Savina (Punta) Canalone NNO

canalone mediamente 45°, max 50° - avvicinamento da San Giacomo di Entracque al conoide, 2 h. - Giunti al Pian del Rasur, appena la strada spiana, sulla sinistra c'è un vecchio bastoncino che segna l'inizio della mulattiera che sale nel bosco. Dopo mezz'ora ci sono interruzioni. La si può comunque seguire sino a quando spiana un po' e sulla destra inizia il conoide del canolone. Salita non impegnativa se è completamente innevato. Discesa invece decisamente più complessa. Uscire dal canalino e andare subito a sinistra in direzione NNE, seguendo la cresta molto affilata. Se c'è neve scendere per mezz'ora sul fianco destro e poi riguadagnare il filo di cresta traversando a sinistra in corrispondenza di un isolotto roccioso con un traverso ripido e non semplice. Seguire la cresta sino ad uno sperone evidente appena sopra il colle, sul quale si trovano numerosi cordini e fettucce per la calata in doppia di circa 20 mt. Alcuni buoni alcuni no. Fare attenzione soprattutto a quando ci si assicura per attrezzare la doppia. Prendere solo quelli buoni!! Quindi seguire dritti il canale che porta sino alla base del conoide che a questo punto rimane sull sinistra. Da lì si può riprendere la mulattiera oppure andare dritti lungo il pendio, se innevato, sino prima di un balzo di roccia. A quel punto piegare a sinistra nel bosco e csendendo sempre obliquamente verso sinistra, si incontra la mulattiera.
Salita in ambiente molto selvaggio assolutamente non frequentata. Stupendo il panorama verso Sud e Ovest. Si riconoscono molto bene tutte le vette della vicine marittime. Presenti numerosi animali. Vale assolutamente la fatica. Copertura telefonica totalmente assente anche al parcheggio.


[visualizza gita completa]
riporto relazione della salita effettuata dall amico manuel:
Canale bello innevato in alcuni tratti anche abbondantemente dovuto alla neve riportata ed in alcuni tratti si sprofondava oltre al ginocchio .
L’uscita drizza molto ma la neve è bella soffice cosi da scavare una trincea per uscire comodamente .
La discesa si effettua ; prima tagliando verso la destra orografica alla stessa quota dell’uscita del canale poi con terreno di misto ci si porta sulla lunga ed aerea cresta dove si va a beccare una calata con cordini vari in posto .
Da li comodo pendio fino sotto al canale .
N.B. siamo riusciti ad arrivare fino alla strada seguendo il rio , dove la neve mancava solo in alcuni tratti .
Come materiale oltre quello di normale uso , abbiamo usato una corda da 60 mt e discensori vari- due picche potrebbero essere utile per il tratto di ghiaccio in salita , ma con le dovute cautele si puo' fare anche con una


[visualizza gita completa con 3 foto]
Canale in perfette condizioni, ambiente selvaggio, meteo da sballo (il 3B dava nuvoloni spessi gia' dal mattino presto, ma noi abbiamo avuto cieli perfettamente sereni fino alle 10 ca, il tempo sufficiente a farci stare la salita ad una seconda cima, la P.Frassinetto. Una cavalcata di cresta a tratti aerea e divertente, e una breve doppia di una 10na di mt (gia' attrezzata) per guadagnare il passo e riprendere il cammino in salita verso questa panoramica cima a quanto pare dimenticata da tutti. Solo noi nel canale, sulle due cime, a cavallo di esili creste, su e giu' per scoscesi valloni e, qualche stambecco a farci compagnia. Con Paolo.

[visualizza gita completa con 18 foto]
Il meteo ballerino ci ha fermati dal fare qualcosa di più interessante. Scelta questa gita in quanto si snoda in una vallone assai poco frequentato. Ora 4 partenza dalla macchina e ore 8 circa in vetta. La mulattiera, a tratti franata e invasa da un po' di vegetazione, conduce comodamente fino alla ex comba glaciale ai piedi del canale. Neve dal conoide basale in su. A metà canale circa, in prossimità del masso incastrato, c'è un salto di 4 m da superare su roccia sulla dx orografica. Canale magro magro. Dalla vetta scesi per il Passo Frassinetto, con una delle più lunghe "sciate su scarponi" (e senza sci) mai fatte. Gita carina al di fuori degli itinerari trafficati. Con Alex.

[visualizza gita completa]
Risalito il vago sentiero sino al conoide dove abbiamo trovato diversi camosci. Risalito il canale dentro ad una profonda rigola. Provvidenziali le due picche per superare un breve tratto di cascata di ghiaccio. Canale comunque in buone condizioni in ambiente superbo. Usciti alla forcella e poi facilmente in cima. Bellissimo panorama. Disceso la cresta N sino alla doppia di 20 metri per calarci nei pressi del Passo di Frassinetto. Disceso il pendio su buona neve portante chiudendo l'anello e poi veloci all’auto.

[visualizza gita completa]
Bella gita, ma un gran c..o. Neve farinosa da quota 2000, sino in vetta, inconsistente e non strasformata. Giornata buona. Unico grande neo: la relazione di A. Parodi su Montagne d'Oc non è per nulla chiara sulla discesa. Alla fine della cresta nord è utile una corda doppia di 20 m circa ancoraggi in posto. Altrimenti sarete costretti a fare come noi e scendere un brutto canalino di misto per aggirare l'ultimo torrione. Andrea e Francesco -

[visualizza gita completa]
Salita piacevole in ambiente selvaggio su neve a tratti non ancora totalmente trasformata, comunque buona nel complesso. Arrivo in vetta col sole insieme a Sanny, poi nuvole in agguato a fine mattinata. Discesa per cresta al Passo di Frassinetto senza effettuare la breve corda doppia, con arrampicata negli ultimi dieci metri (pass.II/II+) prima del colletto. Poi velocemente su neve fino al pianoro di partenza per il canale.

[visualizza gita completa]
Salita suggestiva in un bell'ambiente,neve dura portante nella parte bassa del canale,più molle nella parte alta.Salito in compagnia del papi.Mauro, Orlando, Riccardo e Lino.E' stata più problematica la discesa al passo di Frassinetto lungo la cresta nord per la troppa neve instabile,fatta una doppia per scendere sul passo (è attrezzata con un cordone).Un saluto alla banda.

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve ottima discesa lungo la via normale

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 10/04/16 - Bernard
  • 10/06/06 - tony55
  • 25/06/95 - farshy1971
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: AD- :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Nord-Ovest
    quota partenza (m): 1250
    quota vetta (m): 2821
    dislivello complessivo (m): 1571

    Ultime gite di alpinismo

    17/03/19 - Chambeyron (Brec de) Canale Nord - Bernard
    Pernottato sabato notte al comodo Bivacco Barenghi in compagnia di quattro francesi, difficile è stato chiudere occhio per il rumore continuo del forte vento. L'indomani raggiunto velocemente il Col [...]
    17/03/19 - Caprera (Triangolo della) Goulotte del Triangolo - Chiara Giovando
    Aggiungo qualche foto alla relazione di Dino. Noi abbiamo salito la via quasi del tutto in conserva protetta, superando sul secondo tiro l'unica cordata presente domenica oltre noi, che si è calata f [...]
    17/03/19 - Macerola (Punta) - Sirente Parete Nord Via Baiocco - Pallante - davec77
    Nonostante le temperature alte (ma la mattina alle 6 al parcheggio erano -5° C) e lo scarsissimo innevamento di quest'anno, la via è in buone condizioni, seppure più ripida e tecnica del normale. [...]
    17/03/19 - Mongioie (Monte) Parete NE, via diretta Biancardi - Golfarman
    Via molto secca. Il camino per accesso al traverso è completamente su roccia.Lo stesso per il passo dei massi incastrati. In cima usciti a dx con 15 metri di misto su piccola colata di ghiaccio (l' [...]
    17/03/19 - Caprera (Triangolo della) Goulotte del Triangolo - dinoru
    Le valli alpine offrono sempre nuovi posti da scoprire che vanno al di la dell'aspetto tecnico: valle bellissima con una parete di placca incredibile con un nastro ghiacciato in mezzo direi pittores [...]
    17/03/19 - Meidassa (Monte) Canale SO e Cresta S - Disagioagogo
    Partiti presto con neve portante. Canale in ottime condizioni se affrontato di buon ora. Poco vento in cima.
    17/03/19 - Laurenti (Punta) Canale Nord Forcella Varrone - piedinalto
    Che gitone godereccio! Il fatto di lasciare l'auto a Terme di Valdieri rende l'itinerario odierno impegnativo per i 7km ed i 400m di dislivello in più. In salita non abbiamo usato le ciaspole ( nel r [...]