Senggchuppa Parete NE

osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Fino a quota 1650, strada interrotta per frana
quota neve m. :: 1900
Rigelo inesistente. Arrivati al bivacco (ore 7:30) abbiamo dovuto rinunciare per l'assenza di rigelo. Mentre ci preparavamo per discesa una scarica anche sul pendio di salita tra rifugio e vetta. Scendendo il pendio del rifugio provocato distacchi di neve bagnata.
Neve continua dall'alpeggio, potenzialmente ancora fattibile e consigliabile se rigela.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada interrotta da valanghe 3 tornanti prima della fine
quota neve m. :: 1800
:: snowboard
Fatta in due giorni pernottando al de zen (isolamento termico pessimo). In salita il primo giorno abbiamo tenuto il dorso della morena poiché più sicuro. Secondo giorno volevamo fare il fleitschorn ma il vento ha portato fuori il ghiaccio su metà parete quindi ripiegato sul senggchuppa.
Tracciato tutto su farina compressa alternata a tratti crostosi, discesa super in centro parete su farina pressata bellissima, da urlo anche il tratto sotto il bivacco poi primaverile un po' umida (consiglio sciolinatura)
Con Flavio e Anja


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: ok fin quasi a rossbodenstafel
quota neve m. :: 1400
:: snowboard
Tutto ok tranne le nostre condizioni fisiche.
Arrivati fino al bivacco perchè non ce la facevamo più!!!
Un pò di vento ma non dava fastidio, condizioni neve per la salita non delle migliori, belle per scendere in tavola.
Io e luha non molliamo, ci ritorniamo!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok
quota neve m. :: 1700
:: scialpinistica
GITONE la SENGGCHUPPA...partiti alle 6...10 minuti di portasch poi un paio di togli e metti...poco rigelo notturno cmq salita agevole fino il bivacco zen...poi picozza e ramponi fino in vetta...anche se dopo il colle si possono mettere gli assi...ghiaccio prima del colle ma ben visibile ed evitabile stando tutto a sinistra salendo.discesa non delle migliori con neve molto ventata in alto e molto bagnata in basso, solo la parte centrale bella morbida portante!tempo bello fino 9 30 poi copertura ma visibilità buona.vento solo in alto dopo il colle ma sopportabile!abbiamo visto un gruppone sulla nord del FLETSCHHORN...sentendo poi al ritorno al bivacco la parete è in buone condizioni per la salita un po meno per la discesa...e anche questa la scancelum!!
io e il mitico FULVIO!


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Si parte da Egga, causa carrozzabile non agibile
quota neve m. :: 1900
:: scialpinistica
Gita in condizioni, un po' marciotto il primo pezzo del canale. Volevo mollare visto le nuvole in basso che si gonfiavano sempre più, ma ho tirato per la vetta.. e l'ho pagata.
Da quota 3500 in giù, nebbia tipo muro, 3 metri di visibilità, son sceso tenendo le tracce di salita come fosse oro, praticamente non ho sciato, sono sopravvissuto...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: strada libera fino all'Alpe, posteggiare consentendo il transito
quota neve m. :: 2200
:: scialpinistica
Partenza dalla curva prima dell’alpe Rossbodestafel. Le prime lingue di neve percorribili si incontrano dopo aver portato gli sci in spalla per una ventina di minuti; un altro tratto senza neve più in alto rende necessari alti cinque minuti di trasporto. Poi la copertura nevosa è continua fino in vetta, ma le alte temperature e l’isoterma di 0° a 3700 metri compromettono notevolmente la qualità del manto, con neve pesante già alla mattina presto. Raggiunto il Bivacco saliamo con ramponi, piccozza e gli sci in spalla fino al colle tra la Senggchuppa e il Gamserchopf. Questo, per via della consistenza della neve, è il tratto più faticoso. Raggiunto il colle troviamo finalmente neve dura, con caratteristiche invernali, fino alla vetta. Rimettiamo gli sci che togliamo solo per l’ultimo tratto ripido dove la neve compatta rende superflui i ramponi. La discesa è piacevole dalla vetta fino al colle, poi occorre fare i conti con una neve molto bagnata, che si è smollata ulteriormente per via del soleggiamento, sciabile comunque con attenzione specie nei tratti più ripidi. Gita consigliabile per i prossimi giorni solo in caso di un consistente calo termico e con partenza al mattino molto presto, oppure prevedendo un pernottamento al bivacco.
La giornata pressoché limpida, fin troppo calda, ha favorito la componente contemplativa più di quella attiva.
Gita ideale per concludere la stagione, su di un itinerario grandioso, impegnativo e completo. Il senso di appagamento, al ritorno, è tale da permetterci di archiviare la stagione sci alpinistica (salvo qualche 4000 estivo, non si sa mai) senza nostalgie per dislivelli e pendii ripidi, senza rimpianti per cime non raggiunte o gite saltate per il maltempo. Anche oggi in compagnia di Andrea, senza il quale non sarei arrivato in cima. Oltre a noi ,sul percorso della Senggchuppa, solo altri due sci alpinisti, provenienti da Engeloch. Molto più affollata la parete Nord del Fletschhorn.
Solitamente evito di eccedere nelle foto di panorami e non inserisco autoscatti in vetta ma per l’occasione oggi faccio un’eccezione.



[visualizza gita completa con 9 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m. :: 1900
:: scialpinistica
Sci a spalla per quaranta minuti circa fino al valloncello nei pressi dell'alpe di Rossbodestaffel (mt 1922).
L'ottimo rigelo notturno ha permesso una rapida salita (utili le lame) sino al bivacco De Zen, oltre il quale è necessario proseguire coi ramponi almeno sino alla sella a quota 3380, da dove volendo per raggiungere la cima si possono anche rimettere gli sci.
La calotta glaciale è parecchio spelata nei pressi della sella, ma spostandosi sulla destra(via normale) o totalmente sulla sinistra (più ripida)si riesce tranquillamente a passare.



Ottima neve su tutto il percorso, un po'marcetta in basso ma comunque mai troppo sfondosa.
La neve nella conca del Griesserna è piuttosto scarsa, e al massimo tra una settimana sarà necessario togliere in più punti gli sci per superarla.

Con Giusy + Alberto,Paolo e Denis fino al Griesserna da dove hanno proseguito verso il Boschorn.


[visualizza gita completa con 9 foto]
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m. :: 2000
:: scialpinistica
Circa 30 - 40 minuti sci a spalle, poi inizia la neve. Ottime condizioni su tutto l'itinerario. In basso (sotto i 2800 m) neve primaverile, in alto fondo duro con 20 cm di neve recente, già parzialmente lavorata dal vento e dal sole ma ancora molto bella da sciare. La parte ripida non presenta problemi in salita e la sciata è molto piacevole. La calotta sommitale presenta ghiaccio affiorante, prestare attenzione (si consiglia di usare i ramponi). Gita molto lunga se fatta in giornata in un ambiente fantastico!!!

[visualizza gita completa]
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: dopo egga interrotto da valanga
quota neve m. :: 2000
:: scialpinistica
Neve ottima nel pendio ripido, dalla trasformata alla farina, sotto al bivacco una spanna di farina su crosta portante. Più in basso marcetta ottima. Iniziata discesa alle 11:30.
La calotta finale è parzialmente coperta di neve compatta quindi è possibile scendere con gli sci ma con molta attenzione.
In salita quasi 400m di camallo poi OK fino al bivacco poi ramponi fino in vetta
Bel mazzo ma fantastique ... Con fra


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ottima la via di accesso, è una strada sterrata ma sembra di asfalto!
quota neve m. :: 2300
partiti da rossbude molto presto. si risale il sentiero incontrando lingue di neve rigelata. la neve continua la si trova intorno ai 2300 mt (poco più di 400 mt con gli a spalle..di questa stagione. La parete si presenta in ottime condizioni, con il pendio che via via prende vigore. noi abbiamo utilizzato gli sci fino al bivacco Piero De Zen, quindi abbiamo proseguito con i ramponi. a questo punto il pendio è costantemente superiore ai 40°, con l'uscita al colle tra la nostra montagna e il gamserchopf valutabile intorno ai 50°. da lì si risale la calotta, di nuovo con gli sci ai piedi, fino a una settantina di metri dalla vetta, quando conviene adoperare ancora i ramponi. in discesa fantastico, non si può dire altro. si scende seguendo l'istinto, mantenendosi leggermente a destra rispetto al centro della parete. è chiaro che non c'è da sottovalutare nulla, ma le condizioni della neve lasciano un ampio margine di ottimismo
prima di tutto bisogna ringraziare ivano, che si è battuto tutta la salita (quindi, se qualcuno salirà, reciti la litania..grazie ivano), poi claudio che ha scommesso su questa gita. infine un saluto ai ragazzi del bivacco.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada per Rossboden ancora chiusa
quota neve m. :: 1900
:: scialpinistica
Partito da Egga 1600mt.(segheria)alle ore 5:30,poi una quarantina di minuti con sci(split)in spalla fino a poco prima del tornante di Rossboden, ottimo rigelo notturno,riuscito a salire con la splitboard fino in vetta calzando i rampant poco sotto il bivacco, giornata stupenda e calda, dalla vetta bellissima vista sui 4000 del vallese,cominciato la discesa alle ore 10 su ottima neve primaverile che aveva rimollato proprio quel giusto, ottime condizioni fino a quota 2700 poi via via sempre più marciotta. Un gran bel gitone da 2000mt. di dislivello!

[visualizza gita completa con 2 foto]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
bel viaggio ai piedi della nord del Fletschorn che ci ha fatto salire con ottimi pendii verso il bivacco zen dove la neve incominciava a non essere buona ma fresca e pesante.
buona invece la discesa su ottimi canali e belle pendenze in ambiente da "grandi montagne".
con fabry


[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
La salita al Senggchuppa da Egga è un itinerario di grande classe, che si svolge sempre su pendii costanti e ambiente fantastico.

La macchina si lascia appena sopra ad Egga, in quanto la strada è ancora ricoperta in alcuni punti da colate di valanghe. Con la Panda 4x4 ho cercato di andare avanti non riuscendoci, ma alla fine perchè togliere a questo OSA da oltre 2000 metri di dislivello un pò di ravanameto con gli sci in spalla :-)

Il 400 metri ripidi dopo il bivacco sono in ottime condizioni



Foto su





[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: libero
quota neve m. :: 2000
Gran bella salita,veramente molto faticosa,specialmente dal bivacco alla vetta.Il canale non molla 1 metro,pendenza costante,non difficile,ma bisogna prestare attenzione..e i polpacci giustamente reclamano e si fan sentire. All'uscita sulla bocchetta raffiche di vento gelide non ci impediscono di raggiungere la vetta.Nord del Fletschorn bellissima da qui.Fatta con Mauro,Paolo e i 2 Davidi.Non meritiamo l'OSA in quanto scesi in traversata sul versante che poi conduce ad Engiloch..anche se 2200 mt in giornata con partenza da casa alle 2.45 meritano qualcosa più del BSA.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Giornata e condizioni dell'itinerario strepitose. La strada per Rossboden è percorribile solo fino al primo tornante sopra Egga, poi alcune valanghe e frane non consentono di proseguire. Quindi 30 minuti a piedi fino a Rossboden, poi innevamento perfetto. Il tratto finale sulla parete NE può essere davvero molto impegnativo e pericoloso, ma oggi era un invito a nozze! All'uscita, sulla sinistra del colle, affiora una grossa zona di ghiaccio vivo, ma facilmente aggirabile. Si parte senza problemi sci ai piedi dalla vetta. Fantastica picchiata lungo la parete (attenzione alle fasce rocciose!), poi neve incantevole fino a 2200 m, leggermente allentata sotto; si arriva sci ai piedi fino a 1800 m. Discesa effettuata tra le 12.30 e le 13.00.

[visualizza gita completa con 1 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 11/05/05 - maurob
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: parete
    difficoltà: 4.2 :: E2 :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Nord-Est
    quota partenza (m): 1600
    quota vetta/quota massima (m): 3606
    dislivello totale (m): 2000

    Ultime gite di sci ripido

    26/06/18 - Chalanson (Punta) da Pian della Mussa - Puli88
    Preso pioggia e nebbia salendo in auto..ci fidiamo delle previsioni e infatti da pian dei morti uno splendido sole su un tappeto di nuvole. Scarpe da ginnastica fino a poco sopra pian dei morti poi sc [...]
    21/06/18 - Levanna Centrale Parete Sud Ovest - popino
    Quest'anno di neve ne è venuta tanta, ma la sua qualità, alla fine, è meno buona degli anni scorsi (almeno sotto i 4000 mt). In basso, fino a 3000 mt, è tutta segnata dalla pioggia. In alto la sca [...]
    17/06/18 - Fourchon (Mont) Canale S - lakota
    Fatto per caso...arrivati in cima al fourchon...viste condizioni eccellenti abbiamo sceso il secondo canale, appena sotto la punta. Scesi fino ad inizio neve a buche e quindi risalita di nuovo quasi i [...]
    16/06/18 - Taschhorn Diretta NO - CriBot
    La "normale" NO (da noi seguita in salita con altri) è stata molto frequentata in queste ultime settimane, percorrendola si capisce il perché: ambiente eccezionale ed isolamento garantito. Non descr [...]
    16/06/18 - Bianca (Rocca) Canale Nord-Est - giole
    Finalmente neve super e meteo ottimo. Partiti oltre frontiera, qualche tornante sotto il colle, 10 min di portage, poi si sale bene fino al Colle di San Veran, da qui altro breve portage in cresta fin [...]
    16/06/18 - Montandaynè (Colle di) parete Nord - g.bona
    Dopo la salita della Nord del Gran Paradiso e la discesa in sci della Est, saliamo su neve già marcia, il canale sud del Montandaynè (vedi gite precedenti). Attendiamo fino alle 10.30 sperando inva [...]
    16/06/18 - Gran Paradiso Parete E - g.bona
    gli sci si mettono a 10' dal rifugio, seguendo la traccia degli alpinisti per la Nord o la normale. Noi siamo saliti per la Nord: consigliato perchè si arriva praticamente all'ingresso della parete [...]