Marguareis (Punta) Canale dei Genovesi

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Oggi 6 marzo si parte da Villaggio d'Ardua
quota neve m. :: 1300
Sherpage da Villaggio d'Ardua al Gias Sottano di Sestrera, da qui neve continua fino all'uscita del canale (pochi metri scoperti e la corda non puzza...). Vento patagonico dall'uscita alla vetta. Discesa delicata con neve molto compatta nella parte alta (per me anche paurosa, ma questa è un'altra storia) e piena di piccoli e insidiosi sassi nella parte mezzana, ottima primaverile dal conoide in giù. Che stagione balorda. Oggi solo bella gente nel canale. Con Massi e Faber insostituibili compagni di merenda.
Massimo a pochi metri dall'uscita

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
Segnalo che la parte alta del canalone dei Genovesi presenta diverse fratture nello strato dell'ultima nevicata di due giorni fa, che interessano l'intera larghezza della contropendenza sinistra idrografica. Noi abbiamo sceso i primi 50 metri (con l'intenzione di scenderlo in boucle da Carnino), ma poi, viste le fratture, abbiamo evitato di continuare la discesa e siamo risaliti.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: libero fino a Villaggio Ardua
quota neve m. :: 900
Strada per pian delle gorre ancora chiusa per neve (tanta). Rif. Garelli accessibile, grazie a ci ha spalato recentemente! canale in buone condizioni, molto carico. Ultimo tratto del canale innevato, non si toccano le rocce. Attenzione all'ultimo muro di circa 3m di neve verticale per uscire al colletto. Grosse e pericolose cornici nell'ultimo tratto fino in vetta.
Partiti Sabato con l'idea di dormire in tenda in basso e risparmiarci la levataccia. Scoperto però che la strada terminava a Villaggio Ardua ci siamo armati di coraggio ed abbiamo raggiunto il Garelli in notturna. 3 ore circa. Arrivati poco dopo mezzanotte. Grazie a chi ha tracciato recentemente la salita al rifugio ed ancor più a chi recentemente a spalato l'ingresso!! Salita con le frontali nel silenzio e buio con una discreta nevicata a fare da contorno.
Domenica mattina partiti ore 8.45 alla volta dei Genovesi, neve splendida! il canale è ok, appena tolti gli sci però la salita si fa difficoltosa a causa della molta neve che ancora carica il canale. Qualche rigola più dura ha aiutato la salita. Lasciati sci e zaini dove stringe e salito a piedi l'ultimo tratto. Un vento da portar via risaliva il canale. Salito l'ultimo muretto di neve abbiamo raggiunto la vetta! in discesa il vento era ancora peggio, scesi quasi ad occhi chiusi da quanto faceva male la neve sparata in faccia... belle curve giù per il canale ed il conoide, neve molto accomodante e polverosa! ottima gita con Peter.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m. :: 1500
neve bellissima,40 minuti circa di portage per trovare neve continua. crosta portante perfetta,solo in alcuni punti e nella parte finale del canale neve alle ginocchia.Canale con una sola linea di discesa,tracciata la salita,ma con la recente nevicata,sicuramente sarà stata cancellata.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: pulita fino a Villaggio Ardua
Gitona d'ambiente dove in questo periodo il sole non esiste! partiti le 9 con -4°, sempre bello fresco lungo il percorso.
Dal Villaggio fino all'inizio del sentiero ci sono parecchi gava e buta e tratti senza neve,nel bosco fino a quota 1400 neve assente, tutta a piedi.
L'idea di base era il Torinesi ma avendo sbagliato percorso ci siamo ritrovati su pendii immacolati e sotto al canale,completamente da tracciare abbiamo cambiato idea.
Salita veloce sci ai piedi fino a 100mt sotto l'uscita poi a piedi senza ramponi fino a pochi mt dal tratto di misto dove una grossa placca a vento ci ha fatto fermare.
Primi 60/70mt intorno i 50° poi cala decisamente,neve tutta bella farina anche se ormai vecchia e non più leggerissima fino a quota 1700 circa; poi si passa a neve portante liscia molto bella, ultimi 100mt crosta terrificante e dai 1400 sci sullo zaino fino alla macchina. la strada è ghiacciata e piena di buche..è più salutare per sci e ginocchia farsela a piedi.
Bel viaggio con tanto portage in basso però su è uno spettacolo!

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
40 min. di portage
Canale in beton, molti si scoraggiano e scendono poco sopra al conoide...
Io e Faber teniamo duro nonostante la visibilità nulla e la nevicata in corso.
Alla fine siamo stati premiati, giornata comunque fantastica e intensa.
Piacevole e divertente il dry bosking, quando si è in buona compagnia (2 imbecilli)
Faber insiste fortemente a fermarsi a Pian delle Gorre a mangiare in rifugio, che idea di m***a. Grazie Faber.
Du bon ski (cit.)

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: -
quota neve m. :: 1000
Aggiungo a quanto scritto da Ceceme (grazie ancora per la traccia) che siamo partiti dalla punta alle 12:30. Alle 10:30 nel vallone la neve era perfetta nonostante un rigelo decoroso ma non perfetto. Anticipando di un'oretta e magari con un rigelo migliore si dovrebbe fare una bella sciata da cima a fondo. Cmq non male nemmeno oggi.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: fino a Villaggio Ardua
quota neve m. :: 1000
La strada è chiusa a Villaggio Ardua, ma la neve è discontinua tanto che in pratica conviene portare gli sci in spalla fino al gias Sottano dove invece la neve è continua ed abbondante. Stanotte ha rigelato poco e tiene bene solo da 2000mt in su. Nel canale crosta, portante e divertente con gli sci ma che sfonda a piedi ( e nella parte alta sotto la crosta c'è ancora farina!!). Adesso è tutto tracciato ma che fatica!!! Dal conoide in giù invece via via più molle, ma comunque sciabile con curvoni lunghi... Strettoia con neve più dura ma adesso è ben scalinata, quindi si passa agevolmente, Ovviamente non fattibile con gli sci.
Oggi con Matteo che non era mai stato da queste parti abbiamo approfittato del bel sole che ci ha accompagnato per tutta la gita. Abbiamo faticato "il giusto" e forse più per tracciare il canale che a piedi purtroppo sfonda.
Bella e divertente la discesa fino al conoide in quanto la neve teneva bene pur essendo morbida in superficie. Poi da lì curvoni lunghi nel marcione, ma trovando la giusta velocità si scende bene e con poca fatica. Un saluto anche a Massimiliano trovato sul percorso.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: villaggio ardua
quota neve m. :: 1300
saliti dal torinesi e scesi dal genovesi, bel tour!!
il vento dei giorni scorsi ha fatto un pò di disastri ma condizioni abbastanza sicure.
entrata nel canale complicata, ramponi e picca indispensabili
con trevor e lucazzo


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: si lascia l'auto a ardua
quota neve m. :: 1300
Strada atraversata da diverse vecchie valnghe e quindi ancora chiusa per pian delle gorre, si lascia l'auto a ponte ardua.
molto portage, fino al gias inferiore, poi un po' di giri e rigiri sul sentiero estivo (non abbiamo fatto il vallone in salita) con qualche togli e metti.
Neve contina dai 1400 abbondanti fino al rifugio.
Partite dal garelli poco dopo le tre, tortuoso e non completamente innevato l'avvicinamento al canale, la coltre di nubi ha impedito il rigelo notturno e arriviamo al conoide su neve molto bagnata. Canale in condizioni buone, neve portante via via più dura avicinandosi all'uscita.
Uscita piena di neve che permeti di evitare il tiro di roccia.
Finito il canale semplice l'arrivo in vetta.
Data l'ora presta e la neve dura abbiamo fatto una doppietta (15 metri) all'imbocco del canale, per il resto sciabile a patto di far lavorare bene le lamine.
Sciablità buona fino a tutto il conoide e la parte alta del vallone del marguarais.
Vari metti e togli per tornare al gias inferiore dove abbiamo messo definitivamente gli sci nello zaino.
Ottima gita in tre, prima uscita del nostro gruppetto con un'amica tavolara.
un bacio.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: ok
quota neve m. :: 1600
Saliti dalla Chiusetta (si calzano gli sci dopo il traverso del sentiero estivo che porta sopra il salto). Buona traccia, neve umida ma non sfondosa. Canale Genovesi discreto, un pò ravanato e con croste morbide ma si va. Ingresso scalinato poi meglio. Spit per calata a sx.
Traversata al colle del Pas e ritorno per le Maestrelle, neve molto umida ma scorrevole e ben sciabile. Attenzione al ripido traverso prima del Pas
Mimmo, Vale, Jvz, Fil


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Pulita
quota neve m. :: 1000
Scrivo solo per SCONSIGLIARE la gita. Ieri si parlava di powder qui powder là, pure sul mondolè c'era polvere.
Qui invece abbiamo trovato un canale ormai svalangato in via di trasformazione con crosta simil portante appoggiata ad uno strato di neve inconsistente.
Grosse cornici su tutto l'arco della cima (più di 3 metri di sicuro) con sole che scalda molto. Visto scariche sui pendii assolati e continua DOCCIA di pietruzze e ghiaccio nel canale.
L'avvicinamento è pieno di "gava e buta" e la neve inizia a mancare, diciamo che è continua e sciabile solo dal Gias Soprano in poi.
Evitate questa zona, il caldo si è fatto sentire. Se continua così si trasforma tutto ma si fa un bel pò di portage.
Speriamo nell'abbassamento dello zero termico per il prossimo weekend.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: ok
quota neve m. :: 900
Neve dalla macchina, condizioni del canale molto buone: farina pressata, solo nell'uscita si trova neve dura. Dal conoide fino alla macchina neve quasi trasformata morbida ben sciabile. Gran bella gita con una gran bella compagnia!!

E' stato smarrito un paio di ramponi, se qualcuno che nei prossini giorni fa questa gita, trovasse all'uscita del canale un paio di ramponi in un sacchetto grivel giallo potrebbe gentilmente contattare Andrea (tel. 3398592822) perchè sono suoi.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: ok
quota neve m. :: 900
Silvano ha già descritto la gita...
scrivevo soltanto per vedere se riuscivo a recuperare i miei ramponi. Sono rimasti al colletto del canale in una sacchetta gialla della grivel. Se percaso li trovate potete contattarmi al 3398592822 grazie!

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: ok
quota neve m. :: 900
neve praticamente continua salvo due gava-buta nella stradina.il salto di roccia in uscita è coperto di neve mentre il canale dopo il nostro passaggio risulta abbastanza ravanato.nel canale farina pressata mentre giù e in fase di trasformazione

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: -
quota neve m. :: 900
Partiti fiduciosi di trovare, almeno nel canale, un po’ di farina della notte precedente e, così è stato; a dire il vero iniziava già da un centinaio di metri di dislivello sotto all’inizio del conoide basale. Saliti sotto un cielo sereno ma, giunti al Colle dei Genovesi, in un attimo si è chiuso. Non siamo saliti in punta al Marguareis. Scesi nel canale (salto coperto) con visibilità a 3-4 metri dopodiché, nel Vallone del Marguareis, visibilità nulla (nel vero senso della parola), in aggiunta a un temporale di neve ghiacciata turbinata dal vento. Più in basso, dall’inizio del bosco, la visibilità è migliorata e siamo scesi più piacevolmente sotto una nevicata tipicamente natalizia. Circa 15 cm di neve in un’oretta e mezza. Nel complesso è stata comunque una bella gita. Con Mauro.

[visualizza gita completa]
Dall'alba al tramonto. Partenza da Limone e arrivo alla Certosa di Pesio, passando per il Marguareis: un tour che sconfina nell'eternità. Il dislivello complessivo si aggira sui 1300 metri circa, ma lo spostamento è da misurarsi in anni luce.
Il vento ha tirato non poco! E' necessario studiare bene il percorso e fare le cose con il cervello acceso.

Inaspettatamente il canale dei Genovesi si è presentato in ottime condizioni: non ci sono cornici all'ingresso e dal passaggio del masso in poi (non percorribile in sci) polvere, fino alla fine del conoide, tritato selvaggiamente malgrado la nebbia.
Essendo ad Aprile, abbassandosi di quota la neve peggiora inevitabilmente: vinavil.

L'innevamento complessivo è straordinario! Siamo arrivati con gli sci ai piedi praticamente sul bancone del bar della Certosa, dove abbiamo innaffiato la gita con il giusto numero di medie... eheheh

Con Bac, Mattia, Daniele e Charlie ...se ne hanno 'sti maestri di sci!!! il Free Ride World Tour ha fatto una tappa in Valle Pesio.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: libero fino al villaggio Ardua
Lungo gitone che il freddo intenso, aggiunto al vento incontrato nel conoide, hanno contribuito a rendere ancora più faticoso.
Parte alta del canale con neve portante e bel grip. Il vento ha lavorato parecchio quindi il manto risulta disomogeneo, obbligando a curve precise.
Da metà canale fino al conoide ci sono placche dure alternate a farina da riporto, complessivamente sciabile.
In compagnia di Andrea Casarino

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: madonna d'ardua
quota neve m. :: 1300
che dire...per ambiente e panorami gita d'eccezione..per il resto le condizioni come era prevedibile sono cambiate molto in qualche giorno..
la neve di fatto inizia al gias sestrera sottano,quindi c'è da portare per 400 m circa.
sopra, neve tutto sommato ancora discreta anche se ho toccato sotto almeno un decina di volte. nella conoide e nel canale farinaccia, divertente e 5 cm caduti nella notte. ci siamo fermati sotto il saltino finale che è completamente scoperto e preceduto da 5 m di neve durissima. ho provato a salire, ma nonostante le corde fisse, come si dice in gergo "sun cagame a col" e ho pensato che oggi i miei 1700 m me li ero già fatti (contando i sali scendi in salita) e poteva andare bene così. in discesa incontrato 3 francesi.
con giro e stefano
gita consigliata solo ad amatori finchè non si rimette a posto il meteo


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
...solo per confermare le condizioni di questa meravigliosa e lunga gitona..ecco il report di mark e il suo regalo di compleanno, purtroppo in completa solitudine..io a lavorare e col ginocchio così cosi' sigh!
Una nota: seguire interamente il vallone del Marguareis dal Gias Sottano e non salire al Garelli; forse è meno panoramico, ma si evita il ripido tratto boscoso sopra il Gias dove comincia a scarseggiare la neve, e l'inutile perdita di quota dal Garelli per abbassarsi ai laghi. Aggiungo qualche sua foto..

[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m. :: 900
Condizioni strepitose del Canale dei Genovesi, con fantastica neve polverosa ed ampi spazi vergini per oltre 1000 metri.
La gita è lunghetta, oltre al dislivello comporta un notevole spostamento, ma l'ambiente è spettacolare ed il canale in neve polverosa una vera meraviglia.
Ottima traccia di salita sul conoide, poi con picca e ramponi negli ultimi 100 metri; in questo tratto la neve è compatta, ma molto lavorata dal vento e problematica da sciare. Noi siamo scesi prudenzialmente a piedi, ma credo che comunque si tratti di un buon 4.3 E2. Breve, non difficile passo di arrampicata sul salto di roccia finale, con possibilità di usare le corde fisse.
Discesa in polvere favolosa fino al pianoro a quota 1500, poi percorso agevole sulla traccia battuta. Nel bosco sopra "il Saut" la neve comincia a scarseggiare.
Partenza ore 8.15, in vetta alle ore 12.45, al Villaggio Ardua alle 16.
Tempo splendido, sole caldo, temperature basse, vento assente.
Io e Teresa, in totale solitudine.
Carlo Ravetti

[visualizza gita completa con 11 foto]
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
masso all'uscita completamente scoperto. si scia da li in giù. neve stratosferica: nel canale farina, poi passi al conoide di nuovo farina e arrivi nella valle bassa sempre in farina. il traverso per arrivare al bivio col sentiero del garelli è su neve già marcia e il bosco per arrivare alla pista da fondo non è nemmeno così male. gita da 1000 stelle.
oggi con davide, francesco, romina e fabrizio a vedere se tiravamo fuori qualcosa da sto fastidioso rialzo termico. risultato powder! siamo stati anche graziati dall'ottima traccia di alcuni ragazzi/trattori che hanno battuto il canale ancora intonso! sentiti ringraziamenti. Canale sceso in freeride selvaggio.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
Gita effettuata in 2 giorni, con pernottamento all'accogliente invernale del Garelli.
Stamattina, causa cerniera sacco a pelo inchiodata, ce la siamo presa comoda partendo dal rifugio verso le 8:30 abbondanti. Canale da battere, siamo saliti sci a piedi abbastanza in alto, mancavano circa 100m all'uscita.
Salto roccioso coperto e parte sovrastante rovinata, che ci ha obbligato a derapare/scalettare.
Il resto del canale con neve polverosa alternata a tratti di crosta non portante.
Nel vallone in prevalenza crosta non portante e copertura nuvolosa ad azzerare i contrasti: leggasi sciata non superlativa. Innevamento abbondante e continuo.
Un saluto a Roby e socio, in traversata dal genovesi al torinesi, che ci hanno raggiunto in punta.
Con Mella, naturalmente.



[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
gita in ottime condizioni, 15 cm di farina nel canale con una leggera crosta da vento,l'uscita è un po' gelata, ma si tratta proprio solo degli ultimi 15 mt, dal conoide fino a gias sestrera farinetta ottima.
p.s: Oggi ho dimeticato pelli in un sacchetto arancio alla fine del conoide..chi per caso le trovasse e avesse voglia di contattarmi sarebbe molto gentile..grazie in anticipo ( lenry78@hotmail.com ).

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m. :: 900
Partenza a 9 h di Ardua, Salita per lei genovesi e discesa per lei Torinesi, non di tracce, incontro con 2 skialp alla cima.Cima a 13 h 30 passaggio al rifugio Gareli discesa excelente farina . 1850 m al totale. Oguri a tuti
LB


[visualizza gita completa con 3 foto]
Gran gitùn di ripido inizio stagione, salto di roccia ancora scoperto, bella discesa dalla vetta, con canale in ottime condizioni di farina compressa, come già ben descritto dai due simpatici ripidisti Attila e socio incontrati lungo il percorso.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: 1000 m, catene o 4x4, pulita fino alla Certosa
quota neve m. :: 800
gita lunga e con molto spostamento. Sci ai piedi dalla macchina, qualche passaggio in dry-skiing nel bosco.
Saliti dal sentiero nel fondovalle fino ai laghi del Marguareis, poi a dx verso il canale, con crosta da vento morbida. Abbiamo provato a togliere gli sci e salire a piedi, ma si sfondava fino al ginocchio.
Rimessi gli sci ai piedi, la salita è stata più agevole, per via della farina compressa.
Poi ultimi metri a piedi, fino alla strettoia, dove una corda fissa aiuta la salita (ma soprattutto la discesa, occhio a chi c'è sotto, conviene aspettare tutti per pericolo caduta pietre).
In vetta nella nebbia e con vento forte (-4°C), e la galaverna in formazione sulla croce di vetta.
Discesa dalla punta su ottimo firn; tolti gli sci per ripassare la strettoia, poi rimessi per scendere in farina compressa nella parte alta, crosta da rigelo portante da metà al conoide.
Ci siamo spostati sulla sx orografica, gran farina ottobrina, ci voleva. Poi scendendo neve un po' più pesante, ma molto godereccia e sciabile, fino a 1300 m.
Da qui, discesa tenendo come riferimento il sentiero, qualche scintilla sulle rocce, ma pazienza. Dalla strada è sci di fondo.
1700 metri, di cui circa 900 ottimi,400 molto molto buoni, e 450 passabili nella boschina.
Con Luca alla partenza, poi ci hanno raggiunto tre veloci rapidisti, che conoscevano la zona, ci han consigliato nella discesa, e aiutato a battere nel canale: grazie!
Gita lunga, ma motivante per l'imminente stagione. L'avevo addocchiato dal Mondolè giovedì(o almeno,non conoscendo la zona, ho sperato che fosse questo); e non ci ha deluso, poco più di 2 ore di macchina e poco più di 5 ore dalla macchina, ma ne è davvero valsa la pena, e tornare a urlare per una curva nella neve!
E sci ai piedi fino alla macchina ad ottobre!


[visualizza gita completa con 15 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: ok fino a villaggio ardua
quota neve m. :: 1100
Confermo quanto descritto dal socio billcros: canale in condizioni perfette, ambiente fantastico e neve da urlo: siamo passati dalla farina del canale/conoide al firn piu' in basso, senza mai passare dalla crostaccia. Con gli sci si arriva fino alla macchina, e c'è ancora mezzo metro di neve a 1100 metri! Grazie a Maurizio e Dario per la corda utilizzata nella prima parte di discesa e per l'ottima cumpa!
Foto su e naturalmente sulla fiocavenmola (a breve)


[visualizza gita completa con 4 foto]
note su accesso stradale :: villaggio ardua ok
quota neve m. :: 900
l,idea nasce da relazione di pasquetta e l'andamento meteo della sett.,oltre a dario lo propongo al tala,x temprarlo ad un eventuale giro in oberland nei prox 15 g.,con la mitica uno 1100 sx da non sottovalutare per le ottime prestazioni su strada,giungiam x primi o quasi al park. con un altro socio da solo , ci prepariamo ed iniziamo la lungaaaaaaa. salita verso il canalone dei genovesi e man man che saliamo alle nostre spalle inizia ad affollarsi di (sciripidisti)totale a fine giornata di 20 persone circa.la salita del canale si presenta x qualcuno con sci a far gucè a tutta birra è per altri a sci in spalla a far gradini x salire dandosi il cambio,insomma che mediamente in 4-5 ore siam giunti in vetta tramite un fantastio viaggio ,ad ammirare panorami a 360°,e dopo una (corda fissa allestita da me x tala e molti altri x scendere i 20-30 m dell'uscita).ci ritroviamo a fare una discesa su neve (chiamatela come volete)che non ci son parole x desciverla a seconda dell expo ,,della quota,dell'orario . bellissimo . ((attenzione a tener sott'occhio le cornici di vetta sopra le teste,x le eventuali ripetizioni ))x concludere in bellezza consiglio il bar con ((conigletta))davanti alla certosa di pesio e le sue (((monache)). saluti a tutti amici incontrati camminfacendo.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: villaggio ardua ok
quota neve m. :: 900
l,idea nasce da relazione di pasquetta e l'andamento meteo della sett.,oltre a dario lo propongo al tala,x temprarlo ad un eventuale giro in oberland nei prox 15 g.,con la mitica uno 1100 sx da non sottovalutare per le ottime prestazioni su strada,giungiam x primi o quasi al park. con un altro socio da solo , ci prepariamo ed iniziamo la lungaaaaaaa. salita verso il canalone dei genovesi e man man che saliamo alle nostre spalle inizia ad affollarsi di (sciripidisti)totale a fine giornata di 20 persone circa.la salita del canale si presenta x qualcuno con sci a far gucè a tutta birra è per altri a sci in spalla a far gradini x salire dandosi il cambio,insomma che mediamente in 4-5 ore siam giunti in vetta tramite un fantastio viaggio ,ad ammirare panorami a 360°,e dopo una (corda fissa allestita da me x tala e molti altri x scendere i 20-30 m dell'uscita).ci ritroviamo a fare una discesa su neve (chiamatela come volete)che non ci son parole x desciverla a seconda dell expo ,,della quota,dell'orario . bellissimo . ((attenzione a tener sott'occhio le cornici di vetta sopra le teste,x le eventuali ripetizioni ))x concludere in bellezza consiglio il bar con ((conigletta))davanti alla certosa di pesio e le sue (((monache)). saluti a tutti amici incontrati camminfacendo.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: villaggio ardua ok
quota neve m. :: 900
l,idea nasce da relazione di pasquetta e l'andamento meteo della sett.,oltre a dario lo propongo al tala,x temprarlo ad un eventuale giro in oberland nei prox 15 g.,con la mitica uno 1100 sx da non sottovalutare per le ottime prestazioni su strada,giungiam x primi o quasi al park. con un altro socio da solo , ci prepariamo ed iniziamo la lungaaaaaaa. salita verso il canalone dei genovesi e man man che saliamo alle nostre spalle inizia ad affollarsi di (sciripidisti)totale a fine giornata di 20 persone circa.la salita del canale si presenta x qualcuno con sci a far gucè a tutta birra è per altri a sci in spalla a far gradini x salire dandosi il cambio,insomma che mediamente in 4-5 ore siam giunti in vetta tramite un fantastio viaggio ,ad ammirare panorami a 360°,e dopo una (corda fissa allestita da me x tala e molti altri x scendere i 20-30 m dell'uscita).ci ritroviamo a fare una discesa su neve (chiamatela come volete)che non ci son parole x desciverla a seconda dell expo ,,della quota,dell'orario . bellissimo . ((attenzione a tener sott'occhio le cornici di vetta sopra le teste,x le eventuali ripetizioni ))x concludere in bellezza consiglio il bar con ((conigletta))davanti alla certosa di pesio e le sue (((monache)). saluti a tutti amici incontrati camminfacendo.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Strada aperta fino al Pian delle Gorre
quota neve m. :: 1300
Sci in spalla fino al Gias Sottano (1330 m). Da li innevamento continuo. Fino al canale neve trasformata ottima. Nel conoide leggera crosta che poi si è sciolta grazie al sole che lambisce la prima parte del conoide, rendendo la neve molto soffice e divertente. Dentro il canale, bellissima. Verso l'uscita neve più dura (attenzione, c'è una placca a vento, da tenere d'occhio). Ultimi 40 m non sciabili (dalla strettoia al colletto) sia perchè dalla strettoia non si passa con gli sci sia perchè questi ultimi 40 m erano beton. Giornata fredda. NB: dal gias sottano seguire a dx. per il lago del marguareis che permette di non andare al Garelli (soluzione che poi obbligherebbe a scendere un pezzo).

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
partiti dal rifugio con tempo buono, una volta nel canale la nebbia ci ha avvolto. Gran culo a battere, a tratti si affondava fino alla vita. Lasciati gli sci alla strettoia e proseguito sino in cima dove un po di sole ci ha scaldato. Discesa con tempo in miglioramento e buona visibilità, neve farinosa perfetta fino a ben sotto il conoide. Un saluto e un ringraziamento ai due genovesi che prima di proseguire per i Torinesi ci hanno prestato la loro corda per una discesa più tranquilla nei primi 30 mt dove la pendenza è davvero notevole, la neve a tratti dura e comincia a saltar fuori il salto di rocce. Con Cabana e Massi, tutti e due in formissima!

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Canale in condizioni ottime.
in alto farina un pò più compressa e poi man mano che si scendeva verso il conoide, si affondava sempre più nella farina 00. discesa dal vallone delle Carsene su pendii in farina immacolata da commuoversi.
l'unica pecca il breve tratto di bosco che si deve affrontare per raggiungere la pista di fondo che porta comodamente alle macchine.

grande serata in rifugio tutto per noi quattro sbarbatelli, ansiosi di attaccare il famoso canale dei genovesi.
complimenti a giulia e al fratello al primo canale che, per niente intimoriti dalla pendenza iniziale, si sono lanciati saltellando come dei grilli fin dall'imbocco.
ad andrea (tavolaro) non faccio i complimenti, tanto non servono.
ottima compagnia e ottima neve per una gita che cabalizzavamo già da un pò


[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: Pian delle Gorre
quota neve m. :: 1500
1h di portage minimo.
Da 1500 a 1800 senza ciastre, fino a 2200 con ciastre, fino a 2400 con scarponi senza ramponi.
Non continuato oltre, causa placche di crosta ghiacciata e mancanza di mezzo metro di neve, massi scoperti sopra.
Bella discesa fino a 1800, poi crosta dura anche il pomeriggio.
In solitaria


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: 500m dopo villaggio Ardua
quota neve m. :: 1200
con la tavola, meteo splendido.
mezz'ora senza neve.
salito via Garelli, canalone Genovesi, Punta Marguareis, canalone Torinesi, gias sott. Marguareis.
Neve variabile ma stupenda, c'é la corda sul salto di roccia.
Dislivello 1851m
Foto su

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m. :: 800
Con tavola e curdin fino inizio canale, poi da meta' canale ramponi; si sprofonda spesso fino al ginocchio su valanga recente di neve farinosa.
Mi sono fermato a 2450,(perché arrivavano nuvole molto nere) da lì col binocolo ho guardato il salto di roccia, 100m più sù, ma non ho visto la corda, ma non son sicuro che non ci sia.
Discesa bellissima tutto il canale e mezza strada di ritorno, restando coperti expo nord,tra valanghe a pera che non arrivano in fondo al vallone, poi c'é molta neve lenta(lo era già alle 8 di mattina). Presto la faccio tutta e scendo magari dai torinesi, o viceversa.
Mi sembra sicura all' 80%, evitare i traversi sui pendii dal laghetto Marguareis in giù.
Nuvolette la mattina, poi bellissimo, poi nuvole nere alle 14, poi dinuovo bello.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m. :: 1000
fino a Madonna d'Ardua in auto,poi un bel trasferimento sino al canale
neve nel canale: parte alta neve dura, parte intermedia neve dura con tratti di crosta non portante, conoide finale farina gessata lavorata dal vento. Mauro Leone e Manuel Valoria saliti e scesi dai genovesi; Manu e Marco saliti dai genovesi e scesi dai torinesi (canale torinesi non coperto completamente e neve molto dura).


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: fino a Madonna d'Ardua in auto,poi un bel trasferimento sino al canale
Neve nel canale: parte alta_recente leggera asciutta (15 cm) su fondo duro (crosta da vento dura i primi 10 metri dopo il salto roccioso (corda fissa), trovata ottima piazzola per la partenza), parte intermedia_ crosta da vento portante con intervalli irregolari di crosta non portante(qualche pietra nascosta e altre...evidenti), conoide finale_ farina gessata lavorata dal vento. Un saluto a Luca che mi ha accompagnato in questa discesa e ai miei compagni di gita (Max,Angelo, Chiara,Zio Franky)che hanno optato per il Canale dei Torinesi per la discesa.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Valutazione difficoltà : 4.1 E/2

[visualizza gita completa]
quota neve m. :: 900
divertente gita in compagnia di tanti simpatici amici. canale interrotto nella parte alta da un salto di rocce dove si trova una corda fissa che rende abbastanza agevole l' uscita sulla breche; da qui 10 min di salita agevole per raggiungere la cima. discesa nel canale con neve di ogni tipo. belle le curve sulle placche durissime tirate dal vento.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: Strada aperta fino a Villaggio d'Ardua
quota neve m. :: 900
Il canale è interrotto in alto da un salto roccioso che si supera senza grossi problemi grazie a una corda fissa in loco. Poi, pochi metri e si esce in cresta. In cima in pochi minuti. In discesa ,tratto ripido sui 40- 45° per alcuni metri prima e dopo il salto di rocce poi il canale si allarga e diventa facile. Notevole dislivello e grande spostamento. Bello l'ambiente: oggi dalla cima si vedevano le montagne della Corsica spuntare da un mare di nuvole. Parte bassa con boschina un pò insidiosa poi pista di fondo per il rientro. Oggi gran gruppone e bella festa in piola. Buon Natale a tutti.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Salita dal pian delle Gorre alla cima Marguareis attraverso canale dei Genovesi, indispensabili casco, ramponi e picozza; il canale si trova in condizioni ottimali, il salto in prossimità dell'uscita è scoperto. Attenzione in discesa dopo la grande curva del canale per la presenza di pietrisco caduto dalle pareti del Marguareis. Discesa con gli sci del canale e pendio sottostante sino a quota 1700 su neve da urlo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 2/5
neve (parte superiore gita) :: Farina
Gita splendida in ambiente molto invernale. Il canale è in ottime condizioni e anche il salto di roccia all'uscita è pressochè coperto rendendolo molto più semplice. La neve nel canale è farina... è ideale per scenderlo con la tavola: non ricordo una surfata così....

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 15/04/17 - askya
  • 26/03/08 - marcello.sanguineti
  • 02/02/08 - sborderzena
  • 08/04/06 - frankie56
  • 01/01/03 - maturco
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: canale
    difficoltà: I :: 4.1 :: E2 :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Nord
    quota partenza (m): 920
    quota vetta/quota massima (m): 2651
    dislivello totale (m): 1731

    Ultime gite di sci ripido

    17/03/19 - Combeynot (Pic du Lac de) Canale Nord - mountain
    Parte alta neve farinosa compressa, leggermente incrostata da vento, ma ottima da sciare per la presenza di un giusto sottostante fondo portante; nella conoide sempre farinosa compressa ma da fare con [...]
    17/03/19 - Font Sancte (Pic Nord de la) Couloir Sud (en banane) - EmmeQ
    Partiti un pò tardi abbiamo iniziato la discesa all'una. Canalone lunghissimo ancora ben sciabile ma già si schivano le pietre e se continua con questo caldo resisterà poco. La parte alta è quell [...]
    16/03/19 - Sautron (Monte) Canale E - rickyalp82
    Partenza alle 5 dalla macchina. Portage fino a sotto grange pausa, perché abbiamo scelto un sentiero più diretto tagliando per pendii più ripidi. Da grange pausa in su, buon rigelo viste le tempera [...]
    16/03/19 - Cassille (Tete de la) da le Pont de l'Alp - gino74
    ad ora ( ma per ben poco) si mettono gli sci da subito, eccetto un brevissimo tratto sulla strada si tengono sempre, la qualità della neve è scadente, quasi tutta crostosa non portante, solo la prima parte presenta poca ma bella neve.
    16/03/19 - Font Sancte (Pic Nord de la) Couloir Sud (en banane) - ninja
    Piazzata la tenda venerdì sera alla partenza, partiamo alle 6:20 con buon rigelo. La rampa iniziale la superiamo seguendo il sentiero sulla dx salendo quasi sempre pulito fino al pianoro, poi sci ai [...]
    16/03/19 - Panestrel (Pic de) Couloir est - giole
    Partiti con direzione il Banane, portiamo fino alla comba superiore, dov’è tutto ben innevato ed in buone condizioni. Salendo verso il Banane, che sembrava leggermente rovinato da colamenti vari, c [...]
    14/03/19 - Valletta (Punta) Canale NO - chopin
    saliti sul canale più a sinistra salendo poi con un pò di difficoltà (per me) piccolo traverso e ridiscesi una decina di metri per riportaci nel canale giusto mi sono fermato un'ottantina di metri [...]