Corborant (Cima di) da San Bernolfo

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: pulite
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Bella gita in un ambiente selvaggio. Cresta e canale di accesso molto belli
Sciata discreta
Con Lorenzo e Beppe


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Una ventina di centimetri di fresca che crea qualche problema di zoccolo con i ramponi nel canale e in cresta.
Partito con gli sci dalla croce di vetta, bisogna toglierli una prima volta in cresta per una decina di metri e una seconda volta nella strettoia del canale sud , ghiaccio e roccette, poi si ricalzano definitamente alla tana della marmotta.
Nel complesso bella giornata e bella gita, un'altra persona in cima e due che scendevano dal couloir a Zeta della Gioffredo.

[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
grazie alle condizioni meteo (nuvole e nevischio a intermittenza ma discesa con piena visibilità) è stata un'ottima gita. con gran neve per tutta la parte sciata.
Nel canale della marmotta sci ai piedi senza coltelli (aveva mollato un paio di cm sopra grazie al poco sole di inizio mattinata) fino alla strettoia, poi ramponi (consigliata picca). Abbiamo portato sci in punta per eventualità di discesa nell'altro vallone che porta al migliorero (effettivamente il canale sarebbe stato in ottime condizioni ma il tempo incerto ci ha fatto desistere) poi messi in discesa al masso di metà canale che forma la "tana" dove si possono tranquillamente lasciare se si ha intenzione di ridiscendere da li.
Canale di salita senza problematiche se non il tratto prima dell'uscita dove rimane solo più una stretta e sottile lingua di neve dove poter passare. All'uscita, passata senza fatiche, facile ma impressionante cresta su neve che finisce per dar spazio alla parte rocciosa ormai senza neve centrale e infine breve pendio innevato che porta alla vetta.
In foto maggiori chiarimenti

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok fino oltre la piazzola dell'elicottero (però conviene parcheggiare lì)
attrezzatura :: scialpinistica
Bella Pasquetta solitaria (ma non guasta) sul Corborant. Neve a 5 min dalla macchina. Qualche gava-buta nella stradina fino alla Capanna del Corborant. Alle 9.00 ero in vetta. Finalmente ottimo rigelo notturno e conseguente discesa su neve molto bella e non sfondosa. Con le condizioni di ieri, molto utili i coltelli per il pendio sopra alla Capanna del Corborant, nonché i ramponi per il canale finale. Giornata meteorologicamente strepitosa e limpida.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Strada aperta fino a San Bernolfo
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
In salita portati gli sci 5 minuti seguendo la strada mentre in discesa si arriva al ponte stando a destra. Partiti verso le 8... un po' troppo tardi ma partendo da Genova non c'è riuscito di meglio... Arrivati sul conoide caldo come a Ferragosto e quindi si iniziava a presagire non una grande discesa... Ultimo tratto del canale, dove si stringe, fatto con i ramponi fino in vetta. Discesa sci ai piedi dalla croce ad eccezione di 2m dove bisogna levarli. Neve nella parte alta indegna, non assestata e molto sfondosa fino a metà canale poi un po' meglio. Nel conoide migliora e dopo un 100m bellissimi, poi di nuovo sfondosa... Giunti a 2400m circa ripello fino a Rocca Negra.
In compagnia di Fede e di Danilo incontrato salendo.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Gita fantastica, neve dalla macchina tenendo la sinistra del ruscello su traccia per poi attraversarlo appena possibile. Neve farinosa pressata dai forti venti, bellissima. Sceso dalla cima del Corborant sci ai piedi (ravanato un po' a metà canale dove c'è la roccia nella strettoia, ma se si mettono gli sci dritti per qualche metro si passa bene). traversato poi a sinistra e risalito il Gioffredo, sceso per il canalone. Con Gabri.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Bella gita da fare con neve sicura dati i pendii sostenuti. Neve ben sciabile ma attenzione alle pietre affioranti nella parte bassa dell'itinerario. Ancora una volta in ottima compagnia su una bella cima che merita una sveglia antelucana! Ps il telefono (wind) non ha campo nemmeno al posteggio delle auto, bisogna scendere un bel pò prima di trovare la rete.

[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Molte macchine al posteggio e finestra meteo decente, ma alla fine poca gente sul corborant..bella gita in compagnia ottima. Il canalino ha aggiunto quel pizzico di alpinismo che mancava da un po'..

[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Una gran bella gita e giornata che era da parecchio che puntavo. Abbiamo lasciato gli sci sul conoide, perchè la neve si presentava irregolare e non aveva mollato. Nonostante le tante macchine al parcheggio il Corborant è stato il meno gettonato e ciò ha permesso, che se pur nelle nebbie, ci godessimo la vetta in solitaria. Il firn di discesa e la visibilità che è rimasta ottima ci ha fatto divertire!
Grazie a f., muvè ed aldebaran (che chissà quali pensieri aveva attardandosi in vetta!)


[visualizza gita completa]
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Sci ai piedi da subito. Cielo coperto e scarso rigelo, saliti senza rampant. Canalino salito coi ramponi. In cima nelle nebbie.
In discesa ottima visibilità, neve irregolare e dura sul conoide, poi divertente primaverile, via via più morbida scendendo. Pietre in agguato sul traverso finale che porta al ponte. Bella gita e buona sciata in ottima compagnia.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Volevo fare il Gioffredo assieme agli amici del Cai . Oggi per mè era un giorno speciale : Il mio compleanno
Arrivato senza troppa fatica , rampant utili nel tratto ripido , a quota 2600 ho visto il Corborant tracciato sino a 2700/2800 con condizioni favorevoli di neve . Non ho resistito , festeggiare il compleanno su di un tremila è stata una tentazione irresistibile ....
Ho proseguito ed ho portato gli sci sino a circa 2850/2900 mt . poi senza grosse difficoltà con picca e ramponi in poco tempo in vetta . Al termine del canale incontrato con grande piacere Andrea con due amici ! In vetta per 15 minuti in solitudine contemplativa con grande soddisfazione !!! Discesa tutta bella , il canale era sciabile dai 2800 mt , sotto incontro con gli altri scesi dal Gioffredo, molto bello .
Rapido rientro alla macchina su bella neve senza problemi
Per bellezza , sicurezza e condizioni generali le stelle potrebbero anche essere °°°°° .
Il percorso proveniente dal Migliorero mi è sembrato in condi eccellenti , canale compreso !

Un saluto ad Andrea ed amici , ai miei soci del Cai presenti ed assenti !


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada aperta fino al parcheggio in paese
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
10 minuti scarsi di portage,
poi si prosegue sci ai piedi fino al canale finale.
Per il canale abbiamo calzato i ramponi, l'ultima parte più ripida comincia ad avere rocce esposte e il collo di uscita è molto stretto (circa un metro).
Consiglio di lasciare gli sci a metà canale, in quanto l'ultima parte e l'accesso alla vetta non sono più sciabili.
Dalla fine del canalone si lasciano gli sci e si procede a piedi fino alla cima (10 minuti.

Splendida neve primaverile fino in fondo, seguendo la falsariga dell'itinerario di salita.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si arriva fino a San Bernolfo
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dall'auto alle 6e30, dopo pochi minuti il forte vento da nord-ovest porta le nuvole francesi e la pioggia... Da circa 2600 la pioggia diventa neve umida e la visibilità peggiora. Dopo qualche errore di orientamento imbocco il canale giusto; decido di lasciare gli sci sotto il roccione a sinistra della strozzatura (grottino provvidenziale che ripara dalle intemperie): il resto del canale è tutto scalettato e derapato ed ho paura di non riuscire a fare il cambio di assetto al colletto per il vento. Il resto della salita è una lotta con il vento che fa turbinare la neve nel canale e ostacola la progressione in cresta. Sono ripagato da qualche timida apertura in cima e da una buona visibilità in discesa. Neve sfondosa coperta da due dita di neve umida nel conoide, poi neve primaverile un po' umida ma portante e divertente (cercando la vecchia neve rossa). Se si lascia l'auto al primo parcheggio e si sta alti sulla destra (scendendo) si riesce ad arrivare alla macchina con un paio di togli-metti.
Con Antonio che ha deciso di rallentare e scendere dopo essersi inzuppato.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Neve da tre stelle. Salita ed ambiente da cinque. Ecco la media.
Si portano gli sci per 10 minuti. Rigelo solo a partire dai 2400 poco sotto i laghetti.
Nel canale neve molle che rende la salita a piedi leggermente faticosa ma sicura.
In discesa (iniziata alle ore 10.15) neve primaverile decente di nuovo sino ai laghi, poi a tratti molto molle e sfondosa. Nel vallone molto bagnata ma più sciabile che nella parte mediana.
Se permane il caldo di oggi e non gela la notte ancora consigliabile per pochi giorni prima che la neve venga divorata in basso nel vallone (in alto c'è ne una notevole quantità).
Un saluto all' evergreen Pierino.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: san bernolfo (lungo la sterrata)
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Neve di buona qualità, in basso buon rigelo (primaverile in discesa), un po' umida nel canale, poi più asciutta e farina appena oltre la forcella ed ancora primaverile ma un po' sfondosa nel tratto finale esposto a sud fino alla vetta.
Occorre comunque iniziare la discesa non oltre le 11/11.30 (ed oggi la temperatura in particolare al mattino era piuttosto fresca).
Saliti e discesi lungo il canale sud con i ramponi (messi a quota 2830 ca., sul lato dx salendo si trova un buon posto per cambiare attrezzi, riparato da eventuali scariche o sassi dall'alto).

Molta gente in giro, in particolare verso il Collalunga, sentito di alcuni sulla Malaterra. Alcuni gruppi sulla Cima Gioffredo con it. alla vetta dal lago sup. Lausfer.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Una gita davvero meritevole in ottime condizioni. Portage minimo, buon innevamento e neve di qualità.
Sci ai piedi dalla croce di vetta, su neve primaverile. Scesi nel canalino nord (versante rif. Migliorero) con buona farina compressa. Risaliti e poi scesi dal versante di salita lungo il canalino della forcella in condizioni discrete, pieno, un po svalangato ma con neve primaverile morbida. Dal conoide in giù neve perfetta. Parte bassa parecchio arata.

P.S. Purtroppo ho dimenticato/smarrito la mia picozza (black diamond grigia) alla quale sono molto affezionata. Se gentilmente chi la trovasse mi potesse contattare gliene sarei molto grata. (musso_chia@libero.it) GRAZIE.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: in macchina al ponte 1680 sotto S.Bernolfo
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Tenendosi sul versante N del vallone, sci ai piedi dal ponte ma con diversi passaggi su terra.
Aggirati sulla dx i laghi Lausfer si arriva direttamente sotto il canalino, che abbiamo risalito senza ramponi perchè la neve lo consentiva. Dalla forcella 2900 sotto il gendarme ancora con gli sci a spalle fino in cima.
La neve non vale la pena di rimettere gli sci anche perchè c'è comunque un tratto di 20 metri obbligato su roccette e li abbiamo riportati alla forcella.
Da qui si scia bene anche se la neve continua a scappare da sotto formando continue slavinette di superficie. Ottima anche sul conoide e fino ai laghi ma sotto diventa pesantissima finchè non ci si porta sul versante nord, dove è un pò meglio.

Con DanielaP e Chicco, entrambi più in forma di me, e MarcoC e Mauro che si sono invece diretti alla cima di Malaterra.
Pochissimi qui sul Corborant (almeno 2 hanno sciato dalla punta) ma ho visto il mondo sulla Gioffredo, sulla RoccaNegra e sulle altre cime intorno al vallone.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
attrezzatura :: scialpinistica
Iniziato la discesa sci ai piedi direttamente dalla croce di vetta, neve tra farina e farina compressa nel crestone finale, nel canale farina più pesante dai 15 cm ai 40 in alto,
ma sempre otttimamente sciabile. Un buon 4.1 E3
Oggi in compagnia di Fabrizio e consorte, Luca, Danilo e Flash


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
partiti sci ai piedi dalla macchina, ottima traccia di salita fin sotto il canale di accesso alla vetta, poi tracciato fino in punta. Ridiscesi nel canale nord su ottima neve compressa dal vento, poi neve sempre ben sciabile fin sotto il Rif. Migliorero dove si tolgono gli sci, portage in discesa per circa 20 minuti fino alla macchina lasciata la mattina sopra Besmorello completando cosi un bellissimo giro ad anello.

[visualizza gita completa con 4 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Gita Corso Sa2.. complimenti agli allievi sia in salita che in discesa senza nessun problema.
Il Canalino non era in perfette cundi..solo alcuni di noi lo hanno sceso con gli ski. Sotto discesa da sballo fino alla macchina su trasfurm� da cineteca!
Parecchia gente sul percorso.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
proseguito in macchina 500 m oltre san bernolfo, poi neve continua fino in vetta. alla partenza temperature freschine, ma appena è arrivato il sole è iniziata la sauna. molta gente sul percorso. canale di accesso alla forcella affollato e salita in vetta senza problemi visto che le roccette sono ancora coperte. discesa buona fino ai laghi, al di sotto dei quali abbiamo trovato neve sfondosa.noi abbiamo attraversato il vallone portandoci sulla destra orografica dove abbiamo trovato neve dura ma accettabile.
con alberto giro e massimo

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si arriva comodi a San Bernolfo
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Gita di soddisfazione e d’ambiente. Bella neve primaverile divertente e rilassante dalla base del canale all’auto. Il canale che porta alla forcella est è più facile di quel che si pensava. Breve, con ottima neve, stimato sui 35-40 gradi con un breve tratto oltre i 40 gradi. Dalla forcella alla vetta non sono state trovate difficoltà. Saliti in 3 in vetta tra cui un 71enne. Io ho preferito aspettare con Attilio alla base del canale, oltre i 2800 di quota, perché uscito or ora da una decina di giorni di influenza. Vista gente su tutte le vette intorno, Gioffredo, Rocca Negra, Collalunga. Giornata spaziale. Si parte sci dalla macchina. Al mattino neve dura sui ripidi pendii iniziali. CAI ULE di Ge Sestri. Una foto indica l’itinerario, l’altra le condizioni d’accesso alla Punta Gioffredo (la vetta che si vede è il Laroussa)

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: ok fino oltre S. Bernolfo
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Tenendosi sul lato destro orografico si parte e si arriva comodamente sci ai piedi al ponte a quota 1.702 mt.
Tutta neve ottimamente trasformata.
Senza relazione e con la cartina 1:50.000, abbiamo sbagliato itinerario e seguendo le tracce più marcate siamo finiti al Passo del Corborant.
A quel punto abbiamo capito e siccome era presto e il meteo consentiva siamo scesi fin sotto il canale, da qui Fede ha continuato la discesa mentre io con i ramponi sono risalito in vetta.
Discesa dalla punta su ottima neve dura ma liscia, con gran senso di vuoto tutto intorno, si tolgono gli sci solo per un breve tratto (3 metri) fino al canalino.
Sono entrato nel canalino non dal colletto, ma dal lato destro più ripido ma con neve ancora intonsa, poichè dal colletto per venti metri circa i precedenti passaggi "scalettati" hanno reso questo tratto insciabile.
Da sotto il canale fino alla macchina, come detto, neve perfetta e massimo divertimento.
Con Fede


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Neve che nonostante tutto tiene grazie al rigelo notturno, un paio di metti e togli sono comunque necessari. Il canale si può scendere con gli sci soltanto più da sotto la strozzatura. Palma della migliore per l'audacia alla solita Smilla.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
quota neve m :: 2000
Ultima SA2 SUCAI. Meglio del previsto per quanto riguarda il meteo, che ci ha concesso di fare la gita con una discreta visibilità e qualche sprazzo di sole per poi chiudersi definitivamente, ma ormai quando eravamo già con le gambe sotto la tavola. purtroppo il cielo coperto non ha consentito un buon rigelo, anzi nesun rigelo: alle 8 del mattino la neve era marcia. ad ogni modo si sale e si scende senza problemi. saliti con gli sci nel canale fino a dove si restringe, poi a piedi, ma in discesa abbiamo attrezzato una didattica corda doppia (si può scendere anche con i ramponi, ma c'è un po' di ghiaccio e, soprattutto, pietre instabili).

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1900
gran bella gita anche se oggi la neve ha alternato tratti di buona neve (soprattutto in basso) ad altri dove aveva mollatto troppo (in alto) anche perchè siamo scesi un po troppo tardi e faceva un caldo boia. oggi un po troppo distratto sono salito per il canale che arriva sulla focella est e da qui per facile cresta (ramponi) mentre il resto del gruppo raggiungeva il passo di Corborant e da qui per cresta ovest che è sicuramente più delicata ed esposta. segnalo ancora che il canale della forcella nella prima parte è veramente stretto e presenta pietroni affioranti per cui ho preferito scendere a piedi fino a dove si allarga.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Partiti alle 7,30 da S. Bernolfo con tempo cosi' cosi', verso le 10 si è aperto con a tratti un bel sole. Tutta neve trasformata, si arriva sci ai piedi alla macchina. Abbiamo sceso in sci anche il canalino che porta la colle est del Corborant, ma con gli sci da 1,70 si gratta la pietra ai lati perchè il passaggio è stretto. In buone condizioni anche gli ultimi 100m di cresta.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente umida/pesante
Ho pernottato con Svevo a S.Bernolfo in furgonecon temporale in corso.Siamo partiti al mattino con cielo sereno.
Abbiamo risalito il canale con picca e ramponi.Sono sceso con gli sci dalla croce,il canale è in condizione 20-30 cm di neve caduti nella notte.Nella parte bassa della gita neve marcia per mancato rigelo notturno.Gran bella gita.Un saluto a Svevo salito con le ciastre.

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 31/03/12 - BERGHEIL82
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: pendii ampi
    difficoltà: BSA :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Sud-Est
    quota partenza (m): 1702
    quota vetta/quota massima (m): 3010
    dislivello totale (m): 1308

    Ultime gite di sci alpinismo

    08/10/18 - Breithorn Occidentale da Cervinia - luca94
    Partiti dal grosso parcheggio sotto i primi impianti di Cervinia, si risale per il ripido sentiero n.15 che arriva a Plan Maison. Sci a spalle fino al Teodulo poi finalmente si mettono scarponi e sci [...]
    29/07/18 - Parrot (Punta) da Indren - lakota
    Ieri è finita una stagione scialpinistica unica; con una discesa da sogno dalla vetta della Parrot. Tanta neve, che ricorda gli anni che furono...quando il ghiacciaio non aveva le code di alpinisti i [...]
    22/07/18 - Grande Motte (la) da Tignes - lakota
    Salita in cima alla grande motte. Con gli impianti poca soddisfazione in salita...ma sciare con un dito di polvere a luglio è una gran cosa. Tentata la nord, ma troppo dura sotto il dito di farina.
    22/07/18 - Pers (Aiguille) da Pont de la Neige - g.bona
    Piste chiuse all'Iseran, ma tutto ben collegato. Non si tolgono mai gli sci ad eccezione degli ultimi 50mt di dislivello prima della cima. Discesa fino al traverso su neve alveolare, praticamente ins [...]
    18/07/18 - Zumstein (Punta) da Indren - sanet
    Partiti con le frontali dal Rif. Mantova con freddo polare almeno fino al colle del Lys. Giornata galattica con cielo blu cobalto fredda ma senza vento. Solo noi in sci. Poi scendendo incontrati un pa [...]
    14/07/18 - Parrot (Punta) da Indren - giogalimba
    oggi vento fortissimo gelido in cresta-la neve si è conservata magnificamente almeno fino alla seraccata della Vincent, dove l'enorme traccione di salita e profonde rigole disturbano la sciata, consi [...]
    11/07/18 - Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita da Indren - everest
    Condizioni ancora piu' che buone ,qualche crepaccio ancora mezzo coperto ma ben visibile ...raro vedere il ghiacciaio a luglio in questa situazione.Saliti dal canale con buona traccia al Gnifetti ,ott [...]