Agnel (Piz d') da La Veduta

osservazioni :: nulla di rilevante
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti prima al Piz Campagnung, scesi dal colletto (m 2782) che lo separa dalla quota 3000 sul versante NO fino ai ripiani a quota 2600 m circa per poi risalire il versante SO del Piz d'Agnel (pendii ripidi, 30-35°) fino a raggiungerne la cresta NO poco sotto alla vetta, salita in pochi minuti a piedi. Discesa per il percorso normale, a piedi per la cresta NO fino alla Fuorcla da Flix, traversata del Vedret d'Agnel, breve risalita alla Fuorcla d'Agnel e discesa a La Veduta nella magica luce del tramonto e del crepuscolo.
Bellissimo giro ad anello, panoramico e d'ambiente, che ci ha consentito di conoscere una zona del tutto nuova per buona parte di noi.
I lunghi tratti in traverso, unitamente alle condizioni di neve mediocri (grande varietà di croste, da vento e da rigelo, talvolta portanti e con tratti ghiacciati) hanno reso la discesa non esaltante dal punto di vista sciistico.
Tempo totale impiegato 7,30 h circa.
Prima giornata di un bel fine settimana di assaggio scialpinistico in una zona che offre innumerevoli possibilità, non solo scialpinismo!
Ottima sia la compagnia che l'accoglienza alla casa di Salecina, ove abbiamo trascorso 2 notti, assolutamente consigliabile:




[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: nulla da segnalare
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Gita limitata alla Fourcla da Flix per il vento gelido e il notevole sviluppo (8km solo andata).
Salita su traccia autostradale.
Discesa: brutto il primo tratto dalla Fourcla da Flix per neve variabile difficile da interpretare e poca visibilità; molto bella la val d'Agnel su polvere da cima a fondo (prestare attenzione per sassi affioranti solo per pochi m sotto l'omonimo colle, poi nn si tocca niente).
Itinerario poco frequentato: solo 4 in cima in una giornata in cui il Surgonda e il Campagnun erano letteralmente presi d'assalto.
Gita sciisticamente poco remunerativa ma che si svolge in bell'ambiente (sembrava di stare in Canada)
Giornata molto fredda (-7 alla partenza) ma con meteo molto migliore del previsto perchè la fortuna aiuta gli audaci.


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Sci dall'auto. Buon rigelo. Giornata variabile con prevalenza di nuvole. Buon grip, rampant non necessari. Dal colle a piedi, tratti scoperti e neve molle non richiedono i ramponi. Buon Firn in discesa concatenata con il Pizzo Surgonda risalito da quota 2800. Ultimi 400 metri in discesa di sopravvivenza in neve bagnatissima.

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: pulite
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Un po' i spallaggio all inizio ed in cresta Salti e scesi dalla val Natons
Gran bella valle nessuno in giro per una sciata stupenda


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Primo giorno in Engadina.
Partiamo dal parcheggio sotto lo Julier con comodo (più o meno 10.45 - temperatura -14).
L'innevamento in Val d'Agnel sembra buono, almeno fino al Campagnun; verso la Fuorcla d'Agnel invece la neve è un pò meno e manca anche la traccia. Immaginiamo quindi che nessuno si sia spinto fino in Val Bever e che passeremo tre giorni vedendo ben poche persone (bene..).
La forcella è sgombra da neve a causa del vento e si passa a piedi fino a raggiungere i pendii sull'altro lato. Qui preferisco scendere sciando fino a trovare un punto comodo per ripellare e da qui in poi batto traccia fino alla Fuorcla da Flix.
La cresta che porta alla cima del Piz d'Agnel è innevata e la saliamo ramponi ai piedi (non indispensabili). Arriviamo in cima alle 16 ma evitiamo inutili pause per tornare a prendere gli sci e raggiungere la Chamanna Jenatsch prima che faccia buio. Col calar del sole il freddo è forte e fa un pò paura. La discesa è tutta su neve farinosa ma poco godibile visto il lungo traverso che comunque non basta per raggiungere il rifugio; bisogna ripellare per la terza volta e salire un centinaio di metri fino all'edificio posto sulla sponda opposta della valle. Freddo intenso - le pelli non attaccano più - arrivo quasi al buio con una pelle sola.
L'ingresso nel rifugio è sempre la cosa più piacevole - mi levo gli scarponi - mi massaggio la faccia insensibile e accendo la stufa mentre guardo le fiammelle che pian piano crescono... A cena cotechino con purè.

Il locale invernale è provvisto di luce, stufa, legna e stoviglie varie. L'unica pecca è che i letti sono al piano sopra e la stanza è un freezer. 27 CHF a persona da pagare con bollettino. Temperatura esterna tra i -15 e i -20.
con Elke

[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Siamo partiti dal parcheggio sotto l'Ospizio "La Veduta". Fino al bivio per il Campagnung tante tracce, dopo niente. Dopo essere scesi dalla Fuorcla d'Agnel, sul lato opposto, completa solitudine. Dopo la cima del Piz d'Agnel siamo scesi alla Chamanna Jenatsch, bellissimo locale invernale con stufa e luce. Bella polvere e pendii incontaminati in discesa, però attenzione ai tanti sassi nascosti.

[visualizza gita completa con 6 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: buone
attrezzatura :: scialpinistica
Alla partenza alle ore 9.15 -18°, all'arrivo -8°. Giornata molto bella e senza vento.
SALITA - Si scende dalla macchina e si calzano gli sci. Siamo saliti su bella traccia fino alla deviazione per il Piz Surgonda. Da qui in poi abbiamo dovuto battere fin poco sotto la Fuorcla d'Agnel, dove siamo stati raggiunti e superati da una coppietta. Dal passo siamo scesi in Val Bever, perdendo quasi 100 mt di dislivello, per poi salire alla Fuorcla da Flix seguendo la pista proveniente dalla Capanna Jenatsch. Lasciati gli sci, a piedi (circa 30 min.), abbiamo raggiunto la cima, da dove la vista si squaderna a 360°. A parte la coppietta che si è fermata alla Fuorcla da Flix e un gruppetto che è sceso verso Marmorera, non abbiamo incontrato nessun altro lungo il percorso.
DISCESA - Seguendo l'itinerario di salita su neve prevalentemente crostosa, difficile da sciare, alternata a degli scampoli di polvere.

[visualizza gita completa con 5 foto]
-11 alle 730 (0 gradi alle 13,30), vento freddo da nord, passaggi di nubi alte a metà giornata. Neve recente dai 20/30 cm in salita fino ai 50 nella splendida discesa per la Val da Natons. Sci ai piedi fino a Marmorera a 2700 metri. Qualità della discesa tanto inaspettata quanto entusiasmante, grazie ai tre locals che mi hanno invitato a seguirli nella discesa e riportato poi all'auto.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: strade pulite
quota neve m :: 1500
Bella gita semplice e panoramica.
Si sale per la valle d'agnel con numerosi su e giù fino al colle, poi si scende un pochino per raggiungere in leggera salita il col da Flix.
Qui ci siamo fermati accolti da un vento turbinoso e neve che cadeva abbondante.
Tornati sui nostri passi, siamo scesi per il vallone con tempo soleggiato (mannaggia!)


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2200
bella gita, partiti alle 8 da la veduta ce la siamo presa con calma...una volta in vetta con gli sci nello zaino abbiamo optato per la discesa sul versante SO verso lago marmorera. bellissima neve primaverile fino quasi alla fine, pochissime tracce. arrivati alla strada al bordo lago abbiamo fatto autostop al terzo tentativo abbiamo trovato il nostro passaggio per la veduta, gita ancota molto buona
grazie ai colleghi sci alpinisti di sondrio che ci hanno raccattato con autostop.


[visualizza gita completa con 4 foto]
Partiti verso l'Engadina a caccia di un pò di bel tempo e così sarà. Saliti dall' itinerario classico dalla Veduta troviamo in vetta alcuni italiani che ci consigliano la discesa in Val da Natons fino al lago Marmorera, 1600 m di discesa ben innevata fino alla strada, unico sbattimento il recupero dell'auto distate 10 km c.ca. Decidiamo per questa variante che ci regala una lunga e bella sciata, poi con gli sbattimenti del caso (ma ne valeva veramente la pena) recuperiamo la macchina. Bella bella... grazie della dritta!!

[visualizza gita completa con 4 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Partito alle 7.15. Firn bellissimo che ha tenuto alla grande fino alle 12 quando sono arrivato alla macchina dopo essermi goduto a lungo la cima. Gita bellissima e varia. Superconsigliata.

[visualizza gita completa con 3 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 21/04/18 - olly_