Leone (Monte) dal Passo del Sempione

osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza prima dell’alba portando gli sci per un breve tratto. Neve all’inizio non rigelata che mostra gli effetti delle recenti precipitazioni; pioggia e neve pesante abbondantemente scaricata in grosse valanghe dai pendii nordorientali dell’Hübschhorn. Il traverso non comporta problemi, mentre la continuità del manto comincia a venire meno. Primi timidi segnali di rigelo a partire da circa 2700 m, poi neve portante lungo tutto il ghiacciaio di Homattu. Dopo il Breithornpass neve recente già trasformata in firn, riconoscibile per l’assenza di sabbia che si nota invece in grande quantità alle quote inferiori. Il pendio che conduce alla cresta Sud presenta qualche difficoltà, soprattutto in basso, dove la crosta cede e si sprofonda parecchio; decisamente meglio nella parte alta. La cresta all’inizio si presenta poco innevata, con un paio di passaggi sui blocchi scoperti, poi neve continua fino in vetta. Lo strato più recente si mostra appesantito a causa delle alte temperature, soprattutto dove la traccia si appoggia sul versante Est, già riscaldato dal sole. Il bastone sprofonda per una quarantina di cm prima di trovare lo strato sottostante ancora compatto. Restando nella traccia la consistenza della neve non dà comunque problemi, almeno al mattino. Vetta raggiunta verso le 10, mentre qualcuno comincia a scendere per la cresta Ovest per la “Paretina”, a detta di chi l’ha percorsa in discesa ben innevata ma con neve crostosa. Tornato agli sci percorro il lungo traverso dell’Alpjergletscher su perfetto firn che per fortuna trovo anche nella successiva discesa sull’Homattugletscher. Più in basso la neve si fa sempre più pesante, rimanendo comunque sciabile. Dopo il traverso, passato qualche breve tratto privo di neve, si riesce ancora ad arrivare sci ai piedi fino a dietro l’ospizio.
Giornata abbastanza serena; il bel tempo ha retto nonostante le previsioni che promettevano un peggioramento pomeridiano. Meno gente del previsto sul percorso; oltre alla coppia di vallesani con cui ho condiviso buona parte dell’escursione solamente poche altre comitive; anche il Breithorn era molto meno affollato del solito.

Traverso
Breithornpass
Tracce varie sull'Alpjergletscher
Pendio d'accesso alla cresta Sud
Primo tratto di cresta
Cresta Sud
Verso la cima
In vetta

[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Causa combinazione alta temperatura e ultime nevicate dei giorni scorsi, era un continuo sentire e vedere slavine da tutte le parti del Sempione.
Tornando alla gita traverso in buone condizioni ma occhio a seguire la traccia che sale accanto all'hubschhorn: già al mattino è facile che rotoli qualche sasso o venga giù la neve restante.
Poi nessun problema fino alla cornice del Breithornpass dove anche qui girare al largo visto che ci sono fratture e blocchi caduti. La cresta era colma di neve, pure troppa. Ci siamo fermati a qualche decina di metri dalla punta perché il pendio risultava carico e non ci piaceva. Andrà meglio nei prossimi giorni.
Discesa su gran bella pappetta, almeno fin quando non siamo tornati in vista dell'ospizio e allora è diventata colla.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Assenza di rigelo fino a 2800, cresta in ottime condizioni, c è tanta neve sciato nella pappuccia.
Nella zona del Boshorn ci sono le esercitazioni militari. Unico versante praticabile
Finalmente domato il leone, insieme al mitico Bruno. Peccato per la sciata non bellissima ma ambiente e cresta finale ripagano


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Neve abbondante su tutto il percorso, utili i coltelli nel tratto ripido prima del traverso, nel traverso ed eventualmente anche nel pendio sotto al Breithorn...
Tanta neve anche in cresta, ben tracciata, semplici passaggi di misto ma ultimo tratto di cresta innevata bella espostina...
Saliti anche al Breithor e da questo discesa su neve strepitosa...
A distanza di 2 mesi inserisco la gita a mente serena, per essere obiettiva ed averne un bel ricordo... reduce da un infortunio per stupida distrazione a quasi fine discesa..
Con Andrea, per un Leone che da tempo desideravo e che mi ha solo fatto venire voglia di rimettere gli sci il prima possibile


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Percorso in super condizioni con innevamento abbondante . Cresta quasi interamente nevosa ma con buona traccia.
Uno o due passi un po più esposti. Traverso dopo l'ospizio in buone condizioni ma ghiacciato al ritorno, parecchi sassi nei nevai vicini alla parete.
Torno su questa montagna a distanza di diversi anni e in condizioni differenti ma è sempre una gran cima.
Non posso non menzionare Tiziana che ha sciato da campionessa questa montagna. Purtroppo ha pagato a caro prezzo l'unica distrazione con un infortunio dalle conseguenze non gravi ma che si protrarranno nel medio periodo


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
attrezzatura :: scialpinistica
Tanta neve al Passo del Sempione. Dall'ospizio parte una bella traccia, probabilmente già presente da sabato. Traverso in buone condizioni e già percorso parecchie volte in entrambi i sensi.
Lungo il ghiacciaio il vento ha lavorato non più di tanto - neve farinosa rimaneggiata ma senza evidenti accumuli - cime dei Breithorn tempestate tipo "Patagonia".
Dopo il Colle del Breithorn il percorso fino al Leone si è dimostrato meglio di quanto pensassi. Ghiacciaio in ottime condizioni - neve farinosa in riscaldamento durante la giornata. Dal deposito sci, fino in cima, la cresta è già tracciata e attualmente non necessita di ramponi.

Lungo la discesa, quasi sempre su neve farinosa, più o meno pesante, ma sempre ben sciabile.

Giornata luminosa con temperature giuste. Totale assenza di vento, anche in cima.

Ramponi, picca e rampanti, attualmente inutili.

Partito comodamente alle 9.30
In cima alle 14
Mezz'ora in cima
Con ancora più calma, arrivo alla macchina alle 17

da solo
Sempre bello il Leone!


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strade pulite
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Ottima traccia dall'Ospizio fino in vetta.
Fino al colle del breithorn la traccia è comoda e facile. Il traverso si passa senza problemi.
Dal Colle lungo l'alpjiengletscher una traccia evidente porta fino al deposito sci sotto il canalino che sale in cresta. Meglio scendere fino alla massima depressione del percorso senza pelli così come dal deposito sci allo stesso punto facendo ritorno al colle. Cresta tutta in neve che richiede i ramponi con qualche passaggio esposto ma non difficile.
Dal colle del Breithorn discesa prima su neve piuttosto tritata (farina compressa con molti solchi), poi si trovano tratti di trasformata alternati a farina compressa. Dall'Homattupass fino al traverso bella sciata su neve fredda e leggera che non ha risentito dei numerosi passaggi. Sotto il traverso buon remollo.
Cielo terso, venticello freddo in vetta.
Bella discesa.
Circa una decina di persone sul leone ed una quarantina sul breithorn

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Traccia presente su tutto il percorso. Traverso iniziale ben tracciato, al colle grossa cornice ma anche qui buona traccia per uscire. Per arrivare alla base del monte Leone abbiamo seguito il lungo traverso che contorna il ghiacciaio, tenendo le pelli sia all'andata che al ritorno. Cresta affrontata con ramponi e piccozza, presenti alcuni passi di facile arrampicata per il resto neve consistente. Ci sono dei passi abbastanza esposti ma la traccia era più che buona e dopo il nostro passaggio (eravamo in 13) penso che sia addirittura ottima!
Dal colle neve bella da sciare ma tutto tritato all'inverosimile, il Breithorn è stato molto affollato infatti. Ultimi pendii sopra l'ospizio neve quasi primaverile.
Corso di scialpinismo avanzato del CAI Verrès, complimenti a tutti gli allievi per la tenacia dimostrata.
Gita lunga ma di soddisfazione e con questo cielo azzurro panorami infiniti.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti alle 5e30 dall'Ospizio dove abbiamo pernottato
(veramente splendido,provare per credere).La notte
serena,nonostante le temperature alte,ha permesso un buon
rigelo notturno.Rampant utili solo in prossimità del
Breithornpass.Cresta Sud tracciata ma pericolosa,con
neve cedevole e sfondosa,passaggi molto esposti dove
occorre buon piede.In vetta alle 11e 45.Nonostante la
discesa a ora un po' tarda bella primaverile morbida e
scorrevole in alto e ancora consistente anche se più
umida in basso.Si arriva ancora a pochi metri
dall'Ospizio.
Con Giorgio,sempre tenace anche sul difficile.


[visualizza gita completa con 32 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Nulla di rilevante
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Ha già detto tutto Jorasse, aggiungo solamente che il traverso sotto l'Hubschhorn è ben tracciato.
La gita è lunga ma veramente bella e completa.
Cresta finale esposta ma ottimamente tracciata, noi siamo saliti solo con piccozza e ramponi; tanta gente sul percorso, anche dalla parete nord.
Arrivati in cima poco prima che si chiudesse tutto; panorama dalla cima grandioso con l'aggiunta del mare di nubi in basso. Questa cima è un autentico belvedere sull'Oberland!
La risalita al colle nella nebbia fittissima è stata veramente una prova di volontà!
Discesa molto bella, seppur limitata dalla nebbia nella prima parte, con neve via via sempre più marcia ma sempre sciabile.
Una gita che volevo fare da anni! Degna conclusione della mia prima completa stagione scialpinistica.
In compagnia di Mauro, amico e compagno di gite ormai da tanti anni.....che ringrazio per avermi aspettato e spronato. Mancava Flavio, nostro amico e compagno anch'esso delle scorribande sulle alpi, bloccato da impegni familiari. Ti rifarai, non ti preoccupare....noi ti aspettiamo!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada pulita
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Condizioni ottime. Neve primaverile. Togliendo gli sci per due brevi tratti di 50 m oggi era ancora possibile arrivare al muretto del parcheggio sci ai piedi. Cresta ben innevata, utilizzato picca e ramponi ma c'era un'ottima traccia. Giornata limpida senza nuvole fino alle 12, poi graduale addensamento nubi e fitta nebbia al di sopra di quota 2800

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: libero
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Cresta con picca e ramponi
Gita molto lunga ma di soddisfazione. Super Bruno sempre trattore. Ottima gita di chiusura stagione compagnia di Super Bruno Iron Man e toda la noche


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Rigelo assente almeno per i primi 500 mt di dislivello dovuto alla nuvolosità presente questa mattina al Passo. Al di sopra ok e rapida risalita al colle del Breithorn senza bisogno dei coltelli. Dal passo traversata abbastanza lunga fino alla base della cresta del Leone salita con i ramponi. In discesa bella primaverile dal Breithornpass fino a quota 2500 circa, al di sotto neve molto umida.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: -
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Cresta finale bene innevata ma ben tracciata.
Si fanno 10 min di portage dall'Ospizio
Partecipanti: Max e Ciois


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
SPETTACOLO......meglio di cosi non poteva andare....Gita dedicata a TAMARA ciao
IO e FULVIO


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Difficile trovare il Leone in condizioni migliori di quelle odierne. Una favola dall'inizio alla fine. Traverso perfetto all'andata e al ritorno. Cresta una favola. Per non parlare della discesa, un velluto raramente trovato.
Beh ovviamente sui pendii verso il passo la neve era piuttosto marcia ma si dimentica facilmente ripensando al resto. 5 stelle erano poche.
Io e Ale alla sua prima vera sci-Alpinistica. Poi le nostre guide, anzi i nostri angeli Franco e Marta


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
attrezzatura :: scialpinistica
Ambiente magnifico, per noi prima gita in zona Sempione. Buone condizioni su tutto il percorso nonostante le alte temperature. La bellissima cresta regala un tocco interessante e alpinistico alla gita, interamente innevata, non difficile ma con tratti delicati per neve sfondosa.
Risaliti anche sulla vicina cima del Breithorn e scesi per il canale Ovest su ottima neve.
Portage di circa 10-15 min
Con Marco


[visualizza gita completa con 9 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Lasciata la macchina nel parcheggio dell'Ospizio.
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dalla macchina alle 6, dopo un breve portage (10 minuti, forse) abbiamo già gli sci ai piedi. Messi i coltelli ma per via delle pelli stretti, altrimenti non sono necessari, alle 9 eravamo al Colle del Breithorn. In un'ora e mezza abbiamo attraversato il pianoro e fatto la cresta, lasciando le pelli montate. Scesi dal colle alle 12, stupende curve per i primi 300m di dislivello ma abbiamo trovato neve moooolto bagnata da quota 3000 in giù, ma solo per l'ora un po' tarda. In basso invece la poca marcetta ha regalato ancora qualche bella curva.
Con Valerio, a tuono!


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok fino all'Hospiz
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Undicesima gita sociale del Gruppo Scialpinistico GSA del Cai Uget di Torino. La valutazione è personale. Quattro stelle sono forse troppe ma tre sicuramente poche. Dislivello totale con le risalite circa 1800m. Partiti dal parcheggio dell'Hospiz con la nebbia e nullo rigelo notturno, dopo 200m cielo terso, saliti fino al traverso in ottime condizioni, poi buon rigelo su traccia discretamente ripida. Al colle del Breithorn, trovato nebbia sul lato sud ma senza problemi lungo il traverso. Cresta in ottime condizioni (oggi non più di F) però nella nebbia, necessari i ramponi. Peccato per il panorama nullo dalla vetta. Traverso di nuovo con nebbia e dal colle buona visibilità e poi di nuovo sole. Neve parte alta eccezionale primaverile, poi un breve tratto bruttarello e per finire polentone primaverile fino all'auto.
Quattordici partecipanti quasi (uno per poche decine di metri) tutti in cima. Grazie agli altri due capigita Lorenzo e Marco.
Per una descrizione più dettagliata o eventualmente per unirsi alle prossime gite: foto su:

PS NOTA PERSONALE di Bubbola: un plauso meritatissimo al nostro capogita Stefano che ha aspettato il gruppo dei più lenti (450m/h pause comprese) e ci ha consentito di arrivare in cima e non essere dirottati verso il Breithorn come avrebbe voluto qualcuno...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Traverso in buone condizioni, considerare l'utilizzo dei rampant come precauzione visto che i passaggi sono stati numerosi e la neve è quasi ghiacciata.
Forte vento al colle ma fortunatamente non fastidioso né sul ghiacciaio né, sopratutto, sulla cresta.
Cresta in ottime condizioni, una corda non fa male ma se uno è pratico si sale e scende senza troppi problemi.
Discesa su neve dura, poi pian piano abbiamo trovato la marcetta desiderata. Solo un po' troppo tardi. Peccato
Io con un po' di patema d'animo per la cresta ma si sa. Franzo ed Enzo inarrestabili e mai stanchi. Marta tenace tosta e scialpinista con i fiocchi. Grazie di cuore ragazzi! Ale mi sei mancata!


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale ::
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima gita.ospizio confortevole. ambiente Alpino. ottima traccia. Tanta gente fra breithorn e leone. Traverso in buone condizioni (meglio coi rampant / delicato). Cresta alpinistica con panorama finale sui massicci dell'oberland. Discesa su trasformata. Miracolo a simplon pass.
Solita ottima compagnia.


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: ..
attrezzatura :: scialpinistica
Davvero una magnifica gita, impreziosita dalla parte alpinistica finale. Dormito all'Ospizio (ottimo), partiti poco dopo le sei nelle nebbie, che si sono a poco a poco alzate lasciando spazio a una bellissima giornata primaverile. Traverso un poco delicato (utili i rampant). Cresta in condizioni perfette, con ottima traccia (indispensabili i ramponi). Discesa: splendido firn per tutto il pendio sotto il colle del Breithorn, poi sempre ben sciabile fino al passo.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: nulla da segnalare
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dall'ospizio con la frontale, in basso stanotte non vi è stato rigelo notturno. Traverso stamane in buone condizioni, per andar sereni il rampant aiuta.
Arrivati al colle la nuvole se ne sono andate. Tanta gente, oggi soprattutto sul Leone.
Bella discesa, in alto ottima neve trasformata, dal traverso in poi ha risentito invece del gran caldo.
Fermata all'anticima, detta Leonessa, bellissima gita e ottima la compagnia del gruppo!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Ancora lavori in corso tra Gondo e Gabi, una sola corsia con semaforo.
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Di nuovo al Sempione sul classico itinerario del Leone, che dopo aver salito in condizioni estive torno ad affrontare come gita sci alpinistica. Partiti dall’Ospizio con cielo sereno portiamo gli sci in spalla per una decina di minuti, poi troviamo neve continua con una sottile crosta non portante su fondo cedevole. La neve al mattino è rigelata e portante a partire dal traverso sotto la cresta dell’Hübschorn, che mostra una striscia di circa un metro priva di neve oltre ai residui di recenti scaricamenti, ma risulta comunque ben percorribile; ben diversa situazione si incontra al ritorno, quando le alte temperature hanno considerevolmente smollato il manto. Salendo verso il ghiacciaio di Homattu incontriamo neve sempre più dura che fa ben sperare per la sciabilità al ritorno e rende necessari i rampanti nei tratti più ripidi. Dopo il Breithornpass la neve esposta al sole si presenta già smollata in superficie; alcune nuvole in anticipo sulle previsioni raggiungono la cresta Sud del Leone dal versante italiano. La cresta, completamente innevata, si percorre agevolmente con i ramponi grazie ai numerosi passaggi di chi ci ha preceduto, compattando la neve che fuori dalla traccia presenta una consistenza già pericolosamente compromessa. Procediamo slegati e come la maggior parte degli alpinisti presenti decidiamo di utilizzare la piccozza e un bastone. Le nuvole che ci accompagnano durante la salita si infittiscono proprio mentre arriviamo in cima, negandoci il piacere del panorama, ma la visibilità si mantiene comunque accettabile per la percorrenza della cresta anche al ritorno. Rimessi gli sci, affrontiamo l’interminabile attraversamento della conca del ghiacciaio di Alpje quasi completamente nella nebbia, mantenendo la direzione soltanto grazie alla tracce di passaggio esistenti. Tornati finalmente al Breithornpass attendiamo qualche minuto che la visibilità migliori poi iniziamo la discesa dapprima su neve ottimamente trasformata in firn, poi sempre più molle man mano che dalla base del ghiacciaio di Homattu ci avviciniamo al traverso. Il pendio Nord-Est dell’Hübschorn ci saluta con sonore scariche di neve e sassi che per fortuna non raggiungono la traccia, mentre comincia a piovere. Dopo il traverso ci affrettiamo a scendere su neve ormai marcia; attraversando i fronti di diverse grosse valanghe cadute nei giorni scorsi ci dirigiamo al laghetto di Rotels che raggiungiamo sci ai piedi mentre la pioggia si è fatta battente, per diventare addirittura grandine mentre a piedi raggiungiamo l’Ospizio.
Gita in compagnia di Marco; le condizioni meteo non ottimali riducono solo parzialmente la soddisfazione per aver completato un percorso molto interessante soprattutto nella parte alpinistica, arricchito da una divertente discesa nel tratto che riguarda il ghiacciaio di Homattu.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
splendida gita, splendida neve da cima a fondo senza mollare. ritorno al parcheggio alle 12.00. bella traccia sulla cresta dove servono i ramponi. mooooltissima gente sul percorso del breithorn giustificato dalla qualità della neve in discesa

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Cresta tracciatissima, comunque utili picca e ramponi. Primi 100mt partendo dal colle su neve ventata, poi molla e diventa ottima. Nella parte bassa primaverile, migliore se ci si tiene a destra, su pendii piu' esposti al sole.


Con Ema, Riki e Ste


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Alla partenza nuvole nebbia e a tratti nevischio.
Traverso percorribile facilmente.
All'Homattupass si apre.
Vento al colle del Breithorn.
Cresta in ottime condizioni, si pesta praticamente solo neve. Sempre utili ramponi e picozza, alcuni tratti esposti.
Risalita al colle su buona traccia poi discesa con neve buona ma inevitabilmente tritata dalle decine e decine di scialpinisti in giro oggi.
Negli ultimi 200 metri prima dell'ospizio attenzione a qualche sprofondamento improvviso.
Dopo la salita di 2 anni fa mi ero detto che non ci sarei tornato tanto presto, invece eccomi qua. Stavolta ero anche più allenato e ho faticato meno.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
L’idea di salire il Monte Leone ci è venuta domenica scorsa al ritorno dall’Oberland vedendo le ottime condizioni di innevamento al Sempione. Montagna sicuramente da amatori, visto la complessità per raggiungerla e la vicinanza con il più facile Breithorn.
Pernottato all’Ospizio del Sempione siamo partiti alle 5 portando gli sci per 30-40 minuti. In discesa con alcuni “metti e leva” volendo si arriva al lago a 10 minuti dall’auto. Giornata bella e fredda. Questo ha permesso alla neve di rigelare e mantenersi perfetta ed a noi di salire coperti senza soffrire il caldo. Quando siamo saliti noi coltelli indispensabili. Cresta in ottime condizioni, e tranne due facili passaggi su roccette tutta innevata. Dalla vetta panorama mozzafiato sulle montagne dell’Oberland , e sui maestosi 4000 Svizzeri. Noi siamo scesi dal colle del Breithorn alle 12 trovando neve tipo moquette almeno fino a quota 2600 m, poi neve comunque sempre sciabile e da quota 2300 m cercando tutte le lingue di neve disponibili con brevi traversi sci in mano, siamo arrivati vicini al lago a 10 minuti dall’auto. Degna chiusura della stagione. In compagnia di Ettore, Margherita e Nino.


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ottimo fino al Passa del Sempione
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
L'innevamento e' ormai al limite,alla partenza e obbliga a portare gli sci in spalla per 15 min.In compenso dal colle del Breithorn al traverso sotto l'Hubshorn e' possibile fare una sciata eccellente.La crestina finale e' tutt'altro che comoda e,coperta com'e' di neve poco stabile richiede la massima attenzione.
Dopo alcuni tentativi infruttuosi oggi abbiamo trovato una giornata bellissima,e l'abbiamo sfuttata x raggiungere la vetta dell Leone.La strada non e' corta e tra sali e scendi ci si deve sciroppare 1800 m di dislivello,che uniti al caldo e alle difficolta' di salire una crestina decisamente impegnativa hanno completamente esaurito le mie energie.
Ma quando passa la stanchezza resta la grande soddisfazione di essere riuscito ad arrivare in cima al Leone;non ci sarei arrivato senza i consigli e l'aiuto pratico di Paolo Pettinaroli,che mi ha dato la necessaria tranquillita'.


[visualizza gita completa]
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
In salita conviene portare gli sci per due-trecento metri, in pratica sin quasi al traverso che immette nel vallone. In discesa, stando sulla sinistra, si scende senza problemi sino al laghetto dietro l'ospizio, in pratica a 5 minuti dall'auto.
Neve abbastanza abbondante e di qualità, a tratti molto bella, soprattutto se si scende stando sulla destra dei vari valloncelli. La cresta finale da fare a piedi è forse la parte più divertente, innevata il giusto e percorribile senza problemi in bel scenario di quota, a tratti esposta su pendii sfuggenti e vertiginosi.
Consigliabile ancora per un po', anche se la parte strettamente sciistica, fra spostamenti in falsopiano e risalite, è ridotta rispetto allo sviluppo della gita che comunque merita, almeno una volta. La qualità della neve compensa il tutto.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
monte leone ieri in condizioni ottime, tantissima gente sul breithorn molto meno sul leone come sempre..
neve fin dall'ospizio, traversino in buone condizioni e cresta finale anche.
in cima alle 12,30 iniziato a sciare alle 14,00 circa ma neve ancora ben portante viste le attuali temperature....
Sempre una bella gita in un bellissimo posto...

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
le condizioni ottimali sia per la neve sia per il meteo e le temperature, hanno reso il leone mansueto nella giornata odierna.
folla delle migliori occasioni dalla partenza dall'ospizio.
come tutte le volte, quasi tutti insistono a prendere il malfamato traversino sotto l'hubschhorn molto in alto, quando come da descrizioni "ufficiali" più in basso lo si prende meglio è. in ogni caso, oggi si faceva senza problemi senza coltelli, anche se in molti li usavano.
niente da dire fino al colle dei breithorn, poi come usuale solo un 10-20% prosegue oltre sul ghiacciaio di alpjer verso la cresta.
noi abbiamo tenuto le pelli, ma con il senno di poi le avrei tolte nella discesina verso la massima depressione.
dopo aver visto una volta la cresta in estate, direi che in primavera è molto meglio. quasi interamente nevosa e ottima traccia, solo un breve tratto richiede attenzione nella seconda metà, più che altro per l'esposizione. picozza e ramponi più che utili.
tempi lunghi, tuttavia nonostante il tardo rientro al passo, come da previsioni meteo la neve ha tenuto ottimamente regalandoci una discesa su neve primaverile da cima a fondo.
nel vallone sotto la parete est dell'hubschhorn, tenendosi all'ombra delle rocce si trova neve farinosa, ma ormai molto tritata dai numerosissimi passaggi.
il motto di oggi è stato "determinati e pazienti", e così finalmente diversi del nostro gruppetto, dopo precedenti ritirate, sono riusciti a togliersi la soddisfazione di salire in vetta a questa montagna.


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
ottimo rigelo. neve dura anche in discesa alle 13. Hanno mollato solo gli ultimi 50metri. Tanta gente, i più al breithorn. Io con Mauri. Cresta discreta.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2200
Gita molto bella così come la giornata.
Nonostante la stagione avanzata, si riesce ancora a godersi una bella sciata nella parte alta. Cresta finale un po' delicata, soprattutto se si sale tardi.

[visualizza gita completa con 5 foto]
Meteo bello e caldo, nebbie in dissolvimento al passo del Sempione alle 6. Rigelo notturno a partire da 2200 metri. Traverso sotto l'Hubschhorn in buone condizioni. Cresta finale ottimamente pistata. Data la frequentazione dal Breithornpass si scende praticamente su una pista, meglio attendere che il sole rammolli un poco. Neve sfondosa solamente negli ultimi 100 metri di dislivello.

[visualizza gita completa con 5 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
giornata spettacolare....assenza di vento (almeno fino le 11 e 30 quando ho comincito la discesa) cielo sereno fino 10 30 poi qualche nuvola di bel tempo...partito alle 7 da osp.sempione in cima alle 10 30 alla macchina alle 12 15....cresta in ottime condizioni tutta tracciata(tutta neve a parte qualche passaggio di roccia facile)neve:non delle migliori ma tutta sciabile senza problemi!!
ambiente magnifico!!!!

[visualizza gita completa con 23 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
Partito alle 7 dall'ospizio,bellissima giornata forte vento in quota,discesa su fantastica farina fin sopra il traverso poi neve fresca un pò bagnata.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2300
Cheddire!Bellissima, veramente bello essere al 28 giugno e sciare ancora su neve fantastica...Oggi solo io, Mark ed un solitario al Breithorn, che saliamo poi al ritorno..ormai belli stanchi....La cresta del Leone non è banale, ora è piuttosto rocciosa, esposta ed alterna ancora qualche tratto nevoso delicato.Firn dei più belli che si possa immaginare dal colle del Breithorn sino a 2500 m. poi per lingue nevose si scende ancora sino a q. 2250 incrociando il sentiero in piano che porta sopra l'Ospizio.Giornata indimenticabile...e forse ultima gita con gli sci :-(

[visualizza gita completa con 11 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2100
Si parte con gli sci (questo 4 giorni fa) a 5 minuti dall'Ospizio.
C'è ancora tantissima neve, ma il traverso dell'Hubschorn è ormai sicuro.
La cresta che porta in vetta è innevata e presenta qualche cornicetta che richiede attenzione.
Discesa su neve magnifica con partenza alle 11 dal colle del Breitnorn.
Partecipanti: Max,Andre,Pedri


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: ottimo al sempione
quota neve m :: 1700
Condizioni buone in salita anche se c'è stato scarso rigelo notturno in qs ultimi giorni; partiti alle 6 dall'ospizio, al colle alle 9:30 con tanta gente, diretta specie sul Breithorn. Alle 11:30 in vetta con cresta finale ben tracciata e in ottime cond. Peccato la nebbia finale che ci ha precluso ogni panorama e fatto vagare al ritorno per qualche ora nei pressi del colle del Breithorn prima della schiarita decisiva che ci ha fatto reintrare di gran lena!! (alle 18...)
Per fortuna non faceva troppo freddo, ma nel dubbio di maltempo persistente abbiamo pure costruito una bella truna-igloo insieme ad Max, Beppe e soprattutto Paola bravissima nell'intemperie... Un grazie anche al soccorso alpino che, allertato da Max, ci ha poi atteso all'ospizio, agevolati ormai dalla fortunosa e benedetta schiarita...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 1300
Partiti alle 6,00 La neve al traverso sotto l'Hubschhorn era dura, quindi abbiamo preferito mettere i coltelli; Passato il traverso non sono più necessari. Attraversato il ghiacciaio di Alpjer ci siamo portati al colletto (3373 m) dove inizia la cresta. Abbiamo risalito la cresta per pochi metri poi, a causa dell'abbondante neve fresca caduta nella notte, abbiamo preferito rinunciare. Per la discesa ci siamo diretti a S, percorrendo il bellissimo Alpjergletscher e, per vallette, canali e boschi, con una lunghissima e complessa discesa, il cui itinerario è spesso di difficile individuazione, siamo arrivati ad Alte Kaserne (1157 m).
Gita fantastica, che abbina ad una salita lunga ma di grande soddisfazione una discesa bellissima, in ambiente selvaggio e impervio
Grazie a Barbara, Flavio, Francesco e Marco per la piacevole compagnia; un saluto agli amici di Borgomanero incontrati sulla cresta
Foto su
-mei-muntagn.it


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2000
Utili picca e ramponi su cresta finale
Ritorno dopo qualche anno su una montagna che rifarei altre 100 volte. Tempo super nonostante il meteo suisse prevedesse vento forte.
Discesone super dall’ Alpjergletscher su AlteKaserne Q. 1157 per un dislivello in discesa di 2396 mt.
Compagnia numerosa con il Boldreik, il Galbio, il Giuseppe ed il Monfre – Gianni e Mau hanno dirottato sulla Paretina – Jean Michel se l'è presa comoda..ma ha risolto brillantemente il giro concedendosi a noi per pochi minuti sulla cresta finale.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Bellissima ascensione, 5 ore dall'ospizio del Sempione; la cresta finale è in buone condizioni, qualche passaggio esposto, necessari ramponi e picozza.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 2000
Salita con gli sci in una giornata freddissima di vento e nuvole. tutta con i rampant dall'ospizio alla cima per nevina impalpabile su fondo granitico
Con Giacomo

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2000
Partito verso le 7 dal parcheggio dell'ospizio sci ai piedi. Numerose comitive verso il breithorn e numerose nuvole dal colle in su! Mentre sull'altro lato della valle sembra ci fosse un poco di sole. Traccia fino al colle molto battuta, quasi autostradale. Dal colle solo qualche segno di passaggio fino alla cresta, ben tracciata. In vetta solo due cordate di guide vallesi con clienti. Discesa prima su crosta triturata e rigelata. Dal traverso sotto l'hubschorn trovati bei canali con neve polverosa stando tutto a dx. Poi sempre più marcia fino all'ospizio. Tutto sommato bella gita, grande sviluppo e poi il leone è sempre il leone!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2000
Salita di enorme soddisfazione.
Partiti dall'Ospizio alle 8 la salita fino al colle del Breithorn presentava crosta da rigelo con qualche lieve problema di aderenza pelli.
Bellissima la cresta finale che dal ghiacciaio dell'Alpjer conduce in vetta non difficile ma estetica e molto aerea.
In vetta alle 12 poi ridiscesa tra le prime avanguardie della perturbazione su neve divertente e perfettamente sciabile fino all'Ospizio.

Partecipanti: Max e Piero


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 2000
Partiti dall'ospizio sci ai piedi alle 5 stamattina alle 9.30 in punta, a mezzogiorno a pranzo all'ospizio!!
Tempo nuvoloso fino al colle poi variabile fino al monte Leone e ritorno fino al colle.
Discesa all'ospizio con cielo sereno. Due centimetri di neve fresca nella notte su fondo duro, neve magnifica!!!
Ultimi cento metri fino al sempione con neve mollata dal caldo e dalla pioggia / neve notturna.
Ospitalità magnifica all'ospizio, merita soggiornarci!!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: strada sempione chiusa da ore 10 a ore 15 fino a 23 giugno
quota neve m :: 2400
portati sci fino al traverso sotto cresta NW del hubschhorn
arrivato fino al breithorn nord
in discesa neve perfetta fin poco sotto homattupass poi sempre più marcia
è sempre una gran bella gita, panorama splendido

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: strade sgombre di neve.
Neve a partire dall'ospizio. Gran freddo per tutta la salita: il sole lo si prende solo dopo il Breithornpass!!! La maggior parte degli scialpinisti si dirige verso il Breithorn, in pochi affrontano il Leone.
Discesa su neve 'arata'.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Saliti al Leone e di ritorno , al Breithorn .
Giornata magnifica , neve ottima ed abbondante .
un saluto al gruppo di mondovì .


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: ...condizioni gita ...
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Bellissima gita, noi siamo riusciti a partire dal piazzale con gli sci ai piedi. Molto utili i coltelli per la salita sino al colle. Bella la cresta del Leone e per fare qualche curva in più su quella bella neve abbiamo evitato il traverso e siamo scesi un po' sul ghiacciaio tra il Breithorn e il Leone. Poi siamo risaliti anche noi sino al Breithorn (Totale quasi 1800m. di dislivello). Bella discesa su neve primaverile anche se siamo scesi oltre 1/2 giorno. Ottima l'accoglienza all'ospizio e sopratutto contenuti i prezzi.
Comunque per quest'anno non si smette ancora.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
portati gli sci a spalle per una decina di minuti poi raccordando si arriva al traverso aggirando a sinistra il grosso masso ,tratti sconnessi per il passaggio in discesa ,utili i coltelli pendii in buone condizioni , dal colle scesi e attraversato con un lungo diagonale il ghiacciaio, lasciati gli sci e messi i ramponi risaliamo alla depressione di sinistra non quella piu' bassa, per il tratto di cresta le condizioni buone un paio di passaggi molto esposti (puo' essere utile anche la corda ) si arriva alla cima .Discesa : la cresta si presenta piu' facile in discesa , calzati gli sci si attraversa il ghiacciaio e risaliti i dossi con arrivo al colle e vista la giornata bella e il Breithorn a poco una virata a sinistra risalendo in cima , le condizioni della discesa bellissime specialmente il pendio sotto il colle fino al traverso che ti riporta verso l' Ospizio poi neve un po' cotta ma divertente , raccordando siamo arrivati a fianco alla macchina con gli sci
Gita lunga per il suo spostamento nella seconda parte , impegnativa anche per la crestina finale che le relazioni non danno molte notizie , abbinata anche alla salita nel ritorno al Breithorn è piu' che completa , noi siamo arrivati praticamente alla macchina con gli sci ma abbiamo parcheggiato dopo il passo sulla destra dove c'è la partenza per il vecchio impianto
grazie ai compagni di gita

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: ...condizioni gita ...
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): ...tipo di neve ...
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Condizioni perfette di neve e di tempo, scendendo alle 11,30 la neve era perfino ancora un po' troppo dura. In buone condizioni la cresta. Si arriva sci ai piedi all'Ospizio. Giornata fredda.

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta rigelo portante
Come al solito si tratta di un bell'itinerario: completo e di soddisfazione.
Partito alle ore 8:05 dall'ospizio giungevo in vetta alle ore 10:55.
Nonostante le decine di persone sull'itinerario sino al Colle del Breithorn sulla vetta del Monte Leone ero da solo.
Meteo come da previsione, cielo velato e poi sole con nuvole.
Itinerario in buone condizioni la neve secondo me è da quattro stelle, sicuramente non come Domenica scorsa.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
portato sci per circa 20 minuti. Cresta finale con una spolverata di neve fresca. In discesa trovata lingua per scendere il massimo. Comunque 10 minuti a piedi.
Ora dopo 37.000 metri di dislivello chiudiamo la stagione.
Mino e Mauri

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 1/5
neve (parte superiore gita) :: Trasformata
Ci siamo fermati al colle del Breithorn per tormenta (vento molto forte e nevischio, non si vedeva nulla). Peccato, perchè la neve era bella ed ha tenuto fino in fondo. Gli sci si calzano a 15' dalla macchina.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 1/5
neve (parte superiore gita) :: ottima su tutta la discesa
grande salita con giornata serena e calda.
neve dura su tutto il tracciato per il colle.
la cresta è in buone condizioni con pochi cm di neve fresca.
discesa da urlo sino all'ospizio

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 1/5
neve (parte superiore gita) :: Dura e ventata in salita
Confermo i commenti di Stillavato dell'11/3. Aggiungo che oggi siamo stati fortunatissimi poiché la meteo (vento) è stata meno forte del previsto. Anzi al ritorno la conca del ghiacciaio era quasi un forno ! Grandiosa gita da fare al più presto, fino a che si mantengono queste condizioni eccezionali di sicurezza. Al ritorno grande sciata fino al canale dell'Hubschorn su ottima neve. Poi un po' crostosa. Infine trasformata. Complimenti a me e al grande Claudio G. per la performance

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
quota neve m :: 2000
Giornata fredda ma serena.Grande montagna e sciata mitica con neve polverosa .Claudio si è fatto aspettare ma in vetta ci siamo gustati un buon grappino.La cresta è mozzafiato ed esposta.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: 2/5
neve (parte superiore gita) :: ventata, arata dai tanti passaggi
l'itinerario è iper tracciato ed è difficile, se optate per una giornata anche feriale purchè di bel tempo, di essere da soli. Le pelli tengono poco, la neve è dura, sembra davvero essere in pista, ci vogliono i coltelli, non chè picca e ramponi obbligatori per la cresta aerea, facile e tracciatissima. Quando si arriva al colletto a 3372 non lasciatevi abbattere: l'attraversamento dell'Alpiengletscher è veloce e tanto vale farlo con pelli e coltelli che verranno lasciati sugli sci mentre vi gustate la crestina finale.
Noi al ritorno abbiamo anche salito il Breithorn 3436 con modesta risalita: quest'ultima è una bella salita ma gli manca il finale alpinistico...

con Marco C.,Bruno P. e la impavida e super Cecilia T.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: 1
neve (parte superiore gita) :: ultra trasformata
neve ultra trasformata durissima, quindi nessun problema per la discesa, sembra quasi di essere in pista, per la salita qualche problema a far tenere le pelli.nel complesso bella gita compresa la crestina finale. il sole e stato quasi sempre coperto ma faceva un caldo. comunque la neve tiene

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: ghiacciaio
difficoltà: BSA :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Ovest
quota partenza (m): 1997
quota vetta/quota massima (m): 3553
dislivello totale (m): 1756

Ultime gite di sci alpinismo

08/10/18 - Breithorn Occidentale da Cervinia - luca94
Partiti dal grosso parcheggio sotto i primi impianti di Cervinia, si risale per il ripido sentiero n.15 che arriva a Plan Maison. Sci a spalle fino al Teodulo poi finalmente si mettono scarponi e sci [...]
29/07/18 - Parrot (Punta) da Indren - lakota
Ieri è finita una stagione scialpinistica unica; con una discesa da sogno dalla vetta della Parrot. Tanta neve, che ricorda gli anni che furono...quando il ghiacciaio non aveva le code di alpinisti i [...]
22/07/18 - Grande Motte (la) da Tignes - lakota
Salita in cima alla grande motte. Con gli impianti poca soddisfazione in salita...ma sciare con un dito di polvere a luglio è una gran cosa. Tentata la nord, ma troppo dura sotto il dito di farina.
22/07/18 - Pers (Aiguille) da Pont de la Neige - g.bona
Piste chiuse all'Iseran, ma tutto ben collegato. Non si tolgono mai gli sci ad eccezione degli ultimi 50mt di dislivello prima della cima. Discesa fino al traverso su neve alveolare, praticamente ins [...]
18/07/18 - Zumstein (Punta) da Indren - sanet
Partiti con le frontali dal Rif. Mantova con freddo polare almeno fino al colle del Lys. Giornata galattica con cielo blu cobalto fredda ma senza vento. Solo noi in sci. Poi scendendo incontrati un pa [...]
14/07/18 - Parrot (Punta) da Indren - giogalimba
oggi vento fortissimo gelido in cresta-la neve si è conservata magnificamente almeno fino alla seraccata della Vincent, dove l'enorme traccione di salita e profonde rigole disturbano la sciata, consi [...]
11/07/18 - Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita da Indren - everest
Condizioni ancora piu' che buone ,qualche crepaccio ancora mezzo coperto ma ben visibile ...raro vedere il ghiacciaio a luglio in questa situazione.Saliti dal canale con buona traccia al Gnifetti ,ott [...]