Ciriunda (Monte) da Tornetti

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Crosta da rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: Crosta da rigelo portante
note su accesso stradale :: In macchina fino all'ecomostoro
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
200m con gli sci sulle spalle, poi sci ai piedi su neve dura con alcuni pezzi con pietre e rododendri. Salendo lungo il canale sommitale ho messo i rampant.
Discesa decisamente difficile: abbiamo cercato le zone di neve dura, le zone di neve bianca e liscia erano di crosta non portante.
Nella parte bassa alcune zone sono più sciabili.
Abbiamo visto un paio di scialpinisti su Ciarm del Prete: da sotto sembrava avessero trovato anche zone farinose.
La nostra gita meriterebbe 1 stella, ne aggiungiamo una per l'ambiente molto bello.


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Conca dei Tornetti buona per primule. Sci ai piedi intorno 1700 . Saliti per il pendio est/sud/est , indispensabili rampant . Discesa versante Viana . Giornata inizialmente con nuvole poi sole che ha mollato la neve. Bella sciata, corta purtroppo. Parte passa si sfrutta con gava/buta qualche lingua a 15 minuti dal mostro. Panorama verso il Granpa bufera , lato pianura mare di nuvole particolari.
Con altri 5 amici


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dall’Alpe Bianca. La situazione neve non è esattamente come da qualcuno descritta in settimana. In questo momento si arriva a 5 minuti a piedi dalla macchina ma ormai le condizioni sono al limite (alcuni gava e buta ed in alcuni punti si passa su erba…). In salita abbiamo calzato gli sci una volta lasciata la strada ed imboccata la Valle di Viana (una cinquantina di metri di strada sono già privi di neve). Nel vallone l’innevamento è buono con neve primaverile. Giornata calda ma con vento pungente. Siamo scesi verso le 11:30 con neve che aveva mollato il giusto più tardi sarebbe già stato troppo. Il lungo traverso è stato un po' laborioso per le condizioni sopra descritte. Viste le temperature domani sarà un’altra gita rispetto ad oggi.
Con papà e Flavio.


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: Park all'ecomostro di Alpe Bianca
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Portage 20 minuti, poi sci dai prati e sulla strada con qualche breve interruzione . La parte centrale e
il canale finale sono in ottime condizioni con neve primaverile. No rampant .Discesa magnifica effettuata circa ore 12.30
Con Diego.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: nessun problema fino all'Alpe Bianca
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza da Alpe Bianca, 140 m dislivello di portage su stradina.
salita quasi continua poi 50 m lineari di portage ancora su stradina.
canale un po' al limite con diverse interruzioni che si possono superare anche con sci ai piedi.
neve primaverile trasformate ottima che non ha richiesto uso di rampant in salita.
in cima vento molto forte.
in discesa neve trasformate che ha reso la discesa facile e divertente.
dal canale che adduce alla stradina in poi i tratti interrotti sono sempre più presenti. La situazione sembra un po' più critica rispetto alle relazioni dei giorni precedenti (vedi anche Ciarm del Prete).
Parte bassa su stradina poi a un cartello di legno si passa destra su prati e una lingua di neve ti porta a circa 150 m lineari dalle auto.
vento molto forte che ha consentito di non sudare troppo anche con temperature elevate
spettacolo di nuvole, luci e colori per tutta la salita


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Niente neve fino all’Ecomostro e anche oltre...
attrezzatura :: scialpinistica
Strada aperta fino all’Alpe Bianca. Se si segue la strada si incontra neve dopo 130m di dislivello, una ventina di minuti. Se si taglia per prati sulla sx un po’ meno. Un paio di tratti di strada ormai non hanno più neve... saliti prima al Ciarm del prete, dalla vetta scesi verso il lago di Viana (pendio non un granché per colpa dell’esposizione) e risaliti al Monte Ciriunda. Discesa dalla vetta su neve trasformata primaverile bellissima fino alla strada, poi stradina e passando al di là del rio ancora parecchie curve. Parecchia gente in zona.
Con Bubbola. Saluti a Elisa ed Alberto e agli altri conoscenti incontrati lungo il percorso.
Trovato cappellino la sportiva quasi al parcheggio, se ci fosse il proprietario mi contatti.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: OK fino all'ecomostro
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Visto che la neve è bella siamo di nuovo qui.
Questa volta abbiamo fatto solo la Ciriunda tralasciando il Ciarm, non è cambiato nulla da martedì, salita su bella neve primaverile senza l’uso dei rampant nel canale.
Dalla cima fino all’ingresso del canale crosta portante ancora dura, poi una splendida primaverile fino a 5 minuti dall’auto.
Come per la precedente relazione, salire all’alpeggio sopra l’ecomostro e subito dopo inizia la neve, non conviene assolutamente fare la stradina scoperta in più punti che, oltre ad allungare, toglie divertimento
Alcuni skialp suddivisi tra Ciarm e Ciriunda

Altra bella gita con il socio Enzo impreziosita dall’ incontro e dalla piacevole chiacchierata con Ezio Sesia, uno dei due autori del libro “Scialpinismo nelle valli di Lanzo”, ottima raccolta di itinerari scialpinistici in zone poco battute dalle masse.


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: si arriva, senza problemi, a quota 1400 m.
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Inizialmente ti chiedi che fine ha fatto l’innevamento….poi la situazione migliora decisamente, e si scopre anche che la salita al Monte Ciriunda è un itinerario che si sviluppa in un ambiente alpestre e roccioso molto bello a dispetto della quota non elevata.
L’attuale situazione del manto nevoso è stata ben descritta da Mowgli.
Bella neve anche se il cielo velato, nella parte alta del percorso, l’ha mantenuta dura.


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Crosta da rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Colle pian Fium/Marmottere/Ciriunda/Ciarm del prete.
Partito molto tardi dal parcheggio (ecomostro), non avevo idee molto chiare su cosa fare ho fatto i primi 100 metri a piedi non essendoci più neve per poi mettere gli sci poco sotto la stradina. Non essendo mai stato zona Rocca Moross decido di proseguire lungo la strada con qualche taglio fino alla cresta che porta in cima, ultimi 100 metri dalla cresta sci a spalle visto la pendenza e la neve granatina. Di li visto lo spettacolo della cresta infinita che fa capolino con il Ciarm del Prete decido di iniziarmi alla traversata (in ogni caso si sarebbe potuto rientrare da qualsiasi pendio). Effettuata per lo più a piedi con e senza ramponi, cosi di seguito monte Marmottere con la sua spettacolare crestina e Ciriunda dove decido di scendere una bellissimo pendio/canalino in pieno sud su cremina fantastica. Pelli e risalgo sino al lago di Viana per poi raggiungere la mia meta finale decisa due ore prima il Ciarm del Prete, discesa dalla classica o quasi sempre cercando di stare sempre sulle espo più soleggiate anche se le placche dure non mancano mai. Come già detto sud è una garanzia in questa stagione!
Qualcuno in giro su molti altri itinerari che avrei ancora percorso, si tornerà sicuramente ;)

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: OK fino all'ecomostro
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Si arriva senza problemi all’ecomostro dove si parcheggia, non conviene seguire la strada ma si punta all’Alpe Bianca, subito dopo inizia la neve e ci si va a raccordare sulla stradina più in alto evitandone la noiosa salita.
Nonostante l’inverno atipico, la conca dei Tornetti risulta ben innevata e tutti gli itinerari sono in buone condizioni, Marmottere a parte dove la copertura nevosa è abbastanza al limite.
Oggi zero vento, giornata abbastanza calda e salita agevole senza l’uso dei rampant
Discesa spettacolare su bella neve trasformata scegliendo, come anticipato da Puli88 nella sua relazione, le espo in pieno S altrimenti si trovano ancora tratti duri nei piani e/o non ancora completamente trasformati, si arriva sci ai piedi a 5 min dall’auto.
Oggi abbiamo allungato la minestra aggiungendo anche la salita al Ciarm, unendo così due punte molto vicine.
Bella gita in compagnia del socio Enzo, piacevole incontro e chiacchierata con la veloce Puli88 e un saluto a Francesco incontrato al park e in cima al Ciarm


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: Fino dietro ecomostro si può andare in auto
attrezzatura :: scialpinistica
Portage di 5 minuti e successivamente un paio di gava e buta per raggiungere il pianoro del bivio Ciriunda-Ciarm del Prete. Salita alla Ciriunda e ridiscesa fino al torrente su neve trasformata divertente da sciare (in cresta ancora dura e ghiacciata). Un po' di aria in cresta. Al torrente incontrato Pierluigi al quale mi sono aggregata e abbiamo proseguito verso il lago di Viana poi lac du Pan (lago Pané) per arrivare alla quota 2421. Da qui sono scesa nel vallone retrostante per risalire sulla dorsale del Torrione Mazzucchini che non ho raggiunto. Scesa e risalita pochi metri al colletto tra quota 2421 e la cresta del Ciarm del Prete. Di qui ricongiunta al socio siamo scesi lungo itineradio di salita.
Neve varia..trasformata sui sud con ancora zone in via di trasformazione e zone belle ghiacciate nelle altre esposizioni. Bellisismo ambiente poco frequentato, l'ideale per gironzolare e scoprire nuovi itinerari. Grazie a Pierluigi senza il quale non mi sarei spinta fuori dai confini del regno. Parecchi skialp sulle diverse cime..anche il simpaticissimo muratore delle nevi!!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
attrezzatura :: scialpinistica
Arrivato all' Alpe Bianca mi sono incamminato sulla stradina chiedendomi dove avrei trovato la neve....dopo una decina di minuti eccola comparire. Ho comunque spallato fino al piano prima di mettere gli sci.
Iniziato a scendere prima delle 11 su crema primaverile semplicemente fantastica che si è mantenuta tale fino alla fine. Un solo gava e buta di una trentina metri sulla strada al termine del piano, poi spostandosi sotto lo skilift si riesce ancora ad arrivare, su un sottile strato di neve, a pochi metri dall' ecomostro.
Gran caldo, parte bassa agli sgoccioli, ma sciata fantastica.

[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: Ok fino all'ecomostro
attrezzatura :: scialpinistica
Coltelli utili nel pendio finale se si parte presto. 10 minuti di sci a spalla.
Con Guido. Coltelli utilizzati nel pendio finale per maggior sicurezza. Parcheggiato poco prima dell'ecomostro, breve tratto a piedi e poi incontrato la traccia di salita che abbiamo seguito fino in vetta. Un tratto di circa 30 metri senza neve. Iniziata la discesa alle 11, neve molto bella però bisogna scegliere bene i tratti da percorrere. Giornata con meteo stupendo ma temperatura alta. Gita molto bella ma con questo clima tra alcuni giorni più sci a spalla e tratti scoperti. Ottimo pic nic alla fontana dei Tornetti. Incontrato alcuni scialpinisti ma meno del previsto.


[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: ok fino sotto l'ecomostro
attrezzatura :: scialpinistica
Strada perfettamente pulita fino sotto l'ecomostro a quota 1420 circa. 10 minuti di portage sulla stradina, poi neve continua con buon grip fino in cima, non abbiamo usato i coltelli. Il canale a mezzogiorno era un forno, ma la neve aveva mollato solo il giusto e si presenta abbastanza ben trasformata e portante. Purtroppo arrivati in cima il cielo si è completamente coperto, compromettendo molto la visibilità sulle contropendenze e rigelando immediatamente la neve. Discesa quindi che poteva essere molto migliore, ma va bene così. Ultimi 100 metri tagliando per prati si arriva all'ecomostro direttamente sci ai piedi (consigliabile anche in salita), ma ormai su ghiaccio vivo. Oltre a noi solo due diretti al Ciarm del Prete.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Crosta da rigelo portante
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
come descritto molto bene da bagee siamo arrivati in auto a 1400 metri poco sotto l'ecomostro. Abbiamo messo subito i rampant, io li ho tenuti fino in punta. Gita effettuata con 22 "evergreen" tutti più veloci di me

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Crosta da rigelo portante
note su accesso stradale :: Ok
attrezzatura :: scialpinistica
La strada è pulita sino a quota 1400; dalla macchina indispensabili i rampant causa una unica lastra di ghiaccio per un lungo tratto poi migliora, i rampant comunque possono essere utili sino in cima; discesa verso le 13, nella parte alta la neve ha mollato il giusto permettendo una sciata bella e divertente poi quando la pendenza diminuisce e l' incidenza del sole cambia la neve dura la fa da padrone ma fortunatamente essendo assai liscia si scende ancora bene anche se con più circospezione; il tratto di strada che si percorre è ben sciabile anche se dura, poi gli ultimi 100 m. (di dislivello) sono un po' da interpretare a seconda delle proprie capacità; nel complesso comunque discesa migliore di quanto si ipotizzava salendo.
Giornata piuttosto grigia in basso che non ha permesso al sole di rammollire la neve mentre nella parte alta decisamente meglio; no vento ed aria fresca il giusto; oggi 24 Evergreen felici di ravanare su per le pendici del Ciriunda.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Crosta da vento/Sastrugi
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da poco sopra la partenza del vecchio skilift su poca neve ghiacciata con rampant obbligatori per non cadere anche sul piano, seguito la strada e poi entrati nel valloncello che porta al canale che conduce in cresta.
Molto caldo sino in cresta poi un poco meglio; discesa bella nel canale su marciotta fra la primaverile e la trasformata, poi durissima sino all'ultimo pendio prima della strada, questo in primaverile e poi sopravvivenza sino alla macchina su ghiaccio che non ha mollato per niente.
In compagnia di Gigi e Manlio.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Crosta da rigelo portante
note su accesso stradale :: Nessun problema
attrezzatura :: scialpinistica
Bella neve nel canalone sotto la cresta poi gelata come sempre. Prima volta che salgo e scendo di qua. In terapia d'urto alla fiacca di questi giorni. Incontrati che scendevano Enrico e gli altri local poi sono rimasta solo io a godermi il regno.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Crosta da rigelo portante
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: snowboard
Di rientro dal Ciarm, prima parte lungo il torrente poi nuovamente sastrugi alternati a tratti non portanti. Appena si inizia a salire il canalone che sbuca a sinistra della vetta va molto meglio e si procede bene su bella trasformata. Primo tratto in traverso poi pendii lisci e regolari, in alto l'uscita si biforca, andati a destra per una cinquantina di m più ripidi poi un lieve pendio porta in cresta e per neve ventata in punta. Discesa molto bella in alto su fondo morbido e rinvenuto, più duretta nella parte centrale dove ha preso meno sole. Si arriva al fondo del pianoro su terreno nuovamente irregolare poi lungo traverso a destra cercando di perdere poca quota. Attraversato un ampio vallone e risaliti una ventina di metri ci si porta sulla traccia per il Ciarm. Un altro lungo traverso consente di non spingere poi sulla stradina, inizialmente ben battuta e divertente ma che riporta al tratto ghiacciato, evitato preferendo scendere a piedi alla ricerca di boschina e erba. Una media tra il canale, divertente e in buone condizioni se molla, ed i lunghi spostamenti e traversi cui il vallone costringe. Salut!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Pulita
attrezzatura :: scialpinistica
Salve. Eccelente Pasquetta in ambiente super. DIscesa su neve primaverile da commozione...Dal colletto fino all'Ecomostro,cotta il giusto...fantastica non si poteva pretendere di più.Caldo nel catino,una leggera brezza in vetta dove abbiamo pranzato.Poca gente mentre eravamo in vetta.In molti al Ciarm.
Con Lauretta spinta da forte motivazione.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok
attrezzatura :: scialpinistica
Bella gita in ottime condizioni....scesi alle 9e 15 ancora un pelo presto ma ottima sciata , buon rigelo notturno .

[visualizza gita completa con 2 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza dall'ecomostro. Firn bellissimo mollato al punto giusto alle 10. Grandissima sciata sui pendii più ripidi. Poi ribellato per il Ciarm. Ottima giornata, bel sole, caldo, tanti skialp in giro. In vetta però solo.

[visualizza gita completa con 4 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima, nonostante che si sia scesi tardi (13.30). Si parte dall'ecomostro e la neve è subito abbondante. Giornata ideale per lo sci-alpinismo, con ottimo rigelo notturno, venticello frizzantino e sole caldo. Tanta gente al Ciarm del Prete, solo noi due e altri tre alla Ciriunda. Neve molto bella in alto (anche se i 5 cm di neve recente non possono essere trasformati...), perfetta nella parte centrale, appena un po' troppo mprbida in basso, ma solo perché siamo scesi tardi. Consigliatissima!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: pulito fino sotto l' ecomostro
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Le basse aspettative per oggi sono state confermate: assoluta assenza di rigelo fino in cima e lunghi tratti nella nebbia.
Neve buona per la granatina (averlo avuto lo sciroppo!) con conseguente fatica nel fare la traccia, prestando la dovuta attenzione nei pochi tratti ripidi.
In cima aspettato una breve schiarita per iniziare discesa. Sciata diciamo "dignitosa", non certo entusiasmante.
Nei tratti di nebbia seguito giocoforza la traccia di salita.
Con mio figlio Simone, oggi scialpinismo nella sua essenza.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
oggi siamo arrivati con le auto fino all'eco-mostro a quota 1420 metri circa. In pratica abbiamo fatto circa 840 metri di dislivello in salita. Avremmo dovuto salire un'ora prima e scendere prima che la neve diventasse molle. In tutto oggi eravamo 19 "evergreen" che saluto; in particolare ringrazio Tino per le bevande offerte in occasione del suo compleanno

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Ottime condizioni di innevamento. Oggi molto caldo che ci ha un po' fregato in discesa con la neve che cominciava a mollare ma sempre sciabilissima. Si arriva bene in auto fino al cosiddetto Ecomostro.
Un saluto al gruppone di Evergreen, eravamo in 18 ! E auguri a Tino che compiva gli anni.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: libero
attrezzatura :: scialpinistica
Partite dall'ecomostro alle 8,30 circa. In cima alle Marmottere alle 10,30. Uno skialper probabilmente partito dal sapai (che non era una cattiva idea visto che l'accesso alla gita è più diretto e che la stradina sembra innevata) che si era fermato alla cresta già scendeva. Cresta bella corniciata, fare attenzione se sale la temperatura. Oggi freddino fino alle 10,30. Mentre aspettavamo si facesse il firn abbiamo ripellato per il Ciriunda, attraversare la cresta non è nulla di difficile ma è sempre bello adrenalinico. Iniziata la discesa alle 11 circa su versante sud a piombo sulla bastionata rocciosa, tenersi un po' a sx, già sceso l'altra volta ma bello ripidino. Firn da paura poi stradina dove iniziava a farsi meno scorrevole. Comunque ben sciabile fino all'auto.
Grandioso panorama circostante dal Grampa fino al Viso passando per uja, monte rosso, ciorneva, torre, montu, lunella, civrari..fantastico..Con Lu. Altri due skialper verso le Marmottere quando avevamo già attraversato.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
neve abbastanza "pesante" malamente sciabile, nella parte alta in basso spesso crosta non portante, iniziato la discesa alle 11.15
traccia evidente sino in cima dal versante S
stranamente è l'unica traccia, meglio perchè mi mancava da questo versante e con gli sci, gran panorama dalla cima, spece oggi che nuvoloso (nero!) in basso rende particolarmente suggestiva la vista.
incontrati :Clouds che non c'era mai stato qui e Teddy in ritorno dal Turuy, sempre in forma


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ok fino all'Alpe Bianca
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Lasciata l'auto sotto l'ultimo tornate prima dell'Alpe Bianca.
Salita su buon rigelo.
Discesa su neve trasformata che iniziava a mollare un pochino e ci ha regalato una sciata divertente.
Poca gente su questa cima, più affollato il vicino Ciarm del Prete.
Gita rilassante in bell'ambiente e in buona compagnia.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: RAS
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Sci dall'auto con copertura nevosa scarsa ma continua, temperature fresche pur avendo scelto di non partire presto per non trovare beton.
Prima parte noiosa seguendo la linea normale verso il Ciarm, poi traverso e valletta molto bella che porta in cresta, ben innevata.
Discesa con calma alle 12,45, in alto aveva appena mollato il giusto, molto bella . Sui pendii più ripidi in alto già trasformata bene, gran sciata. In basso ravanata dai passaggi e ancora duretta, si devono cercare spazi più lisci che si trovano e salvano la dentiera, pratoni finali piacevoli. Qui il vento ha lavorato meno, aveva anche poco da muovere se non la poca neve caduta giovedì.
Abbiamo notato ampie zone di neve sahariana, che costituisce un ottimo piano di scivolamento in caso di nuove nevicate, meglio ricordarselo.
Su proposta di Marco ci uniamo a lui per questa divertente sciata in compagnia.
Con Irene, Alda, Marco e i suoi simpatici amici.
Anche noi come il mitico molalacorda siamo finiti a Fubine a mangiar "barice" ...e non solo e non soli...ritrovo con local di livello.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada pulita
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dal bivio per Rocca Sapai, portage di 30 minuti, poi neve continua, saliti prima alla punta Marmottere, la cresta è piuttosto affilata e stamattina era ghiacciata, con rampant o a piedi anche senza ramponi si raggiunge tranquillamente la cima. Discesa su neve trasformata fino a quota 1800 ca, risalita la valletta ad est fino alla Ciriunda, discesa nella valletta con una decina di centimetri di farina su fondo duro non proprio liscio ma comunque ottima sciata fino a ritornare alla quota 1800, quindi neve trasformata fino a quota 1300 circa. Rientra all'auto con una quindicina di minuti di portage.
Con Marco, ottima breve sosta alla Trattoria bar di Fubine di Viù per una birra e un panino con le "barice".


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
Nella gita al Ciriunda di mercoledi 4 marzo 2015 devo segnalare che le previsioni meteo di Nimbus erano sbagliate, almeno per quello che riguarda il vento. Nimbus citava testualmente: media montagna e alta montagna venti forti settentrionali. La mancanza totale di vento in quota ha fatto si che arrivati in cima la nebbia ha coperto tutto. Anche in discesa la visibilità era quasi totalmente assente. Le due stelle che ho assegnato alla sciabilità in discesa evidenziano che, non vedendo nulla, era difficile sciare. Sempre ottima la compagnia di 12 evergreen. Finale al Runch davanti ad un piatto di spaghetti, grazie ad Ilaria per la torta

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada libera fino al bosco di pini dopo i tornetti
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
La partenza è stata "sfalsata" in quanto qualcuno (il sottoscritto) pensava di andare a fare anche il ciarm del prete... ;-)
Comunque... abbiamo lasciato l'auto dopo i tornetti dove la strada è interrotta per neve e da li siamo riusciti a fare un traverso basso per portarci sotto la dorsale della Ciriunda che abbiamo assalito direttamente per il versante sud, non soddisfatti siamo discesi (io per il canalone a sx della vetta che si puo' utilizzare anche come "scorciatoia" per la Marmottiere ) ed i soci per la sud normale per poi riunirci a quota 1400 ed partire per l'ascensione alla Marmottiere (oggi molto affollata dagli evergreen...e non solo).
La discesa è stata su un ottimo firn che ci ha invogliato a scendere fino alla partenza "normale" di rocca moross(anche se con qualche gava e buta nella parte finale) per poi concederci una bella sgambata a recuperare l'auto.
Giornata stupenda con un venticello che rinfresacava ed allo stesso tempo conservava la fioca...
Le nord sono ancora ben infarinate....
Un salutone a Ghiglio Molalacorda e Francesca...ottimo compagni di gita e..dopogita!!



[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: buone
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti prima di Tornetti sotto il Roc Sapai.
Prima parte su stradina,parte bassa al limite si fa qualche gava e buta.
Partiti alle 8 circa con temperatura gradevole e discreto rigelo.
Discesi ore 11 con parte iniziale primi 100 mt. un pò crostosa, poi ci siamo buttati sui pendii ripidi e li la solfa è cambiata con una vera goduria fino alle baite Prot(quota 1600).
Peccato che a metà si è annuvolato riducendo la visibilità.
Parte inferiore tagliando un pò qua e la è consigliata la stradina.

Con Il maestro Rinaldo,Piero(C.M.S)e i local Franco,Tino,Fulvio.
Un saluto a Strisulina e il suo gruppo, incontrati alla piola di Fubina dove si mamgiano ottimi panini di acciughe.


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: nulla da segnalare
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
Noi siamo saliti dal più classico vallone di viana per poi percorrere l'ultimo tratto della dorsale,itinerario panoramico e rilassante, siamo poi scesi sul versante sud più ripido trovando neve trasformata che alle 10.30 leggermente cedeva , la parte finale con arrivo sullo sklift era comunque ancora ben sciabile. Le stelle per la discesa sono 3 ma per l'ambiente, la giornata e la compagnia sono 5, quindi ho fatto la media!!!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti dalla stradina che aggira sulla dx. il roc Sapai. Oggi rigelo un pò più consistente di ieri...
Discesa gradevole su neve abbastanza umida in superficie ma ben sciabile per 500 mt. di dislivello..., quindi ripellato e saliti a punta Marmottere dove incrociamo molti altri amici skialp.!! Ulteriore discesa su neve un pò più cedente ma sempre ben sciabile!!

Ottima la compagnia del nostro numeroso e variegato gruppo!!

Luca e Francesco hanno ulteriormente risalito al colle di Pian Fum da quota 1650 per scendere nel vallone di Sumiana, risalire all'alpe Belvedere e approdare in zona Mezzenile dalla Consolata... trovando buona farina nella parte superiore della discesa!!
- 107 -

Un saluto a Renzo Barbie' e al suo gruppo nonchè all'amico Carlo!!!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza ore 7,30, rigelo notturno non perfetto. Discesa ore 10,00: in alto, neve trasformata molto bella tenendosi il più possibile su esposizioni sud un pò ripide. In basso aveva già mollato pur mantenendosi sciabile. Sfruttando la stradina si arriva con gli sci alla macchina. Se rigela un pò di più, la gita è in buone condizioni e ancora fattibile x qualche giorno. Ambiente selvaggio e solitario (solo uno skialp oltre noi più un gruppo alla Marmottere).
Bella gita con Lulu e Paolo.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: ottimo
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Sono partito alle 8,45 sulla stradina per il Roc Sapai poco prima di Tornetti. Sci ai piedi dall'auto seguendo la stradina tutta innevata con solo 2 brevi tratti scoperti che si passano sul bordo con foglie senza gava/buta. Dal Roc Sapai neve continua, ho risalito e poi sceso il ripido pendio sud-est su firn da antologia e un pallido sole che solo quì conferiva una visibilità perfetta, tutto intorno nuvolaglia! Ogni 20 curve mi fermavo per guardare quel firn strabiliante appena sciato. In basso più molle fino all'auto alle 12,30 ma avercene! Che sballo oggi, domani brutto quindi soddisfatto. Due skialp sulla Marmottere, qualcuno sul Ciarm del Prete ed una stupenda volpe rossiccia a 100mt. da me alla base del ripido pendio.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: ok fino alla pineta
quota neve m :: 900
attrezzatura :: scialpinistica
Solamente per confermare quanto ha riportato Claudia(Strisulina).Bella gita vicino casa e ancora più bella la compagnia.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: fino alla pineta
attrezzatura :: scialpinistica
Lasciata la macchina il tornante dopo al pineta. Saliti dal vallone che porta al Ciarm del Prete poi piegato a destra salito il colletto e dorsale. Scesi invece diretti verso Rocca Sapai. In alto primaverile bella, qualche zona un po' duretta non completamente trasformata (oggi il sole andava e veniva), in basso verso Rocca Sapai polentone sciabile.Neve che scarseggia in basso anche sulla stradina...per oggi solo un gava e buta però la neve sta sparendo velocemente. Una media di tre stelle. Grazie ad Aldo che ci ha riportati alla macchina così abbiamo potuto far giro ad anello. A noi è piaciuta!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ottimo
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
giornata spaziale e ottime condizioni percorso e neve . Partiti dai Tornetti x l'Alpe Bianca poi salito ripido pendio sud diretto in vetta , e ridiscesi per il lungo e continuo pendio est-sud-est con bella neve primaverile sciabile e tornati ad anello passando per Rocca Sapai , dove la strada è ancora innevata , ma i prati intorno non più .. anche il Marmottere è in ottime condizioni eventualmente da concatenare ..

Salita a due passi da casa , fatta in piacevole compagnia di Vanda ed Enrica ..


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Due stelle, se una stella va alla neve-cemento e solo perché il tempo ci ha graziati dissolvendo le nebbie stagnanti a metà percorso, proprio mentre scendevamo. Saliti nel vallone tra Ciriunda e Marmottere e scesi dal lato W, quello rivolto verso il Ciarm del del prete. Si son viste nevi migliori.

Con Toni, probabilmente alla sua decima ripetizione. Risotto all’agriturismo di Tornetti, che ci ha rimesso a posto stomaco e spirito!



[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Strada pulita sino alla pineta
quota neve m :: 1100
Battuto traccia sino al colletto a sin. della punta a quota 2150 m. circa, ove ci siamo fermati per ''esaurimento batterie'', subito ricaricate dall'ottimo vov offerto della compagna di gita Gianna.
Neve assai varia, scarsa ma trasformata in alto su esposizione sud, gessosa o crostosa in basso nei versanti meno soleggiate, ma nel complesso sciabile anche per me che non sono a affatto bravo.




[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Strada pulita da neve sino inizio bosco
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
Escursione terminata (per stanchezza e caldo) sul costone che porta in punta alla Ciriunda,circa mt.2150 valutati ad occhio.
Ci siamo presi la licenza di nominare il punto di arrivo:"Colletto del VOV",in onore al Magnifico VOV di produzione della nostra compagna di escursione:Gianna.
Battitura neve da inizio a fine per circa 10-15 cm. da Ivo, Ago e PierGiorgio.
Non posso dare piu' di tre stelle per neve variegata e non solo ma da una discreta abbondanza di sassi affioranti.
In generale,quando non incontravo pietre,il primo tratto eccellente su neve quasi trasformata, in basso piu' crostata e gessosa.
Un doveroso ringraziamento ai miei compagni di escursione:Gianna,Ivo,Agostino e PierGiorgio per la bella escursione (anche se i versanti a nord sono ancora i migliori).
Piu' avanti postero' documentazioni fotografiche.


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: strada libera fino alla frazione
Dopo la punta del grifone..visto che ero in zona mi son detto...perchè non dare un occhiata alla cirunda....
Vabbè che c'era il sole..però è stata l'unica cosa di apprezzabile della gita!!
Neve?(poca) ghiaccio..tanto! si ravana per prati e neve fin dalla partenza, piu' in su stradina gelata e poi di nuovo a ravanare... in alto del ghiaccio solcato da binari...insomma, visto la temperatura gelida e le condizioni mi sono fermato 200 metri sotto la vetta e ..dietrofront!
Non mi sento di consigliarla....!!

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
Fatto la Cialma in mattinata con l'amico Ernesto (lavoratore pomeridiano). Quindi, considerata la foschia da 1500 in giù, mi sono riportato "in quota" nelle mie valli di Lanzo. Scelta azzeccata poichè questa gita offre la possibilità di una sciata più che soddisfacente considerato che le precipitazioni nevose mancano da tempo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: si lascia l'auto dopo la pineta.
quota neve m :: 1300
salve.Oggi gita super-azzeccata(pensavamo alla Quinzeina).Partiti presto con -6°.Man mano che salivamo la temperatura aumentava.Assenza di vento e sosta prolungata in vetta per godere appieno del paesaggio.Ci siamo rifatti del flop di domenica al Ghicet di Sea.La sciata in discesa è stata a dir poco eccezzionale nella prima parte della discesa nel canalone,andando a cercare la parte più ripida cotta a puntino!Nella parte inferiore purtroppo neve molto gelata perchè non ha mai mollato.***stelle sono una media della discesa.Spettacolare vedere Punta Gnifetti da qui...
Molta gente sul percorso,sul Ciarm del Prete...Complimentoni alla mia Laura che ha dato veramente tutto per salire con le sue amate-odiate ciaspole.Poca neve in basso,bisogna cercare di non toccare pietre,ma si va.Buona montagna a tutti.


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: sino a q. 1300 ca.
quota neve m :: 1300
Un gruppetto di EVERGREEN è salito alla Ciriunda pensando di trovare neve trasformata. Invece la bassa temperatura non ha permesso alla neve di riscaldarsi. Solo nella prima parte della discesa la neve era discreta perchè poco lavorata poi più ondulata e dura. Bel tempo. Temperatura fredda.
Alla fine della gita il nostro chef Romeo ci ha preparato una sorpresa. crostini di pane con aringa e acciughe al verde. ECCEZIONALE.
Un saluto agli amici incontrati in gita.


[visualizza gita completa con 6 foto]
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: si lascia la macchina dopo la pineta
Saliti tardi...partiti intorno alle 11 e 30 e trovato una decina di persone che scendevano. Discesa nel pendio sotto il colle bella (*** stelle), neve quasi primaverile su fondo duro (scesi tardi. Più in basso, dal pianoro in giù, crosta portante e la neve inizia a scarseggiare: spuntano chiazze d'erba e qualche pietra. Si parte ancora sci ai piedi dalla macchina o al massimo si portano gli sci per un tornante.
Con Ale, Marco, Angelo, Massimo, Gigi e Gabriele incontrato a viù.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Percorribile sopra la pineta
quota neve m :: 1200
Salito da solo in ore 1,50, crosta portante in salita.
Giornata fantastica e calda.
Disceso direttamente dalla cima dal versante sud su neve già trasformata,ma a tratti crostosa.
In basso crosta portante.Speriamo nella NEVE.

[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
quota neve m :: 1000
Bella gita con meteo e neve ottime, il vento previsto non si è sentito tranne che in vetta. Siamo scesi dal pendio sud che nei primi metri è assai ripido

[visualizza gita completa]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
partiti con il sole e scesi con cielo grigio che appiattiva tutto, nella parte alta la neve è parecchio lavorata dal vento e quindi si trovano placche, accumuli e zone dove sfonda parecchio, nella parte intermedia crosta non portante e la parte bassa zone dove la neve è quasi trasformata e si riesce a curvare bene, a mio gudizio, meglio aspettare che il sole faccia bene il suo lavoro per fare questa gita. Saluto i compagni Fulvio, Gianni, Giorgio e Luciano con i quali ho fatto la gita.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1100
Una precisazione: partendo dai Tornetti il dislivello è di 1074m, essendo i l punto di partenza a 1170.
Essendo partiti dalla punta alle 11 circa, abbiamo trovato, nella parte bassa, neve piuttosto marcia, ma nel complesso ben sciabile.
Bella gita.


[visualizza gita completa]
Confermo la relazione precedente, ma ho pensato che non guasterebbe aggiungere qualche foto
Saluti a Piero


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Ok fino alla pineta prima dell'alpe bianca
Saliti dal vallone del rio Viana e scesi dal costone "Rocce Rosse", passando dalla Rocca Sapai, per arrivare sulla strada che porta ai Tornetti, con recupero finale delle auto. Discesa iniziata alle 11,30: neve bella, anche se nella parte bassa aveva già mollato un pò. Molta gente in cima, qualcuno al Ciarm del Prete e nessuno sulla Marmottere.
Un saluto affettuoso al mio vecchio compagno Gnaccarini ed a Daniele un pò distratto; alla prossima!!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1100
Partiti poco a valle di Tornetti dove inizia la carrareccia per l'alpe Foiere alle 5.30 con temperatura vicino allo 0°C, in quota un vento piuttosto freddo ha fatto si che la sosta non si prolungasse granchè, iniziata la discesa alle 8.15, primi 300 metri neve ventata durissima, arrivati sul versante sud-est neve perfettamente trasformata ma non ancora lavorata dal sole che si è fatto sentire verso i 1700 metri regalandoci una bellissima sciata fino alla macchina. Gita decisamente consigliabile.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
gita bella in un bell'ambiente trovato altre 2 persone in punta neve non ancora trasformata , dalla punta per circa 200m. di dislivello neve bella poi neve molle che ogni tanto affondavi fino alle ginocchia da fare quando la neve è ben trasformata

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: buono-ma attenzione,caduta massi!
Sempre bello qui,in questa magnifica conca! Partiti,sci ai piedi,alle 9,30 c.a (un pò tardi forse...) e scesi alle 12'30. Per fortuna la neve è talmente assestata che non abbiamo avuto nessun problema a scendere,complice anche una leggera brezza che si è alzata al momento opportuno. Insomma,abbiamo sciato proprio bene!!! Sempre bellissimo il panorama dalla punta. Che dire,approfittarne fin che si è in tempo.....
Un saluto ai compagni di gita: G.Carlo,Gigi,Ugo,Rosy,Carlìn,Enrico.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: strada pulita
partiti dalla macchina alle 9 faceva già caldo,probabilmente sarebbe stata da 5 stelle se fossimo scesi alle 9!scelto di salire seguendo l'itinerario in comune con il marmottere per poi aggirare la cima "da dietro".scesi alle 12,20 direttamente dalla cima seguendo la dorsale in direzione tornetti,il primo pendio moolto ripido su neve perfetta!!attraversato un piccolo pianoro inizia la dorsale,inizialmente ci siamo tenuti alla destra per poi passare sul pendio molto ripido di sx,4 stelle,ma cominciava a mollare di brutto dove comincia a spianare,in prossimità della rocca sapei.lasciata la rocca alla nostra sx cercando sempre pendii ripidi,2stelle,sempre sciabili ma con cautela sempre con il rischio di farsi intrappolare gli sci.così fino al breve tratto in mezzo alle piante dove migliora un po'.se nei prossimi giorni torna ad abbassarsi un po' la temperatura sarà sicuramente ancora una gita consigliabile,se no bisognerà partire almeno un paio d'ore in anticipo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: La strada non presenta problemi di percorribilità.
quota neve m :: 1100
Per me prima gita di ski alp in val di Viù fortuna che ci sono i pensionati (Accademici), che vengono durante la settimana a scoprire questi luoghi bellissimi che si possono frequentare solo con tanta neve come c'è adesso.Partiti dalla strada che porta agli alpeggi e alla rocca Sapai e passandoci sotto ci siamo prima infilati a sx e abbiamo salito un ripido a dx pendio tra gli alberi che ci ha portati su di un piano dove c'è un ultimo alpeggio,di li siamo andati sempre a sx salendo il vallone per poi salire la cresta ed uscire sul pianoro con neve ventata che porta fino alla cima che offre uno spettacolo di montagne a 360° compreso il soglio.Oggi gita con temperatura primaverile forse dovevamo muoversi un'ora prima per trovare la neve un pò meno molle ma nel complesso la dicesa è stata molto bella da in cima sopratutto il primo ripido pendio fino alle auto.
Un saluto hai soci di gita Corrado,Piero i due Claudio gli "Accademici" e Francesco più quelli che erano in cima con noi compreso due ciaspolatori.


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Bellissimi i pendii immediatamente sotto la cima.

[visualizza gita completa]