Gran Serin (Punta del) da Frais

note su accesso stradale :: Ok fino a fine strada a 1600 circa.
attrezzatura :: scialpinistica
Lunga stradina ben innevata. Uscito dal bosco aggredito subito dal vento che ha iniziato a montare rapidamente. Pendii fuori dal bosco rovinatissimi alternano neve vecchia marmorizzarla a sastrugi e riporti di neve irregolari. Arrivato al lago resisto alla tentazione di tornare indietro ma lascio gli sci poco prima della caserma Serin per non dover attraversare con gli sci un canale ripido pieno zeppo di neve trasportata dal vento. Proseguo a piedi fino al forte in cima sfruttando la cresta spazzata dal vento e cercando di mantenere l’equilibrio nei vortici di neve.... non sarebbe stata una gran sciata! Non è il caso di fermarsi più di dieci secondi, torno rapidamente agli sci attento a non prendere il volo. Spellare diventa un impresa titanica. Scendo al lago e risalgo a scaletta i 50 mt di dislivello per scollinate. Non bello, oltre al dislivello occorre contrastare il vento che soffia ovviamente in direzione opposta. Guadagno il bosco sfruttando le zone senza sastrugi e accumuli. Poi invece di seguire saggiamente la stradina taglio il bosco, ne viene fuori una cinghialata che mi sarei evitato. Incontrati un paio di gruppi di skialp mentre scendevo a quota 2400. Bella gita con lunga stradina, peccato le condizioni odierne

[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: pulite fino al Frais
attrezzatura :: scialpinistica
Neve: poca in partenza dal Frais, aumenta dall'Argueil, ma é comunque tutta farinosa fino al pendio finale sul quale il vento ha creato dei crostoni duri ma comunque sciabili. C'era solo una vecchia traccia di ciaspole e di un paio di sci per cui era ancora tutto da tritare. L'idea iniziale era di proseguire al Gran Plà in traversata, ma abbiamo poi evitato di uscire in vetta perché non meritava più, anche per una sopraggiunta brezza molto freddina. Scesi a piacimento scegliendo i passaggi migliori con un percorso alquanto diretto nel lariceto, con il solo raccordo finale in basso nei pressi della bealera.

Approfittato dell'invito degli amici per fare una gita in settimana; effettivamente è molto meglio che nei fine settimana; la tranquillità è assicurata.


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Ok per partenza da Chiomonte
quota neve m :: 800
attrezzatura :: scialpinistica
Partito da giu, da Chiomonte. È da tanto che aspettavo le condizioni propizie.. Parcheggiato alla casa cantoniera appena dopo Chiomonte. Subito sci ai piedi, e non si tolgono mai. Ho battuto traccia fino al frais. nel bosco tranquillo e mai tanto fitto sotto una leggera nevicata. Sbucato in via orsiera (Frais ovest) mi son congiunto con la classica carrareccia militare che va verso il gran serin seguendo una vecchia traccia, finché c era, poi a naso, sempre in su. Nebbia a tratti, cmq visibilità discreta. Preso per sbaglio una cresta, diventata insormontabile, ho dovuto recuperare con un traverso oggi non bellissimo ( è lì ke ho sentito l unico assesstamento). Poi si è aperto. Pranzo, esausto. Poi proseguo fino ai ruderi antestanti la caserma. Li mi fermo (ora tarda, avevo appuntamento per cena, stanchezza). Discesa : nella comba nera, favolosa ! Poi si spinge fino al frais : poi di nuovo parecchio bella, si può passare nel bosco toccando quasi niente, solo qualche muretto.. Solo poco inumidita, quasi sempre scorrevole ( ok, avevo "insaponato" gli sci, just in case...). Se volete partire da giù, ora è il momento ! Occhio a dove passate in alto, c'è veramente tanta neve..

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: gomme termiche
attrezzatura :: scialpinistica
In salita utili (se non indispensabili) i coltelli dato il fondo duro con stratino di fresca.
Quello che in salita era un qualcosa di scivoloso su cui imprecare per far tenere le pelli si è trasformato in un fondo perfetto.. discesa goduriosa fino alla macchina!
Con Paul, Giova, Busk


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
per "parte superiore" (crosta non portante), intendo oltre 2350. sotto ottima fresca asciutta e pressata.
salito dalla strada militare, strabattuta dalle motoslitte, fino appunto circa a quota 2400 (appena fuori dalla zona degli alberi).
qui finivano le tracce delle motoslitte; apparentemente non vi erano altre tracce di skialp che proseguivano.
per sciare "bene " la parte superiore avrei dovuto tagliare tutto verso destra (direzione alta val susa), ma da solo non mi sono fidato a sfidare gli accumuli.
discesa bellissima, tagliando i tornanti, tutto nel bosco, fino circa a quota 1700, dove ho ripreso la strada per il traverso verso frais.
consigliata perchè è ancora tutto da tritare.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Seguire per Gran Serin...non si può sbagliare
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Molto bello. Da fare anche in estate. Il sentiero è ben indicato e non particolarmente difficile. Si attraversa un bel bosco di conifere secolari per poi uscire e arrivare alla vetta con le casermette. Tempo di percorrenza: 2,5/3 ore


[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Strada ok fino a L'Orsiera, poi con termiche (meglio 4x4) fino a 1800
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: free-rando
Due stelle per la sciabilità della neve (...e dove c'è neve bella in questo periodo?), ma sarebbero almeno 4 per la bella giornata ed i panorami. Alla partenza avevo diversi timori: 1) portage: "tagliato" di brutto perché si arriva in auto fino a 1800, o almeno si taglia agevolmente tutta la parte di strada in falsopiano 2) vento: non c'è stato il vento previsto... meno male, perché le temperatura sul versante all'ombra sono state rigide tutto il giorno 3) placche a vento, viste la settimana scorsa: sembrano abbastanza consolidate; restano comunque brutte e delicate da sciare.
Salita e discesa fatte scegliendo le parti più spoglie dalla neve, per evitare i possibili accumuli.
Pochi metri prima del colle (Caserma Gran Serin) seguendo la strada c'è un canaletto abbastanza ripido con base di neve dura ed uno strato soffice parzialmente rotto verso ovest... ho preferito attraversarlo risalendo di 30mt, sia all'andata, sia al ritorno.
Sciabilità: dal forte del Gran Serin al Colle/Caserma (versante Val Chisone) alternanza di buona neve primaverile e croste portanti "marmoree". Dal Colle al bosco neve molto lavorata dal vento che presenta zone di neve ventata con sastrugi di 30cm medio-duri (si curva a fatica, ma si curva) e zone con neve vecchia trasformata, durissima, ma almeno uniforme da sciare. Nel bosco fazzoletti di farina (Trasportata dal vento, credo) e qualche crosta non portante. Ultima parte prima dell'Alpe Arguel obbligata su strada causa mancanza di fondo (Prese un paio di pietre) e da lì in poi portage fino a 1800.
Completa solitudine sopra l'Alpe Arguel, a parte un gallo forcello visto molto bene. Oggi osare mi ha premiato.


[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: termiche se si vuole salire l'ultimo tratto
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Come dice il socio ieri abbiamo fatto brain-storming ed è uscita questa gita appagante sotto tutti gli aspetti. In alto crosta da vento che permette buone curve con un po' di decisione. Poi farina. Da quota 2200 ca si può lasciare la strada che si mantiene sulla dorsale ed infilarsi nel ripido bosco fino a riprendere la strada a quota 1850 ca (variante BS, farina commovente). Bei posti.
Sempre al gancio di Michelino...

[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Si arriva con termiche fino all'ultimo condominio
attrezzatura :: scialpinistica
Gita con discreto spostamento nella parte iniziale fino ad arrivare all’Alpe d'Arguel , remunerativa poi la parte superiore . Il vento ha lasciato intatta la zona inferiore fino a quota 2350 più in alto leggera crosta da vento fino in punta. Discesi dallo stesso versante di salita fino a quota 2200, quindi ( a destra faccia a valle) tagliato i tornanti della strada senza passare da Alpe d'Arguel, scendendo nel ripido bosco per 350 mt. e trovando farina da urlo, strada scorrevole poi fino alla macchina. Le numerose tracce di motoslitte che arrivano fino in punta, brutte a vedersi , non pregiudicano la discesa. Soli io Marco (promotore della variante nel bosco) e uno con ciaspole.

[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Come al solito,durante quest’inverno, il giorno prima c’era vento e quindi la neve è quella che è. Giornata fredda, la stradina è rimasta tutto il tempo gelata e bombardata da impronte; in alcune zone dove il bosco era molto fitto invece la neve era quasi assente. La parte alta invece era ventata in diverse zone era crosta da vento dura. In salita abbiamo anche allungato per sbaglio; invece di girare a sx dopo la Gran Comba siamo andati a dx passando vicino al colle dell’assietta. Giornata serena con nebbie in pianura, ma aria fredda. Con Eugenio che ha patito un po’ il freddo....

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
attrezzatura :: scialpinistica
giornata non molto bella,il primo pezzo di strada si deve fare qualche buta e gava; arrivati fino al colle perchè dal colle alla punta poca neve, scesi a sinistra nei primi 300,400 metri farina da fare attenzione alle pietre sciare molto morbidi, poi nel bosco un po più pesante ma ancora sciabile l'ultima parte sulla sulla strada quasi fino alla macchina

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Strada pulita fino al Frais
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Chi avesse intenzione di salire al Gran Serin o al Gran Pela' dal Frais, sappia che per 2/3 del percorso si puo' usufruire della pista gia' fatta. Sarebbe pero' opportuno sfruttarla prima delle prossime nevicate, le quali pero' di preciso non si sa ancora quando si verificheranno. Resta cmq la parte finale ancora tutta da battere. Noi ci siamo fermati a ca 2300mt al di sopra dell'Alpe Arguel per impossibilita' a procedere dopo ben 5 ore di incessante e faticosissimo batter pista, per lo piu' ad opera del vulcanico socio Daniele, un vero ariete al quale sembra non pesi la fatica. Tanta pesante e umida la neve caduta fino a poche ore precedente il nostro arrivo al Frais. Il tempo e' migliorato poco dopo aver mosso i primi passi nella neve profonda, proprio come del resto era stato previsto. Peccato l'aver riscontrato l'azione distruttrice dei soliti opportunisti (che cosi' si trovano la pista gia fatta) sempre pronti a rovinare le traccie che altri con cosi tanta cura e dedizione contribuiscono a creare. Imparassero almeno ad usare le ciaspole..!

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
la stra è chiusa poco dopo l'abitato.. l'idea era il colle delle vallette e ciantiplagna.. ma non conoscedno mi sono tenuto tropp a destra e cosi ho risalita il vallone di comba scura sotto tenenendomi sulla destra salendo sbucato dopo ripidi pendii sul pianoro sotto i ruderi del gran serin.. discesa parte alta molto bella anche se in alcuni pendii leggerissimo lavorio del vento.. poi nel bosco rado splendido fino al ritorno alla stradina stando sempre sa sin scendendo.. pate bassa neve bella ma poco fondo.. occhio ai rami... e non durerà moltissimo ! Grazie ai due signori con cui abbiamo condiviso la traccia in 30cm di farina..

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Risalito i fianchi dx del solitario ed aspro vallone per il Colle delle Vallette ripieno di un'enorme valanga, poi sui ripidi pendii superiori piegato a dx e sbucati alle casermette del Gran Serin; in discesa, nonostante l'ora piuttosto tarda, neve da favola da cima a fondo, sopratutto sui tratti ripidi più in alto; arrivati con sci ai piedi praticamente alla macchina.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada pulita fino al Frais
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Escursione in ambiente selvaggio e solitario,non abbiamo visto anime eccetto le nostre,la meta era il Colle delle Vallette, cambiata,in ultimo, alla Caserma del Gran Serin mt.2551,luogo non privo di fascino dovuto ai ruderi ancora parzialmente intatti che hanno visto episodi di guerre di confine.
Neve a scendere oserei definirla eccezionale su pendii sostenuti ma sempre portante su fondo compatto e con la giusta scorrevolezza classica delle nevi trasformate.
Sosta meritata con pisolino fine libagioni,compreso la sorsata di "Vov" produzione Sig.ra Gianna.
Come di consueto un ringraziamento ai compagni di escursione:Gianna, Pier-Giorgio e Agostino (La libellula).


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 500
Fuga infrasettimanale con Elio alla ricera della neve fresca e di una gita inedita per entrambi.
L'ultima nevicata qui è stata un po' particolare: molto abbondante fino a 2000-2200 m (misurato 50-60 cm come ultimo strato), più in alto lo spessore si riduce progressivamente e nel tratto finale sono solo pochi cm rimaneggiati dal vento, nemmeno sufficienti a ricoprire pietre e placche di neve dura sottostanti... usato persino i coltelli per un breve tratto!
Salita lenta e faticosa per la neve fresca da battere, almeno fino a dove era tanta, molto più veloce il tratto finale.
Discesa: qualche pietra nascosta nella parte alta poi full immersion nella neve farinosa, sempre più profonda, a tratti un po' lenta ma molto divertente

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Prima volta per me al Gran Serin, oggi eravamo in tanti, comprese le "ciaspolanti".. :-)
La strada che c'è da fare all'inizio fino alle bergerie è veramente lunga, poi finalmente si esce dal bosco..
Verso la fine della salita il cielo si è annuvolato abbastanza e senza sole faceva piuttosto freddo..
A scendere bisogna fare attenzione ai primi 100 m circa perchè la farina non è tantissima e nasconde parecchie pietre però alla fine è andata bene..! :-)
Poi più in basso la farina è veramente tanta, però non ci si lamenta...
La prima parte di strada l'abbiamo evitata tagliando in mezzo al bosco poi alla fine si è obbligati a farla e si torna alla macchina...
Un saluto a "Manu F1" che oggi è riuscita ad arrivare su prima di me.. :-)

[visualizza gita completa con 7 foto]
neve (parte superiore gita) :: accumuli o lastroni
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 800
Gita di ripiego a causa dell'autostrada bloccata e della statale pure, causa incidente. Siamo partiti dal Frais e abbiamo utilizzato per un centinaio di m di dislivello una traccia di ciaspole; poi tutta da battere, io e Marco (più lui che io). Dire che abbiamo fatto la traccia è un eufemismo perchè spesso è stata una trincea, si è passati dai 30-40 cm di sprofondamento in basso a 70-80 e anche più in alto in certi punti. Poi, usciti dal bosco, abbiamo visto la grande azione del vento che ha sparigliato le carte su in alto. Noi ci siamo fermati su un dosso a 2400 m. Da lì in su c'erano accumuli o tratti con poca neve. Comunque una bella soddisfazione nel muoversi solitari nell' ambiente incantato degli splendidi boschi, dell'immacolato candore delle radure e del sempre avvincente panorama dei giganti della Val di Susa e ben oltre. In discesa, a parte le curve nella prima parte ventata, siamo scesi giù a capofitto sulle massime pendenze con la neve fino alle tonsille. Chi volesse ripeterla si troverà già una buona traccia sino in alto. Attenzione comunque perchè i pendii devono essere assolutamente sicuri. Abbiamo fatto una prova su un brevissimo pendio ripido facendo un cuneo ni neve e veniva giù tutto.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: Manto stradale pulito sino al Frais
quota neve m :: 900
Giornata stupenda-Al Frais alle ore 8.00 -7°C-Problemi ad un puntale sci a quota mt.2500 circa-Sono dovuto ridiscendere con in solo sci facendo miracolose evoluzioni da circo equestre.
Ringrazio Roberto che mi ha accompagnato ed assistito durante la discesa riscoprendo l'ebrezza del vecchio monosci'.
Posto sempre molto remunerativo in ambiente selvaggio ed affascinante-Ritornero' per completare la gita interrotta.........


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Ottima gita da fondoescursionismo ( per le condizioni attuali) con discreto sviluppo, riuscendo a seguire la stradina fino quasi in cima . Chi mi ha preceduto nella relazione forse è stato sin troppo critico, in fondo ci siamo divertiti.




[visualizza gita completa con 2 foto]
Sinceramente non capisco, e non solo io, visto che oggi eravamo in 8 dove abbiamo sbagliato, perchè la descrizione della gita di "marmotta" è a dir poco allucinante... Ma cosa ti sei bevuto al pranzo di natale?
La gita si svolge esclusivamente sulla stradina, peraltro a tratti del tutto pelata e con pietre affioranti, sia in salita che in discesa, tranne rarissimi tagli, in bella neve farinosa indubbiamente, ma talmente rari che rendono questa gita assolutamente infattibile e sconsigliabile. La parte alta, che sarebbe forse l'unica parte sciabile decentemente, è DEL TUTTO pelata, tranne piccole conche con neve molto variabile, da farina a crosta non portante.
Sinceramente caro "marmotta", non ho ancora capito se abbiamo fatto la stessa gita o meno, perchè a due giorni di distanza io do ZERO stelle e tu ne dai ben tre... E pensare che eravamo indecisi se andare alla Saurel, un vero peccato!
Senza rancore, ma un po' più di obiettività non guasterebbe...

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: neve all'auto al Frais o inizio stradina per Gran Serin 1 Km prima
quota neve m :: 1200
parte alta spazzata dal vento ma ci sono alcune conche protette ben sciabili. Sino a 1700 metri 20 cm di fresca su un fondo portante da sfruttare tagliando tra i larici e raccordandosi di tanto in tanto alla strada di salita da riprendere e seguire sino al pian del frais. trovato anche il prato giusto per atterrare sulle piste...Nel complesso è una gita consigliabile, ma più da fondo escursionismo che scialpinismo
Nel complesso un bel giro che volendo si può allungare di un paio di Km lasciando l'auto un po' prima del Frais. Una bella alternativa al trafficatissimo Pintas e al battutissimo Giassez, non fosse altro per i panorami decisamente suggestivi e l'opportunità di vedere qualche animale selvatico ( visti un grosso rapace, un capriolo e due pernici, ma ero da solo.....)


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Preferito la salita al Gran Serin dal versante opposto piu precisamente da Balboutet, con neve sicuramente peggiore che dal lato del Frais, per via dell'esposizione meno favorevole, ma e stata cmq lo stesso una gita che non ha tradito le nostre aspettative. Con Franco.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta rigelo portante
Ho dato 3 stelle perchè nella zona centrale la neve era molto bella e farinosa e ci ha permesso di fare poche ma bellissime curve ... non siamo arrivati in cima poichè usciti dal bosco a stento stavamo in piedi causa vento fortissimo (davvero proibitivo)!!!!! Dove non c'è farina è quasi tutto portante . I rampant sono d' obbligo nella parte alta ... Forse domani se il vento molla ... comunque visto la mattina con la pioggia, il tempo uggioso, ... non avremo mai più detto di aggiustare così la giornata ... grazie ad Alessandro ottimo compagno di gita ... Enrico cosa ti sei perso... !!!

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): accumuli o lastroni
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente umida/pesante
Salita con freddo e neve farinosa dalla partenza. Purtroppo in discesa, dai 1900 in giù il primo vento caldo ha incominciato a rovinare la neve. Dal colle delle caserme siamo andati a sx in punta al Mte Pelà invece ke al gr. serin (troppo piano). Fatto il pendio dalla vetta al colle 2 volte causa neve bellissima.In discesa fatto il vallone prima dell'alpe Argueil che si trova tra i pendii del gr. Serin ed il vallone ke scende dalla Ciantiplagna (da non fare con neve pericolosa),non si spinge per il rientro e la discesa è più diretta e bella.Fino a 1900 neve farinosa con pezzi di ventata, sotto pesante su crosta gelata portante. Ancora una bella discesa, prima del foen.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente leggera/asciutta
Punta del Gr. Seren-con l'auto oltre il pian del Frais a quota 1600 c.a. sulla strada per l'alpe d'Arguel -neve bella,50 cm. c.a. tutta da battere(n°4 persone)-discesa su bella neve fino in basso-nessun altro sci alpinista oltre a noi in una bella giornata di sole.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente umida/pesante
Ancora bella neve in una giornata, tutto sommato non bella come ieri, ma passabile.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: grado 2
neve (parte superiore gita) :: Farina/crosta leggera sopra-farina sotto
Bella gita in ambiente. Divertente discesa nel bosco con molta neve fresca. Peccato che sulla strada ormai scarseggia...


[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 1464
quota vetta/quota massima (m): 2589
dislivello totale (m): 1188

Ultime gite di sci alpinismo

18/02/19 - Rossa di Sea (Punta) da Balme - luca94
Dopo l'abbondante farina di venerdi scorso girando tra Fournier, colle Begino e qualche traversata oggi ho deciso di stare vicino a casa cambiando completamente esposizione. Si parte sci ai piedi da [...]
18/02/19 - Gran Testa da Etroubles, anello canale O e canale N - Rebatta bousa
Canale con 600 metri di dislivello, ultimi 300 metri con pendenza media di circa 35° che si mantiene abbastanza costante a parte un breve tratto più ripido. Appena abbandonata la traccia per il Fla [...]
18/02/19 - Ciotto Mieu o Mien (Monte) da Limonetto - tettorubia96
Partiti presto su neve dura e compatta sino a quando il sole ha fatto capolino e allora vai con il forno acceso. A parte un breve tratto appena sopra il ponticello innevamento ancora continuo. Nei var [...]
17/02/19 - Poncione di Cassina Baggio da all'Acqua - barrosismo
Bella neve dalla cima al Gerenpass. Da qui in giù neve morbida primaverile con tratti ottimi e altri più sfondosi. Tanta gente in giro, anche verso il Maniò. Ampi pendii sotto al Gerenpass in cui s [...]
17/02/19 - Glatten da Saliboden - sillylamb2
Gita molto affollata. Salita su ottima traccia autostradale. Discesa nel canale su neve polverosa nella parte alta, ventata nella parte centrale, in via di trasformazione in quella bassa; cmq sciabilità sempre più che discreta.
17/02/19 - Trois Frères Mineurs (Col des) Traversata da Claviere a Bardonecchia - Miesh
Traversata "primaverile" viste le temperature di ieri. Saliti fin al Colle, nulla da segnalare; la prima discesa intervallava tratti ventata con neve molto dura a pezzi di polvere intonsa molto bella [...]
17/02/19 - Croce (Monte) o Brun da Saint Jacques - cinin-asti
Partendo da S.Jacques conviene seguire la strada che va verso il vallone delle Cime Bianche e poi si si svolta a sn. verso il Rif. Tournalin. Dall' Alpe di Nana in su la copertura di neve é totale e [...]