza rigelo notturno (alle 7 alla macchina c'erano 5 gradi) e' stata tutto sommato discreta: firn nella parte alta, a tratti nevischio ventato caduto nella notte, e nella parte bassa polentone abbastanza sciabile. Consigliata solo per pochi giorni.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Tanta gente nonostante la giornata non promettesse niente di buono, la discesa invece si è rivelata molto bella, soprattutto la parte alta con neve dura, in basso nel bosco la neve era molle (la notte precedente non ha gelato...) ma tutto sommato sciabile

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: Strada aperta fino alla diga
quota neve m :: 1900
Cielo coperto quindi in alto neve dura, in più alla partenza alle 8 c'erano 7 gradi(!) e la neve, per un 100 m di dislivello era molle. In discesa dai 2800 ai 2000 velluto fantastico, sotto a tratti sciabile , a tratti uno schifo.
Comunque direi che merita, con il sole


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: strada pulita fino a Mouchecuite
quota neve m :: 1800
neve perfetta dalla punta alla macchina. Non si sono date 5 stelle perchè, causa una nube che copriva il sole, la neve nella parte alta non ha mollato. Bisogna anche dire che tutto il pendio è un biliardo di neve dura con sopra 1 cm. di brina di superficie. E tutto questo fino alle macchine! Consigliabilissima!!!!

[visualizza gita completa]
innevamento ottimo
mi associo a cosa scritto da aerdna, peccato per il fitto bosco...
ottimo geco(marmu) che si è sparato 1200 m, il ragazzo dà della grandi soddisfazioni.....si sta trasformando.....


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
Si arriva con l'auto fino alle grange Mouchecuite (1829 m)da cui si parte con gli sci ai piedi. Ottimo innavemento con neve trasformata. Lasciati gli sci a 15 metri dalla punta che si raggiunge a piedi. Discesa lungo il pendio verso la valle di Rochemolles. Noi siamo scesi verso le 11.30 e la neve iniziave a mollare specialmente nella boschina impenetrabile dove era quasi marcia, meglio scendere un pò prima.
Ottima gita in compagnia di Monica (Bagassa), Marmu, Vale (Cinghiale innamorato) e Marco (Bonatti) e le bravissime cagnoline Camilla, Neve e Siria.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: in auto a quota 1800 grange mouchecuite
quota neve m :: 1800
Tempo brutto. Oltre 2800m solo pietre;da 2800 a 2400m neve molto bella, dura con 2 dita di farina; più in basso una crosta che si rompeva con sotto neve bagnata. Se gela la gita è ancora buona.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: ...condizioni gita ...
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Sorpresa!!Farina fino al limite dei pini....Bellissima..
Più in basso 100 metri di ghiaccio, dovuto sicuramente alla pioggia gelata sul manto nevoso. Sotto primaverile
un pò molle ma ancora sciabile (scesi alle 10.30). E' sempre una gran bella gita. Con Luigi, Rox, Roby ed Elena

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta da vento morbida
Punteggio da 2 a 3 * ; in partenza era sereno poi si è chiuso ed è incominciato il vento sotto la punta per cui ho rinunciato a 100 m. dalla vetta (l'altimetro segnava 200 m in più).
Neve con una crostina che in alto diventava a tratti una placca dura da vento con spolverate di fresca a tratti.
Parte migliore della discesa quella inferire nel bosco dove il caldo ha rammollito la crosta. La strada è spalata, qualche tornante in più si può fare.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Neve ancora abbondante.Oggi il vento freddo ha tenuto "di marmo" la metà superiore della gita,x questo le 3 stelle. Comunque pendii davvero belli.Si parte ancora dal 3° tornante

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
spettacolare

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Salita molto diretta il che significa discesa da urlo su una neve che,grazie alla temperatura non troppo mite, si è conservata egregiamente. Lasciati sci a 150 m circa dalla vetta per mancanza di neve. Da rifare!!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Gita fantasica !! Siamo partiti dal terzo tornante sopra Rochemolles; ultimi cento metri a piedi; scesi direttamente sulla verticale della punta fino alla borgata sotto. Neve semplicemente magnifica da cima a fondo. Maurio, Maurizio, Davide e Tux

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Le stelle sono solo 4 perchè la perfezione non è di questo mondo, ma oggi ci siamo andati vicini, da 5 a 10 cm. di neve fresca su fondo primaverile, soprattutto il bosco è in condizioni eccezionali. Si arriva praticamente con gli sci alla macchina, mentre gli ultimi 100-150 metri alla vetta si fanno a piedi e con qualche attenzione nel canalino finale dove il terre no è gelato.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta rigelo portante
Le 5 stelle vanno cosi suddivise: 3 per la gita, sebbene non fosse freddo, la neve non ha mollato mai e la crosta è sempre stata molto dura, negli ultimi 100 metri prima della vetta non c’è più neve, tuttavia merita salire a piedi fino alla croce per godere il panorama. Le altre 2 stelle sono per la merenda “sinoira” consumata alla trattoria Aquila Nera di Rochemolles, dove i gestori Renatino e Daniela ci hanno trattato da veri signori, prosciutto, lardo, salami canavesani e polenta con spezzatino. Andateci, è un degno finale di un gitone come la Tete Muret.
Gli unici sciatori incontrati sono stati un gruppo di Austriaci del Tirolo che con un discreto italiano ci hanno detto: “noi avere montagne in Tirolo ma volere vedere anche montagne italiane … !”
Nella foto un passaggio un pò ripido 150 metri prima della vetta.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Solito appuntamento annuale con la Muret; da oltre 20 anni torniamo sempre a trovarla talmente è bella. In auto fino alla fontanina dopo Rochemolles. Innevamento ottimo dall'auto e fino a quota 2.800, poi lingue di neve fino ad una settantina di metri dalla vetta; sopra salire a piedi sugli sfasciumi e roccette finali.
In salita neve dura (piegava anche i coltelli). Nella parte alta discreto vento che ha favorito il mantenimento della neve in condizioni perfette per la discesa. Dalla pineta in giù rinveniva un pò oltre il normale (era già tardi: ore 14) ma era sciabilissima fino all'auto.
Solita compagnia di camosci; giornata con cielo e sole spettacolari. Incontrato una comitiva di ciaspolatori di cui uno in vetta ed un gruppo che è salito in sci allo Scarfiotti; verso il vallone di Almiane non abbiamo notato gente; l'innevamento appare molto buono in tutta la zona e tutto in via di trasformazione.
Con Irene, Nino, Piero, Aldo e Valter (per la 1^ volta; benvenuto tra noi).


[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): accumuli o lastroni
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta da vento morbida
tentativo mal riuscito...poca neve, anzi quasi nulla sul pendio finale (a vista Xkè ci siamo fermati molto prima). Ha tirato molto vento.
Crostosa e a tratti ventata nelle pinete e fino alle baite, il rientro sulla strada battuta ovviamente è ok.
Il bello della giornata è stata la pennichella alle baite sopra a Rochemolles sotto un sole delizioso.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: buone
neve (parte superiore gita) :: abbasta. ghiacciata rare zone con crosta
giornata nuvolosa con momenti di nebbia
nota decisamente negativa aver trovato in punta affianco alla croce una orribile moto fatta con ferraccio e dipinta in loco in blu
non abbiamo sradicato l'abominevole monumento per non lasciare rifiuti in giro spero che chi ha avuto quest'idea pensi a riportarla a valle oppure la prossima volta ci attrezzeremo. Firmato
Gianni Lucco, Gianfranco, Careddu Franco Matera

[visualizza gita completa]
osservazioni :: valutazione1
neve (parte superiore gita) :: dura /crostosa/trasformata
Iniziato salita da Grange Mosquite q.1830.Meteo poco clemente (nuvoloso, nebbia). Nel tratto mediano trovato neve dura (coltelli) alternata a brevi tratti di crosta. Raggiunto la vetta in 1h.10 ed ivi abbiamo trovato una splendida sorpresa !! Vicino alla vecchia croce di legno della vetta, sorge ora un'abominevole struttura metallica rappresentante una moto da trial con su riportati i nomi dei "simpaticoni" che suppongo l'abbiano recata in vetta. Oltretutto, l'hanno verniciata in loco sporcando anche le rocce nei dintorni con splendide chiazze blu. Non nascondo che il primo istinto è stato quello di sradicarla e lanciarla nel baratro della parete E ma poi da persone educate quali siamo non abbiamo ceduto alla tentazione di abbandonare in giro dei rifiuti (perchè di ciò si tratta).
Pertanto è rimasta lassù , ove ci auguriamo che qualcuno che vorrà dotarsi di qualche chiave (n°13/15/17,)una pinza, buona volontà e amore vero per la montagna la possa smontare e riportare a valle. Noi non disponevamo degli attrezzi adeguati altrimenti l'avremmo fatto con estremo piacere.
In discesa la nebbia è peggiorata soprattutto dalla metà in giù obbligandoci a scendere con cautela ma senza particolari problemi vista la neve compatta. L'ultima parte nel bosco è stata estremamente piacevole. Gita da effettuarsi al più presto causa fuoriuscita di parecchie pietre in particolare nella parte alta.
G.Franco (guardiaparco), Gianni, Franco


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Salita in mezzo a turbini di vento e con poca neve nella parte alta, gia'precdentemente spazzata dal vento di questi ultimi giorni. Gita nel complesso molto sofferta. Con Franco.

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 04/05/08 - frankie56
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
    difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Ovest
    quota partenza (m): 1612
    quota vetta/quota massima (m): 3031
    dislivello totale (m): 1419

    Ultime gite di sci alpinismo

    03/06/20 - Basei (Punta) dal Lago del Serrù - lucabelloni
    Partenza dal parcheggio del Lago Serrù con 5° e buon rigelo. Sci a spalle fino al Colle Agnel anche se nel pianoro sopra il parcheggio c’è ancora parecchia neve. Confermo che conviene intercettar [...]
    03/06/20 - Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna - gazzano
    La neve inizia a quota 2400 ed è continua sino al colle ovest dove ho lasciato gli sci .Usati coltelli ed anche ramponi per il tratto più ripido sotto al colle .Arrivare in vetta con gli scarponi da [...]
    03/06/20 - Fourchon (Mont) da Saint Rhemy - otaner
    Alla partenza neve dura, ghiacciata, ho dovuto mettere i coltelli sotto gli sci per non scivolare, poi con l'arrivo del sole le cose sono migliorate
    03/06/20 - Fourchon (Mont) da Saint Rhemy - fyplom
    Saliti, dall'alpeggio a q. 2330, al Fourchon, m. 2906, dopo esser scesi per circa 300 m. dsl, saliti al Tete de Fenetre, m. 2823. Ottima giornata e neve ancora buona, solo in basso un po' bubbonata. In basso comincia a mancare la continuità-
    03/06/20 - Fourchon (Mont) da Saint Rhemy - gmzolenart
    prima gita primaverile in Val d'Aosta con evergreen e Maurizio. Il punto di partenza è l'alpe Baou, due tornanti prima del Colle. La salita risulta quindi di poco più di 500 metri dislivello, abbia [...]
    03/06/20 - Fourchon (Mont) da Saint Rhemy - roberto.maucci
    Buona sera a tutti. Bella giornata tiepida al Fourchon, la neve un po meno. Scesi alle 10 circa su neve primaverile, piacevole fino a metà e basta. Buone gite.
    03/06/20 - Fonteinte (Tète de) da Saint Rhemy - albert61
    con la strada aperta fino al Colle del G.S. Bernardo siamo partiti da poco prima della galleria. gita molto breve con ambiente stupendo. la neve in basso come già ampiamente riportato presenta dell [...]