Lunella (Punta) Canale SE

osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: In macchina fino alla sbarra
quota neve m. :: 1700
Salito alla strada di vaccherezza ormai attuale partenza per lo sbaron e con 45 minuti di camminata si arriva a fine strada.poi salito fino agli alpeggi praburet da dove ho messo gli sci appena sotto.salito nello splendido vallone stando alla sx orografica e circa a 2100 messi gli sci sullo zaino e salito il canale.a quota 2600 mi sono spostato molto a sx perché non capivo se nel canale si sciava bene e ci fosse neve (al ritorno ho visto che si passa)arrivato quindi alla selletta.sceso anche qui un po' a dx scendendo e poi raccordato al canale più sotto.partito alle 5.30 e sceso alle nove circa.neve ancora dura in alto ma volevo evitare il caldo visto che prende il sole subito.bella Expo da anni che la guardo...ritorno bello lungo alla macchina alle 11.30.nessuno alla lunella ma 4 persone verso il cruvin che sembra una bellissima gita
Vista di oggi
Alba
Prima parte canale

[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
partendo dal presupposto che sciare in parete ha sempre il suo
fascino, oggi è stata un' ottima gita, lunga, ho impiegato 4 ore, posto molto selvaggio e isolato,la sciata nella parte alta non è stata un granchè, neve marcia che si staccava
formando alcune slavine che hanno spazzolato il pendio lasciando neve dura decisamente migliore,i pendii sotto
tutti perfettamente trasformati.Purtroppo non si calzano gli sci dalla selletta bisogna scendere una cinquantina di metri su roccette affioranti.Si può fare,ancora per qualche giorno sempre che non scaldi troppo tipo oggi.

[visualizza gita completa con 5 foto]
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta rigelo portante
come al solito esauriente relazione di federico,aggiungo una sola cosa,neve da favola fino alla stradina in salita .Grazie a tutti per la splendida giornata di sport e amicizia e per aver condiviso una faticaccia,ripagata da una splendida discesa.Ieri dalla cima dello sbaron aveva visto giusto.nella foto federico ed enzo ala nella strattoia prima della selletta.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta da vento morbida
Partiti dall'auto alle 9, pensando di dover affrontare una giornata di grande freddo. Così non è stato, anche se la neve non ha mai mollato, in special modo sul tratto ripido. Fino all'ultimo siamo rimasti dubbiosi sul fatto che saremmo riusciti a trovare un passaggio per la discesa. Salendo abbiamo individuato un lungo traverso esposto che in discesa si è rivelato provvidenziale. Il pendio sciabile inizia ad una selletta ad una decina di metri dalla punta, ma abbiamo potuto calzare gli sci appena sotto, in quanto alcune roccette scoperte interrompevano la continuità del canalino sommitale. Neve molto dura, necessarie lamine cattive. Come al solito Enrico ha battuto traccia dall'auto alla punta, grande prestazione dopo i 1900 m. di ieri...
La gita è lunghetta e anche lo spostamento è abbastanza considerevole. In salita abbiamo impiegato circa 4 ore e 3 quarti; discesa iniziata intorno alle 14:15. Oltre al già citato Enrico Morello, erano della banda Albertone Quercetti, Enzo Ala, Enzo Cardonatti e il boss del cai di Venaria, Beppe. Per infilarci gli sci ai piedi abbiamo ostruito completamente il canale terminale...
In definitiva, grande gita; il paretozzo, in condizioni ogni morte di papa, presenta passaggi molto vari e alcuni tratti tecnici ed esposti. La pendenza viaggia tra i 40° ed i 45°, con qualche breve impennata poco oltre i 45°.
Al ritorno lungo sentiero innevato IN SALITA!!!! per tornare a Grange.
Fare questa discesa mi ha particolarmente emozionato, in quanto nel febbraio del 1985 è stata la prima discesa ripida di Ugo Pognante, un amico fraterno oltre che un grande sciatore.
Valutazione: 4.2/E3/PD su 300 m.

[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
partito alle 5.00 dalla macchina, ho percorso la mulattiera e ravanato sui pendii erbosi superiori nella nebbia più totale. assenza totale di neve fino a 1700 m. vaste aree erbose bruciate da incendi recenti. dalle ultime baite mare di nuvole sotto, giornata spaziale sopra con neve a dir poco eccezionale.
numerosi camosci, alcune lepri e amici immaginari a iosa. vetta panoramicissima e molto aerea. discesa dalla vetta per lingue di neve appena mollata dal sole alle ore 10.30.
per i primi 100 m, bisogna ricercare lingue di raccordo fra isolotti rocciosi (molto esposto-casco consigliato).
poi, spettacolare discesa fino al termine del vallone su pendenze costanti intorno ai 35°-40° un po' da ricercare. gli sci a spalle per due ore giustificano pienamente la magia di un ambiente così paradisiaco.
per la salita, forse, si può sfruttare la sterrata che sale da maffiotto con un fuoristrada, risparmiando più di un'ora di marcia.
un saluto a f.negri. (grazie per aver visto questa bella possibilità). alla prossima. a buon intenditor....

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: I :: 4.2 :: E3 :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Est
quota partenza (m): 1337
quota vetta/quota massima (m): 2772
dislivello totale (m): 1435

Ultime gite di sci ripido

19/01/20 - Quota 3080 Dent d'Ecot Canale dell'Ecot - teo
La Gura è sempre un posto magnifico, selvaggio, isolato..Partiti per fare un canale sulla costiera della Monfret e appurato che non c'era più dopo 1300 m di sgambata, continuiamo a salire fino al do [...]
19/01/20 - Ciaudon (Testa del) da Limone Piemonte - valu
dai 10 ai 30 cm di farina su un fondo durissimo ....... però canale in condizioni sciabili saliti con ramponi e picca i coltelli non servono, dalle pelli si passa a picca e ramponi direttamente
19/01/20 - Grand Bec de la Blachiere (le) Couloir Ovest RELAZIONE NON COMPLETA - jonny_bravo
Splendido e lungo canale a poca distanza dalla strada, l'innevamento e' molto buono, ma oggi la farina che speravo di trovare non c'era, o meglio, deii 600 metri di canale previsti, 500 sono in farina [...]
18/01/20 - Cénévé (Pointe de) Colle 2850 Couloir SE - rocco
Bell'itinerario che permette di sciare su pendii bellissimi in pieno sole e con bella vista su Aosta. Questo però a prezzo di un po' di portage. La poderale che parte da Avisod a oggi si percorre in [...]
18/01/20 - Meyna (Sommet de la) Canale Nord RELAZIONE NON COMPLETA - jonny_bravo
Avendo proposto la gita, vengo eletto con votazione plebiscitaria capogita del giorno, e naturalmente riesco a condurre tutto il gruppo nel canale sbagliato, accorgendomi dell'errore solo in cima [...]
18/01/20 - Meyna (Sommet de la) Canale Nord RELAZIONE NON COMPLETA - giole
Saliti da Sant Ours su 10 cm di farina leggerissima (-9 alle 8.15), seguendo la strada sino al bivio per la batterie de Viraysse, dove si punta direttamente verso la parete della Meyna. Anche troppo d [...]
18/01/20 - Corleans (Cresta di) forcella 2733 m e quota 2780 m da Mottes per il Couloir N - vik
Partenza alle 9.30 (-7°), sfruttato la traccia di chi saliva alla normale poi deviato ed iniziato a risalire il conoide. La perturbazione non ha fatto molto, 10-15cm che hanno comunque migliorato la [...]