Arpelin (Cime de l') da le Laus per il Col Perdù

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti su questa bella cima passando per il colle omonimo e poi proseguendo a destra sulla bella cresta. Sci a piedi direttamente dal parcheggio e neve continua su tutto l'itinerario, tranne sulla cresta che il vento ed il sole hanno lavorato parecchio e quindi occorre togliersi gli scietti per una cinquantina di metri. Discesa sul lato opposto di salita per un bellissimo canalone ripido che ci ha permesso di tracciare belle curve su neve umida caduta nelle 48h prima.
Gran bella gita e grande intuizione di Giorgio che ci ha portato in questo magnifico vallone. Merita veramente salire questa cima, per il paesaggio e per la sciata. Oggi in compagnia di Enrico, Anna, Silvia, Giorgio, Marino e Davide.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
attrezzatura :: scialpinistica
oggi gita skialp di 17 "evergreen". Tredici "evergreen" sono saliti al Pic de Belle Cote, il sottoscritto con altri tre sono andati all'Arpelin.
Giornata con folate di vento forte che hanno reso in punta la neve crostosa spazzando via la farina che si riusciva a trovare solo in alcuni punti durante la discesa

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
attrezzatura :: scialpinistica
Il percorso, nella parte alta, si sviluppa in un anfiteatro molto bello dominato dal Pic de Rochebrune.
Superato il Col Perdu gli ultimi metri della panoramica dorsale di salita hanno poca neve e si procede con gli sci sulle spalle.
Dalla cima siamo scesi per il ripido vallone esposto a nord fino al ripiano; da qui con una breve risalita verso est si accede ad un secondo sostenuto vallone di discesa che si ricollega con la traccia di salita.
Entrambi i valloni, per i molti passaggi, presentano un alternanza di tratti di neve impegnativa e di tratti più sciabili.


[visualizza gita completa con 8 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
1a Uscita Scuola Ribaldone, corso SA1 2019, 21 allievi e una parte fino in vetta.
Accesso alla cima indispensabili rampant causa neve ventata durissima, per il resto neve con crosta portante e parte bassa pista battuta. Meteo alla fine discreto, Un bravo a tutti gli allievi, ritorno piacevolissimo in autobus.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata senza vento. Ottima temperatura.
Primo tratto sulla pista da fondo e poi su tracce fino in cima.
20cm di neve fresca su fondo duro.
Ottima sciabilita su tutto il percorso.
Pendii molto ravanati ma si trovano ancore zone intonse.
Veloce rientro finale su pista da fondo.
Con il compagno di tante gite Marcello

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: ok
attrezzatura :: snowboard
Condizioni che restano molto buone visti gli ulteriori piccoli apporti nevosi della settimana, valle molto gradevole e riparata dal vento. In media una ventina di centimetri abbondanti di polverosa su fondo duro con brevi tratti sconnessi. Il pendio diretto dalla punta è molto segnato, dal colle in poi ancora ampi spazi da tracciare. Nel bosco neve ancora farinosa e veloce, seguita a lungo la sinistra idrografica del torrente con poche tracce fino a rintracciare la pista da fondo nei tratti ormai più dolci. Rimane comunque una pendenza minima che consente anche in tavola di arrivare al park solo con qualche spinta. Con Puffetta e il bordercollie al suo primo assaggio di bianco, grazie alla banda per dritta e compagnia super! salut

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Al mattino utili pneu neve.
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Ecco il vero inverno ! Neve sulle piante, neve fresca a perdita d'occhio e soprattutto FARINOSA !
Partenza alle 11,00 con - 14°C. La pista di fondo battuta da skialper, ciaspolari e neanche un fondista ?!
Salita su traccie appena battute in 15 - 20 cm di farina. Dal col Perdù qualche breve tratto in cresta dove già esce il fondo.
Discesa diretta dalla cima portandosi progressivamente verso sinistra.
Non tutto l'ampio pendio è buono, il fondo è costituito da neve gelata ed alcuni tratti (lo si vede dalla superficie) sono irregolari per un distacco precedente (prima della nevicata). Se li vedi li eviti.
Poi ultime curve nel bosco per ricollegarsi alla pista di fondo.

Vive la France !!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
neve polverosa, con un po di crosta da vento in alto! ma bosco ormai troppo arato e crostoso. salito con anello largo vs sud lontano da pendii arpelin perdendo un pochino di quota. ridisceso dal colle versante di salita (non allenato e diffidente per le condizioni: ieri valanga al col des Portes).
Carla con Zar-bau girava in ciaspole/chiodini fra Le Laus e Le Bletonnet.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Pulita
attrezzatura :: scialpinistica
Seguito la pista di fondo come da descrizione. Con meteo buono e sole velato fino al pianoro sotto la Cote Belle, poi il cielo è diventato grigio e con i rampant dopo il Col Perdu siamo giunti in vetta. Aspettato l'attimo propizio di buona visibilità siamo scesi dal canale N su bella neve, fresca, morbida, veloce e per buona parte intonsa. Alla base abbiamo proseguito sulla dorsale nel bosco su bella portante con un dito di fresca fino ad intercettare la pista di fondo che andando sul versante di sx ci ha condotto sino sulla strada dell'izoard e quindi all' auto. Le aspettative erano zero, alla fine invece gita ad anello ben riuscita! Oggi e' mancato proprio solo il panorama.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: ok
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti passando dal versante del col d'isuard e scesi nel vallone des oules. Causa visibilita scarsa ci siamo fermati al col Perdu.
Oggi in compagnia di Claudio.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: fino ai bar sopra Laus
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima giornata, cielo terso e niente vento. -6 alla partenza, temperatura gradevole al sole. Panorama fantastico dalla vetta.
Saliti fino in cima senza coltelli e senza problemi. Discesa su pendio intonso e polvere da 2.600 fino circa 2.100. Poi neve macinata nel bosco e infine stradina velocissima fino alle macchine.
Oggi abbiamo pescato un jolly, bellissima gita.

Con Bruno, Massimo, Piero, Paolo e Gianluca. Incrociati altri skialper.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti sci ai piedi da Le Laus con quattro dita di neve fresca (al ritorno non ce n'era più e quindi 300 mt lineari con gli sci a spalle prima di arrivare alla macchina). Scesi dal canalone esposto a est su primaverile con sopra 5 cm di fresca...bellissima. Poi stradina scorrevole. Bella gita "rubata" a un meteo rompixxxxxxxx.
Visto nessuno sul nostro itinerario. Con Paolo


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Strada pulita fino a Le Laus
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti con molta calma verso le 10, poca neve sulla prima parte di pista da fondo non ancora aperta proprio a causa della poca neve, dal bivio per la Souffie neve abbondante e sfruttando la bella traccia siamo in vetta, decidiamo di scendere il versante sud-est dove ci sono stati solo 2 passaggi, 10-15 cm di farina su fondo quasi perfetto, quasi perchè da sempre l'impressione di cedere, in breve siamo al pianetto, ripellato e risaliti in vetta per scendere dal versante nord, anche qui stesse condizioni solo molti più passaggi, poi invece di traversare a dx grazie alle dritte di due skialp francesi saliti dal vallone dell'Izoard scendiamo verso lo stardone trovando ottime condizioni nel bosco fin quasi allo stradone che riporta velocemente sci ai piedi a Le Laus.
In compagnia di Marco e Guido P. grande inizio di 2015.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
montagna esteticamente molto bella, nell'anfiteatro del vallone des Olules dominato dal Pic de Rochebrune, che presenta diverse possibilità di discesa.
Siamo saliti per il versante esposto a sud, passando per il Col Perdu 2480 m.
Dalla cima siamo scesi per il sostenuto versante nord, per 250 m. circa fino al ripiano; da qui, con breve risalita sulla destra, abbiamo raggiunto la dorsale da cui si accede al pendio di discesa esposto ad est.
Bella neve su tutto il percorso.

[visualizza gita completa con 12 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Gita di defaticamento .. neve ottima . Discesa sul lato nord poi lungo la traccia di salita . Polvere un po' tracciata dai numerosi passaggi ma che permetteva di scendere molto velocemente ... !!Bello anche il bosco . con superuffinatti .

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
attrezzatura :: scialpinistica
Sottoscrivo quanto detto da gibet che saluto ed aggiungo qualche foto

[visualizza gita completa con 4 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata splendida ma rigida (-9 alle 9 alla partenza). Crosta portante sopra il colle, farina pressata nei pendii in ombra raggiunti dal colle attraversando a sudest, farina un pò umida ma scorrevolissima nel bosco e pista di fondo velocissima per finire. Grazie ai compagni e alle compagne di gita ciriacesi che hanno offerto torta, panettone e vin brulè per chiudere in bellezza.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti ore 9 con temperatura sopra zero. Saliti con 2 francesi che si sono fermati al Col Perdu. Inizio discesa alle 11.30. incontrati molti scitatori che salivano un pendio a dx della Cote Belle. Neve farinosa ma un po' pesante a causa dell'alta temperatura.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Problemi di parcheggio visto l'elevato numero di scialpinisti
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Nessun problema tecnico fino al colle, dopo occorreva fare un po' di attenzione: neve ventata. Purtroppo la prima parte fino all'ingresso del bosco c'era crosta non portante. Nel bosco, invece, un'ottima farina peccato la poca pendenza e la brevità del tratto.
Prima gita con gli attacchini mia e di Ale!! Grazie a Giro, Dani, Silvia e Pino.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: ottima percorribilità fino a LeLaux
Salita su ottima traccia, con percorso sicuro salvo il traverso sotto il colle e l'ultimo pendio, che richiedono attenzione.Bello l'ambiente e stupenda la vista del Rochebrune in versione patagonica.Condizioni meteo buone con sole, qualche nuvola innocua e vento freddo in vetta.Discesa abbastanza problematica, discreta nella parte alta con crosta talvolta portante e neve umida, ma solo nei tratti al sole. La parte all'ombra ci ha creato non pochi problemi, causa crosta non portante assai brutta. Bello il tratto finale della stradina(pista da fondo) che ci ha riportati a Le Laux.
Saluti a Omar,Carlo e al resto della simpatica combriccola-


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1000
La bellezza dell'ambiente e la qualità della neve ne fanno una classica sopratutto per chi ha casa in Val di Susa. Saliti senza problemi, giornata fredda ma limpidissima e solare. Farina cristallina nel bosco. Dal col Perdu sino in cima tracce ghiacciate, qualche problema di tenuta. Discesa eccezionalmente bella: la migliore delle nevi.
Carlo e Veronica con Emanuela, Franco, Ela e il cane Tofi (alla fine stremato dalle corse)


[visualizza gita completa con 5 foto]
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
attrezzatura :: scialpinistica
Itinerario classico, e tra i più belli, della Valle di Cervières, percorso con bella neve polverosa.
La salita al Col Perdu richiede neve sicura.

[visualizza gita completa con 11 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 1400
Visto il vento soffiato in questi giorni sulla neve "nostrana", si è deciso di fare dare un'occhiata dai nostri "cugini".
La scelta si è rivelata azzeccata. Con una temperatura di -9°C alle ore 10,00 alla partenza da Le Laus, siamo saliti su neve farinosa (dai 5 ai 20 cm) su fondo portante a tratti.
Giunti in vetta siamo stati accolti da nevischio, con nuvole scure in avvicinamento, ma la discesa ce la siamo goduta lo stesso.Solo nel tratto nel bosco, le tracce di discesa dei giorni precedenti (ricoperte da neve fresca), ci hanno un pò disturbato, ma non ha influito sul giudizio della gita. Non male come prima uscita del 2010.
Consigliata.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Gita interlocutoria per saggiare le condizioni oltre confine.
In sostanza c'e' meno neve di quanto sembri, e sicuramente meno che nelle zone italiane speculari al confine (val di Susa e Chisone).
Tutta la zona risente di mancanza di fondo, in basso ci sono 20 cm. di farina leggera e, soprattutto nelle stradine di fondovalle, le pietre dello sterrato sono inevitabili anche in salita.
Scesi dal ripido pendio nord dalla vetta e poi, per evitare appunto il rientro nel fondovalle, ci siamo tenuti nel bosco al centro del vallone. Qui abbiamo trovato bella neve nel bosco rado e fiabesco. Qualche difficoltà nelle stradine basse sino a raggiungere la strada dell'Izoard. Su questa nessun problema e rientro all'auto sci ai piedi.
La nevicata in corso (28/11) dovrebbe aggiustare il tutto, ma il fondo era veramente carente e, soprattutto, leggero. Nel ripido pendio dalla vetta, poca farina appoggiata su crosta. Fuori dalle tracce visto lastroncini, poco spessi ma sintomatici.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento morbida
quota neve m :: 1800
Giornata splendida, fredda (- 6 alle 9 a Le Laus), pochissmo vento. Neve scarsa in basso, sufficiente in alto, molto lavorata dal vento. Primi 200 m sotto la vetta su lneve placcata da vento e trasformata (appena decente), poi crosta.
Parte finale su strada con neve sufficiente a riporttaci senza problemi fino alla macchina (parcheggiata 500 m dopo Le laus dove cominciava la neve). certo che la farina delle settimane passate e veramente solo un ricordo.

Con lo Zingaro, BigBig e l'Immarcescibile. Il pernacchiometro a 12 canne risuonò a lungo dalla vetta in direzione di Asti. Gita stranamente in solitudine a parte 8 francesi cocainomani che sono apparsi in lontananza a velocità supersonica provenienti dal Queiras e altrettanto velocemente sono scomparsi.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
abbiamo seguito in salita l'itinerario del versante ovest, trovando un po' di neve ventata. Molto suggestivo l'ambiente in salita. Impegnativa la discesa per le condizioni della neve. Decisiva in questi giorni l'esposizione del versante di discesa

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
quota neve m :: 1700
Saliti dal Refuge Napoleon e scesi sul versante opposto, direttamente dal Col Perdu. L'Arpelin dal col perdu si fa stando attenti alle pietre. In alto neve trasformata, leggermente pesante ma sciabile. Nel bosco la farina è sparita, c'è una sottile crosta da rigelo non portante, che non impedisce comunque di sciare decentemente.
Auguri a dulcinea (che compie gli anni...) e saluti all'altro socio damnenapinta.
A Lae Laus sci-alpinisti francesi di ritorno dalla Turge de la Suffie ci hanno detto che era ancora in ottime condizioni...


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 1500
Sceso versante nord, neve farinosa e profonda. Le traccie cominciano ad essere numerose, meglio andare altrove prossimamente.In questo versante la neve e farinosa anche nel bosco molto in basso.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: no problem
quota neve m :: 1500
in alto farina ancora sciabile benchè arata; pista stretta nel bosco, pista di fondo fino a le laus. in buone condizioni anche l'arete de cote belle.
Il ritorno del cubano. ottima compagnia e finale piolistico a "l'arpelin", difficile immaginare di megli per festeggiare i 51!


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: accumuli o lastroni
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 1900
Finalmente un paesaggio invernale! Salita sotto una fitta nevicata, che ha aggiunto pochi cm ad uno strato recente di circa 30cm un po' lavorato dal vento e poco assestato nella parta alta prima del colle. L'ultimo tratto e' pelato come sempre.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento morbida
note su accesso stradale :: fino a la laus
quota neve m :: 1700
Siamo stati al Col Perdu, salendo dal Refuge Napoleon e scendendo nel vallone opposto. Abbiamo battuto la traccia in salita oltre il rifugio su neve crostosa, con un minimo di apprensione nell'ultimo traverso, per accumuli da vento.
L'Arpelin nella parte alta (a monte del colle) è completamente pelato. Discesa su neve sciabilissima, ma un po pesante, con crosta non portante. Non si toccano le pietre.
Saluti ad Agnes, ottima compagna


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
Anche noi siamo saliti sul colletto a sx del col perdu dove, a parte il primo tratto abbastanza ripido, c'era un'ottima neve. Buon innevamento lungo tutto l'itinerario fino ad arrivare sulla pista di fondo che porta al parcheggio. Gita con la scuola di Val della Torre: grazie a fantastici istruttori Massimo, mario, spino, fulvio, pinuccio e alla stupenda monica per la carbonara.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
In verita siamo andati a sinistra del col Perdu cha si trova vicino all'Arpelin a quota 2635. L'arpelin era tutto pelato e ci siamo fatti tirare dal pendio a sinistra dove si vedevano delle belle serpentine che lasciavano presagire delle belle curve. Così è stato, neve farinosa su crosta portante. Il pendio ripido faceva un po paura per le valanghe, ma non si è mosso niente.
Compagnia sempre piacevole e oggi oltre alla mitica Sara e Egidio, c'erano Duracel, Ben e Franco che da tanto non vedevo. La cosa mi ha fatto molto piacere, Grazie a tutti.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Siamo saliti a ovest passando vicino al refuge de napoleon, è solo un pò noioso (per non dire altro) fare la strada dell'izoard... Siamo poi scesi a nord dove bisogna solo fare un pò attenzione al primo tratto che è un pò ripido e con neve abbastanza dura, poi il pendio si allarga e si trova della bellissima farina.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
Giornata bellissima e neve, sorprendemente, presente e abbondante fino a trenta metri dalla cima (siamo arriviati con gli sci fino in cima anche se due o tre passi li abbiamo fatti su terra).
In discesa, dal colletto in giu, passando al centro della valletta la neve è pesante ma se ci si tiene piu' in alto sulla spalla sinistra (orografica) la neve è ben trasformata e tiene. Dal pianoro in giu, se si resta nella ampia traccia, è come sciare in pista. La strada finale, nella quale corre la pista di fondo, è perfetta.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: strada pulita fino a Laus
quota neve m :: 1700
confermo la valutazione di trekkingsport sulle condizioni di neve molto variabili fino al bosco; la traccia semiobbligata molto larga e battuta che conduce alla pista di fondo è godibilissima in questi tempi di magra. Anche noi non abbiamo preso nessuna pietra.
La parte alta del pendio è però al limite.
La giornata stupenda ha portato gente su tutti gli itinerari della zona (Turge della Suffie e Cote belle).
Alcuni sciatori sono scesi dal pendio Nord, oramai abbastanza tracciato.
un complimento ed un'augurio ai 2 simpatici giovani di lunga speranza che hanno iniziato a sciare negli anni 50.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: strada pulita sino a Le Laus
quota neve m :: 1700
Non ho messo volutamente le condizioni della neve poichè molto variabile. Dalla cima (in discesa), dopo 50/80 mt. di dislivello ci si sposta sulla sx per trovare (al momento) 10 cm di neve pesante con fondo duro. Il pendio finisce in una valletta dove si volge a sx in farina, a tratti pesante, fino al bosco. Di li comincia la traccia semiobbligata molto larga e battuta che conduce alla pista di fondo. Tutto innevato. sci ai piedi sino in vetta, non preso nessuna pietra (che in questa penuria di neve non è poco!)

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: nessun problema fino a la laus
quota neve m :: 1700
Ottima gita, abbondantemente al di sopra delle aspettative, con neve invernale relativamente leggera dal Col Perdu in giù. Neve un po' pesante al di sopra. raschiata in discesa qualche pietra subito sotto la punta (anche per scelta errata della traccia). Da consigliare gli itinerari nella zona, ma attenti alle "plaques à vent", sopratutto nelle esposizioni W e NW.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Salita per l'itinerario classico, con neve farinosa fino al Col Perdu, in ambiente finalmente invernale (alberi carichi ecc.), poi sulla cresta S neve più pesante ma ancora manovrabile. La discesa dal Col Perduè ottima, anche se già con molte tracce. Buona anche la Cote Belle.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 1500
Saliti lungo "l'autostrada " dalla valletta des Oules. Il tratto in ombra sotto il colle stile "freezer" presenta placche di neve soffiata dal vento alternate ad alcuni pezzi di farina. L'ultimo pezzo dal colle alla cima siamo saliti con gli sci ma poi scesi a piedi date le condizioni disastrate della neve. dal colle abbiamo optato per la discesa ad ovest fino al Refuge Napoleon e di li' tutto ad uovo lungo la strada dell'izoard.
moltissima gente lungo il percorso: la neve anche in francia non e' che abbondi proprio tanto, ahime', e le mete discretamente innevate al momento scarseggiano

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: Fino a Laus
quota neve m :: 1600
Salito lungo l'autostrada tracciata i giorni precedenti. Vento fortissimo sulla cresta finale e pendio sud. La neve qui è crostosa e molto lavorata. La discesa dal canale nord e poi per pendii si rivela vincente: neve farinosa con una crosticina appena accennata sui primi 100 mt. Il freddo e la bassa umidità di questi giorni ha mantenuto la neve leggera per tutto l'itinerario, anche se da polvere è diventata "zucchero"!! Pochissime tracce pochissime sulla nord, moltissime ovunque, soprattutto nel bosco. Consiglio i prossimi giorni di cambiare meta per trovare un metro quadrato di neve ancora intatta..

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento morbida
Telemark.
Saliti e scesi dal colle perdu. sopra il colle neve ventata e con leggera crosta, dal colle in giù bella neve farinosa fino al bosco, poi compatta su traccie di discesa ed infine la lunga pista di fondo fino alla macchina. Meritava più * se la parte superiore fosse stata più lunga e nel bosco ce ne fosse stata di più. Un saluto ai compagni di Gita Marco, Rodolfo e Ulrico.


[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
I primi cento metri in discesa sono già ben "lavorati" e non sono bellissimi però dopo la neve è FANTASTICA e vale in quel tratto almeno 4 stelle, sciamo scesi sul versante est...

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: Strade pulitissime
quota neve m :: 1700
Saliti dalla normale del col Perdu, scesi dal canale nord molto lavorato mentre il pendio est è in ottime condizioni con bella neve farinosa e relativamente poche tracce. Carpe diem!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
E' stata la prima gita della stagione, non pensavo di trovare una neve così bella e abbondante in un posto bellissimo.
Discesa fantastica con pendenze notevoli, le condizioni della neve sembravano comunque sicure.


[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 1500
Con Jolie ho salito questa fantastica montagna in un mare di farina. poi non c'è stato di meglio che scendere per il versante nord visto che c'era già qualche traccia,sono stato un pò impacciato all'inizio perche non sono uso a quelle pendenze e non ho più l'antica agilità ma la neve era ottima e abbondante ma sopratutto sicurissima.Chi non si posta problemi è stata Jolie ,lei ha 4 zampe motrici!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Face Nord en boucle.
Ritornato per scendere la Nord. Ho avuto l'onore e l'onere(rischio) di fare la prima traccia, 200mt. 40°, neve farinosa e profonda, 50cm.,assenza di plaque a vent.
Vedi foto

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Oggi le condizioni della neve erano eccellenti. Discesi per l'itinerario normale, vedi foto. Sono ormai venti anni che faccio questo itinerario, mi auguro di farlo ancora altrettanto.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1800
La neve scarseggia ma ce n'era ancora abbastanza sulla pista di fondo per salire e scendere senza quasi togliere gli sci.
Il colle di Prafauchier è senza neve.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta rigelo portante
gita non pianificata, aiutata dalle correnti da est che hanno abbassato la temperatura nella notte. Copertura del manto nevoso da 1900 m circa. Cima ormai non più raggiungibile con gli sci. Scesi alle 10 dal colle su bella neve in alto, meno bella nel bosco. Luca ed io con gli sci

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente leggera/asciutta
Ultimi cento metri di dislivello sopra il colle perdu un pò ventati.
Neve farinosa 20 cm su fondo duro.
Qualche traccia di troppo nel bosco.
Tre camosci ci osservavano dalla punta!
Nel complesso gita molto godibile!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 2/5
neve (parte superiore gita) :: farinosa
Questa zona oggi è stata risparmiata dal vento. Traccia già fatta dal gruppo del CAI di Alpignano (grazie Germano!); anche in discesa il pendio in alto, l'unico con neve già un pò incrostata, è stato reso perfetto; sotto era tutta una danza nella polvere.
L'innevamento in zona è più che discreto; anche alla Turge de la Suffie hanno goduto (molte tracce e belle.
Info: dal Galibier e verso la Maurienne non manca più la neve!


[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 19/04/92 - nevfres
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Nord
    quota partenza (m): 1745
    quota vetta/quota massima (m): 2604
    dislivello totale (m): 859

    Ultime gite di sci alpinismo

    17/03/19 - Traversata passo Pasche´ - bomber
    Bellissima traversata senza nessuno in giro. Caldo per il periodo pero´ mitigato dal vento mai forte se non a raffiche in forcella. Discesa su polvere leggermente lavorata dal vento e via via piu´ p [...]
    17/03/19 - Malinvern (Monte) da Terme di Valdieri - f.gulliver
    Gita magnifica, che abbiamo pure allungato per errore di itinerario (saliti fino al Questa, poi traverso e discesa fino al lago di Valscura, da qui salita evidente). Utili i ramponi per la cima. In di [...]
    17/03/19 - Corborant (Cima di) da Besmorello - cuccimaira
    Gran gitona e grande ambiente! Come già ben recensito da MAX 64 che saluto aggiungo qualche notizia dal bivio del Laris in poi. La neve su questo itinerario si presenta un pò più lavorata dal vent [...]
    17/03/19 - Content (Bric) da Chialvetta - Castel
    Si parcheggia sulla strada presso Viviere. Neve a meno di cinque minuti dall’auto. Sulla strada tre o quattro brevi togli-metti. Saliti e scesi sull’itinerario per il Passo Scaletta per godere di [...]
    17/03/19 - Pè de Jun (Testa) da Grangie - skeno
    Saliti dalla normale (data la poca neve ultimo pezzetto a piedi) e scesi sul vallone opposto esposto inizlamente a sud est e poi a nord est. Neve primaverile quasi sempre ben sciabile, ultima parte lu [...]
    17/03/19 - Jafferau (Monte) - Monte Vin Vert da Bacini Frejusia, traversata con discesa per la Valfredda - HHEB
    Preso impianti fino in cima alla seggiovia BAN (14 euro per un'ora di biglietto, gli impianti hanno aperto alle 8,50). Arrivati in cima al jafreau alle 9,45 (15-20 min a piedi dall'arrivo dell aseggio [...]
    17/03/19 - Silleskogel dal maso Steckholzer - silverrain
    Gita molto affollata perché con rischio minimo di valanghe (nella parte finale). La neve sopra i 1800m era spettacolare, 50cm di fresca su fondo duro; sotto, ovviamente, polenta considerando il caldo.