Lac Blanc (Pic du) Anello da Nevache per il Refuge du Ricou

osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: OK
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Fatto l'anello in senso antiorario. Confermo quanto indicato nelle precedenti relazioni. Sci a spalla per 15/20 minuti sul sentiero per il Gran Vallon poi ok fino in vetta. Nelle condizioni di oggi la cresta dall'anticima alla vetta è percorribile sci ai piedi.
Discesa direttamente dalla punta su pendio in neve ben assestata, quasi primaverile, poi un po' di crosta qua e la ed infine primaverile fino al Rf. Ricou.
La stradina di rientro a Nevache è scorrevole e non ghiacciata.
Un ringraziamento particolare a smarchio, rock1976 e Ilcassardo per le recensioni. Un itinerario molto bello, a torto poco frequentato.
Beata solitudine fino in vetta e per la prima parte della discesa.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: senza problemi a Nevache
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Abbiamo seguito l'idea di Rok1976, anche in senso antiorario è comunque un gran giro. Oggi cielo con copertura che non ostacolava la visibilità ma non ha gelato nè poi scaldato la neve. In discesa parte alta di crosta portante divertente, poi qualche tratto di crosta non portante, in basso neve umida scarsamente rigelata. Stradina scorrevole. Con Francesco, Daniele e Marco.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Confortato dalla relazione precedente (grazie ! ) sulla presenza di neve veloce sulla lunga stradina, ho fatto il giro ad anello, qui descritto, in senso antiorario che accorcia di molto la salita, obbligando però ad un 20 minuti di portage sul sentiero estivo e all' uso di rampant sulla cresta finale e un pezzo a piedi - facile, senza ramponi. Comunque, opzione molto valida, che dà anche più varietà alla gita. La discesa è stata molto bella oggi, sopra le aspettative : polvere pressata in alto, divertente, e moquette in basso, niente più ghiaccio. Solitudine e quiete assicurata, tranne sulla stradina del rientro, dove si fa un divertente slalom tra i molti cugini d' oltralpe a piedi ; )

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: in auto a Nevache
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Faccio la gita in solitaria partendo alle 09:45 da Nevache. -7°C alla partenza e -2°C all'arrivo a Nevache. La salita su stradina ghiacciata (5,7 km); neve primaverile dura sia in salita sia in discesa; in alcuni tratti sono passato sopra a placche di piccoli grumi di ghiaccio che occorreva superare in velocità. Complessivamente molto bella la sciata, ma da fare con lamine a posto. Gita da coltelli e casco.... La bella giornata (sole e pochissima aria) ha contribuito positivamente: bella gita. Il rientro lungo la stradina è stato velocissimo causa neve dura(ghiacciata).
Il giro scendendo per il vallone del LAC BLANC non permette sicuramente di arrivare a Nevache sci ai piedi; è tutto pelato in basso. Optato per la discesa lungo la via di salita.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada aperta fino all'altezza degli chalets de Lacou q.1770
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Alla partenza (ore 7), 0 gradi, ottimo rigelo e un pò di vento (forte in cima). Non fatto l'anello di questa relazione ma la salita classica da Fontcouverte (strada di accesso innevata con 4 o 5 tratti scoperti). Discesa dallo stesso itinerario iniziata verso le 10,30 su neve marmorea che non ha mollato se non 200 mt sopra il rif. Ricou. Da qui stradina fino a Fontcouverte. Oggi le condizioni erano molto sicure, anche perchè qui l'ultima nevicata ha messo 4 dita. Qualche giorno di bel tempo (e senza vento!) la renderà perfetta, anche se bisognerà portarsi un pò gli sci a spalle.
Con Paolo, soli su tutto il percorso


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: si lasica l'auto a Nevache
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Anello percorso in senso orario, ovvero al contrario di come recensito qui; questa scelta va per la maggiore a quanto ho visto, ma in verità non sono convinto che sia la soluzione migliore, in quanto il Vallon du Vallon non è più sciabile di quanto lo sia la strada ed inoltre così facendo lo si attraversa nel pomeriggio, momento in cui è soggetto a colate di neve marcia dai pendii superiori; per non parlare del fatto che da quota 1800m circa non vi è più neve e tocca togliere gli sci per raggiungere comunque la strada (anche vi fosse più neve, non è comunque agevole il transito..).
A parte queste considerazioni, giornata stupenda; fatica (il gps ha segnato quasi 20km di spostamento!) ripagata dall'ambiente mozzafiato e dai 200m di sciata dalla vetta al lago: pendio vergine di neve fresca appena umida, da 5 stelle, le mie tre sono frutto della media con il resto del vallone.
Con Miro e i circa 50 membri del SUCAI (non è il titolo di un film porno..), mai vista una cima scialpinistica così affollata!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: jusqu'à nevace pas de problem
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
giro,vabbè, lo ammetto, lunghetto! per amatori. più di sei km di strada (ottimamente battuta dai tanti mezzi a motori cingolati) fino a la FRUITIERE e poi (da qui comincia la gita) si sale verso RICOU. Si possono costeggiare i due laghi o tenersi più a sn (più facile) fino alla facile anticima sciistica. Scesi dal pendio nord-ovest e costeggiato il Lac Blanc (fortemente sconsigliato: meglio ritornare al colletto e scendere da lì se si vuole tornare by Vallon du Vallon per compiere
il divertente periplo). Neve che speravo più asciutta verso nord, non tanta, e qualche pietra bastarda invisibile a causa dei 10-20 cm di polvere scesa nei giorni scorsi. Foto su che testimoniamo una temp alla part di 21,5 ovviamente below zero, mais sans vent. il giro tot ha dato 21,7 km da GPS , forse un po' lungo effettivamente, ma domani ci si riposa al CAI-UGET GSA in val d'aosta al Colle di Champillon!!!!


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
attrezzatura :: scialpinistica
Anello percorso in senso inverso. Gita per amatori! Amatori molto innamorati... Lo sviluppo è notevole. Partiti da Nevache con -17,5°C, seguito la strada ottimamente battuta e una volta raggiunto il sole temperatura decisamente più favorevole. Seguita la traccia verso il Ref. Ricou (chiuso) e poi battuto fino a raggiungere il colle e di qui in poco alla vetta scialpinistica. Più neve in basso che in alto e a tratti ventata. Proseguito l'anello scendendo in ombra su ottima neve nel primo tratto che poi via via cambiava lasciando spazio a crosta accettabile e neve ventata. Scesi fino alla Cappella di St. Michel dove abbiamo incontrato tracce di salita che abbiamo seguito fino al ritorno a Nevache. Il sentiero di rientro, da quota 1800m è stretto e con parecchie pietre affioranti, nei prati poca neve e si tocca anche lì parecchio. Vento assente durante tutta la salita e comparso rabbioso lungo tutta la discesa.
Gita fatta (kilometro su kilometro) con Bubbola, Annalisa, Davide Ghiglio, Fulvio Altapressione, Marco Snowlover62 (l'innamorato proponente la gita) e Paolo.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Strada percorribile fino a Nevache
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Abbiamo effettuato il percorso nel verso contrario a quello qui descritto. dopo circa 6 km lungo la pista di fondo siamo saliti lungo il sentiero estivo fino a raggiungere e superare i vari laghetti che caratterizzano la zona. Abbiamo quindi raggiunto senza difficoltà il colle sottostante il Pic du Lac Blanc. La discesa nel vallone sottostante ha ampiamente ripagato la fatica della salita. Infatti abbiamo trovato crosta dura e quasi sempre omogenea e liscia che ha consentito una discesa molto divertente fin sotto la cappeletta, in un paaesaggio molto bello. Difficoltoso soltanto il sentiero finale, molto stretto e impervio. In conclusione bellissima gita, anche in considerazione della situazione degli altri percorsi. Consiglio di effettuarla in senso orario come fatto da noi. Foto e tracciatoo GPS disponibili su nelle mie gite (fabiosiess).
Un saluto a Bruno che si é aggregato a noi .


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Replica di questa gita al Pic du Lac Blanc, salito gia' una volta dalla valle Stretta nel 2001 solo. Ora invece a distanza di 10 anni eccomi di nuovo qui. Questa volta pero' da Nevache, con Franco. Spettacolare il vallone di salita, con la rocca di Thures a meta' che sembra messa li' a interromperne la continuita'. Aerea e sublime la cresta finale alla vetta, posta a semicerchio sopra il bel Lac Blanc. Di soddisfazione anche la discesa giu' fino ai chalet du Laval. E per strada di nuovo a Nevache interminabile.....

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Fino dopo i tornanti della strada da Nevache (1800 m)
quota neve m :: 1800
Fatta salita e discesa dal percorso indicato come discesa, passando dal rifugio di Ricou.
La strada a stata pulita fino dopo i tornanti, ma il tratto successivo fino a Fontcouverte ha parecchi tratti senza neve ed è ancora abbastanza lungo. La neve in basso ha ben gelato e ha tenuto bene più in alto e nel canale sud diretto dalla punta ha riporti sottili di neve fresca non ancora trasformata, ma un po' cotta dal sole.
Saliti percorrendo parte della cresta sud-Est, ma mi sembra che la risalita diretta del canale sia più rapida.
Gita lunga con grande spostamento, ma il canale Sud da soddisfazione.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
quota neve m :: 1600
Ultima uscita del Corso di Scialpinismo SA1 del CAI di Pinerolo.
Un gran corso quest'anno, da ricordare per la simpatia e il livello tecnico medio raggiunto dagli allievi:15 su 20 iscritti hanno conlcuso con questa bella e impegnativa traversata la prima parte del corso.
Complimenti e BRAVI ancora da tutto l'organico istruttori a:
Patrizia, Sara, Eloisa, Ernestina, Sabrina, Daniele, Luciano, Roberto, Omar, Davide, Osvaldo, Ilario, Alfredo, Simone e David.
Prossimo appuntamento per gli arrrivederci finali alla cena del 4 di Aprile.
Saliti dal lago alla Pta sulla Sx del Pic du Lac Blanc, sfruttando la dorsale meno carica e più sicura che il pendio sotto la Pta. Condizioni di buon innevamento su tutto il percorso, la strada di rientro dal fondovalle non era delle più scorrevoli vista l'ora e le temperature di Domenica.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: Sicura
neve (parte superiore gita) :: Trasformata, leggera crostna in alto
Effettuato il percorso classico indicato in discesa.
La strada e' libera fino alle cappelle (1730) dopo e' innevata a tratti.
Discesa da Ricou al ponte con neve quasi continua.
Magnifico panorama e ambiente, neve in complesso buona, pendio finale molto segnato.
In cima si stava bene, ma il vento freddo e' ripreso al pomeriggio.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: buone
neve (parte superiore gita) :: farina e trasformata
Lungo e grandioso il vallone di salita, ampio e spettacolare il panorama, varia e rilassante la discesa (salvo qualche centinaio di metri da fondista sulla stradina). Condizioni ideali grazie alla temperatura ancora fresca in Francia.

[visualizza gita completa]