Agnel (Cima dell') da San Giacomo

osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da S.Giacomo alle 7,20 in mtb direzione Soria,percorsi 4,6 km fino a quota 1540 un po' oltre il piazzale dei cannoni,poi sci in spalle ancora fino a quota 1700 circa dove si possono calzare gli sci e subito capiamo come e' la neve...fraugna !! Rigelo assente,speriamo che in quota sia meglio,ma la situazione non migliora,dal Praiet in su' ormai al sole neve bagnata e anche faticosa da battere in quanto non portante e pelli inzuppate al massimo, cosi' fino poco oltre quota 2500 dove decidiamo di fermarci ritenendo i ripidi pendii in zona non sicuri.Discesa ore 12,30 ( tardi...ma penso che anche 2 ore prima fosse lo stesso):parte alta da quadricipiti tirati al massimo in neve sfondosa e pesante,ultima parte in basso fino al Praiet leggermente meglio ma il divertimento e' tutt'altro !
In compagnia di Mario,mentre in salita arrivavamo al Praiet due skialp gia' scendevano da dove noi eravamo diretti.
In seguito abbiamo visto altri 2 scendere la gorgia della Maura ma sembrava che anche per loro il divertimento fosse tutt'altra cosa.
Meteo stupendo (almeno quello..) caldo.



pronti via !!
sottoscritto al via
sci ai piedi quota 1700
dal Praiet verso le Fenestrelle
grande veduta sui Gelas
qualita' neve a quota 2500
pendio verso la Bassa Margot,che non faremo
curve parte alta
scendendo,quasi al Praiet
i Gelas,Mario ed io

[visualizza gita completa con 10 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Aggiungo solo una segnalazione di "neve collosa" incontrata nell'ultimo tratto di discesa dal colle Fenestrelle al lago.
Con "collosa" non intendo poco scorrevole, ma proprio collosa...
In realtà l'effetto è dovuto a qualche schifezza presente in superfice che si attacca alle solette degli sci, che abbiamo riscontrato giunti alla macchina.
Avevo letto tempo fa questo articolo e direi che si tratta della stessa roba, per chi vuole approfondire: "aineva.it/pubblica/neve69/nv69_2.pdf"
L'ARPA ai tempi disse invece che si trattava di pollini... ma l'ARPA disse una minchiata... sta roba è pure maleodorante e per toglierla dagli sci sono necessari solventi potenti (acquaragia, benzina, trielina, ... l'alcool gli fa na pippa)

Quando sotto un sole cocente, stanchi, sudati, assetati con la borraccia ormai vuota... la candida fresca neve...

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Strada aperta fino al lago della Rovina
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Abbiamo deciso di fare questa gita partendo dal Lago della Rovina, non ce la sentivamo fino al Soria a piedi. Allora lasciata l'auto al Lago saliamo sci in spalla fino al Bacino del Chiotas sul sentiero estivo e calziamo gli sci poco sopra i 2000m in direzione colle di Fenestrelle. Giunti al colle si scende fino a 2100m circa (ultimi 50m sci in spalla non c'è neve) per imboccare la valletta dell'Asino. Ripello e salita in vetta ultimi metri a piedi. Percorso a ritroso in discesa con crosta non portante fino alla bassa Margot poi neve umida ma ben sciabile direzione Soria. Qui ci siamo fatti prendere e siamo scesi nel vallone fin che c'è neve, anche oltre... Di nuovo sci a spalle sul sentiero estivo fino al colle da li rientro su neve umida divertente fino al bacino e poi qualche metti leva per riprendere il sentiero fino alla macchina.
In compagnia di Koba e Fra.


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok fino a San Giacomo
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Salito al Rifugio Soria la sera precedente: gli si calzano a quota 1700 m, ma l'innevamento e' scarso e il rifugio si raggiunge tranquillamente a piedi.
Partito alle 5:20 dal rifugio Soria, discreto rigelo notturno, ultimo canalone dalla Bassa di Margot alla cima invaso per buona parte da resti di valanga e con neve verglassata sulle contropendenze a sinistra (pioggia della sera precedente rigelata). Discesa alle 8:15 difficile tra blocchi di valanga e verglass fino alla bassa di Margot, poi bella neve primaverile nei pendii esposti ad est, mollata il giusto e leggermente sfondosa vicino alle rocce. Le numerose valanghe presenti nel canalone sono facilmente evitabili.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Cima del Agnel dal Lago della Rovina.
10 cm di farina e neve spetaculare dal Rifugio genova in cima.
Portage jusqu'au lac du barrage, puis neige abondante jusqu'au sommet.
Nous sommes descendu par le couloir NW en très très bonnes conditions neige poudreuse FANTASTIQUE;



[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Cima del Agnel della Rovina .
La strada è liberata fino al parcheggio di estate. Per più di facilità ho portato lo sci su 250 m l'enneigement è molto buono. Salita per la Baisse margot neve fredda e Farinosa. A sci fino al cima. Una piccola discesa sulla Francia per approfittare della buona neve.
Alla discesa nevica molto buona (da Urlo)fino ha la Machina. I 100 ultimi metri stringono rapidamente senza neve.
LB




[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada aperta fino a circa 1 km dal Lago della Rovina
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Noi siamo arrivati dal Lago della Rovina dopo aver traversato il colle di Fenestrelle ed essere scesi fino a quota 2100 m circa. L'innevamento è in realtà ottimo, solo 3 * in quanto siamo scesi a ora tarda (15 circa), ma nonostante ciò la discesa è ancora stata più che dignitosa.
Tutto sommato la valutazione più adeguata ci pare OS, in quanto le difficoltà alpinistiche sono molto modeste mentre i pendii spesso sostenuti, in particolare sotto alla Bassa Margot e nel successivo canale NNE (salito con ramponi nella parte alta).
Alberto, Elio e Gabriele.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
quota neve m :: 1100
Cima del Agnel della Rovina , Salita per il sentiero estivo sanza probléme La parte finale della la Baissa Margo e ben inevata
Dicesa per la stesa, neve dura
Da solo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta rigelo non portante
Splendida gita in ambiente di alta montagna. Il canale E era in condizioni strepitose, circa 300 m a 35,40° su farina compressa. In basso la neve a causa della esposizione era già marcia al mattino presto. Si portano gli sci fin quasi al Soria.

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: in canalone
difficoltà: OS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Est
quota partenza (m): 1215
quota vetta/quota massima (m): 2927
dislivello totale (m): 1714

Ultime gite di sci alpinismo

23/03/19 - Blanchen (Gran Becca) da Chamen - old bear
Bellissima salita attualmente in ottime condizioni. Portage di una mezz'oretta in salita fino alle ultime curve della strada sotto le case di Grand Chamen poi neve continua fino in vetta. Cresta di ve [...]
23/03/19 - Gay (Becca di) dalla Diga di Teleccio - rickyalp82
Portage dalla diga fino al rifugio. Ottimo rivelo notturno, saliamo il canale in ottime condizioni, non si sfonda e si sale bene. Usciti, si arriva al piccolo ghiacciaio sommitale e poi sul pendio fin [...]
23/03/19 - Gay (Becca di) dalla Diga di Teleccio - rickyalp82
23/03/19 - Serena (Col) da Mottes - laura3841
In alto neve polverosa, poi polenta scorrevole, senza zoccolo. Tutti gli itinerari in zona fattibili. Dice di aver trovato ottime condizioni alla Costa di Serena la Scuola delle Alpi dell'Ovest. Sa [...]
23/03/19 - Cigolade (Passo della) da Ciampedie - bomber
Prese le 2 seggiovie da Pera e traversato al Gardeccia. Da qui su pendenze costanti si risale fino al passo. Discesa molto buona su neve polverosa e via via sempre più umida fino al rifugio. Caldo m [...]
23/03/19 - Enchiausa, Feuillas, Boeuf (Colli) da Chialvetta, giro dell'Oronaye - dovio
Prendendo in giro l'Oronaye!!! La traversata è stupenda come ambiente, fattibile in un anno come questo con poca neve. Saliti al col des Feuillas, gli ultimi 100m con ramponi e piccozza (alcuni con s [...]
23/03/19 - Tseucca (Aouille) da Chamen - esteban
Buone condizioni lungo l'itinerario. Ottimo rigelo notturno con neve dura nei pendii sud. Il pendio di accesso al Col d'Otemma è in neve morbida, ma a tratti si sente che il ghiaccio non è lontano ( [...]