Falterona (Monte) da Castagno d'Andrea

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: strada libera fino dopo Castagno
quota neve m :: 900
La situazione rispetto a come l'ha descritta Beppe è cambiata.
Di neve ce ne è ancora assai ma la temperatura si è alzata.
In basso si riesce a sciare perchè c'è la strada, dalla fonte Borbotto
in su la neve si è appesantita e inumidita. In salita la traccia era ottima
ed in discesa si è rivelata migliore di quello che ci aspettavamo
consentendo serpentine inaspettate: siamo scesi nel bosco immediatamente sotto la
cresta finale riuscendo a sciare bene fino alla strada.
Abbiamo toccato qualche volta, sassi o rami rotti.
Occhio perchè se la temperatura scende ghiaccia tutto.
Con Manuela, Marco, Franco e Lorenzo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: oltre Castagno utili gomme da neve o ben scolpite
quota neve m :: 500
Partiti sci ai piedi dal tornante q. 863, tagliando diverse volte la strada Fonte Borlotto. Ci siamo poi alzati seguendo grosso modo il segnavia 16 ma perdendolo più volte per i tronchi intonsi di neve ghiacciata. Da fiaba la parte alta stracolma di neve, ma tutto l'itinerario è stato fantastico con tantissima neve sul terreno e la galaverna sui boschi. Grandiosa discesa nella neve farinosa dei ripidi pendii del grandioso bosco di faggi secolari e simpatico il ritorno lungol a strada e i tagli fino alle auto.
Gita effettuata con Menni, Aldo, Massimo, Daniele e Dante. Un applauso spetta alla Menni, resuscitata e ritornata sulla neve dopo la frattura al femore dello scorso anno. Bravissima.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: Da Castagno la strada è semi innevata. Fermarsi al 1° tornante
quota neve m :: 700
L'innevamento è davvero eccezionale, inizia molto prima di Castagno, prosegue su tutta la strada prov. semispalata solo fino al 1° tornante. Abbiamo fatto tutta la salita fino alle fonti del Borbotto seguendo il segnavia 16 che interseca numerose volte la strada provinciale. Sempre seguendo il segnavia 16 abbiamo risalito il bellissimo ma ripido bosco di altofusto stracarico di neve farinosa che ci ha portato fino alla croce di vetta visibile solo all'ultimo. In discesa abbiamo trovato neve migliore nel bosco anzichè nel canale. dal bordo del canale abbiamo seguito per qualche decina di metri il segnavia 00 per Monte Falco, buttandoci poi nel ripido bosco di faggio di altofusto con neve farinosa un pò pesante fino a trovare lo stradello che ci ha riportati al Borbotto. Poi il rientro alle auto con parte alta tutta senza itinerario obbligato ad intersecare a più riprese la strada provinciale. Giornata veramente eccezionale. Foto su

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente umida/pesante
sotto una leggera nevicata ho rinunciato alla cima circa 100m sopra Borbotto: per la prima volta nella mia vita ho avuto paura di staccare qualcosa in una faggeta! 50-80 cm di neve fresca su pendii fino a 30° mi hanno consigliato di ripiegare e seguire la strada verso PianCancelli, che non ho raggiunto per poche centinaia di metri causa mancanza della carta topografica e sopraggiungere della nebbia. Discesa su neve magnifica, purtroppo poco pendente. Ambiente e paesaggio da favola.

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: bosco rado
difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Ovest
quota partenza (m): 800
quota vetta/quota massima (m): 1654
dislivello totale (m): 854

Ultime gite di sci alpinismo

23/02/19 - Crou de Bleintse (Mont) da Chatelair - gondolin
Le condizioni sfidanti della neve ci hanno indotto a pensare che il piacere sci-alpinistico fosse a sud, sulla neve trasformata dalle temperature primaverili delle ultime due settimane. Partenza rilas [...]
23/02/19 - Tète du bois de Quart - Rebatta bousa
Abbandonato l'itinerario classico del Flassin per andare a curiosare questa vetta. Prima parte del tracciato comune al Flassin, neve molto dura ghiacciata, poi salendo sul versante est si trova neve a [...]
23/02/19 - Becco (Cima del) da San Giovanni - skeno
Saliti solo al lago della Perla e poi al colletto (circa 2100 m) che separa il vallone dalla valle della Pepino Forse eccesso di prudenza, ma il colle quotato 2197 sopra il lago presenta grosse cor [...]
23/02/19 - Malamot (Monte) o Pointe Droset da Piano San Nicolao - alfonsom
bellissima giornata e sciata....canale in ottime condizioni; la neve non ha mai mollato a parte nel canalino finale dove si scia ancora bene anche se bisogna fare qualche slalom tra le pietre; qualche [...]
23/02/19 - Marguareis (Punta) da Carnino Superiore - antoniop
Bella gita dallo sviluppo notevole. Attualmente oramai si spalleggia fino alla gola della chiusetta, ma mi sembra che comunque ne valga la pena. La neve è primaverile solo in alcuni tratti, in altri [...]
23/02/19 - Turge de la Suffie da le Laus - marmotta
Buone condizioni su tutto l'itinerario. Neve umida dal colle sino alla pista di fondo che consente un veloce rientro a Le Laus.Parte alta crosta portante. In generale neve facile da sciare molto ammo [...]
23/02/19 - Cars (Cima) da Certosa di Pesio, anello per Cima Piastra e Colle Serpentera - titi1982
Oggi giornata di skialp esplorativo. Partiti con intenzione di fare la gardiola (in cui peraltro ero già salita due volte), dopo circa 5 minuti seguiamo traccia sotto la strada pensando seguisse nev [...]