Tre Signori (Pizzo dei) da Gerola

osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Fino a 1400 parecchi toglie e metti (in pratica si portano in spalla per metà del tempo). Poi neve continua fino in cima. Scarsissimo rigelo, molto umida ma mai sfondosa. Ultimi 40metri a piedi in salita ma discesa sci dalla vetta. Giornata con nuvole e sole, tutto sommato meglio del previsto. Anche la sciata non male. Firn 4 stelle fino al rifugio Falc, 3 fino al bosco, 1 dal bosco in giù. Altri 3 o 4 skialp e un paio a piedi sul percorso ma solo noi da Gerola. Con Enri e Simo. PS buono il cibo al Pizzo Tre Signori di Gerola e interessante il museo di Sacco.
Pizzo Trona a sx e Tre Signori a dx
Bocchette di Trona
Pizzo Tre Signori
ultimo pendio

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Siamo partiti alle ore 8.30 da Gerola Alta con gli sci ai piedi su un perfetto fondo indurito dalle basse temperature delle due notti passate. Dopo aver superato il passo di Trona, abbiamo perso qualche metro per poi risalire al rifugio Falk, da lì abbiamo affrontato l’antipatico traverso che porta alla bocchetta del Piazzocco 2252 mt. Qui la neve bagnata era appoggiata su un viscido fondo compatto, poi sempre su fondo duro siamo arrivati poco sotto la cima che abbiamo raggiunto a piedi su neve inconsistente (polistirolo). Oggi nessun altro è salito dal versante valtellinese, mentre in cima abbiamo incontrato cinque persone salite da Ornica. Discesa su firn liscio come un biliardo, che ha mollato quel tanto che bastava per permetterci un’indimenticabile sciata. In basso, ormai siamo alla frutta, ma nonostante questo, tra un affondamento e l'altro, siamo ancora riusciti a raggiungere la macchina con le “pinne” ai piedi.
Gita molto faticosa, sia per lo sviluppo, sia per il dislivello, ma di gran soddisfazione, in un ambiente, nonostante la presenza di due dighe e dell’elettrodotto, ancora selvaggio e poco frequentato.
Altri due itinerari scialpinistici permettono di raggiungere la cima: dalla valle dell’Inferno sul versante bergamasco e dalla Valsassina sul versante lecchese.

NOTE STORICHE - Il Pizzo dei Tre Signori con i suoi 2.554 m s.l.m. è il Signore della Val Gerola e luogo d'incontro di tre province: Bergamo, Como e Sondrio. Anticamente era il punto di confine tra la Repubblica Veneta, il Ducato di Milano e la confederazione svizzera delle Tre Leghe, la quale occupò tutta la Valtellina e la Valchiavenna dal 1512 al 1797. Poco sotto il lago dell’Inferno, in passato, era estratto, lavorato e portato a valle con delle slitte il minerale di ferro. Numerosi forni costruiti con pietre a secco, nei quali il minerale subiva una prima lavorazione, funzionavano giorno e notte rendendo la valle simile ad un Inferno.
Il passo di Trona era un tempo un importante collegamento tra la Valtellina e la pianura; qui, inoltre, passava la cosiddetta linea Cadorna costruita poco prima della prima Guerra Mondiale per ostacolare un improbabile attacco austro-ungarico, attraverso la neutrale Svizzera.





[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 800
gita relativamente frequentata da questo lato, molto di più dalla bergamasca.
polvere quasi ovunque, tranne un po' di crosta nei brevi tratti in esposizione meridionale, come il traverso per la bocchetta di piazzocco, su traccia di salita massacrata dalle tracce di discesa, che richiede un po' di attenzione, vista l'esposizione.
dorsale finale di neve pelata dal vento e dai passaggi. ultimo strappo molto rovinato, saliti gli ultimi 30 m a piedi (senza ramponi), ma alcuni sono saliti con gli sci.
discesa per godere di neve migliore verso la valle dell'inferno, fino al lago omonimo, costeggiato il quale con breve ripellata risaliti a livello della diga, da lì ancora su polvere fino all'auto.
5 stelle perchè credo che difficilmente si possa trovare questa gita in condizioni migliori.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: nulla di rilevante
quota neve m :: 1000
bellissima gita; occhio per salire alla bocchetta di piazzocco: rampant utili
insieme a lutz e altri della sem, e' uscita una bella gita, anche se la discesa si e' chiusa alle 7.00 PM


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: ok fino gerola alta
quota neve m :: 1000
arrivati fino bocchetta trona per la valle della pietra,la neve è leggera per tutta la discesa,le due stele mancanti sono riferite alla presenza di qualche sasso affiorante, i pendii di dx scendendo presentano neve migliore,la discesa è molto bella fino al limitare del bosco poi seguendo traccia saita si torna alle auto

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Est
quota partenza (m): 1100
quota vetta/quota massima (m): 2554
dislivello totale (m): 1600

Ultime gite di sci alpinismo

18/05/19 - Plateau Rosa da Cervinia - lucianeve
Impianti italiani chiusi, svizzeri aperti. Partiti alle 10.30 dal parcheggio della cabinovia, sci ai piedi, neve sempre continua fino al Plateau Rosa, nonostante i lavori di sbancamento neve lungo una [...]
18/05/19 - Breithorn Occidentale da Cervinia - brusa
Una quindicina di cm sul percorso. Neve dall'auto e impianti chiusi. Hanno scavato via la neve dalla strada che sale a Cime Bianche, ma si scia bene stando di lato. Visibilità a tratti pessima fino a [...]
16/05/19 - Ramière (Punta) o Bric Froid dalla Valle Argentera - lou pasarot
Partenza verso le 7 ,portage per circa 200 mt subito fuori dal bosco si mettono gli sci, poca neve e già sfondosa . Nel vallone molto caldo ,usciti dal colle vento a raffiche freddo . Discesa verso [...]
16/05/19 - Chateau des Dames dalla Valtournenche - chopin
si portano gli sci per 40 minuti ottimo rigelo fino al deposito sci poi inizia a scaldare e il canale ripido che porta al colle molto bagnato e a tratti la neve è solo superficiale e tutto che cola, [...]
16/05/19 - Monpers (Punta di) da Pila - luca76
Gitarella all'ora di cena. Prima rampa salita a piedi mentre in discesa attraversato qualche prato arrivato praticamente in fondo alle piste. Abbandonate le piste qualche tratto sfondoso ma erano le 2 [...]
16/05/19 - Bertol (Cabane de) da Arolla per Plan Bertol e Glacier de Bertol - manty57
L intenzione era di salire ai dents de bertol ma la prevista perturbazione ha anticipato la copertura sul ghiacciaio e quindi subitaneo dietrofront. Sciata stupenda su firn moquette stupendo
16/05/19 - Lamet (Pointe du) da Plan des Fontainettes - ninja
L'intenzione era il canale centrale ovest, solo che, dopo la salita di quattro di noi, è stato trovato con neve troppo dura. Partenza con gli sci in spalla fino al forte. Neve ben grippante e poi ram [...]