Belle Plinier (La) dal vallone Saint Antoine - versante nord

osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: Farinosa ventata
neve (parte inferiore gita) :: Crosta da vento/Sastrugi
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Noi abbiamo approfittato degli impianti di Valfrejus: il dislivello di riduce a circa 800 m. Si sale con gli impianti a P. Bagnà (funivia più seggiovia gelida, euro 15 biglietto randonneur + 3 per tessera ricaricabile valida anche nelle altre stazioni della Maurienne). Si scende qualche decina di metri di pista e alla prima curva la si abbandona per risalire il valloncello che porta ad un colletto a nord della punta del Fréjus,(30 min.150 m di dislivello). Dal colletto o eventualmente da un po' più in alto sulla cresta a seconda delle condizioni scendere sul Grand Vallon per i bei pendii della Punta del Frejus fino a un piano a quota 2.500 circa. Ripellare e dirigendosi verso nord-est risalire l'ampio vallone puntando a uno spallone che si stacca dalla cresta sud-ovest della Belle Plinier dove questa volge a sud. Risalire la comba successiva o la cresta stessa a seconda delle condizioni (dislivello 600 m. circa). Discesa diretta su Melezet (m. 1908) e le Seuil (m. 1776) da cui seguendo un strada si raggiungono gli impianti di Valfrejus). Oggi neve farinosa infeltrita dal vento in alto, ben sciabile e divertente. Ultimo terzo della discesa neve crostosa-ventata assai più faticosa e poco sciabile. 4 stelle in alto 2 in basso, media 3. Condizioni in generale sicure, ma bisogna comunque controllare le gonfie esistenti. Con Kicca e Piero.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
attrezzatura :: scialpinistica
Ultima gita di stagione per me e Franco questa alla Bella Plinier. Raggiunta salendo dal vallone di St.Anne con partenza dalla fenetre E.D.F, e discesa ad anello lungo il ripido versante nord, fino a incrociare gli impianti di La Norma, e con lungo traverso alto di nuovo all'auto.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Quasi raggiungibile la Staz. les Melèze
quota neve m :: 1900
La Plinier dal S.Antoine non tradisce mai! Eppure non c'è mai nessuno; mai altre inserzioni oltre alle mie, incredibile! Eravamo solo noi noi 4; invece diverse auto alla cappella St. Anne per la Longe Cote e la spalla della Pierre Menue (la strada in questa direzione per ora è sbarrata e si parte da quota 1.680!).
Giornata splendida; l'innevamento in quota nella zona è ancora molto buono.
Grande sciata! Non c'è parola per descriverla! La neve duretta con un velo di polvere sopra e su quei pendii molto sostenuti e continui è una libidine ma non si deve sbagliare.
Una lastra ghiacciata ci ha impedito di raggiungere in auto le Melèzet (15 minuti in più a piedi); occorrerebbe un fuoristrada con pilota vasco.
In discesa neve completa nella comba del St. Antoine fino al casotto le Plan; dopo, 5 minuti a piedi su sterrata in piano poi pista ancora sciabile fino al Melèzet.

La Cris su quel ripido era coraggiosa ed aggressiva come una tigre (vedere foto).
Le altre foto che dimostrano le condizioni sono caricate con il sommario delle altre immagini.
Consigliatissimo andare a ficcare il naso, non resterete delusi.


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Fantastica!!!!
Ho avuto un pò di strizza perchè i pendii alti sono veramente RIPIDI; stò invecchiando, un tempo mi facevo meno problemi.
Salita in parte con i ramponi.
Pendii in alto e fino a metà, come un biliardo su neve recente dura e ben portante; pendii in fondo con superficie leggermente rinvenuta; canale in basso su accumulo di slavina ben distribuita con fondo compatto e superficie leggermente rinvenuta e sciabilissima.
Una gran gita; con la Cris, Stefano, Virgilio ed io; non visto altra gente (solo 4 alla Pierre Menue).
Veramente consigliabile per chi non teme il ripido a condizione che non faccia troppo caldo.

[visualizza gita completa con 10 foto]
La Belle Plinier a destra e la Pierre Menue a sinistra (pendii sostenuti).
Raggiungibili dalla strada S.te Anne

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Splendida scoperta, messa nel mirino da alcuni anni.
Avevo diversi inviti: da Gérard di Ginevra per il Grampa (ma cè sempre la processione); da Pederpan per il Roncia e dalla Cris per il Lamet da sud (ma li ho già fatti troppe volte anche se meritano sempre) ed allora con Irene (è l'ultima volta che faccio il 1° turno - sveglia alle 4), Pierin e Lorenzo (senza sci) siamo venuti a ficcare il naso in questo angolo solitario (eravamo solo noi) e che sorpresa!: 900 mt. di pendio perfetto e decisamente sostenuto, con un firn da sballo; indimenticabile!.
Rispetto alle due normali, questa è indubbiamente la migliore discesa della Plinier.
Nel tratto intermedio a quota 2.700 utili i ramponi. In discesa ampia scelta dei pendii più stimolanti.
E' stato un po’ laborioso raggiungere la stazione di arrivo du Mélezet poichè ci sono diverse stradine, tuttavia vi si giunge su una sterrata comoda che rinviene un pò con il disgelo quando si ritorna giù.
Il pistone che sale sopra al Mélezet è ancora discretamente innevato e oggi era interamente sciabile; dal curvone e fino a Le Plan il traverso in piano è senza neve (5 min.); tutto il resto del vallone ha un notevole innevamento ed appare completamente scaricato e si potrà fare ancora per un buon periodo.
In zona sono in straordinarie condizioni l'Aiguille de Scolette (spalla) e la Longe Côte, ma occorre lasciare l'auto alla Chapelle di St. Anne m. 1.676 (divieto di transito).
Per Pederpan: verrei volentieri mercoledì a rifarla con voi ma purtroppo non riesco proprio a spostare gli impegni assunti; divertitevi anche per me.


[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 21/05/05 - mountain
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
    difficoltà: OS :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Nord
    quota partenza (m): 2000
    quota vetta/quota massima (m): 3086
    dislivello totale (m): 1086

    Ultime gite di sci alpinismo

    03/06/20 - Fourchon (Mont) da Saint Rhemy - fyplom
    Saliti, dall'alpeggio a q. 2330, al Fourchon, m. 2906, dopo esser scesi per circa 300 m. dsl, saliti al Tete de Fenetre, m. 2823. Ottima giornata e neve ancora buona, solo in basso un po' bubbonata. In basso comincia a mancare la continuità-
    03/06/20 - Fourchon (Mont) da Saint Rhemy - gmzolenart
    prima gita primaverile in Val d'Aosta con evergreen e Maurizio. Il punto di partenza è l'alpe Baou, due tornanti prima del Colle. La salita risulta quindi di poco più di 500 metri dislivello, abbia [...]
    03/06/20 - Fourchon (Mont) da Saint Rhemy - roberto.maucci
    Buona sera a tutti. Bella giornata tiepida al Fourchon, la neve un po meno. Scesi alle 10 circa su neve primaverile, piacevole fino a metà e basta. Buone gite.
    03/06/20 - Fonteinte (Tète de) da Saint Rhemy - albert61
    con la strada aperta fino al Colle del G.S. Bernardo siamo partiti da poco prima della galleria. gita molto breve con ambiente stupendo. la neve in basso come già ampiamente riportato presenta dell [...]
    02/06/20 - Sommeiller (Punta) Canale Sud-Ovest - lucadrift
    salito dal canale SO su neve dura, arrivato in cima alle 10.30. la parte superiore del canale è levigata e trasformata bene, quella inferiore invece ghiacciata ed ondulata, percui ho optato per la di [...]
    02/06/20 - Galisia (Punta) dalla Diga del Serrù, giro valli Orco, Rhemes e Isère - billcros
    Gran gitone e bellissimo anello x visitare 3 regioni diverse , compreso di cime che non avevo ancora salito, x la basei saliti x il sentiero estivo fin sopra la balza da dove poi si aprono i pianori e [...]
    02/06/20 - Ferré (Pizzo) da Montespluga - basca
    Partiti alle 7,45 e attraversato a sx sullo spallone (per studiare la neve per il rientro) con 20 min di portage fino alle prime lingue di neve (su tutto il percorso compatta leggermente morbida in su [...]