Marchisa (Rocca la) da Lausetto

neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Farinosa ventata
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Colombata, fatto il primo tratto che porta al Ruissas poi in prossimità della tipica macchia di pini quadrata ci siamo immessi nel vallone di Verzio e con notevole spostamento arrivati fino in cima. In realtà abbiamo superato i pini così abbiamo dovuto ridiscendere un pezzo per immetterci nel vallone. Vallone lunghissimo e bellissimo con ripida rampa finale per arrivare in vetta. In discesa neve stupenda sotto la cima, appena trasformata, poi più giù un pò di tutto , dalla crosta dura battuta dal vento alla ventata morbida e poi in fondo di nuovo trasformata. Molta soddisfazione.
Il lungo avvicinamento
In cima
Piccola festicciola in cima
Pendii sommitali
Un pò più in basso
Fantastici toboga
Sempre sciabile
Ci si diverte

[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Neve continua da poco oltre Colombata fino in cima , manto nevoso portante su tutto il percorso associato ad un buon rigelo ci hanno regalato una bellissima discesa.Purtroppo ad inizio discesa il cielo si è leggermente velato ma la visibilità e sempre stata buona.

[visualizza gita completa con 9 foto]
note su accesso stradale :: si arriva fino a quota 1720 prima della pineta
attrezzatura :: scialpinistica
neve da quota 1930, per cui e' s c o n s i g l i a t a a tutti quelli che non amano il portage; in discesa si arriva alla stessa quota cercando di scegliere i giusti passaggi; oggi bella neve: in alto un 10 cm di neve bella bianca, caduta da poco, un po' umida, su fondo portante, perlopiù di colore rossiccio; poi primaverile scorrevole fino in fondo; oggi poca gente nei paraggi, il portage fa da filtro :)
le quattro stelle sono per la sciabilita' dove la neve c' era

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
attrezzatura :: scialpinistica
4 stelle meritate: non 5 perche' nella parte bassa bisogna cercare un po' il percorso; bellissima gita, e poi in val maira... :) bella neve trasformata da cima a fondo

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: si arriva lungo la strada che conduce a Grangie Verzio fino a 1920 m,
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi gran bella giornata, salito al colle 2930, sceso fino a 2600 lato Val Varaita incontro alla sociale Uget, risaliti insieme al Pic delle Sagneres, poi risalito alla Marchisa.
A nord qualche zona ancora farinosa alternata a leggera crosta (ormai tutto molto lavorato)a sud neve spettacolo sulle pendenze più sostenute, soprattutto dalla cima della Marchisa al sottostante ripiano a 2600. Nei lunghi traversi più crostosa, dove si curva anche in basso bella trasformata.Conviene stare sempre a destra scendendo anche se ci sono due brevi tratti scoperti per passaggio valanghetta. Consigliata.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si arriva con l'auto a quota 1800 m
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Itinerario spettacolare e selvaggio poco frequentato per salire la Rocca la Marchisa. Per sfruttare al meglio l’attuale situazione di innevamento abbiamo fatto una variante dell’itinerario classico salendo con l’auto dopo la Grange Merlot fino a quota 1800 m, poi superata a piedi la slavina più grande ed attraversato il primo ponte abbiamo lasciato la strada al primo tornante e ci siamo addentrati nel bosco per comodo sentiero fino a calzare gli sci a quota 1930 m per dirigerci fino alla Grange Verzio (2112 m) e da lì seguendo una strada-sentiero fino a ricongiungerci nel vallone di Verzio con l’itinerario classico di salita della Rocca la Marchisa da sud. Giornata calda , cielo cobalto. Utili i coltelli nel tratto finale ma non indispensabili. Si arriva sci ai piedi a 5 metri dalla vetta. Molti sci alpinisti in vetta ma tutti provenienti da Sant’Anna di Bellino. Da sud solo noi. Discesa su neve trasformata a tratti da 5*, comunque sempre bella fino a quota 1930 m dove si tolgono gli sci per attraversare nuovamente il bosco. Volendo si possono di nuovo calzare gli sci sulla stradina fino all’auto. Gita super e consigliata. Allego foto e traccia GPS per chi volesse farla domani. In compagnia di Luciano , Ettore , Giova, Fabio, Gil, Sergio e superPaolino.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Si arriva comodi a Colombata
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Gita lunga ma remunerativa, interminabile il pianoro sotto il bivio per il Chersogno, ma il pendio finale rivaluta la gita con la discesa diretta dai pressi della vetta (circa 400 metri) veramente bella. La valutazione della sciabilità dipende da quando si è scesi. Oggi era molto caldo. Scendendo alle 11 sarebbe stata un’altra cosa, ma siamo arrivati in giornata da Genova. Noi siamo scesi alle 13 e per 600 metri 5 stelle poi 4 e così via fino ad 1 stella relativa alla “polenta concia” dei pendii in basso, sia prima che a valle del traverso sulla carrereccia. Bella giornata con leggere velature. Si arriva con gli sci a 5 metri dalla croce della vetta più alta. In basso da Colombata si fanno 5 minuti con gli sci in mano e poi qualche pezzo d’erba e terriccio ancora a piedi nei pressi delle Grangi Durazzo
In 7 del CAI ULE di Genova Sestri


[visualizza gita completa con 1 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Bel gitone, il meteo è stato clemente, ha iniziato a piovere al ns. arrivo alla macchina. Nella parte alta abbiamo trovato neve dura mentre in quella bassa neve dura con circa 3 cm di rinvenuta. Occorre fare 10 minuti di portage.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Grande traffico questa mattina a Lausetto,chi andava al Ruissas,chi andava al Sebolet,allora...per non avere confusione siamo andati alla Marchisa,5 ore di salita,2 ore in vetta e...due bottiglie in meno,ma...tanta allegria in più. neve primaverile su tutto il percorso,un brevissimo portage alla partenza e presso le baite. giornata spaziale!

[visualizza gita completa con 5 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ottimo fino alla fraz.Colombata
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Solo pochi minuti di portage alla partenza e poi innevamento continuo (breve tratto dalle G.Durazza sopr.con neve ormai al limite). Neve trasformata in basso e crosta portante in alto quindi condizioni ideali x questo tipo di percorso dal notevole sviluppo. Utili i coltelli x il pendio terminale. Oggi giornata spettacolare con temperatura ottimale. Discesa dalla Marchisa alle ore 10.30 circa con neve che sui ripidi pendii stava mollando il giusto. Giunti a quota 2550 mt. abbiamo ripellato e risalito verso il passo delle Brune e successivamente sul Chersogno che è in ottime condizioni tanto da raggiungere facilmente la cima sci ai piedi. Sul costone la neve è ventata morbida ma poi dal passo in giù scegliendo le expo più al sole neve tipo moquette fino in fondo. Noi abbiamo iniziato la seconda discesa alle ore 12.00.
Oggi parecchi scialpinisti sparsi su tutti i percorsi: sulla Marchisa dalla Val Varaita e sul Chersogno da Elva.


[visualizza gita completa con 9 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Gita durante la quale ho incontrato solo una persona nel tratto finale e due nella parte bassa diretta al Chersogno. Gita presa al pelo evitando portage eccessivi, infatti gli sci si mettono poche decine di metri dal parcheggio per toglierli solo sul ponte sul rio Mollasco, poi per lingue di neve si arriva fino alla strada oltre le grange. Viste parecchie persone sul Chersogno. Giornata fantastica, e neve dura. Le 4 stelle sono solo per la scarsità di neve in basso.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Stupendo vallone,purtroppo ci siamo dovuti fermare a quota 2700 x il peggioramento del meteo.Neve comunque stupenda con 10 cm di farina portata dal vento dai 2300 in su e primaverile fino a lausetto da dove la neve parte quasi subito e manca solo sul ponte di ferro.
IO e Ale


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
sceso dalla sebolet attraverso il colle di vers, quindi risalito per la marchisa. caldo torrido.
le quattro stelle sono per chi scende presto, giro lunghissimo, ma vale la pena. consiglierei però di invertirlo per godere di una neve migliore per scendere dal sebolet che è più esposto a ovest, in questo caso forse si potrebbe anche evitare la risalita al colle, ma tagliando a mezzacosta se le condizioni della neve lo permettono.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: Lasciate le auto a Lausetto c'era il tutto esaurito a Colombata
Partiti alle 9,40 da Lausetto insieme alla moltitudine che si dirigeva al Ruissas, dal traverso di q.1900 e per tutta la gita non si è incontrato più nessuno in questo percorso molto lungo e complesso, il cui dislivello finale si avvicina ai 1700 m, che con lo spostamento sembrano molti di più . Una nuvola che portava neve verso i 2500 m, ci ha quasi fatto desistere, poi la cima è apparsa nuovamente al sole, che ci siamo goduti sulla cima stessa in assenza di vento. Discesa diretta dalla cima e poi molto veloce per la neve sempre portante, salvo qualche breve punto, con le lunghe sequenze di serpentine. Nel complesso una bella avventura con Andreina, Elena, Irene, Jimmy e Piero, terminata nella sempre ottima ed indimenticabile piola di Fatiga.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Bellissimo l'ultimo pendio l'unico ripido, per il resto è una serie infinita di traversi ma l'ambiente è stupendo, non è la classica gita. Per chi vuol fare allenamento e abbronzarsi è l'ideale. Una dedica particolare a PierFelice: questa è una PierGita! Un Saluto al Cai di Coazze e un grazie a Valter che mi accompagna a fare queste pazzie in settimana.

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1510
quota vetta/quota massima (m): 3071
dislivello totale (m): 1561

Ultime gite di sci alpinismo

27/02/20 - Fallére (Mont) spalla 2973 - albert61
partito molto presto ma non è stato sufficiente. il cielo si è via via coperto e per non scendere al buio non ho salito gli ultimi ripidi 100 metri neve farinosa fino a Vetan con alcuni tratti di leggera crosta
26/02/20 - Durand (Cima) da Artesina - carloc80
Gita di ripiego, volevo andare al Mondolè, ma vento fortissimo, una volta arrivato al Colle Bauzano mi ha fatto desistere, o optato per Cima Durand, solo per tutto itineraio. Oggi piste chiuse ad Art [...]
26/02/20 - Pepino (Cima di, o Cime de Pepin) da San Giovanni - rok1976
Partito dalla partenza della seggiovia "Severino Bottero", quota 1066 m, si sale senza portage (!) su stradina /pista chiusa. Ghiacciata, ma si sale... Quando si sbuca sul pianoro quota 1500 circa si [...]
25/02/20 - Nera (Punta) da Lillaz per il Vallone dell'Urtier - gambalesta
si devono portare gli sci per un bel po sino alle prime baite lungo la strada (1 h) poi strada innevata con resti di valanghe. Nella parte centrale neve rigelata e miracolosamente qualche angolo di [...]
25/02/20 - Verde (Colletto) da Montgenèvre - cingoli
Salita seguendo la pista su neve gelata, dopo le 11 la neve inizia ad ammorbidire consentendo una discreta discesa. Con Franco
25/02/20 - Ciriunda (Monte) da Tornetti - 3levanne
Conca dei Tornetti buona per primule. Sci ai piedi intorno 1700 . Saliti per il pendio est/sud/est , indispensabili rampant . Discesa versante Viana . Giornata inizialmente con nuvole poi sole ch [...]
25/02/20 - Aquila (la Croix d') da Puy Chalvin - pigilm
La neve di sta sciogliendo ad ogni minuto, per prati i primi passi poi lungo la stradina si riesce a salire con qualche metti e leva. Poi dopo il villaggio seguiamo le indicazioni per il colle della T [...]