Massone (Monte) da Chesio

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Farinosa ventata
neve (parte inferiore gita) :: Assente
note su accesso stradale :: strada libera da neve fino all'alpe Loccia
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Neve da quota 1600 circa, all'inizio gelata poi ventata. In prossimità della vetta zona di accumulo da vento da attraversare con prudenza. In discesa neve abbastanza sciabile.
Condizioni generali da veri amanti del Massone visto il lungo spallaggio... ma sciare vista lago è sempre un'emozione. Raggiunto in vetta da un secondo scialpinista, incrociati alcuni ciaspolatori in discesa.

Vista sul Verbano

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: Farinosa ventata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: stretta ma ok fino all'Alpe Loccia
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Lasciato l'auto l'ultimo tornante prima dell'Alpe Loccia, a piedi fin un poco sopra i 1300m, di fatto quando finisce il bosco. Neve un po' di tutti i tipi ma mai troppa crosta, ben sciabile nel complesso. Zero vento. Dalla vetta scesi alla Bocchetta di San Giulio, buttato un'occhio verso il Cortevecchio, ma poi risaliti all'Eyehorn (sci in spalla l'ultimo tratto) e percorso la breve ma bella cresta per tornare al Massone. Sull'itinerario un'altra dozzina di persone tra skialper e ciaspolatori, tra cui tre parapendisti decollati dalla punta. Solo noi 3 all'Eyehorn.

Rischiato il linciaggio per il portage iniziale e la stradina stretta, poi un pò per il ritmo un pò per il cambio di paesaggio i soci son stati zitti e se la son goduta. Birra meritata. In fondo alla discesa ripellatina per ingrassare un tantino il dislivello.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Siamo partiti dall'Alpe Loggia 1100... Mettere in conto una buona ora di spallaggio... Manto continuo dai 1300/1400 mt... La neve si è trasformata solo nei pendii più ripidi in pieno sole....il resto crosta a parte qualche pendio rivolto a nord con ancora una leggera polverella.....vento solo in cima ma non forte.....1160disl e12,5 km in completa solitudine
Gita un po al Limite nella parte bassa dove come detto 1ora di spallaggio e da mettere in conto ma la vista dalla cima vale la gita....sciare vedendo i nostri Laghi non è da tutti i giorni!!
ROBY
FULVIO
EDDY
Giò


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: La macchina arriva fino al tornante a quota 911
quota neve m :: 900
attrezzatura :: scialpinistica
Partito da Chesio sci in spalla.
La prima chiazza di neve sulla strada è al tornante quota 818.
Le auto si fermano al tornante a quota 911.
Gli sci si riescono a mettere al tornante a quota 954 e poi due gava/buta. Idem in discesa. Poi è tutta continua.
Il ripido crinale/pendio sopra la faggeta è in ottime condizioni di sicurezza. La neve non è troppa (20-30 cm) e ben compattata. Oggi era anche bella dura e ha tenuto così anche in discesa alle 12 per via di velature che hanno tenuto la temperatura bassa, nonostante l'esposizione a Sud.
Sopra l'Alpe Campallero stesse condizioni.
In cresta messi i coltelli gli ultimi 50 m per sicurezza.
Percorso molto didattico, poco frequentato e in assoluta tranquillità. Nessuna "tutina" che preme di dietro per passare...una meraviglia.
7 anime incrociate in tutto il percorso. Panorama mitico anche sui laghi. Era anni che non riuscivo a rifarla.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: pulito fino a tornante quota 800 circa
quota neve m :: 800
attrezzatura :: scialpinistica
ottima neve trasformata su quasi tutto l'itinerario
bella gita domenicale e ottima sciata fino all' alpe Loccia, sotto lungo la strada era più un scendere che sciare..


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Ci si ferma a circa 850/900 mt, improbabile poter salire di piu'.
quota neve m :: 900
attrezzatura :: scialpinistica
Ottima primaverile fino a meta' circa, poi marciotta. Nella parte bassa sciata molto attenta per non toccare.
Con Giulia e Riccardo


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: strade pulite fino a 900 m, ma difficoltà di parcheggio oltre Chesio
quota neve m :: 900
attrezzatura :: scialpinistica
Una bella giornata invernale per questa bella gita scelta per partecipare all'annuale raduno sci-alpinistico al monte Massone, che costituisce un'altro elemento di richiamo altrettanto "bello" e (a mio avviso) da "onorare" (almeno quando possibile)...
Gita ben descritta nel commento di "robyberg" con cui l'ho condivisa insieme a Graziano incontrato sul percorso...
Purtroppo le nubi sulle montagne ossolane e svizzere hanno ridotto il panorama, ma il gradimento per questa gita non è mancato, sia per i compagni per la prima volta su questa montagna, che per il sottoscritto, per l'ennesima volta (n°...) su questa montagna..."spaziale"...

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: strade pulite
quota neve m :: 900
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti al Massone in occasione del raduno sci alpinistico del CAI di Omegna, partiti però tardi abbiamo incrociato i partecipanti che scendevano.
Partiti dal paese quindi prima parte su strada asfaltata poi sci sulla strada da circa 900 metri. Il dislivello si è fatto sentire.
Calma di vento fino all'Alpe Loccia, da qui costante e a volte fastidioso fino in vetta. Ottima traccia anche se in parte già coperta di neve riportata dal vento, non indispensabili i rampant ma su qualche traverso ventato hanno fatto comodo.
Discesa iniziale sulla cresta scivolando, poi crosta portante ben sciabile, con tratti coperti da neve riportata fino all'altezza dell'Alpe Frera, poi sul tratto ripido prima del boschetto crosta cedevole da prendere con attenzione.
Traverso fino all'Alpe Loccia con sosta e Vin brulè poi stradina fin dove c'era neve. poi a piedi e passaggio in auto fino al paese.



Con Enrico, Stella alpina, e Graziano, incontrato sul percorso insieme al suo cane corridore, grazie a lui per il passaggio in discesa.


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: pulita fino a quota 1000 m.
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
in auto si arriva a circa 1000 m. 5 minuti a piedi e si calzano gli sci. salita con un bel sole e ottimo panorama sui laghi,discesa da ricordare! un po di vento in vetta.
con GTS(alias Giulia Tenzing Scherpa)Giulio,Polpa,Mister o,Seppi,Cami,Fede, e Amico

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: si arriva tranquillamente a 1000 m; anche più su volendo
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata stupenda e molto calda. Nemmeno una brezza e visibilità fantastica.
Neve molto trasformata con accumuli in discesa per i passaggi, ma sempre divertente. Non si può dare **** stelle alla sciabilità (forse chi è sceso prima delle 11.00), ma forse *** non rende il piacere.
Partiti ultimi e tornati ultimissimi, ma chi ha fatto le corse si è perso la tranquillità e la luce calda delle 4 pm...


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: strada aperta fino a 2 tornanti prima dell'alpe Loccia
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
salita senza problemi,partiti tardi per cui no coltelli,traccia continua da 1100 mt. oggi molto caldo (maglietta leggera,no guanti)
In discesa ore 13 (90' prima era sicuramente meglio), trovato nella parte alta neve trasformata molto sciabile,in quella bassa neve completamente sfatta anche per i numerosi passaggi (oggi almeno 30 persone sull'itinerario)

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: Strada pulita fino a Chesio
quota neve m :: 900
attrezzatura :: scialpinistica
Numerose piante sradicate invadono la strada d'accesso all'Alpe Loccia, per cui anche in futuro con quota neve più alta si deve mettere in conto di dover ugualmente partire da Chesio.
Il vento ha già lavorato tutta la dorsale sciabile; ad alcuni tratti di crosta più o meno portante intervallato seguono zone sottovento con grandi accumuli.
Qualche valanghetta si è già staccata sui pendii esposti a S ed anche nel tratto ripido sopra il faggeto, comunque seguendo la dorsale, attualmente ancora ben innevata, pericoli oggettivi non ce ne sono.

La neve non è un granchè per fare qualche curva decente... ci saranno tempi migliori!

[visualizza gita completa con 6 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: strada praticabile fino a quota 1000
quota neve m :: 1300
si deve lasciare l'auto circa 100 m(di dislivello sotto l'alpe loccia) e poi portare gli sci per circa 1 ora fino al di sopra della faggeta. Da qui (q. 1350 ca.) copertura di neve continua ma scarsa e di cattiva qualità, in motli punti crosta non portante. Panorama bellissimo
Salita con Tuck, Paolo (diretur), Giuseppe, Chiara e Andrea


[visualizza gita completa con 1 foto]
Meteo perfetto per questo balcone sui 4000 alpini e sui laghi prealpini. 300 metri (dislivello) con sci a spalla partendo dal parcheggio sotto il campanile, poi buona neve fino in cima. Temperatura calda salendo (maglietta) ma brezza gelida in punta. Vista "spaziale" parafrasando un noto gulliveriano.
in discesa neve buona e ben sciabile.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento dura
note su accesso stradale :: Si può ancora salire la strada per l'alpe Loccia circa 2km (mt850)
quota neve m :: 900
Classico raduno annuale al Massone.
Presenti all'appuntamento circa 120 persone.
Al mattino c'era vento forte ma verso mezzogiorno é sparito.
Discesa super con passaggio dall'Alpe Bagnone.
Con gli amici Matteo e Massimo.


[visualizza gita completa con 6 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento dura
note su accesso stradale :: strade pulite fino alla quota di 900 m circa
quota neve m :: 900
Oggi ho scelto -volentieri- questa gita per partecipare al "raduno sci alpinsitico del monte Massone", una manifestazione annuale che da qualche anno si svolge su questo bellissimo monte, sicuramente meritevole di questa attenzione particolare, che ci tengo segnalare con questo commento. Fino ad oggi conoscevo questo evento solo per "sentito dire", e così ho voluto colmare questa lacuna. Sono arrivato a Chesio un pò in ritardo, con il parcheggio quasi completo che mi ha fatto pensare che la strada per l'alpe Loccia non consentisse ulteriori possibiltà di sosta e pertanto sono sono partito a piedi da questo piazzale. In questo caso l'itinerario presenta una discreta lunghezza. La strada per l'alpe Loccia è attualmente praticabile fino alla metà circa (ma oggi, i posti limitati di sosta erano già occupati), poi si può proseguire (finalmente) con gli sci ai piedi. Cielo limpido e sereno, e quindi giornata ..."spaziale"..., con nubi da tormenta solo oltre il Sempione e la val Formazza e temperatura sempre bassa che non ha consentio alla crosta della consitenza nevosa di "smollare" neppure di poco. Discesa su neve dura e crostosa e molto "arata", tuttavia c'è ancora qualche tratto liscio -con un discreto grip- che consente qualche bella curva. Discesa "così, così...", in attesa di un'altra nevicata... Tuttavia oggi era il giorno del raduno, che è stato onorato -con semplicità, spontaneità e cordialità (e quindi nel modo migliore...)-, da un centinaio di persone -con una consistente presenza di ciaspolatori-. Al ritorno presso il bar/chalet dell'alpe Loccia possibilità di ristoro con bevande calde e gustosi spuntini gastronomici offerti dall'organizzazione del raduno. Gita e giornata molto piacevole e quindi grazie agli organizzatori e ai partecipanti e arriverderci alle prossime edizioni.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Transitabile senza problemi fino a quota 950m.
quota neve m :: 1100
Abbiamo parcheggiato l'auto a quota 950m. e calzato gli sci a quota 1050m circa,salita senza problemi fino alla cima grazie ancora ad un buon innevamento.Siamo scesi attorno alle 11:30 e purtroppo si rivelato troppo tardi,il manto nevoso era stato compromesso dalle alte temperature.
Le quattro stellette riguardano esclusivamente l'escursione,davvero interessante.Compagnia del giorno Roberto,Fabrizio e Marco.(Pipa sciot ski alp team)

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Si lascia la macchina circa 1 km prima dell'alpe Loccia
quota neve m :: 1100
Diciamo subito che le tre stelle sono per la bella discesa su neve primaverile e per lo splendido ambiente con panorama da urlo. Confermiamo le valutazioni dell'utente precedente: ora si deve partire molto prima dell'alpe Loccia con gli sci in spalla, visto che le alte temperature hanno fortemente ridotto il manto nevoso nella parte bassa. Dalla chiesetta della Loccia neve continua, ma si ravana un po' nel bosco prima dell'Alpe Frera (si devono togliere gli sci in alcuni passaggi). Siamo saliti nel ripido canalino centrale a fianco dell'alpe Campallero, viste le condizioni sicure della neve. Parte mediana e terminale della gita in ottime condizioni, con neve trasformata ormai primaverile. Gran bella discesa, anche se nella parte bassa neve un po' troppo cotta, ma comunque ben sciabile. Se non nevica in settimana sconsigliabile il prox week end a meno di portare gli sci sino a Campallero...

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: si sale fino a 2 tornanti sotto la Loccia in auto
poi si mettono gli sci sulla strada e si ravana un po' fino a Campallero.Salita sulla traccia classica senza nulla di particolare da segnalare. Siamo scesi sui pendii più ad ovest e poi risaliti per 150 m.
Approfittando del salasso trimestrale (grazie avis)anche noi, sciatori della domenica, ci siamo cimentati in una gita infrasettimanale. Gita divertente e neve molto sciabile, scegliendo un opportuna ora di discesa. Fate in fretta, perchè se proseguono queste temperature dubito che sarà fattibile a lungo senza portare gli sci in spalla. Ringrazio il mio aiuto preferito per la giornata piacevole.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento morbida
note su accesso stradale :: attualmente si raggiunge l'alpe Loccia m. 1100 circa
quota neve m :: 1200
Dopo la salita di domenica scorsa (a piedi e da un altro versante), in considerazione delle anomale condizioni metereoligiche di questa stagione, non pensavo proprio di ritornare oggi su questa bellissima montagna bene innevata e con gli sci. La neve inizia alla quota di 1200 metri circa, si raggiunge in auto l'alpe Loccia e poi a piedi si attraversa il bosco di faggi (30 minuti circa di cammino). La notte precedente è stata un pò ventata, ma il manto nevoso non si è rovinato. La neve presente oggi era pressata, costipata, sciabile senza eccessive difficoltà, solo con un pò di delicatezza (= curve dolci, larghe), e quindi buone condizioni generali soprattutto nella parte alta. Solo nella parte inferiore, sul ripido pendio fuori dalla faggeta, si presenta a onde e con uno spessore di soli 20 cm (su erba), mentre appena sopra raggiunge i 50-60 cm circa. Per trovare la condizione ideale, bisognerebbe sommare un'altra nevicata corrispondente, sperando che si mantenga questa, visto che tutto l'itinerario è esposto a sud. Oggi giornata e panorama ...spaziale..., e gita del medesimo tenore. Conosco bene il monte Massone (è la mia montagna elettiva) e quindi posso scrivere -senza sbagliare- che è semplicemente una bellissima montagna. Non ha una quota molto elevata, ma lo stesso ci si sente "in cielo".... Il solo panorama merita davvero la gita... Oggi salita solitaria, sul percorso ho incontrato quattro giovani e validi escursionisti a piedi con le ciaspole. Un saluto agli amici gulliveriani che penso leggano questo commento e con i quali confido di condividere le prossime gite sci-alpinistiche che speriamo siano numerose.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: strada da chesio all'alpe loccia ancora non interamente praticabie
quota neve m :: 900
Giornata con molto vento, ma per l'esposizione della gita (prevalentemente sud) ne abbiamo risentito solo sulla cresta finale. Neve più dura del marmo! Complessivamente una bella sciata con Paolo e Matteo.

foto gita scialpinismo




[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: strada praticabile fino ai 900 m. di quota
quota neve m :: 1100
Questa volta concordo sia con Thinkice che con Scaltro sul giudizio della gita,cosa che non era assoutamente avvenuta a proposito della salita al Bandiera.Il problema di questo sito utile e simpatico e' proprio l'attendibilita' di chi scrive:il giudizio di ciascuno di noi va filtrato attraverso le capacita' scialpinstiche e l'approcio alla gita di chi la fa. Lascio quindi ai lettori il giudizio su quanto pubblicato !
La salita al Massone,,pur lunga , viziata da neve scarsa all'inizio(che costringe a portare gli sci in spalla per circa 15 min.)e resa difficile da un vento sempre fastidioso, ma terrificante in vetta e' comunque di grande soddisfazione.
Dopo un panorama mozzafiato dalla vetta, si affronta una discesa entusiasmante , su neve dura che permette di sciare come in pista.
Peccato per Marco scivolato in zona critica;complimenti alla caparbieta' di Monty , Claudio e di Ude,unico a suonare la campana....

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: strada da chesio all'alpe loccia ancora non interamente praticabie
quota neve m :: 900
Da quota 900(circa) in 3 ore e 1/2 alla cima. Neve compatta su tutto il percorso con buona copertura continua dall'alpe Loccia, oggi vento fortissimo soprattutto sulla cresta finale e in vetta. Bella gita con Paolo e Federico. trovato un oggetto sulla via del ritorno se siete i proprietari scrivetemi

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Fantastica ! Le tre stelle di giudizio sono più che altro per le temperature che hanno spappato la neve al ritorno, in particolare sul pendio sopra il faggeto.
Lasciata la macchina 5 tornanti sotto l'Alpe Loccia (con una 4x4 si riesce ad andare anche più sù).
Messi sci ai piedi nel faggeto dopo l'Alpe Vecchia. Prima l'innevamento è irregolare e non ne vale più la pena.
Dura ancora poco ! Approfittatene.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta rigelo portante
Che bello quando un itinerario riesce a stupirti oltre le migliori aspettative. Condizioni quasi perfette di innevamento, anche se pa leggera nevicata di lunedi scorso ci ha costretto ad abbandonare l'auto a circa 900 m e non era sufficiente a mettere gli sci. Sci ai piedi (innevamento continuo) dall'ultimo tornante della strada per l'Alpe Loccia. In un solo breve tratto molto ripido ed esposto a Sud (50 metri) poco sopra l'Alpe Vecchia è senza neve e obbliga a togliere gli sci sia in salita che in discesa. Il resto del percorso è pura libidine scialpinistica fino in vetta.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Per il raduno del CAI Omegna ho deciso di ritornarci e sta volta mi è andata meglio,la parte finale della discesa sotto l'A. Campallero) era veramente da favola....Dalla vetta ricchi panorami sulle Alpi,solo un po' di vento a dar un poco di fastidio.Oggi si poteva scendere con gli sci sin sotto l'A. Loccia avendo all'occorenza l'occuratezza di togliere gli sci(per qualche breve tratto) per non rovinare lamine e solette.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta rigelo non portante
La salita è in effetti bella, il panorama anche nostante le nebbie coprissero i cinque laghi che si possono vedere. La discesa pessima per neve e parte bassa, da poco sopra Loccia, quasi insciabile.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta rigelo non portante
Il monte Massone è una bellissima montagna.... Personalmente l'ho raggiunto tante volte e quindi è un giudizio ben meditato e soprattutto un elogio incondizionato..... Presenta anche un bell'itinerario sci-alpinistico. Essendo esposto a sud e a quota non elevata, il manto nevoso è soggetto a rapidi mutamenti. Oggi con l'auto siamo arrivati fino a quota 900 m circa (a metà strada tra Chesio e l'alpe Loccia). Al mattino la neve era farinosa, ma durante la discesa nella seconda parte, quella più bassa ha cambiato consistenza, ed è divenuta pesante e crostosa, mentre nella parte alte si è mantenuta bella e farinosa. Devo aggiungere una nota sul panorama, dalla vetta -se si trova una bella giornata- (ma con la pazienza si trovano anche questi giorni...), il panorama a 360° è semplicemente grandioso, meraviglioso e ...spaziale....., tra i migliori in senso assoluto....(non è un'esagerazione, ma la semplice verità...). Oggi non era una gran giornata, ma è andata bene comunque, e siamo tornati contenti....

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta da vento dura
anche se il dislivello sciabile è stato poco poco è sempre una delle piu' belle sciate da me fatte

[visualizza gita completa con 1 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Est
quota partenza (m): 678
quota vetta/quota massima (m): 2161
dislivello totale (m): 1483

Ultime gite di sci alpinismo

03/06/20 - Fourchon (Mont) da Saint Rhemy - fyplom
Saliti, dall'alpeggio a q. 2330, al Fourchon, m. 2906, dopo esser scesi per circa 300 m. dsl, saliti al Tete de Fenetre, m. 2823. Ottima giornata e neve ancora buona, solo in basso un po' bubbonata. In basso comincia a mancare la continuità-
03/06/20 - Fourchon (Mont) da Saint Rhemy - gmzolenart
prima gita primaverile in Val d'Aosta con evergreen e Maurizio. Il punto di partenza è l'alpe Baou, due tornanti prima del Colle. La salita risulta quindi di poco più di 500 metri dislivello, abbia [...]
03/06/20 - Fourchon (Mont) da Saint Rhemy - roberto.maucci
Buona sera a tutti. Bella giornata tiepida al Fourchon, la neve un po meno. Scesi alle 10 circa su neve primaverile, piacevole fino a metà e basta. Buone gite.
03/06/20 - Fonteinte (Tète de) da Saint Rhemy - albert61
con la strada aperta fino al Colle del G.S. Bernardo siamo partiti da poco prima della galleria. gita molto breve con ambiente stupendo. la neve in basso come già ampiamente riportato presenta dell [...]
02/06/20 - Sommeiller (Punta) Canale Sud-Ovest - lucadrift
salito dal canale SO su neve dura, arrivato in cima alle 10.30. la parte superiore del canale è levigata e trasformata bene, quella inferiore invece ghiacciata ed ondulata, percui ho optato per la di [...]
02/06/20 - Galisia (Punta) dalla Diga del Serrù, giro valli Orco, Rhemes e Isère - billcros
Gran gitone e bellissimo anello x visitare 3 regioni diverse , compreso di cime che non avevo ancora salito, x la basei saliti x il sentiero estivo fin sopra la balza da dove poi si aprono i pianori e [...]
02/06/20 - Ferré (Pizzo) da Montespluga - basca
Partiti alle 7,45 e attraversato a sx sullo spallone (per studiare la neve per il rientro) con 20 min di portage fino alle prime lingue di neve (su tutto il percorso compatta leggermente morbida in su [...]