Sea Bianca (Punta) da Pian della Regina

osservazioni :: nulla di rilevante
Le ciaspole possono essere lasciate a casa...più utili i ramponi.
Giornata splendida...solo una decina di persone sul percorso. Un saluto ai tre simpatici giovani di Val della Torre con cui ho condiviso parte della salita, il freddo vento sulla cima e l'Intera discesa.
Buone gite a tutti.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: assente
quota neve m :: 2100
Neve più da ramponi che da ciaspole, abbiamo indossato le ciaspole dopo 400 metri (siamo saliti sul sentiero estivo, completamente pelato). In compenso però gran panorama e clima piacevole. Incontrate quattro persone, tutte con ramponi.

[visualizza gita completa]
35'-40' di portage, a seconda di dove si imbocca il "Cumbal". Io ho seguito il sentiero estivo sulla destra salendo, fino ad un ripiano dove cominciava ad esserci neve nel canale, verso metà.
Neve spesso portante e dura, qualche breve tratto sfondoso nella parte mediana della salita (via solita che piega a destra dopo essere uscti dal Cumbal). Per variare invece, sono sceso passando sotto il colle della Gianna.
Scendendo pensavo di dare solo 3 stelle, perché la neve non era molto scorrevole (anche qualche tratto di crostone carnivoro) ma la discesa nel Cumbal su neve direi primaverile ma rinvenuta per il caldo è stata divertente, si "sciava" anche con le ciaspole!

Un saluto ai 2 simpatici ciaspolatori "locals" (beati loro) con cui ho scambiato foto e imprese in vetta.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1700
Calzato le ciaspole dalla strada, ancora parzialmente coperta da neve, salendo per il canale dove si intravedevano le tracce di scialp. Neve molto bagnata, d'altronde sono partito quando il sole aveva già dato il meglio di se. Arrivato in cima alle 16.00 senza mai togliere le ciaspe, mentre vedevo che qualcuno aveva usato i ramponi, probabilmente al mattino. Sceso all'auto come se stessi sciando, per quanto fosse molle la neve.
Giornata incredibilmente calda.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Nessun problema
quota neve m :: 1400
La ciaspola può essere utile unicamente per non avere scivolamento sulla neve primaverile, andrebbero bene anche dei ramponcini o addirittura nulla. In condizioni più invernali la gita meriterebbe più di cinque stelle soprattutto in virtù del panorama notevole che si gode già dai pressi del colle, ma il vento e l'esposizione solare hanno pelato la parte superiore del percorso. Nonostante il parcheggio pieno al pian della regina ho trovato solo a metà discesa scialpinisti sul percorso e pertanto la cima è stata tutta a mia disposizione; l'importante è sapere cosa farsene.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ampio parcheggio
quota neve m :: 1100
Buona gita racchette da subito con buon innevamento e super traccia su neve dura portante fino sotto il colle della Gianna poi da qui la neve scarseggia salendo verso la cima, con Valerio, Dante e Mauro.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1100
Altra stupenda gita in Valle Po' tra buon innevamento e portante fino al Colle della Gianna, da li in poi su poca neve che lascia affiorare le pietre e in discesa a dover togliere le ciastre fino alla splendida vetta tra tanto sole e con le nuvole sotto i 1700 metri, il tutto con l'Amico Roberto che ringrazio per l'ottima compagnia e Buona Montagna a tutti.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
Partito alle 10,30 ho seguito il sentiero estivo fino a raggiungere la prima neve dentro il canale del Rio Cumbal. Da qui messe le racchette ho proseguito fino in punta. Incredibile, ma a parte due sci alpinisti che scendevano, incontrati subito dopo aver messo le racchette non ho più incontrato ne visto nessuno per tutto il tempo!! Bella giornata in assoluta solitudine...

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
quota neve m :: 1800
Nessun problema in salita ,mentre la discesa comporta qualche attenzione ,la neve è sfondosa e in alcuni tratti ci sono buche anche abbastanza profonde .Primo tratto privo di neve fino all'imbocco del vallone di salita.Se continua questa clima tra qualche giorno si potrà salire anche senza racchette evitando la poca neve che rimarrà.
Una giornata con sole velato e nuvole ,poi in netto miglioramento nel pomeriggio.Almeno una ventina le persone salite in cime ,alcuni con sci .Al nostro gruppo si sono aggiunte due racchettiste ,con cui abbiamo condiviso la salita.Temperature decisamente primaverili,e niente vento ,panorama un po' ristretto alle montagne circostanti ,con Monviso in bella vista.In discesa ,ma era prevedibile ,la neve già non troppo consistente in salita ,ha mollato ,e quasi tutti hanno finito per intamparsi in qualche buca.un saluto agli amici di Borgo S.D e a quelli del Cai Mondovi' ,compagni in questa gita.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1700
Partiti da Pian della Regina, 20 cm di neve fresca sin dalla partenza, caduti il giorno precedente.
Presente una traccia evidente da seguire nella parte bassa.
Nella parte alta è salita il vento molto fastidioso che ha coperto le tracce, per fortuna avevamo il gps.

Bella gita con Spinoza, con panorami innevati sul Monviso


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Nulla di rilevante
quota neve m :: 1800
Partiti dal Pian della Regina verso le 8:10 con bel tempo, verso le 9:30 inizia ad arrivare il brutto tempo e veniamo avvolti dalle nuvole che rendono più difficoltoso l'orientamento. Nella parte bassa della salita abbiamo incontrato neve abbastanza portante, più su abbiamo dovuto indossare le racchette da neve.
Bella salita in un ambienta magnifico. Peccato per le nuvole che dalla cima non ci hanno permesso di ammirare il paesaggio.
Con Elisa, Gian e Flavio.

Per info e foto: lovealpinism.wordpress.com/2017/03/04/punta-sea-bianca-dal-pian-della-regina/


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
Giornata splendida ma con tanto vento freddo in punta. Poca neve in Valle Po. Salito con Gabri e altri 4 skialp. Sempre bella la Sea con panorama stupendo sulle punte del Viso.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 1700
Partiti un pò tardi, alle 11,30, siamo saliti incontrando un mare di gente che scendeva...Rinunciato alla punta all'ultimo colletto per il forte e fastidioso vento. Il vantaggio di partire tardi è che abbiamo fatto quasi tutta la gita in assoluta solitudine....buone gite a tutti.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Pian della Regina
quota neve m :: 1700
Grazie alle condizioni della neve, finalmente bella gita facile e senza pericoli. Fatto anello, passando dalla cresta
verso la Punta Raboui e ridiscesi dalla dorsale sopra le Rocce Losere per recuperare così il Cumbal del Rio.
Sempre con l'amico Paolo.

[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
poca neve in basso. cielo grigio ma luce e vedute notevoli. bella cima.qualche accumulo sfondoso all'ultimo colletto.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Nulla di rilevante
quota neve m :: 1800
La Sea non poteva essere più bianca. Ancora molta neve, ma settimana dopo settimana la consistenza, soprattutto in discesa e sempre minore. Oggi giornata splendida di fronte al Re di pietra, disturbata solo dal vento che a partire dal Colle della Gianna rendeva fastidiosa la salita e la permanenza in vetta. Molti gli sci alpinisti incontrati.
Oggi con l’associazione “Le Ciaspole” di Pinerolo.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: tutto ok fino al Pian Regina
quota neve m :: 1800
La giornata è stata meglio del previsto: al mattino neve portante fin dall'inizio (la neve inizia dove si lascia la strada x pian del Re, ed è al limite). Al primo pianoro lo scenario cambia: neve abbondante e sempre portante, cosa che ci ha agevolato molto nella risalita fino alla vetta: alle 10 ancora un ultimo sole ci ha permesso di godere del magnifico panorama sul Monviso e tutte le altre cime di contorno, poi velature sempre più compatte ci consigliano un ritorno all'auto, prestare attenzione in discesa nell'ultimo tratto x arrivare alla strada con neve tipo "polenta" alle pietre e ai buchi, per il resto niente da segnalare.
Oggi in compagnia di Osvaldo, e condivisione della cima con una coppia di ski-alp. (unici oltre a noi sulla Sea Bianca) tutti verso il versante Quintino Sella e visti parecchie persone sulla Meidassa. Oggi al parcheggio era presente un elicottero per tour turistici intorno al "re".


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 1700
Bella Gita in compania del mio amico Piero.
Per prima cosa voglio ringraziare chi il giorno prima ha tracciato tutto il percorso, non essendoci mai stati si è rilevato di grande aiuto.
Giornata molto calda e cielo serenissimo, neve presente su tutto il tracciato a parte l'ultimo pezzo in cresta dove ci siamo tolte le racchette.
Oggi solo noi due in vetta

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: strada pulita fino al Pian della Regina
Gnun, gnun, gnun. Mac mi...
Ottima neve polverosa fino sotto al Colle della Gianna. La cresta e anche un po sotto e' pelata e ghiacciata. Per chi volesse arrivare in vetta si consigliano i ramponi.
Ho riscoperto il piacere di battere traccia! Ho battuto tutta la traccia dalla partenza fino in vetta! Meno male che era farina altrimenti sarebbe stata una bella faticaccia da solo!
Stupendo il panorama che mi ha appagato di tutta la fatica fatta.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: meglio con termiche
quota neve m :: 1300
Ancora in valle Po’…con la neve tutto e’ reso ancora piu’ accattivante.
Gita di ampi spazi aperti con panorama speciale sempre a portata di vista.
Vallone composto da estesi pendii…da quelli piu’ dolci a quelli piu’ ripidi, tanta neve lavorata dal vento, punta spazzata a tratti tranne che nella parte terminale dove il forte vento ha creato dei ventagli di neve…vere opere d’arte !!
Neve abbastanza buona su tutto il percorso.
Con Monica,Mauro,Flavio,Fabrizio,Giacomo,Stefano,Lorenzo


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Un po' di ghiaccio poco prima di Pian della Regina meglio con termiche
quota neve m :: 1300
Tornata sulla Sea Bianca a pochi mesi dalla prima salita, allora dalla Val Pellice. Stavolta il panorama dalla cima è stato all'altezza delle aspettative, cielo nitidissimo e Monviso a riempirci gli occhi. Neve non delle migliori, generalmente molto dura e crostosa nella parte medio-alta dell'itinerario (ma almeno portante), crosta morbida da vento, molto sfondosa nel primo tratto del canale dopo la stradina, che dal parcheggio è meglio percorrere integralmente senza fare tagli, i buchi sono in agguato. Cumuli un po' ovunque, insidiosissimi perchè si sfonda e si toccano pietre. Parte finale con neve scarsa e tratti completamente scoperti. Ambiente e visuale da cinque stelle. Poco vento gelido in vetta, temperatura persino piacevole al riparo, grazie alla splendida giornata.
Oggi con Tiziana, Mauro, Flavio, Stefano, Giacomo, Fabrizio e Lorenzo, gruppo misto di ski-alp, snowboard e racchette. Grazie per l'invito a questa bella gita in una valle per me quasi completamente sconosciuta e per le risate del dopo-gita!


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
35 anni son passati da quando trascorsi le vacanze estive a Piasco e ammirai il Monviso più da vicino, rispetto a come riesco a vederlo dal balcone di casa mia a Torino.. Finalmente mi avvicino ancora e scatto una bella foto dal Pian della Regina. Dopo non è stato più possibile per il peggioramento delle condizioni meteo.
Ci si concentra allora sulla vetta da raggiungere, la Sea Bianca, spartiacque tra la Valle Po e la Valle Pellice.
Bell’itinerario. Partiti, si calzano le ciaspole solo a metà tragitto in quanto la neve ora si incontra ben sopra i 2000 metri. Progressivamente si attraversano valloni e conche. Bei traversi, bei pendii e per nostra fortuna neve crostosa, quindi si fatica poco. Quando c’è più neve sicuramente è un ottimo e divertente percorso per scialpinisti.
Arrivati in punta, si scatta la foto di gruppo e si cerca sulla strada di ritorno un'area per fare “tappa ristoro”. Incomincia a nevischiare. Cambiando percorso rispetto all’andata, si torna al Pian della Regina. Pioviggina.
n.b. Dalla vetta avremmo dovuto vedere oltre il Monviso, il Visolotto, e poi P.te Udine, Roma, Venezia, Granero, Meidassa, a malapena si è intravisto il monte Frioland. Insomma bisognerà tornare in zona col bel tempo.
Il resto è descritto da ezio-cai.
Grazie agli organizzatori.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 2200
La carrozzabile è ormai sgombra da neve. Si sale quindi fino al pianoro dove si possono calzare le ciaspole. Neve crostosa portante fino al colle poi nel tratto che spiana fin sotto la cima, manto ancora invernale.
Questa volta il gruppo , composto da 28 ottimi camminatori, ha permesso di raggiungere la cima in solo h. 2,30. peccato per la giornata non proprio bella (condizioni meteo azzeccate).


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ottimo
quota neve m :: 1700
Grande ambiente e gran caldo. Oggi con Umberto, neve molto molle, nella parte bassa pochissime tracce vecchie, umberto (60 Kg) saliva bene, io (quasi 100) un po meno.
Nella parte alta, dal pianoro in poi gran caldo e la neve pastosa faceva la salita difficoltosa.
Un grazie ad Umberto per aver battuto tutta la traccia fino alla quota di circa 2650 Mt., dove ci siamo fermati e ridiscesi.....sarà per un altra volta!!
Le tre stelle sono per il panorama...................


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: termiche indispensabili
quota neve m :: 1000
Come inizio anno niente male (anche considerate le condizioni di salute della truppa).
Gita molto tracciata nei giorni scorsi (più racchette che sci) ma trovare zone intonse sarà difficile, sopratutto in basso.
Non tantissima neve, anzi, e grazie alle temperature ed al sole in molte zone è già trasformata, altrove un po' più crostosa, e a cercarli anche tratti di farina. Nella parte alta invece il vento nei giorni scorsi ha soffiato parecchio, formando croste più o meno portanti. Saliti piuttosto rapidi su ottima traccia, discesa dalle parti del Colle della Gianna dopo il nostro consueto peregrinare digestivo.
Oltre a noi nessuno, salvo uno sciatore salito nella zona della Sellaccia.
Gran bell'inizio anno (escursionistico e non) con Wonder Ale che per fortuna era reduce da influenza (altrimenti chi la fermava), Clot e Jek.

foto e commenti su


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: attenzione per andare da crissolo al pian della regina,
quota neve m :: 2000
Neve dura, partire presto. Visto valanghe preesistenti e cornici nella parte finale. Presenta nella parte finale di neve farinosa.
Visto branco di 20 stambecchi all'inizio del sentiere in prossimità della strada asfaltata per Pin del Re
Ringrazio Luca matta


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: Ok fino al oarcheggio
quota neve m :: 1200
Partito con le racchette dal parcheggio. Temperatura bassa e bel tempo che piano piano è peggiorato. In discesa anche la nebbia. Ottima traccia portante. Con Guido e Maurizio con gli sci più altri amici. Parecchie persone sul percorso.
Peccato il tempo anche se previsto, sicuramente con il sereno è molto appagante.

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: Strada regolarmente aperta fino a Pian della Regina.
Partiti alle 08.45,passando un po' sulla strada e un po' per scorciatoie fino all'imbocco del vallone di salita;qui,all'inizio qualche punto dove si sfondava anche sulla traccia degli sci,poi piu' in alto tutto portante fino in cima.
Vento forte e freddo in vetta,ma con tempo buono,mentre sul monviso arrivavano gia' nuvoloni grigi;gran parte della mattinata ascoltando il rumore degli elicotteri del soccorso che stavano recuperando gli escursionisti sotto il passo due dita.
Solo noi(in otto)con le racchette,moltissimi gli scialpinisti;siamo scesi poco prima delle 13.00 e nella parte bassa si sfondava parecchio.
Un saluto a Giuseppe e Fiorella e agli altri compagni di gita.



[visualizza gita completa]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
quota neve m :: 1600
Gran freddo e vento oggi alla Punta Sea Bianca. Buono l'innevamento lungo la strada e nel canale, dove si è trovata farina di riporto su fondo duro. Nella parte alta invece, il vento ha spazzato per bene i pendii... rocce e detriti affioranti ovunque. Quasi completamente pelato il pendio finale. Nel complesso una bella gita... a parte il vento ed il freddo micidiale nella parte finale della salita. Con Davide, Marco e Roby.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
note su accesso stradale :: Nulla da segnalare
quota neve m :: 1500
Bellissima giornata per questa punta molto panoramica sul gruppo del Monviso e sulla Valpellice. Dal colle in poi, però, si è alzato un vento pauroso (almeno ad 80 km/h) che ti staccava letteralmente da terra ed era freddissimo!

Completamente congelati e stando il più possibile vicini al terreno siamo arrivati sul cocuzzolo sommitale rifugiandoci sul lato sud al riparo (si fa per dire...) dalle raffiche fortissime e gelide!

Il vento, purtroppo non ha giovato alla neve, presente in maniera continua ma non nelle sue forme migliori; alla crosta non portante della prima parte (meglio seguire la strada) si è aggiunta la farina inconsistente riportata dal vento su fondo duro (talvolta non portante) nel canale che adduce al colle (ottima invece in discesa) che rendeva faticosa la progressione fino alle chiazze di neve sempre più scarse man mano che si raggiungeva la cima.....
Devo dire che sul pendio finale pensavo di ritrovare i cadaveri di mallory & irvine, sembrava di essere sull'Everest tanto faceva freddo!
Gita in compagnia di Mauro in gran forma!


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento dura
note su accesso stradale :: arrivati in auto al Pian della Regina
quota neve m :: 1600
Un piacevole ritorno alla Punta Sea Bianca, a 3 anni dalla prima salita. In questa occasione ho organizzato in compagnia di due amici una bella gita sociale per il CAI Ligure di Genova...riuscita alla grande ! Dopo la mia bella salita al Frioland e Briccas di ieri ho atteso i miei amici al Pian della Regina. Arrivati tutti puntuali, l'appuntamento era alle 8,30, ci prepariamo, calziamo le ciaspole e ci avviamo lungo la stradina che porta verso il Pian del Re. Anche oggi fortunatamente la neve ha un'ottima tenuta, nella parte iniziale la crosta è dura e portante, rendendo la progressione piacevole e non faticosa. Sia lungo la stradina, che nel vallone che porta verso il Colle della Gianna c'è una ottima pista già tracciata e ribattuta da decine di scialpinisti e alti ciaspolatori, passati sia stamattina che nei giorni precedenti. Oltre al nostro gruppo numeroso di ciaspolatori, ho contato almeno 60 scialpinisti...come era facilmente prevedibile, complici le ottime condizioni di innevamento e la giornata bellissima con il cielo blu...l'affollamento era garantito ! Ma non ci sono problemi, fortunatamente la vetta della Punta Sea Bianca è molto spaziosa...e c'era spazio in abbondanza per tutti i...visitatori presenti ! Sempre incantevole e superbo il contesto ambientale, con una visuale mozzafiato sul grande Re di Pietra e tutti i suoi satelliti, ma lo sguardo spaziava a 360° cogliendo anche il lontano Gruppo del Monte Rosa. Nonostante il meteo per oggi prevedesse cielo nuvoloso e qualche possibile precipitazione...non c'era nemmeno una nuvola, solo foschie da rialzo termico nel fondovalle. Tutto il gruppone, ad eccezzione di una sola persona, è arrivato in vetta, impegando circa 3 ore e mezza dal Pian della Regina per coprire i 1000 m. di dislivello. Un'ottima gita che ha pienamente soddisfatto tutti i partecipanti. Questa piacevole escursione con le racchette è ideale anche per gruppi numerosi e per gite sociali del CAI e altre associazioni simili. Una montagna dal facile accesso e quasi sempre sicura, al riparo da rischi di valanghe. Tenetela presente quando volete farvi una bella ciaspolata in Valle Po, specialmente chi non la conosce ancora e/o non ha ancora avuto il piacere di farla !
Il nostro gruppo era composto da 20 persone, una gita sociale organizzata dal sottoscritto in compagnia di Davide e Raffaele...tutto è riuscito bene...ottima la compagnia e un ringraziamento a tutti i partecipanti motivati ed entusiasti.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: Libera fino al Pian della Regina
quota neve m :: 1900
Dopo la nevicata dei giorni scorsi e della notte passata Crissolo era completamente bianca. Dal Pian della Regina in su 30-40 cm di neve fresca. Salito con Valerio in 4.30 ore. Racchette dall'auto e battuta tutta la pista fino in punta. Visti 8 camosci e tracce di marmotte già sveglie. Dalla punta panorama mozzafiato.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
escursione a sorpresa senza neve sulla cima oggi le ciaspole non servono
un ringraziamento al grupp CAI Cumiana per la compagnia


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
L'innevamento è costante solo da quando si abbandona la strada che porta al Pian del Re fino ad arrivare al colle della Gianna.
Gli ultimi 100 mt di dislivello sono completamente pelati.
Neve marcia in discesa causa alte temperature di questi giorni,gita al limite per le ciaspole,sconsigliata per gli scialpinisti.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento dura
note su accesso stradale :: arrivati fino al Pian della Regina
quota neve m :: 1700
Una bella sgambata con le ciaspole, fatta in giornata con partenza dal Pian della Regina. Siamo saliti lungo la stradina che porta al Pian del Re fino al ponticello di quota 1929 m. e poi risalito il Vallone Cumbal del Rio fino alle vicinanze del Colle della Gianna e poi sul crinale fino a raggiungere l'ampia vetta. Siamo saliti in poco più di 3 ore, trovando neve assesata e con la crosta portante, qualche traccia di scialpinisti passati nei giorni scorsi. Arrivati in cima, non c'era nessuno, nessun ciaspolatore e nessun scialpinista. Solo quando abbiamo iniziato la discesa spuntavano due scialpinisti dal versante della Valle Pellice. Bella giornata, temperatura non rigida...ci siamo goduti la cima per oltre 1 ora !
Il panorama ammirato dalla vetta era vastissimo e superbo...niente male davvero per una cima di 2700 a ridosso del Monviso...! Salita fatta in compagnia di Davide e Ulello (Valerio) che è salito con gli sci. Meritava decisamente una visita questa montagna...mai salita in precedenza da nessuno di noi tre.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
note su accesso stradale :: ottimo fino al Pian della Regina
quota neve m :: 1700
neve assestata ma che con le alte temperature era gia marcia alle dieci del mattino...le cistre talvolta erano più d'ingombro che altro...
comunque bella gita, se non altro per la splendida vista sul gruppo del Viso.
salita fatta in compagnia di mio padre.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: accumuli o lastroni
* in quanto le racchette sono inutili:in salita si riescono ad evitare le poche lingue di neve presenti passando su dorsali di pietrame.in discesa abbiamo provato a scendere seguendo le linee innevate, ma la poca neve rimasta è pesante,marcia e ogni tanto si si sentono degli assestamenti:meglio la pietraia!il caldo pazzesco di sti giorni cmq a breve scioglierà tutto.bellissimo il panorama sul viso

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
Dopo aver lasciato l’auto al Pian della Regina saliti lungo la strada che va al Pian del Re fino ad una curva dove c’è una piccola baita. Salire a destra verso nord ovest fino a raggiungere il Colle della Gianna. Poi andare lungo la cresta verso est fino a raggiungere la punta. Purtroppo non era ancora passato nessun racchettaro ne sciatore, quindi gita molto faticosa. Non molta neve ma con buona tenuta almeno nelle prime ore. Al ritorno dato il gran caldo si sprofondava molto.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
saliti su neve dura fino al colletto sotto il pendio finale, dove abbiamo messo le racchette. Visto un folto gruppo di scialpinisti che scendevano verso la Val Pellice divertendosi tantissimo. In discesa abbiamo allungato il tragitto passando sotto il colle della Gianna. Neve buona tutto il giorno.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
Noi siamo saliti nel vallone che porta al colle della gianna, fino al pianoro sottostante il valico, poi abbiamo preso verso destra. Salita faticosa (almeno per me), ma ripagata dal bellissimo panorama dalla cima. Con Andrea.

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 12/01/19 - lupus1946
  • 12/02/11 - ryoma75
  • 10/04/10 - mario-mont
  • 01/01/10 - marcog72
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: pendii ampi
    difficoltà: MR :: [scala difficoltà]
    esposizione: Sud-Ovest
    quota partenza (m): 1714
    quota vetta/quota massima (m): 2721
    dislivello totale (m): 1007

    Ultime gite di racchette neve

    21/03/19 - Malamot (Monte) o Pointe Droset da Piano San Nicolao - AndreaBornese
    Giornata dal meteo eccezionale. Uno spettacolo. Salito dalla strada per il forte Varisello, attraversando quindi Gran Croix. La neve nella parte bassa è molto scarsa, ma se si intende seguire la stra [...]
    21/03/19 - Bellagarda (Laghi di) da Ghiarai - gian.casalegno
    Partenza gelida con -2 gradi, ritorno accaldato in maglietta... forse +10 gradi. Il sentiero ha molti tratti ghiacciati che occorre percorrere con prudenza... i ramponcini vanno benissimo dove lo str [...]
    19/03/19 - Pebrun (Monte) e Monte Aiga da Grange per la cresta di confine - luciano66
    Partenza alle 7.40 con -6° e brezza gelida presente per tutta la gita a/r e di conseguenza neve sempre bella dura. Gita fatta tutta in racchette ravanando un po’ nel passaggio di Passo Gorgia Gross [...]
    19/03/19 - Losetta (Monte) da Chianale per il Vallone di Soustra - massimo66
    Parto da Chianale, la strada è pulita ma chiusa, tutto pulito fino a quota 2300 mt...dove calzo le racchette e procedo verso il passo Losetta su neve durissima . Gran freddo nel vallone di Soustra fi [...]
    17/03/19 - Viraysse (Monte) o Cime de la Coste du Col da Saretto - titty79
    se si sale per la mulattiera della Sorgente del Maira si trova piu' innevamento... io invece sono salita per il sentiero normale spallandomi le racchette fino a poco prima del piccolo alpeggio, quind [...]
    17/03/19 - Aigle (Pitre de l') da Villardamond - madox
    Giornata straordinaria in alta valle. Vento solo in cresta. Messo le racchette dalla fontana Gravier in su (2.070 m circa), la pista forestale è quasi tutta asciutta e molto fangosa. Percorso ben tra [...]
    17/03/19 - Malinvern (Monte) da Terme di Valdieri - frapic
    Lo scarso innevamento consente di arrivare in macchina fino alle Terme di Valdieri. Di qua, fino al Rifugio Valasco, la neve è ghiacciata il primo mattino e acquosa con continui buchi al ritorno. Mol [...]