Fascia (Cima della) da Limone Piemonte per il Vallone San Giovanni

neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Lasciata l'auto a quota 1300, abbiamo risalito il vallone e attraversato il fiume approfittando di una valanga poco prima del bivacco. Neve molto compatta alle 8.30, abbiamo praticamente infilato i ramponi già nel primo canale e personalmente li ho tenuti fino in cima. Per errore abbiamo svalicato il colletto in prossimità della vetta portandoci sul versante est e risalendo quindi attraverso una significativa cornice sulla cresta che porta in vetta. Trasformando quindi la gita da os a osa.
Molto vento soprattutto in alto ma condizioni notevoli di innevamento e ambiente straordinario

Gita complessa ma molto remunerativa, affrontata con CapoGiovanni in scenario naturale molto suggestivo e ...come al solito...in solitudine


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Ok fino al maneggio
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti da Costa Chiara,praticamente ski ai piedi,che spettacolo!
Chi si aspettava una neve così a novembre...gran bella neve in alto ,umida dopo il vecchio impianto del cross e diretta con un Po di crosta sul finale di stradina..
Gran bella gita.
Incontrati altri skialpinisti sul percorso.


Con Marcy.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Salita dopo aver salito e sceso la ciaudon.quindi in vetta poco prima delle 13. Neve sui pendii in alto super super..poi un pol più sfondosa in alcuni tratti del canale. Ottima discesa da abbinare alla ciaudon. Guardatela solo bene da sotto quando salite nel vallone per orientarsi bene al momento della discesa e non finire sui salti. Dalla fascia andare verso la San Salvatore poi puntare a una guglia evidente. Alla fine del pendione andare decisi vs sx in prossimità della parete rocciosa con grotta. Da qui canale evidente da cui si esce poi a sx.bella.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: strada pulita fino ai casali Brik
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
La discesa diretta giu' dalla fascia e' impraticabile per mancanza di neve lungo l'intera fascia centrale. Saliti e scesi dalla valle Boaria con pendenze sui 35° fino a 40° nel tratto tra la Testa e la Punta San Salvatore (toccata in fase di salita). Quindi l'OS e forse anche qualcosa di piu' ci sta tutto. Proseguito fino alla Fascia per la comoda dorsale. Neve (quella che c'era) perfettamente trasformata.Le gite che si fanno solitamente ad Aprile Maggio, ma fatta a febbraio. Ovvero l'equivalemìnte come sciare in pista battuta. Per cui soddisfazione massima. Un doppione la cima della Fascia vabbeh.. Inedita invece la Punta San Salvatore, un po' la novita' in questa gita..piu' aggiungi una discesa con neve da favola, cotta a puntino dall'appena tiepido sole a operare da dietro una estesa ma tenue velatura, e il gioco e' fatto. Con piu' neve a parita di condizioni la soddisfazione sarebbe stata di sicuro totale. Ma adesso a breve rinevichera'..
Con Rodolfo, su terreni per lui non facili a destreggiarsi in un continuo cambio d'assetto, ciastre ramponi, e poi ciastre di nuovo. Questo quando i pendii non piu' ripidi consentivano un uso piu' razionale di quest'ultime.


[visualizza gita completa con 12 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si arriva per sterrata un 50m più in alto della partenza invernale
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
All’imbocco del vallone della Boaria c’è una grossa valanga facilmente superabile togliendo gli sci per una cinquantina di metri, per il resto tutto ottimamente innevato dall’auto alla vetta.
Mi son fermato sulla Ciaudon per pigrizia e perché non l’avevo mai salita prima… così poi mi son trovato a dover aspettare per più di un’ora che la neve mollasse al punto giusto!
La discesa è appagante, su pendenze sempre sostenute e con una certa esposizione su due grosse barre rocciose.
Oggi da solo.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nulla di rilevante
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Intenzionati ad andare alla fascia ci siamo dirottato a Testa Ciaudon per scarsa visibilità. Partiti per la discesa verso le 11,30 tutto sommato abbiamo sciato su neve piacevole, sarebbe stato meglio partire 1 ora prima. Ottimo innevamento dappertutto.Nel circondario paesaggio ancora invernale.
incontrato 1 persona che scendeva alle 9,30(forse troppo presto.In compagnia di Federico e Piero


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1200
Abbiamo salito la via diretta proprio sotto la cima Fascia e non la via descritta nel libro del Campanà che invece percorre parte della salita in comune con la testa Ciaudon.
Nei pressi della Meira Valletta abbiamo attraversato il rio e saliti superando le barre rocciose (vedi foto) immettendoci in un canalino stimato sui 35°-40°(salito con ramponi, neve al limite). Superato questo, con un traverso siamo giunti su pendii ampi e, toccando la Punta S. Salvatore, siamo arrivati in vetta.
In salita la neve non prometteva bene ma prima di scendere abbiamo aspettato molto e siamo scesi tardi quasi direttamente sotto la punta su pendii a pieno sud dove la neve trasformata era più liscia ed aveva già mollato il giusto. Qui neve molto buona ma bisogna cercarla. La prima parte del canale era invece molto dura e disomogenea. Infine neve primaverile più morbida. Ultimo tratto di stradina molto ravanato. Ancora tratti di farina nel boschetto prima di arrivare alla macchina.
Bellissimo itinerario, particolare ed interessante. Meglio però con un po' più neve e completamente trasformata.
Ringraziamo il gruppo incontrato in vetta che ci ha deliziato con liquori vari e marmellata.
Con Dani e Livio


[visualizza gita completa con 11 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Alternativa appagante e poco frequentata rispetto agli itinerari classici per questa cima. Occorre ci sia neve sicura da quando si lascia il Vallone San Giovanni perchè le pendenze sul percorso e sui versanti adiacenti sono sostenute. Oggi indispensabili rampant o ramponi.
Discesa iniziata alle 11,00 e trovato neve dura ma godibilissima fino al Colletto Ciaudon, poi appena cotta dal sole fino a Vallone S. Giovanni e presa al pelo oltre: ma solo per la consistenza.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 1000
Sommet della fascia depuis limone.
15 cm en bas et un bon enneigement apartir de 1800.
Bonne Descente malgrès quelques toucettes sur des blocs .
LB

[visualizza gita completa]
Gita perfetta, neve tutta trasformata

[visualizza gita completa]
Saliti nel vallone del Cros con la variante finale del canalino; discesa su neve non bellissima ed impegnativa, ma un'ottima gita per concludere il 2005. un saluto agli altri amici a cui ci siamo uniti nella discesa.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
saliti dal vallone di san giovanni da quella parte la neve è primaverile. la salita da qui è lunghissima ma molto bella dalla cima il paesaggio e da paura.
discesi nel vallone del cross la neve è ottima un po ravanata ma si trovano ancora dei tratti vergini con farina da urlo. scusate si trovavano perchè dopo il nostro passagio di tratti vergini ne saranno rimasti pochi. buone feste a tutti.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Salita a Testa Ciaudon dal Vallone omonimo. Ottimo innevamento. Possibilità di interpretare liberamente le linee di salita e di discesa che si ritengono più opportune.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: buone
neve (parte superiore gita) :: trasformata
bella gita su neve trasformata, la discesa è molto divertente e varia su belle pendenze.
E'necessario partire presto con queste temperature. Noi siamo scesi alle 10, ma nella parte bassa era già marcissima.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 2
neve (parte superiore gita) :: trasformata
Rispetto a ieri la temperatura, complice una densa foschia di primo mattino, è notevolmente inferiore.
Saliti e scesi su ottima neve trasformata, il percorso, pur essendo molto più lungo rispetto al classico Cros è sicuramente migliore per quanto riguarda l'esposizione e le pendenze dei pendii.

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: OS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1246
quota vetta/quota massima (m): 2495
dislivello totale (m): 1249

Ultime gite di sci alpinismo

10/12/18 - Garbella (Costa della) quota 2253 m da Palanfrè - everest
Siamo stati graziati dal vento,temperatura fresca ma non fredda,sole a palla...davvero un bell'ambiente.La neve in alto non male,parte mediana da prendere un po' con le pinze e veloce stradina fin g [...]
10/12/18 - Garbella (Costa della) quota 2253 m da Palanfrè - Teddy
Confermo le condizioni di ieri relazionate da Lucianeve, sci dall'auto su traccia visibile e neve tra farinella vecchia e primaverile sotto la dorsale finale. Niente crosta specie nelle zone in ombra [...]
09/12/18 - Ciotto Mieu o Mien (Monte) da Limonetto - lucabelloni
Per me prima gita della stagione, visto il forte vento previsto abbiamo scelto Limonetto che, offrendo parecchie gite con partenza in comune, ci dava la possibilità di scegliere al momento la meta o [...]
09/12/18 - Durand (Cima) da Artesina - f.gulliver
Il vento ha fatto il suo giro, salito prima verso il Mondolè ma un'estesa zona di accumulo con placche a vento prima di raggiungere la dorsale di salita mi ha fatto tornare indietro, salito allora al [...]
09/12/18 - Ciotto Mieu o Mien (Monte) da Limonetto - Puzzole
Nonostante la poca neve ovunque, su questa vetta si possono calzare gli sci fin dalla macchina senza mai toglierli, neppure in discesa. Nella parte alta moltissimo vento, che comunque ha lavorato la n [...]
09/12/18 - Baral (Bec) da Limonetto - luca76
Saliti su neve primaverile con buon grip già dal mattino visto il caldo. Ultimi metri a piedi sulla cresta per raggiungere la vetta. Scesi 400m circa per risalire al colletto delle Giosolette. Qui il [...]
09/12/18 - Nebin (Monte) dal Colle della Cavallina, anello per Monte Cugulet e Cugn di Goria - gazzano
Alta Val Maira già interessata dalla perturbazione da Nord, abbiamo deciso di "ripiegare " verso il colle di Sampeyre, più libero dalle nuvole.Ne è uscita una " cavalcata" molto divertente sulla [...]