Chalanson (Punta) da Pian della Mussa

osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Ok fino al pian della mussa
quota neve m. :: 1900
Mi son fatto tentare dalla cresta Ovest della Chalanson, poi rivelatasi un po' troppo aerea x i miei gusti (arrivato fino a circa 3400 m). Comunque, segnalo che le sue condizioni del Collerin sono ottime, e descrivo la parte che ho fatto. Salito e sceso dal Canale delle capre, che oggi era in condizioni più che decenti, se escludiamo delle pietre nella parte più in basso. Tale canale permette di salire più velocemente e praticamente senza spallaggio fino ai pianori superiori. La quota neve 1900 m si riferisce al canale, sul sentiero estivo sarebbe tipo 2200 m. Però va affrontato solo con buon rigelo (stamattina alle 5 zero gradi), e la sua discesa deve essere fatta molto presto (fatta alle 9:50, è esposto a est), perché se si sfonda si finisce nel grosso torrente sottostante e si può annegare. Nei prox gg, con il rialzo termico, lo sconsiglierei.. Per salirlo ho messo i ramponi. Si scendeva oggi senza problemi con gli sci. Dall uscita del canale, autostrada di primaverile facile fino a dove mi son distaccato per la cresta ovest della Chalanson (quota 3250 circa) , ma ho visto bene che tale rimane (autostrada facile) fino in zona cima Collerin (non ho visto solo l ultimissimo tratto). La cresta ovest della Chalanson, invece, mi è parsa poco sci-alpinistica. Ramponi e poi anche picca, ma desistito circa a metà, dove si restringe.. Discesa spaziale.. A parte la parte bassa del canale, un po' svalangata e coi detriti, ma a fine maggio cosa si può pretendere di più? Domani e nel weekend consigliata, ma sul sentiero estivo se fa caldo..

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
Preso pioggia e nebbia salendo in auto..ci fidiamo delle previsioni e infatti da pian dei morti uno splendido sole su un tappeto di nuvole. Scarpe da ginnastica fino a poco sopra pian dei morti poi sci ai piedi per accedere a pian Gias. Percorso Pian Gias fino al fondo, sulla destra si trova la parete che abbiamo salito centralmente. Ottimo rigelo, neve dura, ramponi e una sola picca ma non sono solo 45 gradi (secondo me). Saliti con calma e scesi dopo che un po' di sole aveva scaldato, ottima discesa dritta poi sulla dx per spostarsi e ripellare al Collerin la cui discesa è stata ancora più remunerativa. Alle 12 la neve era ancora bella. Con un paio di gava e buta scesi fin sotto le baite di Pian dei morti. Le 4 stelle della neve solo perché pian gias è tutto bucherellato. Ambiente stratosferico ancora super innevamento con il disgelo che avanza con le fioriture e le spettacolari cascate, nessuno in giro a parte un piccolo stambecco..Una delle migliori gite di quest'anno. Buone condizioni ancora per Ciamarella, piccola Ciamarella (in tre salivano la nord), Albaron di Savoia.
Grazie a Luca che mi dà corda nelle mie folli idee. Un saluto a Roby che saliva al Rifugio (per ora chiuso), buon lavoro!!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m. :: 2100
Neve lavorata dalla pioggia fino ai 2700 m. circa, poi firn. Purtroppo la parete della Chalanson, all'inizio invitante, è coperta da 40 cm. di granatina molto umida ed è stato molto faticoso salirla fino alla spalla O (circa 3400 m.), dove la nebbia ci ha avvolto inducendoci a desistere. In discesa, dopo qualche curva sul ripido, ci siamo spostati verso l'itinerario del Collerin trovando neve trasformata gradevole fino a Pian Gias. Da lì sciata su neve compatta molto irregolare ma marcetta in superficie e quindi non fastidiosa. Con un paio di gava e buta si arriva ancora a 30' dall'auto (in salita portage di un'ora). Con Marco.

[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m. :: 1900
In 8 del gruppone misto della scuola Ribaldone saliti alla Chalanson.
In 2 riusciti a scendere dalla punta, in 4 da metà, in 4 scesi a piedi.
Il pendio non è completamente a posto; la neve fresca caduta (non è poca) è appena appena cotta in superficie.
L'ultimo traverso sotto la vetta è un po' tropo carico ( va gìù tutta la picca e sotto c'è quella liscia e dura precedente).
In pochi si poteva scendere (solo i 2 arrivati in vetta difatti sono scesi) , in 8 eravamo in troppi.
Per la discesa diretta dalla punta..ci vorrà un po' di tempo.
Grazie al gruppetto di ragazzi dell'SA2 Ribaldone, (scusate ma non ricordo tutti i nomi, quindi non metto nessuno!)...faranno grandi cose.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada aperta
quota neve m. :: 1900
Condizioni perfette. Occorre partire molto presto al mattino (6.00) per percorrere il Canale delle Capre in sicurezza.
Condizioni PERFETTE! Seguito il canale delle capre sia in salita che in discesa.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m. :: 2200
Bella gita in bell'ambiente.Evitato canale delle capre anche se ben rigelato. La neve si trova da pian dei morti, un paio di togli e metti nel traverso poi neve continua..molto bello il pendio finale ben ammantato con 10cm di marcetta su fondo duro (scesi alle 13)..Noi ci siamo fermati in cresta a circa una ventina di metri di dislivello dalla punta a causa di una cornice pronunciata...nel complesso ancora consigliata...saluti

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m. :: 2100
Scia a spalle fino a 2.200 mt. Neve liscia fino in punta. Sceso alle 9.30 con neve molto dura ma con buonissimo grip sul pendio, ma ne è valsa la pena perchè in basso stava mollando troppo. Pian Gias un biliardo con moquette.
Con gli sci fino a 2.100 per lingue.
Il canale delle capre sarebbe ancora ben innevato, però con questo caldo avevo paura di rompere lo strato di neve e finire nel torrente.

Da solo


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m. :: 2200
L'ultimo regalo di questa interminabile stagione.
5-10 cm di farina su fondo molto duro sulla parete ovest regalo della nevicata di sabato sera.
saliti non direttamente, ma per cresta sino a 50 mt dalla vetta (all'incirca 30 mt di dislivello alla punta) poi per due o tre volte sono finito con i piedi nel vuoto (eppure ero lontano dalle cornici).
Piazzolato e giù facendo attenzione alla neve dura sotto quella fresca e alle barre rocciose ormai affioranti della parte inferiore.Dopo discreto sino alla fine del Pian Gias.
Un grazie a Guido per l'ottima compagnia alla sua prima discesa di ripido.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m. :: 2200
10 cm di fresca estiva su un fondo duro: discesa molto bella e divertente. su pian gias neve marcia ma sciabile. purtroppo da meta' del pian dei morti a piedi (altrimenti 5*).
grazie ancora a marco che mi ha convinto a scendere in sci.

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: fino al pian della mussa
quota neve m. :: 1800
Salito e sceso per il canalone delle capre, ma le condizioni mi sembrano ormai oltre il limite di sicurezza, e oltretutto la sciata non è un gran chè.
La neve è estiva: compatta anche senza rigelo notturno.
Comunque da 2500 in su un pò ha gelato.
Sulla parete un firn durissimo, causa lavoro sono dovuto scendere presto cioè alle 9,45 e il sole non aveva potuto ammorbidire.
Ovviamente ho patito abbastanza anche perchè la parete è bella ripida.
Fossi sceso un'oretta dopo probabilmente avrei dato 4 stelle

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m. :: 2600
Condizioni fantastiche sia sulla parete ovest che sul pian gias.
Neve continua dalla vetta. si arriva a 2600mt. sci ai piedi.
La neve è molto dura e consiglio di scendere non prima delle 9:30 - 10:00 quando la parete è completamente al sole.
Io sono sceso alle 9 ed era ancora decisamente dura per cui molta attenzione.
Pendio non lungo ma molto estetico e remunerativo.
Grande ambiente con condizioni perfette di tutte le vie normali della zona.
Partenza dal pian della mussa 5:15
vetta 8:40 (inizio discesa 9:00)
ritorno al Pian della mussa ore 10:50

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
note su accesso stradale :: si arriva al pian della mussa (sfidando il divieto)
quota neve m. :: 1800
Io ed il socio giacca ci siamo fermati a quota 3300/3350, essenzialmente per difficoltà mie, che non me la sentivo di scendere dal pendio troppo gelato dal vento freddo: ce la teniamo per un’altra volta, con temperature meno rigide (oggi -11 alla partenza, -4 all’arrivo) e con neve più godibile.
Saliti e scesi dal canale delle capre, al momento molto ben coperto ma con neve troppo dura per una discesa decente.
Discesa buona solo in esposizione sud e sul pian gias: se volete divertirvi non consiglierei niente in zona in questi giorni.



[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: da Pian della Mussa
quota neve m. :: 2200
saliti sci in spalla fino a pian dei morti poi raggiunta la base dello scivolo, lungo pian gias.
pendio in buone condizioni saliti a piedi e ridiscesi con gli sci.
discesa buona fino a pian gias, poi neve pesante dovuta al mancato rigelo notturno.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m. :: 2200
abbiamo salito il canale delle capre ma in discesa siamo stati sul percorso estivo : è assolutamente sconsigliabile percorrerlo sia in salita che in discesa: grossi buchi nei 50 m. dell'uscita
il pendio ? lo abbiamo sceso alle 10.30, condizioni perfette, un biliardo. In salita abbiamo seguito il percorso per la piccola ciamarella fino al colle ed in breve per cresta in cima. . Ottima neve fino a Pian Gias, poi molto pesante per lo scarso rigelo notturno

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: accumuli o lastroni
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: sgombra
quota neve m. :: 1800
Bella gita, peccato per il tempo, molto variabile. La copertura del cielo ha fatto sì che la neve non gelasse. In alto, sul pendio, gran culo a battere pista nella neve profonda, pesante e crostosa. verso la punta accumuli da paura: calzati gli sci un 10-20 m. soto, sulla cresta sommitale. Dalla base del pendio sudovest in giù crostaccia pesante e più in basso marciume pesantissimo. Nel canale delle capre grandi accumuli di neve marcia che più marcia non si può.
Penso che molto del marciume dipenda dal mancato rigelo notturno. Se il tempo diventa bello le condizioni dovrebbero cambiare radicalmente.
Gita fatta in compagnia del cinghialone Enrico e del valentissimo Enzo (oggi abbiamo bigiato...)

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Bella gita, soprattutto il pendio finale che in alcuni tratti sfiora i 45 gradi.Neve non eccezionale soprattutto nella parte alta della discesa dove il forte vento e il freddo della notte scorsa l'ha resa una lastra di marmo (utili le lamine!!!), sempre nella parte alta fare molta attenzione a 2 crepacetti che possono dare qualche problema in fase di discesa.
Nella parte bassa della gita invece neve un po' marciotta ma divertente, se si azzecca il canale, si puo' scendere fino al piano dei morti con sci ai piedi.Un saluto a Paolo che mi ha accompagnato fino alla base del pendio finale.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Saliti lungo il sentiero estivo. il canale delle capre è in buona parte coperto da una frana di terra e pietre. L'itinerario è in condizioni di innevamento abbondante. La parete ovest è in ottime condizioni. Scesi con su un fondo duro ricoperto da qualche cm di neve fresca! Parte bassa dell'itinerario in neve marcia. Meteo variabile e visibilità discreta/buona. In compagnia di diego e gianluca.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): ...tipo di neve ...
splendida gita in condizioni perfette. il pendio finale è una tavola da bigliardo. il canalone delle capre è colmo di neve, ma ahimè, molto marcio all'ora della discesa. necessari i ramponi (eventualmente anche una piccozza non guasta per l'ultimo pendio). tantissima neve fino alla macchina.
PS: è ancora ben fattibile la rossa di sea dal rif. citta di ciriè, si camminerà 10 minuti!

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 13/06/04 - luca pri
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: 4.1 :: E1 :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Ovest
    quota partenza (m): 1780
    quota vetta/quota massima (m): 3466
    dislivello totale (m): 1700

    Ultime gite di sci ripido

    17/06/19 - Pain de Sucre Canale SO - annibale
    Traversata: salita per la via normale al Fourchon ed al Pain de Sucre. Discesa per il canale Sud-Ovest (ramo dx orografico,un pochino più ripido). Ottima neve.
    16/06/19 - Rousses (Sommet des) o Mont de Fourclaz Canale E/SE - annibale
    15/06/19 - Aiguillette (Monte) Parete NE - giole
    Partenza sci ai piedi dal parcheggio oltre il colle con zero rigelo. Passaggio dry alla breche e discesa su neve molle sino oltre la prima palina. Risaliamo quindi il vallone alla ns destra per poi sc [...]
    08/06/19 - Piccola Ciamarella Parete Nord - g.bona
    Constatato che la Nord della Ciamarella era impossibile da scendere in sci, Piero ed io seguiamo Stefano, Silvio e Federico in questa lunga e bellissima boucle fino in cima alla Piccola Ciamarella. D [...]
    08/06/19 - Vallonetto (Cima del) Parete Nord - rikymar
    Un po' di vento al mattino e qualche nuvola in giro, ma buon rigelo e rapido rasserenamento globale. Abbiamo raggiunto la cresta con la Valfredda a circa 2900 m in punto evidente e comodo. Abbiamo se [...]
    08/06/19 - Ghiliè (Cima) Parete Est e giro per il Passo Brocan - giole
    Partiti dal lago delle Rovine. Sentiero-scorciatoia per il Genova pulito ed a posto. Si portano gli sci sino al lago Brocan, poi neve ancora abbastanza continua, rossa compatta fino a 2600 circa poi b [...]
    07/06/19 - Lombarda (Cima della) Canale NO - popino
    Arrivati al colle della Lombarda alle 6.16, dopo più di 2 h di macchina, è una bella botta vedere che di neve quasi non ce n'è.... Ma non siamo certo tipi da perderci d'animo. Il canale NO è secco [...]