Mongioie (Monte) Parete NE, via diretta Biancardi

Avvicinamento su sentiero pulito fino a pian dell'olio poi neve continua. Neve buona fin dopo il traverso, poi mediocre fino al masso incastrato. Da lì all'uscita neve marcia.
Sulla via si trova qualche chiodo e qualche spot, utili friend per integrare e noi abbiamo usato anche una vite da ghiaccio corta per proteggere l'uscita dal masso incastrato. Partiti alle 4.30 da viozene siamo arrivati in punta alle 10.40. Via divertente e mai difficile, una bella giornata con Ale!!!

[visualizza gita completa]
Via di notevole impegno seppur con dislivelli non esagerati; neve dal Pian dell'Olio; al Bocchin dell'Aseo traversato in piano abbassandoci un poco oltre il primo nevaio/canale per attaccare il conoide 50 m sopra la base. Neve portante solo al suo centro, sfondosa al lati; duro il passaggio nel camino, molto buona la neve nel traverso, poi usciti in parete...... farina. Qualche passaggio di misto da brivido sui tiri successivi, poi duro anche il superamento dei massi ( due metri di ghiaccio vivo appena dopo il primo ); in cresta vento allucinante e discesa rapida diretta sul Bocchin. Nonostante le condizioni non ottimali ed il nostro stato fisico altrettanto, ce la siamo cavata bene anche se un po' lenti ( 3 ore per l'attacco, 4 ore per il canale ). Grazie, Fabio!

[visualizza gita completa con 6 foto]
Il primo tiro a parer mio è la parte più difficile della via, passato quello tutta dicesa :) ...Il traverso essendo ben tracciato l'ho trovato easy, c'è solo uno spit a metà e un chiodo alla fine. I seguenti tiri sono principalmente neve con qualche passaggino di misto easy, c'è poco da proteggersi, più che altro (come per il traverso) serve il piede fermo in questo tipo di terreno. Il masso incastrato l'ho superato sulla dx, uscendo su ghiaccio e neve, secondo me può essere utile una vite corta per rendere più sicura l'uscita. Dopo il masso resta solo più un canale di neve ("solo", ma il punto più ripido della via). Discesa dalla normale dal Bocchino dell'Aseo.
Bellissima via, di grande soddisfazione, ciliegina sulla torta il fatto che sia sulle montagne "di casa". In cordata con Cristina. Mi spiace per Pete e Diego che, arrivati con noi all'attacco, sono dovuti tornare indietro per un paio di problemini tecnici...Vi rifarete! Un saluto a Stefania e socio che andavano sulla Comino-Garelli e ai ragazzi che sono usciti sulla Biancardi dopo di noi.


[visualizza gita completa con 3 foto]
Bella via attualmente in buone condizioni, presenti alcuni spit lungo l'itinerario che permettono una progressione in sicurezza; chiodi da ghiaccio inutili, usato friend rosso e giallo BD; tanto freddo e grande affollamento in parete......
Con Vik e Cri.

[visualizza gita completa]
D'accordo con quanto descritto da nihil...eravamo noi quelli dietro super infreddoliti :-)
Partiti alle 6.20 dal parcheggio, circa 3h per arrivare all'attacco del conoide (ci siamo preparati prima di arrivare al bocchin dell'Aseo). Molto bello l'ambiente nel conoide iniziale, fino alla fine non si vede il camino sulla sinistra. Il primo tiro di misto l'ho trovato ostico, forse perchè ancora a freddo. Traverso di L2 da fare con cautela per via della neve farinosa, parte centrale su neve abbastanza portante, qualche passo su erba e roccia mobile prima di arrivare all'ultimo tiro. Masso incastrato pulito, giusto un pò di ghiaccio in uscita e ripido canalino finale che porta in cresta. In vetta vento a tratti forte (ore 12.30).
La via me l'aspettavo un pò più lunga, comunque molto carina...con gli zii

[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale ::
Dormito al rifugio Mongioie, partenza alle 5:50. Al bocchin dell'Aseo per le 7.30. La neve inizia poco sotto pian dell'Olio, e dal pian in poi è dura e portante fino alla base della via. Consigliabile ramponare presto perché ci sono lastre di ghiaccio in alcuni punti. Conoide poco portante nella parte bassa, discontinuo sopra. Passo di misto asciutto il giusto. Sostato su nut e maillon prima del traverso. Traverso non così ben messo, la neve sfarinava un po'. Due tironi su neve non fantastica, abbastanza improteggibili, fino sotto al secondo passo di misto che abbiamo trovato molto asciutto. Masso incastrato passato bene, ben proteggibile sia prima che dopo e con neve un po' migliore. In vetta alle 12:30. Discesa dalla normale sulla est.
Rifugio del tutto libero, follia! Primi sulla via, due o tre cordate dietro di noi e una sulla Comino. Quelli subito dietro pistavano a bomba, ci siamo un pò sovrapposti, scusateci se avete dovuto fare un pò di freddo extra... Via molto bella oserei dire solo nella metà superiore, quella inferiore non splendida, forse anche per le condizioni trovate. A mio parere è migliore, sebbene meno spettacolare, la Comino-Garelli. Giornata super, clima grandioso, molto molto vento. Con Albe, e saluti a Pavo e Andrea incontrati assurdamente in cima.


[visualizza gita completa]
La via è in ottime condizioni!
Il tiro che porta alla base dell'ultimo (quello del masso incastrato) lo abbiamo fatto passando a sx (faccia a monte) perchè a dx non c'è neve (erba e rocce con poca possibilità di protezione)
Ambiente molto bello, giornata stupenda senza nessuna cordata in giro.
Gestore del Mongioie super cordiale (e ovviamente preciso a darci le condizioni)


[visualizza gita completa]
Dormito la sera prima al Rif. Mongioie (trattamento davvero ottimo). Al mattino partenza tranquilla alle 6.10 e arrivo al colle con le luci dell'alba, veloce cambio di assetto e via verso la conoide su ottima traccia. Il canale basso non era praticamente tracciato ma si sfonda poco. Prima di arrivare al primo camino (passo chiave della via) c'è una traccia che taglia a sx su terreno più facile e che rispunta poi sopra al traverso esposto di L2: a detta del gestore questa variante è sì più facile ma anche pericolosa in quanto la neve poggia direttamente su di una placca liscia di roccia. Noi comunque abbiamo salito il camino della via "classica" allestendo una sosta su nut poco sotto. Il camino non è difficile ma tra neve, roccia liscia e picche che ti battono sui maroni non è banale (ci si protegge con un friend sulla sx). Traverso della muerte del secondo tiro ben tracciato ed expo ma con un fix alto a metà. Da lì in poi abbiamo fatto un tiro da 50m su neve, un tirone da 70m in conserva su neve (qualche fix e un ch.) e quindi un tiro di misto sulla sx del colatoio principale (in cui ogni tanto casca qualcosa dal camino soprastante e dalla cornice...). Molto bello l'ultimo tiro di misto del masso incastrato (1 ch.), uscita della madonna in tutti sensi con panorama eccezionale. In discesa buona neve passando dalla gola delle scaglie (portante via via più smollata ma mai sfondosa); seguendo i vari nevai si arriva su neve fino a 10min sopra al rifugio.
Nonostante la via fosse tracciata la neve non è nè molto abbondante nè molto portante quindi non è proprio tutto scontato. I passi di misto non sono estremi ma neanche banali (astenersi mungitori seriali, non si azzera nulla). Noi abbiamo usato una mezza da 50m, un set minimal di nut, 4 friend medi (forse ne bastano 1 giallo e 1 rosso BD), per il resto si trovano una decina di fix (di cui però 7 sono di sosta) e un paio di chiodi.
Allo stato attuale la parte più pericolosa della gita è la cena in rifugio: tra antipasti misti con bagna caoda, polenta, primo, secondo e dolce se ne esce distrutti.
In compagnia dell'inossidabile Marco, dovevamo venirci a marzo ma era un crimine non iniziare subito l'anno così.


[visualizza gita completa con 7 foto]
note su accesso stradale :: Libero
Dare un occhio alle cornici prima di attaccare e valutare.
Neve a tratti sfondosa ma ora è tracciata.
Un grazie ai gestori del rif. Mongioie
"Se il rigelo è bueno
l'umore è bueno
le cundi son perfette
lo sciallo è senza freno!"
cit C.A.I.



[visualizza gita completa con 3 foto]
Avvicinamento senza neve fin nei pressi del Bocchino dell'Aseo. Accesso al canale su neve portante, primo tiro (camino) secco. Progressione senza intoppi nei tiri successivi su neve portante fatta eccezione per pochi metri in cui ha risentito del calore dei raggi del sole che comunque raggiungono la parte centrale della via già nelle prime ore del mattino. Secco anche il tiro del masso incastrato, con gradevole placchetta di neve dura nel mezzo che facilita il passaggio. Sono stati aggiunti alcuni spit nuovi che permettono di avere punti di sosta solidi ogni 50-55 metri. Buone possibilità di posizionare comunque qualche protezione veloce lungo i tiri.

In ottima compagnia di Andrea e Tomasz.


[visualizza gita completa con 3 foto]
Via molto secca.
Il camino per accesso al traverso è completamente su roccia.Lo stesso per il passo dei massi incastrati.
In cima usciti a dx con 15 metri di misto su piccola colata di ghiaccio (l'unico minuscolo pezzo trovato) che rende un po' più pepata la via.
Una sosta....della madonna!!!
Primi in parete, ma sotto le folle si accalcano.
Via bella in bellissimo ambiente.


[visualizza gita completa]
Via di misto molto bella e divertente, spit e chiodi ben visibili dove necessario, buon innevamento

[visualizza gita completa con 4 foto]
Confermo le condizioni generali abbastanza buone. I tiri del camino e del masso incastrato su roccia sono duri, soprattutto il primo che mi ha fatto penare. Nonostante le alte temperatura la neve è bella dura.
Qualche chiodo e friends medio piccoli utili per integrare. Bellissima via in ambiente severo. Da non sottovalutare!
Un grazie a Samu83 per i consigli. Ottima intesa con Riccardo, per la prima volta insieme su una via di questa difficoltà.


[visualizza gita completa]
Confermo le condizioni di gams e aggiungo che il primo camino ci ha fatto tribolare non poco mentre abbiamo trovato più facile il masso incastrato.
Via sognata e studiata da due anni e finalmente ce l'abbiamo fatta la prima su queste difficoltà soddisfazione enorme


[visualizza gita completa con 5 foto]
Condizioni neve discrete; compatta e a tratti ghiacciata. Il passaggio prima del traverso è scoperto, come quello
dell’ultimo tiro (masso incastrato) che richiedono passaggi valutabili intorno al M3/M4. Lasciato un friend
incastrato subito dopo lo scivolo intermedio. Giornata spaziale , un po’ freddina e ventosa nel canale. (Marco
Stefano e Giovanni)

[visualizza gita completa con 10 foto]
Itinerario in buone condizioni, in parte da rintracciare dopo l'ultima nevicata. I tiri di misto sono ben proteggibili, uscita su neve inconsistente. Temperature fredde e leggero vento in cima.
Con Fabrizio in gran forma.


[visualizza gita completa con 4 foto]
Buone condizioni generali. Passaggio del camino e del masso incastrato secchi e ben proteggibili. Per il resto saliti rapidamente su neve compatta. Nella parte centrale si affrontano alcuni brevi passaggi su rocce rotte: occhio ad eventuali cordate sottostanti.
Utili friend (avevamo dal #0.3 all'#1 BD).
Soli in parete: bellissima salita con un panorama che spaziava dalla Corsica al Monte Bianco fino al gruppo del Monte Rosa.
Salita ammirata e desiderata sin dalle prime "passeggiate" con i ramponi alcuni anni fa e finalmente realizzata.
Un saluto al socio Fabrizio!


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Strada pulita fino a Viozene
Buone condizioni,neve a chiazze da Pian dell'Olio,continua dal Bocchin dell'Aseo.Canale di accesso su neve dura,primo camino molto secco,traverso molto delicato per neve inconsistente,parete di nuovo in neve dura,solo la strettoia prima del masso incastrato con un po' di teppa che inizia a uscire,tiro del masso incastrato secco,canalino finale pieno.Si trovano chiodi e spit dove servono,usato qualche friend per integrare, inutili le viti da ghiaccio
Col socio Giulio86 ,in beata solitudine su tutta la montagna.Un po' di vento fastidioso nell'avvicinamento e sulla cresta,per il resto uscita e giornata da incorniciare!


[visualizza gita completa con 5 foto]
Salita in condizioni perfette: copertura nevosa continua e neve portante.
Molti i chiodi in posto che rendono ogni passaggio affrontabile senza pensieri.
Unica pecca della giornata odierna il vento freddo e teso che non ci ha dato tregua. Dalla cima vista strepitosa dal mare al massiccio del Rosa!
In attesa di nuove nevicate è assolutamente consigliata!!!
Con Lorenzo


[visualizza gita completa]
Partenza dal rifugio intorno alle 6 e un quarto, avvicinamento pulito fino al pian dell'olio. Condizioni molto buone lungo tutta la via, solo i due camini un po magri costringono a grattare i ramponi sulla roccia. Temperature gelide da bollita alle mani, e neve per lo più marmorea che rendono la salita veloce, i passaggi più esposti sono ben protetti con chiodi, facilmente integrabili. Bellissima salita di soddisfazione con il socio Moli, giornata spaziale con vista dal mare fino alle dolomiti, un saluto ai 4 ragazzi liguri con cui abbiamo condiviso bivacco e salita.

[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: libero
Buone condizioni generali. Dormito all'invernale del Rifugio Mongioie. Il locale ha 4 posti letto con coperte. E' però possibile dormire per terra anche nel locale antistante sebbene molto più freddo. No stufa. Acqua alla vasca poche centinaia di metri prima del rifugio (non farci affidamento perché potrebbe non esserci per gelo).
Neve continua circa da Pian dell'olio. Canale condizioni buone. Passaggio del Camino un po' secco e quindi abbastanza tecnico.
Traverso ok. Parete e goulotte dopo il traverso con neve ottima. Passaggio del masso incastrato con poco ghiaccio e neve non sempre consistente. Anche questo abbastanza tecnico. Presenti chiodi (spesso da ribattere) e uno spit sul traverso. Integrato raramente con friend e nut. Cresta ok. Discesa da normale est ok. Gita da non sottovalutare.
Bellissima gita di grande soddisfazione . Dopo esserci ritirati 4 anni fa per miei malesseri ci eravamo ripromessi di tornarci e finalmente ci siamo riusciti. Posto bellissimo con panorami che in vetta spaziano dal Mar ligure al gruppo del Rosa. Grazie Mat, Mic. e Dan.
Un saluto alle cordate incrociate in bivacco e parete.


[visualizza gita completa con 4 foto]
Avvicinamento su neve portante dal gia dell'Olio. Condizioni quasi estive della salita, dal traverso in poi tutta su roccia. Passaggio del masso incastrato divertente e atletico.
Speravamo di trovare condizioni migliori, ma anche cosi la salita è divertente su terreno per lo più friabile.


[visualizza gita completa con 6 foto]
Come detto da Nicola neve un po' marcetta all'imbocco del canale, diedro prima del traverso magro e a ghiaccio vivo (delicato), traverso a neve buona. Anche sulla parete aperta prima del canalino le condizioni della neve erano accettabili seppur in alcuni tratti ne rimane davvero poca e si vede il terreno affiorare, per questi motivi siamo saliti in conserva facendo solo un tiro dai massi incastrati (anche qui poco ghiaccio, misto che complica la salita).
Ci sono chiodi che aiutano qua e la ma a volte è difficile reperirli.
Canale iniziale fino al traverso molto pericoloso per caduta copiosa di sassi, in questo periodo il sole scalda tantissimo già alle 9 del mattino, occhio.
Bellissima via, molto divertente!
La volevo fare da tempo e finalmente abbiamo trovato il momento giusto per farla, grazie a Nic sempre presente!


[visualizza gita completa con 6 foto]
Neve da pian dell'olio, buon rigelo e qualche accumulo da vento non pericoloso fino alla base del canale.
Sul canale prima del 1° tratto di misto neve sfondosa. 1° misto in buone condizioni ancora presente ghiaccio a sufficienza. Traverso buono; roccette ricoperte dalla neve quindi non presentano problemi, ultimo camino con poco ghiaccio, un saltino un pelo delicato per il resto altra neve più o meno compatta fino in cresta.
Ideale sarebbe attaccare il canale veramente molto presto (alla base alle..5:30?) per evitare il sole che scalda parecchio; NON SOTTOVALUTARE le scariche di pietre sopratutto quando si è nella parte finale del canale iniziale ! (ovviamente dipendo molto dall'orario e dalle temperature).
Grazie a Jeck sempre pronto a nuove avventure :)


[visualizza gita completa]
Condizioni generalmente buone, neve un po' sfondosa nella prima parte del canale iniziale ma abbiamo attaccato non prestissimo e il sole arriva subito. Il primo camino è forse il punto tecnicamente più difficile, noi non abbiamo trovato lo spit a destra di cui parla la relazione, comunque protegibile... Via bella e di soddisfazione: la prima per noi su questo genere. Saliti con gli sci in spalla e scesi dalla normale sci ai piedi fino a praticamente pian dell'olio!

[visualizza gita completa]
Dopo la "soffiata" ricevuta lunedì che ci confermava la via in condizioni, si parte per questo magnifico "viaggio". Da tanto tempo desiderata finalmente l'abbiamo portata a casa. In realtà le condizioni non sono perfette ma si sa, sui versanti a nord cambiano continuamente....La prima parte, sino al traverso, è abbastanza buona, si sfondava solo qua e la nel conoide. Primo camino un po' asciutto ma si trova ancora neve dura e ghiaccio a sinistra per riuscire a salire (trovato un chiodo e messo friend in uscita). Traverso buono (trovati 2 spit). Nella parte mediana la neve invece era già abbastanza cotta (purtroppo prende sole subito). Camino del masso incastratto un po' secco ma anche qua c'è ancora un po di ghiaccio che aiuta (2 chiodi). Fatto tutti tiri a parte nel conoide iniziale. Via comunque magnifica che regala un bellissimo viaggio nella storia di questa montagna. Con Giacomo in gran forma nonostante il raffreddore!

[visualizza gita completa con 6 foto]
All'esaustivo commento del socio, a quanto di tecnico c'era da dire, una linea superba degna del nome che porta. Il fatto che sviluppi a quote tutto sommato modeste, ma in ambiente decisamente severo, un paragone con le grandi classiche d'alta quota, si puo' azzardare sen non altro per esteticita' e eleganza ' delle sue linee, l'ottima chiodatura, e le condizioni come ribadito dal socio, pressoche' perfette. A breve dopo le prossime nevicate, se ci saranno come annunciato, la via ormai ora come ora, un po' al limite nei punti chiavi, presto tornera' di sicuro in condizioni. Consigliatissima.
Con Marco.


[visualizza gita completa con 13 foto]
Bellissima salita in grandi condizioni, strettoia iniziale alternanza di neve molto dura a ghiaccio con qualche passo su roccia (trovati 2 chiodi e uno spit in uscita), neve delicata nel traverso (trovati 3 spit, l'ultimo con cordone rosso nuovo), la parete l'abbiamo risalita in conserva (c'è qualche chiodo affiorante e si integra bene con friends medio/piccoli), ultimo tiro non al top con alcuni tratti scoperti o in neve cotta (trovati 3 chiodi).
Attenzione nel canale d'accesso alla via e nei metri in piena parete che piovono parecchi regali, presenti anche alcune cornici ancora degne di nota.
Da tempo nel mirino e finalmente portata a casa, un grazie ai ragazzi del G.A.M.S. che con il loro commento positivo dell'altro giorno ci hanno invogliato a mettere il naso quaggiù!
In compagnia di Enzo.


[visualizza gita completa con 7 foto]
Nell’avvicinamento troviamo neve da quota 1900 mt. Il canale si presenta con neve quasi sempre portante ed è attrezzato con chiodi (alcuni non individuati probabilmente poiché coperti da neve).
Gli accumuli di neve nel traverso , dopo il diedro-camino lo rendono alquanto delicato.
Nell’ultimo tiro, dopo il passaggio del “masso incastrato” abbiamo piantato un chiodo a circa 10-12 metri dall’uscita del camino.
Bellissimo canale in una giornata primaverile. Solo noi (Pino e Massimo) in tutto il Mongioie.


[visualizza gita completa con 5 foto]
Non in condizioni,ma con un po di fortuna all'ombra si trova un po di neve dura.Primo tiro molto delicato a causa dell assenza di neve e di quella pochissima che c'è completamente inconsistente. Traverso tranquillo sosta su un chiodo perchè spit troppo alto .
Tratto mediano di misto delicato fatto in conserva protetta .Ultima parte utile la sosta su due vecchi chiodi ma buoni.Il passo del masso incastrato è protetto ottimamente da un chiodo,(quello sotto che è stato aggiunto non serve a niente).Uscita buona! Con Letizia ,Andre,Beppe,Marco e Grazia

[visualizza gita completa]
Sulla via tanta roccia e la poca neve non è portante, brevi tratti trasformata. Tanto misto delicato e tanto dry tooling anche impegnativo. Tante fessure per proteggersi con friend medio- piccoli. Nel primo tiro abbiamo lasciato un chiodo che permette di proteggersi all'inizio delle rocce che in queste condizioni non sono banali.
A causa delle condizioni abbiamo fatto tiri di corda.
Avvicinamento circa h 2.30.

Fantastica via anche se non in condizioni.
Grazie a Gabriele, Letizia, Marco, Grazia e giuseppe.


[visualizza gita completa]
Via breve ma divertente....peccato che si sprofonda fino a meta polpaccio per la quasi totalita'della via e che una nebbia consiste ci abbia accompagnato nella salita!Sicuramente in condizione sarebbe un'altra cosa!Oltre noi un'altra cordata sulla via!avvicinamento senza nave fin quasi al bocchin!Con Gole

[visualizza gita completa]
Bella salita in ambiente!

info e foto: lovealpinism.wordpress.com/2015/01/17/monte-mongioie-via-diretta-biancardi-parete-ne/


[visualizza gita completa]
Bella via, breve ma varia e divertente.
Protezioni spesso sepolte e in parete non è facile mettere friends (con le condizioni attuali), consigliabile avere qualche chiodo che eventualmente non si usa.
In uscita mi sono attaccato alla madonna (statua) per recuperare i compagni, posta a dx rispetto al canaletto dell'uscita classica.
In vetta, ramponi e picche indispensabili per evitare di prendere il volo, causa vento un po esuberante.
Con Davide e Mikke ... e altri due loschi figuri, attenzione alle tracce biologiche ...
Panini a Ormea, sempre un piacere.


[visualizza gita completa con 7 foto]
Primo canale in condizione da integrare perché tutto coperto, in uscita sulla cengia siot e chiodo visibili per sosta. Lungo la parete nevosa trovati chiodi sulle roccete di sinistra neve buona e peste altrettanto. Canalino con masso incastrato piuttosto magro richiede un po' di attenzione comunque passaggio ben protetto dal chiodo al centro. Uscita buona senza cornici.
Nel complesso buone condizioni anche se non più quelle delle scorse settimane.
Vento fortissimo che sta lavorando la poca neve rimasta
Con Davide, Davide,Mikke,Giovanni.
Bellissima salita in ambiente spettacolare, solo noi e qualche camoscio.


[visualizza gita completa]
Condizioni quasi perfette per questa salita d'ambiente. Da non perdere. partiti alle 6.15 da Viozene si sale su sentiero fino a pian dall'olio poi su neve portante fino al bochin dell'aseo. Traverso per raggiungere il conoide del canale su neve appoggiata a lastre da vento da fare con ramponi. Arrivati al canale iniziale alle 8,25 neve non sempre portante ma ora ben tracciato. Protezioni e soste ora sono scoperte dalla neve.
Partiti alle 9,00 dal canale e usciti alle 11.30 in punta. Niente vento e temperature primaverili.
Davanti a noi un'altra cordata.
In compagnia sempre del fortissimo Alle.


[visualizza gita completa con 6 foto]
Come già detto da altri, la via è sepolta sotto un mare di neve recente, praticamente è irriconoscibile. In queste condizioni dal punto di vista tecnico c'è poco di interessante (tutto si riduce a qualche metro su neve ripida nei due camini iniziale e finale), in cambio l'ambiente è veramente patagonico con la parete interamente foderata di neve, ghiaccio e galaverna... spettacolare!
Ovviamente mazzo disumano a tracciare, ma per fortuna eravamo in tanti e ci siamo dati il cambio. Ho contato almeno 5 cordate sulla via.
Io fra gli ancoraggi fissi presenti ho trovato solo lo spit sulla cengia e un chiodo a metà pendio, per il resto abbiamo attrezzato un paio di soste con chiodi e nut, e poco altro.
Grazie a Maurizio in trasferta dalla Lombardia!
Ottimo trattamento, come al solito, al Rif. Mongioie


[visualizza gita completa]
Avvicinamento tracciato da volenterosi che ringraziamo! La neve dai 1800 al Bocchin d'Aseo è poca e si va bene. Nord in condizioni patagoniche (ma relativamente sicure e senza cornici) con mezzo metro di farina su fondo di neve dura. Brutale lavoro di tracciatura! Il misto è assente e i camini si superano in piolet su neve dura. Per contro soste sepolte e proteggibilità minima. Con Enrico e altre due cordate una bella salita in una splendida giornata.. Disumana mangiata alla Locanda di Upega!

[visualizza gita completa]
Mare di nubi verso sud, e cielo lattiginoso in alto, assenza di vento se non un po' di brezza di versante e temperature relativamente alte.
In generale buone condizioni. L'aumento dello zero termico e la presenza di qualche nube nella nottata non ha permesso un buon rigelo, per cui il manto nevoso era ancora ben portante, ma in pochi tratti era un po' "sfondoso" e dai versanti a destra partivano raridi missili di ghiaccio/pietre.
Nostri orari: 4:45 da Munduì, partiti a piedi da Viozene alle 6:30, al bochin de l'asì alle 8:30. Attacco della via alle 9:30, usciti in cresta alle 11:15. 1h in punta e alle 14:30 di nuovo a Viozene.
Con Andre, grazie mille. Giornata perfetta!


[visualizza gita completa]
Condizioni molto buone per questo bel itinerario du misto in alpi liguri....nonostante un po' di rialzo termico la neve non ne ha patito e la progressione é stata regolare...praticamente su neve continua dura o ghiaccio morbido...bella giornata!
Con dibe...e altre due cordate...ben divise sull itinerario non ci siamo disturbati...


[visualizza gita completa]
Stupenda via di misto sulle montagne di casa ed in un ambiente maestoso.
Quante volte osservata dalla finestra di casa e quante volte sognata.
Uscire al colletto, baciati dal caldo sole, dopo questo fantastico viaggio in parete nord è un emozione che ricorderò per parecchio tempo.

Sulle condizioni ha già scritto tutto il socio Lorenz, davvero ottime per questo tipo di avventura.
Con Lorenz e Fabry


[visualizza gita completa con 6 foto]
Bella salita in ottime condizioni e grande ambiente!
Ben segnata dalle cordate che nei giorni scorsi ci hanno preceduto: noi abbiamo attrezzato con chiodi la sosta del tiro dopo il traverso, dopo la salita si fa più evidente sempre sulla verticale.
Come già detto indispensabile una scelta di chiodi, e qualche friends ... a dire il vero al posto di questi ultimi sarebbe stata più utile una mazzetta di nut, ma in fondo non è che si riesca ad integrare più di tanto.
Una bella giornata di alpinismo nelle Alpi Liguri, che in questa stagione danno il meglio di sè!

[visualizza gita completa con 2 foto]
Bellissima uscita e grande compagnia!!
Soprattutto molto interessante lo Spindrift "pesante" vero Bubu? Ahahah
Se non nevica assolutamente consigliata! Stile alpino nelle nostre Alpi Liguri!

[visualizza gita completa]
Nonostante la nevicata di ieri e "spindrift"su tutto l'itinerario condizione buone , strato di neve dura e colate di ghiaccio morbido . Difficile , in queste condizioni reperire gli ancoraggi e i chiodi di via . Utile chiodi da roccia per le soste e qualche friend.
Salita effettuata con Vitti, Marcello ,Barbara , Giorgio e Maurizio . Saliti dalla Balma Valle Maudagna passando per la sella Brignola . Giornata super grazie alla compagnia ed al meteo


[visualizza gita completa con 3 foto]
Come descritto da Trikke condizioni non buone sulla via, le quali ci hanno fatto decidere di procedere a tiri. Dopo la cengia abbiamo trovato un chiodo per tiro, i presunti numerosi chiodi erano quasi tutti sepolti dalla neve. Prendere friends BD sino al 2 (meglio i torque nut) e 2/3 chiodi a lama. E' stata una sudataccia ma ciò nonostante la salita è molto bella, a torto poco conosciuta e valorizzata, senz'altro per nulla inferiore a salite più blasonate, peccato sia arduo trovarla in buone condizioni. Ambiente grandioso molto simile alle salite in scozia!

PS: Per il ragazzo che dalla cresta ci ha scattato qualche foto: se ce le fai avere ci farebbe assai piacere !!! Grazie

[visualizza gita completa con 5 foto]
Partiti alle 3 da viozene con leggera pioggerellina!! arrivati all'attacco del conoide alle 6. Tanta neve inconsistente fino all'attacco. Il camino di terzo era tutta una rampa di neve ghiaggiata e facile da salire. Questo ci ha tratti in inganno facendoci pensare che fosse in condizioni. La cengia come è definita nella relazione iniziale è delicata con neve abbondante e neve crostosa, molto esposta. Nel seguito della salita le condizioni sono andate sempre peggiorando, in quanto la via prende molto sole e riscalda molto. Ci ha piovuto addosso per tutta la salita l'intonacatura di neve che si era appiccicata alla parete nei giorni precedenti. Nel complesso comunque una salita meravigliosa sia per ambiente che dal lato tecnico che varia molto in funzione delle condizioni. La salita è stata molto lunga e siamo usciti poco prima dell'una. Abbiamo proceduto a tiri con un gran dispendio di energie da parte di Francesco che ha condotto la via con perizia senza trascurare ogni minimo dettaglio per la sicurezza (completamente da attrezzare). Trovati tre spit nel primo tiro e poi qualche chiodo, forse 4 in tutta la via.

Cordata meravigliosa da tre: Alle, Francesco e Roberto (Trikke).
Gita meravigliosa consigliatissima con condizioni migliori. Ambiente da alta montagna!


[visualizza gita completa con 11 foto]
Rigelo non presente, canale di ingresso neve sfondosa,neve non coesa nella parte di misto ! Uscita per nulla banale! Salvo l'ennesima pazzia del meteo di quest'anno, direi che siamo gli ultimi qui sopra. Ambiente comunque bellissimo.

[visualizza gita completa]
ottime condizioni,anche nei passaggi più delicati.portare solo una serie di friend(fino al giallo)ed eventualmente un martello per ribattere i numerosi chiodi in loco.
con lo stambecco valsesiano sempre in gran forma.


[visualizza gita completa]
Condizioni piuttosto delicate, scarso rigelo e molta neve marcia e poco coesa al fondo. Qualche tratto di misto friabile nella parte intermedia. Il tiro migliore è il primo camino con anche un pò di ghiaccio residuo. Scelta di chiodi e friend fortemente consigliata. Se non raffredda è meglio attaccare al buio....
Itinerario molto bello per tracciato ed ambiente.
Jvz, Trukko e Mimmo


[visualizza gita completa con 2 foto]
le attuali condizioni(oggi) sono come dalla relazione precedente.... poca neve e poco portante sopratutto nel conoide iniziale e nella parte superiore della via. il primo tiro con ramponi e picozza risulta ostico e non proprio banale.L'avvicinamento con la poca neve attuale e agevole.
Grazie al mio compagno di cordata Claudio... che come me da parecchio aspettava di poter fare questa via non sempre in condizione


[visualizza gita completa]
La via è molto bella, solo 4 stelle per il vento fastidioso e la neve poco trasformata.Nella prima parte del canale si sprofonda 20-30cm, il primo canale a Sx ostico per poca neve, traverso in discrete condizioni.Dopo si sale su neve discreta e poi su erba gelata sino al masso incastrato,in condizioni piuttosto secche e poi in cresta su neve buona.

[visualizza gita completa con 5 foto]
Davvero una splendida salita, in ottime condizioni. Piuttosto ostico il secondo camino con masso incastrato prima dell'uscita.
Oltre ai chiodi presenti abbiamo usato solo qualche fettuccia.
Ambiente magnifico.

[visualizza gita completa]
Gita decisamente bella, itinerario logico ed interessante in ottime condizioni. Partiti da Viozene verso le 7, ancora con il buio, in breve si raggiunge il rifugio Mongioie. Ottimo sentiero per il colle in totale assenza di neve fino ai piani poco sotto il passo. Poi neve continua, dura che ci ha obbligato ai ramponi per non faticare troppo. Dal colle con opportuno taglio evitando di perdere troppa quota (circa 50 metri) si raggiunge in pochi minuti il colatoio del canale. Il primo canale non supera i 40 gradi tranne gli ultimi metri sotto gli strapiombi dove si impenna un po'. Tutto su ottima neve e buone peste. Con percorso evidente verso sinistra si e' subito alla prima strozzatura seguita dal traverso expo (spit con fettuccia arancione) che attualmente e' banale. Si aprono cosi' i pendii superiori, primi metri abbattuti poi via via piu' ripidi su ottima neve dura (senza mai superare i 50 gradi) fino alla seconda strozzatura del masso incastrato. Corto passaggio non difficile ma un po' piu' rognoso del primo ed in breve si esce sulla forcella (muretto a secco) a pochi metri dall'enorme statua e a cinque minuti dalla croce della vera vetta. Discesa veloce per l'ottimo pendio nevoso. Grande affluenza (8 persone) sulla via e molte altre dalle normali. In discesa temperatura quasi estiva, fastidiosa. Itinerario in super-condizioni.

[visualizza gita completa con 3 foto]
Parete in ottime condizioni, neve dura che permette una progressione rapida, anche i passi di misto si passano velocemente.Presenti alcuni chiodi in via, utili qualche friend fino al 2 BD.Un salutone ad Albi!!

[visualizza gita completa]
Ottime condizioni, due passaggi di misto, il secondo sotto l'uscita più ostico del primo. Neve da punta di ramponi su quasi tutto il percorso. Uscita senza problemi, neve portante fin sotto il bocchin d'aseo. Tutto intorno erba
con Beppe, Luca e l'inossidabile Pier


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: pulito
gita tecnica e di discreto impegno, mai banale. Ambiente splendido, passaggi tecnici molto belli che rendono la via di grande soddisfazione. Si trovano già i chiodi di sicura sui tiri. La neve è di consistenza polistirenica, quindi straordinaria per salire in piolet. Entrano giusto le lame delle picche e i passaggi di roccia si riescono a risolvere egregiamente in piolet. I pendii arrivano sino a 60° e oltre in molti punti rendendo il percorso molto bello e mai noioso. Giornata ventosa e fresca, sole splendido.
Con l'Ivano sempre Inox.


[visualizza gita completa]
Salita in ottime condizioni. Un po' secchi i camini ma per il resto poca neve principalmente durissima... portare i polpacci di riserva. Cornicioni assenti. Il traverso sulla cengia si passa benissimo. In queste condizioni AD+ è a mio avviso decisamente strettino. Usciti al sole le temperature erano a dir poco primaverili. In parete erano ottimali ma se salgono ancora è consigliabile attaccare molto presto. Nel complesso consigliabilissima.
Bellissima giornata con B. Appena sceso e già in programma di tornare con la socia di sempre.


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: perfetto
Bellissima salita in ambiente severo. Canale iniziale su neve ventata (si sfonda un po') poi neve ben trasformata alternata a qualche zona ventata. I camini sono un po' secchi ma la poca neve presente è durissima, la cengia si passa bene. Tempo splendido
Con Fabio che si è rivelato un ottimo socio in questa gita (stranamente) senza intoppi!


[visualizza gita completa con 4 foto]
Pernottato nell'accogliente invernale del Rif. Mongioie (4 posti). Alla sveglia nuvoloni scuri e nevischio che ci hanno tenuto compagnia fino al Boccin dell'Aseo. Poi, come previsto, il meteo è migliorato. Note tecniche: salita in condizioni; conoide basale - canalino sulla sx (spit all'uscita) - bellissimo traverso a sx (spit centrale) - due tiri e mezzo di corda da 60 m per risalire il tratto mediano della parete (noi ci siamo costruiti le soste con chiodi perchè non abbiamo più trovato nulla fino in cima) - canalino finale con masso incastrato. Bellissima salita d'antan nelle montagne "di casa". Con Alex.

[visualizza gita completa]
La neve lungo la via è ancora abbondantissima. Siamo saliti abbastanza bene nel canale della prima parte, poiché il sole non era ancora arrivato. Dalla cengia in avanti abbiamo scavato una trincea sprofondando nella granita fino alle ascelle... In cresta vento patagonico. Alpinismo e fastidi! Yesssssssssss!!!!!!!!

[visualizza gita completa]
Neve abbondante e non portante già nell'avvicinamento al Bochin de l'Aseo ed anche sul versante nord.
Salito nella nebbia il canale della Biancardi tra innocue scariche di neve e piccoli sassi,poi deviato a sx ed usciti sulla spalla per evitare ingaggi pericolosi.
Cornici in uscita e poi il sole che,trovato in vetta,non ci ha abbandonato per tutta la discesa nel canale delle Scaglie tra neve fradicia profonda anche mezzo metro.
Incredibili Angelo ed Ema nel ritmo di batter traccia, decisamente più sotto tono io e Gian alla prima uscita stagionale.

[visualizza gita completa]
Salita non in condizioni, temperature troppo elevate e nessun segno di rigelo. Per una salita in sicurezza l'inverno è il periodo migliore (neve permettendo).
In effetti, sia in avvicinamento sia nel canale si sfondava parecchio comportando una progressione poco efficace e assai faticosa. Dopo la risalita della prima parte del canalone abbiamo piegato a sx uscendo in cresta sotto le cornici (leggendo i commenti qui su Gulliver altri hanno fatto così). Abbiamo dunque evitato la parte di misto, le condizioni infatti erano troppo pericolose (scariche di neve marcia e pietre in continuazione).
Comunque piacevole sgambata di inizio stagione.


[visualizza gita completa]
Bella salita, secondo me ed il mio compagno Yuri merita più di un AD/AD+ perchè al variare delle condizione le difficoltà cambiano.
Il traverso su cengia direzione sx (dopo il primo canale-camino) era molto innevato, crosta da rigelo che si rompeva e si sprofondava al ginocchio (tiro delicato, anche se breve, con alto rischio di far scivolar via la neve).
Il restante condizioni migliori, tratti di neve molto dura, compatta a volte ghiaccio morbido (ma ottimo).
Il canale-camino con masso incastrato si raggiunge ottimamente con neve durissima, l'abbondante neve agevola il passaggio dello stesso (anche se attorno è un pò farinosa).
Da segnalare: cornici incombenti!

[visualizza gita completa con 12 foto]
Salita programmata con Bea, arrivati a Viozene alle 5,20 , attaccato il canale alle 8,30, che forse e' un po' tardi vista la scarica di pietre che ci e' piovuta addosso,attaccare verso le 7-7,30 e' meglio , quindi chi vuol fare questa bellissima salita ancora fattibile deve fare il sacrificio di alzarsi presto.Abbiamo trovato una picca della cassin sulla via, la cosa ci ha preoccupato ,poi arrivati al rifugio , abbiamo parlato con Odasso (custode e guida alpina) che ci ha raccontato dell'incidente di domenica scorsa,( sul quale stendo un velo pietoso e mai come oggi posso dire che ha ragione il mio amico Alberto quando dice :io in montagna ci vado con i miei!),la picca e' stata comunque consegnata in rifugio, l' altra picca di cui ci ha parlato Odasso, non l ' abbiamo vista , purtroppo.Ritornando alla gita, noi siamo saliti dal canale e poi abbiamo deviato a sx per salire un bellissimo pendio 45/50' a sx delle cornici che inconbevano sopra la nostra testa, per poi salire in punta in pochi minuti per la cresta sommitale, ridiscesi poi per il canale delle scaglie, grazie ancora a Bea x la bellissima giornata.

[visualizza gita completa con 5 foto]
Bella salita, non sembrava di essere nelle liguri viste le condizioni!.Un saluto ai compagni di salita.

[visualizza gita completa]
Bellissima salita, molto piena di neve! Fix, chiodi e via dicendo non ne abbiamo trovati... dopo il traverso alla fine del primo canale ci siamo tenuti un po troppo alti e siamo usciti direttamente in cresta, più a Sx dell'uscita originale (uscita su cornice). Cornici enormi su gran parte della cresta sommitale, okkio!!
Grande Tommy, Flavio e Riki uscito dalla cornice nella bufera....


[visualizza gita completa con 1 foto]
Neve in buone condizioni per l'avvicinamento, nel canale alternanza di neve dura con tratti da trasformare...passaggio di roccia nel camino non banale,uscita su cengia con neve di accumulo che non tiene molto (santa la sosta su uno spit e fettuccione) nei tiri successivi trovato una spit, lasciato un chiodo e trovato il vecchio chiodo a lama all'ingresso del camino finale....dopo il passo di III per scavalcare il roccione neve inconsistente e pendenze che si impennano, a sette metri dalla vetta usciti a dx su roccette (delicato)
Nel complesso un bel canale in ambiente solitario e favoloso
Un grazie alla fotografa, ottima seconda......


[visualizza gita completa con 8 foto]
partenza , con Fabio che ha voglia di correre,da Viozene ore 7,00 nuvole e nebbiolina fino sopra al rifugio.Ore 9,oo Bocchin dell'Aseo neve dura.Ore 10,00 attacchiamo il canalone, neve portante fino alla deviazione a sx. Ci leghiamo prima del traverso e procediamo a tiri fino a sbucare in cresta.Il superamento del grosso masso che ostruisce il canale-camino finale ci da qualche problema.Usati un paio di chiodi e un nut.Gli spit della relazione sono introvabili ,forse,per la troppa neve. Alla base dell'ultimo canalino è evidente un vecchio chiodo.Alle 13,oo siamo sulla cresta e alle 13,15in vetta.Rientro dal bocchin.Bella giornata.

[visualizza gita completa]
Via di misto in ambiente selvaggio, poco ripetuta, per gli amanti della montagna... Trovato neve abbastanza buona sia nel canalone iniziale che nel successivo traverso a sx, delicato, fix per la progressione in sicurezza introvabile poichè coperto dalla neve. Coperto di neve anche il tratto seguente fino alla cengia, il cui traverso verso dx è risultato essere il tratto più delicato in quanto su terreno friabile e roccia non sempre sicura. Trovato un chiodo alla base del canale-camino finale, anch'esso col fondo innevato ad eccezione della parte centrale dove si trova il masso incastrato. Le buone condizioni generali hanno consentito l'effettuazione della salita senza l'uso della corda, che comunque è opportuno avere... Saluto i miei tre compagni di salita, Sanny, Paolo e il mio omonimo Corrado!

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 06/05/09 - andreaparodi
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: D- :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Nord-Est
    quota partenza (m): 1245
    quota vetta (m): 2630
    dislivello complessivo (m): 1450

    Ultime gite di alpinismo

    16/02/20 - Cristalliera (Punta) Canale SE - frapic
    Si arriva con la macchina al parcheggio precedente la fine strada. Partiti alle 6.15 con le frontali. Sentiero 340 ben segnalato. Neve continua e stabile solo da 1.800 m. circa. Utilizzato le ciaspole [...]
    16/02/20 - Grigna Settentrionale o Grignone Couloir Zucchi - mimi
    Condizioni ancora molto buone. Sul tiro di corda 40 mt. circa, di trova all'inizio un chiodo poi un friend incastrato ed infine un altro chiodo, si puo comunque integrare facilmente con friends
    16/02/20 - Mongioie (Monte) Parete NE, via diretta Biancardi - chisio89
    Avvicinamento su sentiero pulito fino a pian dell'olio poi neve continua. Neve buona fin dopo il traverso, poi mediocre fino al masso incastrato. Da lì all'uscita neve marcia. Sulla via si trova qu [...]
    15/02/20 - Legnone (Monte) Versante Ovest Amori Incerti - davec77
    Via estetica e di soddisfazione... dopo due tiri di ghiaccio si segue un canale alto almeno 400 m e piuttosto sostenuto (tutto a 50-55° e qualche passo più ripido, in particolare un saltino con un p [...]
    15/02/20 - Visolotto Via Normale della Parete Sud - diabolico
    Fiutando le buone condizioni, io e Tony decidiamo per questa alpinata in giornata... Avvicinamento lungo con ramponi su neve cemento, prima parte fino alla strozzatura su neve dura-misto non banale, p [...]
    15/02/20 - Mucrone (Monte) Via del Canalino - jonathan
    Via spettacolare, in ottime condizioni. Tecnicamente può variare anche di molto a seconda di ghiaccio e innevamento. Soste e spit, in ottime condizioni e posizionati proprio dove servono. Più soste [...]
    15/02/20 - Sella (Rocca) Via Amici - roby candela
    Con le temperature che si sono abbassate un poco si sale molto bene e praticamente non si suda, il che su queste rocce è solo un valore aggiunto