Gran Cima da Champoluc per Crest

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Crosta da vento/Sastrugi
neve (parte inferiore gita) :: Farinosa ventata
attrezzatura :: scialpinistica
Da Champoluc prendo l'impianto per Crest (10 euro). Da qui bisogna scendere una cinquantina di metri fino a prendere "un'autostrada" di sci e ciaspole che si inoltra nel bosco del vallone di Cuneaz.
Man mano che si prosegue, la traccia si fa sempre più definita e con continue svolte arrivo al col Perrin. Pochi cm di neve fresca hanno coperto le vecchie tracce sul lago, che ho incontrato settimana scorsa.
Arrivato al colletto tra il Perrin e la Gran Cima, proseguo verso sud fino a raggiungere la cresta est del Perrin. La cresta è troppo grattata per essere salita con gli sci, e raggiungo la cima a piedi con i ramponi. 3 ore da Crest.
Scendo per le stesse tracce fino a recuperare gli sci ancora pellati. Ora torno al colle e continuo verso il pendio sud/est della Gran Cima. La neve sul ripido pendio, vista l'esposizione, non è il massimo, ma riesco a salire sci ai piedi fino in cima.
Quindi scendo con molta precauzione per non rischiare il distacco di uno sci dovuto al fondo duro, grattato e ripido. Dentro la valletta fino al lago, la neve è più dura e compatta e si scia meglio. Al di sotto del colle la neve migliora decisamente, non avendo ancora preso raggi solari in questo inverno.
Non seguo la traccia di salita ma mi lascio tentare dai bei pendii ripidi e farinosi sotto al lago Pinter. Mi mantengo alto fino a prendere un taglione sul lato opposto del vallone per poter raggiungere le piste. Il taglio non è sempre in discesa e ogni tanto bisogna gradinare. Comunque arrivo senza problemi alla pista che sfrutto fino a Champoluc.
Le condizioni sono discrete. A parte i crinali erosi, la neve è perlopiù compatta nella parte alta e farinosa pesante nelle valli. Anche nei lati sud, dove la pendenza non è troppo accentuata, si scia agevolmente su crosticina fine.
Per il Mont Perrin consiglio i ramponi per la salita. Per la Gran Cima, nel caso si voglia raggiungere la cima sci a i piedi, i rampanti sono indispensabili.
Se non si è troppo schizzinosi, la gita merita.


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Farinosa
neve (parte inferiore gita) :: Farinosa compatta
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti su traccia evidente e comoda molto battuta. Si arriva quasi sci ai piedi in vetta ma occorre stare attenti negli ultimi metri perché la neve è dura e c'è un tratto esposto. Pendio finale in trasformazione, pendio fino al lago in farina pressata molto battuta. dal lago perrin fino al bosco discesa strepitosa su farina fredda e veloce da 5 stelle, affrettarsi perché è quasi tutto tritato. Bosco farina pressata un po' battuta dappertutto.
Saliti con la funivia del crest in una giornata splendida senza vento. Panorama dalla vetta mozzafiato. Con Lucy.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Sfruttando la pista abbondatemente innevata, è possibile raggiungere l'itinerario , quasi interamente su crosta portante, ad eccezione di un tratto sotto il col Perrin dove ancora cede un po'.
Cielo inizialmente sereno, poi sono arrivate le nuvole che hanno comunque lasciato spazio a numerosi momenti di sole.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata bellissima, poca gente sul percorso. E la neve? Se non proprio la peggiore che abbia mai trovato, ci siamo molto vicini! Di tutto: crosta sfondosa, neve ventata, lastroni marmorei, sastrugi, vecchie rotaie indurite, di tutto meno la neve bella. Sotto il col Perrin il pendio ripido è a mio avviso anche potenzialmente pericoloso, in certi punti il bastoncino affondava fino alla manopola e sotto lo stato indurito superficiale più o meno spesso abbiamo rilevato strati più profondi molto incoerenti.
Con Stefano e il Lupo. diciamo 2 stelline (scarse) solo perché l'ambiente e il panorama valgono veramente la gita.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Gita fatta sfruttando la cabinovia fino al Crest (10 € A/R). Partenza alle 9,30 dal Crest con pochissimo vento e un po’ di sbuffi solo sulle creste; innevamento non abbondante ma continuo fin dall’inizio. Il bosco è completamente disseminato di rami spezzati a causa del vento dei giorni scorsi, poi nel pendio prima del Col Perrin la traccia precedente era molto gelata, quindi abbiamo ritracciato cercando di sfruttare le zone con neve meno dura. Messi i rampant all’inizio del vallone, completamente devastato dal vento. Salita tranquilla fino a 100 metri dal colletto sotto la vetta, quando all’improvviso verso le 13,30 il vento è aumentato tantissimo e arrivati al colle tirava ad una velocità impressionante, tanto che era un miracolo anche solo stare in piedi…impossibile ovviamente proseguire e tentare di arrivare in vetta, è già stata un’impresa spellare e prepararsi per la discesa senza perdere niente (il vento era talmente forte che volavano anche gli sci appoggiati a terra!!!).
Discesa ovviamente compromessa dal vento, fino a quota 2.400 m circa il giochetto era molto semplice: stare accucciati a terra finchè la raffica finiva e poi lanciarsi in discesa cercando di percorrere più strada possibile prima che arrivasse la successiva…in ogni caso tutti siamo stati buttati a terra almeno 2-3 volte. Per fortuna dai 2.400 m in giù il vento è cessato e siamo riusciti a rientrare al Crest senza grossi problemi e quindi rientrare a Champoluc sulla pista.
La neve ovviamente non è un granchè, ma nella parte alta c’è quasi sempre un corridoio di neve portante ben sciabile, mentre dal Col Perrin in giù la neve varia in continuo e si trova un po’ di tutto…crosta portante e non, e ancora qualche minuscolo fazzoletto di vecchia farina…potendo scegliere con calma le zone migliori, forse ne sarebbe venuta fuori una discesa non bella ma almeno dignitosa, invece il vento ci ha costretti a scendere senza pensare minimamente alla qualità della sciata.
Se si calma il vento la gita rimane fattibile, ovviamente compatibilmente con le attuali condizioni. Di certo non c’è da aspettarsi una discesa perfetta, ma forse accettabile.
Sono rimasto impressionato dalla rapidità con cui il vento è aumentato…in circa mezz’ora siamo passati dalla quasi calma ad una bufera incredibile, a memoria non ricordo una cosa simile. Essendo su pendii poco inclinati non c’erano grossi problemi, ma se uno si trovasse in una situazione simile su pendii ripidi e/o tratti esposti, di sicuro i rischi potrebbero aumentare…



[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Una bellissima giornata con vista su tutta la valle dalla cima e un giro in val d'ayas fa sempre piacere farlo! Ottima traccia di salita e i primi 600 metri di polvere fredda sono stati veramente inaspettati e divertenti. Prima del toboga del bosco per circa 200 m il caldo si è fatto sentire e la crosta nn è portante. Comunque una gran bella gita e giornata! Grazie a muve', nilde e super Lorenzo per la compagnia e l'ospitalità!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti al crest con la prima corsa con pistaioli assetati e scuole sci.telecabina nuova di pacca 10e. Corse disponibili anche 720 e 755 (ahime persa) poi ampia solitudine, bellissimo sviluppo e bel freddo. Alla fine una ventina di persone in vetta con noi un'altra ventina in arrivo. Per 600m in ombra ancora farina divertente, poi crosta che si rompe sotto lo sci poi tobogas e gambe in fiamme. Quindi piste rilassanti.
Una buonissima giornata, con tity testimonial. A pranzo con Lorenz e *.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Buona sera a tutti.
E' vietata la risalita sulle piste, quindi siamo saliti con l'ovovia fino al primo troncone. Da lì in poi, ottimo innevamento.
Siamo scesi su neve farinosa fino alla baita, poi leggermente crostosa fino al raggiungimento della pista di rientro; discesa compromessa dalla scarsa visibilità.
Buone gite

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Da champoluc risaliti per la pista fin quasi all'arrivo della cabinovia per il crest, deviato poco prima per cuneaz lungo il tracciato del sentiero estivo più o meno mantenuto sempre in salita, nonostante siano esposti prevalentemente a nord o a ovest i pendi prima del lago e l'avvallamento tra gran cima e monte perrin prendono sole fin dalle prime ore della giornata, da tenerne conto in fase di pianificazione. Scesi verso le 11 trovando neve ancora dura nella primissima parte della gita, bellissima primaverile dal lago scendendo verso cuneaz, poi eccessivamente umida fino alla pista dove la neve compattata era sciabilissima nonostante le temperature. in discesa abbiamo mantenuto la sx orografica, attraversando poi il torrente su un ponte immediatamente sotto Cuneaz.

Altri due scialpinisti sulla Gran Cima ed altri due diretti alla Testa Grigia

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Di per sé, la neve in alto non è brutta, la definirei "panna" , ben sciabile. Poi si inumidisce sempre di più e diventa stopposa e collosa anche insaponando gli sci.. Tranne molto in basso, a bordo pista, dove è levigata dai numerosi passaggi. Il problema oggi era la visibilità molto ridotta causa nebbia. L' ultimo pendio sommitale, invece, è rimasto duro causa nuvole alte. Ma va bene così, ne è uscito fuori un bel sciatone lo stesso !!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: strada molto dissestata tra brusson e champoluc, molti buchi
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Traccia recente presente fino al col Perrin. Proseguito su una spanna di fresca fino in vetta. Discesa su farina molto bella cercando il più possibile i pendii orientati a nord. Neve più umida ma sempre sciabile sotto l'alpeggio di Plan Long. Dal Crest pista del Bosco su neve smollata.
Meteo nickel e poco vento in cima


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Propongo all'amministrazione di disporre per assegnare le 6* quando, come in questo periodo, quasi tutte le scialp le meritano! Col gruppo dovio.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Il freddo e l'ombra hanno mantenuto polverosa la neve eccetto oltre il Colletto di 2895m dove il pendio prende piu' sole.
Fatto a piedi senza ramponi gli ultimi 40m della cresta.
Scendendo mi sono un po' incasinata nel bosco su tratti ripidi e alberi fitti, ma la neve era cosi' facile che non ho tribulato piu' di tanto a recuperare la retta via.
Piste molto dure, accettabili stando sul bordo.
Grazie al Dovio's Group, sempre un vulcano di idee!

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Ok fino a Champoluc
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti in funivia fino al Crest (8€ A/R) raggiunto il col Perrin nel frigo e poi salita fino alla vetta. Giornata spettacolare e neve in discesa da favola, fino alle piste sotto il Crest con cui siamo tornati a Champoluc.
Ottimo panino a Donnas al Bar Donnas, Market Vallet


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 500
attrezzatura :: scialpinistica
Salito a Crest con gli impianti. Tempo non magnifico ma visibilità buona. Le temperature ancora basse e l'esposizione ombrosa favoriscono il mantenimento della neve farinosa. Sino al colle a circa 2800 traccia ottima di lì in poi neve intonsa tutta da tracciare. Idem in discesa fino al colletto neve ottima e intonsa dopo sempre farina ma più difficile da sciare perché tritata ovunque. Da solo per tutta la salita. Bellissimo

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima gita in ambiente stupendo, in particolare oggi che gli impianti erano chiusi (dal crest in su). Siamo partiti tardi apposta viste le temperature degli scorsi giorni e il bollettino. Abbiamo iniziato la discesa dopo le 13.30 ed è stata una scelta super-azzeccata: in alto non ha mollato affatto a causa del freddo e del vento che ha soffiato anche oggi, così i primi 300 mt c'era una crosta poco piacevole, ma sciabile; in basso abbiamo trovato una bellissima neve primaverile goduriosa. Ci siamo proprio divertiti! Ci sono un po' di togli-metti in basso, in particolare passando per Cuneaz e prima di attraversare il fiume, ma niente di terribile. Giornata spaziale con pochissime nuvole e nessun in giro, vallone tutto per noi e vista straordinaria.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Strade pulite
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Presa la prima corsa che porta al cresta. Portage di circa 15 minuti fino ad un ponticello presso una baita, poi neve continua. Tracce di discesa e alcune tracce di salita, ho usato i rampant nei punti più ripidi perché la neve era tipo piastrella. Salito fino a pochi minuti dalla cima sci ai piedi. Poi persa un po di quota ho traversato al corno vitello. Ho seguito una traccia che saliva alla crestina verso la gran cima e poi un traverso molto ripido. Alla pietraia ho preferito salire verso la cima ravanando tra sassi in un macereto ripido e scomodo.
In discesa la neve non ha smollato rimanendo dura: molte derapate e curve prudenti.
Arrivati nei pressi di crest sono sceso per piste arrivando quasi in paese.
Le condizioni dureranno pochi giorni, poi il portage si allungherà' molto.
Bellissime zone, panorama stupendo

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
E' ancora possibile utilizzare la pista per salire e rientrare. Portage di 15' dal Crest a Cuneaz.
Eccellenti condizioni da Cuneaz alla cima con neve abbondante. Sceso alle 11.45, prime curve sotto la vetta faticose dove ha lavorato il vento, il resto della discesa su bellissimo firn morbido. Il tratto fra 2900 e 2100 è al momento da 4-5 stelle. Ravanando e tenendosi a sx del fiumiciattolo si arriva molto vicini alla pista di rientro.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: pulito
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza tardiva causa lavoro notturno....batto. Nonostante questo, gita quasi perfetta. Ottima traccia in salita. Grazie a chi mi ha preceduto fino al colle, e che non ho visto scendere. Fermato a dieci metri dalla vetta causa profonda spaccatura nella roccia, oggi non aggirabile causa accumuli si neve. Splendida neve recente asciutta su fondo discretamente portante e spesso da cima a fondo, che ha perfettamente tenuto nonostante l'ora tarda. Scorrevolissimo il finale. Ancora spazi intonsi.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Bella traccia per tutto il percorso. Solo noi in vetta: un grande regalo di inizio anno
Wretch boys Mauro ed Ema


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: pulito
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Champoluc. Primi 350 m di dislivello su pista (neve fresca, pochissima). Dal Crest, 10 cm di fresca che diventano circa 50 cm al lago Perrin.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: nessun problema, strada pulita
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti con la funivia fino al Crest per evitare i problemi legati alla pratica dello sci alpinismo nel comprensorio. Giornata non troppo fredda ma caratterizzata da velature che a tratti hanno coperto il sole che invece brillava in altre zone della Valle d’Aosta. Raggiunto il colle Perrin seguendo il percorso già tracciato. Abbiamo quindi puntato decisi sulla Gran Cima che svettava in tutta la sua magnificenza. Utili i rampant dal colletto sottostante la vetta per la presenza di neve gelata. Si arriva in punta senza sci con qualche passaggio un po’ esposto ma il panorama è stata davvero appagante. Vista a 360 gradi su tutte le principali vette della Valle d’Aosta e in particolare sulla piramide del Cervino. Discesa su manto ghiacciato nella prima parte e poi su neve a tratti farinosa ed a tratti crostosa fino al colle Perrin. Non ci siamo negati neppure un’esplorazione del bosco sottostante per esserci tenuti un po’ troppo sulla sinistra ma siamo riusciti a recuperare la traccia senza troppi problemi. Infine discesa fino a Champoluc su pista di rientro piuttosto ghiacciata. Con Luca, Gianni, Matteo, Valter e Beppe.

[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Non ho riempito gli altri campi perché si fa prima a spiegare.
Partiti alle 8,10 da Champoluc sulle piste, ma quelli che si sono presentati alle 8,30 sono già stati fermati . Neve dura fino a sopra il bosco, poi tutta farinosa fino al colle. Sopra il colle neve scaldata dal sole, in discesa già stava smollando, tipo primaverile.
Nei passaggi obbligati gran tritamento, ma poi basta un minimo di fantasia per trovare ottima farina fino al lariceto che è una pista a gobbe ed ostacoli. Piuttosto affollato, temperature molto alte per la stagione, per fortuna la gita è quasi tutta in ombra e pare non abbia preso vento. A metà del pendio verso il lago valanga che non saprei come definire, già scaricati i pendii dal Monte Chateau.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Stamattina gli impianti hanno aperto molto tardi per il vento, così siamo saliti per le piste, fortunatamente innevate coi cannoni.
La neve naturale inizia al Crest, ma le condizioni meteo hanno generato una fastidiosissima glassa ghiacciata che unita al gran tritamento, traccia coperta da neve ventata e continui cambi di consistenza ha reso la salita molto faticosa.
Canale sopra il lago tutto pieno di lastroni, sastrughi e placche da vento, ma con dei bei pezzi lisci buoni sia in salita che in discesa. Vento solo dal lago in su.
Ultimi 15 metri (che ho prudentemente lasciato agli altri) da fare in parte a scaletta, oggi anche i puristi hanno tirato fuori i coltelli per sopravvivere.
Fortunatamente a ora di scendere c'era un bel sole, fino al lago tutto sommato una bella sciata su neve dura.
Sotto il lago c'era crosta, glassa, pezzi che sembravano duri ma finivano in crosta , vecchie tracce, di tutto meno neve bella.
Comunque la neve c'era, non abbiamo preso pietre, vento ben sopportabile e solo l'ultima ora, di questi tempi va più che bene così.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: n.n.
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Ritorno in val d'Ayas dopo quasi tre anni e gita esplorativa in luoghi x me ancora sconosciuti. Salito alle 9 con la cabinovia, si parte subito sci ai piedi su tracciona battutissima e dura. Una volta a quota 2000-2100 l'innevamento si presenta buono e abbondante in confronto alla penuria generale delle altre vallate. Come dicevo, traccia dura ma che nn ha richiesto l'uso dei coltelli. Vento teso e freddo palesatosi solo dal canale che conduce al colletto sotto la cima. Da qui la sua azione ha creato sastrugi, placche dure e lisce e qualche insignificante accumulo ormai indurito. La discesa è stata quindi assai energica e ben poco appagante. Diverso il discorso dal col Perrin dove la neve non ha subito particolari danni da vento e temperature elevate manifestandosi ancora discretamente polverosa e divertente. Purtroppo bisogna cercare un pò visti I numerosissimi passaggi. Parte finale con toboga nel bosco e pianoro fino alla funivia duroe liscio. Incontrati solo tre skialp in tutto il percorso, pensavo peggio... Direi che per divertirsi conviene aspettare condi migliori anche se tutto sommato nn mi è dispiaciuta. Buon Natale a tutti

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Buona sera a tutti.
Saliti con l'ovovia fino al Crez. Poi seguendo la traccia esistente, per niente tecnica, su neve continua.
Non si sono toccate pietre.
Scesi su neve farinosa, trovando ancora molti spazzi intonsi.
Peccato la visibilita' rovinata dal riverbero. Buone gite

A proposito di traccia per niente tecnica.
Ci tengo proprio a fare osservazione a chi ha fatto questa traccia. D'accordo questa persona potrebbe dirmi che se non mi piace la sua traccia posso farmene un'altra e cosi ho fatto, ma in certi punti farne una seconda diventa difficile. Qundi io dico, perchè non farla bene una volta per tutte? Se non si è capaci di tracciare bene è consigliabile iscriversi ad un corso di sci alpinismo. Il CAI ad esempio prepara molto bene.
Ti saluto senza rancore caro sconosciuto. Roberto.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: nn
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Condizioni invernali in val d'ayas: dopo la nevicata di sabato oggi mattinata serenissima e 30/40 cm di neve fresca tutta da battere....ma poi da sciaaaare!
Fermati al Col Perrin sia per scendere con buon margine di sicurezza sia per gustarci la bellissima neve fresca che il sole alle 11 incominciava a scaldare!
Sciatona da urlo fino a Pian Long poi la neve inevitabilmente si è cotta; risalita a Cuneaz (con birretta al rifugio) poi regalo valdostano e discesa sulle piste ancora perfettamente innevate al penultimo giorno di apertura.

[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: /
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti dal pistone di buon ora, abbiamo seguito la traccia già presente, che però porta più a dx del col Perrin. Non ci siamo fidati a rifare la traccia verso il colle perché c'era da passare su una gonfia, l'abbiamo però poi sciata in discesa con le dovute precauzione e ha tenuto. Dal lago Perrin alla cima traccia da battere. Arrivati a 30m dalla punta con gli sci ai piedi, poi abbiamo proseguito a piedi. Panorama a 360° stupendo. Peccato che poi s'è alzato un vento fortissimo, che tra l'altro in breva aveva già cancellato parte della traccia che avevamo appena battuto.
I pendii nella parte alta del tracciato erano su neve trasformata ma non avevano mollato quasi niente purtroppo. dal col Perrin al pistone abbiamo trovato ancora qualche tratto di bella farina, alternato a croste cmq sciabili.
Non eccezionale ma ci siamo divertiti lo stesso.
Con i reduci da ieri, Sandro e Oriana :)



[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: libero
quota neve m :: 800
attrezzatura :: scialpinistica
Condizioni più che buone, la precipitazione di ieri notte ha regalato 10-15 cm. di polvere leggera. Stranamente poco affollata. Qualche precauzione sul tratto ripido dopo PlanLong, l'innevamento è molto e eventuali strati deboli potrebbero ancora essere sollecitati.
In compagnia di Inox Bilo.
Un ringraziamento a brusa per la tracciatura di ieri, le foto parlavano più che chiaro...:-)

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: ok
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima gita partiti con il sole e arrivati sotto nevischio. Tanta neve e pendii praticamente vergini. Gira che ti rigira, a Gio e Gotta é toccato tracciare anche oggi ; )

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Temperatura gelida, -12 a Champoluc alle 9 e mezzo. La cabinovia non crea ingorghi,data la notevole portata oraria, malgrado la folla di sciatori. Dieci cm. di fresca su fondo assestato.Pista tracciata. A tratti qualche masso affiorante, specie nel pendio finale che adduce alla cima. Il tratto dalla cima sciistica alla vera cima (20-30 m. di dislivello)deve essere fatto a piedi, meglio con ramponi. Tutto l'itinerario è in ombra tranne la mezz' ora finale.
Con Andrea.


[visualizza gita completa con 3 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Partito alle 9:30 dall'auto. Salita lungo il pistone piacevole visti i pochi sciatori domenicali. Dopo il piano cercare un passaggio per attraversare il torrente il ponte non è agibile (il ponte di neve presente durerà ancora poco).
Poi buona traccia. Discesa primo tratto su neve crostosa e scarsa poi bella neve fino al crest.(occhio alle pietre nascoste) Con sky naturalmente.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
attrezzatura :: scialpinistica
dal Crest si cammina per 10'; quando si calzano gli sci la neve è già marcia!! in discesa dalla punta al lago Perrin si scia sul velluto, un leggero straterello di neve fresca caduta nella notte (5 stelle); più in basso probabilmente la neve era pioggia ed infatti inizia il "ravanamento" nel marciume più totale e nel cemento a pronta che ti fagocita e non ti fa andare più avanti (0 stelle!). Scendendo sulla grande valanga qualche curva si fa. Dalle baite in giù salvate le gambe! Risaliti a Cuneaz per andare sulle piste.......qualche gava e buta ma la neve è ancora ben sciabile e compatta (3 stelle); il pistone è senza neve all'inizio, poi più bello che in pieno inverno!

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
saliti al crest e poi buona traccia di salita fino al col perrin, arrivati in cima senza rampant, in discesa optato per il vallone di mascognaz, all'inizio neve crostosa poi neve polverosa da **** fino al villaggio di mascognaz, da li' in discesa su stradina poderale che scende poco prima di champoluc.
un saluto a chatillon


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
saliti dal Crest,bella traccia di salita sino al colle Perrin,nell'evidente canale che conduce al colle a quota 2900 tracce vecchie appena accennate, arrivati quasi in vetta con gli sci senza l'uso di coltelli. Dalla vetta si può ammirare un notevole panorama a 360 gradi che racchiude tutte le belle vette della Vda, oltre anche il M.Viso e forse in lontananza anche il gruppo del "Bernina", quest'ultimo è oggetto di verifica.
Per la discesa abbiamo optato per il vallone di Mascognaz, trovando una bella neve farinosa a nord della punta Palasina che ci ha accompagnato fino al villaggio di Mascognaz, da qui scesi lungo la poderale fino alla strada regionale della val d'Ayas all'altezza del camposanto di Champoluc,se non fosse per la prima parte in alto che ha preso sole avrei optato sicuramente per tutte le 4 *.
Nel complesso bellissimo itinerario con buon innevamento. Lungo tutto il tratto di lunga discesa solo alcune tracce vecchie credo da prima dell'ultima piccola nevicata.
un saluto ai sempre bravi compagni di gita.

[visualizza gita completa con 4 foto]
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
L'itin. non era stato percorso dopo le ultime nevicate, però nella parte bassa (nel bosco tra 2150~ e 2000~)era molto tracciato da chi era sceso dalla costa Chateau.
Condizioni neve: -dalla cima al col Perrin neve varia dalla polverosa (umida a sud) alla ventata 3*, dal colle alle piste del Crest neve polverosa 4*.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
tentata la cima, sperando nel meteo che doveva migliorare.....
assenza totale di rigelo notturno; a quota 2500 mt. circa prima dell'ultimo pendio ripido sotto al colle Perrin, ci siamo rigirati a causa delle pessime condizioni sia meteo che del manto, completamemte marcio sia in superficie che in profondità (sondati circa 200 cm!!)....... sentiti parecchi assestamenti. Dalla baita di Pian Long abbiamo risalito i pendii più sicuri fino all'arrivo della telecabina di Ostafa; scesi per piste in stato pietoso, sciando a tratti sull'acqua!
Giornata tuttavia divertente grazie al gruppo numeroso e all'incontro di uno strano soggetto in un bar sulle piste!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: accumuli o lastroni
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: no problem
quota neve m :: 1500
Neve d'accumulo nelle parte superiore della gita. Purtroppo c'è poco fondo. Quindi polvere ma anche sassi.
Fare molta attenzione ai pendii finali che precedono la gola che porta verso il Colle Perrin.
Nella parte inferiore neve decisamente più sciabile.
Discesa nel complesso divertenete. Le condizioni sono destinate a cambiare repentinamente. Occhio!!
Grazie a Ciuciano ed al Bradipo che mi hanno aspettato in cima. Grandioso Panorama su tutti i 4000.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a lastroni
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 1400
Buona sera a tutti. La risalita è stata ottima per la buona neve su tutto il percorso, è quindi consigliabile.
Purtroppo la discesa non è stata altrettanto piacevole in quanto si è staccata una piccola slavina, fortunatamente senza gravi conseguenze. Le foto dimostrano come non si debbano mai sottovalutare i pendii, anche quelli che appaiono quasi snevati : infatti la poca neve staccatasi ha provocato comunque una piccola valanga. Colgo l'occasione per invitare tutti gli alpinisti a non sottovalutare mai i pericoli e ad essere sempre equipaggiati con arva, pala, sonda. Inoltre privarsi di tutti i lacci agli sci ed ai bastoncini, e tanta prudenza....che non basta mai! Questa nostra esperienza è positiva perchè ne posso parlare e reiterare queste vive raccomandazioni. Buone gite.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
saliti da Champoluc su un pistone appena innevato dalla nevicata della notte; arrivati solo al colle Perrin; oggi farina da urlo........fin troppa (dai 40 agli 80 cm su alcuni pendii riportata dal vento), battuta la traccia dal crest al colle; pendii molto carichi; risaliti sulla dorsale di destra (salendo) spazzata dal vento e con qualche pietra affiornante, per non traversare sotto al colle; la valletta sopra al Lago è scarsamente innevata.
sciatona alla faccia delle previsioni meteo.
un ringraziamento all'ospitale Candido e ai suoi amici conosciuti in salita.....


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 1100
neve abbondante fino al lago perrin anche se molto tracciato il pendio spostandosi sulla sinistra orografica si riece a trovare buona neve sciabile dal lago al colletto poca neve dura e sciabile, dal colletto alla cima neve in fase di trasformazione poco portante, nel complesso buona gita di soddisfazione

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: funivia del crest
quota neve m :: 1600
gl i ultimi duecento metri prima del bosco assolutamente inciabili, neve super marcia per niente portante, meglio del bosco. se non fosse per questo tratto ci starebbe una stella in più.Pista di discesa ancora buona, nel complesso bella gita, ne vale ancora la pena, nella parte alta prima del colletto è ancora tutto su...
bella giornata, da ustione...meno male che il enticello fresco ha aiutato


[visualizza gita completa]
non do le 5 stelle solo perchè la neve nel bosco era collosa.
giornata splendida, fresca ma senza vento.
battuto la traccia in salita e discesa (incredibile a questa gita).
tutta la parte alta (3/4 della gita) farina magnifica. in basso quello che si può. eravamo preoccupati per il pericolo valanghe, ma francamente i pendii tracciati avevano da 20 a 30 cm di polvere, senza segni di vento. in basso poggiavano su neve inzuppata dal caldo e dalla pioggia, ma sembravano stabili. in alto il fondo era ben piu consistente. in poche parole: gran gita

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Le condizioni fino al colle Perrin sono ancora discrete, neve ancora farinosa buona discesa, dal colle alla punta bisogna fare un pò più di attenzione, comunque ancora sciabile

[visualizza gita completa]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
quota neve m :: 1500
Gita molto interessante e panoramica, tutto sommato con una buona copertura nevosa almeno fino al Colle Perrin, dopo numerose pietre rendono il percorso disturbato ed anche in discesa affiorano spesso sassi.
Il canalone finale è, ad oggi, percorribile interamente ma zigzagando tra i massi. Si arriva con gli sci fino a pochi metri dalla vetta. Sentito qualche woumm sulle lastre di neve ventata sulle sponde del canale. Lastrone e pregressa valanga di fondo sponda dx orografica base canalone, passare sul fondo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
quota neve m :: 1500
Fermato al lago Perrin perchè il valloncello oltre è spazzato dal vento quindi è pieno di pietre.
Ancora temperatura mite. Neve variabile crosta de vento morbida, crosta non portante....granatina....
Non consigliabile prima di nuove nevicate


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento morbida
GRAN CIMA EXPRESS con il socio Nadir. Una lieta sorpresa, questa gita. Saliti sulla pista del Crest e proseguito per itinerario solito. Traccia esistente di eccellente qualità (sia in termini di sicurezza che di inclinazione, complimenti ai tracciatori dei giorni scorsi). Dal piano di Cuneaz sino al col Perrin crosta morbida sciabilissima, dal Col Perrin sino a pochi metri dalla vetta con gli sci ai piedi, poca neve (crosta da vento dura) e molte pietre. Visti i tempi che corrono uscita consigliabile, se non cambiano le condizioni.

[visualizza gita completa]
L'ha portato via l'alluvione di fine luglio!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante
quota neve m :: 1500
Vorrei sapere dov'è finito il ponte che si attraversava sotto Cuneaz!!!
Il vento che ha soffiato ha decisamente rovinato la neve tranne nel bosco in basso dove è ormai piuttosto tritato. Le curve più belle nel pistone fresato fino al penultimo muro.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: accumuli o lastroni
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Giornata solare e vista spettacolare ma la neve un disastro(tracce vecchie gelate, accumuli, pelato,sassi) Giornata in solitaria lì e sulle cime vicine non c'era nessuno.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: accumuli o lastroni
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento morbida
note su accesso stradale :: Buono
quota neve m :: 1400
Buona sera a tutti. Oggi vista la poca neve che c'è in giro, mi sono lasciato convincere dagli amici della domenica a rifare la stessa gita gia' da me fatta mercoledi, ma è stata un' enorme delusione: in pochi giorni, quella che era stata una gita favolosa, si è rilevata pessima: neve con una leggera crosta quasi ovunque, oppure rotta dai tanti passaggi. E' stata comunque una bellissima giornata. Saluto tutta la compagnia e auguro Buon Natale a tutti.

[visualizza gita completa]
aggiungo un commento solo per cambiare criterio di valutazione stellare ... o aggiungerne uno nuovo affiancato .
cinque stelle per la spettacolare vista dei quattromila che in una giornata serena vale il viaggio da sola ... dai nostri 3000 sembrava d'essere al pian dei baby circondati com'eravamo dai colossi di 4000 metri .... cinque stelle poi per quelle poche/tante curve in una neve che per quel che c'è in giro è davvero il meglio che si può trovare .... quindi grazie a quelli che hanno relazionato prima e ci hanno permesso di beccare un gitone che non ci saremmo mai sognati di fare ... grazie e auguri ...e cinque stelle anche per il sorriso da "fossette ai denti quasi da pubblicità " alla ragazza dell'ovovia che come tante belle passanti non siamo riusciti a trattenere .
VIVA LA VIDA E BUON ANNO A TUTTI

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: pulita
quota neve m :: 1600
Dico anch'io la mia su questa gita chiaccheratissima. Premetto che noi siamo arrivati solo al lago perrin. Il vallone nel quale si sviluppa la gita è un frigorifero efficacissimo, tant'e' che la neve si è conservata in quantità e qualità incredibilmente superiore alle zone limitrofe. Fino alla radura con baita è ottima farina, purtroppo molto arata dai passaggi. Da li in su, dove le tracce di discesa di diradano molto poichè la superficie sciabile si fa più ampia, il vento ha rovinato tutto. Placche di crosta da vento dure si alternano a zone di crosta più o meno morbida, il tutto cosparso di piccole oasi di farina. L'impressione è che il disastro sia successo di recente (direi negli ultimi giorni), prima scendere quei pendii deve essere stata una vera goduria. Solo due stelle perchè la neve era si sciablie (ops surfabile) ma decisamente poco divertente. Non era tanto la crosta ad infastidire, ma il cambio continuo e imprevedibile del tipo di crosta, che costringeva ad una sciata conservativa e stressante, alla ricerca spasmodica delle rade chiazze di farina. Dal lago perrin in giù non abbiamo avuto nessun problema di pietre. Il fondo forse non c'e', ma non se ne sente troppo la mancanza. Non ho capito chi siano i due fenomeni di cui parla olaf, ma avendo qualche senso di colpa da espiare ne approfitto per chiedere scusa per aver camminato sulla traccia nel tratto pianeggiante dal ruscello alle piste. Non ho capito cosa sono le fossette dei denti (anche perchè non ho preso l'ovovia ;) ), ma così a pelle non mi pare possano essere molto utili per le pubblicità, a meno chè non si tratti di prodotti odontotecnici. Ok, l'ho vinto il premio di rompic......i dell'anno? Saluti e buon natale a tutti!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 1400
molto bella da metà in giù la discesa su farina,non classificabile la neve nella parte superiore,anzi si: crosta mista a farina ventata....ma non è questo il problema,perchè si può anche scendere con la neve crostosa,il problema è la totale mancanza di fondo da metà in su che ti porta a toccare delle vere e proprie lose!!!non so se mi spiego,non so cosa abbiano visto le persone che l'hanno fatta prima di me????oppure come siano scese,forse come sti due "fenomeni" che si sono fatti tutta la discesa nella traccia di salita!!!ed io a tracciare dinuovo da solo,vabbè tut a fa...comunque,giudizio finale da rivedere dopo una nuova nevicata, se ci tenete ai vostri materiali.salùt.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: ottimo
quota neve m :: 1400
come già riportato dal mio compagno di gita,vista la generale scarsità di neve,è un itinerario da straconsigliare per trovare neve ottima e polverosa su tutto il percorso.Unico neo un gran freddo in salita e la parte finale di discesa sulla pista di rientro non ancora battuta.Da consigliare.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: Buono
quota neve m :: 1400
Buona sera a tutti. Partiti da Champoluc alle10 con - 6. Saliti su per il pistone di rientro con cannoni che sparavano neve ovunque: un disastro. Iniziato poi il pendio seguendo una traccia fatta il giorno prima per l'indolenza di farne una nuova. Cosa da non fare perche' nella parte centrale il tracciato era mal fatto, mentre invece la parte verso il primo colle era ottima solo molto spostata a destra e la parte finale ottima. La discesa si è rilevata stupenda: farina fino in fondo senza toccare una pietra. Per chi non lo sapesse, in Valle non ha nevicato. Buone gite a tutti.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
quota neve m :: 1500
Neve farinosa, leggermente umida. 50 cm a 2000 metri di quota. Dal colle in su a tratti ventata e crostosa e si toccano parecchie pietre. Sotto il colle bei pendii divertenti. Peccato per la scarsa visibilità che non permetteva di vedere le ondulazioni del terreno (in conseguenza parecchi e divertenti voli di tutta la combricola). Saliti dal pistone che era chiuso, ma battuto.
Un grazie all'amico Giorgio che ci ha suggerito questo itinerario.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
farina 25 cm dalla cima al lago e colle. sotto un pò pesante.
copertura continua lungo le piste. solo dopo, nel pianoro occore togliere gli sci per 15 - 20 min.

[visualizza gita completa]
Salito da Champoluc. Sci ai piedi dalla macchina. A piedi solo gli ultimi 2 minuti dalla vetta.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
saliti sci ai piedi dal Crest. condizioni di neve ottimali. terreno un pò lavorato dal passaggio ma ancora con margine di scelta. poca neve sulla cresta finale. punta raggiunta 5 minuti a piedi. discesa: nella parte alta, poca farina su fondo duro. sotto il col Perrin buoni tratti di farina spessore 20 cm. secontinua questo freddo si farà ancora per molto. rientro a Champoluc su pista ottima.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
gita in ambiente favoloso, accesso nei pressi degli impianti del Crest , ma con isolamento totale, neve recente e farinosa sin dai primi tratti della gita, in quota l'altezza della neve fresca non pregiudicava la sicurezza della gita e rendeva piacevole sia l'avanzata in salita che favolosa la discesa.
Ritrovati con immenso piacere vecchi amici di corso.
Gita effettuata con la piacevole presenza dell'amico Mario

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: Buono
quota neve m :: 1500
Buon giorno a tutti. Siamo saliti su per la pista questa mattina un p'o prestino, nessun problema con la direz degli impianti. Neve molto bella da dove si lascia la pista fino in vetta. Discesa fatta su neve farinosa sino a meta'. Dalla meta' in giu crosta dura con 5 cm di di farina molto divertente e ben sciabile. Gita consigliabile per la versatilita' facilita' e sicurezza.Saluto i miei compagni di gita e auguro buone gite a tutti.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
Le ultime due spruzzate di neve hanno fatto sì che il pendio sotto il colle sia dinuovo insidioso anche se è ben visibile un distacco ormai di 15gg fa almeno. In discesa neve insidiosa fino a quota 2200. In attesa di trasformazione completa per ora la sconsiglierei.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
fermato sotto al colle del lago Perrin dove ha scaricato ma a mio avvisio non tutto ancora. neve polverosa molto bella da giustificarne la risalita una seconda volta.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1500
Partito alle 7.45 da champoluc. si tolgono gli sci per 5 minuti dopo il crest. sceso poco dopo le 9.00. Ogni tanto cedeva ma sempre divertente. temperatura estiva

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Sfruttato al meglio il colpo di coda dell'inverno: tempo bello, 30-40 cm di neve invernale già dalla partenza, nessun'altro a rovinare i pendii. Purtroppo non siamo arrivati in punta perchè da dopo il lago cambia l'esposizione e il canalone non appariva sicuro, per questo le stelle sono "solo" 4.
Un saluto a Gianni, che aveva l'uscita del corso di Ostetricia & Ginecologia.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: usare funivia Crest per togliersi i primi 300 metri
quota neve m :: 1600
Sfruttato al meglio il colpo di coda dell'inverno: tempo bello, 30-40 cm di neve invernale già dalla partenza, nessun'altro a rovinare i pendii. Purtroppo non siamo arrivati in punta perchè da dopo il lago cambia l'esposizione e il canalone non appariva sicuro, per questo le stelle sono "solo" 4. Un saluto a Gianni, che aveva l'uscita del corso di Ostetricia & Ginecologia.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1500
A parte qualche breve tratto in cui bisogna togliere gli sci sopra al Crest l'innevamento è perfetto.
Nel complesso divertente decisamente migliorata rispetto a 15 giorni fa.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
quota neve m :: 1500
salito sul corno vitello 3057. partito dal paese alle sette meno dieci ( da casa alle 4.40....). seguito le piste ( ancora chiuse ) fino al crest poi il classico itinerario fino al col perrin ( arrivato alle 8.40 ma la neve faceva gia' schifo...molle).in cima alle 10 poi ..almeno 30 minuti di relax !!! per la cima utili i rampant e se non volete camminare sulle pietre anche i ramponi , non indispensabili pero'. in discesa fino al colle perrin niente male , comunque dura. dal colle ( dove ho fatto un altra pausa di 30 minuti) fino alle piste una vera schifezza !!! in alcuni punti dentro fino al ginocchio...consigliabile dopo qualche giorno di freddo. la neve non e' molta e una volta trasformata si riuscira' a non prendere pietre. carino il pendio finale della cima. consigliabile????? se vi piace salire e faticare si se preferite la discesa no. cond. di sicurezza buone. saluti

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Pensavo di non trovare addirittura neve...invece..farina nella parte bassa fino al col Perrin,poi il vento ha formato una dura crosta fino in cima.Peccato per le innumerevoli tracce che rovinano un po' la bella discesa.Alcuni punti con terreno scoperto appena fuori dal bosco,ma nel complesso una bella gita.

Foto disponibili sul sito:


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto cadere valanghe a lastroni
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Qualunque altra gita sara' sicuramente meglio di questa.
Partito da Champoluc verso le 7.45 risalendo la pista fino al Crest (con impianti ancora chiusi, quindi nessun problema... nessuna multa... ).
Di notte ha tirato molto vento e ancora stamattina c'erano forti raffiche. Per salire la neve e' sufficiente, ma per scendere e' una pena. Accumuli insciabili nei quali ci si "incementa" o sassi appena coperti... uno strazio!
Salendo ho notato su alcuni pendii fratture nel manto nevoso e assestamenti e quando ho deciso che non era piu' il caso di proseguire (ero alla base dell'ultimo ripido pendio che porta al colle Perren) ho visto il distacco spontaneo di un lastone (non vicino... ma non e' buon segno...). Non essendo arrivato in cima non so come siano le condizioni oltre il colle, ma va bene cosi'... un consiglio? Non fate questa gita per ora.



[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
La stagione è in ritardo e la neve è poca. Ottima scelta perché si parte da quasi 2000m (con l'aiuto della telecabina). Il versante Nord ha conservato una più che soddisfacente neve farinosa, molto sciabile fino a quota 2.300. Dopodiché occorre fare attenzione alle pietre per poi chiudere con una discesa in pista da quota 1900.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: strade sgombre da neve
Neve farinosa da 5 stelle fino alla pista del Crest. Rischio di toccare pietre sul pendio sopra l'Alpe Pian long.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Bella gita come sempre. Ringrazio Lolli che mi ha convinto a svegliarmi alle 6:30. Completato la gita già alle 10:30 fin troppo presto visto le temperature rigide per la stagione. Consigliabile!!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Giornata primaverile con un bel sole.
Dalla stazione superiore della funivia del Crest si cammina, sci a spalle solo 20 min. Inimmaginabile effettuare questa gita ancora con ottimo innevamento in questo periodo. Fattibile ancora per tutta questa settimana. Orari prima partenza funivia: giorni feriali 8.00, sabato e domenica 8,30. Non conviene più scendere dal pistone (solo metà del percorso è sciabile). Nella foto, la parte alta. L'invitante canale che dal colle Perrin sale alla Gran Cima, visibile sulla sinistra.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
Salita effettuata partendo dal Crest .
Discesa effettuata nel vallone di Mascognaz ed arrivati
sciando ancora fino a Champoluc.
Nella parte ripida a nord della punta palasina si e'
obbligati ad attraversare alcune valanghe di superfice.
Gran bel percorso in condizione di neve sicura.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente leggera/asciutta
Partito dalla farmacia di champoluc.Seguito la traccia non sempre evidente della settimana precedente. Fermato a 50mt di dislivello dal colle del lago Perrin vista l'evidente placca a vento che si è formata nel canale. Discesa da urlo su farina per la quasi totalità dell'itinerario alternata a neve compattata dal vento. Ringrazio fede per la piacevole compagnia. La scelta di fermarsi è stata fatta di comune accordo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente umida/pesante
saliti dal paese lungo la pista ( poca neve). partiti col solo intento di salire fino al colle perrin non raggiunto per circa 70 mt. in alto neve farinosa pesante in basso una vera m....! accontentato davide che non voleva stare a casa. nel complesso una giornata non proprio pessima .assenza di precipitazionivisto anche un po di sole comunque non consigliabile... un saluto a sergio

[visualizza gita completa]
osservazioni :: *****/*****
neve (parte superiore gita) :: trasformata
Raggiunto il Crest con la Jeep. Da qui si cammina per circa 30 minuti. Si tolgono gli sci ancora per 50 mt. appena scollinato al Lago Perrin. Discesa splendida su neve trasformata con 1 dito di neve un pò più morbida. Credo proprio che per questa gita sia ora di rimandare al prossimo inverno!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: buona
neve (parte superiore gita) :: varia ( crostosa/trasformata )
Neve pesante e crostosa nella prima parte della discesa, trasformati e sciabilissimi i pendii intermedi, di nuovo crosta nella parte precedente la pista del Crest. Salita con gli sci sempre ai piedi salvo brevissimi tratti.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 1
neve (parte superiore gita) :: variabile
Neve fresca e farinosa su fondo irregolare nella parte alta. Poi un tratto di circa 300 m di farina pesante, in basso trasformata con uno strato pesante. Poi... la pista.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: perfetta
neve (parte superiore gita) :: 2 dita di polvere sulla trasformata
Non ho resistito alla tentazione.Sveglia alle 6.45. Solo fino al lago perrin da Champoluc e poi di corsa al lavoro.Meritava veramente.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nessun pericolo
neve (parte superiore gita) :: Trasformata
Ennesima volta alla Gran Cima. Partito alle 7.30.In vetta alle 10.45.La prima parte dalla cima è lavorata dal sole e dal vento è come sciare su una grattugia.I pendii sotto il lago cedono ancora in alcuni punti.Tenendosi sulla dx orografica la neva pareva burro.Nel complesso divertente!!!.In compagnia di Silvio, Naka e Dax.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 1/5
neve (parte superiore gita) :: Trasformata
Bellissima giornata di sole, con temperatura decisamente bassa, che ha mantenuto una neve trasformata da favola.
Gita scelta all'ultimo minuto, in alternativa al Monte Croce, che mi si è presentato questa mattina con 40 minuti di sci a spalle.La Gran Cima invece, si è presentata con neve dalla macchina. Consigliata.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: buone
neve (parte superiore gita) :: farinosa
Partito dal bivio appena dopo la farmacia di Champoluc. Dopo il primo tratto sul "pistone" la traccia conduce alla cascata tra il colle Pinter e il colle Perrin. Tracciato nel tratto finale su farina al polpaccio.
Il tutto in compagnia di Filippo giovane papà di Milano conosciuto la mattina stessa salendo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 3/5
neve (parte superiore gita) :: farinosa sotto il colle, sopra ventata
La discesa dalla cima al colle si svolge su neve lavorata dal vento, mentre sotto il colle è presente neve farinosa molto divertente, il passaggio di molti sciatori nei giorni passati non pregiudica il piacere della discesa.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: Discrete
neve (parte superiore gita) :: Farinosa
Bella gita, prestare attenzione sotto il colle.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: fino al colle nessun pericolo
neve (parte superiore gita) :: farina pesante
Nonostante le tante segnalazioni abbiamo ancora trovato dei bei pendii non toccati e molto divertenti. La neve non era tanto veloce ma la pendenza compensava. Scarsa invece la visibilità nella parte alta (sotto la abbondante nevicata), cosa che insieme alle pietre segnalate in alto e al fatto che la funivia del Crest ferma per guasto ci aveva fatto partire da Champoluc, ci ha "consigliato" di fermarci al colle.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: buone
neve (parte superiore gita) :: Farinosa
Le pietre descritte nelle relazioni precedenti sono solo nel primo pezzo sotto la vetta. Per il resto nulla o comunque ampiamente evitabile!!!
Confermo la bellezza della discesa, anche se credo che da domani le piste cominceranno ad essere troppe per poter gustare a pieno la discesa.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 2/5
neve (parte superiore gita) :: farina
Come prima gita della stagione è stata divertente.Come gia letto nelle altre impressioni qualche pietra c'è.Dal lago in giù è una goduria.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 3/5
neve (parte superiore gita) :: QUASI TUTTA FARINA
IN ALTO NEVE LEGGERMENTE COMPRESSA DAL VENTO E POI CHE SPLENDORE PASSARE IN MEZZO AI MASSI! CONSIGLIABILE

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 2
neve (parte superiore gita) :: farina
Dalla cima fino al colle Perrin fate attenzione alle pietre... non si vedono ma si sentono!!! Da colle in giu' neve abbondante e tritata dai tanti passaggi, ma si riesce comunque a trovare lo spazio per stupende serpentine in neve fresca da favola!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: buone
neve (parte superiore gita) :: farina
Freddo e neve farinosa bellissima.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: sicura
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
crosta portante in alto, poi pista di discesa

[visualizza gita completa]
osservazioni :: buone
neve (parte superiore gita) :: Farina
Bellissima gita, data oltre che dall'ambiente, anche da un ottima neve farinosa, e trasformata in basso, sciabile dalla punta alla fondo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: non ottimale
neve (parte superiore gita) :: farina/fonda
Si parte sci ai piedi da Champoluc.Dislivello 1365.Ci siamo fermati a 2750 per assenza di visibilità.Tutte le gite della zona sono ben innevate e si scende in paese sulla pista.Impianti chiusi.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: sicura
neve (parte superiore gita) :: dura trasformata
partenza ore 8 alla base degli impianti su pista a tratti ghiacciata itinerario con neve dura su quasi tutto il percorso.La discesa è stata effettuata nel vallone di mascognaz : non consigliabile sia per neve non sicura sia perchè risulta una sciata sempre in contropendenza certo che il giro ha sempre il suo perchè. neve fino a mt. 1800 circa ciao

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 2
neve (parte superiore gita) :: Farinosa
Bella e facile gita che nonostante la vicinanza agli impianti si sviluppa in un vallone solitario. La neve era eccezionale. Ha nevicato venerdi', vera farina. Lo strato di nuova neva era tuttavia ridotto e le condizioni di sicurazza sono buone.

[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Non e stata una gita, questa alla Gran Cima all'altezza delle aspettative. Oltre tutto dalla vetta non si e' visto un tubo di niente per il sopraggiungere delle nuvole decise a rovinarci tutto. Con Michele.

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 17/03/07 - gio