Pasquale (Monte) dall'Albergo dei Forni per il Rifugio Branca e la Val Rosole

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: parcheggio dei Forni a pagamento. Ticket a Santa Caterina
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Ultima giornata della sociale di 4 giorni del CAI Pianezza al Ghiacciaio dei Forni. Come da previsioni il meteo è abbastanza brutto, con nubi e leggero nevischio; in 12 decidiamo comunque di partire in direzione del Pasquale. Dal Rifugio Branca si cammina per circa 15 minuti, tenendosi sulla sinistra (salendo) del vallone, poi si mettono gli sci e a parte qualche breve passaggio su erba l’innevamento è continuo. Rampant utili per superare un pendio ripido intorno ai 2.800 metri, poi si sale su pendii dolci e non ci sono problemi. A circa 3.050 metri siamo stati completamente avvolti dalle nebbie, e quindi la maggioranza del gruppo ha optato per fermarsi e scendere…in realtà la nebbia andava e veniva, quindi col senno di poi si poteva proseguire fino all’inizio del pendio ripido sotto il Colle del Pasquale. Discesa con poca visibilità, ma tutto sommato bella dato che sui lati del vallone ci sono molti massi che offrono un buon punto di riferimento. Neve buona, con tratti di farina compressa e altri di neve più dura, ma sempre sciabile; bellissimo il pendio ripido a quota 2.800 m, poi neve sempre più morbida; cercando tutte le lingue possibili, siamo arrivati a meno di 5 minuti dal rifugio. Dopo aver recuperato il materiale, siamo scesi con gli sci fino al parcheggio dei Forni…bisogna tornare verso il ghiacciaio come per andare al San Matteo, e alla base del canalino si scende e poi si traversa completamente il vallone, quindi si divalla sul versante opposto arrivando a pochi metri dalla diga e da qui in breve al parcheggio…di sicuro a piedi si fa prima e non è una gran sciata, però essendo presto ci siamo fatti tentare.
Gita di ripiego; risalendo un vallone e non essendo su ghiacciaio si può fare anche con meteo brutto, a patto magari di non salire al colle. Innevamento non abbondante, ma ancora più che sufficiente. Chi ha fatto il Pasquale nei giorni precedenti ha riferito che il ripido pendio sotto il colle era piuttosto brutto, ma da lì in giù secondo me la neve è ancora bella e divertente.
Splendida uscita di 4 giorni col CAI Pianezza…nonostante il meteo non perfetto e l’innevamento non proprio abbondante, siamo comunque riusciti a toglierci qualche bella soddisfazione…ottima accoglienza al Rifugio Branca e compagni spettacolare come sempre!!!

poco sopra il rifugio, la neve continua è sulla sinistra
dolci pendii nel vallone di Rosole
in salita poco prima di essere inghiottiti dalla nebbia
il bel pendio ripido a metà discesa
fine della neve in vista del rifugio
quasi ai Forni sci ai piedi

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2000
Partito con poca convinzione tra le nebbie insieme ad altri scialpinisti erranti , ma un'alternanza di schiarite ci ha permesso di salire al colle ripido del Pasquale e in vetta. Moglie e resto della ciurma ad aspettare nel caldo del rifugio. Neve un po molle .

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
3° giorno della gita sociale Focolaccia-CAI Lucca con 37 partecipanti suddivisi in diversi sottogruppi. In una quindicina, in una mattinata molto fredda e ventosa, abbiamo risalito la lunga valle delle Rosole fino alla sua testata dove abbiamo imboccato a sinistra il ripido ma ampio vallone che porta al Colle del Pasquale, risalito quasi da tutti con gli sci ai piedi con l'aiuto dei rampant. Superato l'ultimo passaggio molto ripido per il colle, abbiamo proseguito senza difficoltà (a parte il vento freddo) fino in vetta, dove il panorama è veramente super a 360 gradi. Grazie al freddo intenso della nottata e della mattinata, la discesa è stato il massimo che si potesse sperare. Cominciata la discesa intorno alle 10, ci siamo attesi a gruppetti alla base del canalone del colle e con neve perfettamente trasformata siamo scesi per pendii e vallette inventando gli itinerari e fermandoci via via a godere la bellezza della valle e a scattare decine di foto. Sul mezzogiorno siamo giunti al Branca a riprendere le cose lasciate e siamo quindi ripartiti nel vallone per i Forni. Incredibile, la neve era ancora perfettamente trasformata e ci ha permesso di giungere con una sciata entusiasmante fino al parcheggio basso dei Forni.

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: ghiacciaio
difficoltà: BSA :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Ovest
quota partenza (m): 2178
quota vetta/quota massima (m): 3553
dislivello totale (m): 1375

Ultime gite di sci alpinismo

19/05/19 - Grevon (Piatta di) da Pila - gondolin
Il meteo instabile ma comunque pessimo su tutto il nord ovest ci tiene a lungo dubbiosi sulla meta, alla fine scegliamo qualcosa di breve in zona ski area, confidando che la discesa sulle piste ricope [...]
19/05/19 - Klein Matterhorn o Piccolo Cervino da Cervinia - luca76
Si calzano gli sci di fianco alla macchina e neve continua su tutto l'itinerario. Stamattina partiti poco prima delle 9 con un bel sole che ci accompagna nella prima parte di salita. Poi arrivano le n [...]
18/05/19 - Plateau Rosa da Cervinia - lucianeve
Impianti italiani chiusi, svizzeri aperti. Partiti alle 10.30 dal parcheggio della cabinovia, sci ai piedi, neve sempre continua fino al Plateau Rosa, nonostante i lavori di sbancamento neve lungo una [...]
18/05/19 - Breithorn Occidentale da Cervinia - brusa
Una quindicina di cm sul percorso. Neve dall'auto e impianti chiusi. Hanno scavato via la neve dalla strada che sale a Cime Bianche, ma si scia bene stando di lato. Visibilità a tratti pessima fino a [...]
16/05/19 - Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié - gmassone
Partendo alle 10:00, non sono necessari i coltelli nemmeno nella gorgia. Utili solo in prossimità del colletto finale prima del pianoro e del pendio sommitale. La nebbia, arrivata intorno alle 12:30 [...]
16/05/19 - Ramière (Punta) o Bric Froid dalla Valle Argentera - lou pasarot
Partenza verso le 7 ,portage per circa 200 mt subito fuori dal bosco si mettono gli sci, poca neve e già sfondosa . Nel vallone molto caldo ,usciti dal colle vento a raffiche freddo . Discesa verso [...]
16/05/19 - Chateau des Dames dalla Valtournenche - chopin
si portano gli sci per 40 minuti ottimo rigelo fino al deposito sci poi inizia a scaldare e il canale ripido che porta al colle molto bagnato e a tratti la neve è solo superficiale e tutto che cola, [...]