Sueur (Cima della) Canale Sud - Ravin de la Casse

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Crosta da rigelo portante
quota neve m. :: 1200
Indeciso tra 3 e 4 stellette, mi tengo basso. Nel canalone neve trasformata in superficie e poco rovinata dai passaggi, quindi di per sè ottima. Più fastidiosi i grumi rigelati di vecchie valanghe a pera, un po' in tutto il canalone. La stradina di rientro però è tutta coperta e resta dura e gelata tutto il giorno, quindi si scende in fretta e senza togliere gli sci fino a Plampinet.
Anche se nel ravin si scia un po' sulle uova e bisogna trovare le zone giuste, è decisamente consigliata.
Partiti alle 9 dal parcheggio con -10°, nel canalone saliti sudando per il caldo (coltelli necessari, ramponi no) e scesi alle 13.30 circa con neve mollata il giusto. Guardando bene dove passare ci si gode la sciata e l'ambiente regala una signora gita. Oggi solo noi 2 e altri 3 francesi che però non sono saliti dal canalone. Non abbiamo visto cadere pietre ma ce n'è parecchie sulla neve, quindi portare il casco.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m. :: 1400
Ma come fa la gente a dare tutte ste stelle in questi giorni? Risalito sci ai piedi tutto il canale. In cima alle 10, un'ora prima sarebbe cambiato poco Non sceso perché: troppo caldo, troppa neve, troppo marcia. Sceso per il pendio canale, non troppo ripido, che punta verso le Acles, sperando che essendo in est sparato fosse un po' trasformato, ma anche qui molta neve umida e pesante. Sciata difficile. 20 metri senza neve. Stradina di rientro: il festival del metti e leva; in salita con un po' di dry-skin invece si passa. Neve dal paese.
Per finire, la cofana di lumache che avevo mangiato ieri sera, credo che, su e giù nella mia pancia, abbiano fatto il doppio del dislivello che ho fatto io.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m. :: 1000
Saliti come da descrizione, sci ai piedi direttamente da Plampinet. Alla base del canalone arriva il sole e la temperatura (-5 in paese) schizza in alto. Davanti a noi solo un solitario. Saliti con grandi inversioni tutto il canale (oggi rampant non indispensabili, ramponi completamente inutili). Discesa su neve in via di trasformazione nella parte alta, splendido firn nella parte bassa sciando tutto a sx. Un tratto di stradina e poi per un pendio ancora tutto raccordato giù fino in paese. Forse le stelle sono solo tre e un po’ ma le condizioni splendide di salita mi hanno fatto propendere per le quattro stelle. Peccato che il sole forte per tutta la salita (portarsi da bere!!!) si sia velato poco prima della discesa rendendo un po’ piatta la visibilità.
Con Bubbola, Annalisa, Cristina, Germano e Marco.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m. :: 1500
Sci ai piedi dalla macchina, stradina ben innevata. Risalendo il canale, che presenta una buona copertura, ci si rende conto che la neve non trasformata e molto umida non avrebbe permesso una discesa senza grossi rischi di riaschiate alle solette. La parte alta ha un manto decisamente più consistente, ma in parte deve ancora scaricare. Decidiamo quindi di scendere dalla combe de Roux (itinerario L121 di Cerces, Thabor e Ambin di Volopress) esposta ad ovest , con neve farinosa e dove il vento non ha lavorato il manto. Scelta azzeccata, non fosse che da 2100 metri la scarsità di innevamento ci costringe comunque ad una parte della discesa con gli sci sullo zaino per evitare di devastare gli sci. Ma la parte alta risulta veramente bella, zero tracce e con bella farina.
Attualmente sconsigliata la discesa dal Ravin, ma se trasforma diventa ottima , non credo però lo sarà a breve, considerando lo spessore e l'umidità del manto nevoso. Nella zona non c'è stato il rialzo termico come da noi, sabato -3 e domenica -9 le minime.
Giornat non particolarmente calda, con leggera brezza in vetta. Come sempre il Ravin è un forno a microonde.In zona da rilevare:
Pointe de Pece canale nord: buon innevamento fin sotto il canale di uscita che però è privo di neve, quindi ci si ferma a 2500, a giudicare dalle discesa fatte sabato e vista de visu, ottima farina.
Punta Charrà parete ovest: non in condizione, parte alta pelata dal vento e lo stretto canale basso inesistente
Punta Clotesse: rampa nord ovest: molto magra la parte bassa e pelata dal vento la parte alta
Roche de Pres: pelata completamente.
Giornata di allenamento in compagnia dello Snowleopard sempre in gran forma.



[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m. :: 1300
Tracce di neve su ripida pietraia; tutta trasformata, peccato che non ce né, dura al mattino, rinvenuta al primo sole; si sale ma, soprattutto, si deve scendere con molta circospezione per salvare solette e ginocchia; l' unica parte sciabile con una certa disinvoltura sono i primi 200 m. in alto; stradina percorribile con qualche ''gava e buta'' ma ancora per poco;
al momento meglio evitare.....
Bella giornata con -6 alla partenza ma al sole tutto cambia rapidamente.
In allegra compagnia di Carlo, Edo, Alessandro, Paola, Pietro il palista, Denis cui è esploso uno sci e Massimo che pennellava su uno sci solo per la rottura dell' altro attacco!!!



[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Non si va oltre il parcheggio, stradina ancora innevata da subito
quota neve m. :: 1300
Visto scendendo dal Monginevro la vista appariva sconfortante, in realtà non era poi così. Nella parte medio alta al centro manca neve, ma la cosa non crea grossi problemi e soprattutto non ha svalangato.
Partiti un po' tardi (alle 9 da Plampinet)con neve continua sulla stradina; nel canale gran caldo e neve che già mollava, quindi corsa contro il tempo che si è rivelata infine fruttuosa. Io sono salito senza ramponi e senza coltelli grazie alla neve molle e alla traccia del compagno, ma entrambi possono essere utili. In cima al canale alle 12, con cambio repentino di temperatura e venticello, noi vista l'ora ci siamo fermati lì, senza andare sulla cima vera e propria.
Discesa molto meglio del previsto, su neve primaverile che pur cotta ha ancora tenuto dalla cima fino al fondo del canale. I tratti più belli in alto e in basso fino a tutta la conoide, come detto al centro mancava un po' di neve e occorreva prestare attenzione alle pietre affioranti. Stradina ancora completamente innevata (un solo tratto da saltare) e bella veloce. Alle 13 alla macchina e poco dopo a mangiare al sole in un bar di Nevache.
Con l'aumentare fisiologico dei tratti senza neve nei prossimi giorni non saprei se consigliarlo.
In compagnia di Luca, Elisa e Michele.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Buona
quota neve m. :: 1400
Dopo diversi anni torno rifare questo canale che data la sua esposizione a sud ha un fascino tutto particolare, si può fare anche in inverno data la sua esposizione. Partiti da Planpinet di Nevache già con gli sci ai piedi, si prende la stradina militare che in un batter d'occhio ti porta su nel vallone centrale, il canale è ancora fattibile per qualche giorno date le elevate temperature, siamo saliti tutto sulla sinistra, nella parte centrale del canale per mancanza di fondo mancava già neve, salendo ho visto che la parte destra era sciabile, l'uscita quest'anno non impennava molto, siamo andati sulla punta visto la giornata spaziale, le 5 stelle non ci stavano solo per mancanza di neve nella parte centrale, comunque la discesa è stata spettacolare, chi fosse intenzionato a fare questa gita deve affrettarsi per le alte temperature che rosicchiano tutto, noi siamo partiti alle 8 ma consiglierei di partire prima.
Con me oggi la mitica Lorenza, devo dire che sta diventando una brava ski alp specie nei passaggi impegnativi dove se la cava alla grande, oggi essendo la festa della donna si è fatta un'ottimo regalo, un saluto agli amici che oggi erano al Briccas.


[visualizza gita completa con 16 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ras
quota neve m. :: 1700
fino all'ultimo ero indeciso se andare a destra, alla Pecè, o a sinistra al Ravin de la Casse.
La Pecè è tracciata, ma le curve di discesa viste, fanno presagire ancora crosta, invece a sud, il rigelo è perfetto quindi..
risalita veloce su neve rigelata.
parte alta ancora un pò duretta, ma è un biliardo perfetto, poi firn spettacolo. Solo il fondo un pò irregolare dovuto a vecchi piccoli svalangamenti, disturba un pò e ha fatto mancare la quinta stella!
a metà canale, la neve recente ha coperto una breve zona di 3 mt altrimenti da fare in dry-ski. Per ora si passa tranquilli.
La stradina ormai ha parecchie interruzioni di neve che costringono ad una decina di gava-buta soprattutto in discesa
Sceso alle 10.30 (ora nuova). Per i prossimi giorni consiglio di non tardare oltre.
consigliata fino a mercoledì, poi la perturbazione attesa giovedì cambierà tutto ancora una volta..

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: RAS
quota neve m. :: 1400
Ravin di lusso. Sci dall'auto su stradina sempre innevata, risalita faticosa per mancanza traccia e caldo... come sempre nel Ravin. La neve è ancora abbondante, ma le pietre iniziano ad affiorare. I passaggi precedenti hanno lisciato una linea su neve vecchia che ormai non si molla più del giusto, permettendo anche la sciata non proprio mattiniera, anzi meglio tardare un po. Risultato moquette da cima a fondo senza neanche le gobbe dei passaggi precedenti, pietre evidenti da evitare e gran sciata sul velluto.Fuori dalla "pista" neve un po pesante e fonda, ma sempre sciabile . Oggi poca gente, tre francesi in tutto. Molti invece nelle gite del vallone, ottimamente innevato, allego foto della Pecè, che però mi dicevano in neve dura nel basso.Oggi altra iniziazione al ripido.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: no problem
quota neve m. :: 1400
osservazioni tecniche ben descritte da Pastore. aggiungo che ho faticato a salire perchè non ero allenato ma sono arrivato cmq su, godendomi superbo panorama e discesa regale a due facce, prima polvere un pò pesante ma godibilissima, poi firn per canalini tra rocce e pini verdi che sapevano di Corsica... gran bell'ambiente. Un abbraccio al socio di sempre

[visualizza gita completa con 12 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: a posto
quota neve m. :: 1400
stradina con nastro di neve per salire e scendere fino alla macchina senza problemi ma con questo caldo non dura ancora per molto. Saliti dal ravin con ramponi o solo coltelli a vostra scelta.. La discesa si presentava bene con un solo piccolo tratto slavinato e facilmente evitabile. e neve che non aveva mollato troppo grazie al venticello fresco nella parte alta.. ma poi... poi abbiamo visto i pendi verso est dalla cresta poco la punta e ci siamo lasciati tentare.. Primi 300m di farina leggermente umida.. favolosi.. poi un toboga liscio stile velluto giù per tutto il canalino fra saltini di roccia e pinetti.. tenuto benissimo fino in fondo pur avendo cominciato la discesa alle 11.. ( ma oggi il vento aiutava. ) Solo un paio di punti dove per 5-15 metri si cammina un po' tra pietre e terriccio perchè neve nel canale non c'è più.. buona ancora per qualche giorno.. consigliabile.. Anche la Pece di fronte con bella traccia fino al canale non sembrava male..

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m. :: 1000
discesa iniziata alle 11.00 su neve ben mollata. ottimo innevamento in zona (1 metro abbondante a Plampinet)

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
quota neve m. :: 1400
Bella gita temp -14° alla partenza poi gran caldo nel canale . Partire mooolto presto ..con le temperature di oggi non dura molto la neve .Qualche pietra nel canale ma non creano problemi gran bella sciata . Oggi con superuffinatti ; riky, paolo ... un saluto al gruppo trovato in vetta .
-de-la-casse-canale-s-arpelin.html


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
Saliti dal canale senza problemi senza coltelli fino alla cresta, ci siamo fermati sull'anticima. Da qui siamo scesi sul pendio/canale est, ci siamo poi ricongiunti alla traccia della guglia di Mezzodì, trovando inizialmente neve un po' compressa dal vento, che poi scendendo è via via migliorata. La discesa ha pendii ripidi tra le rocce. Rientro veloce sulla stradina. Oggi gruppone con Drink, Federico, Pi Greco, Bussola, Ugo, Marco, Filippo, Fabio. Un saluto ai ragazzi di Coazze incontrati in salita.

[visualizza gita completa con 2 foto]
Eravamo diretti a tutt'altra meta ma giunti a Nevache ci ha accolti il muro della tormenta. Visto che pochi chilometri prima tutto pareva in ordine, siamo tornati a Plampinet e ci siamo regalati questo 'ripiego' di lusso.
Condizioni molto buone, le migliori che io abbia mai trovato sul Ravin. Stradina molto ben innevata, ottimamente percorribile anche in discesa. Dal pilone in su farina su fondo duro e traccia ottima.Crestina finale ben innevata (si tolgono gli sci per due metri nel punto più affilato).
Sciata di gran sudisfa e freddo maiale a garantire neve buona soprattutto nelle linee più in ombra.

Sulla Pecè dirimpetto, qualche traccia di tavola e, a quanto pareva, assenza di accumuli. La neve lì deve essere ancora meglio ma non osiamo pensare che temperatura ci fosse in quel frigo che non vede mai il sole...

Con Brubrù.

[visualizza gita completa]
Il Ravin mi mancava..una di quelle "discese must" in un ambiente straordinario.
Giornata Fredda alla partenza..-12 !!
Da un punto di vista tecnico non aggiungo altro visto che ha spiegato dettagliatamente Ivano Oggero. Con lui e i suoi amici abbiamo condiviso salita e discesa del Ravin. Alla prossima..

Nb. Grandi complimenti al freerider L. Manfredi che alla sua prima gita di scialpinismo si è sparato un Ravin ...


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Planpinet
quota neve m. :: 1400
Riccardo, Dario, Ivano, ore 8 bei -12. Stradina fino a S. Roch ben innevata e ben fattibile con sci (anche in discesa). Dopo un'ora di avvicinamento lo spettacolo grandioso del canalone che porta alla cima. Rampant e ultimi 250 mt con picca e ramponi. Il giorno prima un 10-15 di neve ammorbidiscono una manto abbastanza marmoreo. Aria fredda ma appena si alza il sole si suda. -3 in cima con altri 2 skialper. Bella discesa anche se un po' grutoluta con slalom tra i "riccioli" di neve (ex) marcia rotolati i giorni scorsi. Occorre dire che lo spettacolo e spettacolare!! Cima molto panoramica in una Francia piena di neve (invidia, invidia). Come al solito i montanari francesi sono molto cordiali e Planpinet è un bel paese.

[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m. :: 1500
una giornata bellissima ed intensa con mark, da metà in su rampant indispensabili..faceva il suo effetto..Altri quattro francesi che però son scesi sulla est e poi dalla normale

[visualizza gita completa con 13 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m. :: 1600
Itinerario molto bello. Va percorso solo con condizioni sicure e preferibilmente tra metà febbraio e marzo.

[visualizza gita completa con 11 foto]
Rigelo notturno praticamente nullo, il canale un forno già dal primo mattino....risultato? Neve infame da cima a fondo con crosta bella sfundusa, in piú la parte bassa sopra il bosco disseminata di pietre affioranti seminascoste, un vero campo minato! Unica nota positiva la stradina ancora ben innevata che ci ha regalato un pò di curve in relax
Con il grande Mario Lourousa oggi abbiamo fatto le cose in grande: camper ben fornito dove abbiamo consumato una mega pastasciutta preparata magistralmente dallo chef Mario, birra a volontà + caffè!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
Non è vero che la neve non è ancora trasformata, come ha scritto chi mi precede... il problema è che è completamente umidificata fino in profondità e il rigelo solo parziale.
Oggi alle 11 era già troppo tardi: parte alta neve pesantissima e irregolare per via delle tracce; da 2/3 in giù più sciabile seguendo una striscia spazzata da qualcuno in derapage; decente solo in fondo dove prende il sole più tardi e aveva mollato meno.
Nei prossimi giorni eviterei a meno di non scendere entro le 9.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
Il manto nevoso non è ancora del tutto trasformato: saliti abbastanza tardi gli ultimi 150 m sfondavamo la crosta sino al ginocchio. Unica nota negativa di questa bella gita sono i solchi lasciati dagli sciatori precedenti che rovinano un po' la discesa...

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
Bel canale e bell’ambiente, rifatto con piacere a distanza di anni, la sciabilità non è più quella trovata nei giorni scorsi a causa dei numerosi passaggi che hanno lasciato tracce su un fondo irregolare non ancora completamente trasformato. Tra qualche giorno sarà sicuramente meglio.
Riguardo la valutazione della sciabilità sono stato generoso, i compagni di gita erano più propensi per 2**.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: pulito
Salve.Gita scelta quasi per caso.Le 5 stelle sono tutte meritate,sia per la salita tecnica che richiedeva molta concentrazione(ed anche i rampant chi voleva).Assolutamente fantastica.Se fossimo scesi un'oretta prima avremmo sicuramente trovato neve meno papposa dato il gran caldo.
Con un gruppetto di Casalesi ed Alessandrini.Ottima la forma fisica del Past President Enrico,e dell'inossidabile Gianni.Vivete felici


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m. :: 1500
Bellissima gita, in ambiente suggestivo. Il canale e' un invito allo sci. Saliti su traccia esistente perfetta, tutta sci ai piedi. Io ho preferito i coltelli, ma non indispensabili. discesa verso le 12, forse un pelo tardi vista l'expo in pieno sud. Parte alta quasi trasformata, sciabile con qualche attenzione. Dopo i primi 200 m. migliore fino in fondo. Pensavo che fosse piu' ripido, anche per le mie modeste capacità mi sono proprio divertito. Stradina ancora perfettamente innevata fino all'auto. Se si alzano le temperature e non nevica dura per poco. Consigliata.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
Credevamo di trovare non una bellissima neve, ma almeno discreta, siamo partiti alle 9.30 con meno15° la stradina è ben innevata, purtroppo il canale è in fase di trasformazione, nella parte iniziale faceva addiritura caldo, poi si è alzato un vento gelido che ci ha fatto fare un tocca e fuggi dalla vetta, nel rientro come già detto da meteo france le nuvole avevano quasi ricoperto la valle, qualche bella curva siamo riusciti farla da oltre metà canale, appuntamento alla prox un saluto al mio socio.

[visualizza gita completa con 7 foto]
quota neve m. :: 1200
Tornato dopo poco più di una settimana. Stesso meteo perfetto, solo più freddo. Data la recente visita e le molte tracce nel canale ho preferito scendere dalla normale che presentava solo 2 tracce e neve più fredda poichè non prende sole. Meraviglia farina leggera su fondo liscio e duro, solo troppo corta...
Con Enzo Guru e Le Roy e Enrico Webmaster


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: RAS
quota neve m. :: 1400
Partenza da Plamplinet ore 9,45 con -22; freddo secco e ben sopportabile,al sole del pieno sud del Ravin la musica cambia e ci si scalda fin troppo, una leggera brezzolina che di tanto in tanto si alzava era fin benvenuta, in cima clima più fresco ma piacevole. Traccia in salita ottima. Discesa : prima parte sulle contropendenze a dx ,faccia a valle, spazi intonsi con farinella leggera su fondo duro non grottoluto,molto divertente. Poi al gomito del Ravin passati a sx sempre su spazi intonsi dove il sole aveva già sciolto la crosticina superficiale regalando una sciata facile con farina leggermente umida su fondo duro con bei ricami, boschetto di farinella leggera con slalom in mezzo agli alberi e stradina strabattuta senza pietre. La parte centrale del Ravin è molto battuta anche se ci sono ancora strisce vergini. Se scalda così in pochi giorni credo crosterà velocemente, meglio aspettare una nuova nevicata.
Con Scaglio e i suoi padelloni, il Guru old stile impeccabile ed il Giacca sceso dalla normale su pendii quasi intonsi. Tappa d'obbligo sulla via del ritorno alla Chica Espana. Bella giornata.


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: ok
quota neve m. :: 1300
Giornata molto calda e inizialmente anche nebbiosa in Francia, ma per poco perché la nebbia prima in alto poi anche in basso ha lasciato spazio a un cielo limpidissimo. Temperatura non proprio invernale.
Quindi canale in farina vecchia marcia con parecchi gnocchi di neve rotolata, tutto sommato sempre facilmente sciabile, tranne gli ultimi cento metri prima della strada in crosta, siamo ancora lontani dalla trasformazione. Strada ben coperta e ben battuta dal gatto.
Oggi con Fede, Franco (papà Fede) e Andrea Bumbum che è andato alla Charrà (roba da uomini...)


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok
quota neve m. :: 1400
bella gita canale ampio e in pieno sole oggi si passava dai -14 a plampinet a 10 nel canale . saliti senza rampant .neve poca e sicura qualche roccia affiorante ma ben visibili.. sulla sinistra orografica piu pietre che neve . con superuffinatti e andrea ciao

[visualizza gita completa]
quota neve m. :: 1500
Si parte da Plampinet su stradina ben innevata e battuta. Nessun problema nella risalita, ottima traccia sino in vetta.
Nessun problema di sicurezza, la neve non è molta ed è assestata. In discesa la neve migliore è sulla sinistra orografica. Neve marcetta-umida-pesante abbastanza ben sciabile, anche se l'esposizione fà si che convenga scendere presto. Molti bugnun di neve, più o meno duri, a volte però infastidiscono. La neve non è molta soprattutto nella parte bassa del canale dove si passa bene ma occorre fare attenzione alle numerose pietre affioranti. Qui è meglio stare nel bosco rado dove si è conservata un pò di farinella.
Casco raccomandabile anche in salita per qualche blocco di ghiaccio che cade dalle pareti della destra orografica e qualche pietruzza smossa rotolante.
In generale gita raccomandabile da effettuarsi in tempi brevi, se non nevicasse nuovamente. Oggi una ventina di persone sul pendio a ravanarlo per benino.
Panorama notevolissimo.
Condizioni abbastanza buone in generale, ma un po' più di neve non guasterebbe.

Nessuna traccia, invece, sulla Pointe de Pecè dirimpetto.
Con Bruna e Giancarlo. 2 ore e 45 per la vetta, dall'auto.
-14-


[visualizza gita completa]
Bellissimo panorama, neve non eccelsa e qualche piccola scarica
Vedi recensione Dax

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto cadere valanghe a lastroni
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
Gita in piccolo gruppetto, Fede, Riki ed io
Saliti e scesi dal canale.
Davvero un posto splendido. Conviene assolutamente scendere presto e aspettare temperature piu basse, il lato dx orografico ha continuato a scaricare ogni volta che il sole sbucava (piccole scariche ma è ancora ben carico)..gran caldo.. Sui pendii in sx orografica c'è neve abbastanza buona ma le tracce precedenti e gli scaricamenti la rendono a volte irregolare. A tratti sfondosa causa caldo. Speravamo di trovarla completamente trasformata ma cmq è stata una bella sciata non difficile. Grande riky..stagione full immersion!
DAx

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
Canale facile e solare.
Bella giornata di sole, il rialzo termico si è fatto sentire.
In alto neve trasformata che aveva mollato troppo. Nella parte bassa umida pesante ma sciabile con curvoni, conviene scendere molto presto se si mantengono queste temperature (non potrà che migliorare). Meglio stare nelle contropendenze più riparate dal sole (SW) per divertirsi.
con Francesca. Incontrati 4 ragazzi francesi.
Molte tracce precedenti.


[visualizza gita completa con 5 foto]
Il caldo di questi giorni ha spaccato in due la parte alta che non è più continuativa.
Per scendere dalla cima bisognerebbe togliere e mettere gli sci due o tre volte.
Non mi sembrava il caso e mi sono fermato prima del pendio finale.
Sotto molto lavorata e anche per la mancanza di rigelo notturno non eccezionale con molte pietre fuori nella parte bassa.
Alle 11 di oggi a Planpinet pioveva!!!


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
Canale stupendo...purtroppo la mancanza di allenamento e il caldo mi hanno fatto patire le pene d' inferno in salita, ma in discesa uno sballo. Ringrazio il mio socio Beppe per quest' avventura da sballo...alla prox ciao...

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m. :: 1400
Sempre un bel canale, lo consiglio a chi si vuole avvicinare alla disciplina dello sci ripido, l'occasione di rifarlo me l'ha fornita dopo quattro anni il mio amico Andrea che vuole avvicinarsi a questo tipo di attività, più selettiva ed impegnativa dello scialpinismo classico, non sempre per la salita quanto per la discesa essendo pendii con gradazione più elevata, ciò non toglie nulla alle belle gite di scialpinismo (anche loro a volte nascondono tratti impegnativi) tornando alla gita, essendo un canale sud se non nevica verso la metà si può interrompere per mancanza di neve, un saluto atutti alla prossima.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m. :: 1400
Partiti da Avigliana con freddo e cielo grigio, arrivati a Claviere ci ha accolti un sole splendido e una giornata magnifica. Partiti da Plampinet intorno alle 8.50 con freddo pungente, la stradina è ancora completamente coperta salvo un paio di passaggi di pochi metri. In salita abbiamo imboccato il canale che sale alla Guglia del Mezzodì per poi abbandonarlo intorno a quota 2300 dove, in corrispondenza di una spalla, si traversa e ci si porta proprio sotto la Soeur e da qui in vetta per l’ultimo ripido pendio.
In cima si stava benissimo e quindi ci siamo attardati un po’ a goderci il sole e il panorama e abbiamo iniziato la discesa intorno alle 13. Purtroppo abbiamo mancato l’entrata del canale, per la quale bisogna percorrere tutta la cresta; noi invece ci siamo abbassati un po’ troppo e quindi ci siamo persi i primi 70-80 metri di dislivello.
La neve nel canale è ancora molto bella anche se in alcuni punti ci sono un po’ di residui di valanghe e in altri tratti iniziano ad affiorare alcune pietre, e quindi occorre spesso andarsi a cercare la zona migliore per scendere. In ogni caso le condizioni sono ancora molto buone e quindi la goduria è assicurata. Splendide la parte alta e la parte bassa, decisamente più trasformate, un po’ meno la parte centrale dove appunto si trovano grumi e qualche pietra.
Dal primo tornante a sinistra della stradina siamo ancora riusciti a tagliare e scendere il ripido pendio che porta direttamente in paese…la neve è ormai molto scarsa e per una decina di metri bisogna togliersi gli sci, per il resto è ancora sciabile. In alternativa c’è comunque sempre la stradina.
Splendida gita e discesa da urlo, ideale per chi è alle prime esperienze di ripido, il canale è ripido ma sempre molto largo e quindi . Mi sa che se non nevica tra un paio di settimane il canale non sarà più fattibile…la Guglia del Mezzodì invece dovrebbe reggere per più tempo in quanto il canale è ancora perfettamente innevato.

Gita fatta con Enrico, Oscar, Matteo a cui lungo il percorso si è aggregato Luca con la tavola...

Abbiamo anche girato un video della discesa disponibile su youtube:
?v=M7cNwzZCFNs



[visualizza gita completa con 1 foto]
note su accesso stradale :: ok
neve nel complesso buona, anche se ci sono diversi grumi che danno un pò fastidio. per fortuna erano passate un bel pò di persone che hanno lisciato i passaggi. da metà in giù, tenersi a sx, li la neve era bella. giornata splendida, un pò di vento.

[visualizza gita completa]
Anch'io ammetto che a nord sarebbe stato meglio (visto gran via vai dirimpetto sul canale nord della punta di Pece'..) ma l'idea di stare un po' al sole ci ha portati qui (ieri c'erano -15 sul fondo valle prima di Plampinet, e -10 alla partenza).
Il canale e' ancora ben innevato ma e' passata moltissima gente e le tracce sono divenute rotaie gelate. Bisogna cercare i pochi spazi ancora intonsi e la discesa, allora, e' ancora di soddisfazione.
Stradina dalla cappella di St. roch in giu' un po' gelata ma tutta percorribile.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
note su accesso stradale :: ottimo anche oltre Plampinet
quota neve m. :: 1400
Lo sapevo che con le recenti temperature le nord erano meglio! Ma ci tenevo da tempo al Ravin de la Casse che appena ho trovato tre sprovveduti che si fidavano di me ce li ho portati.
Salendo nel canalone si trovava solo crosta che sfondava e io stramaledivo la precedente relazione che non ne parlava e inventavo mentalmente scuse per i 3 sprovveduti.
Invece la discesa è stata una sorpresa. La crosta, cotta dal sole, è risultata poi pesante ma sciabile senza troppe difficoltà fino al pilone di S.Roch. Poi la strada te le rompe ma tagliando dove si può si scia ancora piacevolmente fino in fondo.
Da rifare in primavera.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
l'idea era la nord della pointe de pécé ... presentava però qualche accumulo nella parte alta e molto freddo ... optato quindi per il sole, il caldo (tanto) e la Sueur, primi 100mt di discesa su neve pesante ma comunque sciabile poi migliora decisamente e permette discrete curve qualche pietra verso il fondo e strada ben innevata fino a Plampinet.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento morbida
note su accesso stradale :: ok dal Monginevro
quota neve m. :: 1400
Giornata no, come l'innevamento in queste valli. Tra sveglie che non suonano ed incidenti giù dal Monginevro iniziamo la gita a fine mattinata.
Incredibile il ritmo di Diego, a cui non siamo riusciti a stare dietro nonostante abbia battuto dal primo all'ultimo metro. Discesa da sci ruvido, si veda articolo su rivista della montagna del 1984 o giù di lì. Traduzione: più pietre che neve o, per lo meno, discesa su terreno minato.
Manca qualche giorno di fondi-ghiaccia, o (meglio) una bella nevicata.
Ottima compagnia anche oggi. Notevole lo zabaione del bar della piazzetta centrale di Cesana

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
Divertente ma pietrosetto

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
note su accesso stradale :: fino a planpinet senza problemi
Partiti molto tardi (le undici passate) a causa di vari contrattempi, siamo riusciti comunque ad arrivare in cima al canale anche grazie ad un diego scatenato che ha battuto tutta la traccia.
La stradina in basso è ben innevata mentre nel canale si toccano pietre sia in salita che in discesa a causa della quasi totale mancanza di fondo, neve polverosa per i primi 100m e poi crostaccia sfondosa fino al fondo...se ci tenete alle solette vi consiglio vivamente di andare da un'altra parte!!!
Un saluto al grande Fede, a bum bum bormida e a diego...

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Neve dalla macchina, sulla stradina solo 2 punti interrotti, ma molto brevi, caldo permettendo almeno per un paio di settimane la stradina credo che rimarrà accettabile. Canale in buone condizioni, dico solo buone perché nella parte bassa una valanga ne occupa la gran parte, ma i tratti sciabili si trovano. Noi siamo scesi alle 12.00, forse scendendo un'oretta prima la neve sarebbe stata ancora migliore però vi assicuro che già così ne é valsa la pena. Tra l'altro c'era anche il sole. Un appunto solo alla misurazione della pendenza, se questo canale é 40-45 gradi il Lamet quant'é?, non sembra così ripido.
Un saluto a Diego che dopo avere constatato che a Novalesa sarebbe stato complesso fare cascate ha proposto il Briansonnese e un saluto a Grassochecola che era al cinema con i gagni........

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
saliti direttamente dal canalone. Gita assolutamente non banale. Abbiamo misurato la pendenza con il clinometro nella parte più ripida e nella parte finale e il risultato è stato 40 e 45 gradi, non di 35 e 40.
Logicamente la valutazione non è più BS ma un tantino superiore.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Saliti prima alla Guglia di Mezzodi', quindi scesi di 200 metri e risaliti alla Sueur passando per la cresta. Neve dura al mattino che ha iniziato a mollare intorno alle 10.30 - 11. Bellissima discesa nel canale a sud della Sueur su neve primaverile con qualche pietra (evitabile) nella parte bassa.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta rigelo portante
Saliti per il ravin de la casse. la prima parte del canale e' segnata da una valanga. cmq si può salire e scendere comodamente questa parte del canale. la neve primaverile su tutto il canale. neve dura lungo il budello in ombra prima dell'inizio del canale. gran caldo: meglio scendere di buon ora per approfittare della discesa. bellissimo ambiente. in compagnia di luca.

OSS: segnale vodafone in cima.inviato sms. non verificato lungo il percorso.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Bel canalone di 600 m. 30°-40°
Da Planpinet,sci in spalla, fino a 1800 m. al pilone di St. Roch,poi si sale a sinistra.
Dislivello 1181

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Giornata stupenda, bel canale abbastanza ripido e ben continuo con firn supendo fino a 100 m dalla stardina: per essere più veloci dato il tipo di neve ( una volta nel canale sembrava fine aprile) portati gli sci sempre in spalla e la scelta ha pagato. Battuta poi traccia tra cornici e accumuli sul pendio est ( forse meglio non lasciarsi tentare in discesa da questo pendio, meno ripido ma carico ) dal colle fino alla croce. Scesi per primi, da soli, dal canale sud in ambiente da favola (in certi punti è questione di giorni). Effettuata con "CININ" e Luca-"chico":bellissima!!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Confermo le condizioni dei giorni precedenti, oggi grazie alle dritte dei "Gulliveriani" c'erano una ventina di persone nel canale ed in cima. Grazie ancora e BUONE FESTE!!!!!!!!!

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta rigelo portante
grande gita! neve perfetta,peccato che nella parte centrale del canale i detriti stiano prendendo il sopravvento,lasciandolo in parte scoperto: Ancora fattibile per pochissimi giorni.Un saluto agli inseparabili compagni di gita e di merende Beppe Giordano (oggi era il suo compleanno! invece della torta abbiamo aperto una burnia di acciughe al verde)e Michelino Cinghialino(lui gli anni non li compie più, mangia solo le acciughe).Un grazie a Fede Negri per lo spunto.Auguri a tutti gli amici di Gulliver

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta rigelo non portante
Neve cotta dal sole e dalla temperatura, che a causa del vento caldo di caduta durante la notte non ha gelato. Sulla cresta sommitale gran vento con turbini di nevischio. Gita comunque molto bella. Viste le premesse (in valle di Susa alle 7 pioveva con vento caldo), è andata bene...

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: 1/5
neve (parte superiore gita) :: Trasformata
Siamo saliti e scesi nel canalone Ravin de la Casse, che si imbocca all'altezza della cappella di Saint Roch (m. 1842). Le ottime condizioni del canalone hanno permesso la salita con gli sci fino in cima.

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 21/03/09 - fulvio.alessi
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: canale
    difficoltà: 3.3 :: E2 :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Sud
    quota partenza (m): 1476
    quota vetta/quota massima (m): 2657
    dislivello totale (m): 1170

    Ultime gite di sci ripido

    26/01/20 - Boshorn/Rauthorn canale SE - gambalesta
    La salita si svolge sempre al cospetto del Fletshorn e si insinua in canali soggetti a grandi valanghe (non oggi per fortuna). Nel primo tratto si deve risalire pendii ripidi e se si segue la strada [...]
    26/01/20 - Boshorn/Rauthorn canale SE - matalp
    Gitone stupendo che abbiamo azzeccato in una giornata con meteo ballerino un po' ovunque! Siamo partiti con l'idea di fare il griessernuhorn ma arrivati al pianoro dove si svolta a destra abbiamo valu [...]
    26/01/20 - Furgon (Monte) Canale SO - llcassardo
    Canale in ottime condizioni, anche se ormai le tracce sono molte e danno un po' fastidio. La strettoia si supera in salita togliendo gli sci (non necessari i ramponi), in discesa si riesce a passare d [...]
    25/01/20 - Vanclava (Monte) o Tète de Vauclave Canale NE - giorgiobi
    Salita in ambiente splendido e vario...prima pendio e canale aperto poi man mano percorso incassato tra quinte rocciose magnifiche...ultimi 80 metri belli dritti su pendio in lieve contro pendenza e n [...]
    25/01/20 - Plastres de Sainte-Anne Parete Ovest - jonny_bravo
    Bella parete, anche se l'avvicinamento e' veramente lungo, persino per me che amo le gite con lunghi spostamenti, ci sono 3km iniziali di spostamento, poi boschetto simpatico, e dopo di nuovo altri 2 [...]
    25/01/20 - Fascia (Cima della) Canalino Nord - test95
    saliti per gli impianti del cros su itinerario già tracciato...15cm di farina su fondo duro, soprattutto nella salita ai paravalanghe si sentiva decisamente, non necessari però i coltelli...in disce [...]
    23/01/20 - Bussaia (Monte) da Palanfrè e discesa su Roaschia dal canale Nord - luca.allamando
    Partito verso le 8.30 da Palanfrè alla testa di una trentina di skialper (effetto Gulliver.it) su ottima traccia autostradale. Tracciato dal Pianard su ottima farina (30/50 cm ) prima sulla Rocca d [...]