Tempesta (Punta), Punta Sibolet, Monte Tibert dal Santuario San Magno, anello

osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Fatto giro ad anello come sul libro di Campana. La strada è ancora tutta ben innevata. Arrivati sul Sibolet Anto e soci sono scesi su Tolosano, su neve cartonata (molto lavorata dal vento). Noi abbiamo proseguito sul Tempesta, le uniche curve belle della giornata sono state quelle per raggiungere l'Intersile. Ripellato per il Tibert, dopodiché rientro all'auto su neve che non si è ancora trasformata, quindi sciata didattica, ma non divertente.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si arriva al Santuario
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Gita gia pensata e sognata da tempo e allora oggi via si parte. Primi al Santuario h.8 (un saluto ai tre simpatici torinesi che ci hanno chiesto indicazioni su Tibert e dopo gita mangereccia). Messo sci dopo ponte su Rio Intersile, prima qualche interruzione e abbiamo preferito farlo a piedi per velocità. Dopo la casetta GAN salito pendii a destra e primo leggero sbaglio di rotta. Siamo rimasti troppo alti e allora via gli sci per qualche decina di metri per poterci ricongiungere poco sopra la strada del Fauniera. Poi imboccato il Vallone della Miniera e giunti sulla dorsale di cresta del Sibolet su neve compatta e portante. Sino a qua ci ha seguito un cane di grossa taglia lo stesso visto qualche gita fa. Da li senza spellare un pò di saliscendi verso il Tempesta, via Colle Sibolet. Neve ventata molto frastagliata in questo tratto. Una comitiva numerosa di svizzeri saliti da Marmora ci ha accolto offrendoci un assaggio di grappe artigianali. Scesi al Colle Intersile su neve che aveva già mollato permettendoci qualche curvetta. Risaliti sul Tibert seguendo quasi sempre la dorsale di cresta per via della neve già molto sfondosa lato Valle Grana. Scesi nel ampio pendio lato Intersile su neve già pesante ma ancora discretamente sciabile e poi ricongiunti su mulattiera prima delle Baite della via normale di salita al Tibert. Seguendo ancora qualche lingua residua giunti praticamente sino alla macchina solo con qualche leggero attraversamento erboso. Alle prossime

Oggi con Davide. Tre ragazzi di Pinerolo che hanno fatto il ns. stesso giro. Parecchi su Tibert con salita classica anche tre snowborder e ciastristi. Due garisti prima di noi. Comitiva svizzeri su Tempesta


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Marco gita qui ma fatto giro Tibert-Tempesta-Pelvo-Sibolet-Tibert. La neve inizia poco dopo il santuario e a sud non ha mollato niente tutto il giorno, solo scendendo dal Tibert alle 13.00 circa un po' più sciabile. A nord a sorpresa invece ancora tratti di farinella vecchia intonsa e divertente che vale scendere un po' di più... :).
Oggi in solitaria... Difatti riuscito a passare da Rosso...


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: ok fino al santuario.
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima giornata e neve da urlo...la val grana non delude mai...Oggi ero in ottima compagnia con Noemi. Finalmente finite le gare posso godermi un po' la montagna da vero gitaiolo!!!!

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: OK per Santuario Castelmagno
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti per fare il canale del Sibolet, il caldo e l'aspetto piuttosto placcato del canale ci hano dirottato verso la Tempesta (anche il canale Nord, a vederlo, presenta una bella gonfia in partenza). Scesi al colle Intersile ripelliamo al Tibert. Bella discesa a dx (faccia a valle) sul bellissimo pendio, prima su neve morbida a grumi poi su simil primaverile. Indi stradina. Bella sciata. TROVATO PRESSO COLLE INTERSILE GILET. IL PROPRIETARIO PUO' CONTATTARMI TRAMITE MP.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: fino al santuario
attrezzatura :: scialpinistica
gran bel giro con Mark, Beppe e Francoise. La neve è rimasta comunque dura per tutto il giorno e fino alle auto..Ora con le temperature abbassate di 10 gradi, a sud serve nuova neve..

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Strada pulitissima fino al bivio per la Fauniera
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Ottime condizioni nel vallone delle Miniere, una volta giunti sulla Sibolet abbiamo incontrato il vento che non ci ha permesso di goderci le cime, un po' di attenzione nella discesa dalla Tempesta al colle Intersile dove c'è un bel distacco a lastroni, discesa dal Tibert mantenendosi lato Intersile su pendii purtroppo non molto lisciati dal gelo-rigelo di questi giorni, comunque godibilissimi, si rientra ancora con gli sci, con qualche breve tratto di sci d'erba, fino al Santuario.
Con Francesca e solo altri 5 skialp nel vallone Fauniera-Miniere, molta gente sia alla Tempesta dal colle Intersile che direttamente al Tibert. Buone Feste a tutti i "Gulliveriani" ma soprattutto buone gite e tanta neve fresca (magari!!!!)


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
note su accesso stradale :: strada ok
attrezzatura :: scialpinistica
Bel giro che tocca 3 cime,neve ,anche se scarsa, già dalla partenza.
Partiti intorno le 9 con temperatura già calda al sole;scesi un bel tratto dal Sibolet verso la V.Maira su buona farina su fondo duro,ripellato quindi verso la Tempesta,discesa diretta dal ripido pendio sotto la cima,molto bello su farina pressata e risaliti a riprendere il gruppo sulla dorsale che sale al Tibert letteralmente preso d'assalto.Discesa sui suoi bei pendii ormai troppo devastati dalle centinaia di persone passate su neve molto smossa e a tratti sfondosa a seconda delle esposizioni.Parte finale in sci d'erba con neve veramente al limite.
Grazie ai soci e alle ragazze x la bella idea di questo tour :)

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok fino al santuario
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Prima uscita in sci della stagione!!! Partito dal santuario di s.magno e salito punta Tempesta sulla quale non aveva ancora messo piede nessuno...poi discesa e risalita al Tibert...non pago sceso altri 350m e risalito nuovamente il Tibert..1500d+...Neve favolosa tranne l'ultimo pezzo prima del santuario dove ci sono le pietre e c'è poca neve oltretutto molle, bisogna dunque portare per circa 20min se non si vogliono sfasciare gli sci...in compagnia di un grande papà che ha salito il Tibert.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: fino al santuario
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
La neve inizia subito al santuario ed è continua a parte due tratti di qualche metro. Dai pressi di Gias Parvo in su innevamento ancora imponente (la strada quasi scompare).
Arrivati nei pressi del Sibolet, evitato per non sprecare forze (e tempo) per raggiungere la Tempesta. La neve di certo non manca ed è meglio tenersi un po' sotto la cresta (versante Marmora) per la traversata tra le due cime (cornici aggettanti sul vallone Sibolet). Scesi dalla punta sul colle di Intersile e poi nel vallone del Sibolet. Grazie alla stradina traversa, ricongiungimento con gli ultimi dolci pendii dell'itinerario al Tibert.

La neve è certamente tutta trasformata e sciabile, occorre però scendere presto per evitare che diventi troppo marcia e sfondosa. Per noi discesa iniziata alle 12.15, neve marcia e stancante ma ancora sciabile nell'alto vallone del Sibolet, poi marcia e tritata sopra al Santuario: qua il fondo però "sostiene" di più e ci si può divertire a fare slalom tra ciaspolatori, gobbette di neve marcia e macchie d'erba.

I versanti ovest del vallone della miniera erano invitanti, ma se si scende di li si deve poi seguire la strada fino a Castelmagno e di conseguenza rinunciare all'anello. Neve portante anche sul versante Marmora, in giornate come questa una discesa di qua non sembra male (visto uno sciatore scendere)

Con Marina, unici due a salire da questo itinerario oggi. Incontrata una famiglia in cima, che ha fatto il giro inverso al nostro.

Santuario Beach molto affollato all'arrivo, ottimo piatto di tagliatelle a Lou Porti di Monterosso.


[visualizza gita completa con 4 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
nessun rigelo notturno; per fortuna all'inizio si segue la strada che ha una traccia portante e quando la si abbandona le corste da vento diventano portanti e si progredisce agevolmente; il tratto sibolet-tempesta è, a tratti, privo di neve. dalla sibolet no nconciene togliere le pelli nella breve discesa. prima parte della discesa dal tibert abbastanza buona anche se la neve era molto dura e lavorata dal vento e dai numerosi passaggi. da 1/2 in giù veramente orrida, seguido fedelmente una stradina tracciata fino al Santuario.

con l'ottima compagnia di Lollo, Davide, Carlo e Beppe.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: in auto al santuario poi c'è neve
attrezzatura :: scialpinistica
Rilassante passeggiata pomeridiana,10 min di portage. Salito al colle Esichie e poi per la panoramica cresta al Pelvo e saliscendi al Sibolet, discesa alle 17 per il vallone della miniera.Innevamento buono. La parte inferiore del versante sud del Tibert è senza neve.
Incontrati due ciastristi in discesa dal Fauniera, felici per la bella giornata.


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti alle 7.30 poco sotto le Grange Parvo (1850 circa)sci ai piedi e seguendo un po' la strada e un po' no siamo arrivati fino al colle dei Morti. Incredibile la quantità di neve che c'è!! Da li pellando e ripellando abbiamo percorso tutta la cresta: Rocce Ciarmetta, colle dell'Esischie, monte Pelvo, Punta Sibolet, Punta Tempesta concludendo con l'affollato Tibert. Bellissima gita con ottimo panorama e neve ottima. Dal Tibert poi discesa da urlo su neve primaverile cotta al punto giusto!!
Un saluto alla sfortunata coppia del Tibert con "solo" tre sci!
Con l'inseparabile coppio ObeIvo.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1900
..noi siamo saliti solo alla Tempesta ed al Tibert, ma è stata una doppia discesa splendida su firn da favola per il periodo. Almeno 60 persone sul Tibert, quì pressochè nessuno. Con Mark.

[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
saliti al colle intersile,puntatina al tibert,ridisceso al colle su neve dura,non si lasciano segni,ripellato e salito al tempesta.Scesi alle 13 circa,pensando che la neve mollasse un po,invece ha mollato poco e solo sui versanti a pieno sud.
il mio giudizio è di tre stelle,ma solo dalla vetta fino a circa 2100,poi cominciano le solite canaline formatesi dall'acqua.Si arriva fino alla macchina passando sulla strada e su prati,oggi iniziato a toccare qualche pietra....
un saluto ai pensionati,sempre in gran forma....


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
Saliti al Tempesta e poi per cresta al Tibert.
Neve marmorea nella parte alta, comincia a scarseggiare nella parte bassa.

Con il fido Marco, ormai compagno di decine di gite...
Un grosso saluto agli amici incontrati ed in particolare ag Egidio 1969...
Spero di rivedervi presto.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
non do le 5 stelle perchè in discesa (iniziata alle ore 11,30 ora legale) le parte bassa aveva già ampiamente mollato.
per il resto firn splendido con un dito di sapone sopra.
siamo arrivati in vetta in 5, mentre sul Tibert si vedeva una folla da fiera di paese. metre stavamo per scendere è arrivato (dalla Val Maira) un gruppo di tedeschi seguiti ... dalla scuola Righini (70 persone). riporto la gita in questo itinerario anche se abbiamo fatto solo la Tempesta, per non affollare di itinerari "doppi"

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Partiti per fare il giro, ma poi ci siamo fermati in punta al Sibolet perchè c'era una nebbia incredibile e non si vedeva nulla!!! Asopettato circa 1 ora in punta, ma le condizioni non miglioravano, quindi siamo ridiscesi dallo stesso versante di salita. Fortunatamente (vista la scarsa visibilità) la neve era fantastica, un primaverile da favola fino alla strada. Arrivati alla strada il tempo si è messo al bello...... Comunque la strada è fattibile, anche se con poca neve, in alto il vallone è molto bello, occorre però scendere presto.

[visualizza gita completa con 1 foto]
si segnala il distacco di importanta valanga sul versante E-N-E del Sibolet con coinvolgimento di scialpinista.esito fatale.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: fino a S.Magno sporche in salita, pulite al 90% in discesa.
quota neve m :: 1400
Salita esilarante in paesaggio da favola con cristalli di neve portati dal lieve vento in caleidoscopici coriandoli nel sole.
-Meteo blu intenso, mare di nuvole da 1000 in giù., freddo secco, niente vento in cima.
-Neve vergine ed immacolata, 50 cm di fresca impalpabile leggera powder, che il grandissimo Stefano della Banca ha battuto molto di più di me, sia in salita che in discesa: troppa!.
-Dal m. Sibolet fatto cresta fino alla Tempesta, poi scesi verso il colle Intersile(fatto partire una valanghetta (10x10m) su fondo ghiacciato).
Poi, visto il poco fondo per scendere dal TIBERT su S.Magno, abbiamo optato per il valloncello del Sibolet. (50 cm di fresca, impalpabile, immacolata powder). Tot 6h di lavoro a volte duro, a volte durissimo: non andateci per un pò di tempo: a noi sta a cuore la vs. incolumita' e le vs. gambe.
-E di poesie ne scrivo finche' ne ho voglia.
-Un simpatico saluto al mitico p.s., che, apprendo, scomparirà da oggi nelle nebbie del nulla.
Addio.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
Abbiamo fatto l'itineriario al contrario per sfruttare al meglio le condizioni di neve (C.Intersile, Tempesta, Sibolet e giù per il vallon della Miniera). il risultato è stato una bella gita che ha regalato curve e divertimento a tutti, nonostante la situazione di questo periodo.
Grazie a Ilario & C. che hanno preparato con cura la prima uscita sociale del Cai di Cuneo !!!
Buona visibilità e anche un bel sole nel finale... ma non doveva nevicare nel pomeriggio ?

[visualizza gita completa con 1 foto]
Che Gitun!!!! Innanzitutto grazie all'amico paolo che ci ha dato l'imbeccata per questo fantastico giro! Rispetto all'itinerario da lui descritto, non essendo una banda di gran mattinieri e spaventati dal suo commento che diceva 8 ore, abbiamo deciso di evitare il Viribianco, e quindi arrivati al colle fra lo stesso e il Viridio abbiamo preferito raggiungere direttamente la punta di quest'ultimo (soluzione più logica tra l'altro nell'ottica del giro). A differenza di Paolo, oltretutto, penso abbiamo sacrificato un po' le discese, per stare più alti possibile sulle creste tanto la neve si sa è quella che è, fatto sta che l'itinerario alla fine ha segnato 1790 m di dislivello e sei ore tra le varie merende e foto ricordo. Questa volta i miei compagni meritano un grazie e un saluto...spidi, mauri, giulio e agatin

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
quota neve m :: 1600
Un giro eterno...(quasi 8 ore )
Non molto remunerativo sciisticamente per le brevi discese( a perte quella del Tibert) ma veramente bello per i lunghi saliscendi sulle dorsali e il paesaggio.
Breve ma bella la discesa diretta del pendio ovest del m. parvo e bellissima quella dello scivolo sud del tibert (neve fantastica) da dove poi abbiamo continuato sulla stradina innevata verso il santuario.
in compagnia di Raky

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente leggera/asciutta
partiti da castelmagno che nevicava, seguita la strada con scarso innevamento. Dalla prima baita del margaro neve abbondante. Raggiunta la cima in una fitta nebbia e una copiosa nevicata. In cima al Sibolet il tempo si è schiarito per mezz'ora, quindi siamo scesi in 5-10 cm di polvere. Bella che non si capisce. Ottima la neve ed anche il buon Dema. La sciata più bella della stagione. Dopo la sciata anche ottima mangiata per festeggiare la sciata.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
partiti tardi (9.30) da Castelmagno abbiamo percorso la strada ancora ben innevata fino quasi al Gias Fauniera da dove ci siamo immessi nel suggestivo vallone Miniera. passata la punta Sibolet siamo poi scesi dal colle omonimo( la discesa dal Tibert non pare più fattibile). Bella la prima parte della discesa con fondo ancora portante, un macello la parte bassa con ancora tanta neve pesante e non portante date le temperature sahariane dell'ultimo periodo....nella foto l'ampia dorsale del Sibolet.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
traversata non lunga ma varia e panoramica e direi azzeccata con le condizioni meteo di oggi.
discesa dal tibert su neve molto molle (ma sciando leggeri leggeri si riuscivano a fare ancora bei curvoni...). vento forte per tutta la dorsale.
Nella foto piccola dalla punta sebolet in secondo piano tempesta e tibert

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
neve primaverile per la maggior parte della discesa...........troppe tracce sembra un campo di patate.Nella parte inferiore la neve incomincia a scarseggiare

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
L'intenzione era di fare tutto il giro ma il fortissimo vento in cresta e l'assenza di neve nel tratto verso il monte Tibert ci ha fatto ripiegare verso il vallone Sibolet. E' stata comunque un'ottima alternativa grazie anche alle buone condizioni della neve trovate nel letto del torrente Sibolet.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta rigelo non portante
FATTO L'ITINERARIO SOPRA DESCRITTO, CHE HO COPIATO QUASI TAL QUALE DAL LIBRO DI CAMPANA.
CON SNOWBOARD E KATY. SALITO IL VALLONE DELLA MINIERA TUTTO A FONDO CANALE A SX, NEVE COMPATTA PERFETTA; POI SON SALITO SULLA TEMPESTA CHE NON AVEVO MAI FATTO (ZERO NEVE PRATICAMENTE DAL SIBOLET ALLA TEMPESTA); POI SON RITORNATO AL COLLE SIBOLET, PERCHE' DI TIBERT M'E' BASTATO QUELLO DELL'ALTROIERI, E POI PERCHE' VOLEVO FARE TUTTO IL CANALINO DEL TORRENTE SIBOLET, COSA CHE ABBIAMO FATTO: SULLA DX OROGRAFICA C'ERA FARINA, MA SUL FONDO CANALINO E A SX C'ERA CROSTA NON PORTANTE, QUINDI PRIMA DI CAPIRLO BENE ABBIAMO FATTO DELLE GROSSE TAMPE, MA E' STATO DIVERTENTE, SPECIE DOPO ARRIVATI.
SAPIENS EST MUTARE CONSILIUM

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Varie
quota partenza (m): 1761
quota vetta/quota massima (m): 2679
dislivello totale (m): 1234

Ultime gite di sci alpinismo

18/06/19 - Mean Martin (Signal de) da Pont de la Neige - sensacugnisiun
Gita con vari saliscendi ed il lungo falsopiano prima della risalita verso la Bezin, oggi però premiata dall'ottima tenuta della neve. Rigelo sufficiente con brevi tratti cedevoli nel falsopiano sott [...]
18/06/19 - Fours (Pointe des) da Pont de la Neige - brusa
Sci dall'auto. Neve nevaio, ma alcune contropendenze esposte al sole avevano neve molliccia (al pomeriggio)...ho provocato un paio di piccole e lentissime colate nei pressi della cima. Gita brevissima ma con ottimo panorama.
18/06/19 - Pers (Aiguille) da Pont de la Neige - brusa
Segnalo che domenica 23 giugno, al mattino, la strada del colle è chiusa (lato ponte St. Charles) per una manifestazione ciclistica. Al momento, l'innevamento è molto buono e si sale e scende tranq [...]
18/06/19 - Giordani (Punta) da Indren - MOWGLI
Si calzano gli sci dall’arrivo della funivia, come detto da altri tutto ben innevato con itinerari in splendide condizioni. Con le ultime abbondanti precipitazioni nevose si arriva a 2 m dalla Mado [...]
18/06/19 - Bezin Nord (Pointe de) da le Pont de la Neige - gigi02_to
No rigelo; sci dall'auto; primo buco sull'acqua nella gola finale.
17/06/19 - Frappier (Cima) da Brusà del Plan - billcros
con 4x4 fin alle grange gran miol , poi 30' sci a spalle nei prati fioriti, poi sci ai piedi dal centro del vallone principale (2500m)neve continua fin al colle della longia e poi x cresta un po piu [...]
17/06/19 - Fluchthorn Traversata dalla Britanniahutte al Lago Mattmark - manty57