Tibert (Monte) da Santuario di San Magno

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1700
Giornata serena, un po di vento in cima,neve scarsa,in discesa bisogna cercarsi il percorso con neve piu continua per evitare "gava e buta", toccato alcune pietre, tra pochi giorni non sara' piu' fattibile
Ciao a tutti

M. Tibert

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
La diretta in salita ha poca neve, si ravana parecchio sull erbetta, dai 2100 meglio, in cima un po’ di vento ma non fatidioso, sempre bello l ambiente, sceso dal vallone del Siolet, decisamente piu neve che dalla diretta, rientro su stradina al limite, se non ne arriva è meglio fare altro o andare in alto, pensando al babbo

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Si parte e si arriva sci ai piedi alla macchina ma gita alla frutta e anche oltre... Messi gli sci seguiamo la strada - sentiero nei primi 100m di dislivello poi alcuni lenzuoli di neve più o meno continui consentono di salire agevolmente in vetta. In discesa nella parte alta neve dura e qualche accumulo fastidioso qua e la ma stando sulla neve vecchia la sciata è tutto sommato divertente. Detto ciò almeno abbiamo allenato la gamba con qualche ripello sempre sugli assolati pendii sud. Discesa finale su neve marcetta nella parte bassa ma più bella di quanto mi aspettassi. Ultimi 200m seguendo la strada e qua se ne toccano di pietre ma avevo gli sci adatti :)
In compagnia della Vale visti solo altri 3 ski alp che salivano mentre scendevamo.


[visualizza gita completa con 8 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: In auto fino al santuario
attrezzatura :: scialpinistica
Gita pomeridiana assolutamente non azzeccata. Da metà percorso in sù vento forte, sulla cima nel tempo di prepararsi alla discesa zaino pieno di neve, freddo intenso. Discesa effettuata sul pendio ovest dove in genere in questa stagione qualcosa di buono si trova, oggi niente, crosta non portante subito, parte mediana un pò meglio cercando i tratti di neve riportata, parte sotto come sopra, solo nei tratti senza pendenza si riusciva a fare qualche curva su neve soffice.
Va bè, non tutte le ciambelle riescono col buco.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Ok fino al santuario
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti prima al crosetta dove era già presente una traccia di 3 skialpers...poi nonostante il vento abbiamo tracciato la divertente ma lunghissima cresta fino al tibert con qualche passaggetto tecnico e gran ambiente. Discesa x la normale su neve collosa, sciabile solo nella parte alta. In basso è salita la nebbia dunque ravanage e disagio fino alla macchina dopo aver toccato un po' di pietre. PS occhio agli accumuli da vento.

Visto che son tutta la settimana a Torino oggi mi sono risparmiato il caos e così abbiamo optato per questa variante alla battutissima argentera. Con Marco, buona la prima.


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si parcheggia tranquillamente sia al santuario che dopo, sempre lungo la strada.
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Purtroppo data l'esposizione a Sud non è più possibile partire con gli sci ai piedi. Si portano in spalla per circa 100 metri di dislivello, poi iniziano delle lingue di neve e neve a chiazze che si protraggono almeno fino a 2100 m. Da li in su neve continua, anche se molto dura e, tranne nei pressi della vetta, con zero rigelo. Soprattutto in discesa, verso la fine, è stato un continuo togliere e mettere gli sci. Credo che ormai a queste altezze per quest'anno sia meglio indirizzarsi verso le esposizioni a Nord. Un consiglio: scendendo occhio a tenervi sulla destra (verso il santuario per capirci), se imboccate il vallone sbagliato vi ritrovate sulla strada e dovrete fare un pezzo a piedi.
Gita in solitaria, partito alle 8 dal Santuario, con passo tranquillo arrivato in vetta alle 10:30. Breve sosta, foto di rito, poi discesca, a tratti anche molto ripida, e alle 11:45 ero all'auto. PS: ultimamente sempre meno gente scrive recensioni: se trovi utile la mia la prossima volta fanne una anche tu! Grazie!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Ottimo innevamento, si arriva con gli sci ai piedi al santuario (con questo caldo ancora per poco). Scesi alle 10.30 prima parte ottima neve trasformata, dopo troppo bagnata... Consiglio di scendere entro le 9/9.30.
Nel complesso bella giornata di sole in ottima compagnia.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata spettacolare senza troppo affollamento, discesa iniziata poco prima di mezzogiorno su neve molto bella in alto ed un po' pesante in basso ma sempre ben sciabile. Con Silvia, Marco e Laura

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
attrezzatura :: scialpinistica
Neve molto dura, segnata dal forte vento che ha caratterizzato la seconda parte di gennaio e dai numerosi passaggi di scialpinisti e ciaspolatori.
Discesa con alcuni tratti iniziali non facili ma via via migliore scegliendo i pendii meno segnati da vecchie tracce gelate o esposti in pieno sud.


[visualizza gita completa con 10 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Nella parte centrale il vento ha scoperto ampi tratti di terra. In alto abbiamo trovato una superficie liscia e compatta leggermente ammorbidita dal sole. Da quota 2300 in giù è meno consistente e si sprofonda un po' ma la discesa rimane divertente

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Ok. In auto fino al santuario di castelmagno
quota neve m :: 700
attrezzatura :: scialpinistica
Veloce sgambata sul tibert... Classico itinerario fino circa alle grange dei 2000 mt. Poi causa vento consistente con raffiche violente saliti per valloncelli, fino sotto la cima dove ci siamo fermati al riparo della parete rocciosa... Discesa in alto da tre stelle con un misto di farina compressa poi a scendere trovata neve marcia dove si sprofondava al limite della sciabilita'... Oggi nessun rigelo notturno...
Grazie ai compagni di gita... Orlando... Christian... Mario... Danilo... Katia.. Ed il fido Leone....


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
Bella gita molto panoramica con pendii remunerativi.
Oggi gran caldo come previsto....purtoppo!!
Tracce varie di salita tutte buone,non indispensabili ma posson tornar utili i coltelli.
La parte alta neve dura ventata con cremina sopra,molto bella,poi tratto di crosta morbida,sfruttando le dorsali sotto si trova quasi firn molto bello,poi neve dura e ultimi 200 metri neve crostosa brutta e molle alla macchina,nel complesso bella gita consigliata partendo presto visto lo zero previsto di domani,noi scendendo a mezzogiorno già molle.

Grazie a walter per la scelta della gita ottima,con matteo,cami e beppe


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
era un po' che non faccevo un Tibert così deludente in discesa.
Si portano gli sci 5 minuti sopra il santuario poi seguendo la stradina che va a Grange Nollo c'è neve a sufficienza.
In discesa decorosi i primi 100 m. di dislivello (stile pista battuta) poi dal piloncino in giù abbastanza complicato e faticoso perchè è tutto grottoluto e smosso ; dato che il sole non aveva mollato (ore 13) la neve , mi sono impelagato in una goduria per gambe e caviglie; allora mi sono buttato dove non bisognerebbe mai passare ossia per i ripidi penddii giù nel vallone del Sibolet,ieri nè carichi nè, a quell'ora,ghiacciati rientrando dalla stradina bassa fino all'ultimo prato sopra il Santuario, si arriva quasi in fondo sci ai piedi

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
attrezzatura :: scialpinistica
Manca la neveeeee!!!! Ho toccato con gli sci parecchie volteeee!!!

[visualizza gita completa]
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Ritorno in val Grana e per la prima volta in veste invernale. In alto la neve era ben sciabile, ma scendendo il caldo se la sta portando via in fretta e quella che rimane ne risente parecchio. Molto contenta dell'esordio stagionale con la nuova attrezzatura ancora in fase di rodaggio e ottima giornata con gli altri soci!

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
attrezzatura :: scialpinistica
Neve sciabile in alto in bei toboga di neve lavorata dai passaggi, più a valle, caldo e passaggi rigelati a malapena hanno creato solchi dove sciare era per lavoro per quadrcipiti non alla prima gita. Una splendida giornata. Un po' di ressa ma sempre piacevole ambiente.

[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Salita piacevole e diretta. In discesa sciata divertente nella parte alta (neve lisciata dai molteplici passaggi), poi neve pesante. Bella giornata di sole in ottima compagnia.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata spaziale , fin troppo calda, mai vista tanta gente su dal santuario : si scende bene se si azzecca la finestra temporale quando la neve ancora dura va a mollare e in basso non è ancora fradicia , oggi circa due ore tra le 10 e mezzodì.
Comunque per essere il 18 novembre .....

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Innevamento non abbondante ma più che sufficiente su tutto il percorso. Neve decisamente assestata, ma naturalmente non trasformata. Comunque mai sfondosa. Dove sono passati la maggior parte degli scialpinisti, è quasi una pista. Fuori, sciando leggeri, non è neanche male. Giornata calda. Un centinaio abbondante di scialpinisti. Io e la Cris, buoni ultimi, abbiamo trovato il bar senza birra!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Neve abbondante su tutto il percorso, assenza di vento ma velature leggere, accumuli e lastroni piccoli da vento sotto alla punta,
sciabilità un poco difficile nella parte alta per mancanza di trasformazione profonda, la parte centrale del canalone bella trasformata/marcetta....e in veloce trasformazione, parte bassa marcetta ma sciabile, se prende un bel giorno di sole e un bel rigelo va in condizione.
il vento ha pelato le creste in alto sui versanti nord....Omo Brum ecc.

oggi con Alice ci siamo fermati 10 metri sotto alla croce ,e abbiamo lasciato gli sci sotto alle roccette per evitare un lastrone insidioso, Marco e Attilio
i geki dalla liguria.....soli in vetta....
saluti a chi legge ....

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: si arriva al Santuario
quota neve m :: 900
attrezzatura :: scialpinistica
Variazione Tibert. Per stare più tranquilli saliti nel Vallone Intersile. Poco prima del Colle, lungo traverso diagonale per raggiungere il filo di cresta. Da lì velocemente alla croce di vetta. Un grazie particolare a Davide che si è sobbarcato l'onere di tracciare sino in cima. Visto le temperature abbastanza alte e l'orario di discesa (dopo le 12) confidavamo in una neve che avesse mollato un pò e ci regalasse il piacere di qualche bella curva. Ma invece in agguato la crosta non portante e sfondosa nella parte alta che ha migliorato nella parte mediana e finale. Valutazione abbondante che tiene conto del piacere della salita in un bell'ambiente e panorama.

Oggi con Davide e Orlando
Visto 2 con ciaspole su Crosetta. altri 5 o 6 su Tempesta


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: ok sino al Santuario
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti ancora sci ai piedi seguendo la strada che nei pressi della ex Tana d'la Marmota diventa praticamente una piccola esile lingua che costringe per alcuni metri a scendere a bordo strada per risalire sul ciglio poco più avanti. Seguito la mulattiera sino al pianoro appena sotto le grange dove l'innevamento migliora. Salito direttamente al cippo e poco prima dell'ultimo pendio sotto la croce messo i rampant per neve molto dura praticamente ghiacciata e liscia dove le pelli cominciavano a perdere aderenza. Rimasti in vetta poco per il vento fastidioso e freddo. Un saluto ai due ragazzi del Cai di Peveragno incontrati in cima. Discesa, che dire, atroce sofferenza per la neve dura rigelata e molto tritata dai frequenti passaggi con crosta di difficile interpretazione e di dubbia sciabilità. Il vento e le temperature polari hanno fatto molti danni al manto che si presenta estremamente increspato e con fondo non portante che ha messo a dura prova le nostre gambe e articolazioni. Molto meglio il paesaggio e la compagnia. PS: per lingue arrivati ancora praticamente alla macchina ma chissà quanto durerà ancora. Alle prossime

Oggi con Davide
Una decina in vetta


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: pk
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Dopo ampie riflessioni abbiamo pensato al Tibert alla ricerca di neve già trasformata in virtù delle insolite ed elevate temperature dei giorni scorsi. In salita abbiamo iniziato sulla estrema sinistra infilandoci nella gorgetta che risale alla grande grangia alpeggio. Poi ho abbiamo percorso gli ampi costoni sino alla vetta. Il manto è molto variabile: si passa da zone già trasformate, almeno parzialmente in alto, a parti con crosta non portante ma sciabile a farina polentosa anch'essa ben praticabile. Insomma una gita gradevole sommata alla giornata meravigliosa. Oggi per noi erano 30 anni di scialpinismo. Appena la trovo posterò qualche foto d'epoca ah ah. Tanti auguri a tutti

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
attrezzatura :: scialpinistica
Neve: poca (nella prima parte) e comunque arata e durissima: sciare è un'altra cosa. L'importante è esserci ma speriamo nevichi ... Io non mi sbilancerei a consigliare questa gita ...
Meteo super e bel panorama dalla cima affollatissima, tanta gente, molta di Liguria ... 5 stelle per la cumpa: in 9 del CAI ULE GE sottosez Sestri Ponente.
Ottimi i gnocchi al Castelmagno nella trattoria vicina al Santuario !!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Castelmagno
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Nulla da aggiungere al commento tecnico di Robertov. La parte alta e, scendendo, dove vi sono più arature gelate, è difficoltosa e per nulla divertente, mentre nella parte centrale è primaverile dura ma sciabile anche per quelli, come me, meno bravi tecnicamente. Consigliamo di scendere da destra. I rampant sono, a mio parere, necessari, tanti hanno messo i ramponi per arrivare in vetta. Anche dopo le 13 la neve molla poco.
con i miei più cari amici: Umberto, Carlo, Marco, il grande alpinista da 4 K Enzo ed il grande terzino di Serra Riccò Fede.
In vetta ritrovo un vecchio amico grande alpinista: Mauro Rossi :-)


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: posteggio al santuario
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Sci in spalla per 10-15 minuti dal santuario. Mai gita di ripiego ( 45 minuti fermi in autostrada ci hanno deviato dalla nostra meta originale )si è rivelata più azzeccata.
Ho montato i rampant dall'inizio anche se non si sono rivelati indispensabili. La neve oggi non ha mai mollato anche se abbiamo iniziato la discesa alle 13,00; abbiamo quindi optato per i pendii sulla destra in modo da evitare le innumerevoli tracce rigelate sul percorso di salita dopodiché abbiamo percorso la stradina e tagliato per prati e lingue di neve fino a pochi minuti dal santuario.
Giornata decisamente affollata, gita effettuata con Gino e Mimmo.
Un saluto a Stefano e Ghigo incontrati sul percorso


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Bel giro pomeridiano, salito dal placido vallone al colle di Intersile, qui o messo i coltelli e proseguito per la cima su neve dura. Discesa dal versante Crosetta. Ottima salita con temperature confortevoli, in cima mi ha accolto il generale inverno con gelido vento da nordovest. Oggi non ha sgelato, neve a 4 minuti dalla macchina

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok fio a san magno
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
gruppo di 9 persone,6 skialp e 3 ciaspolatori,sci in spalla per alcuni minuti,giunti in cima noi 6 siano scesi sul versante sud ovest fino a 2500 m circa su bella neve,poi ripellato,tornati in cima e scesi verso san magno su neve ormai abbastanza molle,erano le 13 circa
giornata primaverile,nella parte bassa la neve se ne sta andando
oggi ci saranno saliti oltre 100
ciao a tutti


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada pulita sino al Santuario
attrezzatura :: scialpinistica
Nulla di rilevante
Bellissima giornata con Ilario, seconda gita dopo 2 anni di inattività.
Scesi nel vallone del Sibolet per sfruttare al massimo il pendio, poi stradina sin quasi al Santuario.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Stessa gita a distanza di una settimana o poco più. Alla partenza la neve scarseggia anzi manca. Leggero portage sino al pianoro sopra il piazzale del Santuario. Da lì sci ai piedi seguendo alcune lingue nei passaggi obbligati. Nel piano sotto le Grange situazione decisamente migliore neve continua anche se appena sufficiente. Calzato rampant per neve dura poco sotto le grange. Visto gli ampi spazi in salita abbiamo preferito non seguire le tracce preesistenti. Oggi giornata tersa ma molto calda con inversione termica. Peccato visto la stagione appena iniziata, Vetta affollata. Visto due skialper scendere direttamente sul versante lago Tempesta. Discesa su neve trasformata divertente e facile per 2/3 di discesa sino a poco sopra le Grange. Okkio ai buchi in formazione e alle pietre affioranti. Parte finale con erba affiorante e alcuni passaggi obbligati con poca o senza neve. Con cautela siamo arrivati sino appena sopra alla fontana del Santuario, ma se non arrivano altre precipitazioni e se continua il caldo durerà ancora poco.
Oggi con Giulio, Edoardo e Davide. Un mare di skialper in giro. Alle prossime


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Può sembrare una valutazione errata definire primaverili le condizioni della neve al 10 dicembre….ma il manto nevoso, sui regolari pendii del Tibert, è effettivamente consolidato in profondità ed in fase di avanzata trasformazione, sia per l’esposizione a sud sia per le particolari condizioni climatiche di queste ultime due settimane.
Una classica in ottime condizioni ed una conseguente bella discesa.


[visualizza gita completa con 9 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Grande affollamento sul Tibert, oggi: almeno una trentina di sci-alpinisti sparsi! Cielo terso, sole, non un alito di vento, temperature mite, neve splendida praticamente fino alla macchina. Non si può chiedere di meglio per aprire la stagione! Col Donde.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi neve continua fino alle auto, ma durerà ancora poco, anche se dalla baita in su la copertura aumenta sensibilmente.
Neve primaverile molto bella, nella prima discesa ancora un poco dura, la seconda molto meglio.

oggi i geki dalla Liguria con Thor....

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: tutto ok fino al Santuario
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
.
Oggi sul Tibert con il collega "Biondi"! Salita facilitata da neve in via di trasformazione con grip eccezionale, a parte il primo tratto su stradina, dove i numerosi passaggi hanno lisciato per bene. Scesi verso mezzogiorno su neve primaverile a parer nostro veramente divertente. Con qualche peripezzia si arriva ancora fino all'auto.Il tutto condito dal bel tempo, assenza di vento anche in vetta, dove con qualche problema di spazio ci siamo cercati un posticino per mangiare: oggi sul Tibert fra prima e dopo di noi circa una quarantina di sciatori.....C'è bisogno di neve!


[visualizza gita completa con 2 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Castelmagno su 10 cm di neve dura-compatta ma sufficienti vista la morfologia del terreno (prati),ma in breve lo spessore aumenta e non ci sono piu' problemi.Salita sempre su neve portante dura,in certi punti utili i rampant.Discesa:molto bella
su croste portanti ,da meta' in giu' primaverile, in certi punti 6 ******.Si arriva comodamente sci ai piedi alla macchina .
Gruppone di 7 persone ,OTTIMA compagnia
Meteo stupendo,no vento,temperature nella norma


[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: sgombra e libera sino al Santuario
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Veloce sgambata prima di incombenti impegni familiari. Nessun rigelo notturno (7° alla partenza). Si parte ancora sfruttando esili lingue residue dal Santuario. Innevamento migliore dalle grange. Saliti direttamente al cippo senza seguire tracce tanto erano ampi gli spazi. Fermati a circa 100 mt dalla vetta per mancanza di tempo e soprattutto per la neve pesante e bagnata che faceva zoccolo sulle pelli. Pazienza ritorneremo. Meteo spaziale nessuna nuvola ma temperature pressochè primaverili. Gustato la discesa pennellando ampie e divertenti curve sui pendii intonsi sino al pianoro delle grange. Qualche buco comincia ad affiorare. Da lì in poi lo spessore del manto nevoso comincia a scarseggiare e il rientro comincia ad essere un'impresa. Speriamo in altre copiose precipitazioni. Nota: 15° al rientro h.12 La valutazione risente molto della sciabilità della parte alta e mediana e non rispetta chiaramente quella finale del rientro
Oggi con Davide che ha iniziato la stagione Skialp. Una ragazza che ha ripellato davanti a noi e sei dietro di noi.


[visualizza gita completa con 4 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
L'accordo del sabato sera prevedeva di andare in bici all'alpe di Rittana, ma quando l'abbiamo vista coperta di neve abbiamo scaricato le bici e dopo aver caricato gli sci siamo partiti per Castelmagno. Saliti per la via normale sprofondando abbastanza su una traccia precedente molto diretta. Scesi dal versante ovest su una discreta neve fin quasi alla stradina sottostante, negli ultimi metri qualche pietra l'abbiamo beccata. Poi su stradina e neve marcia fino al santuario. Tutto sommato non male, la parte alta di crosta portante morbida ha meritato la gita.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Per essere al 16 ottobre non mi lamento...La parte alta della gita molto bella, tipo neve primaverile, ma appena si scende un po' (complice anche la sabbia) diventa molto bagnata e quindi anche un po' pericolosa. In ogni caso si scende fin dalla macchina senza toccare una pietra, peccato solo per il gran caldo che mangiava la neve a vista d'occhio. comunque buona la prima!!!!

[visualizza gita completa con 5 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi meravigliosa neve primaverile sul Tibert! Cielo terso e sole splendente, ma anche un vento fortissimo (da perdere l'equilibrio!). Vari sci-alpinisti sia in salita che in discesa: in vetta invece, complici le violente raffiche, in pochi... e per poco... giusto il tempo di togliere coltelli, pelli e scendere. Gita indimenticabile per la bellezza dei panorami e dei pendii, condivisa con grande gioia con Carlo e Max.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Grande gita oggi al Tibert. Sci ai piedi alle 07:20 , in vetta dopo circa 3 ore. Molto utili i coltelli nel lungo pendio frontale causa neve dura. Abbiamo poi fatto un'oretta di sosta in vetta con cielo limpido, sole caldo e assenza di vento. Quindi discesa gioiosa su neve tipo pista, perfettamente trasformato e che tutto sommato ha tenuto ancora bene anche nella parte bassa. Un bel recupero di stagione, c'è da approfittarne anche se sotto i 1800 lo scioglimento è molto rapido. Almeno 50 persone sul percorso, tutte contente a giudicare da facce e commenti a San Magno

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Si arriva regolarmente sino al Santuario
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi volevamo provare l'esposizione Sud, sperando in neve trasformata primaverile che ci offrisse una sciata morbida e divertente. Temperatura calda già alla partenza e neve che cominciava a smollare ma dal cippo (Grosso Ciaperet) in sù abbiamo avuto due grosse sorprese, infida crosta non portante e visibilità scarsa con il sole che non voleva uscire da dietro le nuvole. In vetta vistose cornici sul lato valle Grana ma poca neve. Basamento della croce pressochè tutto visibile. Aspettato un pò sperando in qualche debole schiarita. Prima parte di discesa con visibilità compromessa e crosta non portante che ci ha fatto pellegrinare il giusto. Dal cippo in poi situazione leggermente migliore con neve pesante ma comunque sfondosa che però ci fa fatto fare qualche rada curva. Pazienza ritenteremo. Alle prossime
Oggi con Davide e Orlando. Un saluto alla simpatica comitiva di Passatore e dintorni con due cani al seguito


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: perfetto
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi giornata da cineteca, rigelo e tempo splendido, copertura eccezionale per la stagione, siamo saliti dal crinale sudovest su un tappeto liscio e immacolato come si vede raramente, scesi dal lato Sibolet dove non era sceso ancora nessuno su un firn immacolato e commovente
volendo anche la gorgia bella intasata e sciabile, si arriva alle auto ancora senza togliere gli sci.
i geki dalla Liguria una sciata da ricordare.
appena posso le foto
saluto chi legge.....


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale ::
attrezzatura :: scialpinistica
Ancora ben innevata, un po' dura in alto, bellissima sotto.
Da solo


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nessun problema
attrezzatura :: scialpinistica
Innevamento abbondante e senza interruzioni. Per me 5 stelle rappresentano la perfezione e quindi oggi ne assegno solo 4 perchè quando abbiamo iniziato la discesa (circa 11.00) in cima la neve era ancora un po' troppo dura.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: perfetto
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Bella salita con sole e panorami stupendi su neve trasformata che faceva ben sperare. Partiti abbastanza presto (8,20 ora nuova) ed in vetta in meno di 2 ore, ma non è bastato. Parte alta firn bellissimo su fondo ondeggiato, ma dopo 300/400 metri la neve è peggiorata molto diventando in basso un minestrone. Prima volta sul Tibert, linea di salita diretta e rapida, una cima che merita.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ottimo
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Mi sarei, durante la salita, aspettato una sciata regale, ma la primavera è il regno dell'effimero e basta poco a cambiare le condizioni. Partiti alle 8,45 ( ora nuova) dal Santuario, siamo saliti in poco più di due ore in una strana giornata che alternava sole caldo, vento e cielo velato.In vetta temperatura gradevole e commenti entusiastici di alcuni ski alpers che erano risaliti dopo aver ripellato.Discesa iniziata alle 11,30 ( ora nuova), molto bella nella parte alta. Abbiamo seguito la linea di discesa sul versante S-S-E ( via di salita) perchè temevamo sul versante S-O ( all'apparenza in condizioni splendide) di trovare neve ancora non rinvenuta. In breve, dopo trecento metri belli, il resto si è svolto su neve molto pesante da affrontare con precauzione.
Paesaggio splendido e vista sconfinata sulla pianura e sulle Marittime-Liguri.
Molta gente ma sparpagliata in diverse ondate.
Con Elio, Adriano,Franco e Federico.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: ndr
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata davvero molto bella, primaverile.
Inaspettato rigelo notturno. Neve trasformata dura nella parte alta , soprattutto sui versanti con esp un po' piu' a ovest dove siamo scesi noi, poi firn primaverile piu' in basso e neve umida sfondosa solo negli ultimi 200 metri con temperature rapidamente in rialzo sopra la media. Scesi alle 10,45.
4 stelle insperate

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: fino al santuario
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza alle otto e mezza con aria fresca ma gran sole, scesi alle 11 su neve perfettamente trasformata. Gita ottimale per questi giorni vista la gran quantità di neve e le temperature in rialzo, il versante opposto molto più acclive ed esposto a nord è costellato di valanghe.
Giornata fotonica, vista su tutto l'arco alpino occidentale e su tutta l pianura grazie allo smog spazzato via dal vento di ieri, in compagnia di Gabs, Daniele e tutta la compagnia di Racconigi-Morello


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: tutto ok, parcheggio compreso
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti alle 8.40 con primaverile trasformata e temperatura di zero gradi. Splendida giornata di sole e itinerario grandioso! Per me era la prima volta al Tibert. Discesa magnifica su Firn da favola in pieno sud. Sino a ieri pensavo che le 5 stelle fossero solo per qualche mitica discesa in powder, oggi mi sono ricreduto dopo aver sciato sul velluto!
Un grande ringraziamento al mio socio Maurino del CAI di Savona che ha saputo scegliere non soltanto un itinerario fantastico, ma ha avuto anche il coraggio di decidere per un itinerario di discesa alternativo (pieno sud), malgrado tutti i locals presenti e abituee del luogo lo sconsigliassero dicendo che si sarebbe trovata neve gelata. BRAVO!


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok sino al Santuario
quota neve m :: 800
attrezzatura :: scialpinistica
Sgambata mattutina prima del lavoro. Temperatura mite già alla partenza. Scarso rigelo notturno. Qualche leggera folata di vento in vetta. Ottimo innevamento dalle grange in sù. Salendo la neve cominciava già a mollare preannunciando una piacevole e divertente discesa che poi si è dimostrata tale sino alla macchina. Meteo favorevole con cielo sereno e panorama da favola. Visto un'altro skialper in direzione Intersile e altri tre quasi alle grange mentre eravamo in discesa. Alle prossime
Oggi con Davide.


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Passeggiata pomeridiana, volevo andare a cercar licheni sul Sibolet ma giunto al colle Intersile Eolo furente mi ha spinto al Tibert (raffiche a 70kmh). Bella discesa fin sopra le grange Sibolet poi stradina gelata e 15 minuti sci a spalle
Incrociati 4 ciaspolatori che scendevano dal Tibert.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ok sino al Santuario
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Altra sgambata mattutina. Che desolazione una volta giunti al Santuario. Neve molto rada e paesaggio tutt'altro che invernale. In questi giorni il sole e il vento con le temperature miti hanno assottigliato molto il manto nevoso. Oggi lasciato la macchina all'ex "Tana dla marmota" poi portagè sino alle ultime grange diroccate di circa 25 minuti e poi da lì neve continua sino in vetta. Ormai già trasformata e dura come il marmo. Usato coltelli. Da metà percorso in poi Eolo si è presentato con folate di intensità sempre crescente sino alla vetta dove rimanere era impossibile. Spellato in fretta e poi scesi su neve che non aveva mollato molto lavorata dal vento e dai tanti passaggi che ha provato molto le nostre articolazioni. Quasi al termine appena sopra le grange stava mollando un pò permettendo un sciata un pò più morbida. Poi portagè di un quarto d'ora sino alla macchina. Un saluti allo skialper di Cervasca visto alla partenza ma con destinazione ignota. Visti altri tre che proseguivano verso il colle Intersile.
Oggi con Demis, riconfermatosi il solito trattore. Alle prossime. Speriamo in ulteriori precipitazioni sennò è molto grigia.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si lascia l'auto al Santuario
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Fatto anello salendo dalla strada del col Fauniera. Portati gli sci 10 minuti. Saliti al Sibolet, spellato e fatto discesa lato val Maira su sastrugi galattici, ripellato per salire al Tempesta, scesi al colle Intersile e ripellaggio per il Tibert. Poi discesa stupenda su firn direzione Santuario con neve continua fino a venti minuti da quest'ultimo. Dieci minuti di ricerca neve ed altri dieci sci a spalla per tornare all'auto.
Dopo la gita abbiamo deciso di andare a pranzo al Rifugio Valliera, che si trova sopra la frazione Colletto. Un nido d'aquila, con strada appena asfaltata ed una pendenza da brivido, da percorrere solo con il benestare dei gestori sulle condizioni. Posto stupendo, come il trattamento che abbiamo ricevuto. Numero di telefono: 345 7803724


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: OK
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
si mette le sci 150m sopra il santuario

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: OK per Santuario Castelmagno
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
2 stelle e mezza. Tutto sommato non male, anche se un pò dura e irregolare. Noi siamo scesi, faccia a valle, nel catino di sx dove la neve era più morbida, sfruttando anche le lisce placche da vento. Rampanti indispensabili.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: OK
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Tempo molto bello e freddo -6 in partenza e oltre -10 a 2600 .
Abbiamo fatto l ' anticima est quota 2600 .
La neve era molto gelata e irregolare .Nei punti ripidi abbiamo faticato anche con i coltelli . Non avendo i ramponi abbiamo rinunciato agli ultimi metri per la vetta , raggiunta comunque da altri sciatori .
La discesa , contrariamente alle nostre aspettative , è stata gradevole e siamo arrivati a pochi metri dalla macchina .
Le condizioni generali lasciano comunque a desiderare , poca neve in basso , in alto più abbondante ma sempre dura .Distacchi importanti a sud est su Tempesta e Piovosa .
Due sciatori sul Viridio , discesa discreta ma saliti usando anche ramponi .

Abbiamo trovato una pelle nuova Coltex per sci larghi , lasci mio indirizzo e.gazzano@alice.it


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: libero
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
La neve che rimane è completamente trasformata, ma mantiene le lavorazioni del vento e dei passaggi dei giorni scorsi. Oggi in tutto il giorno la neve non ha mai mollato: saliti e scesi su neve durissima "a grattugia". Utili coltelli e casco. Dalla cima visto partire grosso distacco a lastrone di fondo dal versante sottovento a destra della Punta Tempesta a conferma della pericolosità di alcuni pendii nonostante il ridotto spessore del manto nevoso. Nessun rischio, tuttavia, su questo itinerario al momento.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Nulla da aggiungere a ciò che ha scritto Lupo Alberto.
Oggi Babbata per scambiarci gli Auguri.
oggi con Frank, Denis, Il Maestro, Andrea, Cagnas, Christian, Mattia, Elide, Mattia, Pablo, Giorgio, e il mio Babbo

Buon Natale dai Buzzi


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Salita classica su neve assi dura x il vento teso e molto segnata dai passaggi dei giorni scorsi. Meglio dall'ometto in su. Discesa per la dorsale dell'Intersile su manto appena increspato e divertente, poi la stadina conduce in modo ancor dignitoso al Santuario.
Bella giornata, vento e leggere velature, mare di nebbia alta sulla pianura. Bel gruppone, un pò sparpagliato dal vento ma riunito poi ai tavolini del bar per farci gli auguri.
Un Natale buono a tutti!!!


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: pulita
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata primaverile e neve anche; si parte e si arriva ancora sci ai piedi alla macchina ma siamo agli sgoccioli e gli ultimi 200 m. di dislivello in discesa sono di slalom tra le macchie di erba; in alto neve in corso di trasformazione dura in salita e morbida in discesa; più si scende e più diventa morbida ma, oggi, non papposa.

Giornata eccessivamente calda e senza un alito di vento neanche in cima;
con Ago e Mario ed un mare di altra gente!!


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Nessun problema
attrezzatura :: scialpinistica
Nessun problema a parte il parcheggio. Sembrava di essere alla "Fera d'la Madona" ma d'altronde, in montagna c'è posto per tutti. Neve quasi al limite dal Santuario ma si parte e si arriva ancora comodamente con gli sci. Salita agevole sotto un bellissimo sole ed un discreto caldo. Discesa praticamente su pista battuta per tutto il tracciato; pendii finali con qualità della neve scadente viste le temperatura non proprio nella norma. Comunque bene lo stesso.
SoDaPower in compagnia di un gasatissmo Stefano


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Tecnicamente la neve non ha ancora subito una vera trasformazione profonda, e le temperature alte e la particolare inclinazione del pendio hanno reso la neve dura ma non liscia da trasformazione al mattino, marcia quasi da polenta al pomeriggio
sciabilità 80/100 per via della mancanza di neve e fondo in basso
giornata stupenda,
i geki dalla liguria
un buon Natale a chi legge e un anno nuovo ancora migliore
sicuramente non è inverno e non è una situazione normale


[visualizza gita completa con 2 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada libera ma al santuario oggi molte macchine e scarsità di posti
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Neve duretta al mattino ,quasi da mettere i rampant, poi col sole si è fatta marcetta. Oggi centinaia di skialp e altrettanti ciaspolanti che salivano a ondate con affollamento in vetta. Discesa a tratti come in pista battuta. Temperature DECISAMENTE non Natalizie. Con mio Papà.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Centinaia di skialp oggi. Bella discesa su neve trasformata.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ok
attrezzatura :: scialpinistica
Meteo spettacolare, un sacco di gente diretta al tibert,sceso alle 10.30, ancora un'oretta ed era perfetta!
Ottima gita!
Grazie a Oreste e Ezio per i consigli!


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: nessun problema fino al santuario di San Magno
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Crosta portante su tutto il percorso, ben sciabile in discesa, in particolare sui dossi esposti in pieno sud.

[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
che dire... le temperature altissime di questo periodo( 13 gradi al santuario alle ore 13) hanno reso questa giornata strapiacevole visto anche le condizioni meteo incredibili (sembrava di essere nel mese di Aprile)....non si vedeva una nuvola a perdita d'occhio!!!..le uniche tracce bianche in cielo venivano lasciate dal passaggio degli aerei ...una figata!!!
non troppo traffico lungo il percorso, in tutta la giornata circa 10 skialper...l'ultimo a salire comunque sia sono sempre io che piu che uno scialpinista sembro un vacanziere che passeggia molto lentamente guardandosi intorno continuamente...mi hanno superato tutti ...ma chi se ne frega ;-) mi sono goduto la giornata in piena solitudine nonostante siamo partiti in 4... del resto ognuno ha il proprio passo !!! ...oggi ho visto il mio primo distacco a bocca di balena che Marco mi ha fatto notare!!!!
con la simpatica(compagnia)di Mario, Marco e Riccardo


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi è difficile valutare con le stelline..... temperatura alta e zero rigelo notturno, zoccolo in salita... velato fino alle h11.30 , l'ultima parte di salita un pò ostica x scivolamenti , la maggioranza dei scialpinisti si son fermati sotto la cima (panorama stupendo sulle marittime)
I primi 100m. di discesa discreta , poi umida e collosa.... x fortuna che c'è un bel fondo duro e i 10cm. di polenta erano nonostante tutto sciabili.....buona visibilità
(Sul versante sud.ovest della cima Tempesta distacchi da fondo)
Salita in Rosa.... e discesa con il bravo Rocco....
Ciao a tutti............


[visualizza gita completa]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: OK sino al Santuario
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Tibert atto II° si riparte, sperando che sia la volta buona. Presupposti meteo piuttosto incerti con velature estese già alla partenza. Sci ai piedi già dal Santuario e su stradina sino al bivio per le grange Sebolet e poi su neve sempre più consistente come quantità ma già molto umida ma ancora non pesante, sino al pendio finale appena sotto la croce di vetta dove abbiamo dovuto fermarci per neve molto instabile con scarsa coesione con gli strati precedenti, dove le nostre pelli hanno dovuto arrendersi. Quindi a malincuore si scende ed ecco la piacevole sorpresa. Neve primaverile che ci ha permesso una bella e divertente sciata su neve morbida e facile sino alla macchina con belle curve nella parte alta e mediana della discesa.
Oggi con Davide. Alle prossime


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: visto cadere valanghe a lastroni
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Ok sino al Santuario
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Sgambata mattutina prima degli impegni lavorativi e di famiglia. Nella notte il vento l'ha fatto da padrone e la neve ne porta tutte le conseguenze con onde cumuli e neve crostosa già alla partenza. Salito seguendo le provvidenziali tracce di un racchettaro davanti a me per quanto possibile. Alla partenza sole e temperatura accettabile ma man mano che si saliva il vento ha fatto sentire la sua voce direi patagonica. Mi sono fermato a circa 30 metri sotto la cima per raffiche insostenibili e a sentire lo skialper che era poco prima in cima ho fatto bene. In discesa la neve crostosa non ha fatto divertire ma comunque qualche curva sono riuscito a farla. Tutto sommato va bene così l'importante è salire. Alle prossime.
Oggi solo ma incontrato altri skialper, uno già in cima e altri cinque mentre scendevo.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto cadere valanghe a lastroni
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ottimo fino al santuario
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Salita pomeridiana, visto il gran vento ed i cumuli sono passato per il vallone Sebolet (riparato dal vento e senza troppe gunfie) con un percorso ad arco ho raggiunto il colle Intersile, poi per cresta (su crosta da vento portante) sono giunto alla cima sospinto da raffiche a 80 kmh !!!. Vista la bella valanga appena caduta sotto la cima sono sceso per lo stesso percorso godendomi i 500 metri di farina del vallone.
In piena solitudine nel solenne silenzio del vallone, poi in alto sferzato dal vento.


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Strada pulita sino al Santuario di Castelmagno
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
è nevicato il giorno prima almeno 15 cm, siamo saliti bene grazie alla traccia dell'atletico Carlo che sia allenava e di padre e figlio di Ventimiglia. Il cielo è blu, la temperatura è abbastanza alta.
Abbiamo visto qualche piccola distacco a lastroni e qualche valanga di fondo.
Prima gita della stagione per me, in compagnia di Ivano, Ritina e Aldo.
Ringrazio l'atletico Carlo per la traccia battuta in salita su neve fresca. Bellissima giornata, speriamo che venga più freddo e nevichi tanto.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: strada libera e pulita fino oltre il santuario
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
posato la macchina poco oltre il santuario, sci portati per 20 min. neve umida e temperature decisamente elevate( ore 8:30 6°C- ore 12 18°C) e quindi parecchio zoccolo soprattutto nella parte finale. discesa su ampi pendii ma presto bisogna ridiscendere per la strada per evitare le pietre.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Confermo quanto detto dalla precedente recensione.
Aggiungo che scendendo forse è più bello tenersi a dx del crinale, dove si trovano condizioni migliori di neve.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: no problem
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Al Santuario di Sam Magno la neve è troppo poca per mettere gli sci, quindi circa 30 min di portage poi neve continua fino in cima. Comunque ne è valsa la pena perchè la giornata è stata stupenda con cielo terso e sole che scaldava il giusto, il panorama già abbastanza invernale e la discesa per la metà superiore della gita molto bella con neve già trasformata. Con un po di attenzione non si toccano pietre. Più in basso ovviamente la storia cambia. Come gita di apertura stagione direi più che soddisfacente.
Da solo con me stesso a meditare ...


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: senza problemi
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Gita ormai al termine.
Si parte e si arriva ancora sci ai piedi al Santuario, ma tempo 1-2 giorni e potrebbero mancare alcune centinaia di metri di dislivello, sconsigliando pertanto la gita.
Ci sono valanghe di ogni genere un po' dappertutto, anche molte valanghe di fondo.
Le cime di questa valle dai versanti sud sono tutte nelle stesse condizioni, mentre a nord c'è ancora neve continua e probabilmente potrebbe reggere ancora un bel po'.


Dopo il fine settimana lavorativo, mi prendo un giorno di ferie con l'idea di salire la Punta della Tempesta ed il Tibert, ma salendo si rompono gli occhiali da sole e quindi devo ridurre le ambizioni. In qualche modo li riesco a tenere sul naso, ma la preoccupazione e di come fare per la discesa. Mentre penso ad ipotetiche riparazioni con cerotto a nastro o fil di ferro, sono appena sotto alla vetta e scende Renato, che vistomi con questa difficoltà mi presto i suoi occhiali di scorta che restituirò di ritorno all'auto.
Salgo l'ultimo tratto e dopo una brevissima sosta riscendo su neve bella nella parte alta puntando spesso ai tratti più ripidi e così riuscendo a trovare ampi tratti non tritati. Nella parte bassa è tutto più molle e non ci sono problemi. La neve a tratti è al limite anche nella parte alta.
Ancora un saluto ed un particolare ringraziamento a Renato da Alba, che con il suo prestito, mi ha evitato di dover ricorrere ad improbabili riparazioni di fortuna.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: è scesa neve nuova ma non disturba , domani non ci sarà già più
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Bella gita ... sciabile... nella parte alta stupenda dura sotto e una bella spanna di nuova , sotto un pelino pesante ma scorrevole e divertente.
Siamo un pò al limite per chi vuole andare domani ... se di notte rigela sarà stupenda , (ovviamente si scende si scende fino alla macchina al santuario di San Magno ), se le temperature saranno alte sarà un pò pulenta ( forse) .. provare per credere
un saluto alla bionda ciastristra solitaria che mi ha attraversato la strada come un camoscio in discesa .


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: no problem
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti ed arrivati alla macchina sci ai piedi; buon rigelo notturno che ha reso perfettamente comoda tutta la salita; in discesa neve tutta trasformata da cima a fondo, ovviamente più duretta in alto, che si ammolla scendendo, soprattutto nelle macchie di sabbia, comunque le quattro stelline ci stanno ampiamente!!
Nella parte bassa cominciano a spuntare macchie di prato che al momento si dribblano facilmente, ma non dura a lungo.
Nonostante le più pessimistiche previsioni abbiamo anche avuto sprazzi di sole in un' alta velatura che è andata intensificandosi ed in discesa ci ha accompagnato con qualche fiocco di neve portato dal vento.
Con Denis e Paolo.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: snowboard
Tibert in versione estiva. Gita pomeridiana con Luca alla prima esperienza di skialp con la tavola. Discesa alle 17,15 su neve sciabile grazie al buon fondo. Gran scioglimento di neve nella parte bassa del percorso. Prima marmotta fuori dalla tana.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: si arriva sino al Santuario di San Magno
quota neve m :: 900
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi meta inedita. Mai salito su questa vetta e allora di prima mattina io e Demis affrontiamo le ripide rampe di questo itinerario. Discreto rigelo nottuno e io per abitudine ho preferito mettere i rampant. In vetta una leggera brezza ampiamente sopportabile anzi gradita dato il caldo che in salita si è fatto sentire. Numerose tracce di salita di racchette che hanno tritato il tritabile e reso difficile il passaggio con gli sci nei punti obbligati dalla neve mancante e roccette affioranti. Prima parte di discesa più che accettabile che ha permesso ancora belle curve e poi sempre più pesante ma ancora sciabile sino ad essere sfondosa e polenta nella parte bassa. Colpa del caldo torrido e della famigerata neve rossa sahariana. Speriamo ancora in qualche altra perturbazione. Dpo di noi incontrato altri 5 skialp. Un saluto al ragazzo di Busca che ha proseguito per il Tempesta. Scesi verso le 10. Le **** sono per la salita e la prima parte di discesa e poi il resto *** Alle prossime

[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
Forti delle 4 stelle di ieri siamo stati un pò delusi dalla qualità della neve che in discesa era troppo marcia per le alte temperature, per il resto giornata splendida. Con questo caldo anomalo per il periodo non è da sottovalutare su certi pendii il rischio valanghe.
In compagnia di Mauro, Netu e Remo incontrati sul percorso.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok
attrezzatura :: snowboard
Aspettato in cima un'oretta che la neve mollasse il giusto, partiti abbastanza presto pensando facesse più caldo!! Ottima discesa su neve morbida quanto basta!!
Oggi con Ale e Dade , si replica domani sera!!


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ottimo
quota neve m :: 800
attrezzatura :: scialpinistica
Rilassante sciata nella pausa pranzo, saliti versante santuario e scesi sul vergine pendio del vallone Sebolet.
Un numeroso plotone di Alpini in discesa dalla Crosetta mentre partivo, un simpatico gruppo di evergreen in discesa dal Tibert, tre brillanti giovani francesi in arrivo da Larche via Chialvetta, Marmora e diretti domani a San Giacomo di Demonte (partiti 3 gg fa)
Io e Luisella a chiacchierare e goderci il bellissimo sole.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: tutto ok fino al santuario
attrezzatura :: scialpinistica
Il Tibert non delude mai, se lo sai prendere quando è trasformato e in una bellissima giornata di sole. Salita un po' seguendo la traccia, un po' dritto x dritto tanto la neve tiene, molto caldo a parte in Cima dove il vento la fa da padrone.
Neve trasformata per la nostra discesa, tutto ben coperto, pendii da 5* ..e la sempre ottima soddisfazione di tirare l'ultima curva praticamente dalla macchina!

Con Michele e Marky!


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Cuneo, Caraglio, Sant. di S.Magno
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
bella giornata ma neve molto poco sciabile, crosta per tutta la gita. Lo sapevamo ma volevamo stare al sole!
con Simone


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Senza problemi fino al santuario
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi il sole velato non ha fatto mollare la neve che quindi, anche scendendo alle 12, risultava molto dura soprattutto nella parte alta e quindi, visti i numerosi passaggi dei giorni precedenti, poco sciabile. Qualche curva si riesce a fare nella parte bassa. Copertura continua comunque, si sale e scende senza mai togliere gli assi
Con l'ottimo Bruno del Bourgat


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: libero fino al santuario
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Fiumana di gente. Caldo primaverile (salito in maglietta). Neve più abbondante che altrove ma comincia a scarseggiare decisamente anche qua lasciando spazioa pietre e prati. Comunque bei panorami e qualche bella curva. Simpatica la compagnia.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Perfetto fino al santuario
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
In molti oggi hanno avuto la nostra stessa idea e direi che non ci siamo sbagliati più di tanto. Temperature gradevoli e innevamento uniforme , anche se è consigliabile lasciare gli sci qualche metro sotto la cima e occorre fare attenzione a qualche pietra affiorante nella parte bassa. Scesi intorno a mezzogiorno la neve ha mollato leggermente sembrando quasi primaverile ma con qualche gobbetta crostosa. Tutto sommato niente male.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si arriva comodi al Santuario
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Gita “panettone” del CAI ULE di Genova Sestri. Molto caldo sul canalone a metà. In vetta leggera brezza, ma poco sotto si stava come in primavera e le libagioni con vini vari si sono sprecate. La lunga sosta ha fatto si che la neve cedesse al punto da reglarci una gustosa discesa su terreno arato ma molto morbido. Certo a metà dicembre non si può parlare di primaverile, ma tutti e 16 erano soddisfatti. In vetta (rampant utili l’ultimo tratto) anche il mitico Piombo, 81 già compiuti. Pietre affioranti sotto la vetta ma in discesa nessun problema


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
partiti tardi visto che il meteo doveva migliorare.seguito una traccia verso li vallone del sibolet che si fermava alla grangia del pastore da lì in su battuto traccia nella nebbia totale verso il colle intersile.gli ultimi 100m di dislivello siamo stati premiati ed è uscito il sole cosi ottima discesa.oggi con giulia miranda e andrea.quindi buona la prima e buona stagione a tutti.

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 11/03/17 - bat01
  • 01/12/13 - zac
  • 13/04/13 - skeno
  • 16/03/13 - zac
  • 22/12/12 - andrejolly92
  • 16/01/11 - vittorio
  • 13/12/10 - andreatecno
  • 23/11/10 - mauro59
  • 27/01/10 - andrea bertea
  • 09/02/08 - bonnymau
  • 08/04/07 - sary
  • 07/02/04 - marcotezza
  • 07/02/04 - gianlucagiordano
  • 12/01/03 - scrima61
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: pendii ampi
    difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Sud-Est
    quota partenza (m): 1761
    quota vetta/quota massima (m): 2647
    dislivello totale (m): 886

    Ultime gite di sci alpinismo

    20/02/19 - Magehorn da Engiloch - maguno
    Gita di ripiego viste le temperature, in salita abbiamo tracciato dal colletto sul pendio della parete visto la mancanza di neve, onde portare gli sci a spalla, in discesa invece abbiamo preso il prim [...]
    20/02/19 - Parassac (Tete de) da Maison Meane - jacolus
    Bellissima gita,con grande sviluppo con ampissimi pendii intonsi di una bella farina fredda e un un'erto pendio molto interessante da salire e divertente a scendere...Giornata bellissima con panorama unico...
    20/02/19 - Bianca (Rocca) da Chiapili di Sopra - otaner
    Come nelle precedenti gite scialpinistiche ritengo che, per essere più preciso, le tre stelle sono eccessive, io ne darei 2,5. Infatti, per il sottoscritto, è stata di maggior gradimento la salita [...]
    20/02/19 - Giassiez (Monte) o Giassez da Thures - nicolaj
    quoto Pastore per commento tecnico. gita oltre ogni aspettativa, nessuno in giro. bello. la stradina per ruilles è agli sgoccioli. col caldo che farà le expo soleggiate andranno ancor più in soffe [...]
    20/02/19 - Rutor (Testa del) da Bonne - citta
    Condizioni ottime. Meteo caldo, ma non asfissiante, sole tutto il giorno. Il pendio esposto a sud, sotto il rifugio, è ormai cotto a puntino. Non si può definire "trasformata", ma è una granatina b [...]
    20/02/19 - Cassina Baggio (Poncione di) dal Canale della Fiamma - luigi57
    fatto questo itinerario alternativo poi scesi dalla normale il canale è in buone condizioni in alcuni punti sfonda un po' ma fattibile anche in discesa aspettato un po' il rimollo per una sciata migl [...]
    20/02/19 - Tour (Aiguille du) da Trient - brusa
    Buon innevamento a Trient. La pista di fondo è aperta e ben battuta. Quando si devia per salire lungo il vallo del torrente, il pendio è un campo di patate con qualche pietra affiorante. Il panorama [...]