Cian (Dom de, o Tsan) da Chàtè (Torgnon)

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Crosta da vento/Sastrugi
neve (parte inferiore gita) :: Crosta da rigelo portante
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Fatto il giro a modo nostro... Partiti da Chatel si sale veloci per 200m poi per un ora circa si fanno sali e scendi su piste da fondo... Arrivati a Chateau saliamo al col de Fort. Qui scendiamo per una cinquantina di metri nel vallone sottostante e da li per estetico canale saliamo al col di Tzan. Da qui sempre con i ramponi continuiamo per la vetta. Discesa per il col Chavacour fino a chiudere l'anello sotto il bivacco Tzan. Fatta così la discesa non è molto remunerativa poi se anche la qualità non è un granchè.... Rientro per le piste di fondo.
In compagnia di Koba, Massimiliano e Martina. Bel tour fuori dagli itinerari comuni.

Alba
Fondo e primo colle salito al centro
Salita verso il col de Fort
Col de Fort
Meta in vista
Canale al centro dal ghiacciaio de Roisetta
Canale da sopra
Vetta
Parte alta
Vallone di discesa

[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: in 4x4 per la strada forestale che parte dalle piste di sci si Chatelard, quota 1900 m
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
ancora molto caldo di giorno, ma discreto rigelo notturno alla quota del bivacco.
bella gita, in vallone ideale per lo sci, poco frequentato.
ancora per poco si scende in sci fino a quota 2000 m.
[email protected]


[visualizza gita completa]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: snowboard
ebbene sì ce l'abbiamo fatta... dopo 2 anni di tentativi falliti siamo riusciti a concludere questa magnifica gita, l'itinerario vale sicuramente lo sforzo che richiede, in giornata con lo snowboard è impensabile quindi abbiamo utilizzato il bivacco.
partiti sabato mattina da champtornè in bici con zaini carichissimi, lasciato le bici vicino alle baite chateau abbiamo proseguito a piedi fino a quota 2200 circa dove si calzano le ciaspole e si raggiunge con itinerario 'inventato' il bivacco tsan (il sentiero estivo NON E' fattibile con neve). Trascorso la notte in bivacco (ottima stufa) stamattina costretti a partire verso le 7 perchè prima il vento non ti faceva nemmeno uscire in 2h30 siamo al colle di chavacour su neve ben assestata e portante, decidiamo di fermarci qua poichè il versante del dome non merita una discesa in snowboard (neve durissima e ventata), discesa veloce e remunerativa al bivacco su ottima trasformata e poi con qualche ravanamento alle bici e poi alla macchina veloci, congrats!
ringrazio sergio per la presenza, mi rendo conto che è sempre più difficile trovare compagni di gita per questi progetti 'folli'.


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: in auto fino a Chate
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
RAID Torgnon - Prarayer - Cab Vignettes - Cab Bertol - Zermatt - Cervinia.
Tempo splendido (che ci accompagnerà per tutto il RAID di 4 gg), molto caldo (le salite quasi sempre in maniche corte), neve sempre molto bella (alle quote più basse e al pomeriggio un po' sfondosa), … tutti ingredienti ottimi per la riuscita della gita. Unica nota dolente: zaini PESANTI
Il caldo ha causato tante scariche di neve recente dai versanti più carichi e più ripidi (2 partecipanti ne hanno "vissuta" una da molto vicino, arrivati la sera al rif. Prarayer sono ripartiti x casa il giorno dopo)

Inserito TRACCIA GPS
percorsi 20,8 km - disl in salita 1.586 m - disl in discesa 1.290 m - tempo di percorrenza 8h30'

[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: SI PU0' ARRIVARE TRANQUILLAMENTE FINO A CHATELAR INF.
quota neve m :: 1900
UN PO' LUNGA LA PARTE BASSA SENZA DISLIVELLO RILEVANTE ALMENO PER UN'ORETTA POI SE SI MANTIENE LA SX SI SALE SOLCEMENTE FINO A QUOTA 2.100, IL MANTO NEVOSO E' STABILE. IL BIVACCO E' ACCOGLIENTE VI E' UNA STUFA E CON UN PO' DI FORTUNA ANCHE UN PO' DI LEGNA, PENTOLE E COPERTE A VOLONTA'.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Gita molto bella pero' poco frequentata da questo versante essendo molto lungo l'avvicinamento, Do le 5 stelle per la discesa sino al bivacco,oltre neve molto pesante ma ne vale la pena. Trovato neve stupenda per scendere però devo dire che la discesa e' iniziata alle 9,30 circa.Nella foto l'ultimo tratto
con la cima.

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Varie
quota partenza (m): 1676
quota vetta/quota massima (m): 3351
dislivello totale (m): 1700