Asti (Sella d') da Chianale

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: superando il divieto alla dogana si posteggia poco sopra Gr Bersagliere
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Partito h 7.30 da poco sopra la Gr Bersagliere un po' di portage fino al solito pianoro dove si mettono gli sci. Neve durissima da subito e fino alla sella, rampant necessari partendo presto. Qualcuno salito con i ramponi. Sceso h 10 verso il lago Asti su neve ancora dura ma ben sciabile. Avrei fatto meglio ad aspettare ancora 1/2 ora. Risalito al Brusalana, altra discesa su neve tipo Breithorn 4165 e risalito alla sella Asti. Disceso h 12 su neve morbida al punto giusto di cottura, molto divertente, fino alla strada. In alcuni punti slalom tra pietre e marmotte. Per lingue di neve a bordo strada si arriva quasi al posteggio. Non so quanto durano queste condizioni, però sul versante francese ancora molta neve. L'anno scorso ai primi di giugno c'era ben più neve.
Prima gita dopo la pausa forzata, spero non sia l'ultima...
Un saluto ai due Abruzzesi incontrati alla sella.
Alla partenza dal pianoro
Dal Brusalana i pendii della Aiguillette

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Assente
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
dai , ancora fattibile e divertente .
Neve stupenda (sceso a mezzogiorno) una seta morbida ma ancora bella compatta edolcemente scorrevole.
Per lingue fino alla curva del pastore.
Unico problema oltre la sbarra bisogna andare di sfroso impipandosene del divieto,a rischiomulta che non ho preso.
Con mealtre tre o quattro auto al par del prato.
ancora consigliata


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Partito da quota 2400 causa transenna dopo le grange del bersagliere, con strada pulita. Portage circa 30 minuti sino a quota 2500 di qui neve continua bagnata e sfondosa poi crosta. Tempo non troppo bello alternanza di nuvole e nebbia. Nel complesso se non molla questo caldo meglio lasciar perdere.

[visualizza gita completa con 2 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: oggi si posteggiava poco sopra Bersagliere, aprono il colle il 7/6
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Dormito e cenato al ottimo Aleve. Sceso h 9
.30 al lago su firn commovente. Risalito al Brusalana e risceso al lago , sempre su neve splendida. Risalito alla sella e sceso h 13, primo pendio su ottimo firn poi lungo traverso su neve pesante verso pendio rossette, qui neve migliore fin quasi alla strada. Oggi da solo CAI ULE GE SESTRI ma ho incontrato Sanet con Sara.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada chiusa a 2200 m. Prox weekend dovrebbero aprire il Colle
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
La neve parte dal pianoro. Gli sci si portano un quarto d'ora. Salite alla Sella d'Asti e poi scese lato francese fino al laghetto su splendido vellutino. Dalla Sella bella neve trasformata e poi in fondo un po' mollata.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
attrezzatura :: scialpinistica
Salito prima alla Cima delle Rossette, discesa (bella neve) e ripello alla Sella d'Asti. Ambiente e panorama, cielo blu e nebbie che andavano e venivano. Discesa molto divertente, neve polverosa su buon fondo quasi sempre regolare, visibilità ottima. Sci nello zaino per l'ultimo quarto d'ora sulla strada.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza da Chianale con 4 dita di fresca che diventano 20-30 in alto, dove il vento da est ha accumulato. Bella farina fredda su fondo compatto, a tratti un pochino irregolare, ma averne così. Parte mediana stile pistone per gli innumerevoli passaggi alle Rossette (penso oggi record assoluto), poi strada scorrevolissima sino alla pera sciapà (di qui in giù il sole ha in buona parte scoperto l'asfalto, ma domani il bianco dovrebbe rispristinarsi).
Con Matti, Fabrizio & Cousin. Un saluto ai tanti volti conosciuti incrociati oggi quassù.


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok fino alla neve
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti prima alla Cima delle Rossette, utili i coltelli, poi scesi alla base del lungo pendio per la Sella, ripellato e raggiunta la meta su ottima traccia. Qui la neve si è rivelata migliore per la discesa alle ore 13, un sole accecante l' ha resa godibilissima fino all'auto. Stupendi panorami su queste note montagne. Ottima la seconda. Un saluto a Gazzano conosciuto in cima.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok fino alla Pera Sciapà, salvo che il divieto di accesso è ben più in basso.....speriamo bene.
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Come già detto da Gazzano, giornata con meteo super, non fredda, senza vento. Ottimo rigelo alla partenza e neve portante quasi ovunque fino alla sella d'Asti. (Utili i coltelli) Siamo scesi fino al laghetto prima della Breche de Ruine, su farina pressata ma ben sciabile. Risaliti al Pic Brusalana siamo scesi sulla cresta verso la sella e poi giù fino all'auto. Scegliendo bene il tracciato si trovano spazi ancora vergini (nelle tracce dei giorni precedenti si scende male), di neve primaverile, che in basso aveva mollato il giusto. Con qualche cautela non si prendono pietre e l'ultimo chilometro si fa sulla strada, poca neve ma pista battuta perfetta.
Considerando la stagione e le temperature alte dell'ultimo periodo, è stata una gita da metterci la firma. panorama stupendo a 360°, ambiente sempre spettacolare, con il Re di Pietra che ha un po' perso il bianchissimo rivestimento che ho visto nelle foto di qualche giorno fa. Un saluto ai numerosi scialpinisti incontrati ed in particolare a Quor56, che mi ha incaricato di scrivere questa relazione.
Al ritorno ottimo panaché al "Delfin dal Pianhol" presso la borgata Caldane di Casteldelfino (vicino ai tornanti): un locale bellissimo ed accogliente, aperto da neppure un anno, fatto di pietra e travi di Larice e mobili di pino Cembro, con un potente caminetto. Ci ha accolti un fiocco rosa ed una bimba di appena 1 mese e mezzo. Un bel segnale in una borgata che era quasi abbandonata nella brutta stagione. Con Mauro.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si arriva a quota 2160/2180
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
La strada è sgombra di neve sino a quota 2160 , domani si arriverà un poco più in alto .
Giornata molto bella e calda, ma la neve non ha mollato troppo nemmeno in basso anche quando siamo scesi noi alle 13/14. Prima siamo anche scesi 150 mt verso la Breche , con neve farinosa pressata .
Le condizioni sono abbastanza buone in particolare sopra i 2500 mt ! A nord neve ancora più bella , tutte le vette intorno molto ben innevate .
Un saluto agli amici a casa e ai numerosi scialpinisti incontrati sul percorso


[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Grange del Rio
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti prima alle Rossette, poi ripellato alla Sella: bella farina sul lato più in ombra delle Rossette, alla Sella visibilità un pò limitata nei primi 100 mt, per una fascia di nebbia che poi in breve si è dissolta regalandoci una bella discesa su neve un pò appesantita dal sole, data l'ora, ma su fondo sorprendentemente portante. Dalla strada in giù ovviamente si cambia registro, ma nel complesso una bella sciata e, soprattutto, un ambiente stupendo per la neve appiccicata alle pareti come raramente ho visto quassù.
Per la cronaca l'innevamento ha risentito della pioggia e della nebbia sino ai 2400, oltre è abbondante con fondo assestato, un paio di giornate assolate e di notti fresche (fredde è pretendere un pò troppo) potrebbero compattare a sud; per chi ha voglia di mettere il naso all' ombra dovrebbe essere tutta farina....

Sopra le nebbie con Mattia, Mario e Sergio


[visualizza gita completa con 10 foto]
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Dopo le rossette...decidiamo di smazzarci la tracciatura della sella, scelta azzeccata direi, gran discesa in powder vergine x me e bauso che ci ha ripagati della fatica...nel versante nord grandi cumuli da vento...occhio. per finire ottimo defaticamento al colle dove ho visto che alcuni coraggiosi han sceso la taillante. Panorami fantastici con montagne in condizioni paragoniche, meteo Clemente e bella neve...super!

[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Colle aperto
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi Colle ufficialmente aperto e transitabile. Partiti dallo spiazzo del laghetto a circa 2500 mt. Partenza h.7,30, pochi minuti e subito neve molto dura con rigelo piuttosto marcato. Calzato da subito rampant. Per ora ancora neve continua cercando le lingue residue. L'acqua sotto comunque lavora e il caldo fa la sua parte. Neve molto frastagliata e con onde che hanno disturbato un pò la risalita. Breve sosta per ammirare il panorama e il paesaggio e poi discesa su neve compatta molto facile e divertente dove abbiamo lasciato le nostre firme. Stop al lago e poi ripellatata sino alla Sella. Qui si è cominciato a sentire il caldo e la neve ammorbidita ha facilitato la risalita. Discesa verso le macchine un pò più frenata causa le numerose scalanature. Però tenendoci bene sul lato del Pic d'Asti abbiamo trovato neve un pò più mordida e facile. Dal traverso in poi discesa accorta per trovare i tratti migliori dove il sole aveva già ammorbidito il manto. Per la prima discesa nel lato Francia considerate una stella in più. Comunque per essere a metà giugno gita ottima. Alle prossime
Oggi con Giulio. Altri 6 visti sull'itinerario


[visualizza gita completa con 10 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Colle Agnello aperto
attrezzatura :: scialpinistica
Con Maurizio. Sci ai piedi dopo 2' dal parcheggio a quota 2520. Tra qualche giorno, nella parte iniziale, si apriranno zone verdi. Ottimo rigelo. Utilizzato i coltelli fin dall'inizio. Dopo i primi ripidi pendii, ci siamo spostati a destra (sotto la Rossette) per poi in diagonale a sinistra (qui utili i coltelli) verso la sella. Discesi su neve da 5 stelle al quadrato fino al lago; ripellato e dalla sella scesi verso le 10:45 su neve che aveva mollato il giusto e dove sono presenti le gobbe no problem. Le 4 stelle sono la media. La discesa al lago merita da sola la levataccia. In 8 su questo percorso ed altri giro ad anello. Meteo ok però in peggioramento.

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si arriva al pianoro sopra la gr. del bersagliere
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti alla Sella con rigelo sufficiente, bella discesa sul lago, ripello al Brusalana, discesa verso il lago con crosta appena portante in alto, meglio da metà in giù. Discesa finale dalla Sella su neve marciotta ma ben sciabile.
Con Mattia. Un saluto a Laura ed a Paola ed un "chapeau!" meritato per Don Cornelio trovato in Sella.


[visualizza gita completa con 5 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dalle Grange del Bersagliere (divieto ),volendo con sci ai piedi sul bordo della strada,dai 2500 in su' ottimo rigelo,poche conchette che sparivano salendo per diventare bella liscia.Dalla Sella discesa verso il Lac d'Asti su neve da lacrime agli occhi ,liscia come un biliardo,portante,grip da favola,fino a quota 2800.Da qui' dietro-front, la maggioranza dei soci optano per la salita alla Rocca Rossa per la Breche de Ruine e rientro alla macchina per il Col Vieux,io e Ezio risaliamo alla Sella e discesa(ore 11,45)per l'itinerario di salita su,(finalmente) neve primaverile degna di questo nome..portante compatta con due dita di marcetta..liscia...scorrevole..senza cose strane sotto la soletta.Arrivati sulla strada del colle dell'Agnello breve spostamento verso il colle per portarci su un valloncello laterale che ci ha portati,sci ai piedi,alla macchina.
Gruppone di 9 persone,molto affollamento in zona.
Meteo:sereno al mattino,nuvole in arrivo a meta' mattinata ma sono rimaste alte,no vento.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: Alla sbarra del margaro
attrezzatura :: scialpinistica
Si parte sci ai piedi dal margaro...
Fatto giro ad anello con rocca rossa , brusalana e sella d Asti... Neve ottima in quota mentre più lenta scendendo dalla sella... Allego video x chi vuole vedere meglio le condizioni...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Neve continua sulla strada che sale al colle, il vento ha invece lavorato molto in quota. Saliti alla sella d'Asti su itinerario qui descritto su crosta portante con qualche cm di neve farinosa che aumenta salendo. Arrivati alla sella ci facciamo tentare dai pendii nord che tolti i primi 50m un po' ventati si dimostrano stupendi. Arrivati sotto la Brèche de Ruine rimettiamo le pelli e saliamo l'estetico canalino sci ai piedi. Dalla Brèche seconda discesa verso il lago di Foreant anche qui su bella e leggera farina. Secondo ripello per salire al col Vieux da cui continuiamo a salire puntando la spalla che scende dal Pan di Zucchero. Arrivati sopra il colle Vecchio dell'Agnello spelliamo e scendiamo preferendo passare dal colle nuovo con visibilità non buona visto l'arrivo delle nuvole. Discesa su farina compressa, crosta non portante a tratti e poi sempre meglio scendendo con ultima parte su goduriosa primaverile. Certo se rimaneva il sole... ):
In compagnia della Vale.


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ottimo fino Chianale
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Chianale(strada x il Colle dell'Agnello) 1808 m.
Meteo sereno e fresco alle 8,30-9,00 del mattino. Seguito strada del Colle fino alle Baite del Bersagliere 2378 m.( meglio stare al fondo del vallone e non seguire la strada del Colle). Poi puntato dritto all' evidente Sella d'Asti 3123 m.
Tragitto percorso in parte coi coltelli, specialmente verso la Sella.
Gita Sociale del Cai di Asti con 20 partecipanti, giunti quasi tutti alla Sella.
La discesa è stata discreta con neve 2/3, a volte crosta morbida a volte portante. Sulla strada del ritorno neve dura cemento.
In zona visto 4 scialpinisti e un paio con le ciaspole.
Complimenti al gruppone di amici e agli organizzatori della gita.



[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Prima gita della stagione, divertente. In Varaita neve ce n'è molta.
Saliti prima alle Rossette, approfittando della traccia già battuta, poi scesi nel vallone a sinistra e risaliti, battendo pista.
Neve molto irregolare, dalla "quasi farina" alla lastra da vento portante, passando dalla crosta. Stando attenti pietre non se ne prendono, ma il rischio c'è.
Comunque discesa divertente, anche nel canale che taglia i tornanti della strada.

Parecchi colleghi alle Rossette, nessuno alla Sella d'Asti. Con Gioele, che ha battuto pista.


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
integro la relazione di pigilm con due foto: la medaglia (lato nord) ed il suo rovescio (lato sud).
Così va il mondo...

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Strada aperta fino a 2400m ca ma non ancora fino al Colle dell'Agnello
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Perplessi al mattino perchè dal parcheggio a q 2350 la neve sembrava poca-poca e molto lontana, abbiamo seguito le lingue di neve e siamo saliti con qualche metti e leva. Arrivati alla Sella con neve molto dura (buon rigelo notturno) siamo scesi fino al lago ancora ghiacciato, su neve ancora un pò dura ma 4 stelle ci stanno tutte. Ripellato, siamo saliti al Pic Brusalana 3170m. e qui la discesa è stata super (firn da 5 stelle) per circa 150 metri fino a dove la neve ha cambiato consistenza e si appesantiva. Ripellato per la seconda volta (pelli zuppe) risaliamo alla Sella per scendere subito: primi 400 metri da 4 stelle, poi la neve pesante e le troppe rocce affioranti ci hanno fatto sciare un pò più "attenti" ma con un metti e leva, siamo arrivati a pochi minuti dalla macchina. Insperato !! disl. totale 1200 ca. Meteo superlativo, gran panorama sul Viso; molti locals in giro ovunque, con e senza sci.
Con Lorenza e Renzo che da un pò tirava ad andare nel suo "parco giochi"; CAI ULE GE Sottosez Sestri P. Considerato l'innevamento potrebbe essere l'ultima della stagione ... a meno che ...
Aggiungo di essermi commosso al ritorno davanti alle ravioles al Rif. Alevé, (dove abbiamo dormito la sera prima.) Ottima base da consigliare: tutto ok !!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: si arriva sopra le Grange del Bersagliere
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Con l’auto si arriva tranquillamente al pianoro sopra le Grangi del Bersagliere. Da lì 15 minuti per superare i tornanti e mettere gli sci. Al ritorno abbiamo visto che si arriva fino lì in auto perché hanno lavorato con i mezzi. Neve continua fino alla Sella d’Asti scegliendo in basso la pista giusta. Scesi in Francia al lago d’Asti su neve super. Saliti al Brusalana e ridiscesi su neve super. Risaliti alla Sella d’Asti e discesa verso l’auto dalla Sella alle 13, su neve super che ha cominciato a mollare da metà in giù. Ma va bene così. Gran gita e gran giornata. Con Sergio personaggio eterno. Una stella in meno per la parte in basso

[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Strada chiusa alla grange del rio ma si arriva fino alla pera sciapà
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Neve sulla strada dai 1900 in su, dopo la grange del rio 5 cm! Vento molto forte su tutto il percorso, con meteo molto variabile, sole alla partenza, neve dai 2800 in su. 15 cm di fresca pesante e non semplicissima da sciare ma siamo al 7 maggio! Gran giornata

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada chiusa alla sbarra 1 km circa dopo Chianale
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Neve primaverile e continua, seguendo la strada, a partire dalla sbarra - ci saranno forse 10 m da fare su asfalto senza sci.
Neve ben trasformata, con il caldo di ieri, scendendo dopo mezzogiorno c'era un bel firn superficiale. A causa del vento dei giorni precedenti, la qualità del manto è variabile. Nelle combe, dove si è accumulata la neve, la superficie è bella liscia, dove invece ha lavorato il vento è più irregolare.
Gran bella gita, con il favoloso panorama sulla Ovest del Monviso, sembra quasi di toccarlo.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: strada pulita fino a Chianale
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Seconda giornata della gita sociale CAI Pianezza in Val Varaita con 28 partecipanti. Partenza alle 8,20 da Chianale con -3° e cielo azzurro. Gli sci si possono mettere subito, anche se fino a 2.000 m la neve è quella caduta ieri (15-20 cm) e si intravede l’asfalto. Ci siamo trovati la traccia fatta da 2 scialpinisti diretti alla Cima delle Rossette, e che abbiamo seguito fino a quota 2.600 m circa. Qui ci siamo divisi in 2 gruppi…8-9 persone sono salite alle Rossette, gli altri alla Sella d’Asti. Su quest’ultimo percorso non c’era nessuno, quindi abbiamo tracciare noi tutta la parte alta. Arrivati in cima verso le 12,45 con vento a raffiche e tempo in rapido peggioramento da Ovest. Questo ha un po’ condizionato la visibilità in discesa, che tuttavia è stata splendida…nella parte alta neve bella ma un po’ ventata, e qualche pietra nascosta dalla neve recente. Poi ci siamo tenuti tutto a sinistra andando a prendere il vallone tra la Sella d’Asti e la Cima delle Rossette…qui, essendo più riparato dal vento, farina spettacolare da 5 stelle e discesa perfetta fino praticamente alle Grange del Bersagliere…bisogna solo fare attenzione quando si incrocia la strada perché c’è qualche tratto ghiacciato. Nel tratto quasi pianeggiante sotto le Grange si scende bene senza spingere, poi abbiamo seguito la stradina facendo qualche taglio qua e là, anche se in basso la neve era ormai abbastanza pesante. Si arriva tranquillamente sci ai piedi all’auto.
Anche oggi gran bella gita, peccato solo che si sia coperto proprio mentre iniziavamo la discesa, che però è stata di gran soddisfazione!!! Anche oggi quasi da soli, abbiamo incrociato solo 2 persone che andavano alle Rossette (cima spelacchiata, ma anche qui neve ottima!!!) e un gruppo con le ciaspole in discesa.
We ottimo, con 2 gite sopra le aspettative, e con la solita ottima compagnia!!!


[visualizza gita completa con 7 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Ok fino a Chianale
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Partita con cielo azzurro, spolverata di neve fresca asciutta, traccia autostradale sulla lunghissima strada per il Colle dell'Agnello.
Vallone di Soustra immacolato.
Snobbata a 2550m la deviazione a dx per la spelacchiata Cima delle Rossette.
Raffiche di vento in aumento; alle 13 repentino cambiamento del tempo con tormenta e visibilita' quasi annullata.
Ho tolto le pelli a 2820m, utili le numerose tracce di discesa presenti.
Sono comunque contenta di aver conosciuto un percorso nuovo in bellissimo ambiente; non so se ancora appetibile nei prossimi giorni in quanto la poca neve recente e' stata raspata via in buona parte dai 28 skialper che mi hanno preceduta.
Sosta merendera al Rif. Aleve' dove il Cai di Pianezza ha organizzato la 2 gg



[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: nessun problema fino a Chianale
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Arrivo e prime delusioni,neve quasi zero a Chianale ,strada chiusa (poco dopo la ex dogana) per il colle,pero' sgombrata(scopriro' poi fino al lago 2500 mt) dalla poca neve quindi sci ai piedi nemmeno per sogno.Parto quindi in mtb fino alle Grange del Bersagliere 2300 mt circa ( in salita gli sci si potrebbero mettere dalla 'pera sciapa' ma in discesa.....non so).Mi avvio quindi verso la sella d'Asti tagliando i vari tornanti su neve dura ,dal lago in su' neve di mille tipi ,mi fermo a quota 2950 forte vento in cima e non piu' voglia di battere traccia.Discesa:alla seconda curva mi trovo a volteggiare per aria e relativa capriola a 360°!! crosta infame incontrollabile che quando spacca tocchi sotto,modero l'andatura e vado a cercare i pendii in ombra nelle vallette dove trovo un po' di farina ,ma sempre con le orecchie dritte per le pietre, fino ad incrociare la strada per il colle a quota 2500 circa.Da qui fino alle grange del Bersagliere tagliando i tornanti, discesa alla 'viva il parroco' su poca neve, crostosa,poco portante,uno sci reggeva e l'altro no!
Sciisticamente non consigliabile,forse nei prox giorni se la indurisce un po'.....
Da solo,mentre salivo in mtb incontrato una ski-alp ,(molto delusa ,ho capito dopo il motivo) , che gia' scendeva sulla strada con sci in spalle,poi qualche ciaspolatore.
Molto freddo.



[visualizza gita completa con 10 foto]
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
SI sale sui nevai subito dopo il parcheggio su neve primaverile. Neve umida e poco sciabile lungo il pendio finale, ma bisogna accontentarsi!!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Pulito
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti alle 6,45 sci ai piedi dal Park a quota 2500, arriviamo alla sella poco dopo le 8 facendo abbondante uso di rampant.... discesa sul versante francese su neve prima dura poi ottimamen rimollata e alla fine un po'sfondosa. Risaliamo alla sella e poco prima tagliamo a destra x arrampicare il pic Asti, evitando così il canale innevato. In breve raggiungiamo la cresta, libera di neve fino alla vetta. Ancora una sciata buona sulla neve rossa, fino all'auto. Con gli ottimi Lorenzo e Giacomo.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si posteggia alla partenza della gita
attrezzatura :: scialpinistica
chi e' partito presto ha trovato la neve bella dura; a me che invece gusta molto la neve morbida e' andata bene la partenza quando tutti stavano gia' scendendo; si arriva sci ai piedi al posteggio; oggi c' era molta gente sul percorso: i piu' sono stati molto soddisfatti, ma ho anche sentito qualche critica...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: colle aperto...
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
oggi giornata spaziale con buon rigelo sciabilità 90/100 si arriva con l'auto dalla neve
la neve è un poco magretta e bisogna scendere nei punti giusti meglio tutto a sinistra scendendo
arrivati in basso abbiamo ripellato e siamo risaliti fino al colle delle Rossette sulla dorsale su neve splendida e morbida in alto da 5 stelle
i geki dalla Liguria
vorrei promuovere l'iniziativa che sta nascendo in vista del passaggio del giro d'italia per la partecipazione di numerosi scialpinisti sul percorso
si sta organizzando qualcosa fatevi sotto promotore Sebastiano Audisio di Demonte contattatelo.
oggi con i gei dalla liguria

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Mi sono fermato allo spiazzo a circa un chilometro dal colle, malgrado ci fosse il divieto d'accesso 500 m più a valle
quota neve m :: 2700
attrezzatura :: scialpinistica
Sono salito al mattino molto presto con temperatura ben negativa.
Per la rampa finale ho utilizzato i ramponi, anche se si poteva tranquillamente salire con i coltelli. Il meteo era ancora incerto con continui passaggi di nuvole basse. Discesa su neve durissima. Ho dato soltanto tre stelle proprio perché i passaggi dei giorni scorsi rendono disagevole la discesa.
Una decina di Skialp in zona


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si arriva al tornante sopra le Grange del Bersagliere
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata fredda con buon rigelo notturno. (0° alla partenza h. 07,30 ca.). Portagè in salita di poco meno di mezzora seguendo la strada, meno se se taglia salendo i ripidi pendii ormai verdi e marroni. Calzato subito i rampant per neve dura. Buon innevamento e poche pietre affioranti. Solo pendio finale molto segnato dai passaggi di ieri. Vento in quota ma sopportabile e temperatura fredda che no ha permesso molto alla neve di mollare. Discesa divertente su neve compatta e scorrevole. Attraversando la strada e con qualche leggero tratto senza neve seguendo le lingue residue siamo giunti praticamente sin quasi alla macchina. Visti alcuni escursionisti a piedi. Comunque manca poco meno di un km. per giungere al colle. Fresa ferma a metà traverso finale. Se le temperature rimangono fredde gita ancora fattibile e consigliabile per un pò. Alle prossime
Oggi con Giulio e Matteo con Zaira e Ringo al seguito. Itinerario affollato, in pochi sulle Rossette.


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Si arriva a Grange del Rio (2015 m)
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Per un 30 ottobre davvero non male! Niente portage, subito sci ai piedi da quota 2015 m. Si segue la strada fino alle case (2300 cca?), poi si puo' anche tagliare, la neve diventa sufficiente. Si prosegue su neve piuttosto ventata su terreno discretamente ben coperto fino a quota 2750 cca. Belli, anche bellissimi invece i pendii superiori, un po piu' ripidi: dapprima "cremina" e "panna", poi polvere (di difficile tracciaggio, ma fa parte del gioco...). La discesa di questi ultimi risulta essere un vero regalo per la stagione (se dura...alle 11 il sole pestava...), pero' attenzione che si tocca spesso: sci da battaglia d'obbligo! Solo io sulla Sella, ma visto gente sulla punta vicina. Affrettatevi prima che il caldo estivo la sciolga!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: colle agnello aperto
quota neve m :: 2800
attrezzatura :: scialpinistica
partiti dal lato francese del colle dell'agnello, a quota circa 2600. qualche lecca di neve presente già dal col vieux ma per semplicità abbiamo deciso di portare gli sci in spalle fin oltre la breche de ruine. da lì parte la neve continua fino a pochi metri dalla sella. scesi per le 11.30 ma il vento freddino non ha mollato la neve che risulta dura e liscia all'inizio, e poi via via con sempre più conchette non molto divertenti da sciare. sciati altri pochi metri dalla breche de ruine verso il col vieux. giornata soleggiata ma con qualche velatura, e vento fresco.
con gianluca


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: OK fino alle grange
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
La neve è ormai agli sgoccioli ma ho ancorafatto una gran bella sciata.
In solitaria


[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: 2300 circa
attrezzatura :: scialpinistica
Inserita gita solo per informare che la sbarra è chiusa a quota 2300. Lavori di sgombero in corso .
Attualmente " portage " assicurato !


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: dalla sbarra
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
assenza di rigelo, partiti per fare il giro del pic d'asti ma un muro di nebbia che rendeva difficile orientarsi ci ha fatto ripiegare sulla classica sella. in cima verso le 11 la nebbia si è diradata e la discesa ci ha regalato anche qualche bella curva. da com'era cominciata la giornata è finita meglio del previsto. ottimo disnè a chianale.
grazie a mari e agli amici trovati in cima


[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: sbarra già abbastanza alta
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
giornata spettacolare ,tempo bello e neve stupenda nonostante sia sceso alle due circa ... incredibile.
si parte da sopra la baita, dalla curva della grande valanga , addirittura sci ai piedi se si stà bordo strada
un saluto alla simpatica cricca che mi ha preceduto che mi ha fatto una bella traccia e non è riuscita a ravanare proprio tutto in discesa ... ho trovato ancora ampie praterie.
Gita goduriosa con Luna


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Si arriva alle Grange del Bersagliere poi cancello chiuso x lavori
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Gita azzeccata. Trovare farina a maggio?? Oggi sì con almeno 20 cm. in quota. Battuto traccia sino in cima. Meno male che oggi i battitori erano tanti e con parecchia voglia e forza. Temperatura fredda rispetto ai giorni passati. 1 grado alla partenza e leggero vento in vetta. Discesa spettacolare su pendii intonsi tutti x noi dove abbiamo potuto spaziare in totale tranquillità lasciando le nostre firme. Qualche toccatina nel traverso che unisce il pendio finale con quelli intermedi dove la neve scesa ha solamente coperto le pietre prima affioranti. Stanno lavorando per aprire il colle e i mezzi sgombraneve oggi erano all'altezza del tornante con muro alto. Attraversato la strada una volta su asfalto sia in salita che in discesa. Attenzione ai bordi strada con pezzi di pietra sgretolata affioranti.

Oggi con Giulio, Livio e i due Walter.
Visti due mentre scendevamo e Baloo alla partenza con cane al seguito


[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si parcheggia poco sopra la grange bersagliere
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Sono arrivato alla sella h.8.45 e sceso subito fino al lago d'Asti. Nessuna traccia sul versante francese. Neve "velluto" con sciabilità a dir poco commovente. Sarei sceso anche una seconda volta, verso la breche, ma temevo che mollasse sul versante italiano.
Risalito alla sella e sceso sul versante italiano alle 10:30,
molte zone ravanate da quelli che ci hanno sciato il giorno che era polenta. Ma si trovano ancora molti pendii e canali intonsi e godibilissimi.
Si arriva con gli sci dall'auto. Ancora ben fattibile per diversi giorni, sopratutto se nevica ancora in quota come promettono.
Da solo, ma oggi molta gente in zona. Sole, poco vento, non freddo non caldo. Cena e pernottamento nell'ottimo Rif. Alevè.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Siamo arrivati alla Pera Sciapà con auto normale
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Stamattina fino alle 11 pioveva, noi siamo arrivati a quell'ora, mentre stava smettendo, siamo partiti e tornati all'auto con gli sci ai piedi, ma di sicuro un'ora dopo non sarebbe stato più possibile perché con il sole scioglieva a vista d'occhio (Carpe Diem)..
In alto ne ha messa 30 cm. ma la cosa bella è stata che in discesa era proprio ben sciabile (molto meglio di quello che pensavamo salendo..)
Grazie alla coppia battitrice.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: In macchina fino oltre la sbarra, a circa 2300 mt
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Da non credere! Arrivati a pontechianale 19 gradi!
In macchina si arriva oltre la seconda sbarra fino al piccolo pianoro.
Oggi la neve, senza alcun rigelo, alle 7,30 era già polenta.
Arrivati alla sella siamo scesi sul lato francese fino oltre al laghetto trovando una discreta neve.
Ritornati alla sella, la neve ancora accettabile quasi primaverile nel primo pendio, è diventata polenta calda.
Fortissimo vento a raffiche su tutto il percorso.
Comunque si arriva ancora con gli alla macchina! (Per poco...)
Con Giorgio x 2!

Se ritorna il rigelo e non il caldo di questi giorni, forse rimane ancora una gita da fare.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok sino a poco dopo Grange Bersagliere
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Alle 7,30 già parecchie auto e skialper in partenza (tra cui Jaculus e fido Jolie al seguito) Discreto rigelo. Messo rampant. Incontrato Paolo De Chiesa sul pendio sotto la sella già impegnato in discesa. Prima discesa lato Francia su neve ancora dura ma ben sciabile sino al lago. Da lì in poi sempre più morbida ma sempre divertente. Ripellato alla base del Colletto della Rocca Rossa. Passaggio impegnativo per il rientro sulla sella per evitare di togliersi gli sci. Discesa finale bella nella parte alta con neve cotta al punto giusto e poi al limite della sfondosità nella parte centrale. Molto meglio nella parte finale. Gita fattibile ancora per poco con queste temperature. Quota neve in forte rialzo. Alle prossime...speriamo

Oggi con Davide e Orlando. Parecchi su anello Col Vieux-Colletto Rocca Rossa, Lago e Sella. Alcuni francesi già in vetta al primo passaggio.


[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: OK sinio a quota 2350 circa
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti tardi 9,15 con scarso rigelo in basso . Tempo velato e caldo con leggera ventilazione .
La neve ha comunque tenuto sia in salita che in discesa (ore 12,45) . Chi è sceso 1 o 2 ore prima ha trovato neve ancora più bella .
Molte persone sul percorso ( 14 macchine posteggiate ) . Alcuni gruppi sono arrivati alla sella in traversata . Nel complesso condizioni ancora buone ( si arriva alla macchina con gli sci )
In 5 del Cai Ule di Genova Sestri con la presenza dei due Veterani inossidabili Giamba e Sergio . Un saluto a Lucia e amiche , incontrate in cima alla sella .


[visualizza gita completa con 4 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: perfetto fino alle grange del bersagliere, sbarra aperta
attrezzatura :: snowboard
Partito verso le 9.00, portage fino a quota 2500. Neve dura in salita. Arrivato alla sella sono sceso dalla parte francese fino al lago su un biliardo (fin troppo duro, ma bello). Risalito alla sella ho aspettato a scendere fino alle 12.45 per trovare le condizioni che piacciono a me. Discesa stupenda su neve che aveva mollato il giusto. Neve continua fino a quota 2500, poi per lingue di neve si arriva fin quasi all'auto. Rispetto allo scorso anno siamo un mese avanti e sembra di essere ormai ai primi di giugno. La brusalana non si può più fare (lo scorso anno a giugno era ancora fattibilissima). Se continua questo caldo infernale le condizioni della gita possono cambiare velocemente...
Oggi Paolo in solitaria con l'amata tavola...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Ok alla Pera Sciapà
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
La perlustrazione di ieri sotto la pioggia sino all'Agnello non lasciava troppe speranze (nevischio solo oltre i 2600) ma oggi, nonostante il rigelo così e così, è venuta ancora fuori una buona gita, specie in quota, dove la neve ha tenuto bene. Dalla Sella scesi in Francia x 200 mt. su neve portante con una spolverata di farinella, meglio ancora la discesa sul versante italiano, su fondo più compatto, molto bella sino a q. 2600, dopo di che neve umida, ma con il meteo di questi ultimi giorni non si poteva chiedere di più.
Giornata solare con Mattia, Mario e Piero.


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Nessun problema
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Arrivati a Chianale senza una meta precisa ci troviamo con tre brianzoli già diretti a sella d'Asti ci aggreghiamo scelta azzeccata se non era per un vento fastidioso e la parte iniziale della discesa su neve crostosa la gita si può considerare buona con Dario non a proprio agio con gli sci

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Fino alla sbarra
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Sconsigliata per adesso.
Portage per 20', dopo neve dura con crosta portante ma ondulata con molte placche da vento soprattutto verso il ripido finale.
Oggi molto vento su tutto il percorso ma temperature sopra la norma.
Nel complesso non da rifare fino a quando non molla il freddo.
Da solo su tutto il percorso tranne molte racchette verso il colle dell'agnello.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Nessun Problema
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Molto utili i coltelli a salire.
Nella parte alta la neve non ha mollato niente, mentre a metà era una primaverile bellissima, poi sulla strada di nuovo dura e spaccagambe...
Bisogna portare gli sci per 15 minuti dopo il primo tornante fino al terzo.
Con Ennio e Salva


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Ok fino alla sbarra
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti nella nebbia (e con qualche problema di orientamento) fino al pianoro di quota 2350 m, poi la visibilità è migliorata sempre più. Qualche cm di neve fresca senza fondo sulla strada fino a 1950 m circa. Discesa sul pendio a sinistra (direzione di discesa) dell'itinerario di salita classico su 30-40 cm di farina su fondo duro. Raggiunta la strada, abbiamo ripellato fino in cima; nuova discesa per lo stesso pendio su neve stupenda! Con qualche acrobazia (ottimi gli aghi di larice a bordo strada dove manca la neve!) e qualche togli-metti si arriva sci ai piedi all'auto.
Con Davide e Stefano.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Strada chiusa ex-dogana
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti tardi con l'intenzione di salire i Tre Chiosis ma alla fine optato per la cima delle Rossette. Gran traccione e arrivati in cima senza problemi già però con l'idea di proseguire verso la sella d'Asti visto che dal versante italiano c'era una sola traccia umana. Breve discesa di circa 100m.di disl., ripellato e raggiunta la panoramica sella. Prime curve in buona farina anche se la quantità di neve è appena sufficiente poi una parte al sole leggermente umida ma ben sciabile x raccordarci al vallone di discesa sotto le Rossette ed infine neve polverosa nel valloncello che conduce alla strada verso il colle dell'Agnello quota m.2500. Da lì in giù tutta strada ed essendo gli ultimi a scendere forse l'abbiamo trovata in condizioni migliori perchè già abbastanza battuta e il sole aveva già ammorbidito la crosta superiore. Inevitabile qualche grattatina nella parte alta sia alla sella che alle Rossette.
Come prima di stagione comunque non c'è da lamentarsi.


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: colle aperto
attrezzatura :: snowboard
Partiti alle 8.20 da quota 2550. Saliti su neve con leggero rigelo fino alla Sella, discesi dalla parte francese e saliti sul Pic Brusalana. Dal Pic scesi fino alla conca del lago su neve fantastica, da 5 stelle, poi risaliti alla Sella. Ci siamo goduti il sole e la nostra (forse) ultima gita fino alle 12, poi siamo scesi su neve molle, ma sempre divertente fino alla macchina. La neve nella parte bassa è agli sgoccioli e si potrà arrivare alla sella senza gava e buta forse per due giorni. Dalla parte francese invece l'innevamento è abbondante e omogeneo. Giornata meravigliosa!!!
Oggi Paolo&Luca con le amate tavole


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: colle aperto
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
volevo una gita senza portage. Colle dell'agnello aperto. Detto fatto. Sci dall'auto, meteo stupendo, rigelo appena sufficiente. Salito senza rampant. Dalla Sella sono sceso fino al lago. Quando il manto ha iniziato a sfondare ho ripellato e sono salito al Brusalana. Nuovamente una bella discesa seppur corta. Ripellato per tornare alla Sella d'Asti per scendere dalla via di salita. Primo pezzo sfondosa poi nettamente migliore. Bella giornata in solitaria ad ammirare il luogo molto bello. Non ero in solitudine però, skialper un po' su tutti i percorsi. 1000 mt. di disl tondi tondi per finire la stagione (61), forse...

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: ok fino all' interruzione della strada
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Gita stupenda, peccato solo per i 200 metri di dislivello di portage...In compagnia di un papà in gran forma siamo saliti alla sella, scesi su un firn da urlo sul ghiacciao d'Asti, saliti al pic Brusalana ed infine risaliti alla sella d'Asti.Paesaggio neve e tempo favolosi!!!

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: sbarra sopra la grangia del bersagliere
attrezzatura :: snowboard
Partito alle 8.45. Portage da quota 2350 fino a quota 2500. Poi innevamento prefetto e neve dura. Arrivato in cima alla sella sono sceso dalla parte francese fino alla conca del lago. Questa discesa merita anche 6 stelle: velluto entusiasmante e conca perfettamente innevata...Poi sono risalito e ho aspettato fino alle 12 per scendere. Alle 12 la prima parte era ancora leggermente dura, poi bellissima neve smollata come piace a me. Infine ritorno a piedi all'auto. Meteo perfetto, solo verso le 12.15 hanno incominciato a salire nuvolaglie.
Oggi Paolo con l'amata tavola...


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada aperta fino alla seconda sbarra, dal malgaro
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti alle 6.30. A piedi per una 1/2 ora poi neve dura fino alla sella, utili i rampant. Discesa sul versante francese dove la neve che ha mollato il giusto, ha trasformato tutto in un maxi parco giochi! A 550 mt di dislivello, ripellato, tornati sulla sella d'Asti e scesi (partiti alle 11) su neve cotta al punto giusto, stando bene a sx.
Grande compagnia! Oggi il versante francese sembrava un parco giochi: gente che saliva che scendeva chi da una parte chi dall'altra! Spettacolo!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada aperta fino alle grange del Bersagliere
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Nebbie e nuvole anche oggi, che barba ! Oggi pero' ci sono due tornanti di auto parcheggiate, almeno sono in compagnia !
Partenza verso le 9.00, neve ancora duretta, molto duretta gli ultimi 200mt dove ho usato i coltelli ( in tanti pero' salivano senza ). Alla Sella sprazzi di sole verso ovest e tanta gente che va e viene. Sono tentato dal scendere anch'io verso il Lac d'Asti e poi risalire, ma le pelli si riattaccheranno ??
"Beh, male che vada risalgo a piedi" penso e cosi' vado giu' fino alla Breche pure io !
Per fortuna della mia schiena le pelli si riattaccano e cosi' posso risalire senza difficolta'. Di nuovo alla Sella un nebbione colossale sale dall'Italia. I primi 100 mt si va giu' un po a naso , ma senza difficolta' xche' grazie alle tantissime tracce sembra di essere in pista. Poi schiarisce un po' cosi' posso scegliere le lingue giuste studiate in salita x arrivare sci ai piedi all'auto.
Quantita' neve : 1/5 alla partenza , 3/5 sopra i 2700mt.
Qualita' neve : 5/5 il pendio ovest verso la Breche, 2/5 , troppo duro, il pendio iniziale sotto la Sella, 3/5 di nuovo le morbide lingue fino all'auto.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Srada aperta fino alla sbarra a quota 2300
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Condizioni ben diverse da quelle descritte ieri... Partenza ore 7.30. Salita su strada fino al lago (2550m), dove inizia la neve continua. Scarso rigelo (solo superficiale) fino a 2700 poi utili i coltelli. Discesa sul versante nord fino a sotto la Breche (2750m) su neve buona, risalita fino alla sella (senza rampant). Discesa verso l'Italia alle 11 con neve ancora dura per 300m con vecchie tracce un po' fastidiose, poi primaverile, cedevole negli ultimi metri, fino al lago. Di qui per lingue fino a pochi metri dall'auto. Cielo sempre grigio e moltissima gente sui percorsi.
Gita fatta con Bubbola, Flavio, Walter e i veloci racchettari Marina e Luigi che proseguono fino al Brusalana mentre noi scendiamo a nord.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada chiusa al tornante sopra la grangia del bersagliere
attrezzatura :: snowboard
Partiti alle 8.50, ma oggi si poteva partire comodamente anche un'ora dopo...Neve durissima in salita che ha messo in difficoltà alcuni...Arrivati alla sella siamo scesi sul versante francese fin dove abbiamo potuto con una neve incredibile (farina pressata)...Poi siamo risaliti alla Sella e abbiamo aspettato fino alle 12.45 per scendere. La neve aveva smollato il giusto facendoci chiudere questa gita in modo memorabile. Eccezionale!!!
Oggi Paolo&Luca con le amate tavole


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si arriva fino alle grande del bersagliere
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Spettacolare sciata anche oggi!!!! Pensavamo di fare il giro ad anello del Pic d'Asti, poi abbiamo scelto la bella salita su neve rigelata, utili i coltelli, alla Sella..poi Brusalana perdendo poco dislivello...bella salita in cresta...discesone su firn da urlo fino alla breche de Ruine...ripellato alla Sella... dopo aver ammmirato la bellezza del Viso..Pic d'Asti e tanto altro...alle 12.00 su primaverile da sogno e morbido velluto fino a pochi metri dall'auto!!!! Ambiente a dir poco straordinario!!!! In ottima compagnia dei soci Mauri e Fabrizio!!! Ritorneremo presto alla carica in zona!!!

[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Quota 2300
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata bella e abbastanza fredda , ottima neve con ottimo "grip" . La strada era sbarrata a quota 2300 . Un centinaio di macchine posteggiate ai lati .
Alle 11,30 , in discesa , la neve in alto era ancora abbastanza dura , meglio lato orografico destro .
In quatto del Cai Ule di Ge - Sestri col Grande Piombo over 80.


[visualizza gita completa con 4 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok dalle grange del bersagliere.
quota neve m :: 2700
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima giornata di sci, meteo spettacolare e neve magnifica. In cima abbiamo deciso di scendere sul versante francese dove c'era un lenzuolo bianco alquanto invitante con firn perfetto. Guido e Fabrizio sono andati anche sulla Brusalana.Ripellato siamo tornati sul Pic d'Asti quindi discesa super fin quasi alla macchina.

buona neve a tutti.
Saluto superGuidomangiafioca, Fabri e tutti gli amici incontrati.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: la strada è aperta ben oltre la baita ma sbarrata li...
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi ottimo rigelo profondo neve primaverile con ottimo grip,
si arriva ancora alle auto, fare attenzione al tornante con il taglio della ruspa dove " non si può sbagliare...."
giornata splendida con molta gente ma ben spalmata....
discesa sia a destra che a sinistra su tappeto di velluto duro
qualcuno ha ripellato tanto era bella....
amenita...oggi i 7 geki liguri

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Stanno lavorando per aprire il colle
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Lasciato l'auto nel pianoro visibile nella foto. Salita alla Sella su neve primaverile liscia come un vellutino, scesa sul versante francese fin oltre la Breche de la Ruine, ripellato per tornare alla Sella e poi qui è arrivata la nebbia che ha fatto diventare il vellutino "fraugno". Per questo la stella in meno. Gente su tutti gli itinerari intorno.
In salita fare MOLTISSIMA attenzione al passaggio con gli sci sopra il tornante: di mattina è gelato e se si vola giù si fa un salto di cinque metri direttamente sull'asfalto. Consiglio di fare quel pezzo a piedi sulla strada, perché capisci il rischio quando sei lì che guardi giù e speri di non scivolare.
Sono venuta a salutare Ilario quassù, prima di farlo al funerale laggiù. Era una delle persone muntagnine più "barbis" che conoscessi, in tutti i sensi.. Ci mancherai..


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok fino alla grangia del margaro
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
portage 15 minuti x evitare i mezzi al lavoro x l'apertura della strada.salita su neve bella dura con ramp. dalla sella discesa sul versante francese fin sotto la Breche de la Ruine,
la parte alta piuttosto duretta poi perfetta...risalita alla sella e discesa alle h12 ancora dura la prima parte oltre primaverile goduriosa .....arrivati alle auto sci ai piedi...
oggi molto affollamento nei dintorni specialmente alla sella!!
un saluto ai compagni della gita....
ciao a tutti........


[visualizza gita completa con 12 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: perfetto
attrezzatura :: snowboard
Si parte dalle grange del bersagliere. Partito alle nove su neve durissima che non ha mai mollato, arrivato sulla sella sono sceso dall'altra parte fino alla conca del lago su neve dura nella prima parte e poi meravigliosa. Ritornato sulla sella ho aspettato fino alle 12.45 che smollasse il giusto, come piace a me e che la massa di persone defluisse...Discesa su primaverile bellissima: nella primissima parte ancora un pò duretta per i miei gusti, poi sublime...
Oggi Paolo con l'amata tavola


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ottimo
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
tutto ok
si può parcheggiare sia alle grange del bersagliere o un pochino più sopra dove per sgombero neve hanno messo il divieto. Partito dall'auto alle 7.28 con neve bella ma molto dura ,arrivo alla sella alle 9.26,meglio chi è partito almeno un'ora dopo.Mi sono goduto il panorama delle nostre belle montagne della mia valle e l'abbondante disnè fino alle 11.45con un bel sole e niente vento,e poi Giù alla Nino Cereghini:sci ben allacciati e Prudenza Sempre.Oggi sulla sella una dozzina di sci alp.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Dopo due giorni di brutto, finalmente un po' di sole, anche se con un vento deciso.
Incontrate tutte le nevi in discesa: crosta portante ( e in alcuni punti non...), fresca asciutta e umida, primaverile.
La discesa comunque, nel complesso, è decisamente buona.
Con Cri e Fede, che prima di tornare in Finlandia almeno una gita l'ha fatta...

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Pulita fino a Chianale
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti con partenza alle 7. Volendo si calzano subito gli sci ma si può fare tranquillamente del portage su tracce di ciaspole senza affondare per 300 mt. di dislivello. Buon rigelo notturno. Rimasti alla sella per una buona mezzora per dar modo alla neve di ammorbidirsi. Si scende (h. 11/11,30) su un firn perfetto tenendosi (almeno oggi,) sulla destra del canale vicino alla parete dove il sole l'ha lavorata. Un ultimo tratto sulla strada che, dove si può si taglia, ma su neve pareccho molle.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: colle dell' agnello libero a transito
quota neve m :: 2700
attrezzatura :: scialpinistica
Gita di fine stagione, neve "estiva" ma sciabile, con gli sci dalla macchina fino alla sella. In salita nei tratti ripidi utili i coltelli.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Colle Agnello aperto
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Come al solito gita breve causa turno lavorativo pomeridiano. Partiti presto, sperando in un modesto rigelo purtroppo assente. Saliti comunque bene usando i coltelli per sicurezza nei pendii finali. Stupendo panorama con sua Maestà il Monviso che spicca. Il versante francese meglio innevato. Oggi poca gente uno Skialper francese maestro di Guillestre e pochi altri dopo di noi incontrati nella discesa. Salendo incontrato alcuni camosci incuriositi e scendendo le marmotte in attività. Giunti alla macchina il caldo cominciava a farsi sentire mentre in vetta il vento faceva da padrone.
In compagnia di Giulio. alle prossime


[visualizza gita completa con 4 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
attrezzatura :: scialpinistica
Iniziata la salita alle 7.15 da quota 2515; vento un po fastidioso per tutta la salita. Giunti alla Sella scesi subito su neve crostosa per tutto il tratto ripido. Ci siamo spostati per risalire alla cima delle Rossette e la qualità della sciata è migliorata. Giunti in vetta ridiscesi a sinistra su neve umida ma ha permesso una bella sciata fino all'auto. Soddisfacente; un plauso a Maurizio dopo l'intervento al ginocchio; oggi gita per i convalescenti da interventi chirurgici.

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada aperta sino al lago
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Dalla Sella discesa sul lac d'Asti sino alle prime balze del vallone sotto la Ruine con neve stupenda. Risaliti alla Sella abbiamo raggiunto il colletto all'attacco della cresta SW del Pic scollinando nell'anfiteatro verso il colle su neve sempre stellare.
Oggi gruppone numeroso e sparpagliato, magicamente riunito all'ora della festa gastroenologica di chiusura stagione (semmai finirà...). Un ciao ai tanti amici incontrati oggi quassù!


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: park q 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Una veloce Sella d'Asti, tranquilla tranquilla dopo tre settimane d'assenza e salute non ancora al top. Partenza dal parcheggio q 2500 , neve continua dura ma non gelata, non abbiamo usato i coltelli. Tante persone sugli itinerari in zona, Colle ancora chiuso.

Il Dari saluta gli sci ed entra psicologicamente nella stagione estiva! ;-)
Oggi con Robi !


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: fino oltre le grange del Bersagliere
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza con neve dura che non smolla fino in cima. Bellissima discesa su neve che cominciava appena a smollare; perfetta.
Da solo ma incontrato parecchia gente sul percorso; un saluto a Lorena con cui ho condiviso parte della salita e la discesa.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: volendo si arriva a 2500m, facendo attenzione al ghiaccio mattutino
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Lasciato l'auto a 2380m, seguito la strada (gelacchiata) fino a 2500m, quindi le innumerevoli tracce fino in cima su neve dura. Iniziato la discesa alle 11 perchè le nebbie stavano salendo. I primi 400m discesa da favola, poi un pò disturbata dalle nuvole alte, ma con firn perfetto che mollava giusto 1 centimetro, fino alle auto con un attraversamento di strada ed un gava e buta di qualche metro.
Ottimo pranzetto alla Peiro Groso di Chianale.


[visualizza gita completa con 17 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
attrezzatura :: scialpinistica
Ottima gita che in questo periodo non tradisce mai..strada perfettamente pulita in compagnia di Livio

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si arriva a 2500 c
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi molta gente in giro ma ben distribuita bello scendere sul versante francese anche noi scesi aspettando che mollasse alle 12 su neve cotta a puntino, morbida e con tratti di firm immacolati nonostante tutto!

Volevo segnalare le condizioni della parete ovest del Viso ben intasata.....
oggi i geki liguri

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Temperatura fredda con vento; ottimo rigelo da 2500. Siamo scesi alle 11 con neve ancora dura in alto e poi splendido firn e alla fine un pò sfondosa. In sci fino alla macchina lasciata a 2360 mt.
Per errore sulla Sella è stato scambiato un bastoncino; chi se ne fosse accorto chiami per favore Mino 3482435755.

[visualizza gita completa]
attrezzatura :: snowboard
Oggi una sella d'Asti eccezionale...Partiti poco sopra le grange del bersagliere( ma volendo si può partire a quota 2500) alle 8.45...Salita veloce su neve durissima sulla sella e poi discesa spettacolare dal versante opposto...siamo scesi parecchio in basso perchè ne ne valeva davvero la pena, neve trasformata godibilissima...poi Luca è salito sulla brusulana e io di nuovo sulla sella...abbiamo dovuto aspettare fino alle 12.40 che la neve sul versante italiano smollasse...panorama eccellente, tanta gente, ma in discesa solo noi...Prima parte della discesa sul versante italiano ancora un pò duretta, poi velluto, velluto eccezionale e pensare che siamo al due giugno, sapendolo saremmo partiti almeno un'ora dopo...Arrivati alla strada abbiamo preso un canalino e siamo scesi a cinque minuti dalla macchina...davvero una gita con i fiocchi...
Oggi Paolo&Luca con le amate tavole...


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Dopo Chianale si raggiunge quota 2500 in auto.
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Si sale con l'auto oltre alle baite permettendo di calzare subito gli sci. Il dislivello è penalizzato perchè non si fanno più di 600mt.
Ottime condizione di neve in salita, coltelli molto utili. Alle 6.30 c'erano 3 gradi. Discesa alle 9.00 con neve dura ma sicura da cima fino in fondo.
La compagnia non mancava.
Ottimo suggerimento del gruppo di Andrea di scendere 200mt sul versante opposto alla sella e risalire.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Dovrebbe essere il mese con il solstizio d'estate....ma stamattina alla partenza sembrava l'inizio di marzo..meglio così!!! Partire dopo le 8.30 e trovare neve rigelata...ben compattata in salita...godere di un ambiente di alta montagna spettacolare..la compagnia...la neve primaverile migliore della stagione su pendii sostenuti...è il modo più bello per riconciliarsi con la vita!!!! Andrea ha spiegato in modo perfetto la mattinata...non mi resta che condividere con il massimo dei voti!!! Un piacere aver incontrato Mauro, grande amico e grande conoscitore di questa splendida valle!!!!

[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si arriva fino a 2500m.
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Quasi 800m di disl...partiti a 2350 circa alle 8.40. Ottimo rigelo, utili i rampant ma non indispensabili. Prima volta in questa zona, bellissimo itinerario sempre su pendenze sostenute fino in cima. Dalla vetta il panorama è grandioso, e vedere il Viso da questo lato merita il viaggio fino a qua. Grazie a Mauro, ottimo conoscitore della zona dopo aver sceso i primi 50m ci ha fatto spostare sul versante sud...il pendio non è più BS ma OS, su neve completamente trasformata, anzi firn fino all'auto. Oggi Con Riccardo, Guido e Mauro incontrato alla partenza. Alla prox ciao...

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Come riportato meglio gomme da neve. Sbarra aperta ma domani?
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Sbarra stranamente aperta, ma forse perché stavano lavorando. Così si arriva, ma con ghiaccio al mattino sulla strada, fino al pianoro a circa 2500 sopra i tornanti successivi alle Grangi del Bersagliere. Noi ci siamo fermati un po’ prima a un tornante poco oltre 2400m. Con gli sci a un metro dall’auto alla partenza e al ritorno su intriganti pendii. Freddo molto forte al mattino presto per il vento. Poi pian pianino il vento è pressoché sparito. Saliti alla Sella d’Asti e ridiscesi verso la Bréche de Ruine su farina a dir poco sontuosa. Almeno 15cm su fondo duro penso caduti ieri sera o nella notte. Sembrava di essere a Gennaio. Poi risaliti nuovamente alla Sella d’Asti e bella discesa su farina pressata il primo tratto e poi firn fantastico da sballo sulla sinistra orografica fino alle macchine. Gran sciata in conclusione.
In 5 del CAI di Genova Sestri con il mitico Piombo (i prossimi sono 81) fino alla Sella.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: meglio con pneumatici da neve
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Ci siamo divertiti dapprima su neve polverosa infine su 5-6 dita di polvere su fondo duro, ma corrugato, l'unico pezzo più delicato è stato al centro per non più di 100 m su neve sfondosa. Alla strada abbiamo ripellato e siamo saliti sulla cima delle Rossette. Qui, eccettuati i primi pochi m, tenendoci a destra abbiamo trovato un pendio da 5*, prima un po' duro, ma liscio e poi con farina su fondo duro. Sotto la strada tenendoci prima nel canalino e poi a monte dei tornanti siamo scesi con gli sci all'auto a quota 2230 circa, dove a causa della neve riportata dal vento sulla strada, avevamo parcheggiato. Debitamente attrezzati con pneumatici da neve o 4x4 si arriva agevolmente alle Grange del Bersagliere e oltre. Due ruspe stanno aprendo la strada anche più in alto.

Con Bruno e Giulio del GSA Uget Torino.
Un saluto a tutti gli amici.


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: alla ex dogana
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
ore 8 sci ai piedi, breve tratto di neve poi sci a spalle fino quasi alle grange prima del vallone di Soustra ..... chissà quando questi cerebrolesi dell'assessorato alla viabilità della Provincia di Cuneo si decideranno a toglier questi 200 m di neve e lasciar salire le auto fino all'imbocco del vallone di Soustra? Banda d'piciu! Non hanno ancora capito che farebbe bene anche all'economia della valle visto che parecchi ski-alp poi si fermano a consumare qualcosa nelle varie aziende della zona?
Polemiche a parte, gran bella giornata, la neve in alto ha tenuto bene, sono sceso alle 12,45 ed era ancora perfetta.
In compagnia di me stesso ho goduto appieno del paesaggio, dei silenzi e della vista di una marmotta che faceva la sua prima uscita dalla tana sbucando dalla neve dopo il lungo letargo invernale.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Si lascia l'auto alla sbarra dell'ex dogana (m.1800)
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi meglio di così non potevamo sperare visto il caldo in pianura già alle prime ore del mattino. Partenza con gli sci ore 7.30 con 5°,poi tratto a piedi(10 min.circa) e da quota m.1900 neve continua, per ora. Discreto rigelo in basso e più che buono da 2300m.in sù (usati i coltelli da quota 2500m.). Inizio discesa ore 10.00 su neve primaverile splendida tenendo i pendii più assolati. Doverosa era la risalita con 2° discesa alle ore 11.00 sempre su perfetto firn fino a m.2200 circa, poi tenuto la strada perchè fuori la neve iniziava ad essere troppo umida. Molto scorrevole anche il tratto sulla strada.
Incontrati una decina di scialpinisti sul percorso.


[visualizza gita completa con 12 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti alle 6.30 dall'auto; buon rigelo sin dall'inizio. Neve ben portante sino alla sella. A tratti molto dura nei traversi con un po' di neve riportata dal vento ma comunque assestata.
Condizioni sicure del manto su tutto l'itinerario. Consigliato scendere dalla sella entro le 10.30 al massimo. In discesa neve dura e veloce nella parte alta, bel firn e poi neve cotta nella parte bassa fino alla strada. Comunque sci ai piedi fino alla macchina!
Con Luciano, Sandro e Maria Luisa.


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
si arriva a meno di 10' dall' auto se si seguono le lingue; la sbarra è ancora chiusa a quota 2300; neve molto bella, soprattutto giù verso la francia in quanto è più liscia;
con carlo (sci nuovi) e sergio

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi siamo arrivati alla sbarra dove si lascia l'auto immersi in una fitta nebbia...partiamo con un pò di timore... ma dopo pochi metri buchiamo la nebbia e ci accoglie un cielo azzurrissimo!! Saliamo tranquilli fino alla Sella d'Asti, panorama bellissimo per un'oretta... poi un pò di nuvole sparse.Vedendo il pendio liscio come un biliardo, decido di scendere il versante opposto fino al Lac d'Asti...neve perfetta!!! Risalgo veloce alla Sella e poi giù su neve altrettanto bellissima: primaverile in alto e un pò umida ma divertente in basso. (15 minuti dall'auto) ciao a tutti

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: si arriva al tornante dove c'è la sbarra
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi le condizioni della neve non erano ottimali. Nella notte non ha gelato per le velature presenti e lo zero termico alto. In cima alla sella Crosta abbastanza ostile, poi scendendo la neve mollava e diventava più sciabile.
Se si trasforma e gela nelle prossime notti può diventare una bella zona. Oggi erano in azione gli spazzaneve per pulire la strada fino al colle.
Gita con Ciccio.

[visualizza gita completa con 2 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: fino al tornate quota 2300
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Sgambatella sotto la nevicata. Scarsa visibilità in salita, molto meglio in discesa. In alto 5 cm di neve fresca asciutta su fondo duro, qualche tratto di crosta non portante, un po' cedevole. Per lingue di neve e con una breve interruzione si arriva alla macchina sci ai piedi, mentre in salita portage di 15-20 min.

con Lucia e Company


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: si arriva bene al tornante q 2300
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Contentissima!...anche se dimenticare le pelli a casa non è stato il massimo...mark mia ha tenuto compagnia e così ci siam fatti tutta la gita a piedi in compagnia di Riccardo e del formidabile figlio Andrea di 8 anni impavido anche nella bufera nei pressi del colle, discesa da 4 stelle nella parte alta ancora portante con farilella umida appena caduta, marciotta nella parte bassa ma si arriva con due gava e buta ad 1 metro dall'auto!

[visualizza gita completa con 12 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: fino a grange bersagliere
attrezzatura :: scialpinistica
neve ancora dura scendendo verso le 12. buona dove è liscia, altrimenti è un po' "vibrante". Il primo pendio dalla sella è alquanto segnato dai passaggi rigelati di chi è sceso nei giorni scorsi quanto era caldo.
oggi vento forte sulle rossette, molto meno alla sella d'asti, però sempre freddo (0° in cima).
In salita portage di 20' e in discesa 1 gava e buta ma per lingue fino alla macchina.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok fino a grange del bersagliere
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Questa mattina in barba alle previsioni, stellata paura e poi cielo blu blu. Ore 07:20 partiamo dalla sbarra, pochissima gente, 20' minuti di portage e calziamo i ferri, su una neve ottimamente rigelata, nulla a che vedere con ieri. Calziamo i coltelli per salire la sella, le nuvole corrono veloci, ma ci lasciano sempre, a parte qualche chiusura piu' massiccia, buona visibilita' e sole.
Giunti alla sella, ci buttiamo nel vallone de Ruine fino al lac d'Asti, su una neve da urlo appena scaldata dal sole. Poi ripelliamo pensando di fare un giro sul Brusalana, ma la corsa veloce delle nubi ci porta nuovamente alla sella poi giu' con buonissima visibilita' su Firn da urlo, fino alle macchine. Un solo gava beuta per raggiungere le quattro ruote.

oggi in compagnia di Eros, Elide, Lella, Paolo e la new Entry Mattia.

Pranzo ottimo e abbondante alle grange


[visualizza gita completa con 8 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Neve sfondosa già alle 7 del mattino a causa del mancato rigelo notturno. Nota positiva: si arriva con l'auto fino alla grangia del bersagliere. Da li portato gli sci per 30 minuti ma volendo salire x lingue di neve si possono mettere anche dopo 10 minuti. Coltelli oggi non necessari, tranne quelli x tagliare il salame a fine gita. Iniziato la discesa alle 10,30 su neve pesante ma comunque sciabile... credevamo peggio visto la temperatura africana. Scesi fino all'auto con gli sci, con un solo gava-buta. Pranzo di rito all'auto. Oggi noi buzzi eravamo: io, Franco, Sergio, Enzo, Mariateresa, Cristina e Mauri.

[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
con la macchina si arriva fino alla sbarra dopo la "pera sciapà", noi all'andata abbiamo portato per circa 30 minuti ma volendo si parte con gli sci ai piedi dalla macchina. neve primaverile ma ancora piacevole sopratutto nella parte alta.
bella compagnia e ottimo disnè, grazie a tutti per la bella gita.


[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: la sbarra è ancora "chiusa" ma si arriva quasi al bivio di Soustra
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
considerazioni: (A) oggi 5 stelle (B) probabilmente la miglior gita della stagione (C) se tutte le mie primaverili possono essere così ditemi solo dove devo firmare :)
Partenza 7,15 - la fioca pereffe inizia dal bivio x il vallone di Soustra, quindi 5' di portage. C'è stato rigelo notturno, salita ok con neve dura ma non sfondosa nè gelata, coltelli non necessari. In Cima temperatura gradevole e vista spaziale, ma non ci fermiamo troppo (discesa h 10,30). La neve era trasformatissima ma ancora dura, anche se ottimamente sciabile; dopo alcune centinaia di metri ci fermiamo per una ventina di minuti per vedere se mollava ancora un po' , ma il sole andava e veniva e c'era il rischio che sotto sfondasse, allora va bene così, tanto si può scendere dove si vuole e sfruttare i pendii di neve liscia evitando quella butterata, spettacolo! Ci siamo tenuti sulla destra, ed evitato il primo pezzo di strada passando nel valloncello sempre a dx, per poi raccordarci alla strada negli ultimi minuti di discesa. La neve nella parte bassa stava mollando ma non è stata mai mola, oggi alzarsi alle 5 ha avuto un senso!!

con Dani!! :)


[visualizza gita completa con 5 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
attrezzatura :: scialpinistica
Per arrivare in cima, incontriamo neve dura e ghiacciata, dobbiamo calzare i coltelli. In discesa riusciamo a fare qualche curva, anche se la neve non aiuta molto. Temperatura 0°C, sole per quasi tutto il tempo. Nella nostra direzione non incontriamo nessuno scialpinista.
in compagnia di Lisa e Koda


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: nessun problema fino alla ex dogana a Chianale.
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Direi che oggi è stata azzeccata una gita con i fiocchi!!!
LA parte alta direi da 4 stelle.
Molto gente sul colle dell'Agnello e solo in 3-4 al Sella d'Asti.
Si portano gli sci fino alla deviazione per il vallone del Soustra. Da lì neve continua.
Utili i coltelli per i ripidi pendii finali.
Dalla cima, con un sole primaverile, sceso tenendomi a destra andando a cercare le zone piùlisce e non toccate dal vento. La prima parte su bella trasformata poi sempre portante, a volte un pò dura. Sceso verso le 12.30. Arrivato all'incrocio con la strada estiva, proseguito verso destra e imboccato il vallone dell'Agnello su una pista liscia come biliardo e molto bella da sciare. Dopo cercando le lingue sulla strada si arriva a 10 minuti dall'auto. Al momento mi sento di consigliarla. Visto gente sulle Rossette.
Saluto i due astigiani con cui ho condiviso la salita.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
attrezzatura :: scialpinistica
Dalla sbarra posta a circa 2300 metri siamo saliti prima a Punta delle Rosette poi, visto che le nebbie avevano lasciato posto al panorama sul Pic d'Asti, siamo saliti fino alla Sella d'Asti; in pratica fra sali-scendi abbiamo fatto circa mille metri di dislivello. Oggi eravamo in tutto otto "evergreen", abbiamo portato gli sci a spalle per circa 250 metri di dislivello

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: fino a grange del bersagliere
attrezzatura :: scialpinistica
Aggiungo in ritardo relazione solo per inserire una foto che dà l'idea di come sono i versanti sud dell'agnello. La gita è fattibile e godibile, ma è destinata agli irriducibili del gava&buta (più gava che buta) negli ultimi 200m di dislivello.

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
attrezzatura :: scialpinistica
oggi era una di quelle giornate che ha premiato chi ama dormire al mattino...il freddo intenso dovuto al vento fortissimo ha reso la neve durissima e non l'ha fatta mollare: una tragedia per noi tavolari!!! partiti tardissimo, ma non abbastanza (ore 9.45) abbiamo invidiato uno skialp che incominciava a salire verso le 11.50...in teoria dovevamo scendere dall'altra parte e risalire, ma arrivati alla sella il vento ha incominciato a congelarci...quindi rapido dietro front su neve sempre durissima fino alla macchina: le tavole oggi hanno pianto...tre stelle per il paesaggio davvero meraviglioso...a saperlo partivamo a mezzogiorno...ma va bene così, l'importante è esserci...
oggi Paolo&Luca con le amate tavole


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: ok fino alle grange del margaro
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
anche se alla partenza sembra che manchi neve,ma con un paio di gava e buta neve continua,direi che c'è stato un buon rigelo notturno,noi che siamo saliti tardi e scesi dopo le h12,metà della discesa ottima!poi umida e un pò sfondosa,nel complesso buona gita.......
grazie Enrico,anche con poco tempo bella gita!!!
ciao a tutti............


[visualizza gita completa con 7 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Si arriva alle grange quota 2300 circa
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi purtroppo pochissimo rigelo notturno, solo bella la parte alta, da metà in giù neve sfondosa già durante la salita. Si arriva ancora all'auto, sfruttando le lingue di neve, togliendo gli sci una sola volta e per un breve tratto. Con un pò più di rigelo notturno gita ancora sicuramente consigliabile.
Oggi con Lodovica, Dorella,Mario e Maya.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
attrezzatura :: scialpinistica
La sbarra era aperta e la strada percorribile senza problemi fino ai tornanti presso le grange Ciais. C'è poca neve e fino ai tornanti sopra le grange del bersagliere è quasi obbligato seguire la strada. Abbiamo iniziato la discesa poco dopo le 11 incontrando crosta non portante per le prime cinque - sei curve; poi crosta liscia da rigelo ricoperta da un velo di fresca fino alla macchina.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1800
Si parte sci ai piedi dall’auto. Parcheggio super affollato di ski-alp. Partiti senza una precisa meta arrivati a quota 2500 m ,visto che molti salivano sulla Cima delle Rossette, decidiamo di puntare verso la Sella del Pic d’Asti e all’ometto di quota 3144 m. In salita neve dura e coltelli consigliati per il ripido pendio finale. La giornata calda e bella ci ha fatto rimanere in vetta quasi un’ora. Scesi verso le 13 abbiamo trovato una neve sciabile ma molto impegnativa con crosta a tratti portante e a tratti non portante alternata a brevi tratti con firn .Non abbiamo toccato pietre. Da quota 2500 m sulla strada con neve scorrevole fino all’auto.Gita di lungo sviluppo. In compagnia di Attilio, Ettore e Fabio.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2500
aggiungo a completamento delle indicazioni di Jacolus sull'anticima dell'Aguilette che noi invece abbiamo fatto il Brusalana è l'innevamento è perfetto fino alla Breche de la Ruine, poi con neve più o meno umida e le solite due brevi risalite si ritorna sci ai piedi a 5 minuti dall'auto.
un saluto al mitico Jacolus ed una carezza a Jolie, che non ho potuto incontrare di persona ma solo salutare ad urlo dal Brusalana all'Aiguilette. Un saluto anche al socio Lorenzo ed a Giuliano che si è unito a noi per questo giretto munta e cala e munta e cala... sopportandoci di buon grado. Alla prossima stagione?


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok fino al parcheggio del Col Agnel in Francia
Partiti dal parcheggio del Punto d'informazioni sotto il col dell'Agnello; Portage 3min. Saliti al col Vieux, attraversato alla Breche de la Ruine, scesi dalla stessa (ancora innevata) sul vallone che porta al Pic Brusalana ed alla Sella d'Asti. Raggiunta la Sella d'Asti, chiacchierato con un ragazzo che era salito dalla parte italiana e scenderà dalla medesima (Ci sono solo più 400m di discesa) Discesa ottima fin sotto la breche, risalita, discesa fino al Lac Foréant, risalita al col Vieux e discesa fino ad 1 min dal parcheggio. Nadia ed i suoi amici sono andati all'Aiguillette, altri sciatori al Pic Brusalana; anche il pic di Caramantran è in ottime condizioni. Attenzione alle marmottine a scendere dal col dell'Agnello.

[visualizza gita completa con 18 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si arriva al tornante prima della slavina, poi divieto
quota neve m :: 2500
saliti alla Sella d'Asti su neve durissima (oggi gran rigelo, coltelli),discesa del versante francese passando per lago d'Asti,sotto la Breche de Ruine e poi ancora seguendo le gole del torrent de Ruine fin dove c'e' neve (2400 m) e che neve!!
Risalita verso l'Aiguillette, sarebbe stato bello salire qui ma sarebbe stato troppo lungo, poi traverso verso il Brusalana ma un valloncello non previsto ci obbliga ad un ulteriore breve discesa-salita,quindi ritorno alla Sella.
Ultima discesa alle 12,30 su neve mollata il giusto, un po troppo ondulata in basso.
Alla fine 1.500 m di discesa su neve ottima, con Super ed Alberto che ci ha lasciato alla Sella per non forzare il ginocchio.
Il versante italiano è agli sgoccioli, oggi si raccordavano ancora tutte le lingue di neve ma non dura.

[visualizza gita completa con 11 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: c'è sempre la sbarra alla dogana
quota neve m :: 2400
Zero gardi alla sbarra,allora sci in spalla scarponi penduli attaccati allo zaino e ciabatte ai piedi!tanto la strada da fare è lunga e bella.Sopra i tornanti l'innevamento è continuo ed eccezionale per la stagione,avrò poi modo di vedere che dai 2300-2500 in su si sono ancora molte possibilità.La mattinata è fredda e nuvolosa,in più la neve è durissima,lascio perdere tutte le velleità e salgo la facile cima di Rosette.Intanto il cantiere per aprire il colle è all'opera,sono ad un km dal valico, varie draghe e buldozer si aprono un varco tra due muri di neve,poi sminuzzano le pareti per non si pieghino sulla strada e dei camion la portano via.Fanno proppio un bel lavoro questi operai!La discesa dalle Rosette alle 11 la neve non ha ancora mollato,ma quando arrivo sulla strada esce un bel sole,ripello e salgo alla sella d'Asti su neve dura ma con un pelo di farina nella parte alta.Discesa da urlo,ha sciato talmente disivolto che Jolie nelle prime curve non mi ha conosciuto e mi abbaiava come un'estraneo.Poi dinuovo ciabatte ai piedi,uno zaino mostruoso, col cavallo di san Francesco arrivo alla macchina.Un'altra volta magari mi porto dei pattini a rotelle!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Partito presto da Chianale con una giornata splendida, messo i coltelli dopo la "baita del marghè" e giunto in cima alle 10,15. Incredibile, non c'era un filo di vento, mi sono goduto in solitudine un'ora e mezza di panorama,poi alle 11,45 ho dovuto scendere per gustarmi un firn favoloso.E'proprio vero che le cose belle durano poco,dopo solo 45 minuti ero alla macchina,nonostante le numerose soste per godermi la discesa ancora un pò.
Un consiglio: partite presto scendete presto... Saluti a tutti.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
corso SA2 del CAI sez. Ligure

[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
Gita fatta anche se la nebbia a tratti diventava veramente fitta.
In alto uno strato di neve fresca di 20-30 cm. su fondo duro ci ha regalato una discesa fantastica fino alle grange del bersagliere, di lì in poi la neve aveva ceduto pertanto abbiamo seguito la strada fino a Chianale senza concederci grosse evoluzioni. Meteo molto variabile fra nebbia, sole (poco) e neve, con il disagio più grande procurato dalla nebbia che rende difficoltosa la discesa per mancanza di contrasto.
Viste le prime marmotte, che cosa possano mangiare con tutta laneve che c'è ancora proprio non lo so.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
fantastica discesa con panorami eccezionali...
con flavio e max

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
quota neve m :: 1800
volelevamo andare al brusalana,ma complice il caldo e l'età quando con Jolie sono arrivato alla sella d'asti ero scoppiato,allora non abbiamo fatto di meglio che aprire la mensa, si stava proppio bene.discesa fantastica su farina un pò variabile fino alla strada.comunque il punto più difficile dalla salita è passare sotto,o sopra la sbarra che chiude la strada con sci e zaino.ma dato che è d'attualità,non si potrebbe mettere un "tornello"per permettere che a piedi si possa passare?

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1800
seconda gita con sergio m. :partiti alle 7.00 dalla sbarra e senza togliere gli sci alle 9.30 eravamo sulla sella.siamo poi scesi sul versante francese (neve molto bella:10 cm fresca)per circa 200 mt di dislivello.risaliti alla sella e ridiscesi verso chianale(via di salita)con neve bella fino a 2300 mt.sotto molto bagnata.bella sgambata bella giornata all' una ero gia coi ferri sul posto di lavoro

[visualizza gita completa]
Nessuna stella perchè non c'è più la neve: la nebbia e le temperature alte se la sono portata via. La macchina si lascia dove domenica scorsa, a 2400 m. perchè c'è un cumulo, ma poi è tutta pulita. Su c'era inversione termica e piovigginava. Non abbiamo fatto la gita ma ho scritto lo stesso perchè se avessimo saputo le condizioni di non innevamento stamattina non ci saremmo fatti un'ora di auto inutilmente..

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: nessun problema fino a quota 2400
quota neve m :: 2300
In una settimana la coltre si è ridotta parecchio, pur tuttavia consente ottime curve su crosta portante e liscia, da cima a fondo.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: PULITA FINO ALLE GRANGE DL BERSAGLIERE (2350)
quota neve m :: 2000
10 ottobre? da non credere... Sci ai piedi dalla macchina (poco sopra la grangia del bersagliere), saliti su fondo duro portante (utili i coltelli). In vetta scesi sul versante fracese (vedi foto) su farina da urlo, rimesse la pelli, nuovamente in vetta e discesa su un firn spettacolare (ore 12). Solo la parte bassa era un po' più pesante ma comunque sciabilissima. Non ho toccato 1 pietra. Impeccabile

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: si arriva fino a 2350 dalla Malga dei pascoli estivi
quota neve m :: 2100
Partito dalla grangia del bersagliere (2350). Prima Rossette e poi Sella d'Asti. Crosta rigelo dall'inizio alla fine. Per l'ultimo tratto alla Sella consiglio i coltelli. Per la discesa sembrava di essere su battuta! Per chi ha tempo, è da provare il versante francese dalla Sella d'Asti, è tutta farina strepitosa (foto). Non ho preso neanche una pietra e solo verso i 2500 ha iniziato a mollare leggermente (sceso alle 11.30). Se continua a gelare alla notte, andiamo avanti ancora una settimana (o quasi!!!)
Grazie agli amici di Verzuolo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
quota neve m :: 2100
Saliti alla sella d'Asti dalla grangia del bersagliere. Crosta portante per tutto l'itinerario di salita, per la parte alta sono consigliati i coltelli. Dalla punta siamo scesi per 150 m sul versante francese, in 40 cm di farina strapitosa, senza toccare neanche una pietra! Tornati alla sella abbiamo iniziato la discesa sul versante italiano su crosta portante, sembrava di essere in pista. Solo dai 2500m in giù la neve ha iniziato a mollare, rimanendo comunque sempre molto sciabile. Giornata magnifica!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: divieto a 2150 metri
quota neve m :: 2500
partiti vergognosamente alle 9.30 data la giornata fredda e ventosa abbiamo trovato neve splendida sia a salire che a scendere peccato che si debbano fare 350 metri di dislivello su asfalto sci a spalle e sopratutto scarponi ai piedi.
gita consigliata

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: Strada chiusa con catena a 2150 m circa
quota neve m :: 2300
Con l'auto si arriva fino a 2150 m, poi le frese hanno pulito la strada fino al tornante a quota 2500 m (5 m di neve !!!) rendendo impossibile la salita con gli sci (sci sullo zaino). da lì in poi salita con gli sci fino alla ventosa sella d'asti. giornata bella e fredda e neve neve dura che non ha mollato per tutto il giorno. bella discesa su neve perfettamente levigata fino al già citato tornante poi occorre togliersi gli sci almeno un paio di volte (oppure molte di più) se si riesce ad azzeccare una serie di lingue di neve intervallate da alcuni metri sull'asfalto. la neve in basso è veramente scarsa.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: si sale fino a circa 2150 metri, poi sbarra con divieto
quota neve m :: 2300
Si arriva con l'auto fino a circa 2150 metri. Abbiamo portato a spalle gli sci fino a circa 2300 metri. La salita è stata effettuata da 12 "evergreen"; panorama dalla punta sia sul Monviso sia sul Pic d'Asti. Discesa fantastica su neve trasformata che ha tenuto fin quasi alle macchine data la giornata non caldissima

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2100
Confermo le valutazioni precedenti, alle 11.30 la neve era ancora bella fino a 2300 mt, poi molla in modo totale. Gita molto consigliabile sia per l'innevamento che per la qualità della neve. un saluto ai paccari Emilio, Betta e Patty (Ma cosa vi siete persi!!!)

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: ottimo fino al tornante di Soustra ma a rischio multe
quota neve m :: 2100
si cammina 15 minuti poi si sale senza problemi fino in punta.discesa dalla sella alle 9,15 su neve bella,ancora un pochino dura fino al primo pianoro e risalita alle Rossette(150 mt circa).Da qui neve perfetta fino in fondo!!Consigliabile.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: La neve inizia a circa 15-20 minuti dallo sbarramento stradale
quota neve m :: 1900
Bellissima gita con condizioni meteorologiche e di neve ottimali. Siamo scesi alle 10,15.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta da vento dura
Partenza con auto normale da quota 2000 (con 4x4 fino a 2350 circa).
Bella giornata, ma molto fredda e con raffiche di vento.
In discesa:
- Neve sufficiente fino a quando si incontra la strada.
- Scarsa lungo la strada (ma percorribile con gli sci) fino a 2200 circa.
- Da quota 2200 all'auto, sicuramente a piedi.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente umida/pesante
Saliti lungo l'itinerario normale fino alla Cima delle Rosette,poi scesi di circa 150m,ci si sposta sulla dx orografica entrando sui pendìi che portano alla Selle d'Asti.Neve molto bella sotto la sella fino al congiungimento con l'itinerario delle Rosette,circa 30cm di neve asciutta e qualche bellissima curva sugli ampi pendìi.Poi nella parte bassa prima della strada qualche pietra e pendìo fresato dai passaggi.Tolti gli sci quasi giù.
Giornata serena con un pò di vento freddo in quota.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Un po'da maniaci questo finesettimana in V.Varaita: tutti a salire e scendere da Rosette e Sella d'Asti! Ma mi sono proprio divertito: la neve certo non abbonda! Si sale in macchina fino a 2400m abbondanti, si parte sci ai piedi su lingue di neve ben trasformate che diventano quasi subito pendii uniformi, in discesa da urlo (se si hanno lamine).
Sconsiglio le gite a Nord: crosta almeno fino ai 3100m (questo abbiamo trovato sabato 7 sulla Rocca Rossa).

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: ...condizioni gita ...
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
L'innevamento continuo inizia dal pianoro sotto al laghetto, purtroppo, anche se già aperta, la strada è interrotta alla pera rutta (mt 2100) e soprattutto c'è il divieto al bivio per Soustra??! aggirabile ma rischio multe. Scesi alle 11 su bella neve che iniziava appena a mollare, per lingue si arriva comunque comodamente alla macchina.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta rigelo non portante
La neve inizia intorno ai 2000 m. Gita piacevole con neve complessivamente bella. Nella discesa la luce filtrata dalle nuvole non consentiva di percepire i cambi di pendenza.

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 26/02/17 - lyskamm4500
  • 08/06/13 - trem
  • 21/01/12 - andreatecno
  • 21/03/04 - barbara_mor
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Sud-Ovest
    quota partenza (m): 1848
    quota vetta/quota massima (m): 3123
    dislivello totale (m): 1300

    Ultime gite di sci alpinismo

    27/05/20 - Sommeiller (Punta) da Rochemolles per il Passo dei Fourneaux Settentrionale - mv56
    Ottima giornata nonostante la nebbia iniziale che ci ha un po' demoralizzato, ma poi l'alternanza con momenti di sereno ci ha nuovamente motivati. La neve ha tenuto abbastanza per tutta la mattina e d [...]
    26/05/20 - Sommeiller (Punta) Canale Sud-Ovest - giorgiobi
    Saliti dalla via classica, conviene portare gli sci fino al Pian dei Morti seguendo prima la strada e poi il comodo sentiero. Discesa ore 11,30 su neve davvero perfetta fino al Pian dei Frati, poi, do [...]
    26/05/20 - Albaron (Sella dell') da Pian della Mussa - griso
    Oggi condizioni eccellenti grazie alla bella giornata e allo z.t. a 3500 m. Partiti alle 5,50 con 8°C. Buon rigelo e progressione veloce. Utili i rampant unicamente nel breve traverso poco sotto Pi [...]
    26/05/20 - Almiane (Punta di) dal Ponte d'Almiane - andrealp
    Facendo il sentiero estivo si portano gli sci per poco più di mezz'ora e circa 300 metri di dislivello ma si evita di tribolare sui residui nevai che fiancheggiano il torrente. Rampant necessari per [...]
    26/05/20 - Collerin (Monte) da Pian della Mussa - mowgli
    Come scritto da chi mi ha preceduto il portage è di 400m e su una gita di 1700m D+ è assolutamente accettabile. Oggi il rigelo è stato giusto senza creare il verglass che sicuramente domenica era [...]
    26/05/20 - Collerin (Monte) da Pian della Mussa - puli88
    Portage fino al Pian dei morti come domenica (400 m dsl circa). Due gava e buta poi neve continua. Neve dura ben rigelata, buon grip, non necessari coltelli. Sul ghiacciaio neve gelata (strascichi di [...]
    25/05/20 - Roudel (Cima) dalla Valle Argentera per la Valle Lunga - billcros
    Oggi super gita in posto veramente isolato e lungo, ma bei ambienti, già parecchi togli e metti nella parte iniziale , il torrente brontola bene , poi quando il vallone si apre migliora fin ad essere [...]