Cime Bianche Sud (Colle delle) da Saint Jacques

osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: pulito
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Sci in spalla per mezz'ora, poi neve dura con sastrugi marmorei per tutta la gita. Brutto.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Fino a S.Jacques si arriva comodi
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
L'obbiettivo era l'Avril da Glacier, ma all'ultimo il meteo ci ha cambiato le carte, consegnando piu' spazi di sereno in alta val d'Ajas che non dove si doveva andare. Combinazione vuole che la salita alle Cime Bianche da S.Jacques ancora mai fatta, capiti giusto a proposito. Ma non e' stato un semplice approdo al colle con rientro al seguito. Al contrario animati dal desiderio di salire sempre su qualche cima una qualvolta arrivati in zona, a farne le spese sono state proprio le Cime Bianche. Non solo un nome, bensi due bei torrioni ergentesi sul filo di cresta che dalla Gran Sometta continuando verso sud, si risolleva a formare la possente mole del M.Roisetta (si dice, oggi sia stata presa d'assalto). La dizione corretta e' Cime Bianche o Bec Carre' cima nord (3003m), e sud (2973m). Vedi mappa Kompass 1:50:000 Breuil/Cervinia-Zermatt n. 87. Il loro aspetto specie se riferito al torrione nord molto ardito, e' dolomitico. L'abbiamo salito sfruttando ovviamente il suo lato debole, ovvero dal colle inferiore (aime' attraversato da un impianto di risalita che pregiudica enormemente la bellezza dell'ambiente circostante), per cengie innevate e canalini, superabili senza grosse difficolta'. Una piccozza e un paio di ramponi sono sicuro d'aiuto. Passare alla cima sud, implica tornare da dove si lasciano gli sci e in traverso esposto alla base del torrione lato Ayas, si guadagna la facile cresta che in breve porta in vetta alla cima sud, di poco piu' bassa e piu' massiccia. Malgrado ci siamo attardati a intraprendere la discesa attorno alla mezza, la neve era ancora gelata nella parte alta, ma ci ha messo poco a smollare gia' a partire da meta' vallone in giu'. Se ci si attiene al fondo del vallone quello del torrente che lo ha originato, e' possibile seguendo il pistone che ricalca in pratica il sentiero, giungere sci ai piedi fin quasi sopra le case di S.Jacques (ma ancora x poco). Visto miriadi di camosci distribuiti ovunque all'interno di questo lungo e immenso vallone col Rosa appena al di sopra di esso. Con Franco che con le ciaspole ha fatto del suo meglio.

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: sicurissima
neve (parte superiore gita) :: Trasformata
Seguito il sentiero estivo da Saint-Jacques portando gli sci a spalle per 30 min. circa.
Lo spostamento è veramente notevole ma riappagato nella discesa durata quasi un'ora.
Siamo scesi seguendo la pista battuta dalle centinaia di persone che da Valtournenche fatto la traversata.Arrivati sci ai piedi quasi fino alla macchina.Itinerario consigliato peccato lo scempio arrecato dagli impianti a fune!!!Saluto Fede.
p.s. Presenti anche Naka e Dax in perfetta forma hanno goduto anche loro della neve trasformata!

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Est
quota partenza (m): 1728
quota vetta/quota massima (m): 2894
dislivello totale (m): 1200

Ultime gite di sci alpinismo

26/05/20 - Sommeiller (Punta) Canale Sud-Ovest - giorgiobi
Saliti dalla via classica, conviene portare gli sci fino al Pian dei Morti seguendo prima la strada e poi il comodo sentiero. Discesa ore 11,30 su neve davvero perfetta fino al Pian dei Frati, poi, do [...]
26/05/20 - Albaron (Sella dell') da Pian della Mussa - griso
Oggi condizioni eccellenti grazie alla bella giornata e allo z.t. a 3500 m. Partiti alle 5,50 con 8°C. Buon rigelo e progressione veloce. Utili i rampant unicamente nel breve traverso poco sotto Pi [...]
26/05/20 - Almiane (Punta di) dal Ponte d'Almiane - andrealp
Facendo il sentiero estivo si portano gli sci per poco più di mezz'ora e circa 300 metri di dislivello ma si evita di tribolare sui residui nevai che fiancheggiano il torrente. Rampant necessari per [...]
26/05/20 - Collerin (Monte) da Pian della Mussa - mowgli
Come scritto da chi mi ha preceduto il portage è di 400m e su una gita di 1700m D+ è assolutamente accettabile. Oggi il rigelo è stato giusto senza creare il verglass che sicuramente domenica era [...]
26/05/20 - Collerin (Monte) da Pian della Mussa - puli88
Portage fino al Pian dei morti come domenica (400 m dsl circa). Due gava e buta poi neve continua. Neve dura ben rigelata, buon grip, non necessari coltelli. Sul ghiacciaio neve gelata (strascichi di [...]
25/05/20 - Roudel (Cima) dalla Valle Argentera per la Valle Lunga - billcros
Oggi super gita in posto veramente isolato e lungo, ma bei ambienti, già parecchi togli e metti nella parte iniziale , il torrente brontola bene , poi quando il vallone si apre migliora fin ad essere [...]
25/05/20 - Brusalana (Pic) da Chianale per la Sella d'Asti - teddy
Dal punto raggiunto in auto, in pochi minuti al laghetto dove poco oltre si calzano sci. Un solo togli/metti poi neve continua seguendo le evidenti tracce per il traverso a sx portandosi sulla vertica [...]