Ischiator (Cima Sud d') da Besmorello

osservazioni :: visto cadere valanghe a lastroni
neve (parte superiore gita) :: Bagnata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: Ok alla catena su sterrata
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Consci del lungo portage fino alla neve presente dal Lago Inferiore, alle spalle del rifugio Migliorero, non potevamo essere più fortunati di così. Alla catena che blocca la sterrata, un'auto di autorizzati si commuove e ci concede di salire alle nostre 3 auto, grazie. Sci ai piedi dopo mezz'ora di passeggiata al lago. Primo pendio ben salibile, il secondo dal Lago di Mezzo, completamente svalangato ma grumi morbidi. Mentre usciamo da questo alcune rumorose scariche di notevoli blocchi dai canali circostanti invadono la traccia di salita. Da poco prima del Lago Superiore, 10/15 cm di neve recente molle fino in cima, raggiunta sci ai piedi. Il Corborant in queste condizioni non sarebbe stato potabile. Discesa tutto sommato accettabile eccezion fatta per il ripido pendio svalangato in tutta la sua larghezza sopra il Lago di Mezzo.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Sgombere da neve
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
La neve sullo stradello si mantiene sia per scendere che per salire. Si può abbandonare lo stesso appena dopo il ponte e seguire la dx orografica, attenzione ai pendii molto ripidi e ghiacciati al mattino.
Bellissima gita e posto meraviglioso. Sempre in ottima compagnia ;-)


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok a Besmorello q.1460 circa
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
La stagione non sarà delle migliori (anzi) ma ci sono sempre percorsi splendidi e in ottime condi. Bisogna cercarli. Qua sci ai piedi dall'auto e ci siamo tenuti (sia in salita e che poi indiscesa) sulla dx orografica fino al bivio x Seita. Poi percorso comune a Becco alto, fino ai secondi laghi. Buona neve grippante salvo qualche placchetta dura -utili rampant- infine ok al colletto sotto la vetta (ramponi x gli ultimi 40mt). Discesa su neve varia farinella e primaverile sempre bella e talora da wow!
Poca gente oltre il migliorero. Alcuni sul becco alto e visti 4 scendere da zona Corborant. Bella giornata di sole con AndreaP Parsival e MarcoZ. Spiace x ragazzo visto recuperare da elisocc.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: posteggio a fine strada
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Rigelo notturno modesto ma che ha compattato la neve permettendo di salire senza rampant. La neve inizia in fondo al lago inferiore ed è continua fino al passo Ischiator ( per la vetta una manciata di minuti per sfasciumi )Iniziato la discesa alle 11,30 trovando neve trasformata primaverile decisamente divertente : se avessi rinunciato alla punta sarei potuto scendere una mezz'oretta oretta prima trovando, probabilmente, condizioni strepitose ma..........tutto non si può avere!!!
Come bilancio tra portage, condizioni di salita e la neve trasformata in discesa direi che le 4 stelle ci stanno proprio tutte.
Oggi il manto nevoso era per pochi intimi: visto 6 persone salire il Corborant ed un paio poco sotto il lago di mezzo.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok fino dopo ponte del medico
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti ore 0700, 15 minuti di portage e poi si attraversa il torrente su grossa valanga e si calzano gli sci. Si sale agevolmente su grosse valanghe fin sotto la cascata, poi tutto regolarissimo. Dal pianoro in su buon rigelo notturno, siamo saliti bene senza coltelli arrivando quasi in punta, tolti gli sci per gli ultimi 20 metri. Nel vallone sia prima che dopo il lago di mezzo tutto sicuro avendo già scaricato dove serve.
In discesa parte alta super trasformata da libidine, poi ancora bella farina, anche nel canale che scende sul lago di mezzo, poi neve cotta e umida, ma fino al rifugio nel complesso sciabile. Poi giù di quadricipiti femorali nei traversi fino alla valangona di partenza.

Giornata fototonica ma piuttosto calda, oggi con Pablo e Mattia.
Birretta di rito in punta con una panorama fantastico.
oggi super privilegio solo noi nel vallone.
Ottimo pranzo da Remo e Linda a Strepeis


[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Strada pulita fino alla catena sopra il Ponte del Medico.
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti con molte nubi e bufera in alto. Come ha scritto ucciucci, rigelo solo nella parte alta del percorso. In discesa neve dura nel primo pendio sotto il colle Ischiator, poi via via più' morbida ma sempre molto irregolare per le valanghe e le numerose tracce rigelate. Da sopra il rifugio Migliorero neve molto umida ma mai sfondosa. Nell'ultima parte dopo il rifugio e' ancora possibile scendere con gli sci lungo il versante destro idrografico traversando in alto sopra il pianoro e poi con percorso avventuroso tra pietre e boschina raggiungere un cono di valanga che consente di attraversare il torrente. Quindi una breve ma scomoda risalita riporta alla sterrata a 5 min dal parcheggio. Non e' vantaggioso come tempo ma consente di usare gli sci più a lungo ed evitare il portage. Complessivamente sciabilita' da 2* e mezza.
Con ucciucci e altri 4 amici, solo noi nel vallone.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: strada aperta fino alla catena sopra il ponte del medico
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi, nonostante lo scarso rigelo peraltro solo nella parte superiore del percorso, la neve non è mai stata sfondosa. Si calzano gli sci dal ponte a quota 1920 circa e, in discesa, è sconsigliabile scendere alla dx orografica al di sotto del ponte sopracitato.
Con i Zeneizi e altri amici.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Ultima gita corso Cai Ligure SA1 (Genova)
Partiti alle 7.00 dal Rifugio siamo arrivati in vetta circa alle 11.30. Giornata splendida con temperatura mite, un po' di vento lungo la salita che ha rimaneggiato la neve caduta il giorno prima formando leggeri accumuli (10 - 15 cm) sotto vento e zone erose con neve primaverile di color rossastro. In vetta niente vento e panorama bellissimo a 360 gradi. Arrivati con sci al balcone proprio sotto la vetta poi proseguito a piedi.
Discesa molto bella su neve polverosa anche se ogni tanto le placche di neve nuova scivolava via facilmente sullo strato trasformato di fondo ma senza dare problemi.
Arrivati al rifugio abbiamo fatto merenda con gli avanzi del giorno prima e recuperato il tutto sci ai piedi siamo scesi sul lato destro orografico ( lungo traverso) fino ad una valanga che ci ha permesso di attraversare il fiume. Levati gli sci abbiamo raggiunto il ponte del Medico in 10 minuti.
Un piacevole saluto ai nuovi amici (compagni di corso ed istruttori) augurando a tutti buone gite !!!! e tanta montagna....


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: in auto fino alla catena
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Neve solo oltre la cascata, strada quasi completamente libera salvo ancora un paio di tornati. Conviene comunque seguirla senza tentare la sponda opposta.
Dal Migliorero gita in buone condizioni complessive, qualche cm di neve nuova, su strato "sahariano", che aumenta via via che si sale in quota. Rimaneggiata dal vento che fa alternare placche di neve nuova a zone pulite rossastre su cui la nuova neve scivola via facilmente.
Mauvais pas meno innevato che in altre occasioni ma ben percorribile con rampant.
Si sale con gli sci fino a pochissimi metri dalla vetta.
La temperatura, pur non particolarmente fredda, ha comunque permesso una buona sciata fino al rifugio.
Oltre il rifugio, tenendosi sulla sponda dx ,si arriva a 10 minuti circa dal ponte del medico, traversando il torrente su valanga che forse ancora qualche giorno permetterà il passaggio.

Gita finale del Corso SA1 del CAI - Sezione Ligure (Genova)



[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Si sale oltre Besmorello fino al parcheggio estivo 1625m
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Beh dire per amanti del genere è limitativo... Sicuramente sconsigliatissima a chi teme le pietre e i metti leva... Gli sci si possono calzare poco dopo il Migliorero ma la neve è molto scarsa e in discesa obbliga a derapate, dribbling stretti, salti per non lasciarci gli sci... L'unica parte sciabile tra il lago di mezzo e la strettoia prima del lago superiore. Pala finale senza neve che si sale agevolmente per sfasciumi.
In compagnia di Bisa100, Fede e l'ammutinata Vale al grido (non ne capisco il senso...).


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Fino a Besmorello ok, poi lastroni di ghiaccio
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Lastroni di ghiaccio fino al ponte, poi neve continua sulla stradina con qualche pietra. Ben tracciato il vallone del Migliorero, poi salita su placche dure e lisce sui pendii per il lago mediano e per il lago superiore. Breve traverso ventato per uscire al lago superiore, evitabile risalendo con i ramponi il canale incassato a sinistra (direzione di salita) del pendio. Si arriva con gli sci ai piedi in vetta. Discesa su neve trasformata sulla pala finale al sole, poi croste più o meno lavorate dal vento, sempre portanti. Siamo scesi al lago mediano dal canale incassato a lato del pendio su neve dura e irregolare. Discesa molto veloce nel vallone del Migliorero su buona traccia e stradina con neve dura dove bisogna fare attenzione alle pietre.
Con Mario in una giornata splendida ma fresca. Panorama superbo dalla cima!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: ok (per oggi..)
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Seconda gita del tour, questa volta nemmeno le foto...

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Alla partenza cielo coperto ma da li a poco inizia a nevicare. Saliti sotto la nevicata sempre più intensa che in alto ha depositato oltre 20cm. Traccia dei giorni scorsi ancora visibile fino al rifugio poi tutto da tracciare con visibilità scarsa. Arrivati oltre il lago superiore le raffiche di vento e neve ci fanno desistere. Discesa su bella farina ma scarsa visibilità anche perché il vento aveva già cancellato la traccia di salita.
In compagnia della Vale, Fede, Sandro, Lollo e doppio Carlo.


[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Pulita fino a Besmorello, Ghiacciata fino al ponte del medico
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata molto fredda. Partiti per la est del Costabella, ci siam resi conto che oggi non avrebbe mollato (inoltre il canale d'accesso era magro) e allora abbiamo ripiegato su questa gita.
Neve dura dalla cima al lago superiore, poi crosta portante con tratti di farina pressata.
Dopo il rifugio la neve nel pianoro è scorrevole fino alla stradina. Poi la stradina è solo una spaccagambe ghiacciata.
io mi sn divertito e qualche curva divertente l'ho fatta.
2 stelle, non posso dar di più alla neve.
Grossa cornice sulla Z della Gioffredo confermata.
Paesaggio invernale spettacolare e ottima compagnia.
Bravo Dieghi che con solo un ginocchio e mezzo si porta quasi in cima la tavola.

Molto freddo oggi, con Bonny, Dario e Dieghi! Alè!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Poco oltre Besmorello
attrezzatura :: scialpinistica
Difficile dare una valutazione... primi metri dalla vetta su bella primaverile, poi nel vallone neve polverosa a tratti ventata divertente da sciare che migliora sempre di più scendendo... il pendio sopra al rifugio era uno spettacolo!
E fin qui gita super da 4 stelline... poi le cose cambiano: dal rifugio in giù non si fanno più tante curve anche se il tratto brutto inizia solo oltre il pianoro, dove si scende sulla strada a tratti ghiacciata.

Noi ci siamo divertiti e poi abbiamo avuto l'onore di conoscere il mitico Jacolus con l'amico Aldo e condividere la vetta con loro!
Con Gianni e i 2 Albi.

Canale a Z della Gioffredo con una grossa cornice all'uscita mentre il Corborant sembra fattibile.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: un po' di ghiaccio nei pressi di Besmorello.
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti sci ai piedi verso le 9 con temperatura fresca e leggero venticello che ci ha accompagnati fin dopo il Migliorero.Rigelo ottimo e neve molto dura.Battuto traccia dal rifugio in su;i pendii nn presentano problemi,solo un po' di attenzione al ripido risalto x giungere al LAgo sup.
Gran caldo sul pendio finale al sole.
Discesa parte superiore su un bel biliardo in ottimo firn,poi breve tratto di leggera crosta (forse 50mt lineari in tutto) e dopo splendida farina (5-10cm) su fondo duro e perfettamente portante fino a dopo il Migliorero dove si fanno ancora belle curve su neve dura e super veloce.Strada di rientro,vabbè..con tracce di quad ghiacciate ma scendendo con calma nn ci sono problemi.Pratoni finali su neve dura come al mattino,anke perchè qui il sole nn lo si vede mai!
Solo noi in tutto il vallone e qualche ciaspolatore fino al rifugio.
Grande scelta,complimenti alla socia x l'idea ;)

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale ::
attrezzatura :: scialpinistica
Ha già detto tutto Francis.portage fino a sopra la cascata. Poi neve continua fino al rifugio. Bella serata e stellata notturna, pessima pioggia infradiciante al mattino.già al lago mediano sembrava un clima da rinuncia piuttosto che da skialp temerari. Peccou.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: sino alla sbarra
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Tentativo alla Cima Sud dell'Ischiator per coronare l'ultima uscita del corso skialp della Giovane Montagna - Sez. di Genova, corso che in sette uscite è riuscito ad inannellarne sei con il brutto tempo tanto che gli allievi sopravvissuti sono stati soprannominati I TEMERARI. Cena autogestita al Migliorero con la simpatica compagnia del gestore Oscar e la sua bella compagna, Valentina. Meravigliosa stellata sabato notte e poi tempesta di vento dalla due di mattina. Speriamo tutti che il tempo si sollevi ed invece alle 7.30 lasciamo il rifugio sotto una miserabile pioggia che ci accompagna sino al lago mediano ove il corso zuppo si ferma. con il fido Checco proseguo sino al lago alto dove è tormenta di vento e di neve che rende difficile la progressione. Alziamo i tacchi e torniamo tutti indietro per rifocillarci al Rifugio. Peccato !

Ringraziamento particolare al Presidente Stefano Vezzoso che ha voluto accompagnarci in questa sfortunata ultima uscita e a tutti i ragazzi che con la loro simpatia hanno reso anche questa uscita una bella "scampagnata"


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Si arriva alla catena oltre il Ponte del Medico
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti con l'intenzione di andare a fare il Becco Alto d'Ischiator, arrivati al Passo di Laris, abbiamo meditato se proseguire o meno visto che le condizioni della neve non ci sembravano eccessivamente sicure. Alla fine abbiamo rinunciato e per non perdere la giornata, scesi dal passo di Laris fin poco sopra il lago mediano, abbiamo ripellato e siamo saliti alla Cima sud d'Ischiator. Dal Passo d'Ischiator fin sopra il pendio che sovrasta il lago di mezzo, bella neve recente su fondo compatto; dal lago di mezzo neve più umida che accompagna sino alla cascata dove abbiamo tolto gli sci e percorso l'ultimo tratto a piedi (20 min).
SoDaPower in compagnia dell'impavido Mattia War.
Un saluto a Stefano cameraman che oggi, anziché venire a fare la gita, ha "preferito" il pranzo con i parenti.


[visualizza gita completa con 13 foto]
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: lasciata auto dopo il Ponte del Medico a 1650 c.
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Beau fix. Ottime condizioni in generale. Scialp everywhere ma mai affollamento. In salita: a piedi sino alla cascata dove calziamo gli sci. Da lì sin sotto la cima si sale bene senza bisogno di coltelli, solo un po' di zoccolo ogni tanto. Gli ultimi 40 m di dsl a piedi, piccozza utile per un traverso. Sosta piacevole in cima e agli sci. Discesa: sino al lago soprano, firn; segue un tratto in polvere, gli succede il pendio più ripido dove le contropendenze a nord sono le migliori anche se con qualche bioccolo. Dal lago sottano in giù neve ben trasformata se si utilizza la neve arancione, che comunque è continua fino in fondo. Sotto il Migliorero ci teniamo sulla destra per prendere i bei pendii innevati e divertenti a destra del torrente. Arriviamo sci ai piedi a 5' dall'auto, dove un comodo ponte di neve ci consente di ritornare sulla strada.
Con Jimmy e MarcoTort. Un saluto agli scialp che abbiamo incontrato un po' qui un po' là.
In attesa della prossima neve, se mai verrà!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Cuneo, Demonte, Bagni di Vinadio, Besmorello
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
condizioni primaverili, si mettono gli sci a Besmorello,ore 2,15 al rifugio.
Partenza ore 6, alla vetta ore 3,30. Messi rampant sul pendio sotto il colle Ischiator, qui abbiamo lasciato gli sci, siamo saliti per la crestina di misto a destra e facilmente in vetta.
gita ad invito fine corso SA1 CAI Sez. Ligure.
21 allievi SA1,1 allievo SA3, 6 istruttori,
cena autogestita superbamente dagli allievi al rifugio Migliorero.


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: besmorello
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
partiti da besmorello alle 7 30. bella salita. un po di zoccolo prima del colle. salito in vetta con sci ai piedi. iniziato discesa poco dopo le 11. neve buona su tutto il percorso


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada chiusa a Besmorello
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Scarso rigelo notturno, tuttavia il tempo velato fin verso metà mattina ha preservato la neve, soprattutto in basso, da un rapido ammollamento. Rigelo migliore nella parte alta (coltelli dal lago sup. dell'Ischiator al Passo dell'Ischiator).

Piacevole salita spezzata da un bel pernottamento autogestito al Migliorero (aperto per l'occasione).
Dai pendii sottostanti il Lago sup. discesi per il canale che porta diretti al Lago di Mezzo dell'Ischiator).
Vetta raggiunta a piedi, lasciati gli sci al Passo.
Corborant e canale in buone condizioni.
Nelle esposizioni nord (vedi sopra canalino di discesa...) farina pressata e con leggera crosta sciabile.



[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata caratterizzata dal forte rialzo termico che non ha permesso il rigelo notturno. Neve continua dal piano per arrivare al rifugio Migliorero, le slavine più grandi sono già scese sul pendio di accesso al lago superiore, visto slavine scendere dai pendii esposti al sole in discesa.Neve molle dalla cima fino in fondo dove è proprio marcia.Sempre bello il paesaggio di questa gita

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: snowboard
Partenza dalla catena con sole che va e viene, la neve inizia al piano, si arriva bene al rifugio poi si sfonda parecchio verso il lago di mezzo. Su la situazione è migliore con neve fresca e ancora abbastanza leggera su fondo portante, anche se il canale presenta una grossa slavina in centro, caduta dalla parete di Cima Sud Isch. Stando ai lati, meglio a sin, si sale bene. Dal colle seguita direttamente la crestina che sale ripida tra buona neve portante e roccette, divertente. Breve sosta e discesa (ramponi) verso il colle visto il peggioramento del tempo, canale sceso prima sulla sin orografica e poi a dx oltre la slavina (molto meglio da questo lato vista la neve abbondante e farinosa, conveniva attraversare prima!). Pendii sotto il lago di mezzo con bei curvoni su neve umida ma molto divertente, poi ho tentato di restare alto sul lago inferiore per arrivare al rifugio ma ormai era tutto un marcione e mi è toccato spingere nonostante un pò di pendenza ci fosse. completamente marcia dal rifugio alla stradina, una media generosa tra le 4* di sopra e l'unica di sotto..
salut e auguri

[visualizza gita completa con 8 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: alla catena oltre il ponte del medico
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
La meta era più ambiziosa ma al lago superiore il Corborant era immerso tra le nuvole mentre il passo d'Ischiator era molto più invitante. Pendio finale salito mezzo a ramponi, sceso in sci.
Dal colle al lago neve primaverile (sud) poi farina compatta/pressata abbastanza lavorata. Scendendo a dx del piano del Migliorero siamo arrivati ravanando all' ultimo tornante sopra le macchine (6' a piedi, mentre in salita si portano fino ai 2000 mt)
Con Chicco e MarcoC sempre in gamba.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: attenzione al tratto prima del ponte del medico molto gelato
attrezzatura :: scialpinistica
Nulla da aggiungere a quello che ha scritto Paolo RO71, in discesa si arriva ancora bene dalla macchina senza raschiare pietre, speriamo tenga. Il vallone e' in super condizione, se scalda un po' e assesta anche la parte piu' incassata tra il lago di mezzo e quello soprano saranno 900 metri di goduria pura.
Ottimo pranzo sotto un bel sole caldo al migliorero, buon rancio e belle bute
Un saluto ai presenti : Elide, Paolo, Paolo (ro71), Denis, Sergio e il mio Babbo.

un saluto a tutti i Buzzi.



[visualizza gita completa con 10 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Meteo incerto e variabile per tutto il giorno, ma nel complesso buono, visto che non è mai mancata la visibilità. Lasciata l'auto dopo il ponte alto (prima attenzione al ghiaccio!) poi saliti con sci in spalla sulla strada fino al piano sopra la cascata. Volendo si può salire con sci dall'auto sulla sinistra del rio su neve e arbusti, ma noi abbiamo scelto la strada. Dal piano sopra la cascata abbiamo calzato gli sci. Saliti al Migliorero, poi al primo lago su neve trasformata. Nel canale per il lago superiore c'erano ancora tratti di farina. Arrivati al lago superiore abbiamo calzato i coltelli e siamo arrivati al colle con un po di vento e nuvole che correvano. Poco dopo il colle abbiamo lasciato gli sci e tramite facili roccette siamo saliti in cima. Vista spettacolare con sole che faceva spesso capolino. Foto di rito e iniziato a scendere su neve traformata fino al primo lago (scendendo) poi nel canale e fino al Migliorero abbiamo trovato tratti di bella farina e tratti di neve trasformata, comunque il tutto sempre molto ben sciabile. Dal rigugio in giù, scendendo sulla destra e "ravanando" un po, siamo arrivati all'auto con gli sci. Ottima gita e splendida compagnia! Oggi i mitici buzzi erano composti da: Elide, Paolo, Paolo, Paolo (io), Denis, Sergio, Walter... un mega saluto a tutti e.. alla prossima!!!

[visualizza gita completa con 11 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: strada molto ghiacciata prima del ponte del medico
attrezzatura :: scialpinistica
giornata spettacolare!buon rigelo notturno, nella parte bassa salendo a destra manca parecchia neve, sopra la cascata buon innevamento.
salito la cima con ramponi tra neve e roccette,il pendio dal colle dell'ischiator ottima primaverile,poi fino al rif bella bella farina..........
mantenendo la destra scendendo si arriva con gli sci all'auto (portage di appena 20m dopo il traversamento del rio)






























poca gente nei dintorni,3 che son saliti al becco ischiator,1 sul corborant,e noi in 2.... la cima tutta nostra!!!
ciao a tutti............



[visualizza gita completa con 14 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
attrezzatura :: scialpinistica
Lasciato l'auto sopra besmorello e partiti dal prato a dx sci ai piedi. Alcune auto sono arrivate al ponte del medico, ma cmq la strada era ancora molto innevata. Saliti poi sulla dx orografica, senza mai togliere gli sci anche se solo per oggi, con questo caldo. Grazie per l'ottima traccia di salita dei tre (o cinque) che ci hanno preceduti domenica. Ultimo tratto lasciato gli sci vicino alle roccette e saliti a piedi in cima. Causa vento gelido il pendio finale non ha mollato e sotto tutta farina fino al migliorero. Scendendo abbiamo incontrato un gruppo di sette tedeschi che saliva. Dopo la cascata abbiamo già dovuto togliere gli sci tre volte perchè la neve era..evaporata.. Ancora bello anche il Seita, a vedere..

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti su buona traccia fino al rifugio Migliorero da li in su nessuna traccia e una marea di farina solo per noi. Solo dal lago superiore al colle neve dura (oggi non si è trasformata) e dal colle in vetta per facili roccette. Discesa da urlo dal lago superiore fino al rifugio Migliorero. Si levano gli sci solo per circa 500m prima del ponte ma il sole stava lavorando...
In compagnia della Vale (oggi addirittura saltava) e la Lollo Car con le girls Flavia (alla seconda gita ma non accorgersene) e Manuela...


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Bella gita! Peccato che hanno passato il” lesun” fino al ponte del medico comunque con gli sci si tagliano i tornanti,poi ci si arrangia per la pista che sale al pianoro evitando i tratti ghiacciati,e finanalmente un bel primaverile fino al Migliorero,seguito da tutta farina fino al lago superiore,salita molto facilitata grazie ad una bella traccia dei giorni scorsi. Infine “dulcis in fundo” di nuovo un bellissimo primaverile per arrivare al colle dell’Ischiator. Quindi l’ultimissimo tratto con ramponi i piccozza…Giornata splendida panorama mozzafiato e discesa di sogno! Più di così!

[visualizza gita completa con 6 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si arriva con la macchina fino a quota 1600 m.
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Ci aspettavamo una giornata caratterizzata dal vento forte e neve dura invece abbiamo trovato neve morbida,poco vento e tanto sole. Portage fino all'inizio del pianoro che porta al rif.Migliorero quota m.1900 poi si calzano gli sci e tenendosi alla sx del fiume con un lungo traverso e alcune brevi interruzioni si arriva nel vallone principale. Salita senza problemi e oggi utili i coltelli per il pendio terminale. In discesa la parte alta presenta una neve non ancora del tutto trasformata, poi nel tratto centrale la neve migliora ma occorre cercare i corridoi tra i residui di valanghe ed infine l'ultimo pendio prima del rifugio ottima neve primaverile. Nel complesso comunque è stata una bella sciata xchè la neve era morbida e facile.

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: si sale sino alla catena dopo il ponte del medico
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Si portano gli sci sino al piano sotto il Migliorero.Nessun rigelo e neve sfondosa in alto e in basso.L'ambiente in compenso è bellissimo.Si scia abbastanza bene nel pendio dal lago di mezzo al lago inferiore.
Con Marco.Piera,Guido e Carlo


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok fino al parcheggio della sbarra
quota neve m :: 2100
Anche oggi nessun rigelo, la neve è molle, ma non si sfonda, ed è ben sciabile. Si calzano gli sci a 2100m sopra il Lago Inferiore e si devono togliere per 10m per scendere nella conca del Lago Superiore. Dal Passo d'Ischiator alla cima si sale a piedi sulle roccette.
Visto due alpinisti sul Corborant ed uno sul canale della Punta Gioffredo. E' vero che bisogna portare gli sci per 450m sia in salita che in discesa. ma la discesa per gli altri 850m è ottima.

[visualizza gita completa con 18 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: accesso in auto fino al parcheggio presso la catena (1650 m. c.)
quota neve m :: 2200
Rigeli notturno del tutto assente anche in quota con neve molle ma senza mai sfondare, molto ben sciabile. Si indossano gli sci presso il Lago Inferiore e si devono togliere per pochi metri all'arrivo al Lago Superiore. Anche dal Passo d'Ischiator alla cima si fa a piedi con divertente percorso sulle roccette.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok al park estivo
quota neve m :: 1900
in alto la neve era molto bella ma la visibilità era scarsa per nebbie dalla Francia.
Scendendo (nonostante non fosse tardi) peggiorava fino a diventare marcia dal lago di mezzo a quello inferiore. Scendendo sulla destra orografica si arriva facilmente a pochi minuti dalla macchina.
Con Super,Stefania e l'allegra compagnia del Cai Genova.
Un saluto al gestore del rifugio, siamo stati bene nonostante il fresco!!

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 1400
Dove non potè l'attrezzatura potè la neve. In altre parole gita funestata da guasti tecnici (tre pelli staccate e un attacco rotto) e per i pochi che sono usciti con l'attrezzatura intatta ci ha pensato la neve a fermarli. Siamo arrivati fino a quota 2700 circa, sopra la seconda balza dal Migliorero, ma gli ultimi metri erano troppo ripidi e la neve troppo farinosa: abbastanza un azzardo. In compenso discesa soddisfacente, in alto già un pò ventata (poca farina rimasta), mentre in basso la farina è da urlo.
Gran compagnia del CAI Tirana: Cialtrone, Giorgio, Michele, Enrico (new entry), Roberto e il nostro gioiello Riba.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: si arriva quasi al ponte
quota neve m :: 1300
confermo quanto detto ieri
oggi dal migliorero in su sole velato, neve nella parte alta molto molto bella nella parte centrale pesante e poi in basso bella sui coni di valanga che hanno scaricato anche se un poco sporca di terra
noi ieri siamo andati anche al colle laurussa e poi scesi al rifugio sicuramente consigliabile dormire li per poter partire presto ancora molte cornici in alto indispensabile scendere prima delle 11
il laghetto sembra un lago glaciale con seracchi!!!!
gruppo del CAI di Arenzano in 20 ringraziamo i gestori molto cordiali e disponibili....


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: La strada è pulita fino a pochi minuti dal ponticello
Sempre un itinerario magnifico, anche se molto lungo. Tempo incerto, anche un po' di pioggia e di nevischio. Siamo arrivati fino al colletto sotto la cima. In discesa nella prima parte fino al migliorero, neve pesante ma comunque sciabile, in alcuni punti anche divertente. Poi, dopo il pianoro, l'ultima parte di discesa veramente fantastica. Ancora tanta neve, oggi era continua dal ponte fino in cima, nel giro di qualche giorno ci sarà da camminare un po' di più, ma ne vale la pena. Il vallone del Migliorero è stracolmo, bellissimo l'effetto sui laghi, sembra di essere in patagonia con i ghiacciai che finiscono nei laghetti... magnifica!

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
sci ai piedi praticamente dalla macchina poi un paio di brevi tratti senza neve. nella parte bassa molto caldo, oltre il migliorero vento parecchio fastidioso con raffiche forti. possono essere utili i coltelli/ramponi per l'ultimo pendio. discesa molto varia:primo tratto sotto la cima neve dura, poi tratti di firn alternati a crosta dura con riporti (vento) di farina. sotto il migliorero tenersi sulla dx orografica: sci ai piedi alla macchina con un paio di ravanage
saluti a peo e agli amici incontrati sul percorso


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
bella e calda giornata di sole. si parte e si rientra sci ai piedi. nella notte tra giovedi e venerdi caduti 10-15 cm. di neve fresca, su fondo duro, che ha reso un po' difficoltosa la salita per via di zoccolo persistente, soprattutto nel superamento dei due risalti/canali, dove sono risultati utilissimi i coltelli. scesi verso le 13.00 con buona tenuta della neve anche nei tratti più esposti a sud. nei pendii in ombra buona farina, leggermente crostificata. con bruno e sergio.

[visualizza gita completa con 5 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento dura
Neve buona e sufficiente per la gita.Purtropo il vento ha lavorato molto rendendo il fondo durissimo con molte onde.Si arriva in cima con gli sci ma la parte alta è durissima non ha mollato.Il canalone appena sotto bello tutto trasformato.I restanti canali crosta da vento dura a destra e non portante a onde a sinistra,dal rifugio in poi tutta pappa.troppo caldo.
Info e foto:


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
gita in comune con la salita al Corborant di ieri. partiti alle 7.30 dal rifugio con 3°C (il rifugio Migliorero è a 2100 mt!), neve dur, ma non ghiacciata! primo canale, come ieri, croste a vento dure, saliti senza coltelli, piano duro e con vento, meno di ieri però. secondo canale, duro, ma visto che erano passate 35 persone prima di noi, la traccia era ottima e si poteva fare, volendo senza coltelli! il traverso sopra, ieri tanto rognoso, oggi grazie anche alle temperature della notte, era fattibile in un attimo! pendio da coltelli quello che porta al colletto della cima sud, duro da neve primaverile, alle 9.40 arrivati sopra, già mollava, alle 10.15 scendendo era già pappa alla grande! hanno tenuto bene i 2 canali (meglio di ieri, ma siamo scesi 4 ore prima!), appena sopra al rifugio mollava decisa... dal rifugio....santa stradina! nei pendii fuori si iniziava a nuotare! 24 °C a Besmorello.....
grazie al corso sa1 del cai di Biella per averci invitato con loro a scoprire questi posti, un bravo a tutti gli allievi/e per le gite!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
note su accesso stradale :: si lascia la macchina alla catena a 1650mt
quota neve m :: 2100
si portano gli sci in spalla oltre il rifugio migliorero. dal lago inferiore a quello di mezzo scarso rigelo notturno. alle 11 era già molle il pendio che portava alla cima. il divertimento in discesa è limitato alla primissima parte. innevamento in rapida fusione. alle 12 al migliorero cadeva un po' di pioggia

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento morbida
quota neve m :: 1900
Lassciato gli sci presso il lago sup. dell'Ischiator causa poca neve e troppo dura,rinunciato alla vetta quando mancavano soloo più una ventina di mt. per neve di cemento e ghiaccio nel punto più ripido,poi al colle si stava così bene! durante la discesa la neve è stata accettabile fino alla strada,poi ghiaccio puro fino a Besmorello.
Comunque in cima ci è arrivata Jolie che mi ha atteso vanamente guadandomi con aria commiserevole avrà pensato (ma co fa chellà a ven pa su!)


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti io e Michele da 1700t dove e' situata la sbarra, pero' il provvidenziale incontro col gestore del Rif.Migliorero che ci ha dato un passaggio sulla sua jeep, ci ha ridotto un po'i tempi di salita. Colti da una debole nevicata in vetta, non abbiamo esitato piu' di tanto a scendere. Percorrendo a ritroso tutto il vallone appena salito dall'inizio del pianoro dove il gestore ci aveva lasciati.Ci e' sembrato giusto passare a trovarlo al ritorno, e sdebitarci con lui di fronte a un bel panino con formaggio e vino.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: Si arriva senza problemi alla sbarra a 1600. Lì non ha nevicato
quota neve m :: 1900
Pernottamento al Migliorero (gita sociale CAI di Sestri). Alle 5 di mattina nevicava. Partiti alle 6.30 dal rifugio che stava aprendosi. Salita spaziale con dai 10 ai 20cm di neve a coprire pendii e monti e poi giornata di sole. -10° in vetta (tolti gli sci al colle, poi 10minuti di pendio). Discesa che non ha bisogno di commenti (farina fino in fondo). Un godere unico fino al rifugio e poi si arriva in sci alla fine del pianoro. Ma penso che già domani.....ma non lo so, dipende dalla temperatura. Ciao

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Oggi,convinti della scarsa efficacia della perturbazione ci siamo lanciati nel tentativo.Purtroppo la fitta neviacata , la scarsa visibilità e le condizioni del manto poco sicure ci hanno fatto desistere poco prima del lago di mezzo.Si osservano strati a debole coesione interni inrtervallati da croste più dure.La neve caduta (circa 20 cm fino alle14) ha nascosto le pietre ..morale della favola 4 curve di cui tre devastanti x gli sci..fforse occorre aspettare.Foto x dare giusto l' idea dei nostri spiriti congelati.Gita con compare ricu antonio e aldo..ciau dax

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento dura
note su accesso stradale :: non sperate di tornare in auto voi che andate oltre Besmorello in auto
quota neve m :: 1400
sgambata infra con Enrico e Max. Temperatura estremamente randagia che non ha permesso alla neve di mollare neanche nel bun del dì sui sud in quota.
La neve si presenta per quasi tutto il percorso molto dura per croste da vento (lisce lunghe e fantastiche in discesa) e rigelo. In particolare il pendio finale è di neve semitrasformata "grottoluta", con ottimo accroche anche se estremamente dura. Da prestare quindi attenzione perchè in caso di cadute, a parte sgarugnarsi sulla neve non è escluso l'impatto con qualche pietra.
Per partire dalla vetta in sci prevedere passaggio di un paio di metri su neve-ghiaccio ma senza particolari problemi.
Si scia comunque molto bene previa attrezzatura un pò più incazzata "sci da neve dura con buone lamine".

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: ...condizioni gita ...
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Partiti dal Migliorero alle 06,15 arrivati al colle e visto che la cima era avvolta da nebbie abbiamo optato di scendere subito senza salire alla cima per sfruttare la neve in condizioni ottimali.
Neve buona dal colle, in alcuni punti non trasformata (tra il lago superiore e quello di mezzo) poi buona fino al rifugio ore 09,45, poi sosta relax
Scesi attorno alle 12,00 con gli sci fino al ponte sopra la cascata, poi a spalla fino alle macchine.
Nel complesso ottima gita visto il periodo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Partendo presto dal rifugio(6,15) la neve è dura.
Dal colle alla punta senza sci con ramponi e picca.
A scendere bella fino all'ultimo pendio sopra al rifugio dove anche se erano solo le 10 era già pappa. Con Edo, Haldo, Cream

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente umida/pesante
Bella gita in compagnia di Ventino e Giampaolo,si parte dalla catena e si calzano gli sci dalla cascata,giornata incerta siamo partiti sotto la pioggia e siamo arrivati con la pioggia,in compenso su si alternava sole e nebbia.Le tre * sono più per l'ambiente che non per la neve bella solo nella parte alta.Un saluto ai compagni di gita.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Ultima gita a conclusione di 3 giorni in valle stura e della stagione (mercoledì mi ricovero x "rifasare" un ginocchio). c'è ancora tantissima neve e bellissima. si arriva con l'auto alla catena e si mettono gli sci dalla cascata. In punta molto presto (8,15) discesa fantastica d'ambiente con tutto il vallone solo per me, non ho visto anima viva. Buone gite a tutti e al prossimo anno.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente umida/pesante
C'eravamo anche io e Daniele, lungo questo percorso.
Neve dura nella prima parte, poi qualche accumulo di farina e un po' di crosta lungo i pendii più ripidi, a causa del forte vento che ci ha accompagnato per buona parte della gita. Dal rifugio in giù, neve piuttosto molle, ma sempre sciabile. Si arriva sci ai piedi fino a poco prima del ponte.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente umida/pesante
Per la precisione salita la Cima Sud di Ischiator. Nella notte ha fortunatamente gelato abbastanza...Al mattino tempo perfetto fino alle 9, poi arrivo perturbazione. Tutta da tracciare .Il canale centrale ripido ma in ottime condizioni.Neve brutta in discesa. Un grazie al gestore del rif. Migliorero.Rara gita in solitudine.Eravamo in due sia alla sera al rif. che a tracciare il giorno dopo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 1/5
neve (parte superiore gita) :: Trasformata/marcia
In salita gli sci si calzano sopra la cascata (un po' più di 1/2 ora a piedi), mentre in discesa si arriva fin sotto la cascata sul lato opposto del vallone (15 minuti a piedi fino all'auto). Scendendo presto (alle 10,30) la neve ha tenuto per la maggior parte della discesa.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 3/5
neve (parte superiore gita) :: marcia/primaverile
Gli sci si calzano a circa 45 minuti dalla macchina. La neve si presenta marcia già a quota 2500 metri (siamo scesi verso le 11).
Nonostante le condizioni della neve è stata una bella gita a livello paesaggistico.

[visualizza gita completa]
Neve non bellissima, ma portante (scendendo presto) possibilità di iniziare la discesa direttamente dalla cima, su pendenze "remunerative". Oggi soli (in 2) in vetta, tutti hanno preferito il becco

[visualizza gita completa]
osservazioni :: buone
neve (parte superiore gita) :: farina
Solo le nostre tracce (3) da fare ,si arriva in vetta con gli sci

[visualizza gita completa con 1 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 16/02/05 - eraldo
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Nord-Est
    quota partenza (m): 1450
    quota vetta/quota massima (m): 2930
    dislivello totale (m): 1480

    Ultime gite di sci alpinismo

    27/05/20 - Sommeiller (Punta) da Rochemolles per il Passo dei Fourneaux Settentrionale - mv56
    Ottima giornata nonostante la nebbia iniziale che ci ha un po' demoralizzato, ma poi l'alternanza con momenti di sereno ci ha nuovamente motivati. La neve ha tenuto abbastanza per tutta la mattina e d [...]
    26/05/20 - Sommeiller (Punta) Canale Sud-Ovest - giorgiobi
    Saliti dalla via classica, conviene portare gli sci fino al Pian dei Morti seguendo prima la strada e poi il comodo sentiero. Discesa ore 11,30 su neve davvero perfetta fino al Pian dei Frati, poi, do [...]
    26/05/20 - Albaron (Sella dell') da Pian della Mussa - griso
    Oggi condizioni eccellenti grazie alla bella giornata e allo z.t. a 3500 m. Partiti alle 5,50 con 8°C. Buon rigelo e progressione veloce. Utili i rampant unicamente nel breve traverso poco sotto Pi [...]
    26/05/20 - Almiane (Punta di) dal Ponte d'Almiane - andrealp
    Facendo il sentiero estivo si portano gli sci per poco più di mezz'ora e circa 300 metri di dislivello ma si evita di tribolare sui residui nevai che fiancheggiano il torrente. Rampant necessari per [...]
    26/05/20 - Collerin (Monte) da Pian della Mussa - mowgli
    Come scritto da chi mi ha preceduto il portage è di 400m e su una gita di 1700m D+ è assolutamente accettabile. Oggi il rigelo è stato giusto senza creare il verglass che sicuramente domenica era [...]
    26/05/20 - Collerin (Monte) da Pian della Mussa - puli88
    Portage fino al Pian dei morti come domenica (400 m dsl circa). Due gava e buta poi neve continua. Neve dura ben rigelata, buon grip, non necessari coltelli. Sul ghiacciaio neve gelata (strascichi di [...]
    25/05/20 - Roudel (Cima) dalla Valle Argentera per la Valle Lunga - billcros
    Oggi super gita in posto veramente isolato e lungo, ma bei ambienti, già parecchi togli e metti nella parte iniziale , il torrente brontola bene , poi quando il vallone si apre migliora fin ad essere [...]