Tos (Becca di) da Chamin

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
La strada fino alla fraz. Chamin e' chiusa, giocoforza bisogna parcheggiare l'auto a Chamencon dove la strada e' chiusa da una sbarra e non percorribile: questo costringe a far molto piu' dislivello del previsto, inizialmente per facile strada abbondantemente innevata che sale fino a Chamin. Risalire ripidi pendii boschivi fino a raggiungere di nuovo una stradina e poi per aperti pendii. Fatto uso dei rampanti per una parte e sci in spalla per breve tratto successivamente dopo un tratto inizialmente in falso piano e poi leggera ascesa fino ad diventare ancora molto ripido, sci ai piedi. Discesa continua fino all'auto su bellissima neve polverosa ( 15cm su fondo duro caduti nella notte ), solo in un paio di brevissimi tratti leggermente ventata/crostosa. In discesa poco sopra il bosco, su consiglio di alcuni "local", ci siamo tenuti a sinistra rispetto alla traccia di salita fino ad intersecare (dopo un breve tratto facilmente sciabile nel bosco) una stradina da percorrere poi tenendo la destra fino ad intravedere sulla sinistra un ripido canale di slavina: conviene sciare questo ( ripido, oggi molto divertente in neve fresca ) sbucando poso sopra l'abitato di Chamin anziché il prevedibile ravano nel fitto bosco; poi per strada iniziale fino all'auto. In totale, tra salita e discesa, 21Km / 2150 mt D+ . Giornata di sole ma abbastanza fredda. Oggi con gli amici Mario Ivana, Cristian e Roberto.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Strada chiusa a Chamenson
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Chamencon. Relazione perfetta di smarchio che ringrazio per aver battuto la salita con Claudio e Giacomo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: posteggiato a Chamencon
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
con gli sci ai piedi dall'auto, seguiamo la strada interrotta in un paio di brevissimi tratti, risaliamo il canale che ci porta alla strada superiore. Seguito il tracciato classico risaliamo il ripido pendio-canale con i ramponi molto agevolmente trovando neve dura per tutto il percorso, ...la temperatura era molto bassa. Troviamo il sole alla sua uscita e le temperature diventano accettabili. In breve in vetta.
La discesa è spettacolare fino al pendio canale; la neve polverosa (10-20 cm su fondo duro) ci permette una sciata come speravamo (5 stelle). L'unico neo sono state le vecchie tracce gelate, facilmente evitabili, che erano marmoree.... Arrivati sul pendio canale, lo abbiamo trovato ancora con neve molto dura; non aveva mollato niente. Scesi comunque fino alla sua base, abbiamo cominciatola ricerca di passaggi più agevoli su neve super tracciata (con tracce marmoree); abbiamo trovato alternanze di crosta portante e non portante. La discesa sulla stradina ci ha permesso di riprendere fiato arrivando con gli sci ai piedi all'auto.
Splendida gita con Claudio e Giacomo. un saluto a Lucia, Valeria, Germano, Marco, Mike e Stefano che sono andati su un po' più tranquilli di noi.


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Abbiamo fatto il giro passando dal vallone della Feluma, a mio avviso più' vario e panoramico piuttosto che salire e scendere da Chamin…..raggiunti i pianori sotto i pendii sommitali della Feluma abbiamo deviato progressivamente verso sx per immetterci nel vallone che divide quello della Feluma da quello della Tos….superata la cresta che scende direttamente dalla becca di Tos, con un breve traverso abbiamo raggiunto la traccia della via normale da Chamin; quindi in breve in vetta; discesa prima su neve fresca molto bella, poi sempre su neve ben sciabile di tutti i tipi poi in basso primaverile smollata dal sole nel bosco via via più' fitto; si arriva alla frazione di Chamin con gli sci cercando i vari passaggi tra gli alberi… in compagnia di cari amici. Peccato non avere incontrato Stefano e Diego scesi molto prima di noi.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
Rifatto la Becca dopo il mazzo di domenica a tracciare. Oggi buona traccia sino in cima, sempre partiti dal ponte di Chamencon, temperatura fresca, assenza di vento, sereno, discesa buona sino a quasi l'alpeggio di Province poi seguito la poderale sino al canalone che scende a Chamin, tutto sommato sciabile con alternanza di polvere (più o meno) e neve in trasformazione (carton/poudreuse), poi strada sino alla macchina.
Nella sezione neve ho messo "altro" perchè lo stato del manto è molto discontinuo (ma sempre ben sciabile)
Niente eliski e ben 4 skialp francesi che sono partiti da Reverse, che affollamento oggi alla Tos.
Salita effettuata con la locomotiva President e il mitico Italus che non molla mai.
Stesso commento finale di domenica: GITONA
Bella gitarella...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Chamencon alle 6,30, tempo bello, no vento, temperatura fresca, sino a Chamin traccia motoslitta, poi più niente sino in cima (che mazzo), solo un migliaio di tracce di discesa (eliski?), canalino in buone condizioni, discesa in buone condizioni (parte centrale quasi ottima su neve autosciabile) bosco non male con solo qualche tratto un po' crostoso poi comoda strada sino alla macchina.
Battuto traccia (tutti e due) per tutto il percorso , nessuno in giro (neanche eliski!), condizioni buone, discesa proprio non male, ottimo socio.
Commento: GITONA
Bella gitarella...



[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: ok a Chamin
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
In effetti bella salita diretta senza pettinar bambole.
Abbiamo seguito la sterrata che si inoltra verso SO, poi ci siamo addentrati nel bosco alla meglio, quasi subito sci ai piedi, ma nei prossimi giorni il camallo aumenterà e non credo avrà più senso.
Peccato che il meteo ha un po ingrigito i paesaggi.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Si portano gli sci in saliti per circa 200m poi nel bosco si possono calzare avanzando per lingue di neve. Cielo coperto ma temperatura gradevole, saliti con i rampant la parte mediana su neve dura fino al colletto. Sul 'ghiacciaio' di Tos una spolverata di farina su fondo duro e messi di nuovo i rampant per l'ultimo tratto. Discesa su neve molto variabile, crosta portante, farinella, crosta non portante, primaverile... Nel complesso sciabile che consente di arrivare con buone intuizioni fino a 50m dall'auto sci ai piedi. Bel vallone che consente una salita veloce e diretta.
In compagnia del Koba e di Fra.


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: pulito
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Solo alla fine ci siamo accorti quale era la salita migliore, perciò itinerario stupendo, neve polvere sul ghiacciaio , più dura sotto ma sempre sciabile, poi nel Video che puoi aprire più sotto si capisce di più

Ringrazio Claudio , Maria Grazia, Fabio e Giorgio che mi hanno accompagnato in questa avventura non semplice ma appagante anche se non era tutta polvere


[visualizza gita completa con 12 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Accessibile fino a Chamin
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Zero termico a 1900 m alle 6.30, a 2500 alle 11.30;
quota neve a 1750 ca a 20' dall'auto;
canalone di salita con scarso rigelo;
neve rigelata dai 2000 m; dai 2500 m farina (crosta al sole) pressata ed assestata e canale di salita ai piani superiori con neve in buonaparte slavinata; neve che ha legato con lo strato precedente senza effetti "cassetto"; dai 2700 neve farinosa tendente all'umido, e parti esposte al sole con neve in procinto di totale trasformazione
Partiti alle 6.30, e fatale taglio ravanante nel bosco; imboccato il canale di salita, rapida progressione fino ai 2500 dell'anfiteatro roccioso, da dove ho battuto traccia, da li fino in punta; dai 3100, neve appiccicosa che ci ha creato un raro e pregiato zoccolo alla tirolese sotto le pelli; discesa sensational con curve imperiali dalla punta fino ai 2900; su crosta sfondosa (se dotati di peso e potenza) fino ai 2500; neve marmorea fino ai 2200 e firn modalità Laguna Seca fino a 1750;
Con JKK (JohnFromKentucky) un po' sotto tono, che ha scelto una gita corta avendo patito l'ultima volta (...)
Ore 12: game over and come back @ work!
Non pervenute tracce del reparto Aviotrasportati, brigata Mescaleros, soliti lanciarsi dalla sella, (evidentemente richiamati in terra Crimeana a giocare al "piccolo Lanzichenecco").
Con le mie immancabili scarpe da ballo...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: prima di chamin c'è un'ordinanza di divieto di transito pare scaduto
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Abbiamo seguito il cartello per Boregne e quindi un tratto di strada interpoderale con neve a 5 minuti dall’auto, ma con qualche interruzione, poi su per il ripido e scomodo bosco sino a Boregne, in discesa ci siamo accorti che oltrepassando Chamin forse si può salire (e scendere) più a destra per un canale che pare ben innevato e più comodo, poi salita senza problemi sino a poco sotto il canale ripido a quota 2500 dove abbiamo messo i coltelli per maggior comodità, superato il quale le difficoltà diminuiscono sino in punta. In discesa 5-15 cm di neve farinosa ormai compattata e stravolta dal vento dei giorni precedenti (oggi niente) non facile da sciare dalla punta sino a quota mt 2500 valutazione 50/100, poi si passa ad una primaverile appena riscaldata dal sole molto divertente quasi perfetta se non ci fossero i segni delle precedenti sciate valutazione 87/100 sino a Boregne, da qui abbiamo sbagliato la discesa e ravanato per il bosco.
Con lo Zio RRRRocco.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: al ponte prima di chamin ordinanza divieto accesso causa ghiaccio
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
gli sci si possono mettere già dopo 5 minuti dalla macchina, ma la salita nel bosco è meglio farla a piedi poichè manca la neve non è continua. sceso verso le 10.30 con neve che doveva ancora mollare nella parte alta (fino a dopo il canalino a 2700) poi meno dura. sotto Provence seguito vecchie tracce di discesa che portano direttamente alla poderale che sale da Chamin (vedi traccia gps)

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada aperta solo fino a Chamencon
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Chamencon, strada per Chamin ancora innevata, quindi 2060m di dislivello. Cinque minuti di portage poi neve quasi ininterrotta fino in vetta. Canale sopra Chamin con poco rigelo, percorso senza rampant. Salita senza problemi fino al canalone, percorso con i rampant. A 3000m circa un po' di zoccolo. Poi fino in vetta. Discesa un po' appiattita dalla nuvola fantozziana sopra la vetta per 300m poi progressiva apertura. Un po' di crosta tra 2300 e 2600. Poi neve primaverile fino all'auto. Parecchio caldo che si mangerà molta neve in basso. Solo un runner sul nostro percorso e due francesi da Revers. Tre stelle abbondanti...
Gita fatta con Bubbola, Valeria, Flavio e Walter. Tutti e cinque egregiamente in vetta in questa prima giornata valdostana.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a lastroni
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: S.P. ben pulita
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
il cielo è stato quasi sempre coperto ma qualche sprazzo di sole lo abbiamo potuto ricevere e purtroppo ciò ha reso instabile la neve sulla parete sud del vallone di tos e si è staccato un riguardevole fronte a lastroni.
Grande sudisfa per una gita da Omu....non aggiungo nulla alla meticolosa descrizione di Snowlover.......solo qualche fotuzza ricevuta dal grande Jopoll che doveva rientrare a casa presto per la sua Chicca ma ha voluto attendere per accertarsi che le retrovie rientrassero all'auto prima che facesse buio e tutti stanchi ma sani.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: chamencon senza problemi ma gomme termiche OBBLIGATORIE
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Il mitico Aruga-Poma consiglia da percorrerla in Aprile-Maggio. Come l'Entrelor, del resto.
Ma ormai "le stagioni non sono più quelle di una volta"... per cui ci abbiamo provato. Il notevole rialzo termico dei gg scorsi ha "fiaccato" la neve obbligando i ns tracciatori, nella parte bassa, ad un lavoro faticoso. Una motoslitta è salita fino a Chamin per cui i 1400 si raggiungono senza problemi, poi però la gita entra nella sua atmosfera "wilderness" per cui occorre sapersi districare bene nella scelta dell'itinerario e magari anche nella boschina. La parte alta è, come sempre molto spettacolare ed il solito, fastidioso ed onnipresente vento (dei giorni scorsi) ha provocato pericolosi riporti, spelacchiato qualche cresta ma reso l'avanzata piuttosto tranquilla.
Il famoso canale che parte dai 2800 circa lo abbiamo percorso sci in spalla a piedi e raggiunge davvero i 40 gradi in alcuni punti.

Segnaliamo che in fase di discesa siamo stati spettatori di un formidabile distacco di un fronte piuttosto ampio nei pressi del suddetto, distacco che non inficia comunque il percorso normale di salita e discesa. Mare di nuvole in basso, tutto pulito dai 1800 metri in su ma con la puntuale nuvola fastidiosa che ci ha nascosto il sole quasi sempre (che nella parte alta sarebbe già spesso presente).
Neve sciabilissima per 4/5 del percorso e brutta nella parte bassa. E' consigliabile una discreta abilità nel destreggiarsi nella boschina con neve marcia-sfondosa. Siamo arrivati alle auto quasi con il buio dopo i 2095 metri di dislivello della gita. Ottimi panini & birre al Beau Séjour.
Con il solito compatto squadrone targato UGET: annalisa-ceci-cris-elena-guido-claude-livio-jopoll-lino-andrea-tom. Tutti in punta e... tutti vivi al ritorno (chi più, chi meno!)

Per questa gita NIENTE FOTO.... sob!!!



[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: partenza da chamençon
attrezzatura :: scialpinistica
partenza da Chamençon sci ai piedi, solo un paio di brevissime interruzioni lungo la strada. condizioni buone per questo gitone da 2100 metri che sognavo da un po' di tempo...
neve farinosa nella parte alta, crosta da vento non sempre portante nella parte mediana- compreso il canale purtroppo-, farina di nuovo in basso anche al sole...non avrei detto! divertente il ripido bosco con curve obbligate su neve dura (in salita meglio farlo a piedi). unico neo: le pietre spesso nascoste dall'ultima nevicata...fare attenzione in alcuni tratti.
con battista e lorenza, validi ed affiatati compagni!

[visualizza gita completa con 3 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Effettivamente un gran gitone!! Partiti da Chamençon alle 9.00, preceduti solo da Luca che incrociamo a quota 2000 in discesa, intenzionato a rinunciare... Invitato a salire con noi si aggrega..Da qui ci tocca battere traccia...non banalissimo il superamento del tratto ripido del canale.
In vetta alle 13.50. Panorama splendido e temperatura ottimale. Più di 20 cm. di fresca recente rendono gradevole la sciata in discesa ma celano la presenza di qualche pietra nella parte medio alta!!! Sci ai piedi dalla cima alla macchina....: apprezzabile. - 70 -

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: La strada per Chamin é chiusa al ponte di Chamencon
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Perfetta ed esaustiva la relazione (come tutte quelle che si leggono da lui fatte) di Rocciaclimb! Aggiungo solo che la strada per Chamin è piena di neve e la gita inizia alla frazione Chamencon lungo il torrente, portando il dislivello totale (da GPS) a 2100m. Aggiungo ancora un unico avviso molto importante: NON prendere la strada che sembra permettere di saltare il canalone duro alle spalle dell'abitato di Chamin. Bubbola stanca per la salita la ha imboccata e seguita ritrovandosi a Les Combes, sopra Introd all'imbocco della Valle di Rhemes. E dire che Rocciaclimb me l'aveva anche detto...
Salita fatta con Bubbola che ancora malaticcia riesce comunque nell'intento, con Davide Ghiglio e Francesca che ringrazio per aver tenuto un passo tale da permettere di non sgranare troppo il gruppo. Bellissimo posto.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: ok
attrezzatura :: scialpinistica
Bella bella bella,gran gitone,decisamente lungo.Finalmente dopo 7 anni sono riuscito a farla.Giornata serena con passaggi nuvolosi,copertura più estesa in discesa,visibilità buona.8.15 -10°,molta gente oggi,eliski un solo giro.Traccia ottima,primo canale si sale meglio e più velocemente a piedi;il canale di Boregne si supera coi coltelli con un po' di attenzione nella parte alta,picca e ramponi inutili.Primo pendio dalla punta bella farina compressa,poi tratto di neve farinosa nn male e dopo crosta nn portante sciabile alternata a tratti farinosi fino al canale di Boregne.Canale fantastico,farina compressa,cercando bene,da cima a fondo.Dopo purtroppo fino quasi al bosco crostaccia cattiva e ottima farina (tutta tritata dai passaggi) dal bosco in giù.Canale finale neve molto dura ma ben grippante,qualche numero per poter scendere fino alla strada.
SAlita fatta x buona parte con Bubbolotti e soci a cui mando un caloroso saluto :)

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti dall'itinerario della Feluma, al colle abbiamo attraversato tutto il vallone a sx fino al colletto che ci ha permesso , dopo un breve traverso, di ricongiungerci alla via normale di salita poco sotto la vetta. Discesa molto bella nella parte alta, il canale intermedio piu' ripido un po' tritato dai passaggi ma sempre ben sciabile, nel bosco farina super poi in fondo ravanamento nel bosco alla ricerca della retta via.......
un saluto a tutta la compagnia


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: ordinanza divieto dalla strada regionale al ponte sulla dora
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
La traccia è presente e a cavallo donato... la neve è pochina, proprio pochina su tutto l'itinerario, ma di buona qualità, anche se in alcuni tratti i numerosi passaggi e il vento hanno lavorato il manto. Oggi un po' d'aria, ma accettabile. Bella soprattutto la parte alta e qua e là ancora begli spazi con neve polverosa.
Abbiamo seguito la moda, oggi con Ale, un amico con cui purtroppo riesco ormai a fare poche gite, per gli impegni di entrambi. Anche oggi gita di corsa in salita e discesa, ma ne è valsa la pena.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Buona sera a tutti.
Gita molto appagante, detta dal mio amico Dino, che è arrivato fin sopra. Io solo a meta'. Per il resto mi associo ai precedenti skialp "Guidox e Inox" che hanno dato una precisa descrizione. Buone gite.

[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Senza problemi fino al ponte a Chamenson
attrezzatura :: scialpinistica
La sognavo da tantissimi anni e la immaginavo così: lunga e bella, bella, bella.
Giornata spaziale freddina nel tratto del canale e poi perfetta per tutto il giorno.
Si parte, sci ai piedi, dal ponte di Chamenson e quindi sono 2100m di dislivello.
La stella in meno è per alcuni tratti in alto e nel tratto ripido del canale di Boregne con lievi incrostazioni.
Per il resto neve splendida con lunghi tratti, nella parte sotto il canale, commoventi.
Ottima traccia senza necessità di rampant, qualche metro gaboloso solo nella tagliata sopra Chamin.
Un saluto ai tre simpatici runners che ci hanno preceduto e agli amici Eporediensi che ci hanno seguito.
Un grandissimo ringraziamento ai 6 splendidi compagni di gita Ermes, Ernesto, Gianluca, Livio, Orfeo e Renato con cui ho condiviso una giornata, per me, memorabile.
GSA CAI Uget Torino.


[visualizza gita completa con 6 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti alle 9, temperatura -5, tempo sereno, assenza di vento, buona traccia presente, solo a tratti con un pò di neve zuccherosa, discesa buona con tratti di leggera crosta ma sempre ben sciabile.
Un grazie a chi ha tracciato nei giorni precedenti, è sempre un bel gitone.
Salito con il President e Italicus.
Ciao Franco! Bella gitarella...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
bella gita con neve da bella a molto bella nella parte alta e la parte bassa. nel canale una leggera crostina da vento ma molto ben sciabile. gita super. lunga 2100m sci dalla macchina.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: provocato fratture al manto
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: la strada non arriva a Chamin, ma si interrompe dopo 100m
Non consigliata adesso. Il vento ha lavorato parecchio e sopra uno strato di neve dura ed assestata sono presenti dal 5 a 15 centimetri di fresca non coesa. Risultato: fai un passo avanti (anche con i coltelli) e ti trovi 40 cm più basso. Lo sci "scappa" di continuo e farsi 2100 metri (si parte da 1220) è un'Odissea. Nel bosco, poi, la traccia è stata fatta da un botanico, punta sempre alla boschina più fitta (quindi occorre valutare). Staccato diversi blocchi e la cosa non mi è piaciuta per nienete, soprattutto nel canale ripido. Spero siate più fortunati.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: In auto a Revers
quota neve m :: 1500
Gita non cosigliata partendo da Revers. Abbiamo portato gli sci a spalla per 300 m circa sia in salita sia in discesa causa sentiero stretto, ripido e con poca neve (talvolta ghiaccio). Dai 1850 m in su la gita è sicuramente molto bella sia come ambiente sia sciisticamente.
Abbiamo trovato fino a 2300 m ca. dai 20 ai 40 cm di fresca su fondo portante, nella parte alta un po' di meno, forse complice il vento.
La parte finale del canale l'abbiamo salita con i ramponi (100 m ca.) tranne Orfeo che finchè le ginocchia non arrivano in bocca non molla gli sci....
Gitone in condizioni meteo splendide (anche se lo zero termico era intorno ai 1600 m) con Marco C. (strafatto tanto "tirava"), Orfeo, Claudio, Livio, Lorenzo e 4 amici ciaspolatori (tra cui Emma che "non la ferma nessuno...")

Messo TRACCIA GPS


[visualizza gita completa con 5 foto]
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1500
Gran gitone.Nella notte ha messo un venti cm di fresca dai 2000 mt in su.Neve portante nella parte bassa sino ai 1800 mt poi farina da urlo, discesone forse la più bella discesa del 2010.Penso che se non farà molto caldo per due giorni si manteranno le condizioni che abbiamo trovato
Grazie a Marco alla sua quarta gita non si è fatto intimorire dal distlivello


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: OK
CONFERMO RELAZIONE PRECEDENTE,LA VALANGA E' SCESA SULLA TRACCIA DI SALITA NEL PERIODO COMPRESO TRA LE 10.30 E LE 12 ED HA INTERESSATO I RIPIDI PENDII A SX NEL SENSO DELLA SALITA ED IMMEDIATAMENTE PRECEDENTI IL COLLETTO CHE DA ACCESSO ALLA PARTE SUPERIORE DELLA GITA,DOVE SI COMPIE IL TRAVERSO PER SPOSTARSI SOTTO IL COLLE.INIZIATO DISCESA ORE 12.30 E TROVATO CONDIZIONI PERFETTE.IL BIVIO PER CHAMIN E' A QUOTA 1600 CIRCA,MA LO ABBIAMO SALTATO.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1500
Partiti da Revers (1550 m) alle prime luci dell'alba con cielo sereno alle 6.45, abbiamo messo gli sci quasi subito seguendo il sentiero che sale verso la Becca di Tos.
Abbiamo tolto gli sci lungo il sentiero per una cinquantina di metri per poi rimetterli senza toglierli fino in cima.
Nel bosco neve ghiacciata a tratti scarsa, messi rampant.
Una volta fuori dal bosco abbiamo raggiunto l'itinerario proveniente da Chamin.
Da quota 2300 m in su neve più morbida.
Abbiamo raggiunto la base del canale ripido e lo abbiamo superato agevolmente
essendo già presente la traccia su neve polverosa e preceduti anche da due scialpinisti.
Non abbiamo seguito la traccia indicata dal precedente relatore per superare il canale
ma siamo stati a destra di essa.
Una volta fuori dal canale abbiamo proseguito trovando neve sempre più polverosa e faticosa nell'ultimo tratto
raggiungendo la vetta alle 11.50.
Discesa entusiasmante, indescrivibile con neve polverosa da urlo fino a quota 2400 m, poi un tratto breve di transizione di
vellutino e infine ottimo firn.
Salendo nel bosco avevamo deciso di scendere su Chamin quindi abbiamo proseguito sulla destra scendendo, rispetto alla direzione di salita,
raggiungendo infine una strada proveniente da Combe, quando abbiamo trovato il canale che scende verso Chamin abbiamo deciso di non scenderlo per la scarsità di neve e
la gran quantità di vegetazione. Proseguendo per la strada, abbiamo raggiunto L'Alpe Pileo ed abbiamo trovato l'indicazione per Chamin, siamo quindi scesi verso quella che sembrava essere una carrareccia,
ma che in realtà conduceva verso una zona di precipizi, abbiamo quindi ripellato, siamo risaliti di 100 m fino all'Alpeggio e proseguito sulla strada seguendo le tracce di ciaspole, queste tracce hanno poi abbandonato la strada per scendere verso quella che sembrava una carrozzabile fino
a quota 1540, dove terminava anche la neve per dirigersi verso il sentiero N. 4 che abbiamo seguito a piedi fino a Grand Haury (1150 m).
Qui un pizzico di fortuna che devo dire non ci ha mai abbandonato ha permesso a Michele di raggiungere Arvier in autostop e successivamente
proseguire sempre in autostop fino a Revers per recuperare l'auto e venirci a recuperare.
Morale della favola tra salita discesa errori e risalite il totale è di 1920 m di salita, 2440 m di discesa ed uno sviluppo di 22,8 km.
Gita di grande soddisfazione, unico neo l'incertezza all'Alpe Pileo che però abbiamo superato egregiamente.
Un grande complimento va a Michele per aver scelto questo bellissimo itinerario ed un saluto ad Osvaldo e Mauro.
Un saluto anche ai due scialpinisti di Alzo che abbiamo incontrato lungo il percorso.


[visualizza gita completa con 14 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1200
Partiti dal ponte di Chamencon neve a 200 mt dalla macchina la traccia era presente sino alla base del canale più alto, salito a piedi per una 40ina di mt. (non mi fidavo) dopodichè tracciato sino in cima. Discesa ottima su polvere sino a Provence (anzi direi super) dall'alpeggio slalom nel bosco sino a Chamin su neve trasformata e ultimo tratto sulla strada. Giusta temperatura, assenza di vento, circa 25 cm di fresca da 2600 mt.
In compagnia del socio Lorenzgus (un duro)
Che cosa si può aggiungere?
Bella gitarella.............!


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
quota neve m :: 1200
La gita comincia ancora dal torrente e quindi i metri sono 2065. Lungo tutto il tragitto è presente neve portante ed i pericoli oggettivi sono pochi. In discesa si può contare su neve bellissima nella parte alta; scendendo si trova neve trasformata fino alla macchina. Molto "ravanage" nel bosco.

[visualizza gita completa]
intinerario segnato da eliski ma ci sono ancora spazi da tracciare. bella neve, soprattutto sui pendi in alto. la macchina va ancora lasciata a chamencon.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
La partenza è da Chamencon (il dislivello totale è quindi di 2065m). buone condizioni - freddo intenso e vento forte.
Con Simona, Yuri e Sergio. altre info su.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: strada innevata , partenza da 1200m
quota neve m :: 1400
nonostante i miei 37 anni sono riuscito a salirla in giornata. scherzi a parte , dall' auto partenza alle 6.50 in compagnia di un solitario come me . arrivati in cima in 4 ore circa ( rende la salita ).la relazione precedente descrive bene la neve , polvere in alto , crosta a metà e firn in basso. non so se consigliarla , nel complesso . partire da 1200 in questa stagione non vale molto la pena però si fa. la neve nella strada costringe a togliere e mettere gli sci 4/5 volte. nel bosco si ravana sia in salita che in discesa , ma penso di aver sbagliato itiner. la cosa più importante , condiz. di sicurezza buone , salire solo in caso di scarso pericolo, i pendii sono abb ripidi. oggi in punta in 6 ( saliti da varie parti ) più i quattro in elicottero.............saluti

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Chemin NON è raggiungibile. Si parte dal torrente a fondovalle.
quota neve m :: 1200
Partendo da Chamencon, la gita è di 2100 m di dislivello! La neve è comunque quasi continua già di lì, essendo la strada per Chemin quasi completamente innevata (un paio di gava e buta di poche decine di metri). Neve abbondante su quasi tutto il percorso. Gita davvero bellissima per varietà del percorso e panorami (si vedono tutte le montagne più alte, dal Rosa, al Bianco, alla Grivola, al Grampa). Le mie *** (che come al solito si riferiscono unicamente alla qualità della neve, essendo tutti gli altri fattori del tutto inutili per chi legge), sono una media tra le *****+ della parte alta (farina da urlo), le **- della parte mediana (crosta da vento poco sciabile), il breve tratto prima del bosco di firn bellissimo, e la polenta nel bosco (meglio la stradina).
Dormito in tenda con i fidi Cl e Zecca alla fine del bosco (quota 2000 m): per chi non ha più 20 anni (e neanche 30...) e si vuole godere anche la discesa, una scelta quasi obbligata.


[visualizza gita completa con 7 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Preso un gran freddo in questa gita solitaria alla Becca di Tos con partenza da Revers. Incontrato qualche difficolta'nel canalone sopra Boregne, salito un po' a scaletta un po'sci in spalla. Meglio sopra ma la fatica e il freddo sopratutto non hanno giocato a favore. In piu' mi son dovuto sobbarcare gli sci in spalla per piu' di un ora nella fase di salita. Accidenti....!

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 1400
quota vetta/quota massima (m): 3302
dislivello totale (m): 1902

Ultime gite di sci alpinismo

13/12/18 - Tuf (Piz) da Casti - Rok1976
Intendiamoci, la neve era perfetta da cima a fondo, farina dappertutto e a tutte le esposizioni : un 30 cm a Casti per poi subito aumentare fino al metro e mezzo abbondante in alto di fresca su un fo [...]
13/12/18 - Bonatti Walter (Rifugio) da La Palud - lucaozein
Davvero belle condizioni di neve polverosa nel bosco, tuttavia bisogna percorrere 5 km in piano prima di raggiungere il sentiero estivo che conduce al rifugio. Io ho utilizzato la tecnica del pattina [...]
12/12/18 - Izoard (Col d') da le Laus - silviotos
neve ottima, ma sotto i 2000 poco fondo (rami affioranti nel bosco e qualche roccia nascosta). Rifugio chiuso: apre il 15!
12/12/18 - Hohture da Rothwald-Ganterwald - casale
Mi aspettavo più neve fresca invece solo 20 cm di polvere presenti solo nel bosco e nelle conche riparate dal vento...il resto tutto ventato...bella Gionata fredda -11 a Rotwald.... Siamo saliti anch [...]
12/12/18 - Bandiera (Pizzo) da Alpe Devero - uruguayo_tias
Giornata limpida e fredda, -8 °C al parcheggio e assenza di vento alle 9.45. L'innevamente è abbondante anche se lungo il canale che scende dai piani della Rossa si deve restare sul pendio di destra [...]
12/12/18 - Gimont (Mont) o Grand Charvia da Monginevro - bagee
Partiti da Claviere con - 11 ma presto la temperatura aumenta posizionandosi poco sotto zero; risalito in parte le piste (chiuse) ed in parte fuori sino al colle poi in cima con gli sci; discesa iniz [...]
12/12/18 - Grevasalvas (Piz) da Plaun da Lej - matalp
Oggi in engadina tanta polvere..le nuove nevicate hanno messo fino a 50 cm di fresca..Il problema di questa gita é che nella parte bassa prima delle nevicate non era rimasta tanta neve quindi non c' [...]